Tipi di effetti degli ormoni sul corpo

Capitolo VI SOSTANZE BIOLOGICAMENTE ATTIVE

§ 17. ORMONI

Comprensione generale degli ormoni

La parola ormone deriva dal greco. gormao: eccita.

Gli ormoni sono sostanze organiche secrete dalle ghiandole endocrine in piccole quantità, trasportate dal sangue alle cellule bersaglio di altri organi, dove presentano una specifica reazione biochimica o fisiologica. Alcuni ormoni sono sintetizzati non solo nelle ghiandole endocrine, ma anche nelle cellule di altri tessuti..

Le seguenti proprietà sono caratteristiche degli ormoni:

a) gli ormoni sono secreti dalle cellule viventi;

b) la secrezione di ormoni viene effettuata senza violare l'integrità della cellula, entrano direttamente nel flusso sanguigno;

c) si formano in quantità molto ridotte, la loro concentrazione nel sangue è 10 -6 - 10 -12 mol / l, con la stimolazione della secrezione di qualsiasi ormone, la sua concentrazione può aumentare di diversi ordini di grandezza;

d) gli ormoni hanno un'alta attività biologica;

e) ciascun ormone agisce su cellule bersaglio specifiche;

f) gli ormoni si legano a recettori specifici, formando un complesso recettore ormonale che determina la risposta biologica;

g) gli ormoni hanno una breve emivita, di solito diversi minuti e non più di un'ora.

La struttura chimica degli ormoni è divisa in tre gruppi: ormoni proteici e peptidici, ormoni steroidei e ormoni derivati ​​dagli aminoacidi.

Gli ormoni peptidici sono peptidi con un piccolo numero di residui di aminoacidi. Le proteine ​​ormonali contengono fino a 200 residui di aminoacidi. Questi includono ormoni pancreatici, insulina e glucagone, ormone della crescita, ecc. La maggior parte degli ormoni proteici sono sintetizzati sotto forma di precursori - proormoni che non hanno attività biologica. In particolare, l'insulina viene sintetizzata sotto forma di un precursore inattivo della preproinsulina, che, a seguito della scissione di 23 residui di aminoacidi dall'N-terminale, si trasforma in proinsulina e, quando vengono rimossi altri 34 residui di aminoacidi, in insulina (Fig. 58).

Figura. 58. La formazione di insulina dal precursore.

I derivati ​​degli aminoacidi comprendono gli ormoni adrenalina, noradrenalina, tiroxina, triiodotironina. Gli ormoni della corteccia surrenale e gli ormoni sessuali appartengono allo steroide (Fig. 3).

Regolazione della secrezione ormonale

Lo stadio superiore nella regolazione della secrezione dell'ormone è occupato dall'ipotalamo - un'area specializzata del cervello (Fig. 59). Questo organo riceve segnali dal sistema nervoso centrale. In risposta a questi segnali, l'ipotalamo secerne un numero di ormoni ipotalamici regolatori. Sono chiamati fattori di rilascio. Questi sono ormoni peptidici costituiti da 3 a 15 residui di aminoacidi. I fattori di rilascio entrano nella ghiandola pituitaria anteriore, l'adenoipofisi, situata direttamente sotto l'ipotalamo. Ogni ormone ipotalamico regola la secrezione di qualsiasi ormone adenoipofisi. Alcuni fattori di rilascio stimolano la secrezione di ormoni, sono chiamati liberine, mentre altri, al contrario, inibiscono, queste sono statine. Nel caso di stimolazione da parte della ghiandola pituitaria, i cosiddetti ormoni tropici vengono rilasciati nel sangue, stimolando l'attività di altre ghiandole endocrine. Questi, a loro volta, iniziano a secernere i propri ormoni specifici che agiscono sulle corrispondenti cellule bersaglio. Quest'ultimo, in base al segnale ricevuto, apporta modifiche alle proprie attività. Va notato che gli ormoni che circolano nel sangue a loro volta inibiscono l'attività dell'ipotalamo, dell'adenoipofisi e delle ghiandole in cui si sono formati. Questo metodo di regolamentazione è chiamato regolamentazione sulla base del feedback..

Figura. 59. Regolazione della secrezione dell'ormone

Interessante da sapere! Gli ormoni ipotalamici, rispetto ad altri ormoni, vengono escreti in piccole quantità. Ad esempio, per ottenere 1 mg di tiroliberina (stimolando l'attività della ghiandola tiroidea), erano necessarie 4 tonnellate di tessuto ipotalamo.

Il meccanismo d'azione degli ormoni

Gli ormoni si differenziano per la loro velocità. Gli ormoni da soli causano una rapida risposta biochimica o fisiologica. Ad esempio, il fegato inizia a rilasciare glucosio nel sangue dopo la comparsa di adrenalina nel flusso sanguigno in pochi secondi. La risposta all'azione degli ormoni steroidei raggiunge il massimo in poche ore e persino giorni. Tali differenze significative nel tasso di risposta alla somministrazione di ormoni sono associate a un diverso meccanismo della loro azione. L'azione degli ormoni steroidei è finalizzata alla regolazione della trascrizione. Gli ormoni steroidei penetrano facilmente attraverso la membrana cellulare nel citoplasma della cellula. Lì si legano a un recettore specifico, formando un complesso recettore ormonale. Quest'ultimo, entrando nel nucleo, interagisce con il DNA e attiva la sintesi dell'mRNA, che viene quindi trasportato nel citoplasma e avvia la sintesi proteica (Fig. 60.). La proteina sintetizzata determina la risposta biologica. L'ormone tiroideo tiroxina ha un meccanismo d'azione simile..

L'azione di peptidi, ormoni proteici e adrenalina non ha lo scopo di attivare la sintesi proteica, ma di regolare l'attività degli enzimi o di altre proteine. Questi ormoni interagiscono con i recettori situati sulla superficie della membrana cellulare. Il complesso recettore ormonale risultante lancia una serie di reazioni chimiche. Di conseguenza, si verifica la fosforilazione di alcuni enzimi e proteine, a seguito della quale la loro attività cambia. Di conseguenza, si osserva una risposta biologica (Fig. 61).

Figura. 60. Il meccanismo d'azione degli ormoni steroidei

Figura. 61. Il meccanismo d'azione degli ormoni peptidici

Ormoni - Derivati ​​degli aminoacidi

Come notato sopra, gli ormoni derivati ​​dagli aminoacidi comprendono gli ormoni del midollo surrenale (adrenalina e noradrenalina) e gli ormoni tiroidei (tiroxina e triiodotironina) (Fig. 62). Tutti questi ormoni sono derivati ​​della tirosina..

Figura. 62. Ormoni - derivati ​​di aminoacidi

Gli organi bersaglio dell'adrenalina sono il fegato, i muscoli scheletrici, il cuore e il sistema cardiovascolare. Strutturalmente simile all'adrenalina è un altro ormone del midollo surrenale - noradrenalina. L'adrenalina accelera il ritmo del cuore, aumenta la pressione sanguigna, stimola la scomposizione del glicogeno epatico e aumenta il contenuto di glucosio nel sangue, fornendo così carburante ai muscoli. L'azione dell'adrenalina ha lo scopo di preparare il corpo a condizioni estreme. In uno stato di ansia, la concentrazione di adrenalina nel sangue può aumentare di quasi 1000 volte.

La ghiandola tiroidea, come notato sopra, secerne due ormoni: tiroxina e triiodotironina, rispettivamente, sono designati T4 e T3. Il principale risultato dell'azione di questi ormoni è un aumento del tasso di metabolismo basale.

Con una maggiore secrezione di T4 e T3 si sviluppa la cosiddetta malattia di Bazedova. In questo stato, il tasso metabolico aumenta, il cibo si esaurisce rapidamente. I pazienti emettono più calore, sono caratterizzati da una maggiore eccitabilità, hanno tachicardia, perdita di peso. La carenza di ormoni tiroidei nei bambini porta a ritardo della crescita e sviluppo mentale - cretinismo. La carenza di iodio nel cibo e lo iodio fa parte di questi ormoni (Fig. 62), provoca un aumento della ghiandola tiroidea, lo sviluppo del gozzo endemico. L'aggiunta di iodio al cibo riduce il gozzo. A tale scopo, in Bielorussia, lo ioduro di potassio viene introdotto nella composizione del sale commestibile.

Interessante da sapere! Se metti i girini in acqua che non contiene iodio, la loro metamorfosi viene ritardata, raggiungono proporzioni gigantesche. L'aggiunta di iodio all'acqua porta alla metamorfosi, inizia la riduzione della coda, compaiono gli arti, si trasformano in un adulto normale.

Ormoni peptidici e proteici

Questo è il gruppo più diversificato di ormoni. Questi includono fattori di rilascio dell'ipotalamo, ormoni tropicali dell'adenoipofisi, ormoni del tessuto pancreatico endocrino, insulina e glucagone, ormone della crescita e molti altri.

La funzione principale dell'insulina è di mantenere un certo livello di glucosio nel sangue. L'insulina contribuisce al flusso di glucosio nelle cellule del fegato e dei muscoli, dove viene principalmente convertito in glicogeno. Con una mancanza di produzione di insulina o la sua completa assenza, il diabete si sviluppa. In questa malattia, i tessuti del paziente non possono assorbire il glucosio in quantità sufficienti, nonostante il suo alto contenuto nel sangue. Nei pazienti, il glucosio viene escreto nelle urine. Questo fenomeno si chiama "fame in abbondanza".

Il glucagone ha l'effetto opposto dell'insulina, aumenta il contenuto di glucosio nel sangue, favorisce la scomposizione del glicogeno nel fegato con la formazione di glucosio, che quindi entra nel flusso sanguigno. In questo, il suo effetto è simile a quello dell'adrenalina..

L'ormone della crescita, o ormone della crescita, secreto dall'adenoipofisi è responsabile della crescita scheletrica e dell'aumento di peso nell'uomo e negli animali. L'insufficienza di questo ormone porta al nanismo, mentre la sua eccessiva secrezione si esprime nel gigantismo o acromegalia, in cui vi è un aumento della crescita di mani, piedi, ossa facciali.

Ormoni steroidei

Come notato sopra, gli ormoni della corteccia surrenale e gli ormoni sessuali appartengono agli ormoni steroidei (Fig. 3).

Più di 30 ormoni sono sintetizzati nella corteccia surrenale, sono anche chiamati corticoidi. I corticoidi sono divisi in tre gruppi. Il primo gruppo sono i glucocorticoidi, regolano il metabolismo dei carboidrati, hanno effetti antinfiammatori e antiallergici. Il secondo gruppo è costituito da mineralcorticoidi, che mantengono, principalmente, l'equilibrio idrico-salino nel corpo. Il terzo gruppo comprende corticoidi, che occupano una posizione intermedia tra glucocorticoidi e mineralcorticoidi.

Tra gli ormoni sessuali, ci sono androgeni (ormoni sessuali maschili) ed estrogeni (ormoni sessuali femminili). Gli androgeni stimolano la crescita e la maturazione, supportano il funzionamento del sistema riproduttivo e la formazione di caratteristiche sessuali secondarie. Gli estrogeni regolano l'attività del sistema riproduttivo femminile.

ormoni

Ormoni umani, loro tipi e caratteristiche

Sostanza biologicamente attiva (BAS), sostanza fisiologicamente attiva (FAA) - una sostanza che in piccole quantità (μg, ng) ha un pronunciato effetto fisiologico su varie funzioni del corpo.

Ormone: una sostanza fisiologicamente attiva prodotta dalle ghiandole endocrine o da cellule endocrine specializzate, secreta nell'ambiente interno del corpo (sangue, linfa) ed esercitando un effetto distante sulle cellule bersaglio.

Un ormone è una molecola di segnalazione secreta dalle cellule endocrine che, attraverso l'interazione con specifici recettori delle cellule bersaglio, regola le loro funzioni. Poiché gli ormoni sono portatori di informazioni, essi, come altre molecole di segnalazione, hanno un'elevata attività biologica e causano la risposta delle cellule bersaglio a concentrazioni molto basse (10 -6 - 10 -12 M / L).

Cellule bersaglio (tessuti bersaglio, organi bersaglio) - cellule, tessuti o organi in cui sono presenti recettori specifici per un dato ormone. Alcuni ormoni hanno un singolo tessuto bersaglio, mentre altri sono onnipresenti nel corpo..

Tavolo. Classificazione delle sostanze fisiologicamente attive

Un tipo

Caratteristica

Ormoni (ormoni classici)

Sono prodotte da cellule endocrine specializzate, secrete nell'ambiente interno del corpo e hanno un effetto distante sulle cellule bersaglio.

Non sono sintetizzati per la regolazione, ma hanno un pronunciato effetto fisiologico

Ormoni (ormoni tissutali)

Fornisce principalmente effetti locali

Si distinguono per una terminazione nervosa e sono mediatori nella trasmissione sinaptica

Proprietà ormonali

Gli ormoni hanno un numero di proprietà comuni. Di solito sono formati da cellule endocrine specializzate. Gli ormoni hanno una selettività d'azione, che si ottiene legandosi a specifici recettori situati sulla superficie delle cellule (recettori di membrana) o al loro interno (recettori intracellulari) e innescando una cascata di processi di trasmissione del segnale ormonale intracellulare.

La sequenza degli eventi di trasmissione del segnale ormonale può essere rappresentata sotto forma di uno schema semplificato "ormone (segnale, ligando) -> recettore -> secondo mediatore (secondario) -> strutture cellulari effettrici -> risposta cellulare fisiologica". La maggior parte degli ormoni manca di specificità di specie (ad eccezione dell'ormone della crescita), il che ci consente di studiarne gli effetti sugli animali e di utilizzare ormoni derivati ​​dagli animali per curare i malati.

Esistono tre tipi di interazione intercellulare che utilizza gli ormoni:

  • endocrino (distante), quando vengono consegnati alle cellule bersaglio dal sito di produzione del sangue;
  • gli ormoni paracrini si diffondono alla cellula bersaglio da una cellula endocrina vicina;
  • gli ormoni autocrini agiscono su una cellula produttrice, che è anche una cellula bersaglio per essa.

Secondo la struttura chimica, gli ormoni sono divisi in tre gruppi:

  • peptidi (il numero di aminoacidi è fino a 100, ad esempio ormone di rilascio della tireotropina, ACTH) e proteine ​​(insulina, ormone della crescita, prolattina, ecc.);
  • derivati ​​amminoacidici: tirosina (tiroxina, adrenalina), triptofano - melatonina;
  • steroidi, derivati ​​del colesterolo (ormoni sessuali maschili e femminili, aldosterone, cortisolo, calcitriolo) e acido retinoico.

Secondo la funzione svolta, gli ormoni sono divisi in tre gruppi:

  • ormoni effettori che agiscono direttamente sulle cellule bersaglio;
  • ormoni del trono ipofisario che controllano la funzione delle ghiandole endocrine periferiche;
  • ormoni ipotalamici che regolano la secrezione di ormoni da parte dell'ipofisi.

Tavolo. Tipi di azione ormonale

L'azione dell'ormone a notevole distanza dal luogo di formazione

L'ormone sintetizzato in una cellula ha un effetto su una cellula situata a stretto contatto con la prima. Il suo rilascio viene effettuato nel liquido interstiziale e nel sangue

L'azione quando l'ormone, rilasciato dalle terminazioni nervose, svolge la funzione di neurotrasmettitore o neuromodulatore

Un tipo di azione isocrina, ma allo stesso tempo l'ormone formato in una cellula entra nel fluido intercellulare e colpisce un numero di cellule situate nelle immediate vicinanze

Un tipo di azione paracrina, quando l'ormone non entra nel fluido intercellulare e il segnale viene trasmesso attraverso la membrana plasmatica di una cellula vicina

L'ormone rilasciato dalla cellula colpisce la stessa cellula, cambiando la sua attività funzionale.

L'ormone rilasciato dalla cellula entra nel lume del dotto e quindi raggiunge un'altra cellula, esercitando un effetto specifico su di essa (caratteristica degli ormoni gastrointestinali)

Gli ormoni circolano nel sangue in uno stato libero (forma attiva) e legato (forma inattiva) con proteine ​​plasmatiche o elementi formati. Gli ormoni allo stato libero possiedono attività biologica. Il loro contenuto nel sangue dipende dal tasso di secrezione, dal grado di legame, assorbimento e tasso metabolico nei tessuti (legame con recettori specifici, distruzione o inattivazione nelle cellule bersaglio o negli epatociti), rimozione con urina o bile.

Tavolo. Sostanze fisiologicamente attive scoperte di recente

Numerosi ormoni possono subire trasformazioni chimiche in forme più attive nelle cellule bersaglio. Quindi, l'ormone tiroxina, essendo sottoposto a deiodinazione, si trasforma in una forma più attiva: la triiodotironina. Il testosterone dell'ormone sessuale maschile nelle cellule bersaglio non solo può trasformarsi in una forma più attiva - il deidrotestosterone, ma anche in ormoni sessuali femminili del gruppo estrogeno.

L'azione dell'ormone sulla cellula bersaglio è dovuta al legame, alla stimolazione di un recettore specifico, dopo di che il segnale ormonale viene trasmesso alla cascata intracellulare di trasformazioni. La trasmissione del segnale è accompagnata dalla sua amplificazione multipla e l'azione di un piccolo numero di molecole ormonali sulla cellula può essere accompagnata da una potente risposta delle cellule bersaglio. L'attivazione del recettore ormonale è anche accompagnata dall'inclusione di meccanismi intracellulari che interrompono la risposta della cellula all'azione dell'ormone. Questi possono essere meccanismi che abbassano la sensibilità (desensibilizzazione / adattamento) del recettore all'ormone; meccanismi che defosforilano i sistemi di enzimi intracellulari, ecc..

I recettori per gli ormoni, così come per altre molecole di segnalazione, sono localizzati sulla membrana cellulare o all'interno della cellula. Gli ormoni di natura idrofila (liofobica), per i quali la membrana cellulare non è permeabile, interagiscono con i recettori della membrana cellulare (1-TMS, 7-TMS e canali ionici dipendenti dal ligando). Sono catecolamine, melatonina, serotonina, ormoni proteina-peptidi.

Gli ormoni di natura idrofobica (lipofila) si diffondono attraverso la membrana plasmatica e si legano ai recettori intracellulari. Questi recettori sono divisi in citosolici (recettori degli ormoni steroidei - gluco- e mineralcorticoidi, androgeni e progestinici) e nucleari (recettori degli ormoni tiroidei contenenti iodio, calcitriolo, estrogeno, acido retinoico). I recettori citosolici e i recettori degli estrogeni sono associati alle proteine ​​da shock termico (HSP), che ne impediscono la penetrazione nel nucleo. L'interazione dell'ormone con il recettore porta alla separazione dell'HSP, alla formazione di un complesso recettore ormonale e all'attivazione del recettore. Il complesso recettore ormonale si sposta nel nucleo, dove interagisce con siti di DNA sensibili all'ormone (riconoscendo) strettamente definiti. Ciò è accompagnato da un cambiamento nell'attività (espressione) di alcuni geni che controllano la sintesi proteica nelle cellule e in altri processi.

Secondo l'uso di vari modi intracellulari di trasmissione di un segnale ormonale, gli ormoni più comuni possono essere suddivisi in un numero di gruppi (Tabella 4).

Tabella 4. Meccanismi intracellulari e modalità di azione degli ormoni

Gli ormoni controllano le varie reazioni delle cellule bersaglio e attraverso esse i processi fisiologici del corpo. Gli effetti fisiologici degli ormoni dipendono dal loro contenuto di sangue, dal numero e dalla sensibilità dei recettori e dallo stato delle strutture dei postrecettori nelle cellule bersaglio. Sotto l'influenza di ormoni, può verificarsi l'attivazione o l'inibizione del metabolismo energetico e plastico delle cellule, la sintesi di varie sostanze, comprese le proteine ​​(effetti metabolici degli ormoni); un cambiamento nel tasso di divisione cellulare, la sua differenziazione (effetto morfogenetico), l'inizio della morte cellulare programmata (apoptosi); inizio e regolazione della contrazione e del rilassamento dei miociti lisci, secrezione, assorbimento (effetto cinetico); un cambiamento nello stato dei canali ionici, accelerazione o inibizione della generazione di potenziali elettrici nei pacemaker (effetto correttivo), attenuazione o inibizione dell'influenza di altri ormoni (effetto reattivo), ecc..

Tavolo. Distribuzione dell'ormone nel sangue

Il tasso di insorgenza nel corpo e la durata delle risposte all'azione degli ormoni dipende dal tipo di recettori stimolati e dal tasso metabolico degli ormoni stessi. Cambiamenti nei processi fisiologici possono essere osservati dopo diverse decine di secondi e durano per un breve periodo durante la stimolazione dei recettori della membrana plasmatica (ad esempio, vasocostrizione e aumento della pressione sanguigna sotto l'azione dell'adrenalina) o possono essere osservati dopo diverse decine di minuti e durano per ore quando si stimolano i recettori nucleari (ad esempio, aumento del metabolismo cellule e aumento del consumo di ossigeno da parte dell'organismo durante la stimolazione dei recettori tiroidei con triiodotironina).

Tavolo. Sostanze fisiologicamente attive

Un tipo

Tempo di azione

Proteine ​​e glicoproteine ​​semplici

Poiché la stessa cellula può contenere recettori per diversi ormoni, è in grado di essere contemporaneamente una cellula bersaglio per diversi ormoni e altre molecole di segnalazione. L'azione di un ormone su una cellula è spesso combinata con l'influenza di altri ormoni, mediatori, citochine. Inoltre, nelle cellule bersaglio, possono essere attivate numerose vie di segnalazione, a seguito dell'interazione di cui è possibile osservare l'amplificazione o l'inibizione della risposta cellulare. Ad esempio, la noradrenalina e la vasopressina possono agire contemporaneamente su un miocita liscio nelle pareti dei vasi sanguigni, riassumendo il loro effetto vasocostrittore. L'effetto vasocostrittore della vasopressina può essere eliminato o indebolito dall'azione simultanea della bradichinina della parete vascolare o dell'ossido nitrico sui miociti lisci.

Regolazione della formazione e secrezione di ormoni

La regolazione della formazione e della secrezione di ormoni è una delle funzioni più importanti del sistema endocrino e nervoso del corpo. Tra i meccanismi di regolazione della formazione e della secrezione di ormoni, si distinguono l'effetto del sistema nervoso centrale, gli ormoni "tripli", l'influenza della concentrazione di ormoni nel sangue attraverso i canali di feedback negativo, l'effetto degli effetti finali degli ormoni sulla loro secrezione, l'influenza dei ritmi circadiani e di altri ritmi.

La regolazione nervosa viene effettuata in varie ghiandole e cellule endocrine. Questa è la regolazione della formazione e della secrezione di ormoni da parte delle cellule neurosecretorie dell'ipotalamo anteriore in risposta all'arrivo di impulsi nervosi da varie aree del sistema nervoso centrale. Queste cellule hanno una capacità unica di essere eccitate e di trasformare l'eccitazione in formazione e secrezione di ormoni che stimolano (rilascio di ormoni, liberine) o inibiscono (statine) la secrezione di ormoni da parte dell'ipofisi. Ad esempio, con un aumento dell'afflusso di impulsi nervosi nell'ipotalamo in condizioni di eccitazione psico-emotiva, fame, dolore, calore o freddo, infezione e altre condizioni di emergenza, le cellule neurosecretorie dell'ipotalamo rilasciano l'ormone rilasciando l'ormone ipofisario della corticotropina portale, che migliora la secrezione di adrenocorticoticina (ACTH) dalla ghiandola pituitaria.

L'ANS ha un effetto diretto sulla formazione e sulla secrezione di ormoni. Con un aumento del tono del SNS, aumenta la secrezione di tripli ormoni da parte della ghiandola pituitaria, la secrezione di catecolamine da parte del midollo surrenale, gli ormoni tiroidei dalla ghiandola tiroidea e la secrezione di insulina diminuisce. Con un aumento del tono del PSNS, la secrezione di insulina, la gastrina aumenta e la secrezione di ormoni tiroidei viene inibita.

La regolazione da parte degli ormoni del trono ipofisario viene utilizzata per controllare la formazione e la secrezione di ormoni da parte delle ghiandole endocrine periferiche (tiroide, corteccia surrenale, ghiandole sessuali). La secrezione di ormoni tropicali è controllata dall'ipotalamo. Gli ormoni tropicali hanno preso il nome dalla loro capacità di legarsi (per avere un'affinità) con i recettori delle cellule bersaglio che formano ghiandole endocrine periferiche individuali. L'ormone tropicale per i tiroiditi tiroidei è chiamato tireotropina o ormone tireotropico (TSH), per le cellule endocrine della corteccia surrenale - ormone adrenocorticotropico (ACGT). Gli ormoni tropicali per le cellule endocrine delle gonadi sono chiamati: lutropina o ormone luteinizzante (LH) - alle cellule di Leydig, corpo luteo; follitropina o ormone follicolo-stimolante (FSH) - alle cellule follicolari e alle cellule di Sertoli.

Gli ormoni tropicali con un aumento del loro livello nel sangue stimolano ripetutamente la secrezione di ormoni da parte delle ghiandole endocrine periferiche. Possono anche avere altri effetti su di loro. Quindi, ad esempio, il TSH migliora il flusso sanguigno nella ghiandola tiroidea, attiva i processi metabolici nei tirociti, la loro cattura di iodio dal sangue, accelera la sintesi e la secrezione degli ormoni tiroidei. Con una quantità eccessiva di TSH, si osserva l'ipertrofia della ghiandola tiroidea..

La regolazione del feedback viene utilizzata per controllare la secrezione degli ormoni dell'ipotalamo e della ghiandola pituitaria. La sua essenza sta nel fatto che le cellule neurosecretorie dell'ipotalamo hanno recettori e sono cellule bersaglio degli ormoni della ghiandola endocrina periferica e del triplo ormone ipofisario, che controlla la secrezione di ormoni da parte di questa ghiandola periferica. Pertanto, se la secrezione di TSH aumenta sotto l'influenza dell'ormone ipotalamico che rilascia la tirotropina (TSH), quest'ultimo si legherà non solo ai recettori dei tirociti, ma anche ai recettori delle cellule neurosecretorie dell'ipotalamo. Nella ghiandola tiroidea, il TSH stimola la formazione di ormoni tiroidei e nell'ipotalamo inibisce l'ulteriore secrezione di TSH. La relazione tra il livello di TSH nel sangue e i processi di formazione e secrezione di TSH nell'ipotalamo è chiamata un breve ciclo di feedback.

La secrezione dell'ormone tiroideo nell'ipotalamo è anche influenzata dal livello degli ormoni tiroidei. Se la loro concentrazione nel sangue aumenta, si legano ai recettori degli ormoni tiroidei delle cellule neurosecretorie dell'ipotalamo e inibiscono la sintesi e la secrezione di TRH. La relazione tra il livello degli ormoni tiroidei nel sangue e i processi di formazione e secrezione di TRH nell'ipotalamo è chiamata un lungo ciclo di feedback. Esistono prove sperimentali che gli ormoni dell'ipotalamo non solo regolano la sintesi e la secrezione degli ormoni ipofisari, ma inibiscono anche la loro stessa secrezione, che è determinata dal concetto di un circuito di feedback ultracorto.

L'insieme delle cellule ghiandolari dell'ipofisi, dell'ipotalamo e delle ghiandole endocrine periferiche e i meccanismi della reciproca influenza reciproca erano chiamati sistemi o assi dell'ipofisi - ipotalamo - ghiandola endocrina. Allocare il sistema (asse) della ghiandola pituitaria - ipotalamo - tiroide; ghiandola pituitaria - ipotalamo - corteccia surrenale; ghiandola pituitaria - ipotalamo - gonadi.

L'influenza degli effetti finali degli ormoni sulla loro secrezione avviene nell'apparato isolotto del pancreas, delle cellule C della tiroide, delle ghiandole paratiroidee, dell'ipotalamo, ecc. Ciò è dimostrato dai seguenti esempi. Con un aumento del livello di glucosio nel sangue, viene stimolata la secrezione di insulina e, con una diminuzione, viene stimolato il glucagone. Questi ormoni con il meccanismo paracrino inibiscono la secrezione reciproca. Con un aumento del livello di ioni Ca 2+ nel sangue, viene stimolata la secrezione di calcitonina e, con una diminuzione, la paratirina. L'effetto diretto della concentrazione di sostanze sulla secrezione di ormoni che ne controllano il livello è un modo rapido ed efficace per mantenere la concentrazione di queste sostanze nel sangue.

Tra i meccanismi considerati di regolazione della secrezione dell'ormone dai loro effetti finali, si può notare la regolazione della secrezione dell'ormone antidiuretico (ADH) da parte delle cellule dell'ipotalamo posteriore. La secrezione di questo ormone è stimolata da un aumento della pressione osmotica del sangue, ad esempio con perdita di liquido. La diminuzione della produzione di urina e la ritenzione di liquidi nel corpo sotto l'influenza dell'ADH portano a una diminuzione della pressione osmotica e all'inibizione della secrezione di ADH. Un meccanismo simile viene utilizzato per regolare la secrezione del peptide natriuretico da parte delle cellule atriali..

L'influenza dei ritmi circadiani e di altri sulla secrezione di ormoni ha luogo nell'ipotalamo, nelle ghiandole surrenali, nei genitali, nelle ghiandole pineali. Un esempio dell'influenza del ritmo circadiano è la dipendenza quotidiana della secrezione di ACTH e ormoni corticosteroidi. Il loro livello più basso nel sangue si osserva a mezzanotte e il più alto - al mattino dopo il risveglio. I livelli più alti di melatonina sono registrati di notte. L'influenza del ciclo lunare sulla secrezione di ormoni sessuali nelle donne è ben nota.

Determinazione dell'ormone

Secrezione di ormoni: l'assunzione di ormoni nell'ambiente interno del corpo. Gli ormoni polipeptidici si accumulano nei granuli e sono secreti dall'esocitosi. Gli ormoni steroidei non si accumulano nella cellula e vengono secreti immediatamente dopo la sintesi per diffusione attraverso la membrana cellulare. La secrezione di ormoni nella maggior parte dei casi è ciclica, di natura pulsante. La frequenza di secrezione va da 5-10 minuti a 24 ore o più (il ritmo comune è di circa 1 ora).

Una forma correlata dell'ormone è la formazione di reversibili, collegati da legami non covalenti, complessi di ormoni con proteine ​​plasmatiche ed elementi formati. Il grado di legame di vari ormoni varia notevolmente ed è determinato dalla loro solubilità nel plasma sanguigno e dalla presenza di proteine ​​di trasporto. Ad esempio, il 90% di cortisolo, il 98% di testosterone ed estradiolo, il 96% di triiodotironina e il 99% di tiroxina si legano al trasporto di proteine. La forma legata dell'ormone non può interagire con i recettori e forma una riserva che può essere rapidamente mobilitata per ricostituire il pool di ormoni liberi.

La forma libera dell'ormone è una sostanza fisiologicamente attiva nel plasma sanguigno in uno stato proteico non legato che può interagire con i recettori. La forma associata dell'ormone è in equilibrio dinamico con il pool di ormone libero, che a sua volta è in equilibrio con l'ormone associato ai recettori nelle cellule bersaglio. La maggior parte degli ormoni polipeptidici, ad eccezione della somatotropina e dell'ossitocina, circolano a basse concentrazioni nel sangue in uno stato libero, senza legarsi alle proteine.

Trasformazioni metaboliche dell'ormone - la sua modifica chimica nei tessuti bersaglio o altre formazioni, causando una diminuzione / aumento dell'attività ormonale. Il posto più importante per lo scambio di ormoni (la loro attivazione o inattivazione) è il fegato.

Il tasso di metabolismo ormonale è l'intensità della sua trasformazione chimica, che determina la durata della circolazione nel sangue. L'emivita di catecolamine e ormoni polipeptidici è di diversi minuti e ormoni tiroidei e steroidi - da 30 minuti a diversi giorni.

Recettore ormonale: una struttura cellulare altamente specializzata che fa parte delle membrane plasmatiche, del citoplasma o dell'apparato nucleare della cellula e forma un composto complesso specifico con l'ormone.

L'organospecificità dell'azione dell'ormone è la risposta di organi e tessuti a sostanze fisiologicamente attive; sono rigorosamente specifici e non possono essere causati da altri composti.

Feedback: l'effetto del livello dell'ormone circolante sulla sua sintesi nelle cellule endocrine. La lunga catena di feedback è l'interazione della ghiandola endocrina periferica con l'ipofisi, i centri ipotalamici e le regioni sopra-ipotalamiche del sistema nervoso centrale. Una breve catena di feedback - un cambiamento nella secrezione dell'ormone del trono ipofisario, modifica la secrezione e il rilascio di statine e liberine dell'ipotalamo. Catena di feedback ultracorti - interazione all'interno della ghiandola endocrina, in cui il rilascio dell'ormone influisce sulla secrezione e sul rilascio dell'ormone stesso e di altri ormoni dalla ghiandola.

Feedback negativo - un aumento del livello dell'ormone, che porta all'inibizione della sua secrezione.

Feedback positivo - un aumento del livello dell'ormone, causando la stimolazione e il verificarsi di un picco nella sua secrezione.

Gli ormoni anabolizzanti sono sostanze fisiologicamente attive che contribuiscono alla formazione e al rinnovamento delle parti strutturali del corpo e all'accumulo di energia in esso. Tali sostanze comprendono gli ormoni della gonadotropina ipofisaria (follitropina, lutropina), ormoni steroidei sessuali (androgeni ed estrogeni), ormone della crescita (somatotropina), gonadotropina corionica placentare, insulina.

L'insulina è una sostanza proteica prodotta nelle cellule β degli isolotti di Langerhans, costituita da due catene polipeptidiche (catena A - 21 aminoacidi, catena B - 30), che riduce la glicemia. La prima proteina in cui la struttura primaria fu completamente determinata da F. Senger nel 1945-1954.

Gli ormoni catabolici sono sostanze fisiologicamente attive che contribuiscono alla scomposizione di varie sostanze e strutture corporee e al rilascio di energia da esso. Tali sostanze includono corticotropina, glucocorticoidi (cortisolo), glucagone, alte concentrazioni di tiroxina e adrenalina.

La tiroxina (tetraiodotironina) è un derivato dello iodio dell'amminoacido tirosina prodotto nei follicoli della tiroide, aumentando il metabolismo basale, la produzione di calore e influenzando la crescita e la differenziazione dei tessuti.

Il glucagone è un polipeptide prodotto nelle a-cellule degli isolotti di Langerhans, costituito da 29 residui di aminoacidi, che stimola la scomposizione del glicogeno e aumenta la glicemia.

Gli ormoni corticosteroidi sono composti che si formano nella corteccia surrenale. A seconda del numero di atomi di carbonio nella molecola, dividere per Cdiciotto-steroidi - ormoni sessuali femminili - estrogeni, Cdiciannove -steroidi - ormoni sessuali maschili - androgeni, C21 -steroidi - in realtà ormoni corticosteroidi con un effetto fisiologico specifico.

Le catecolamine sono derivati ​​della pirocatechina che sono attivamente coinvolti nei processi fisiologici negli animali e nell'uomo. Le catecolamine includono adrenalina, noradrenalina e dopamina..

Sistema simpatico-surrenale: cellule di cromaffina del midollo surrenale e fibre preganglioniche del sistema nervoso simpatico che le innervano, in cui vengono sintetizzate le catecolamine. Le cellule di cromaffina si trovano anche nell'aorta, nel seno carotideo, all'interno e attorno ai gangli simpatici.

Ammine biogeniche - un gruppo di composti organici contenenti azoto formati nel corpo dalla decarbossilazione di aminoacidi, ad es. scissione del gruppo carbossilico da loro - COOH. Molte delle ammine biogeniche (istamina, serotonina, noradrenalina, adrenalina, dopamina, tiramina, ecc.) Hanno un pronunciato effetto fisiologico..

Eicosanoidi - sostanze fisiologicamente attive, derivati ​​principalmente dell'acido arachidonico, che hanno vari effetti fisiologici e sono divisi in gruppi: prostaglandine, prostacicline, trombossani, levuglandine, leucotrieni, ecc..

I peptidi regolatori sono composti ad alto peso molecolare che sono una catena di residui di aminoacidi collegati da un legame peptidico. I peptidi regolatori con fino a 10 residui di aminoacidi sono chiamati oligopeptidi, da 10 a 50 - polipeptidi, oltre 50 - proteine.

Antigormone - una sostanza protettiva prodotta dall'organismo con somministrazione prolungata di farmaci ormonali proteici. La formazione di antormoni è una reazione immunologica all'introduzione di una proteina estranea dall'esterno. In relazione ai propri ormoni, il corpo non forma anti-ormoni. Tuttavia, possono essere sintetizzate sostanze vicine nella struttura agli ormoni che, quando introdotte nel corpo, agiscono come antimetaboliti ormonali.

Gli antimetaboliti ormonali sono composti fisiologicamente attivi che hanno una struttura vicina agli ormoni ed entrano in rapporti competitivi e antagonisti con essi. Gli antimetaboliti degli ormoni sono in grado di prendere il loro posto nei processi fisiologici che si verificano nel corpo o di bloccare i recettori ormonali.

Ormone tissutale (autocoide, ormone locale) - una sostanza fisiologicamente attiva prodotta da cellule non specializzate e con un effetto prevalentemente locale.

Il neuroormone è una sostanza fisiologicamente attiva prodotta dalle cellule nervose..

L'ormone effettore è una sostanza fisiologicamente attiva che ha un effetto diretto sulle cellule e sugli organi bersaglio..

L'ormone del trono è una sostanza fisiologicamente attiva che agisce su altre ghiandole endocrine e regola le loro funzioni..

Ormoni umani e loro funzioni: un elenco di ormoni nelle tabelle e il loro effetto sul corpo umano

Il corpo umano è molto complesso. Oltre agli organi principali, nel corpo sono presenti altri elementi altrettanto importanti dell'intero sistema. Questi elementi importanti includono gli ormoni. Poiché molto spesso questa o quella malattia è associata precisamente a un livello aumentato o viceversa di ormoni nel corpo.

Capiremo quali sono gli ormoni, come funzionano, qual è la loro composizione chimica, quali sono i principali tipi di ormoni, quali effetti hanno sul corpo, quali conseguenze possono derivare se funzionano in modo errato e come sbarazzarsi delle patologie che si presentano a causa di squilibri ormonali.

Cosa sono gli ormoni

Gli ormoni umani sono sostanze biologicamente attive. Cos'è? Sono sostanze chimiche contenute nel corpo umano, che svolgono un'attività molto elevata con un contenuto ridotto. Dove vengono prodotti? Si formano e funzionano all'interno delle cellule delle ghiandole endocrine. Questi includono:

  • pituitaria;
  • ipotalamo;
  • ghiandola pineale;
  • tiroide;
  • corpo epiteliale;
  • ghiandola del timo: timo;
  • pancreas;
  • ghiandole surrenali;
  • gonadi.

Alcuni organi possono anche partecipare alla produzione dell'ormone, come i reni, il fegato, la placenta nelle donne in gravidanza, il tratto gastrointestinale e altri. L'ipotalamo - il processo del piccolo cervello del cervello - coordina il funzionamento degli ormoni (foto sotto).

Gli ormoni vengono trasportati attraverso il sangue e regolano determinati processi del metabolismo e il lavoro di determinati organi e sistemi. Tutti gli ormoni sono sostanze speciali create dalle cellule del corpo per influenzare altre cellule del corpo..

La definizione di "ormone" fu usata per la prima volta da W. Bayliss ed E. Starling nelle loro opere nel 1902 in Inghilterra.

Cause e segni di carenza ormonale

A volte, a causa di varie cause negative, il funzionamento stabile e continuo degli ormoni può interrompere. Questi motivi sfavorevoli includono:

  • trasformazioni all'interno di una persona dovute all'età;
  • malattie e infezioni;
  • disturbo emotivo;
  • cambiamento climatico;
  • situazione ambientale avversa.

Il corpo maschile è più stabile in termini ormonali, a differenza della femmina. Il loro background ormonale può cambiare periodicamente sia sotto l'influenza delle cause comuni sopra elencate, sia sotto l'influenza di processi inerenti solo al sesso femminile: mestruazioni, menopausa, gravidanza, parto, allattamento e altri fattori.

I seguenti segni indicano che si è verificato uno squilibrio ormonale nel corpo:

  • debolezza;
  • spasmi
  • mal di testa e acufene;
  • sudorazione.

Pertanto, gli ormoni nel corpo umano sono un componente importante e una parte integrante del suo funzionamento. Le conseguenze dello squilibrio ormonale sono deludenti e il trattamento è lungo e costoso..

Il ruolo degli ormoni nella vita umana

Tutti gli ormoni sono senza dubbio molto importanti per il normale funzionamento del corpo umano. Colpiscono molti processi che si verificano all'interno dell'individuo umano. Queste sostanze sono dentro le persone dalla nascita alla morte..

A causa della loro presenza, tutte le persone sulla terra hanno i loro indicatori di crescita e peso, che sono diversi dagli altri. Queste sostanze influenzano la componente emotiva dell'individuo umano. Inoltre, per un lungo periodo, controllano l'ordine naturale di moltiplicazione e riduzione delle cellule nell'uomo. Coordinano la formazione dell'immunità, stimolandola o sopprimendola. Esercitare una pressione sull'ordine dei processi metabolici..

Con il loro aiuto, il corpo umano è più facile da affrontare con l'attività fisica e ogni momento stressante. Quindi, ad esempio, grazie all'adrenalina, una persona in una situazione difficile e pericolosa sente un'impennata di forza.

Inoltre, gli ormoni influenzano in larga misura il corpo di una donna incinta. Pertanto, con l'aiuto degli ormoni, il corpo si prepara al parto e alla cura del neonato, in particolare all'instaurazione della lattazione.

Il momento stesso del concepimento e in generale l'intera funzione della riproduzione dipende anche dall'azione degli ormoni. Con un contenuto adeguato di queste sostanze nel sangue, appare il desiderio sessuale e con un livello basso e mancante al minimo necessario, la libido diminuisce.

Classificazione e tipi di ormoni nella tabella

La tabella mostra la classificazione di persona degli ormoni.

Crescita e regolamentazionePromuovere la formazione e lo sviluppo dei tessuti
GenitaleFornire differenze tra uomini e donne
StressanteProcessi di scambio di effetti
I corticosteroidiMantenere l'equilibrio minerale del corpo
ScambioRegola i processi metabolici

La tabella seguente contiene i principali tipi di ormoni.

Elenco degli ormoniDove vengono prodottiFunzione ormonale
Estron, Folliculin (estrogeni)Gonadi e ghiandole surrenaliFornisce il normale sviluppo del corpo femminile, sfondo ormonale
Estriolo (estrogeni)Gonadi e ghiandole surrenaliViene prodotto in grandi quantità durante la gravidanza ed è un indicatore dello sviluppo fetale.
Estradiolo (estrogeni)Gonadi e ghiandole surrenaliFemmina: fornisce la funzione riproduttiva. Negli uomini: miglioramento
EndorphinGhiandola pituitaria, sistema nervoso centrale, reni, apparato digerentePreparare il corpo alla percezione di una situazione stressante, alla formazione di uno sfondo emotivo positivo stabile
tiroxinaTiroideFornisce un corretto metabolismo, influisce sul funzionamento del sistema nervoso, migliora la funzione cardiaca
Tireotropina (tireotropina, ormone stimolante la tiroide)pituitarioColpisce il funzionamento della ghiandola tiroidea
Calcitonina TyrocalcitoninTiroideFornisce al corpo calcio, fornisce la crescita ossea e la loro rigenerazione in caso di varie lesioni
TestosteronePiante da seme di uominiIl principale ormone sessuale di un uomo. Responsabile della funzione di riproduzione maschile. Fornisce agli uomini la possibilità di lasciare la prole
serotoninaEpifisi, mucosa intestinaleOrmone della felicità e della calma. Crea un ambiente favorevole, promuove il buon sonno e il benessere. Migliora la funzione riproduttiva. Aiuta a migliorare la percezione psico-emotiva. Aiuta anche ad alleviare il dolore e l'affaticamento..
SecretinIntestino tenue, duodeno, intestinoRegola il bilancio idrico nel corpo. Anche la funzione del pancreas dipende da questo.
relaxinOvaia, corpo luteo, placenta, tessuto uterinoLa preparazione del corpo di una donna al parto, la formazione del canale del parto, espande le ossa pelviche, apre la cervice, riduce il tono uterino
La prolattinapituitarioAgisce come regolatore del comportamento sessuale, nelle donne durante l'allattamento previene l'ovulazione, la produzione di latte materno
progesteroneIl corpo giallo del corpo di una donnaOrmone della gravidanza
Ormone paratiroideo (ormone paratiroideo, paratirina, PTH)paratiroideoRiduce l'escrezione di calcio e fosforo dal corpo con l'urina in caso di loro carenza, con un eccesso di calcio e fosforo si deposita
Pancreosimina (CCK, colecistochinina)Duodeno e digiunoLa stimolazione del pancreas, influenza la digestione, provoca una sensazione
OssitocinaIpotalamoAttività generiche di una donna, allattamento, manifestazione di un senso di affetto e fiducia
norepinefrinaGhiandole surrenaliL'ormone della rabbia fornisce la risposta del corpo in caso di pericolo, aumenta l'aggressività, migliora la sensazione di orrore e odio
MelatoninaEpifisiRegola i bioritmi quotidiani, l'ormone del sonno
Ormone melanocitostimolante (intermediaina, melanotropinapituitarioPigmentazione della pelle
Ormone luteinizzante (LH)pituitarioNelle donne, colpisce gli estrogeni, fornisce il processo di maturazione follicolare e l'inizio dell'ovulazione.
LipocainePancreasPreviene l'obesità epatica, promuove la biosintesi dei fosfolipidi
La leptinaMembrana mucosa dello stomaco, muscoli scheletrici, placenta, ghiandole mammarieL'ormone della sazietà, mantenendo un equilibrio tra apporto calorico e consumo, sopprime l'appetito, trasmette informazioni all'ipotalamo sul peso corporeo e sul metabolismo dei grassi
Corticotropina (ormone adrenocorticotropo, ACTH)Regione ipotalamo-ipofisaria del cervelloRegolazione della corteccia surrenale
corticosteroneGhiandole surrenaliRegolazione dei processi metabolici
CortisoneGhiandole surrenaliSintesi di carboidrati da proteine, inibisce gli organi linfoidi (azione come il cortisolo)
Cortisolo (idrocortisone)Ghiandole surrenaliMantenere l'equilibrio energetico, attiva la scomposizione del glucosio, lo immagazzina sotto forma di glicogeno nel fegato, come sostanza di riserva in caso di situazioni stressanti
InsulinaPancreasIl mantenimento di un valore di zucchero nel sangue ridotto influisce su altri processi metabolici.
Dopamina (dopamina)Cervello, ghiandola surrenale, pancreasResponsabile dell'ottenimento del piacere, della regolazione delle attività attive, del miglioramento degli indicatori di memoria, pensiero, logica e spirito rapido.

Coordina anche la routine quotidiana: tempo di sonno e tempo di veglia.

Ormone della crescita (ormone della crescita)pituitarioFornisce una crescita lineare nei bambini, regola i processi metabolici
Ormone di rilascio di gonadotropina (ormone di rilascio di gonadotropina)Ipotalamo anteriorePartecipa alla sintesi di altri ormoni sessuali, alla crescita dei follicoli, regola l'ovulazione, supporta la formazione del corpo luteo nelle donne, i processi di spermatogenesi negli uomini
Gonadotropina corionicaPlacentaPreviene il riassorbimento del corpo luteo, normalizza lo sfondo ormonale della gravidanza
Il glucagonePancreas, mucosa dello stomaco e dell'intestinoMantenere l'equilibrio dello zucchero nel sangue, garantisce il flusso di glucosio nel sangue dal glicogeno
Vitamina DPelleCoordina il processo di riproduzione cellulare. Colpisce la loro sintesi..

Brucia grassi, antiossidante

La vasopressina

(ormone antidiuretico)

IpotalamoRegolazione della quantità di acqua nel corpo
VagotoninPancreasTono aumentato e maggiore attività dei nervi vaghi
Ormone anti-muller (AMG)gonadiFornisce la creazione di un sistema di riproduzione, spermatogenesi e ovulazione.
androstenedioneOvaie, ghiandole surrenali, testicoliQuesto ormone precede la comparsa di ormoni ad azione potenziata degli androgeni, che vengono successivamente convertiti in estrogeni e testosterone.
L'aldosteroneGhiandole surrenaliL'azione è di regolare il metabolismo dei minerali: aumenta il contenuto di sodio e riduce la composizione del potassio. Aumenta anche la pressione sanguigna..
adrenocorticotropinpituitarioL'azione è di controllare la produzione di ormoni surrenali
AdrenalinaGhiandole surrenaliSi manifesta in situazioni emotivamente difficili. Agisce come una forza aggiuntiva nel corpo. Fornisce a una persona energia aggiuntiva per svolgere determinati compiti critici. Questo ormone è accompagnato da una sensazione di paura e rabbia..

Le principali proprietà degli ormoni

Qualunque sia la classificazione degli ormoni e le loro funzioni, hanno tutti segni comuni. Le principali proprietà degli ormoni:

  • attività biologica nonostante una bassa concentrazione;
  • lontananza dell'azione. Se l'ormone si forma in una cellula, ciò non significa che regola queste cellule;
  • azione limitata. Ogni ormone svolge il suo ruolo strettamente assegnato a lui.

Il meccanismo d'azione degli ormoni

I tipi di ormoni esercitano la loro influenza sul meccanismo della loro azione. Ma in generale, questa azione consiste nel fatto che gli ormoni, trasportati attraverso il sangue, raggiungono le cellule bersaglio, penetrano in esse e trasmettono un segnale portante dal corpo. Nella cella in questo momento, si verificano cambiamenti associati al segnale ricevuto. Ogni ormone specifico ha le sue cellule specifiche situate negli organi e nei tessuti a cui aspirano..

Alcuni tipi di ormoni si attaccano ai recettori contenuti nella cellula, nella maggior parte dei casi, nel citoplasma. Tali specie includono quelle che hanno proprietà lipofile degli ormoni e degli ormoni formati dalla ghiandola tiroidea. Grazie alla loro solubilità grassa, penetrano facilmente e rapidamente nella cellula fino al citoplasma e interagiscono con i recettori. Ma sono difficili da dissolvere in acqua e quindi devono attaccarsi alle proteine ​​portatrici per muoversi attraverso il sangue.

Altri ormoni possono dissolversi nell'acqua, quindi non è necessario che si leghino alle proteine ​​portatrici.

Queste sostanze influenzano cellule e corpi al momento della connessione con i neuroni situati all'interno del nucleo cellulare, nonché nel citoplasma e sul piano della membrana.

Per il loro lavoro, è necessario un collegamento intermedio che fornisca una risposta dalla cella. Sono rappresentati da:

  • adenosina monofosfato ciclico;
  • trifosfato di inositolo;
  • ioni di calcio.

Ecco perché la mancanza di calcio nel corpo ha un effetto negativo sugli ormoni nel corpo umano.

Dopo che l'ormone ha trasmesso un segnale, si rompe. Può essere suddiviso nei seguenti luoghi:

  • nella cella in cui si stava trasferendo;
  • nel sangue;
  • nel fegato.

O può essere escreto nelle urine.

La composizione chimica degli ormoni

Secondo gli elementi costitutivi della chimica, si possono distinguere quattro gruppi principali di ormoni. Tra loro:

  1. steroidi (cortisolo, aldosterone e altri);
  2. costituito da proteine ​​(insulina e altri);
  3. formata da composti aminoacidici (adrenalina e altri);
  4. peptide (glucagone, tireocalcitonina).

Gli steroidi, in questo caso, possono essere distinti in ormoni per sesso e ormoni surrenali. E i generi sono classificati in: estrogeno - femmina e androgeno - maschio. L'estrogeno in una delle sue molecole contiene 18 atomi di carbonio. Ad esempio, possiamo considerare l'estradiolo, che ha la formula chimica: C18H24O2. In base alla struttura molecolare, possiamo distinguere le caratteristiche principali:

  • nel contenuto molecolare si nota la presenza di due gruppi ossidrilici;
  • la struttura chimica dell'estradiolo può essere determinata sia dal gruppo di alcoli che dal gruppo di fenoli.

Gli androgeni differiscono nella loro struttura specifica a causa della presenza di una molecola di idrocarburi come androstan nella loro composizione. Una varietà di androgeni è rappresentata dai seguenti tipi: testosterone, androstenedione e altri.

Il nome che la chimica dà al testosterone è diciassette-idrossi-quattro-androsten-trione, e al diidrotestosterone è diciassette-idrossiandrostan-trione.

Secondo la composizione del testosterone, possiamo concludere che questo ormone è un alcool chetonico insaturo e che il diidrotestosterone e androstenedione sono ovviamente prodotti della sua idrogenazione.

Dal nome di androstenediol segue le informazioni che possono essere assegnate al gruppo di alcoli poliidrici. Anche dal nome possiamo concludere circa il grado di saturazione.

Essendo un ormone che determina il sesso, il progesterone e i suoi derivati ​​allo stesso modo degli estrogeni è un ormone inerente alle donne e appartiene agli steroidi C21.

Studiando la struttura della molecola del progesterone, diventa chiaro che questo ormone appartiene al gruppo dei chetoni e come parte della sua molecola ci sono ben due gruppi carbonilici. Oltre agli ormoni responsabili dello sviluppo delle caratteristiche sessuali, gli steroidi includono i seguenti ormoni: cortisolo, corticosterone e aldosterone.

Se confrontiamo le strutture delle formule dei tipi precedenti, possiamo concludere che sono molto simili. La somiglianza sta nella composizione del nucleo, che contiene 4 carbo-cicli: 3 con sei atomi e 1 con cinque.

Il prossimo gruppo di ormoni è costituito dagli aminoacidi derivati. Includono: tiroxina, adrenalina e noradrenalina.

Il loro contenuto speciale si forma a causa del gruppo amminico o dei suoi derivati ​​e la tiroxina include anche acido carbossilico nella sua composizione..

Gli ormoni peptidici sono più complessi di altri nella loro composizione. Uno di questi ormoni è la vasopressina..

La vasopressina è un ormone che si è formato nella ghiandola pituitaria, il cui peso molecolare relativo è pari a mille ottantaquattro. Inoltre, nella sua struttura contiene nove residui di aminoacidi.

Il glucagone, situato nel pancreas, è anche un tipo di ormone peptidico. La sua massa relativa supera di oltre due volte la massa relativa della vasopressina. Sono 3485 unità a causa del fatto che nella sua struttura ci sono 29 residui di amminoacidi.

Il glucagone contiene ventotto gruppi di peptidi.

La struttura del glucagone in tutti i vertebrati è quasi la stessa. Per questo motivo, vari preparati contenenti questo ormone vengono creati dal pancreas degli animali. È anche possibile la sintesi artificiale di questo ormone in condizioni di laboratorio..

Livelli più elevati di elementi di aminoacidi includono ormoni proteici. In essi, le unità di aminoacidi sono collegate in una o più catene. Ad esempio, una molecola di insulina è costituita da due catene polipeptidiche, che includono 51 unità di aminoacidi. Le catene stesse sono collegate da ponti disolfuro. L'insulina umana è caratterizzata da un peso molecolare relativo di cinquemilaottocentosette unità. Questo ormone è omeopatico per lo sviluppo dell'ingegneria genetica. Ecco perché viene prodotto artificialmente in laboratorio o trasformato dal corpo degli animali. Per questi scopi, è stato necessario determinare la struttura chimica dell'insulina.

L'ormone della crescita è anche un tipo di ormone proteico. Il suo peso molecolare relativo è di ventuno mila cinquecento unità. E la catena peptidica è costituita da centonovantuno elementi di aminoacidi e due ponti. Ad oggi, è stata determinata la struttura chimica di questo ormone nel corpo umano, un toro e una pecora.