Ipotiroidismo: sintomi, cause, tipi e trattamento dell'ipotiroidismo

Buona giornata, cari lettori!

Nell'articolo di oggi considereremo l'ipotiroidismo, nonché i suoi sintomi, cause, tipi, diagnosi, trattamento e prevenzione. così.

Che cos'è l'ipotiroidismo??

L'ipotiroidismo è una condizione patologica del corpo a causa della mancanza cronica di ormoni tiroidei (ormoni tiroidei) in esso.

La causa dell'ipotiroidismo risiede principalmente (nel 99% dei casi) nell'ipofunzione (produzione insufficiente) di ormoni tiroidei - triiodotironina, tiroxina e calcitonina, questo è il caso dell'ipotiroidismo primario. La causa dell'ipofunzione stessa è di solito la tiroidite - una malattia infiammatoria della ghiandola tiroidea. Un'altra causa di ipotiroidismo, ma la più rara, è un malfunzionamento dell'ipotalamo o della ghiandola pituitaria, che sono coinvolti nella regolazione della produzione di ormoni tiroidei. Ci sono altri fattori / malattie della tiroide che contribuiscono alla carenza di ormoni, ma ne parleremo più avanti nell'articolo..

L'ipotiroidismo è una grave malattia del sistema endocrino, quindi le sue conseguenze sono molto complesse. Ad esempio, l'estremo grado di ipotiroidismo negli adulti è il mixedema (edema mucoso della pelle) e nei bambini - il cretinismo. Inoltre, il corpo interrompe i processi metabolici: energia, metabolismo proteico e minerale, sintesi degli ormoni sessuali, normale sviluppo, struttura e funzionamento del cervello, sistemi cardiovascolari, digestivi e muscoloscheletrici. Quando viene ingerita la dose necessaria degli ormoni mancanti, i sintomi di solito scompaiono, tuttavia, questo deve essere fatto in tempo.

Statistiche sulle malattie

L'ipotiroidismo nelle donne, specialmente dopo 60 anni, si verifica di solito il più delle volte - 19 donne su 1000, mentre tra gli uomini questa cifra è solo 1 su 1000. Questi problemi alla tiroide si riscontrano anche nelle persone che vivono in regioni lontane dal mare. Se parliamo di statistiche globali, i medici notano che la popolazione totale con una carenza di ormoni tiroidei è di circa il 2%.

L'insidiosità della patologia sta nella difficoltà di diagnosticare in modo indipendente. Quindi, l'insorgenza della malattia può verificarsi con una semplice manifestazione di affaticamento cronico.

L'ipotiroidismo fu discusso e descritto per la prima volta nel 1873..

Ipotiroidismo - ICD

ICD-10: E03.9;
ICD-9: 244.9.

Sintomi di ipotiroidismo

I primi segni di ipotiroidismo sono:

  • Debolezza generale, aumento della fatica;
  • L'aspetto sulla pelle del denso gonfiore dei tessuti molli;
  • Bassa pressione sanguigna, dopo di che si forma ipotensione arteriosa;
  • Bradicardia (diminuzione della frequenza cardiaca inferiore a 59 battiti / min.);
  • Attività mentale compromessa;
  • Disturbo genitale.

I principali sintomi dell'ipotiroidismo:

  • Debolezza generale, letargia, aumento della fatica, sonnolenza o insonnia;
  • Gonfiore sulla pelle, a volte mucose del rinofaringe e dell'orecchio medio;
  • Oppressione dell'attività mentale, memoria alterata e consapevolezza;
  • Disturbi del tratto digestivo: nausea, costipazione, gonfiore, gastrite, mancanza di appetito;
  • Una serie di chili in più, l'obesità;
  • Irregolarità mestruali nelle donne, fino alla completa assenza di mestruazioni;
  • Violazioni della funzione sessuale e diminuzione del desiderio sessuale negli uomini;
  • Sbiancamento della pelle con lieve giallo, xerosi della pelle (xeroderma);
  • Aumento della perdita di capelli, nonché secchezza e fragilità;
  • Assottigliamento della lamina ungueale, esfoliazione e maggiore fragilità delle unghie;
  • Tolleranza pesante di caldo e freddo;
  • Diminuzione della temperatura corporea (ipotermia);
  • Dolore muscolare, a volte accompagnato da crampi;
  • Rigidità dei movimenti, intorpidimento degli arti;
  • Dolore toracico, bradicardia, cardiomegalia, ipotensione arteriosa;
  • Stato depresso
  • Compromissione della funzione surrenalica;
  • Diminuzione dei livelli di emoglobina nel sangue;
  • Carenza di ferro, carenza di vitamina B12, anemia macrocitica e megaloblastica;
  • Diminuzione delle proprietà protettive di un organismo (sistema immunitario).

Sintomi specifici:

  • Ingiallimento del cuoio capelluto;
  • Inibizione della funzione uditiva;
  • Inibizione della funzione visiva;
  • L'oppressione della funzione vocale, come se la lingua fosse intrecciata, voce rauca;
  • galattorrea;
  • Brividi;
  • Sindrome del tunnel carpale;
  • Lo sviluppo di discinesia biliare;
  • vomito.

Complicazione dell'ipotiroidismo

Tra le complicanze dell'ipotiroidismo si possono identificare:

  • Crescita eccessiva della tiroide in volume;
  • Cancro alla tiroide;
  • La formazione di adenoma secondario;
  • La formazione della sella turca "vuota";
  • Cambiamenti nella struttura delle ghiandole mammarie, galattorrea costante;
  • A causa di disfunzione ovarica - infertilità;
  • La nascita di un bambino con un disturbo nello sviluppo e nel funzionamento del sistema nervoso;
  • Perdita di conoscenza;
  • Coma ipotiroideo (mixedema), con un tasso di mortalità fino all'80%;
  • Esito fatale.

Cause di ipotiroidismo

La causa più comune di ipotiroidismo è la presenza di tiroidite autoimmune cronica, che è una malattia infiammatoria della ghiandola tiroidea, sullo sfondo di un funzionamento alterato del sistema immunitario.

Tra le altre cause di ipotiroidismo si possono identificare:

  • Predisposizione ereditaria;
  • Anomalia congenita della ghiandola tiroidea - il suo aumento o diminuzione delle dimensioni;
  • Trattamento chirurgico della ghiandola tiroidea;
  • Mancanza acuta di iodio nel corpo per un lungo periodo;
  • Trattamento del gozzo con l'uso di iodio radioattivo (iodio-131);
  • Irradiazione ionizzante della tiroide;
  • La presenza di tumori;
  • Effetti patologici sul corpo di alcuni farmaci (Levodopa, Parlodel, serotonina e altri);
  • La presenza di infezione nel corpo - tubercolosi, actinomicosi e altri;
  • Lesione all'ipofisi o ipotalamo;
  • Emorragia;
  • Necrosi;
  • Disturbi dei reni e del fegato dalla conversione degli enzimi;

Tipi di ipotiroidismo

La classificazione dell'ipotiroidismo comprende i seguenti tipi...

Per eziologia:

Ipotiroidismo primario (tiroidico). Il fattore determinante che porta alla mancanza di ormoni tiroidei nel corpo è un malfunzionamento della ghiandola tiroidea. Considera le sue sottospecie:

  • Ipotiroidismo congenito, causato principalmente dallo sviluppo alterato della ghiandola tiroidea, nonché dalla conversione degli enzimi coinvolti nella produzione di ormoni da parte della ghiandola.
  • Ipotiroidismo acquisito, a causa di molti fattori a causa del malfunzionamento della ghiandola tiroidea: si tratta di operazioni, radiazioni, lesioni, vari tumori, presenza di malattie infettive, processi autoimmuni, acuta persistente mancanza di iodio nel corpo, rimozione della ghiandola e altri.
  • Ipotiroidismo idiopatico: la causa esatta dell'ipotiroidismo non può essere stabilita.

Ipotiroidismo secondario (ipofisario). La malattia è causata da un malfunzionamento nella produzione di ormoni tiroidei a causa di disturbi nella ghiandola pituitaria (la ghiandola situata nella regione del cervello). I fattori che portano a questo di solito diventano: aterosclerosi vascolare, danno ischemico e malattie infiammatorie nel cervello, processi autoimmuni, tumori, nonché gli effetti tossici sulla ghiandola pituitaria di alcuni farmaci. Se parliamo del quadro clinico dell'ipotiroidismo secondario, quindi, a differenza del primario, passa più pesantemente, perché è accompagnato da danni ad altri organi, in particolare - le ovaie, le ghiandole surrenali, i sistemi cardiovascolari e altri.

Ipotiroidismo terziario (ipotalamico). Il fallimento è associato a interruzioni dell'ipotalamo, che a sua volta sono generalmente causate da fattori come traumi, tumori, processi ischemici e malattie infettive infiammatorie (meningoencefalite, ecc.) Nel cervello, nonché dagli effetti sul corpo di alcuni farmaci, come la serotonina.

Ipotiroidismo tissutale (trasporto, periferico). Le violazioni sono solitamente associate al modo in cui la trasformazione degli ormoni e la loro distribuzione in tutto il corpo. Ciò è spesso facilitato da fattori come i processi autoimmuni, la struttura dei recettori compromessa nei tessuti corporei, i disordini metabolici e gli enzimi epatici e renali che sono coinvolti nella conversione della tiroxina in triiodotironina.

L'ipotiroidismo primario è anche classificato per gravità:

Ipotiroidismo latente (subclinico) - caratterizzato da un aumento del livello di ormoni stimolanti la tiroide (TSH) sullo sfondo di un normale livello di tiroxina (T4).

Manifest: caratterizzato da un aumento del livello di ormoni stimolanti la tiroide (TSH) sullo sfondo di un livello ridotto di tiroxina (T4), con chiare manifestazioni cliniche (sintomi). Può essere:

Ipotiroidismo complicato (decorso grave) - accompagna complicazioni come cretinismo, disfunzione cardiaca, adenoma ipofisario secondario e altri, fino al mixedema coma e morte.

Diagnosi di ipotiroidismo

La diagnosi di ipotiroidismo comprende i seguenti metodi di esame:

Inoltre, possono essere assegnati:

  • Scintigrafia tiroidea
  • Biopsia con ago sottile.

La diagnosi di ipotiroidismo può essere stabilita solo da un endocrinologo..

Trattamento di ipotiroidismo

Il trattamento dell'ipotiroidismo di solito comprende, a seconda della diagnosi, i seguenti elementi:

1. Terapia etiotropica;
2. terapia sostitutiva;
3. trattamento sintomatico;
4. Dieta.

Importante! Le medicine e i loro dosaggi sono selezionati dall'endocrinologo, in base al tipo di malattia, alla sua gravità, alle manifestazioni cliniche, alle malattie concomitanti e all'età del paziente.

1. Terapia etiotropica

La terapia etiotropica implica il trattamento di malattie primarie e concomitanti che hanno portato all'ipotiroidismo. Potrebbe trattarsi di tiroidite, che nella maggior parte dei casi è la causa di ipotiroidismo, gozzo endemico e altre malattie infiammatorie della ghiandola tiroidea, dell'ipofisi o dell'ipotalamo.

Se la causa dell'ipotiroidismo risiede nella quantità insufficiente di iodio nel corpo, al paziente vengono prescritti farmaci a base di iodio - "Betadine", "Ioduro".

Inoltre, possono essere prescritti sale iodato, alghe.

2. Terapia sostitutiva

La terapia sostitutiva prevede l'assunzione di farmaci ormonali che sostituiscono gli ormoni naturali della tiroide. Di solito questi farmaci sono ben tollerati, ma il loro uso può in alcuni casi durare tutta la vita.

Tra i farmaci ormonali sostitutivi, si possono distinguere: "Bagotyrox", "Levotiroxina" (L-T4), "Eutiroks".

3. Trattamento sintomatico

Per migliorare il decorso della malattia e la qualità della vita del paziente, viene prescritto un trattamento sintomatico, che mira a fermare i sintomi dell'ipotiroidismo, nonché a mantenere il normale funzionamento di altri organi, la cui attività può essere inibita in questa malattia.

Il trattamento sintomatico dell'ipotiroidismo può includere l'uso dei seguenti farmaci:

Cardioprotettori - volti a normalizzare la frequenza cardiaca, la pressione sanguigna e altre aree che migliorano il funzionamento del sistema cardiovascolare: "ATP", "Mildronate", "Preductal", "Trimetazidine".

Glicosidi cardiaci - usati per l'insufficienza cardiaca: digossina, Korglikon, Strofantin

Farmaci nootropici e neuroprotettori - sono prescritti per normalizzare i processi metabolici nel sistema nervoso, nel cervello:

I farmaci a base di ormoni sessuali femminili hanno lo scopo di normalizzare il flusso delle mestruazioni e dell'ovulazione.

Complessi vitaminico-minerali che contribuiscono al miglioramento dell'attività di tutti gli organi e sistemi: "Aevit", "Milgama", complessi multivitaminici ("Hexavit", "Undevit").

4. Dieta per ipotiroidismo

La dieta per l'ipotiroidismo si basa sull'esclusione dalla dieta di alimenti ricchi di colesterolo e acidi grassi saturi. Inoltre, è necessario ridurre al minimo l'uso di carboidrati "veloci", che sono difficili da digerire e aumentare la secrezione nello stomaco degli alimenti.

La cottura avviene meglio con il vapore, tale cibo sarà facile per lo stomaco e con una minima perdita di vitamine. I prodotti possono anche essere cotti al forno. La quantità di cibo proteico dovrebbe essere aumentata.

Con costipazione, è necessario migliorare la quantità di fibra negli alimenti..

Come sale, è meglio usare la versione iodata.

È meglio escludere l'uso di burro o olio di semi di girasole in cucina, o almeno minimizzarlo.

La quantità di acqua al giorno dovrebbe essere limitata a 1,5 litri, altrimenti il ​​gonfiore potrebbe intensificarsi. Come bevanda, l'uso di acqua minerale, specialmente arricchito con iodio, ha un effetto benefico sul corpo..

Cosa posso mangiare con l'ipotiroidismo?

Carne e pesce: manzo, vitello, pollo, pesce di mare (salmone, aringhe, sgombro), fegato di merluzzo, uova.

Porridge: grano saraceno, miglio.

Latticini: latte, ricotta, formaggio, kefir, yogurt naturale.

Prodotti vegetali: alghe, cavoli, barbabietole, patate, carote, pomodori, cetrioli, melanzane, zucchine, peperoni, spinaci, aglio, cipolle, ma anche mele, ribes, ciliegie, uva, cachi, mandarini, kiwi, banane, datteri e noci.

Dessert: Invece di dolci, si consiglia di utilizzare frutta secca, è possibile mangiare gelatina.

1 giorno alla settimana, è consigliabile fare una giornata di digiuno, in cui concentrarsi sull'uso di frutta e verdura fresca.

Cosa non puoi mangiare con l'ipotiroidismo?

L'ipotiroidismo esclude alimenti come carni piccanti, grasse, fritte, affumicate, cibi istantanei (fast food), sottaceti, salse e marinate, dolci, succhi contenenti zucchero, riso macinato, bevande alcoliche, farina di grano e mais.

Si consiglia di ridurre al minimo, ma è meglio astenersi dal bere tè e caffè forti.

Naturalmente, anche il fumo è inaccettabile..

Trattamento dell'ipotiroidismo con rimedi popolari

Importante! Prima di usare i rimedi popolari per il trattamento dell'ipotiroidismo. Assicurati di consultare il tuo medico!

Laminaria (alghe). Laminaria contiene una grande quantità di iodio e altri oligoelementi che contribuiscono alla normalizzazione della ghiandola tiroidea. Puoi usare l'alga sia nella sua forma naturale, insieme ad altri prodotti alimentari, sia sotto forma di polvere, che viene spesso venduta in farmacia. La quantità di assunzione di alghe per scopi medicinali dovrebbe essere 2-3 volte al giorno. Per preparare il prodotto dalla polvere, è necessario sciogliere mezzo cucchiaino di polvere in un bicchiere d'acqua, quindi beverlo durante i pasti.

La controindicazione all'uso del fuco è la gravidanza, una tendenza al sanguinamento, i processi infiammatori nei reni, la presenza di emorroidi o tubercolosi, disturbi del sistema nervoso.

Iodio con aceto. Aggiungi 1 cucchiaino di aceto di mele e 1 goccia di soluzione di iodio al 5% (con peso corporeo inferiore a 65 kg) o 2-3 gocce (con peso corporeo superiore a 65 kg) in un bicchiere d'acqua. Devi bere il farmaco con i pasti, 2-3 volte al giorno, 2 volte a settimana.

Iodio. La mancanza di iodio nel corpo può anche essere compensata da una pulizia esterna della superficie corporea con una soluzione di iodio, ad esempio sotto forma di una griglia. Lo iodio è notevolmente assorbito dai tessuti superiori del corpo..

Anice, noci e aglio. Aggiungi i seguenti ingredienti al contenitore: 50 g di anice macinato e 300 g di gherigli di noci tritate, pappa da 100 g di aglio cotto e schiacciato e 1 kg di miele. Mescola tutto accuratamente e prendine 1 cucchiaio. cucchiaio 3 volte al giorno, 20 minuti prima dei pasti, mescolando il prodotto prima di ogni dose.

Decotto a base di Eleuterococco. Crea una raccolta dei seguenti ingredienti: 3 parti di foglie di ortica, 2 parti di erba da frutto e 1 parte di radice di eleuterococco, radice di dente di leone, semi di carota ed erba di ginestra colorante. Mescola tutto accuratamente e 1,5 cucchiai. cucchiai di raccolta versare 500 ml di acqua, quindi mettere a fuoco il prodotto, portarlo a ebollizione e lasciarlo raffreddare. Successivamente, è necessario filtrare il brodo, aggiungere circa 80 gocce di infuso dalle partizioni di noce. Devi bere un decotto di 100 ml alla volta, 4 volte al giorno, 30 minuti prima di mangiare. Per migliorare l'effetto positivo, puoi anche usare acqua con polvere di alghe, la cui ricetta abbiamo esaminato nella prima ricetta popolare.

Cetriolo. Alcuni guaritori tradizionali raccomandano di mangiare 500-1000 g di cetrioli freschi ogni giorno durante l'estate. Il cetriolo fresco non solo reintegra la quantità necessaria di iodio nel corpo, ma anche altre sostanze utili: vitamine e minerali.

Prevenzione dell'ipotiroidismo

La prevenzione dell'ipotiroidismo include il rispetto delle seguenti misure preventive:

  • Cerca di mangiare cibi arricchiti con vitamine e minerali e non dimenticare cibi che contengono iodio;
  • Non lasciare che le malattie della tiroide e del cervello vadano in modo che non diventino croniche;
  • Non utilizzare medicinali non controllati, senza il parere di un medico;
  • Smetti di fumare, che è spesso la causa dei tumori non solo della ghiandola tiroidea, ma anche dell'intera gola.
  • Nel periodo autunno-inverno-primavera, assumere ulteriori complessi vitaminici e minerali.

Ipotiroidismo - insufficiente formazione di ormoni tiroidei

L'ipotiroidismo è la disfunzione tiroidea più comune. Nella maggior parte dei paesi, in particolare in Russia, l'ipotiroidismo è dovuto alla carenza di iodio. La prevalenza dell'ipotiroidismo nel mondo è del 5%.

L'incapacità della ghiandola tiroidea di produrre abbastanza ormoni (T4 e T3) è la causa più comune di ipotiroidismo, chiamato ipotiroidismo primario. L'ipotiroidismo secondario è molto meno comune. Una parte significativa dei casi di ipotiroidismo è causata dalle cosiddette malattie autoimmuni della ghiandola tiroidea: tiroidite linfocitica cronica e ipotiroidismo idiopatico primario. (Nel primo caso, c'è il gozzo, nel secondo l'atrofia della ghiandola tiroidea.) Come altre malattie autoimmuni, colpiscono le donne molto più spesso degli uomini (8: 1).

Il trattamento della tireotossicosi è un'altra causa comune di ipotiroidismo. L'ipotiroidismo congenito non trattato porta a molteplici disturbi dello sviluppo noti come cretinismo..

L'ipotiroidismo transitorio è, per definizione, l'unica forma reversibile di ipotiroidismo. La frequenza della tiroidite postpartum, che si verifica 1-6 mesi dopo la nascita, raggiunge il 20%.

Denunce, contestazioni

Le manifestazioni di tutte le forme di ipotiroidismo sono simili..

Le lamentele comuni includono: pelle ruvida, pelle fredda, pallore, capelli radi (perdita di capelli), gonfiore intorno agli occhi (edema periorbitale), voce bassa, gozzo, gonfiore delle gambe (questo è il cosiddetto edema mucoso - non lascia fossa se premuto).

Disturbi più rari: linguaggio lento, apnea notturna (arresto respiratorio), bassa temperatura corporea (ipotermia), ipertensione, ingrossamento della lingua (macroglossia), dolore muscolare (miopatia).

I reclami si sviluppano gradualmente, quindi l'ipotiroidismo può durare per anni senza una diagnosi. Poiché la malattia colpisce molti sistemi di organi, la maggior parte dei disturbi non è specifica. Inoltre, la gravità dei sintomi non corrisponde sempre alla gravità della malattia. Anche nei pazienti con segni di ipotiroidismo di laboratorio, i reclami possono essere assenti. Debolezza, sonnolenza, costipazione, pelle secca, perdita di capelli: questi sono i sintomi non specifici più comuni dell'ipotiroidismo. Segni specifici di ipotiroidismo includono freddo, gonfiore del viso, ingrossamento e una diminuzione del tono della voce.

Alcune manifestazioni di ipotiroidismo dipendono dall'età. Nei bambini, questo è un ritardo nella crescita, nelle donne in età fertile - irregolarità mestruali, negli anziani - demenza. La caratteristica più caratteristica dell'ipotiroidismo è un'estensione della fase di rilassamento dei riflessi tendinei, principalmente Achille (spesso un neurologo può sospettare l'ipotiroidismo). Spesso c'è versamento pleurico o pericardico, a volte significativo.

Diagnostica

Poiché il 95% dei pazienti ha ipotiroidismo primario, è meglio iniziare determinando l'ormone stimolante la tiroide (TSH). L'elevato TSH nel sangue è l'indicatore più sensibile dell'ipotiroidismo. Un moderato aumento del TSH (di solito entro 15 mIU / L) viene spesso osservato contro un normale livello di T4; in tali casi parlano di ipotiroidismo latente. Al momento non esiste un unico punto di vista riguardo al trattamento di persone sane con ipotiroidismo latente.

Poiché il sintomo principale dell'ipotiroidismo è una diminuzione dei livelli dell'ormone tiroideo, è indicata una misurazione del livello di T4. La misurazione del T3 totale nella diagnosi di ipotiroidismo è insensibile e quasi mai utilizzata. Nella stragrande maggioranza dei casi, la diagnosi di ipotiroidismo può essere stabilita in base al quadro clinico, T 4 e TTG. La determinazione degli anticorpi antitiroidei aiuta a stabilire la causa dell'ipotiroidismo, nonché a identificare le persone a rischio aumentato di ipotiroidismo latente che diventano clinicamente pronunciate. La scintigrafia tiroidea non è quasi mai necessaria. È usato solo per confermare anomalie nello sviluppo della ghiandola tiroidea e per studiare il gozzo nodulare..

Trattamento

T4 sintetico - Levotiroxina (L-tiroxina, Eutirox) - il principale farmaco nel trattamento dell'ipotiroidismo. Il contenuto di levotiroxina nei farmaci di diverse società è standardizzato, tuttavia l'esperienza suggerisce che il paziente dovrebbe usare lo stesso farmaco (a causa di piccole differenze nel contenuto del principio attivo nei farmaci di diversi produttori). La dose abituale di sostituzione è di 75-150 mcg al giorno. La corretta selezione della dose è controllata dal livello di TSH. Dopo aver modificato la dose del farmaco, viene stabilito un nuovo stato stazionario non prima di dopo 4-6 settimane. Fino a questo momento, la misurazione del TTG non ha senso. L'obiettivo della terapia sostitutiva con levotiroxina è raggiungere un normale livello di TSH, poiché un sovradosaggio di levotiroxina e, quindi, un calo dei livelli di TSH al di sotto del normale portano a una diminuzione della densità ossea. Quando viene raggiunto un normale livello di TSH, per valutare la correttezza della terapia sostitutiva con levotiroxina, è sufficiente determinare TSH ogni 6-12 mesi.

Cos'è l'ipotiroidismo tiroideo primario e come trattare la malattia?

L'ipotiroidismo primario è considerato una malattia piuttosto pericolosa. Un'inevitabile complicazione è la sconfitta di tutti i sistemi di supporto vitale del corpo. La mancanza di ormoni tiroidei porta a malfunzionamenti del cuore, del cervello, dei processi metabolici e della funzione sessuale interrotti. La prognosi per il trattamento dipende dal tempo di rilevazione della patologia. Il precedente ipotiroidismo è stato rilevato, maggiore è la possibilità di superare la malattia. Può verificarsi a qualsiasi età e si osserva anche nei neonati. Le donne soffrono di questa malattia 6 volte più spesso degli uomini. A rischio dopo i 45 anni.

Descrizione della malattia e cause

L'ipotiroidismo primario ha un tale nome, perché il lavoro dell'organo primario è interrotto, in cui gli ormoni sono sintetizzati direttamente. In altri tipi di ipotiroidismo (secondario, terziario...), possono essere colpiti la ghiandola pituitaria, l'ipotalamo o persino i recettori ormonali. Con questo tipo di malattia, la ghiandola tiroidea, per qualsiasi motivo, perde la sua capacità di saturare il siero del sangue con gli ormoni tiroidei.

Con l'ipotiroidismo, la saturazione di ossigeno nei tessuti diminuisce. Per questo motivo, il metabolismo diminuisce. I nutrienti non raggiungono organi e tessuti. I prodotti di scomposizione delle proteine ​​sono scarsamente escreti. Dal momento che hanno proprietà idrofile, l'acqua in eccesso si accumula in tutto il corpo.

Esistono due tipi di ipotiroidismo primario: subclinico e manifest. La prima è una forma lieve, ma è pericolosa a causa delle difficoltà di diagnosi. La forma subclinica è comune nel 5-12% della popolazione e il manifest - nello 0,2-2%. In media, 1 su 400 bambini ha ipotiroidismo primario congenito.

L'ipotiroidismo subclinico non mostra i soliti sintomi. Ha un corso latente. L'alto ormone stimolante la tiroide della ghiandola pituitaria viene rilevato per caso, durante gli esami per altri motivi. A questo punto, le complicazioni colpiscono tutto il corpo ed è necessario trattare non solo la patologia della ghiandola tiroidea, ma anche altri organi.

L'ipotiroidismo manifesto viene diagnosticato quasi immediatamente, poiché il quadro clinico è caratterizzato da una dinamica acuta e in crescita..

Le cause dell'ipotiroidismo primario dovrebbero essere ricercate in varie patologie della ghiandola tiroidea:

  1. Il processo infiammatorio nella ghiandola tiroidea. Le cause possono essere autoimmuni, postpartum, subacute o infettive. Con l'infiammazione autoimmune, il corpo stesso inizia a distruggere le cellule della tiroide.
  2. Malattia oncologica.
  3. Intervento chirurgico dovuto alla necessità di rimuovere parte della ghiandola tiroidea a causa di malignità di natura maligna o benigna. In questo caso, si verifica ipotiroidismo postoperatorio..
  4. Anomalie degli organi congeniti o assenza congenita della ghiandola tiroidea.
  5. Cibo povero di iodio.
  6. Danno da radiazione dovuto alla radioterapia della tiroide o degli organi vicini.
  7. Somministrazione incontrollata di tireostatici.
  8. L'uso di iodio radioattivo.

L'ipotiroidismo primario può apparire a causa della malnutrizione

Sintomi della malattia

I gas a effetto serra possono essere sospettati da alcuni segni caratteristici. Si riferiscono al benessere, all'apparenza, alle caratteristiche del lavoro mentale. Diventa difficile pensare, i pensieri si confondono, non c'è memoria, è difficile concentrare l'attenzione. C'è nervosismo, stati d'animo depressivi. Mal di testa, possono verificarsi varie nevralgie, spesso brividi, "pelle d'oca" che attraversano il corpo, vertigini e persegue la debolezza. La temperatura corporea scende a 35 gradi. A volte con ipotiroidismo, viene provocato un coma, provocato da infezioni, perdita di sangue e altri fattori avversi.

In alcuni casi, vengono registrate anomalie mentali. L'umore del paziente diminuisce, appare la depressione. La depressione si trasforma in psicosi. Una persona può diventare eccessivamente irritabile o cadere in apatia, sonnolenza.

La voce cambia, diventa più scortese e rauca. Il discorso è difficile. Deglutire e respirare forte.

Ci sono alcuni cambiamenti nel sistema riproduttivo. La libido diminuisce. Nelle donne, il ciclo mestruale è interrotto. La potenza negli uomini scende al di sotto del normale.

La persona diventa gonfia. Labbra blu, fronte e guance gonfie, occhi - buchi. La pelle è ruvida, pallida e secca, desquamata. Sembra un po 'giallastro, poiché il sangue non scorre nella giusta quantità. I capelli diventano opachi, perdono la loro lucentezza, loro, come le unghie, sono colpiti dalla fragilità.

Anche la cavità orale nei pazienti con ipotiroidismo subisce cambiamenti caratteristici. La lingua si ispessisce, è difficile per lui adattarsi alla sua bocca. Le condizioni dei denti si deteriorano bruscamente. Le sensazioni del gusto perdono la loro luminosità.

La voce è disturbata. Si verifica la perdita dell'udito. Sordo senso dell'olfatto e sensazioni tattili.

I pazienti di solito esprimono i seguenti reclami:

  • Sonnolenza.
  • Difficoltà di memoria.
  • Aumento di peso in assenza di cambiamenti nella dieta.
  • Indigestione, costipazione.
  • Gonfiore in faccia.
  • Freddo, bassa temperatura.

Con una malattia in una persona, si osservano spesso disturbi digestivi e costipazione

L'esame del paziente mostra reazioni di letargia e letargia. Le espressioni facciali sono povere. La temperatura corporea si abbassa, l'impulso è inferiore a 60 battiti al minuto. I pazienti sembrano edematosi, età del passaporto senior a causa di un invecchiamento più rapido della pelle. I pazienti anziani hanno la pressione alta, mentre i giovani pazienti hanno bassa.

Il ferro potrebbe essere troppo denso al tatto (processo autoimmune). A volte si sentono noduli, tessuto diffuso o una struttura mista. Questa è una caratteristica del gozzo endemico..

Diagnostica

I segni che l'ipotiroidismo primario dimostra sono caratteristici di molte altre malattie. Inoltre, è necessario diagnosticare la causa principale della malattia, per scoprire se la ghiandola tiroidea è responsabile della mancanza di ormoni tiroidei. È importante stabilire la gravità della malattia..

A volte la carenza ormonale è associata a un cattivo stato generale di una persona. Nelle gravi malattie croniche somatiche, il corpo stesso riduce la quantità di ormoni tiroidei. Questo viene fatto al fine di risparmiare e risparmiare energia..

Pertanto, sono prescritti studi completi:

  1. Un esame del sangue per il livello di TSH e la quantità di T4 libero. Con questa malattia, il livello di TSH è aumentato e T4, al contrario, è ridotta.
  2. La presenza di anticorpi contro la troperossidasi. Aiuta a identificare la natura autoimmune dell'ipotiroidismo.
  3. Rilevazione della concentrazione dell'ormone tiroideo. Il limite normale inferiore di triiodotironina è 2,6 mmol / L. Per la tiroxina, gli indicatori inferiori a 9 mmol / l sono considerati pericolosi.
  4. Biopsia tiroidea (se indicata).
  5. Esame ecografico della ghiandola tiroidea. Guarda il flusso sanguigno e la presenza di tumori.
  6. La risonanza magnetica e altri test del cervello aiutano a determinare il tipo di ipotiroidismo. Scopri se c'è un tumore o altri malfunzionamenti.
  7. Scintigrafia. È necessario scoprire se la ghiandola tiroidea è in grado di assorbire lo iodio dal sangue e usarlo per la sintesi dell'ormone. Per questo, al paziente viene somministrato iodio reattivo. L'analisi mostra la quantità di iodio assorbita dalla tiroide..

Per diagnosticare la malattia, è necessario eseguire un esame del sangue a livello di TSH e la quantità di T4 libera

Trattamento delle malattie

L'ipotiroidismo primario richiede una terapia sostitutiva al fine di normalizzare la condizione e saturare il siero del sangue con gli ormoni tiroidei necessari. Ai pazienti viene prescritto T 4 alla dose di 1,6-1,8 μg / kg di peso corporeo. Per i neonati, il dosaggio è diverso, quindi hanno un bisogno maggiore di questo ormone.

La dose di 1,6-1,8 mcg / kg è raccomandata per quei pazienti che non hanno malattie cardiovascolari. Con l'obesità significativa, la dose non viene calcolata dal reale, ma dal peso ideale. Il trattamento in questa categoria inizia con una dose completa..

Un graduale aumento della dose è necessario per i pazienti di età superiore ai 55 anni o con una storia di problemi cardiaci. In questa categoria, il rischio di complicanze dopo l'assunzione di T4 è molto più elevato. Pertanto, nel caso più estremo, viene mostrato un livello di TSH entro 10 mU / L.

Le donne in gravidanza avvertono un crescente bisogno di ormoni tiroidei. Il trasporto di un bambino richiede un aumento dell'intensità della produzione ormonale di una media del 45-50%, pertanto la dose del farmaco viene aumentata. Dopo la nascita del bambino, tornano alla norma precedente.

L'ipotiroidismo congenito è molto pericoloso per lo sviluppo del bambino. Prima di tutto, il cervello soffre e la crescita rallenta. Pertanto, il trattamento deve essere iniziato immediatamente dopo la diagnosi. Solitamente viene prescritta levotiroxina sodica..

La terapia sostitutiva per questa malattia può durare una vita. In casi particolarmente difficili, con ipotiroidismo primario, viene data la disabilità, poiché le prestazioni diminuiscono in modo critico. Il paziente viene trattato e monitorato da un endocrinologo. A volte la terapia è integrata con preparati di iodio. La combinazione di iodio e levotiroxina è indicata per gozzo endemico diffuso, donne in gravidanza e donne durante la pianificazione della gravidanza.

Ipotiroidismo

L'ipotiroidismo è una condizione patologica del corpo derivante da una carenza di ormoni tiroidei.

Ha molti sintomi, che sono molto non specifici, poiché gli ormoni tiroidei sono coinvolti nella regolazione dell'attività di quasi tutti gli organi e sistemi umani. L'ipotiroidismo può verificarsi segretamente, senza mostrare alcun sintomo e può essere così pronunciato da causare un coma nel paziente. L'ipotiroidismo è molto più comune nelle donne, in particolare negli anziani.

In questo caso, l'ipotiroidismo è uno dei disturbi endocrini più comuni. Prima di tutto, si dovrebbe capire che questa condizione non è una malattia separata. Questa è una sindrome clinica che si sviluppa a causa della mancanza di ormoni tiroidei (ormoni tiroidei - tiroxina T4 e triiodotironina T3). E ci sono molte malattie che portano al verificarsi di ipotiroidismo, e questa non è necessariamente una malattia della tiroide.

Cos'è?

L'ipotiroidismo è una malattia causata da un'insufficiente secrezione di ormoni da parte della ghiandola tiroidea. Esistono ipotiroidismo primario, secondario e terziario.

L'ipotiroidismo primario si sviluppa con danni alla ghiandola tiroidea ed è accompagnato da un aumento del livello dell'ormone stimolante la tiroide - TSH. L'ipotiroidismo secondario si verifica con un danno a una parte speciale del cervello - il sistema ipotalamo-ipofisario - con insufficiente secrezione dell'ormone stimolante la tiroide e conseguente diminuzione della funzione tiroidea. L'ipotiroidismo terziario si sviluppa con danni all'ipotalamo.

L'età prevalente dell'ipotiroidismo è più vecchia di 40 anni. Genere prevalente - femmina.

Le cause

Esistono ipotiroidismo primario e secondario:

  • Nell'ipotiroidismo primario, una diminuzione della produzione di ormoni tiroidei è associata a un processo patologico nella ghiandola stessa..
  • L'ipotiroidismo secondario è causato da un processo patologico nel sistema ipotalamo-ipofisario che controlla la ghiandola tiroidea.

In alcuni casi, la genesi dell'ipotiroidismo rimane poco chiara (ipotiroidismo idiopatico).

Esistono diversi modi per sviluppare l'ipotiroidismo primario:

  • Alterazionale (dannoso): sono possibili danni diretti al tessuto della ghiandola tiroidea dal lato del sistema immunitario, lesioni, radiazioni, farmaci, temperatura, parassiti e altri effetti dannosi sull'organo.
  • Carenza di iodio - l'assunzione insufficiente di iodio nel corpo non consente a una ghiandola tiroidea normalmente funzionante di produrre la quantità necessaria di ormoni, poiché lo iodio fa parte della formula chimica degli ormoni tiroidei.

L'ipotiroidismo primario può essere:

L'ipotiroidismo congenito si verifica in assenza o sottosviluppo della ghiandola tiroidea; in questo caso, non ci sono ormoni tiroidei o la ghiandola sottosviluppata non produce abbastanza. C'è un difetto ereditario degli enzimi coinvolti nella sintesi degli ormoni tiroidei, mentre l'assorbimento di iodio da parte della ghiandola tiroidea è compromessa.

L'ipotiroidismo primario acquisito si verifica dopo un intervento chirurgico per rimuovere la ghiandola tiroidea, quando esposto alle radiazioni dall'ambiente o quando vengono applicate radiazioni al collo, trattamento con farmaci di iodio radioattivo, dopo malattie infiammatorie della ghiandola tiroidea o sotto l'influenza di alcuni farmaci (preparati al litio, ormoni della corteccia surrenale, ioduri, un sovradosaggio di vitamina A), con l'insorgenza di malattie tumorali della ghiandola tiroidea. Ciò include anche il gozzo endemico, accompagnato da una diminuzione della funzione tiroidea.

La ragione per lo sviluppo dell'ipotiroidismo secondario è una malattia dell'ipofisi o dell'ipotalamo.

Il danno o l'insufficienza funzionale delle strutture che controllano l'attività della ghiandola tiroidea (ipofisi e ipotalamo) possono cambiare il suo stato - ridurre l'attività funzionale.

Primi segni

I principali segni di ipotiroidismo sono:

  • debolezza
  • sonnolenza
  • fatica
  • rallentare la parola e il pensiero
  • costante sensazione di freddo a causa di un rallentamento del metabolismo
  • gonfiore del viso e gonfiore delle estremità causato dall'accumulo di sostanza mucosa nei tessuti
  • alterazioni della voce e dell'udito a causa del gonfiore della laringe, della lingua e dell'orecchio medio nei casi più gravi
  • aumento di peso, che riflette una diminuzione del tasso metabolico, tuttavia, non si verifica un aumento significativo, perché l'appetito è ridotto
  • tendenza ad abbassare la pressione sanguigna
  • nausea, flatulenza, costipazione
  • perdita di capelli, secchezza e fragilità, a volte gialli della pelle
  • irregolarità mestruali nelle donne.

Sintomi

Gli ormoni tiroidei, come notato sopra, sono coinvolti nell'attuazione di molte funzioni del corpo, quindi, con una diminuzione delle sue prestazioni, si notano disturbi da molti organi. Il primo e più caratteristico sintomo è un ingrandimento della ghiandola di dimensioni.

Cambiamenti nel corpo con ipotiroidismo:

  1. Esistono numerosi disturbi gastrointestinali: diminuzione dell'appetito, nausea, flatulenza (aumento della formazione di gas nell'intestino), diminuzione del tono muscolare dell'intestino e dei dotti biliari porta al ristagno della bile nella vescica e contribuisce alla formazione di calcoli, a volte all'ostruzione intestinale;
  2. C'è una diminuzione della secrezione fluida da parte dei reni. Diminuzione del tono del tratto urinario favorisce l'infezione.
  3. Per i pazienti con ipotiroidismo, i disturbi del sistema nervoso sono caratteristici sotto forma di letargia, diminuzione dell'intelligenza, sonnolenza durante il giorno e insonnia di notte, rallentamento del linguaggio, depressione, aumento dell'irritabilità e del nervosismo e compromissione della memoria. C'è anche una violazione della sensibilità, principalmente degli arti, nevralgia (infiammazione del nervo), accompagnata da dolore muscolare.
  4. Le lesioni ossee non sono tipiche per gli adulti. Nei bambini, può manifestarsi sotto forma di un ritardo nella crescita scheletrica e nell'accorciamento degli arti. I pazienti di tutte le età avvertono affaticamento muscolare, a volte dolori articolari.
  5. Pelle fredda, spessa, gonfia, si nota spesso l'ittero, spesso sui palmi sotto forma di macchie, i suoi cambiamenti legati all'età sono accelerati. Diminuzione della secrezione di ghiandole sebacee e sudoripare. Fragilità delle unghie. Capelli secchi, fragili, folti.
  6. Viso pallido, gonfio, mascherato (esaurimento delle espressioni facciali). Dal lato degli occhi ci sono: ptosi (prolasso della palpebra superiore) e gonfiore delle palpebre. Perdita di capelli del terzo esterno delle sopracciglia. Il gonfiore delle corde vocali e della lingua porta a un linguaggio lento e sfocato, il timbro della voce diminuisce e diventa grossolano. La lingua è allargata e ammaccature e ammaccature sono visibili sulle sue superfici laterali..
  7. I sintomi del sistema cardiovascolare si manifestano sotto forma di diminuzione della pressione sanguigna (ipotensione), diminuzione della frequenza cardiaca (bradicardia), mancanza di respiro, peggioramento anche con leggero stress fisico, disagio e dolore nel cuore e dietro lo sterno.
  8. Nel sistema respiratorio si osservano: una diminuzione della ventilazione polmonare (ipoventilazione), a causa della quale c'è una mancanza di ossigeno e un aumento dell'anidride carbonica. I pazienti con ipotiroidismo sono inclini a bronchite, polmonite (polmonite), che sono caratterizzati da un decorso lento e prolungato, a volte senza reazioni di temperatura.
  9. Nel 60-70% dei pazienti si osservano disturbi del sangue. C'è una diminuzione dell'assorbimento di ferro e vitamina B12 nel tratto gastrointestinale, che porta allo sviluppo di "anemia tiriogenica" (tipica solo per le lesioni della tiroide), potrebbe esserci una leggera diminuzione della glicemia a causa del lento assorbimento del glucosio.
  10. Diminuzione del desiderio sessuale (libido), possibilmente infertilità.
  11. Nonostante la mancanza di appetito nei pazienti, si nota spesso un aumento di peso (ma l'obesità è insolita), la necessità di vitamine diminuisce. La maggior parte dei pazienti è caratterizzata da bassa temperatura corporea (ipotermia).

Ipotiroidismo congenito: sintomi

L'ipotiroidismo congenito è una malattia cronica, il cui decorso è caratterizzato da una violazione delle funzioni della ghiandola tiroidea nei neonati, riducendo nel contempo il livello di ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea nel sangue. Ipotiroidismo, sintomi nei neonati in cui può apparire sotto l'influenza di una varietà di ragioni, che vanno dalle infezioni alle mutazioni genetiche, ecc., Si manifesta, prima di tutto, in un ritardo dello sviluppo, che riguarda sia lo sviluppo del fisico che lo sviluppo del mentale. Inoltre, la malattia è anche caratterizzata dalla chiusura tardiva della fontanella nei bambini, secchezza del koi e dentizione tardiva.

Secondo le statistiche sull'ipotiroidismo congenito, è rilevante in 1-2 casi su 5000 bambini. Inoltre, è stato scoperto che l'ipotiroidismo congenito viene spesso diagnosticato nelle ragazze e i dati in questo caso indicano che nei ragazzi questa malattia viene diagnosticata due volte meno.

La ghiandola tiroidea agisce come un organo che promuove lo sviluppo armonioso e la crescita dei bambini e il suo effetto è particolarmente importante per lo scheletro e il sistema nervoso. L'ipotiroidismo congenito è caratterizzato da una diminuzione della produzione di ormoni da parte della ghiandola tiroidea, che, come abbiamo notato in precedenza, provoca una grave inibizione nello sviluppo fisico e mentale del bambino.

Poiché i motivi che provocano l'ipotiroidismo, i sintomi nei bambini per i quali considereremo di seguito, vengono evidenziate le seguenti opzioni:

  • Eredità. La maggior parte dell'ipotiroidismo congenito si sviluppa a causa di una violazione della formazione dell'organo tiroideo prima della nascita del bambino, cioè durante lo sviluppo fetale, causata da alcune mutazioni geneticamente determinate.
  • La patologia della formazione di ormoni nella ghiandola tiroidea. Questo motivo è causato, ad esempio, dal fatto che le cellule tiroidee perdono la loro sensibilità allo iodio, poiché il processo di trasporto delle sostanze necessarie per la produzione di ormoni è influenzato, nonché a causa di disturbi nei processi metabolici associati allo iodio, ecc..
  • Danni effettivi all'ipotalamo. Questa patologia indica ipotiroidismo secondario, mentre l'ipotalamo agisce come il centro del sistema nervoso, a causa del quale è assicurata la regolazione delle funzioni dell'organo della tiroide, così come altri tipi di ghiandole endocrine nel corpo. Sullo sfondo del danno all'ipotalamo, spesso si sviluppano anche forme gravi di disturbi endocrini.
  • Ridotta sensibilità (o resistenza) agli ormoni tiroidei. Principalmente, questa opzione è rilevante quando una donna incinta utilizza farmaci antitiroidei durante la gravidanza, che è possibile, ad esempio, con gozzo in una donna incinta, ecc..

Quindi, soffermiamoci sui sintomi associati all'ipotiroidismo nei bambini. È importante notare qui che la forma congenita di questa malattia non si manifesta durante le prime settimane di vita del bambino, perché i primi sintomi di ipotiroidismo nei bambini in questo caso possono essere visti solo poche settimane dopo la loro nascita. Il rilevamento di questa malattia diventa possibile grazie all'identificazione di segni che indicano il ritardo dello sviluppo di un bambino. Per quanto riguarda la possibilità di rilevare la malattia entro le prime settimane di vita nei bambini, è determinata solo per una piccola parte di piccoli pazienti con questa diagnosi. Individuiamo i segni più tipici e basilari dell'ipotiroidismo congenito nei bambini nei primi giorni della loro vita:

  • peso significativo del neonato (superiore a 3.500 g);
  • bocca semiaperta;
  • gonfiore del viso;
  • la presenza di edema nella fossa sopraclaveare, che ricorda "cuscinetti densi";
  • ittero prolungato;
  • cianosi del triangolo nasolabiale;
  • maleducazione.

I seguenti sintomi possono essere distinti come sintomi caratteristici di una forma congenita di ipotiroidismo nei bambini durante il periodo di 3-4 mesi della loro vita:

  • costipazione cronica;
  • fragilità di capelli;
  • scarso appetito;
  • bassa temperatura corporea;
  • peeling della pelle.

Per quanto riguarda i tempi di quelli successivi, sono caratterizzati dai seguenti sintomi nell'ipotiroidismo:

  • ritardo mentale;
  • ritardo nello sviluppo fisico;
  • ritardo di dentizione.

È importante notare che a causa della diagnosi precoce dell'ipotiroidismo congenito con trattamento precoce simultaneo, ci sono significative possibilità per il successivo mantenimento del normale sviluppo del bambino. Con una mancanza di ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea nel periodo delle prime settimane dopo la nascita del bambino, c'è il rischio di sviluppare disturbi irreversibili legati al sistema nervoso. Ecco perché il trattamento dell'ipotiroidismo nei bambini è importante iniziare non oltre il primo mese dal momento della nascita. Il cretinismo, sviluppandosi ignorando questa necessità e implicando un ritardo non solo nello sviluppo mentale che è familiare nella comprensione, ma anche nello sviluppo fisico, si manifesta sotto forma dei seguenti segni: curvatura delle estremità, deformità facciale, bassa statura, suscettibilità al verificarsi di malattie croniche, scarsa intelligenza.

La scala Apgar consente di diagnosticare una forma congenita di ipotiroidismo nei neonati, in particolare si basa sui seguenti indicatori (segni) per il confronto:

  • gonfiore del viso - 2 punti;
  • costipazione - 2 punti;
  • la presenza di ernia ombelicale - 2 punti;
  • pallore della pelle - 1 punto;
  • durata dell'ittero superiore a 3 settimane - 1 punto;
  • peso alla nascita superiore a 3.500 g - 1 punto;
  • debolezza muscolare - 1 punto;
  • la fontanella posteriore è aperta - 1 punto;
  • lingua aumentata - 1 punto;
  • la durata della gravidanza supera le 40 settimane. - 1 punto.

La base per l'insorgenza di sospetti sulla presenza di ipotiroidismo è un indicatore dell'importo per i motivi elencati, superiore a 5 punti.

Gravidanza con ipotiroidismo

Con ipotiroidismo non trattato, l'insorgenza della gravidanza è un evento raro. Molto spesso, la gravidanza si verifica durante l'assunzione di farmaci volti a trattare la carenza di ormone tiroideo.

Nonostante il fatto che la gravidanza possa verificarsi sullo sfondo dell'ipotiroidismo, i bambini nascono in tempo e sono completamente sani. Questo fenomeno è spiegato dal fatto che gli ormoni tiroidei non penetrano nella barriera placentare e non hanno assolutamente alcun effetto sullo sviluppo del feto. Il trattamento dell'ipotiroidismo nelle donne in gravidanza non è diverso da quello nelle donne non in gravidanza. L'unica cosa che si può notare è un leggero aumento delle dosi assunte dai farmaci.

Se non si prende un trattamento adeguato durante la gravidanza, aumenta il rischio di complicanze associate al corso della gravidanza:

  • Aborti spontanei in 1-2 trimestri;
  • Aborti spontanei nel 3 ° trimestre;
  • Nascita prematura.

Queste complicanze non si verificano in tutti i casi e dipendono dalla gravità del decorso della malattia e dalle complicanze correlate di altri organi e sistemi. Il loro aspetto è dovuto al rallentamento di tutti i tipi di metabolismo in una donna incinta e come risultato dell'assunzione insufficiente di nutrienti per lo sviluppo fetale.

fasi

Il quadro clinico dipende dalla gravità dell'ipotiroidismo del paziente. I sintomi sopra elencati non si verificano tutti in una volta. Nelle fasi iniziali di danno al corpo e ai suoi sistemi di organi sono di natura moderata e abbastanza facilmente curabili. Con forme avanzate, possono verificarsi complicazioni irreversibili e pericolose..

Esistono 3 gradi di gravità dell'ipotiroidismo:

  • Lieve (il paziente diventa lento, il pensiero è compromesso, il potenziale intellettuale è ridotto, la frequenza cardiaca è ridotta; la capacità di lavoro rimane all'interno della gamma normale);
  • Medio (si nota la bradicardia, la pelle del paziente è secca, si lamenta di costipazione, sonnolenza, irritabilità senza motivo; le donne soffrono di sanguinamento uterino; le prestazioni sono moderatamente ridotte; l'anemia viene rilevata nell'analisi del sangue generale);
  • Pesante. Si verificano gravi danni ai sistemi di organi. Spesso le conseguenze non sono curabili. Insufficienza renale e cardiaca, infertilità, ovaie policistiche, sviluppo di coma mixedema, decessi.

Per molto tempo, la malattia potrebbe non manifestarsi in alcun modo. Ciò è dovuto al fatto che il processo si sviluppa gradualmente. In un grado di malattia da lieve a moderato, il benessere del paziente può essere soddisfacente e i sintomi cancellati sono considerati depressione, sovraccarico di lavoro o gravidanza (se presente).

complicazioni

L'ipotiroidismo può essere condizionatamente suddiviso in forme cliniche di moderato e grave. Tutto dipende dalla quantità di ormoni tiroidei prodotti dalla ghiandola tiroidea. Se non esistono affatto, le conseguenze saranno semplicemente catastrofiche e tale ipotiroidismo acquisirà un corso estremamente grave. Questa forma di ipotiroidismo si chiama mixedema. Con la capacità parzialmente mantenuta della ghiandola tiroidea di produrre ormoni, il funzionamento del corpo è compromesso, ma tali conseguenze sono completamente reversibili e compatibili con la vita quotidiana.

I pazienti con ipotiroidismo devono sapere che senza la terapia ormonale sostitutiva appropriata possono verificarsi le seguenti conseguenze..

  • Ritardo infantile nello sviluppo mentale e fisico, fino al cretinismo;
  • Ritardo nella comparsa di caratteristiche sessuali secondarie, fino al completo infantilismo;
  • Problemi con il cuore;
  • Una forte diminuzione delle forze protettive del sistema immunitario, che si manifesta con frequenti raffreddori, gravi esacerbazioni di infezioni croniche;
  • La forte debolezza e l'incapacità del bambino di sopportare l'attività fisica.
  • Atrofia delle ovaie, dei genitali esterni e delle ghiandole mammarie;
  • Impotenza, impotenza e infertilità;
  • Diminuzione delle capacità mentali, della memoria e dell'intelligenza;
  • Problemi cardiaci persistenti;
  • Diminuzione persistente della pressione sanguigna;
  • Il lungo decorso di malattie croniche e processi infettivi;
  • Disturbi della funzione mestruale;
  • Coma ipotiroideo (una riduzione critica dei livelli ormonali, che porta a gravi disturbi metabolici fino a un calo critico dell'attività cardiaca e del cervello, accompagnato da una persistente perdita di coscienza).

Tutte le gravi conseguenze dell'ipotiroidismo possono essere evitate con un'attenta attenzione al problema esistente nelle prime fasi del suo sviluppo. Prima viene dettagliata la diagnosi e viene avviata la terapia ormonale sostitutiva corrispondente, meno disturbi si verificano nel corpo!

Coma ipotiroideo

Questo è uno stato inconscio caratterizzato da:

  1. Una forte riduzione di tutti i tipi di metabolismo.
  2. Perdita di conoscenza.
  3. Ipotermia persistente (diminuzione della temperatura corporea inferiore a 35 gradi.).
  4. Diminuzione o perdita di riflessi.
  5. Bradicardia (frequenza cardiaca inferiore a 60 battiti / min.)

Un ruolo decisivo nello sviluppo di un coma è giocato da una forte diminuzione del flusso di ormoni tiroidei nel sangue. Molto spesso, una tale complicazione appare sullo sfondo di un decorso grave prolungato della malattia, specialmente nei pazienti in età senile.

I fattori chiave caratteristici che portano allo sviluppo del coma non esistono. Si può solo notare che una condizione simile si sviluppa sullo sfondo di:

  1. Infezioni acute (polmonite, sepsi).
  2. Malattie del sistema cardiovascolare (insufficienza cardiaca, infarto del miocardio).
  3. Interventi chirurgici.
  4. Intossicazione alimentare e molti altri fattori.

Ipotiroidismo: foto prima e dopo

Diagnostica

Per la diagnosi di ipotiroidismo, un endocrinologo stabilisce il fatto di una diminuzione della funzione tiroidea sulla base di un esame del paziente, delle sue lamentele e dei risultati degli esami di laboratorio:

  • determinare il livello di tiroxina - T4 e triiodotironina - T3 (ormoni tiroidei) e il livello dell'ormone stimolante la tiroide - TSH (ormone ipofisario) nel sangue. Con l'ipotiroidismo, si nota un basso contenuto di ormoni tiroidei nel sangue, il contenuto di TSH può essere aumentato o diminuito;
  • determinare il livello di autoanticorpi per la ghiandola tiroidea (AT-TG, AT-TPO).
  • analisi biochimica del sangue (con ipotiroidismo, aumento del livello di colesterolo e altri lipidi);
  • Ultrasuoni della ghiandola tiroidea (per determinare le sue dimensioni e struttura);
  • Scintigrafia tiroidea o biopsia con ago sottile.

La diagnosi di ipotiroidismo congenito si basa sullo screening neonatale (determinazione del livello di TSH nel 4 ° - 5 ° giorno di vita di un neonato).

Diagnosi differenziale

Poiché l'ipotiroidismo può verificarsi sotto le spoglie di molte altre malattie, è importante che il medico li distingua l'uno dall'altro, perché il successo del trattamento e la qualità della vita del paziente dipendono da questo.

La sindrome di edema oltre all'ipotiroidismo si verifica nella patologia renale: nefrite cronica, pielonefrite e insufficienza cardiaca. Se c'è una patologia della ghiandola tiroidea, sullo sfondo della terapia sostitutiva, l'edema regredisce.

L'anemia tiroidea dai suoi altri tipi è caratterizzata da un cambiamento nel livello ematico degli ormoni tiroidei e dall'efficacia del trattamento con L-tiroxina.

Danni al sistema nervoso periferico simili all'ipotiroidismo possono verificarsi nel diabete mellito (polineuropatia diabetica), alcolismo, malattie da vibrazione e intossicazione con sali di mercurio, piombo e arsenico. Tuttavia, con la patologia tiroidea, oltre ai sintomi neurologici, il paziente sarà disturbato da molti altri segni della malattia - una tipica clinica di ipotiroidismo.

Come trattare?

Il trattamento dell'ipotiroidismo implica un effetto terapeutico su tutti i collegamenti patogenetici della malattia. Il trattamento della malattia comprende:

  • L'uso di preparati di iodio per la correzione della carenza di iodio, ad esempio, con gozzo endemico. La nutrizione dei pazienti deve essere arricchita con alimenti contenenti una grande quantità di iodio (alghe, sale iodato, frutti di mare).
  • Trattamento delle malattie infiammatorie della ghiandola tiroidea, che ha causato una diminuzione delle sue funzioni di base.
  • Trattamento delle malattie della ghiandola pituitaria e dell'ipotalamo, contro le quali si è sviluppato l'ipotiroidismo.

Poiché l'ipotiroidismo può essere accompagnato da una violazione dell'attività di molti organi e sistemi, i pazienti vengono prescritti in parallelo:

  • cardioprotettori: farmaci che migliorano l'attività del sistema cardiovascolare;
  • glicosidi cardiaci (in caso di segni di insufficienza cardiaca);
  • complessi vitaminici e minerali;
  • farmaci a base di ormoni sessuali femminili per normalizzare le mestruazioni e l'ovulazione nelle donne;
  • Farmaci nootropici e neuroprotettori - per normalizzare i processi metabolici nel sistema nervoso.

Il principale metodo di trattamento dell'ipofunzione tiroidea è la terapia ormonale sostitutiva. I farmaci a base di ormoni tiroidei dovrebbero diventare di base e tutte le misure di cui sopra nel trattamento dell'ipotiroidismo sono ausiliarie.

Attualmente, la terapia ormonale sostitutiva prevede l'uso di farmaci contenenti L-tiroxina. Quando si utilizza questo farmaco, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

  • assumere farmaci ormonali per la vita;
  • periodicamente, è necessario regolare la dose di farmaci in base alla gravità della malattia (solo il medico prescrive la dose in base ai dati diagnostici ricevuti);
  • uso attento di farmaci per pazienti con malattie cardiache;
  • monitoraggio obbligatorio dell'efficacia del trattamento da parte dell'endocrinologo.

Se parliamo di pazienti con forme compensate di ipotiroidismo, quindi, seguendo tutte le regole della terapia ormonale sostitutiva, la qualità della vita di tali pazienti praticamente non soffre. Con la giusta assunzione di preparati di L-tiroxina, i pazienti si sentono bene, possono condurre un'abituale attività fisica e mentale..

Nei casi più gravi, quando il paziente sviluppa un coma ipotiroideo, al paziente vengono mostrate misure intensive che includono l'introduzione di ormoni tiroidei, glucocorticoidi e la correzione di disturbi emodinamici ed elettroliti.

risultati

L'ipotiroidismo non è una patologia indipendente, ma un complesso di sintomi che accompagna una malattia della ghiandola tiroidea o della regione ipotalamo-ipofisaria del cervello. Nella stragrande maggioranza dei casi, si sviluppa sullo sfondo della tiroidite autoimmune o dopo aver subito un intervento chirurgico per rimuovere la ghiandola tiroidea.

I sintomi della patologia sono diversi, perché quasi tutti i sistemi del corpo del paziente sono interessati.

La cosa principale nella diagnosi è valutare il livello di tiroxina e ormone stimolante la tiroide della ghiandola pituitaria nel sangue, nonché condurre un'ecografia della ghiandola tiroidea. Altre misure diagnostiche sono ausiliarie e dipendono dalle caratteristiche della malattia..

Il trattamento consiste nella terapia ormonale sostitutiva della tiroide. Dopo alcune settimane di assunzione del farmaco, il paziente nota un miglioramento del benessere. Sfortunatamente, molte malattie accompagnate da ipotiroidismo richiedono che una persona assuma farmaci per la vita. Questo è abbastanza semplice da implementare: questi farmaci hanno un costo molto conveniente e vengono assunti solo 1 volta al giorno..

Galina

In un esame del sangue per gli ormoni tiroidei, TTG-1.2134. T3-3.83., T; -10.77. Tutto sembra normale, ma sento una terribile debolezza debilitante. Rigonfiamento. Ipertensione. Fegato e milza ingranditi, Gamma mittransferase-106.8. Nel 2008 è stata eseguita la tiroidite autoimmune, il numero di anticorpi è stato aumentato. Mai stato curato. Ora ho una debolezza tale che sembra morire. Una storia di traumi cranici. Diminuzione della memoria, intelligenza, sudorazione. Risonanza magnetica - Encefalopatia. Emoglobina 147 tutto sembra essere normale, ma non c'è forza per vivere. Non capisco, forse TTG-1.2134 non ha messo un punto lì.

Barbara

Qui, il mio ipotiroidismo procedeva di nascosto, non si manifestava in alcun modo. Quando ho superato i test, il TSH era ovviamente molto elevato. Non abbiamo un endocrinologo, quindi ho detto di iniziare a bere ormoni e di prendere un dosaggio di 100, e lì guardi. È stato terribile essere trattato in questo modo, quindi ho iniziato a bere tiramina (è innocuo) e aspettavo che un altro dottore lo vedesse. Un intero mese di attesa, le analisi non erano più informative e costrette a riprendere. La sorpresa è stata forte, perché il TSH è diminuito della metà e questo è senza ormoni.