Principi moderni di trattamento del gozzo eutiroideo diffuso

La scelta delle giuste tattiche per il trattamento di un paziente con gozzo eutiroideo diffuso (DEZ) è una delle questioni più urgenti della tiroidologia. Ciò è dovuto al fatto che questa patologia della tiroide (tiroide) occupa un posto impressionante tra tutte le malattie della tiroide

La scelta delle giuste tattiche per il trattamento di un paziente con gozzo eutiroideo diffuso (DEZ) è una delle questioni più urgenti della tiroidologia. Ciò è dovuto al fatto che questa patologia della tiroide (tiroide) occupa un posto impressionante tra tutte le malattie della tiroide. Il trattamento conservativo di DEZ rimane l'unico metodo scientificamente provato che può davvero ridurre la progressione della malattia e, di conseguenza, ridurre la frequenza di formazione dei nodi colloidi nella ghiandola tiroidea.

Nonostante il fatto che gli algoritmi terapeutici utilizzati nella DEZ siano noti e definiti, ci sono problemi che un endocrinologo pratico incontra quotidianamente, vale a dire:

Al momento non esistono approcci unificati per risolvere questi problemi. Tuttavia, lo sviluppo di approcci ottimali al trattamento conservativo della DEZ dovrebbe mirare principalmente a curare e / o migliorare la prognosi della malattia per ogni singolo paziente.

È dimostrato che la carenza cronica di iodio porta alla formazione di gozzo colloide diffuso e quindi nodulare. Con il gozzo eutiroideo, c'è una certa combinazione di cambiamenti morfologici nella ghiandola tiroidea, il cui risultato è un aumento del volume della tiroide e spesso la formazione di formazioni nodulari. Tenendo conto del polimorfismo delle cause che portano allo sviluppo del gozzo, può essere difficile giudicare quale ha portato allo sviluppo di questa malattia in un particolare paziente. Tuttavia, il collegamento principale nella patogenesi della DEZ è la relativa carenza di ormoni tiroidei che si verifica in condizioni di carenza di iodio e porta all'iperproduzione dell'ormone stimolante la tiroide (TSH) da parte dell'ipofisi con conseguente proliferazione delle cellule tiroidee e l'accumulo di colloide. In una situazione simile, viene stabilito un equilibrio di equilibrio con una maggiore stimolazione della ghiandola tiroidea del TSH con la conservazione della sua funzione di produzione di ormoni e la formazione di gozzo.

Lo iodio svolge un ruolo centrale nella fisiologia della ghiandola tiroidea. Questo microelemento non è solo un substrato indispensabile per la sintesi degli ormoni tiroidei, ma anche un regolatore della formazione ormonale e della proliferazione delle cellule tiroidee. La ghiandola tiroidea è in grado di assorbire selettivamente lo iodio contro un gradiente di concentrazione. La forza motrice della "pompa" di iodio è la differenza di potenziale transmembrana dovuta alla diversa concentrazione di ioni Na creata e trattenuta dalla K / Na-ATPase. La pompa di iodio è essenzialmente un trasportatore di iodio sodico.

Tutte le fasi del metabolismo dello iodio nella ghiandola tiroidea sono regolate dall'ormone stimolante la tiroide. Sotto l'influenza del TSH, l'assorbimento di iodio è migliorato, così come tutte le fasi della sua organizzazione: aumentano l'attività della perossidasi tiroidea, la pinocitosi, la proteolisi, la sintesi e la secrezione di tireoglobulina.

I seguenti fattori sono, in varia misura, responsabili del miglioramento della proliferazione cellulare in condizioni di carenza cronica di assunzione di iodio:

Nello sviluppo di approcci al trattamento della DEZ, sono state studiate l'efficacia di vari metodi di trattamento e il loro effetto sulla concentrazione di iodio nella ghiandola tiroidea.

Ad oggi, ci sono tre opzioni per il trattamento conservativo di DEZ:

La monoterapia con iodio è una terapia etiotropica. Nelle opere degli ultimi 10-15 anni, è stato dimostrato che un aumento della produzione di TSH o un aumento della sensibilità delle cellule tiroidee ad essa è solo di secondaria importanza nella patogenesi del gozzo con carenza di iodio. Con l'assunzione insufficiente di iodio nella ghiandola, la quantità di lipidi iodati (i principali inibitori dei fattori di crescita) diminuisce, il che ha un potente effetto stimolante sulla crescita dei tirociti.

La nomina di 100-150 μg di iodio si è dimostrata efficace per il trattamento del gozzo nei bambini. Le dosi terapeutiche di iodio negli adulti con DEZ quasi non differiscono da quelle profilattiche e ammontano a 150-200 mcg al giorno, tuttavia, l'effetto della terapia con iodio negli adulti non è sempre ottimale.

Il metodo più interessante per il trattamento della DEZ negli adulti dal punto di vista del raggiungimento di un rapido effetto clinico (riduzione del volume tiroideo) è la somministrazione di Eutirox in una dose che consente di raggiungere il livello TSH target di 0,1-0,4 mIU / L. La monoterapia con Eutirox DEZ è efficace, ma il rischio di recidiva del gozzo dopo l'interruzione del farmaco è elevato. Esiste il rischio di complicanze della tireotossicosi da farmaco, è necessario selezionare la dose, sono necessari studi ormonali abbastanza frequenti.

Tuttavia, la nomina degli ormoni tiroidei sopprime, secondo il principio di feedback, il livello di TSH, che è un potente fattore che stimola l'ipertrofia e l'iperplasia delle cellule tiroidee e quindi ha un effetto antiproliferativo. L'esperienza di molte osservazioni cliniche di pazienti con DEZ che non hanno ricevuto alcun trattamento dimostra che il corso naturale degli eventi è una crescita in corso più o meno costante di gozzo.

La letteratura sta discutendo attivamente degli effetti avversi della terapia con tiroxina sulla concentrazione intratiroidea di iodio. È noto che a causa della soppressione dei livelli di TSH, l'assorbimento di iodio da parte dei tirociti diminuisce. La diminuzione della concentrazione intratiroidea di iodio sullo sfondo dell'abolizione della tiroxina porta ad un rapido aumento del volume tiroideo.

Cioè, l'uso di Eutirox in DEZ è limitato nel tempo a causa di possibili effetti collaterali e la sospensione del farmaco è spesso accompagnata da un ulteriore aumento del volume della tiroide.

Sulla base di questo, la durata della terapia con Eutirox deve essere limitata a un anno e, dopo l'interruzione del farmaco, è obbligatoria la nomina della monoterapia con ioduro di potassio (bilancio dello iodio).

Numerosi studi che hanno confrontato i risultati del trattamento con DEZ con iodio, tiroxina e la loro combinazione hanno mostrato che l'appuntamento della monoterapia con iodio (bilancio dello iodio) o del trattamento di combinazione (Iodirox) può anche ridurre efficacemente il volume della tiroide, così come la monoterapia con tiroxina.

I vantaggi della terapia di combinazione con tiroxina e iodio (Iodtirox) sono che Iodtirox agisce su tutti i meccanismi patogenetici della formazione del gozzo. La riduzione del volume del gozzo è più pronunciata in combinazione rispetto alla monoterapia con Eutiroks. La sindrome da sospensione si sviluppa meno spesso, a differenza della monoterapia di Eutiroks.

Pertanto, l'uso di preparati combinati (Iodtirox), che contengono, oltre agli ormoni tiroidei, una certa quantità di iodio, sotto forma di "farmaco iniziale" nel trattamento della DEZ, è abbastanza giustificato. Sullo sfondo dell'uso di farmaci combinati, a differenza della monoterapia con tiroxina, non vi è alcuna riduzione della concentrazione intratiroidea di iodio. Tuttavia, in condizioni di carenza di iodio, non vi sarà inoltre alcun aumento della concentrazione di iodio nella ghiandola tiroidea, poiché il livello di TSH, che è il principale fattore che stimola la cattura dello iodio da parte dei tirociti, viene soppresso a seguito della somministrazione di tiroxina.

È noto che l'alta frequenza di DEZ nella popolazione russa è associata a carenza di iodio. La somministrazione di dosi profilattiche di iodio dopo l'abolizione della terapia di base con Eutirox o Iodtirox può prevenire la "sindrome da astinenza" associata a una diminuzione della concentrazione di iodio nella ghiandola tiroidea..

Ricordiamo che il fabbisogno giornaliero di un adulto in iodio è di 150-200 mcg. L'assunzione media di iodio nelle regioni con carenza di iodio in Russia è di circa 40–80 mcg e la carenza giornaliera di iodio nelle regioni con carenza di iodio è di 100-200 mcg.

Riassumendo quanto sopra, possiamo concludere che l'obiettivo principale nel trattamento del gozzo da carenza di iodio non è solo quello di ridurre il volume della tiroide, ma anche di mantenere il risultato raggiunto. Per questo, sono adatti anche i preparati di iodio, sia sotto forma di monoterapia (bilancio dello iodio), sia come parte della terapia di combinazione con tiroxina (Iodtirox).

La domanda rimane: cosa nominare in primo luogo. Sulla base del fatto che la concentrazione intratiroidea di iodio aumenta significativamente con l'assunzione iniziale di preparati di iodio rispetto a quelli combinati con tiroxina, diventa chiaro che è consigliabile iniziare il trattamento con la nomina di ioduri (bilancio dello iodio). Tuttavia, con gozzi inizialmente di grandi dimensioni (oltre 40 ml), Iodtirox può essere il farmaco di scelta per iniziare il trattamento.

Algoritmo per il trattamento del gozzo eutiroideo diffuso

Quando si ottiene l'effetto desiderato del trattamento: normalizzazione del volume tiroideo, il farmaco può essere annullato, ma si raccomanda l'uso obbligatorio di sale iodato nella dieta e un ulteriore monitoraggio dinamico (ultrasuono tiroideo annuale).

Letteratura

E. A. Troshina, dottore in scienze mediche, professore
FGU ENTS, Mosca

Se l'ipotiroidismo è dovuto a carenza di iodio, dovrei bere eutirox?

È stato dimostrato che ho una mancanza di iodio. L'endocrinologo ha prescritto iodomarin 150 ed eutirox 75 μl. Perché bere eutirox se ripristini solo i livelli di iodio?

Come dimostrare che hai una mancanza di iodio?

La funzione insufficiente della tiroide è dimostrata sulla base di un aumento dell'ormone stimolante la tiroide (TSH), da AT a TPO, FT3, FT4. A seconda del livello di ormoni nella clinica, viene selezionata una dose di L - tiroxina e quindi titolata. Concordo con Albina Bayanovna sul fatto che non ho bisogno di tanto iodio come un ormone tiroideo per compensare la sua ridotta funzione.

Solo in caso di ipotiroidismo subclinico gli ormoni artificiali potrebbero non essere prescritti, ma spesso l'ipotiroidismo subclinico passa nella solita forma di ipotiroidismo, ma per il momento e ti verrà prescritto iodomarin come medicinale, in altri casi, e devi ricordare che lo userai per tutta la vita ormoni artificiali e nessun tipo di prodotti marini - pesce di mare, alghe, noci, cetrioli, cinquefoil bianco, che contengono iodio, non sostituiranno l'eutirox o la tiroxina. Il tuo endocrinologo ha spiegato come cambierà il regime di trattamento, a seconda del livello TSH e che dovresti fare un esame del sangue per TSH ogni 3,6 mesi prima di visitare un medico per determinare la dose esatta e giudicare dalla tua dose, hai un TSH alto. Se rifiuti gli ormoni artificiali, assicurati rapidamente che siano insostituibili con altri medicinali o prodotti. Oltre all'eutirox, consiglierei gli esercizi di respirazione di Strelnikova, che aiutano ad alleviare i sintomi di questa malattia, ad esempio, Ho risolto un nodo sulla ghiandola tiroidea L'ipotiroidismo è indistinguibile anche se usi la giusta quantità di iodio perché la ghiandola tiroidea è danneggiata e noi, pazienti con ipotiroidismo, dobbiamo mantenerlo con l'ormone artificiale eutirox. A proposito, quando ho provato a rifiutare l'eutirox., poi sono passato a oid blu, senza contare la radice di cinquefoil bianco, pesce di mare, noci, ma solo tempo perso.

Jodthyrox ® (Jodthyrox ®)

Sostanza attiva

Gruppo farmacologico

Classificazione nosologica (ICD-10)

Struttura

compresse1 etichetta.
sostanze attive:
levotiroxina sodica0,1 mg
ioduro di potassio0,131 mg
eccipienti: MCC - 81.514 mg; gelatina - 4,5 mg; croscarmellosa sodica - 3,5 mg; magnesio stearato - 0,25 mg

Descrizione della forma di dosaggio

Compresse quasi bianche, rotonde e piatte su entrambi i lati con un bordo smussato, una tacca divisoria su un lato e un'incisione "EM 45" sull'altro.

effetto farmacologico

farmacodinamica

Iodtirox ® è una preparazione combinata contenente ormone tiroideo sintetico levotiroxina (T4) e iodio sotto forma di ioduro di potassio, che è un elemento strutturale nella sintesi degli ormoni tiroidei (tiroxina e triiodotironina). Riempie il deficit dell'ormone tiroideo. Aumenta la richiesta di ossigeno nei tessuti, stimola la loro crescita e differenziazione, aumenta il livello del metabolismo basale (proteine, grassi e carboidrati). Ha un effetto anabolico a piccole dosi e un effetto catabolico a grandi dosi. Inibisce la produzione di ormone stimolante la tiroide. Migliora i processi energetici, ha un effetto positivo sulle funzioni dei sistemi nervoso e cardiovascolare, del fegato e dei reni. Riempie la mancanza di iodio nel corpo.

Indicazioni del farmaco Iodtirox ®

gozzo eutiroideo associato a una mancanza di iodio nel corpo in bambini, adolescenti e adulti, tra cui durante la gravidanza;

prevenzione della ricaduta del gozzo dopo resezione tiroidea.

Controindicazioni

maggiore sensibilità individuale al farmaco;

tireotossicosi di qualsiasi genesi;

adenomi autonomi della tiroide;

infarto miocardico acuto, miocardite acuta;

insufficienza surrenalica non trattata;

dermatite erpetiforme (morbo di Dühring).

IHD (aterosclerosi, angina pectoris, una storia di infarto del miocardio);

diabete mellito, diabete insipido;

ipotiroidismo grave e persistente;

pazienti anziani (può essere necessario un aggiustamento della dose).

Gravidanza e allattamento

Durante la gravidanza e l'allattamento, la terapia con il farmaco Iodtirox ® prescritto per l'ipotiroidismo dovrebbe continuare. Nelle madri che allattano, il farmaco deve essere usato nelle dosi strettamente raccomandate..

Effetti collaterali

Con una maggiore sensibilità allo iodio, possibile: febbre, eruzione cutanea, arrossamento della pelle, prurito, bruciore agli occhi, tosse, diarrea, mal di testa.

In questo caso, il farmaco deve essere sospeso.

Interazione

Iodtirox ® aumenta l'effetto degli anticoagulanti indiretti, che possono richiedere una riduzione della loro dose. Con la somministrazione simultanea del farmaco Iodtirox ® e farmaci che influenzano la coagulazione del sangue, gli indicatori della coagulazione del sangue devono essere monitorati.

Gli ormoni tiroidei possono aumentare la necessità di insulina e farmaci ipoglicemizzanti orali. Si raccomanda di effettuare un monitoraggio più frequente dei livelli di glucosio nel sangue durante i periodi di inizio del trattamento farmacologico, nonché quando si modifica il suo regime posologico. Con la rapida somministrazione endovenosa di fenitoina, è possibile un aumento del livello di levotiroxina libera nel plasma sanguigno, mentre si possono osservare disturbi del ritmo cardiaco. La levotiroxina può essere rimossa dai composti con proteine ​​plasmatiche dall'azione di salicilati, dicumarolo, alte dosi di furosemide (250 mg), clofibrato e altre sostanze.

L'uso di antidepressivi triciclici con il farmaco Iodtirox ® può portare a una maggiore azione degli antidepressivi.

Con l'uso simultaneo di colestiramina, colestipolo e idrossido di alluminio riducono la concentrazione plasmatica del farmaco a causa dell'inibizione dell'assorbimento nell'intestino, pertanto si consiglia di assumere Iodtirox ® 4-5 ore prima di assumere questi farmaci.

Con l'uso simultaneo di diuretici diuretici di potassio, lo ioduro di potassio può portare ad un aumento del livello di potassio nel sangue.

Iodtirox ® riduce l'effetto dei glicosidi cardiaci.

Con l'uso simultaneo di steroidi anabolizzanti, è possibile l'asparaginasi, il tamoxifene, l'interazione farmacocinetica a livello di legame con le proteine.

Con la somministrazione simultanea di estrogeni o contraccettivi orali contenenti estrogeni, può essere necessario un aumento della dose del farmaco Iodtirox ®.

La somatotropina con uso simultaneo con il farmaco Iodtirox ® può accelerare la chiusura delle zone di crescita epifisaria.

Il ricevimento di fenobarbital, carbamazepine e rifampicin può aumentare la clearance di levotiroxina e richiedere un aumento della dose del farmaco Iodtirox ®.

Dosaggio e amministrazione

La dose giornaliera è determinata dal medico individualmente, a seconda delle indicazioni. La dose giornaliera del farmaco Iodtirox ® viene assunta 1 volta al giorno al mattino a stomaco vuoto 30 minuti prima di colazione, lavando giù la compressa con una piccola quantità di liquido (mezzo bicchiere d'acqua) e senza masticare. Per i bambini, la dose giornaliera del farmaco viene somministrata in una dose 30 minuti prima della prima poppata. La compressa viene sciolta in acqua a una sospensione sottile, che viene preparata immediatamente prima di assumere il farmaco.

Si raccomanda il seguente regime posologico..

La dose iniziale è di 1/2 compressa. Iodtirox ® al giorno. Dopo 2-4 settimane, la dose viene aumentata a una dose di mantenimento in base all'età, al peso corporeo del paziente e alla tolleranza al farmaco.

Dose di mantenimento - 1 compressa. in un giorno. Durante la gravidanza 1-1 / 2 compresse. in un giorno.

La durata del trattamento è determinata dal medico e di solito varia da diversi mesi alla vita.

Overdose

Sintomi di tireotossicosi (specialmente se la dose viene aumentata troppo rapidamente all'inizio del trattamento): tachicardia, disturbi del ritmo cardiaco, tremori delle dita, ansia interna, insonnia, sudorazione eccessiva, perdita di peso, diarrea.

Trattamento: ridurre la dose o interrompere l'assunzione del farmaco per diversi giorni, condurre un esame di follow-up.

Dopo la scomparsa degli effetti collaterali, il trattamento deve essere iniziato con cautela con una dose più bassa..

istruzioni speciali

In caso di sovradosaggio acuto e intossicazione, si raccomanda di interrompere l'assunzione del farmaco e condurre un esame di follow-up. Il farmaco viene prescritto con cautela ai pazienti con malattie cardiovascolari, tra cui ipertensione arteriosa, angina pectoris, insufficienza cardiaca. In questi casi, prima della nomina del farmaco Iodtirox ®, dovrebbe essere effettuato il trattamento della malattia di base. Iodirox ® viene assunto a piccole dosi. Con lo sviluppo di dolore nell'area del torace o altri sintomi che indicano un peggioramento del decorso della malattia cardiovascolare, la dose del farmaco deve essere ridotta.

Prestare particolare attenzione quando si prescrive il farmaco a pazienti anziani. Dovrebbero essere trattati con dosi più basse..

L'uso del farmaco in pazienti con diabete mellito, diabete insipido o insufficienza surrenalica può portare a un aumento della gravità dei sintomi di queste malattie. Durante questo periodo, è necessaria un'attenta selezione delle dosi di farmaci per il trattamento di queste malattie.

Con l'ipotiroidismo a causa di un danno alla ghiandola pituitaria, è necessario scoprire se c'è contemporaneamente insufficienza della corteccia surrenale. In questo caso, la terapia sostitutiva con GCS deve essere iniziata prima che inizi il trattamento dell'ipotiroidismo con gli ormoni tiroidei al fine di evitare lo sviluppo di insufficienza surrenalica acuta.

Con la giusta dose terapeutica, il farmaco non influisce sulla capacità di guidare veicoli e meccanismi di controllo.

Modulo per il rilascio

Compresse 0,1 mg / 0,131 mg: in blister di PVC / foglio di alluminio o polipropilene / foglio di alluminio, 25 pezzi.; in un pacchetto di cartone 2 o 4 bolle.

fabbricante

Frankfurterstrasse 250, 64293 Darmstadt, Germania.

Frankfurter Strasse, 250, 64293, Darmstadt, Germania.

I reclami dei consumatori devono essere inviati a

Nycomed Distribution Center LLC.

119048, Mosca, st. Usacheva, 2, p. 1.

Tel.: (495) 933-55-11; fax: (495) 502-16-25.

Termini di vacanza in farmacia

Condizioni d'immagazzinamento di Iodtirox ® della medicina

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Periodo di validità del farmaco Iodtirox ®

Non utilizzare dopo la data di scadenza indicata sulla confezione.

Quanto costa una cura per la tiroide?

Quando si tratta di prevenzione delle malattie, il medico di solito parla di una corretta alimentazione, esercizio fisico e controlli medici regolari..

Ma per prevenire la malattia della tiroide, basta cucinare tutto il cibo con sale iodato.

Secondo le statistiche del Ministero della Salute, oltre il 2% dei russi soffre di malattie alla tiroide - quasi 3 milioni di persone. Tutte queste malattie sono croniche. Nella maggior parte dei casi, la medicina non sa ancora come trattarli, può solo compensare.

Sono un endocrinologo. In questo articolo ti dirò quali malattie sono causate da disturbi della tiroide, come vengono trattate e quanto costa..

Quali sono le malattie della tiroide?

La ghiandola tiroidea è un organo che prende lo iodio dal sangue e lo trasforma in ormoni. Sono chiamati contenenti iodio. Come altri ormoni, regolano il metabolismo nel corpo. Prima di tutto, influenzano il ritmo del cuore e il funzionamento del sistema nervoso..

Mentre una quantità normale di iodio è nel sangue di una persona, la ghiandola tiroidea funziona normalmente. Ma se diventa piccolo, compensa il deficit. Per questo, il ferro aumenta: elabora più sangue, cattura più iodio e produce più ormoni. A volte il cambiamento è visibile dal lato: un gonfiore simile al gozzo di uccello appare sul collo, a causa del quale la malattia ha preso il nome.

iodio giornaliero per un adulto

Meno iodio nel sangue, più intensamente il ferro aumenta per fornirci la giusta quantità dei suoi ormoni. Ma qualsiasi compensazione ha un limite.

Se si avvia il processo, dopo qualche tempo nella ghiandola tiroidea compaiono formazioni extra - nodi. Sono costituiti da cellule ghiandolari, motivo per cui catturano anche iodio e producono ormoni. Ma la ghiandola tiroidea non regola la loro attività, quindi dopo un po 'le cellule iniziano a produrre troppi ormoni. C'è una condizione che i medici chiamano tireotossicosi.

Con la tireotossicosi, una persona diventa nervosa, suda molto, perde rapidamente peso, ha un battito cardiaco più veloce e mancanza di respiro anche con uno sforzo minore. Se la tireotossicosi non viene trattata, vi sarà il rischio di fibrillazione atriale e arresto cardiaco.

Con il gozzo in esecuzione, è possibile un altro scenario. A volte le cellule della ghiandola nei nodi perdono la loro capacità di catturare lo iodio dal sangue e produrre ormoni. Quindi, al contrario, diventano troppo pochi. I medici chiamano questa malattia ipotiroidismo..

Con l'ipotiroidismo, una persona sente debolezza, sonnolenza, gonfiore appare in lui, il suo pensiero peggiora, il linguaggio rallenta. Aumenta di peso, non tollera il freddo, la sua pressione diminuisce, la pelle si secca, si verifica costipazione. La malattia è particolarmente pericolosa per le donne in gravidanza. L'ipotiroidismo avanzato porta al coma.

La ghiandola tiroidea si trova nella parte anteriore del collo ed è a forma di farfalla. Fonte: Sebastian Kaulitzki / Shutterstock

Prevenzione

I problemi alla tiroide si verificano spesso a causa della mancanza di iodio nel corpo. Pertanto, il modo più semplice per prevenirli è consumare abbastanza oligoelementi. Un adulto ha bisogno di 150 microgrammi al giorno, i bambini dai 2 ai 6 anni hanno bisogno di 90 microgrammi e le donne in gravidanza e in allattamento hanno bisogno di almeno 200 microgrammi.

Ci sono due problemi con lo iodio. Nella maggior parte delle regioni della Russia non è abbastanza. Più lontano dal mare, meno iodio nell'aria, nell'acqua e, soprattutto, nei prodotti.

Un altro problema è che non si accumula nel corpo, ma viene escreto quando visitiamo il bagno. Pertanto, per la prevenzione delle malattie della tiroide, è necessario assicurarsi che lo iodio entri nel corpo ogni giorno.

Dal 1956, in URSS, lo iodio iniziò ad essere aggiunto al sale da tavola senza fallo. Dopo 10 anni, l'incidenza della malattia della tiroide è stata drasticamente ridotta. Ho persino dovuto chiudere i dispensari specializzati per l'ansia - ce n'erano alcuni.

Ma la iodizzazione del sale aumenta il suo costo, anche se non di molto: non più del 10%. Pertanto, negli anni '90, quando non dipendeva dallo iodio, molte industrie smisero di farlo - e l'incidenza della ghiandola tiroidea iniziò ad aumentare drasticamente. Ora stanno prendendo in considerazione un nuovo progetto di legge sulla iodizzazione obbligatoria dei prodotti, ma non è ancora stato adottato..

Mezzi per il trattamento della ghiandola tiroidea BERLIN-CHEMIE Iodomarin - recensione

Iodomarin per ipotiroidismo, tiroidite autoimmune, durante la gravidanza, con l'allattamento. Lo iodomarina è necessario se bevi L tiroxina / eutirox? L'ipotiroidismo e la tiroidite autoimmune sono trattati con iodomarina? Prodotti contenenti iodio. Sintomi di carenza di iodio.

Tutti sanno che la maggior parte della popolazione mondiale soffre di carenza di iodio. Ma nessuno capisce cosa sia questa "sofferenza". Un semplice profano ha l'opinione che se una persona non ha problemi di peso e non ha un brutto tumore (gozzo) sul collo, allora questa persona sta bene con la ghiandola tiroidea, gli ormoni sono normali, abbastanza iodio.

In questa recensione, vorrei toccare non solo la necessità di assumere "Iodomarin" per un residente medio in Russia, ma anche condividere la mia esperienza personale con questo farmaco per una malattia come la tiroidite autoimmune sullo sfondo dell'ipotiroidismo subclinico.

Con questa diagnosi, Iodomarin e L-tiroxina / eutirox nella mia borsa, ho trascorso più di un anno, nonché i periodi di pianificazione della gravidanza, della gravidanza e dell'allattamento. Tutto sotto la supervisione di dottori, ovviamente. Spero che la mia esperienza sia utile.

IODOMARINE 200: PREZZO, PRODUTTORE, ISTRUZIONI, COMPOSIZIONE. ANALOGHI A BASSO COSTO

confezionato "Iodomarina" 100 compresse: 4 blister da 25 compresse ciascuno. Questo è sufficiente per 100 giorni di ammissione. Ho un dosaggio di 200 mcg (0,2 mg). C'è anche un dosaggio di 100 (per i bambini).

Struttura:

Una compressa contiene: Principio attivo: ioduro di potassio - 262 mcg (che corrisponde a 200 mcg di iodio).

Eccipienti: lattosio monoidrato, carbonato basico di magnesio leggero, gelatina, carbossimetil amido sale sodico, biossido di silicio altamente disperso, magnesio stearato.

Produttore: Germania

Istruzioni: indicazioni e controindicazioni:

Istruzioni: via di somministrazione e dosaggio, effetti collaterali, sovradosaggio:

Lo iodomarina ha analoghi "economici": è "microioduro" e "ioduro di potassio". La differenza di prezzo non è così significativa (20-25%), ma allo stesso tempo, Iodomarin è in ogni farmacia e dovrai cercare Mikroyodid.

TASSO GIORNALIERO DI IODIO, CHE COSA È? PRODOTTI CONTENENTI IODIO. HAI BISOGNO DI IODOMARINA?

Se vivi sulla costa del mare o dell'oceano, puoi dimenticare la mancanza di iodio.
Altrimenti, per un adulto, la norma giornaliera di iodio è di 200 mcg (0,2 mg). E per le donne in gravidanza e in allattamento - 300 mcg.

1 compressa "Iodomarin 200" contiene 0,262 mg di ioduro di potassio, che corrisponde a 0,2 mg = 200 μg di iodio.

"Tutte le vitamine, gli oligoelementi possono essere ottenuti dal cibo, non c'è nulla da avvelenare con le pillole" - diranno alcuni.

Può. Nel collage sotto, vedi quanti alimenti devi mangiare per ottenere i tuoi 200 mcg di iodio:

Sono pronto a scommettere che il cittadino russo medio non consuma abbastanza pesce di mare, alghe, cachi e frutti di mare al giorno.

Ma i frutti crudi di Feijoa sono una meravigliosa e quasi l'unica alternativa alle pillole. Se, ovviamente, vivi in ​​una grande città, dove acquistare feijoa non è un problema.

Ci sono alcuni altri miti sullo iodio:

Il mito del "sale è la fonte di iodio" è così popolare che persino alcuni endocrinologi sono in preda a questo inganno - ad esempio, come il medico della clinica a pagamento, in cui sono stato osservato per molto tempo, ha detto.

Quindi, IL SALE MARINO NON CONTIENE IODIO. È considerato più benefico del sale "extra", perché non contiene additivi chimici (antiaderenti, sbiancanti) e non a causa dello iodio.

E lo iodio salato iodato SCARICA DURANTE IL RISCALDAMENTO, e anche dopo un paio di mesi di conservazione in forma aperta, quando il sale è bagnato e poi si asciuga e in altri casi (non sai come è stato conservato il sale che hai comprato. E molto probabilmente zuppe di sale, contorni, piatti principali durante la cottura).
A proposito di grano saraceno, uova (e anche prodotti lattiero-caseari), quindi tutto è chiaro: possono e contengono iodio, ma è impossibile mangiare così tanto grano saraceno in un giorno per compensare la carenza di iodio.

SE IODOMARINA È GRAVIDANZA E ALLATTAMENTO AL SENO?

Lo iodomarina (così come quasi tutti i suoi analoghi, microioduro, ecc.) Non è solo possibile, ma DEVE anche essere usato durante la gravidanza e la HB.

  1. Stai già assumendo un qualche tipo di complesso di vitamine contenenti iodio (spesso è acido folico + iodio, ad esempio Folio o multivitaminici per le donne in gravidanza). Quindi prendere iodomarin anche non vale la pena al fine di evitare un sovradosaggio.
  2. Ti è già stato diagnosticato un qualche tipo di patologia tiroidea / sospetta patologia tiroidea e il medico ha VIETATO assumere iodio ("beh, in linea di principio è possibile, ma non ha senso" - NON si tratta di un divieto, ma ne parleremo più avanti)

SONO INCINTA. PERCHÉ IL GINECOLOGO NON MI HA NOMINATO IODOMARIN / IODID POTASSIO?

"Se lo iodio è così importante, perché il medico che conduce la mia gravidanza non mi ha prescritto di berlo?!"

  • Perché se un medico di un LCD gratuito prescrive un farmaco a una donna incinta, la donna incinta potrebbe richiedere che l'LCD distribuisca questo farmaco gratuitamente. E sul display LCD a questo punto nel tempo questo farmaco potrebbe non esserlo.
  • Perché se ti nomina Yodomarin e ti senti male da lui, avrà problemi. E se il tuo bambino non ancora nato soffre di una mancanza di iodio, il medico non ha nulla a che fare con esso, ha fatto tutto secondo le istruzioni
  • Perché se a un certo punto un esame del sangue per gli ormoni mostra significati "sbagliati", verrai inviato a un endocrinologo e poi ti occuperà di te. Il ginecologo preferirà non andare in quest'area, temendo di sbagliare all'appuntamento.

Il ginecologo mi ha detto che se gli ormoni sono normali e non ci sono sintomi di carenza di iodio, non ho bisogno di iodio

Secondo alcuni ginecologi, la carenza di iodio sembra una carenza di ferro. Secondo le analisi, ho scoperto un aumento del TSH (bassa emoglobina), ho bevuto un ciclo di compresse di iodio (o ferro), tutto è diventato ok.

Ma qualsiasi endocrinologo ti confermerà che in caso di carenza di iodio e gravidanza, NON attendere i sintomi.

Il primo sintomo della carenza di iodio è un aumento dell'ormone TSH. Questo sintomo appare molto prima di ogni altro che potresti notare (cambiamenti di peso, benessere, ecc.)

Il normale livello di TSH di una persona sana è fino a 4,5. Nelle donne in gravidanza, il livello di TSH dovrebbe essere inferiore a 2,5. Inoltre, è particolarmente importante che il basso livello di TSH sia in una fase iniziale - fino a 10 settimane ostetriche. Il TSH elevato nelle donne in gravidanza aumenta significativamente il rischio di sindrome di Down in un bambino.

Di conseguenza, abbiamo la seguente situazione:

  • in primo luogo, il livello di TSH di una donna incinta può essere compreso tra 2,5 e 4,5. È SANO, non ha sintomi e non può esserlo. Tuttavia, per la gravidanza questo livello di TSH è troppo alto e deve essere abbassato in anticipo con iodomarina o, se necessario, anche L con tiroxina o eutirox. O entrambi contemporaneamente.
  • in secondo luogo, la carenza di iodio non viene ripristinata in una settimana e il TSH non diminuisce in un paio di giorni. Il tubo neurale del bambino si forma nelle primissime fasi, il conto va avanti giorni e semplicemente non c'è tempo per condurre 100500 studi e attendere i loro risultati.

Gli endocrinologi avvisano IMMEDIATAMENTE quando la gravidanza e il sospetto di carenza di iodio prima di iniziare una visita dal medico, iniziare a prendere preparati di iodio e con TSH sopra 2,5 iniziare immediatamente a prendere tiroxina.

A proposito, in assenza di gravidanza, non dovresti aspettare i sintomi della carenza di iodio.

Se gli ormoni sono GIÀ normali (alto TSH, basso T4 sv, T3 sv), se l'ecografia mostra già qualcosa di brutto, allora è troppo tardi per bere Borjomi. C'è una funzione ridotta della ghiandola tiroidea ed è improbabile che ritorni alla normalità dopo un ciclo di iodomarina. In presenza di sintomi gravi, lo iodomarina diventa già un trattamento aggiuntivo, necessario, ma non SUFFICIENTE.

IL GINECOLOGO DICE CHE UN'ESPRESSIONE DI IODIO È PERICOLOSO DI UNO SVANTAGGIO

Sì, a proposito di una sovrabbondanza di qualsiasi vitamina.
Per la riassicurazione, non assumere preparazioni di iodio nei giorni in cui hai mangiato molte alghe o frutti di mare, quando hai mangiato feijoa, fatto impacchi di alghe o spruzzato Yoksom in gola.
Se ultimamente non hai fatto nulla di simile, da dove viene l'eccesso di iodio?

Bene, e penso che dovrebbe essere chiaro a qualsiasi persona razionale che se bevi più complessi vitaminici / integratori alimentari contemporaneamente, quindi calcolando le norme quotidiane, devi sommare le composizioni di tutti i complessi.

È sciocco incolpare Iodomarin / un altro farmaco, facendo riferimento al fatto che porta a un sovradosaggio durante l'assunzione di farmaci per le donne in gravidanza.

IODOMARINA IN IPOTIROIDISMO E TIROIDITE AUTOIMMUNE. SINTOMI DI IPOTIROIDISMO E DI DEFICIENZA DI IODIO, ESISTONO?

Ipotiroidismo - questa è una condizione del corpo in cui il livello dell'ormone TSH (ormone stimolante la tiroide) è aumentato (sopra 4-4,5).
Ipotiroidismo subclinico - questa è una situazione in cui il TSH è già elevato, ma di solito non ci sono sintomi della malattia. Il livello di altri ormoni è normale, la persona si sente bene, non ci sono lamentele o sono soggettive e possono essere associate a cause esterne (irritabilità, cattivo umore, affaticamento).

Ipotiroidismo clinico - questa è una situazione in cui non solo aumenta il TSH, ma anche i livelli degli ormoni T4 e T3 (tiroxina e triiodotironina).

I sintomi della carenza di iodio sono simili ai sintomi dell'ipotiroidismo..

Si ritiene che le persone con ipotiroidismo / carenza di iodio siano sovrappeso, letargiche, letargiche, che parlano lentamente, hanno mal di testa, disturbi del sonno, disturbi gastrointestinali, pianto. Nelle donne - fallimenti del ciclo.

Per esperienza personale, questo è ben lungi dall'essere il caso. L'unico sintomo di ipotiroidismo che ho osservato e sta vedendo è una pressione leggermente ridotta (da 100 a 70). Tutto il resto è esattamente l'opposto.

(Sono magro sullo sfondo della normale alimentazione, parlo molto rapidamente ed emotivamente, gesticolando attivamente, anche essendo troppo mobile, non ho problemi con il ciclo, mal di testa, non mi lamento del sonno, non posso dire che mi stanco rapidamente, soprattutto non posso nominare apatico).

Le istruzioni per "Iodomarin" dicono che l'ipotiroidismo non deve essere trattato con Yodomarin. Ma non è così.

Il fatto è che l'ipotiroidismo non è una malattia indipendente, ma piuttosto un sintomo che indica la presenza di una malattia.

I produttori di "Iodomarin" hanno giustamente considerato che in alcuni casi l'ipotiroidismo può essere causato da ragioni in cui l'assunzione di iodio danneggerà solo (lo stesso sospetto di cancro).
Pertanto, questo consiglio nelle istruzioni dovrebbe essere preso come segue: "se hai già problemi con la ghiandola tiroidea, fai capire al medico se puoi usare il nostro farmaco".

Ma nella maggior parte dei casi, "Iodomarin" per l'ipotiroidismo non è solo possibile prendere, ma NECESSARIO.

"Iodomarin" è utile ed efficace in:

  • carenza di iodio e ipotiroidismo causati da questa causa
  • malattie autoimmuni, in particolare tiroidite autoimmune
  • cambiamenti nella struttura della tiroide dovuti a infezione / infiammazione
  • ipotiroidismo postpartum e tiroidite postpartum (questo accade e talvolta scompare da solo)

"Iodomarin" NON danneggerà se:

  • malformazioni congenite della ghiandola tiroidea
  • ipotiroidismo postoperatorio

L'IODOMARINA È NECESSARIA PER RICEVERE L-TIRROSSINA / EUTIRROX?

Ho la tiroidite autoimmune. E c'era anche l'ipotiroidismo, ora è regolato dalle pillole (Eutirox e Iodomarin), quindi il livello di tutti gli ormoni nel mio corpo è normale.
Alcuni endocrinologi hanno prescritto lo iodomarina come trattamento aggiuntivo, altri medici hanno affermato che "è inutile / senza senso", che "lo iodomarino non è necessario se si beve l-tiroxina / eutirox".

Gli argomenti principali dei medici che ritengono che "lo iodomarina non sia necessaria" sono approssimativamente i seguenti: lo iodio è un materiale da costruzione, "argilla", da cui la ghiandola tiroidea produce "mattoni" (tiroxina = T4). Se porti mattoni già pronti sul corpo, allora non ha bisogno di argilla.

Gli argomenti principali dei medici che credono che "sia necessaria la iodomarina" sono: la ghiandola tiroidea ha già problemi, questo è un dato di fatto. Lei stessa non può fare abbastanza mattoni. Ma portiamole ancora mattoni e argilla finiti. All'improvviso vuole fare mattoni, scolpire e niente!

La mia esperienza personale ha dimostrato che lo iodomarina è necessario, anche se bevi ormoni tiroidei!

Come l'ho scoperto?

Il dottor No. 1 mi ha prescritto 50 mcg di ormoni (eutirox o l-tiroxina) + Iodomarina alla dose di 200 al giorno.

Quando assumo 50 microgrammi di tiroxina e 200 microgrammi di iodio al giorno, il mio background ormonale è diventato ideale: TSH è leggermente più di 1 e T4 è nel mezzo della norma.

Questo è andato avanti per diversi anni, e poi ho iniziato a vedere un medico n. 2, che ha annullato Yodomarin, raccontando una storia colorata su argilla e mattoni (l'ho descritto brevemente sopra).

Alcuni mesi dopo, un esame del sangue ha mostrato che senza Iodomarina, il TSH è aumentato (rimaneva ancora entro l'intervallo normale, ma la tendenza è chiara).

"Quello che vuoi è una caratteristica della tua malattia, con l'età avrai bisogno di dosi sempre più elevate dell'ormone", ha detto il medico n. 2, "Penso che dovresti aumentare la dose di tiroxina a 75 mcg al giorno"..

Non la pensavo così. Dopo aver fatto un cenno al medico, ho lasciato arbitrariamente la dose allo stesso livello, ma ho aggiunto 200 mcg di iodio (cioè 1 compressa di iodomarina al giorno).
E il livello di TSH è tornato ai suoi valori precedenti.
Conclusione: lo iodio, ovviamente, non cura la tiroidite autoimmune. Ma l'assunzione di Iodomarin con tiroidite autoimmune non sarà certamente superflua, perché sospende il decorso della malattia.

Riassumere:

  • Lo iodomarina deve essere assunto con tiroidite autoimmune
  • Lo iodomarina può essere assunto con ipotiroidismo se non è causato da cause di "controindicazioni" (iodio radioattivo, cancro e sospetto di esso)
  • Lo iodomarina NON TRATTA la tiroidite autoimmune, ma ne interrompe lo sviluppo
  • Le esigenze di iodomarina devono essere assunte durante la gravidanza e l'allattamento (se non si assumono multivitaminici che contengono già iodio)
  • Oltre alle compresse, il feijoa può fornire una norma di iodio (in 1 pezzo - 10 dosi giornaliere di iodio!) O il consumo giornaliero di frutti di mare e alghe
  • Cereali, uova, latticini, mare e sale iodato non sono buone fonti di iodio.

Questo è chi ti ha parlato di "lo iodio inorganico aumenta gli anticorpi nella tiroidite"?

I medici hanno un argomento del genere, ma stiamo parlando di una situazione in cui lo iodio è ECCESSO (e questo eccesso è determinato dall'analisi), e non una carenza, e non vi è alcuna differenza se questo iodio è organico o no.

L'eccesso di iodio organico aumenta anche gli anticorpi allo stesso modo dell'eccesso inorganico. Con un consumo normale, va tutto bene.

>> le alghe sono migliori, sicuramente non ce ne sarà un eccesso
ovviamente, non lo sarà, perché ci sarà una carenza)) devi mangiare 50 grammi di alghe al giorno per ottenere un tasso giornaliero di iodio. Usando l'alga come condimento, mangerai un massimo di 15 grammi al giorno e non riceverai nemmeno la metà della dose necessaria. Quindi sì, il surplus non minaccia, minaccia la mancanza.

Un'alternativa alle pillole è solo feijoa. Nell'alga non ci sarà abbastanza iodio.

>> ma inorganico può portare a ipertiroidismo
Forse se c'è un sovradosaggio di iodio. Consumando 1 compressa al giorno e non vivendo vicino al mare, è impossibile ottenere un eccesso. In realtà, questa è tutta la mia recensione. Mangi 500 grammi di cachi al giorno? 400 grammi di salmone? 200 g di alghe? 300 grammi di gamberi? No? Scommetto che mangi questi alimenti al massimo un paio di volte a settimana. Bene, ti stanchi semplicemente di mangiare costantemente cavoli e gamberi. E se sì, da dove prendi l'eccesso di iodio??
I medici hanno una paura terribile di qualsiasi overdose, perché le conseguenze di un sovradosaggio saranno a carico del medico che ha prescritto il farmaco. E il medico non sarà responsabile per i problemi di salute associati alla mancanza di vitamine e minerali, quindi il consiglio del medico non berrà sempre vitamine e integratori alimentari.

>> E lo stress aumenta anche gli anticorpi?
Perché sei così spaventato da un aumento degli anticorpi o soddisfatto della loro diminuzione? Il ruolo è giocato solo dal fatto di presenza di anticorpi. E la gravità della malattia e il suo decorso sono valutati dal livello di TSH e dagli ultrasuoni della ghiandola tiroidea.
Il punto è che gli anticorpi sono un modo per determinare che la tiroidite è AUTOIMMUNE e non un altro. Se almeno una volta gli anticorpi sono elevati, questo è dimostrato dal fatto che ci sono problemi autoimmuni. Se successivamente gli anticorpi diminuiscono o aumentano, ciò non significa nulla. E se gli anticorpi diventano normali, ciò non significa che il problema sia scomparso e che non vi sia più una reazione autoimmune. In una parola, non è necessario guidare così tanto a livello di anticorpi. Il fatto che siano presenti gioca un ruolo, non il numero.

>> aggiungi alle insalate anziché al sale e il gusto non si fa sentire
quanto lo aggiungi? pesare con una bilancia da cucina. 2 grammi? 5 grammi? E hai bisogno di 50 grammi. Alcuni medici danno consigli dal soffitto. Ad esempio, quando raccomandano di aumentare i livelli di vitamina A mangiando spinaci (che dovresti mangiare 150-200 grammi al giorno e crudo). Di conseguenza, una persona mangia 3 foglie di spinaci a settimana e pensa di essere stato vitaminizzato per i mesi a venire.

>> E dopo la gravidanza, continua a bere tiroxina?
Naturalmente, solo la dose è diventata la prima, incinta. Come esperimento, ho provato a rimuovere la tiroxina, ma il TSH ha strisciato su, ho dovuto tornare

Convivere con l'ipotiroidismo: come può aiutare iHerb

http://ru.iherb.com/Nature-s-Plus-Kelp-300-Tablets/7690?rcode=GFC837
Quindi nel nome era indicato semplicemente "K elp" e nella descrizione non era scritto sulla clorofilla, ma sullo iodio.
Derivato dalle migliori alghe brune della Nuova Scozia e del Pacifico, questo farmaco è un'altra fonte satura di clorofilla..

Ho iniziato a berlo ad aprile.
A giugno ho perso energia, il gonfiore è iniziato, il peso è salito in diverse direzioni, indipendentemente dall'alimentazione, e in generale non volevo vivere così.
Mi consideravo pigro e cercavo di forzarmi: lavorare, fare sport. Non ne è venuto fuori nulla. I capelli hanno iniziato a cadere - anche questo fatto in quello stato mi ha spaventato un po '. Ma quando il mio maestro, quando ha macchiato le sopracciglia, mi ha chiesto perché le ho colte, sono caduto nell'orrore e mi sono guardato più attentamente.
Lo stesso giorno mi sono registrato per un endocrinologo. Provando nella mia testa una conversazione con lei, mi resi conto della ragione dei miei problemi: la carenza di iodio.
Il medico ha confermato (anche un'ecografia ha mostrato un aumento della ghiandola tiroidea) e ha raccomandato un ritorno urgente ad un dosaggio di 200.

Ho appena ricevuto questo additivo:

Ora alimenti, energia tiroidea, supporto tiroideo

http://ru.iherb.com/Now-Foods-Thyroid-Energy-Thyroid-Support-90-Veggie-Caps/843?rcode=GFC837
NOW's Thyroid Energy è un integratore alimentare completo per supportare la salute della tiroide. ORA ha combinato iodio e tirazina, i due componenti necessari per produrre la secrezione tiroidea. Minerali come selenio, zinco e rame sono stati aggiunti come cofattori necessari per il normale funzionamento della ghiandola tiroidea. Inoltre, NOW's Thyroid Energy contiene estratti ayurvedici di erbe medicinali come la mirra (mymrh commissor) e ashwagandha (sonniferi), che fungono da componenti per un supporto nutrizionale più completo.

Il medico ha letto la composizione, approvata, ha detto di bere 3 mesi, 2 capsule, quindi per un secondo appuntamento.
I sintomi sono scomparsi dopo circa una settimana, i capelli hanno smesso di cadere dopo circa 2 mesi (ma per i capelli ho iniziato a prendere un ulteriore complesso di integratori alimentari).
mi sento bene.
La particolarità di assumere questo farmaco - non provare nemmeno a bere a stomaco vuoto - provoca vertigini. Posso bere molte cose in diverse combinazioni, ma questo integratore mi ha buttato giù per 2 ore. Non sperimentare più.

Integrazione dell'energia tiroidea con L-tirosina

Now Foods, L-tirosina (L-tirosina), 500 mg, 120 capsule

http://ru.iherb.com/Now-Foods-L-Tyrosine-500-mg-120-Capsules/836?rcode=GFC837
La L-tirosina è un aminoacido essenziale che svolge un ruolo importante nella produzione di neurotrasmettitori dopamina e noradrenalina. Inoltre, poiché la L-tirosina è necessaria per la sintesi degli ormoni tiroidei e dell'epinefrina (adrenalina), la L-tirosina normalizza la funzione del sistema endocrino e la risposta allo stress.
Sono felice con lui - dopo 1 capsula al giorno sento energia calma e il desiderio di agire. Puoi bere a stomaco vuoto.

Ora ho comprato uno di questi complessi per la ghiandola tiroidea per i test:

Kroeger Herb Co, Cura della tiroide, 100 tappi vegetali

Bevo 2 capsule al giorno + iodomarin 100 e L-tirosina 1-2 capsule, se necessario, rallegro ulteriormente.
mi sento bene.

Alla fine di dicembre ho donato sangue per gli ormoni, ho fatto un'ecografia. Tutto è tornato alla normalità. I capelli e le sopracciglia sono cresciuti al loro ritmo normale..
L'enocrinologo sbuffò agli integratori alimentari, ma disse che mi sento molto bene con il mio corpo - non è contro il complesso sopra.
Consigliato per integrare con vitamina D..

Iodio ed Eutirox

Verifica della compatibilità di farmaci Iodio ed Eutiroks. È possibile bere questi farmaci insieme e combinarne l'assunzione.

Nessuna interazione rilevata.

Interagisce con il farmaco: iodio

Propiltiouracile, corticosteroidi, beta-simpaticolitici, agenti di contrasto contenenti iodio, amiodarone inibiscono la conversione periferica di T 4 in T 3. A causa dell'elevato contenuto di iodio, l'uso di amiodarone può essere accompagnato dallo sviluppo di ipertiroidismo e ipotiroidismo. Particolare attenzione dovrebbe essere prestata al gozzo nodulare con il possibile sviluppo di un'autonomia funzionale non riconosciuta..

Il controllo è stato effettuato sulla base dei libri di consultazione dei medicinali: Vidal, Radar, Drugs.com, "Medicine. Un manuale per medici in 2 parti", ed. Mashkovsky M.D. L'idea, il raggruppamento e l'analisi manuale selettiva dei risultati è stata effettuata dal candidato delle scienze mediche, il medico di medicina generale Shkutko Pavel Mikhailovich.

2018-2020 Combomed.ru (Combomed)

Tutte le combinazioni, i confronti e le altre informazioni presentate sul sito sono informazioni di base generate in modo automatico e non possono costituire una base sufficiente per decidere le tattiche di trattamento e la prevenzione delle malattie, nonché la sicurezza dell'uso di combinazioni di farmaci. È richiesta la consultazione del medico.

Non è stata trovata alcuna interazione - significa che i farmaci possono essere assunti insieme o che gli effetti dell'uso congiunto dei farmaci non sono stati sufficientemente studiati al momento e ci vogliono tempo e statistiche accumulate per determinare la loro interazione. È necessaria una consultazione specialistica per affrontare il problema della co-somministrazione di farmaci.

Interagisce con il farmaco: *** - significa che nel database degli elenchi ufficiali utilizzati per creare il servizio, è stata trovata un'interazione statisticamente registrata dai risultati della ricerca e dell'uso, che può portare a conseguenze negative per la salute del paziente o migliorare un effetto positivo reciproco, che richiede anche consulenza specialistica per determinare le tattiche di ulteriore trattamento.

Iodio ed Eutirox

Informazioni sulla carenza di iodio e disfunzione tiroidea

L'ipotiroidismo o la tireotossicosi hanno maggiori probabilità di provocare carenza di iodio in un adulto?
Una domanda difficile per gli studenti di una classe sulla ghiandola tiroidea. Tuttavia, se guardi a cosa scrivono i tuoi guru di Instagram, la domanda è difficile non solo per gli studenti.

Lo iodio è necessario per la sintesi degli ormoni tiroidei. Con carenza di iodio, la produzione di ormoni viene interrotta. È logico supporre che ciò porterà all'ipotiroidismo. Ma non è così. Non certo in questo modo. Questi casi sono descritti, ma si tratta di casistica. È difficile riprodurre la completa mancanza di assunzione di iodio negli alimenti.

Se l'assunzione di iodio non è zero, si verifica una situazione diversa. La violazione della produzione di ormoni tiroidei porta ad un aumento della secrezione di TSH. L'ormone stimolante la tiroide fa sì che le cellule tiroidee si dividano più intensamente e producano più ormoni. Ciò compensa il livello degli ormoni tiroidei e non si verifica ipotiroidismo. Ma arriva il gozzo.
La stimolazione costante del TSH porta ad un allargamento diffuso della ghiandola tiroidea. Alcune cellule si dividono più velocemente di altre: viene creato un precedente per la formazione di nodi. Il processo non finisce qui. Più divisioni cellulari, maggiore è il rischio di errori e mutazioni. Gli errori portano alla perdita di controllo sulla funzione e sulla crescita cellulare. Crescita autonoma - cancro alla tiroide, funzione autonomica - sintesi casuale di ormoni. Fortunatamente, l'autonomia funzionale è più comune. Pertanto, la carenza di iodio a lungo termine a lungo termine porta a tireotossicosi a causa della formazione di gozzo tossico nodulare o multinodulare.
Ciò è confermato dall'epidemiologia. Nelle regioni carenti di iodio negli adulti, la principale causa di tireotossicosi è il gozzo tossico multinodulare, non la malattia di Graves.

Alcuni punti pratici

OMS raccomanda:
90 mcg di iodio al giorno per un massimo di 5 anni
120 mcg di iodio per bambini di 6-12 anni
150 mcg di iodio oltre i 12 anni
e 250 mcg di iodio durante la gravidanza e l'allattamento.

Non dimenticare il sale iodato e la durata di conservazione.
Durante la gravidanza e l'allattamento è necessaria un'ulteriore assunzione di 150 mcg di ioduro di potassio.
Se viene somministrata la terapia con levotiroxina, non è necessaria un'ulteriore assunzione di iodio. Nella levotiroxina è sufficiente.
Se hai già il gozzo, è troppo tardi per bere Borjomi. In grandi dosi di iodio, non lo dissolverai, ma puoi provocare la tireotossicosi.

Eutirox nel trattamento della malattia della tiroide

A proposito di articolo

Per citazione: Kochergina I.I. Eutirox nel trattamento delle malattie della tiroide // carcinoma mammario. 2007. N. 11. S. 959

La patologia endocrina più diffusa al mondo sono le malattie della tiroide, in particolare nelle regioni con insufficiente iodio nell'ambiente, a cui appartiene il nostro paese..

La malattia tiroidea più comune sulla Terra è il gozzo endemico, che si sviluppa in condizioni di carenza di iodio. Più di 2 miliardi di abitanti del nostro pianeta vivono in regioni carenti di iodio. Non esiste un solo continente in cui non si riscontra una carenza di iodio. Queste sono tutte montagne, colline e aree lontane dai mari e dagli oceani [Delange F., 2002, Gerasimov GA, 2003]. Quasi tutte le regioni della Russia hanno un grado variabile di carenza di iodio: da lieve a moderata.
Secondo l'OMS, l'assunzione fisiologica minima di iodio al giorno è di 200 mcg. La maggior parte dei residenti nel nostro paese consuma solo 40–80 microgrammi di iodio al giorno a causa dell'insufficiente assunzione di sale iodato e pesce di mare. Il consumo di oltre 2000 mcg (2 mg) di iodio al giorno è indesiderabile, poiché tale dose è considerata eccessiva e potenzialmente dannosa [Thompson S., 2002]. Tuttavia, in alcuni paesi, come il Giappone, l'assunzione giornaliera di iodio può raggiungere i 20 mg / giorno. (20.000 mcg!) A causa del consumo di alghe e altri frutti di mare [Nagataki S., 1993]. In Australia, l'assunzione di iodio fino a 2.000 mcg / giorno è considerata sicura. per adulti e fino a 1000 mcg / giorno. per i bambini, nel Regno Unito - fino a 17 mcg di iodio per kg di peso corporeo al giorno, ma non più di 1000 mcg / giorno. Negli Stati Uniti e in Canada nel 2001, una soglia di sicurezza per l'assunzione giornaliera di iodio è stata fissata a 1100 mcg / giorno. Per sviluppare questo criterio, è stato utilizzato il primo effetto collaterale dell'assunzione eccessiva di iodio: un aumento dell'ormone stimolante la tiroide ipofisaria (TSH). Gli esperti dell'OMS considerano la dose di iodio a 1000 mcg / die. sicuro per tutti gli adulti di età superiore ai 19 anni, comprese le donne in gravidanza e in allattamento [Thompson S., 2002, Gerasimov GA, 2004]. Sfortunatamente, in molti paesi del mondo la popolazione non riceve nemmeno la necessaria dose fisiologica di iodio (200 mcg / giorno) con il cibo..
Con anni di insufficiente compensazione della carenza di iodio, si sviluppa un aumento della ghiandola tiroidea - un gozzo endemico.
Secondo l'OMS, normalmente il volume di ciascun lobo della ghiandola tiroidea non supera il volume della 1 ° falange del pollice del paziente. Se il volume della ghiandola tiroidea supera i 18 ml nelle donne e i 25 ml negli uomini, viene rilevata la presenza di gozzo. All'inizio si sviluppa un gozzo endemico diffuso di 1 grado, quindi 2 gradi. Durante questo periodo, che può durare per decenni, la ghiandola tiroidea cerca di fornire al corpo una quantità normale di ormoni tiroidei in condizioni di carenza di iodio aumentando le dimensioni del gozzo e la sintesi attiva degli ormoni tiroidei in condizioni di sovraccarico di capacità fisiologiche. La ghiandola tiroidea inizia a sintetizzare più triiodotironina (T3), che richiede 3 atomi di iodio e riduce la produzione di levotiroxina (T4), per la sintesi di cui sono necessari 4 atomi di iodio. Con l'esistenza a lungo termine di carenza di iodio, i meccanismi compensativi si esauriscono, la quantità di ormoni tiroidei diminuisce e aumenta il livello di ormone stimolante la tiroide della ghiandola pituitaria (TSH).
Con una prolungata carenza di iodio nei tirociti, aumenta il contenuto di radicali liberi che contribuiscono alla mutagenesi e aumenta la sensibilità dei tirociti ai fattori di crescita. Di conseguenza, sullo sfondo della stimolazione del TSH in condizioni di carenza di iodio nella ghiandola tiroidea, aumenta il numero di mutazioni. Dei tirociti mutati con stimolazione tiroidea continua, successivamente, si formano nodi, adenomi autonomi tireotossici (follicolari) e tumori tiroidei altamente differenziati di varie strutture istologiche (strutture papillari, follicolari e miste). Nelle stesse condizioni, possono verificarsi varie mutazioni del recettore del TSH (rTTG). L'attivazione delle mutazioni del recettore del TSH può portare allo sviluppo di nodi, gozzo tossico multinodulare, adenomi autonomi e cancro. Le mutazioni inattivanti di RTG conducono allo sviluppo di vari gradi di resistenza al TSH o allo sviluppo di ipotiroidismo [Georgopoulos NA et al., 2003; Calebiro D. et al., 2005].
Di conseguenza, il gozzo nodale, multinodulare, conglomerato o misto si sviluppa clinicamente. Lo sviluppo del gozzo e la formazione di nodi dipendono direttamente dalla concentrazione di iodio nella ghiandola tiroidea (Tabella 1).
La carenza di iodio attiva i mediatori intratiroidi di proliferazione e fattori di crescita: interleuchine, fattore di crescita insulino-simile - 1 (IGF - 1), fattore di crescita epidermica (EGF), inositolo trifosfato (uno dei più potenti fattori di proliferazione intracellulare), ecc. D'altra parte, con carenza di iodio i fattori che bloccano la crescita delle ghiandole sono bloccati.
Per la prevenzione del gozzo endemico, il sale iodato viene utilizzato nella maggior parte dei paesi del mondo. Se nelle regioni carenti di iodio il 90-98% della popolazione consuma sale iodato, il gozzo endemico non è praticamente trovato nella popolazione. Nella Federazione Russa, solo il 30% della popolazione consuma sale iodato, quindi l'uso di preparati farmaceutici contenenti, a differenza degli integratori alimentari, una quantità rigorosamente definita di iodio (ad esempio, bilancio dello iodio) per la prevenzione e il trattamento del gozzo precoce è rilevante per il nostro paese. Particolarmente importante è l'assunzione dell'equilibrio di iodio per i gruppi ad aumentato rischio di sviluppare IDD (bambini, adolescenti, donne in gravidanza e in allattamento). La dose profilattica per i bambini è di 100 mcg / die. (1 compressa di equilibrio di iodio 100), per adolescenti, adulti, donne in gravidanza e in allattamento - 200 mcg / die. (1 compressa di iodio Balance 200).
Per il trattamento del gozzo endemico di 2 ° grado, non viene utilizzata solo la monoterapia con iodio, ma anche la monoterapia con farmaci levotiroxina, nonché il trattamento combinato con farmaci iodio e levotiroxina, che è il più patogenetico ed efficace. La dose di levotiroxina per il trattamento del gozzo endemico diffuso viene selezionata empiricamente, a partire da un minimo di 25 μg / die. al necessario sotto controllo il livello di T4 libero (cT4) e TSH (livello di TSH target di 0,1-0,4 mIU / l). Molto spesso, la dose di L - T4 è di 75–150 μg / giorno, meno spesso fino a 200 μg / giorno. I principali svantaggi della monoterapia soppressiva L - T4: alta frequenza di recidiva del gozzo dopo l'interruzione del farmaco, il rischio di complicanze della tireotossicosi del farmaco, la necessità di frequenti studi ormonali per selezionare la dose di L - T4. Attualmente, la monoterapia L-T4 viene utilizzata raramente..
Per il trattamento combinato di gozzo endemico, i preparati di iodio e levotiroxina sono utilizzati sotto la supervisione della clinica, cT4 e TSH.
La terapia combinata può essere effettuata sia con la somministrazione simultanea di preparati L - T4 e iodio, sia con le loro combinazioni fisse. Molto spesso vengono utilizzati preparati contenenti 100 μg di iodio e 100 μg L - T4. L'uso del preparato combinato "Iodtirox" contenente 100 μg di iodio e 100 μg L - T4 presenta numerosi vantaggi:
• raggiungimento più rapido della riduzione del volume tiroideo (grazie a L - T4),
• il rischio di recidiva del gozzo diminuisce (il fenomeno del ritiro L - T4 è livellato),
• viene utilizzato un dosaggio inferiore di L - T4 rispetto alla monoterapia L - T4 e, di conseguenza, una frequenza inferiore di effetti collaterali associati all'assunzione di farmaci per la tiroide,
• Il livello di TSH è soppresso di meno rispetto alla terapia soppressiva L - T4.
Per funzione, il gozzo endemico nella maggior parte dei casi è eutiroideo (senza funzionalità compromessa), ma può essere accompagnato da una diminuzione della funzione (ipotiroidismo) o dal suo aumento (tireotossicosi), che spesso si sviluppa in gozzo tossico multinodulare con produzione autonoma di ormoni tiroidei. Prima di prescrivere un trattamento per gozzo endemico con levotiroxina, è necessario verificare l'assenza di tireotossicosi.
Gozzo nodulare. Negli ultimi anni, a causa della prolungata mancanza di un'adeguata profilassi dello iodio, il numero di forme nodulari di gozzo è aumentato notevolmente. Secondo Hampel R. et al. (1995), la prevalenza di formazioni nodulari in regioni carenti di iodio può raggiungere il 50% della popolazione, mentre il gozzo multinodulare si sviluppa più spesso.
L'esame ecografico (ultrasuono) della ghiandola tiroidea, accessibile ad ampi strati della popolazione, ha portato all'identificazione di piccole formazioni strutturali (1-3 mm di diametro) nella ghiandola tiroidea, sovradiagnosi del gozzo nodulare e la necessità di osservazione dinamica di un numero enorme di pazienti, poiché non si sa mai quale sarà con queste formazioni ulteriormente. Possono scomparire con ultrasuoni ripetuti dopo sei mesi, possono rimanere invariati per molti anni o essere caratterizzati da una rapida crescita e da una tendenza ad atipia.
Sfortunatamente, al momento non esiste una strategia di trattamento singola per il gozzo nodulare. Alcuni credono che non dovresti correre con un trattamento chirurgico. Si possono osservare a lungo tali pazienti, usare la terapia con levotiroxina, indirizzando i pazienti alla chirurgia solo quando il nodo viene ingrandito a 3 cm o più o in presenza di compressione dell'organo del collo. I sostenitori delle tattiche operative ritengono che sia necessario operare su qualsiasi nodo. È abbastanza difficile trovare la giusta soluzione in ciascun caso particolare, poiché, da un lato, si deve essere consapevoli della prontezza di attenzione e, dall'altro, non esporre il paziente a un intervento chirurgico irragionevole. Allo stesso tempo, va ricordato che il carcinoma tiroideo nell'era post-Chernobyl ha iniziato a manifestarsi più spesso, può differire nella crescita multifocale e nelle prime metastasi con piccole (meno di 1 cm) dimensioni del tumore primario.
La maggior parte dei pazienti con gozzo nodulare ha uno stato eutiroideo, a volte latente (latente, subclinico) o ipotiroidismo manifesto e riceve un trattamento con farmaci tiroidei per compensare l'ipotiroidismo o ridurre le dimensioni dei nodi e il volume della ghiandola tiroidea con la sua iperplasia.
I dosaggi di levotiroxina per la prevenzione della crescita dei nodi nel gozzo eutiroideo nodulare possono essere diversi e dipendere dall'età del paziente e dalla presenza di patologia cardiovascolare concomitante. Prima di prescrivere un trattamento con levotiroxina per gozzo nodulare, è necessario condurre una diagnosi differenziale con adenoma tireotossico e carcinoma tiroideo. Aiuterà nella diagnosi di ultrasuoni con doppler, una scansione della tiroide con I131, uno studio del livello di ormoni - cT4, TSH.
Negli ultimi anni, la tiroidite autoimmune è diventata una patologia comune della ghiandola tiroidea..
Un marker di infiammazione autoimmune è la comparsa nel corpo umano di autoanticorpi e linfociti T sensibilizzati che distruggono selettivamente un particolare organo.
Con l'infiammazione autoimmune della ghiandola tiroidea nel sangue, si osservano autoanticorpi (AT) verso l'enzima intracellulare dei tirociti - tiroidossidasi (da AT a TPO) e tireoglobulina (da AT a TG) e si osserva infiltrazione linfoide di cellule immunocompetenti nel tessuto tiroideo.
Normalmente, gli anticorpi contro TG e TPO sono presenti in ogni persona sana in piccole quantità. Gli anticorpi sono necessari per distruggere le cellule della tiroide vecchie o distrutte e consentire a quelle nuove di crescere. Quindi c'è un costante processo di aggiornamento del corpo.
Se si formano molti autoanticorpi (il loro titolo supera diverse volte la norma), possono iniziare a distruggere non solo le cellule usate, ma anche quelle attive e sane, portando alla loro distruzione, sostituzione con tessuto connettivo, fibrosi e riduzione della funzione tiroidea. Il processo, una volta avviato, può durare per decenni, per il resto della sua vita e non richiede sempre un trattamento. L'infiammazione e la fibrosi in diverse parti della ghiandola tiroidea non sono la stessa cosa, portando a una densità irregolare della ghiandola tiroidea, la tuberosità alla palpazione, i cambiamenti caratteristici della struttura della ghiandola rilevati dagli ultrasuoni, alla formazione di nodi falsi o veri. In alcuni pazienti, la ghiandola tiroidea con tiroidite autoimmune può aumentare con la formazione di gozzo diffuso, nodulare / multinodale o misto, in altri può diminuire, atrofia fino a quando il tessuto tiroideo scompare quasi completamente..
Anche la funzione tiroidea nella tiroidite autoimmune può essere diversa. Nella stragrande maggioranza dei casi (80-90%), la tiroidite autoimmune è stata asintomatica per molti anni, senza disfunzione, non ha mostrato segni di attività per decenni e viene rilevata per caso quando si esamina il sangue alla ricerca di anticorpi anti-perossidasi tiroidea (da AT a TPO) della ghiandola tiroidea. Tale tiroidite non ha bisogno di cure. È necessaria solo l'osservazione dinamica: un'ecografia della ghiandola tiroidea, un esame del sangue per T4 e TSH gratuiti una volta all'anno, in modo da non perdere il momento in cui può essere necessario il trattamento della funzionalità tiroidea compromessa, se si verifica una tale situazione.
L'esito della tiroidite autoimmune è di solito una diminuzione della funzione tiroidea con lo sviluppo di ipotiroidismo, sia con atrofia della ghiandola tiroidea, sia sullo sfondo del suo aumento con la formazione di gozzo.
L'ipotiroidismo è una diminuzione della funzione tiroidea. Per lungo tempo, sulla base di uno dei principali segni di ipotiroidismo - edema del tessuto mucoso (mix - mucoso, godema - edema), questa malattia è stata chiamata mixedema.
L'ipotiroidismo clinico o manifesto è una delle malattie endocrine frequenti e, secondo le statistiche mondiali, è interessato dallo 0,2 all'1-2% della popolazione.
L'ipotiroidismo subclinico (latente o latente) si verifica 5-10 volte più spesso: nel 7-10% delle donne e nel 2-3% degli uomini. L'ipotiroidismo subclinico non è una malattia indipendente: ogni anno

Il 5% dei casi di ipotiroidismo latente si manifesta e nei prossimi 4-8 anni si svilupperà un ipotiroidismo esplicito nel 20-50% dei pazienti. Con l'età, aumenta il numero di pazienti con ipotiroidismo sia manifesto che subclinico. Quindi, nei pazienti anziani, l'ipotiroidismo si verifica nel 7% e le forme subcliniche di ipotiroidismo in circa il 20% della popolazione.
Con l'ipotiroidismo subclinico, non ci sono segni tipici di ipotiroidismo, ci sono solo sintomi generali, ma anche in questa fase della malattia si possono osservare disfunzioni di vari organi e sistemi. Nei pazienti con ipotiroidismo subclinico, si riscontra una diminuzione della memoria, dell'attenzione, delle capacità creative, dei disturbi del sonno, della depressione, della violazione dello spettro lipidico, dell'ipercolesterolemia, del rapido sviluppo di aterosclerosi, ipertensione, cardiopatia coronarica, emodinamica compromessa, ritmo cardiaco e conduzione. Nei pazienti anziani, l'ipotiroidismo subclinico è un fattore di rischio indipendente per l'aterosclerosi e l'infarto del miocardio, nei giovani pazienti può essere accompagnato da iperprolattinemia, che porta a una diminuzione della libido e della potenza negli uomini, disfunzione mestruale, amenorrea, infertilità e mancanza di efficacia IVF nelle donne. Pertanto, la diagnosi precoce e il trattamento tempestivo con levotiroxina sono di grande importanza.
La diagnosi di ipotiroidismo subclinico è caratterizzata dalla presenza di un aumento del TSH a un livello normale di cT4 e cT3. Un'adeguata terapia con levotiroxina aiuterà a migliorare le condizioni dei pazienti e ridurrà il rischio di sviluppare formidabili complicanze cardiache.
L'ipotiroidismo può essere congenito e acquisito, compensato, compensato e scompensato..
L'ipotiroidismo congenito è associato a una violazione della struttura della ghiandola tiroidea nel periodo prenatale - ipoplasia, aplasia o disturbi geneticamente causati nella struttura del recettore del TSH o biosintesi degli ormoni tiroidei [Larsen PR., 1996]. La frequenza di occorrenza è

1: 4000 neonati.
Con l'ipotiroidismo congenito dovuto a una forte riduzione dei processi proteico-sintetici, una crescita nello sviluppo mentale del bambino è ritardata fino a quando si verifica la demenza, poiché gli ormoni tiroidei influenzano la differenziazione dei tessuti e lo stato del sistema nervoso centrale. L'adinamia è pronunciata nei bambini, sono inattivi, lo sviluppo di funzioni statiche è ritardato: i pazienti iniziano a sedersi, camminare, parlare in ritardo. Nelle aree con grave carenza di iodio, possono verificarsi grave ipotiroidismo con gozzo e ritardo mentale (cretinismo).
Poiché gli ormoni tiroidei sono estremamente importanti per lo sviluppo del cervello e dell'intelligenza, il 5 ° giorno dopo la nascita viene condotto uno studio sulla possibile presenza di ipotiroidismo congenito per ogni neonato in tutti i paesi del mondo. Con l'ipotiroidismo congenito, la terapia sostitutiva inizia immediatamente per evitare una diminuzione dell'intelligenza. Il trattamento tempestivo con levotiroxina porta al normale sviluppo di un bambino sano e di una persona a pieno titolo.
Se la funzione tiroidea diminuisce dopo un lungo periodo di normale funzionamento, tale ipotiroidismo viene chiamato acquisito. Le ragioni della diminuzione della funzione tiroidea e dello sviluppo dell'ipotiroidismo possono essere diverse: dal danno alla ghiandola stessa a una violazione della sua regolazione da parte del sistema nervoso centrale. A questo proposito, l'ipotiroidismo può essere primario, secondario e terziario..
L'ipotiroidismo primario è associato a un danno diretto al tessuto della ghiandola tiroidea e ad una diminuzione del numero di cellule funzionalmente attive. Ad esempio, dopo un trattamento chirurgico per tossico diffuso, gozzo nodulare o carcinoma tiroideo, dopo il trattamento I131, dopo infiammazione, trauma, danno da radiazione alla tiroide, tiroidite autoimmune, ecc. Spesso la causa dell'ipotiroidismo primario è una violazione della sintesi degli ormoni tiroidei nella tiroide in condizioni di carenza di iodio sullo sfondo dell'endemico del gozzo. I disturbi geneticamente determinati nella sintesi degli ormoni tiroidei sono rari.
L'ipotiroidismo secondario si sviluppa nelle malattie della ghiandola pituitaria e una diminuzione della secrezione di TSH e terziario - con danni all'ipotalamo e una diminuzione della secrezione di tiroliberina. La violazione della regolazione centrale porta a una diminuzione della sintesi degli ormoni tiroidei.
La varietà di funzioni della ghiandola tiroidea e l'influenza dei suoi ormoni su vari processi vitali del corpo determinano la molteplicità e la varietà dei sintomi dell'ipotiroidismo. In assenza di un trattamento tempestivo, possono svilupparsi gravi disturbi del sistema nervoso centrale, sistemi endocrini, immunitari, cardiovascolari e altri, distrofia di vari organi e tessuti. I cambiamenti funzionali e organici espressi contro l'ipotiroidismo contribuiscono all'insorgenza e al peggioramento di altre malattie: ipertensione, malattie del tratto gastrointestinale, sistema muscoloscheletrico, diabete mellito, ecc..
La riduzione della funzionalità tiroidea porta a una violazione della funzione delle ghiandole sessuali sia nelle donne che negli uomini: sviluppo di disfunzione ovarica negli adolescenti e nelle giovani donne, compromissione della fertilità, infertilità o complicata gravidanza e parto, menopausa precoce, diminuzione della libido, potenza e capacità di procreazione.
Le manifestazioni di ipotiroidismo sono associate a una diminuzione dell'effetto degli ormoni tiroidei sul metabolismo e una diminuzione dell'attività di tutti i processi metabolici. La malattia si sviluppa lentamente, gradualmente. Inizialmente compaiono sintomi generali: letargia, riduzione delle prestazioni, perdita di interesse per l'ambiente, lentezza, sonnolenza, sensazione di freddo, aumento del peso corporeo, costipazione. I pazienti attribuiscono questo a stanchezza, età, stress e non vanno dal medico per molto tempo..
Il posto principale nell'ipotiroidismo è occupato dai cambiamenti nella sfera emotivo-volitiva, che sono espressi in apatia, letargia, sonnolenza, memoria alterata, attenzione, affaticamento mentale rapido, perdita dell'udito.
La pelle con ipotiroidismo è secca, traballante, pallida, con una tonalità giallastra, fredda al tatto. La tinta giallastra è dovuta alla carotinemia, poiché la sintesi della vitamina A dal carotene è compromessa.
A causa di una carenza di ormoni tiroidei, l'assorbimento dei carboidrati dal tratto gastrointestinale viene interrotto, la degradazione del glicogeno nel fegato è ridotta.
Con una diminuzione della funzionalità tiroidea, il metabolismo dei grassi è significativamente compromesso: colesterolo, lipoproteine ​​a bassa e bassissima densità, aumento dei trigliceridi, che contribuisce allo sviluppo dell'aterosclerosi.
Si nota il gonfiore del viso, delle palpebre, della pastosità (gonfiore) delle gambe e delle braccia, la fessura palpebrale si restringe, le labbra si ispessiscono. Questi cambiamenti sono associati a una violazione dei processi metabolici all'interno delle cellule e allo sviluppo di un peculiare, cosiddetto edema mucoso di consistenza densamente pastosa, con pressione su cui non c'è fossa. I capelli perdono lucentezza, diventano secchi e fragili. Particolarmente caratteristica è la caduta dei capelli sulla testa e sulla parte esterna delle sopracciglia. Le unghie si rompono facilmente, ottengono una striatura trasversale. Il linguaggio diventa lento, la voce diventa bassa (a causa dell'ispessimento delle corde vocali), la lingua è edematosa, è difficile adattarsi alla bocca. Nei bambini con ipotiroidismo congenito, sporge dalla bocca..
Il gonfiore specifico si sviluppa in tutti gli organi e tessuti, in tutte le cellule del corpo. Quindi, si possono osservare mal di testa persistenti (gonfiore del tessuto cerebrale), un aumento delle dimensioni del cuore, un aumento del volume muscolare (gonfiore muscolare). Nei casi più gravi, c'è un accumulo di liquido nel sacco pericardico (idropericardio).
L'edema del mixedema non scomparirà sotto l'influenza dei diuretici, scomparirà solo sotto l'influenza del trattamento con l'ormone tiroideo, quindi, se si verifica ipotiroidismo, è necessaria una terapia sostitutiva con levotiroxina.
La graduale progressione di una diminuzione della funzione tiroidea porta allo sviluppo di ipotiroidismo inizialmente subclinico, quindi manifestato clinicamente o manifestato.
Per il trattamento dell'ipotiroidismo, è necessaria una terapia sostitutiva, in cui una persona riceve la quantità mancante di ormoni tiroidei. Pertanto, con l'ipotiroidismo, la somministrazione di preparati di ormoni tiroidei è vitale. È sempre meglio curare la malattia nella fase di disturbi minimi.
L'obiettivo del trattamento dell'ipotiroidismo è mantenere la concentrazione degli ormoni tiroidei a un livello fisiologico normale in modo che il paziente si senta completamente in salute.
Per il trattamento delle malattie della tiroide nel mondo, vengono prodotti analoghi sintetici completi degli ormoni tiroidei umani: levotiroxina e triiodotironina.
La levotiroxina sodica è un isomero levorotatorio sintetico della tiroxina. Se assunto per via orale, viene assorbito fino all'80% della dose assunta. La concentrazione massima nel siero di sangue viene raggiunta dopo 5-6 ore. In vari organi e tessuti del corpo (fegato, reni, cervello, muscoli) con l'aiuto di enzimi speciali - deiodinasi, la monodeiodazione di circa l'80% di levotiroxina sodica si verifica con la formazione di triiodotironina attiva di omonio (T3) e metaboliti inattivi. L'emivita del farmaco è di 6-7 giorni. Con la tireotossicosi, diminuisce a 3-4 giorni e con l'ipotiroidismo si allunga fino a 9-10 giorni.
L'effetto terapeutico si osserva dopo 7-12 giorni, durante lo stesso tempo l'effetto persiste dopo l'interruzione del farmaco. L'effetto clinico dell'ipotiroidismo si manifesta dopo 3-5 giorni. Il gozzo diffuso diminuisce o scompare entro circa 6 mesi.
La dose giornaliera di levotiroxina viene determinata individualmente in base alle indicazioni.
Quando si esegue una terapia sostitutiva per l'ipotiroidismo in pazienti di età inferiore a 55 anni in assenza di malattie cardiovascolari, il farmaco viene prescritto in una dose giornaliera di 1,6-1,8 μg / kg di peso corporeo; in pazienti di età superiore a 55 anni o con malattie cardiovascolari concomitanti - 0,9-1,0 μg / kg di peso corporeo.
Il trattamento di pazienti anziani con patologia cardiaca concomitante inizia con una dose di 25 mcg. Il farmaco viene assunto al mattino 30 minuti prima di un pasto. Quindi la dose viene gradualmente aumentata per un supporto costante: nei pazienti anziani - per 2-3 mesi; con patologia cardiaca concomitante - per 4-6 mesi. Molto spesso, la dose di mantenimento di levotiroxina per le donne è di circa 100 mcg / die. (75-150 mcg), per gli uomini circa 150 mcg / giorno. (100-200 mcg). Con l'obesità significativa, il calcolo è per 1 kg di peso corporeo "ideale".
L'efficacia del trattamento è valutata dal livello di TSH e CT4. Il valore ottimale di TSH target a cui è necessario lottare quando si esegue la terapia sostitutiva è 0,6-1,5 mU / l. Lo studio del TSH viene effettuato non prima di 2-3 mesi dopo un miglioramento del benessere e della normalizzazione dell'impulso da parte dell'ECG e al mattino a stomaco vuoto prima di alzarsi.
La necessità di levotiroxina nei neonati e nei bambini 0-6 mesi. - 10-15 mcg per 1 kg di peso corporeo al giorno; nei bambini di 6-12 mesi. - 6-8 mcg / kg; 1–5 anni - 5–6 mcg / kg; 6-12 anni 4-5 mcg / kg; oltre 12 anni (adolescenti) - 2-3 mcg / kg / giorno.
Durante la gravidanza, la necessità di tiroxina aumenta in media del 45-50%, mentre il livello di TSH deve essere monitorato almeno 1 volta in 1,5-2 mesi. Quando l'ipotiroidismo viene rilevato in una donna incinta, la dose necessaria di levotiroxina viene prescritta immediatamente, poiché gli ormoni tiroidei sono essenziali per il normale sviluppo del cervello fetale. Un'adeguata compensazione dell'ipotiroxinemia in una donna incinta previene lo sviluppo cognitivo e motorio alterato del feto e aiuta anche a ridurre la mortalità e la morbilità perinatale, riduce significativamente la gravità della patologia respiratoria.
Quando l'ipotiroidismo primario è combinato con insufficienza surrenalica (sindrome di Schmidt), il trattamento dell'ipotiroidismo con levotiroxina è iniziato solo dopo che l'insufficienza surrenalica è compensata dai corticosteroidi.
La levotiroxina è anche usata per trattare il gozzo endemico, per prevenire la crescita nodulare e per prevenire le ricadute dopo l'intervento chirurgico per il gozzo nodulare (in assenza di adeoma autonomo o tireotossicosi); per terapia soppressiva dopo tiroidectomia per carcinoma tiroideo; nel trattamento della tireotossicosi dopo aver raggiunto lo stato eutiroideo con tireostatici (sotto forma di terapia di associazione "blocco - sostituzione").
La levotiroxina è controindicata per aumento della funzione tiroidea di qualsiasi eziologia, infarto miocardico acuto, miocardite acuta, insufficienza surrenalica non trattata.
Con cautela, il farmaco deve essere prescritto per le malattie cardiovascolari: ipertensione, aterosclerosi, malattia coronarica, angina pectoris, aritmie, con una storia di infarto; con diabete mellito, sindrome da malassorbimento, grave ipotiroidismo a lungo termine.
Con un sovradosaggio del farmaco, si possono osservare i sintomi caratteristici della tireotossicosi: palpitazioni, disturbi del ritmo cardiaco, dolore cardiaco, ansia, tremori, disturbi del sonno, sudorazione eccessiva, diminuzione dell'appetito, perdita di peso, diarrea. A seconda della gravità dei sintomi, sono indicati una diminuzione della dose giornaliera del farmaco, un'interruzione del trattamento per diversi giorni e la nomina di b-bloccanti. Dopo la scomparsa degli effetti collaterali, il trattamento deve essere iniziato con cautela con una dose più bassa..
La levotiroxina viene assunta 1 volta al giorno al mattino a stomaco vuoto, 30-40 minuti prima di un pasto. Il tablet viene lavato con una piccola quantità di liquido (mezzo bicchiere d'acqua) e non viene masticato.
La terapia sostitutiva per l'ipotiroidismo continua per tutta la vita. Per i pazienti con ipotiroidismo, la somministrazione giornaliera di levotiroxina è molto importante. Con una piccola selezione di dosaggi (1–2), spesso nei pazienti che sono costretti a dividere la compressa in parti, l'aderenza al trattamento diminuisce, sono peggio compensati. La necessità di dividere le compresse di levotiroxina in 4-8 parti porta a difficoltà nell'accuratezza del dosaggio del farmaco e una diminuzione della qualità del trattamento.
Eutirox è l'unico farmaco levotiroxina nel nostro mercato che ha una vasta gamma di dosaggi: 25, 50, 75, 100, 125 e 150 mcg. La terapia con eutirox può migliorare la qualità del trattamento: garantire un'accurata selezione della dose e, di conseguenza, una migliore compensazione dell'ipotiroidismo.
La comodità di assumere il farmaco, la mancanza della necessità di condividere le compresse aumenta l'impegno del paziente nei confronti del trattamento, che è particolarmente importante per la somministrazione permanente del farmaco, migliora la qualità della vita e crea convenienza per i pazienti.
La normalizzazione dei processi metabolici durante la terapia sostitutiva con Eutirox compensa la carenza di ormoni tiroidei, normalizza livelli elevati di TSH, ripristina l'attività fisica e mentale e previene l'effetto negativo di una diminuzione degli ormoni tiroidei sulla salute umana. La presenza di una vasta gamma di diversi dosaggi del farmaco non solo aumenta la precisione del dosaggio di levotiroxina e migliora il grado di compensazione della malattia, ma crea anche convenienza per i pazienti, migliora la loro qualità della vita.

Letteratura
1. Delange F., Carenza di iodio in Europa: lo stato del problema per il 2002 // Thyroid International. 2002. N. 5.
2. Thompson C. Raccomandazioni dietetiche per lo iodio nel mondo // Newsletter IDD. 2002 / Vol. 18. No 3. P. 38–42.
3. Nagataki S. Status della nutrizione con iodio in Giappone // Disturbi da carenza di iodio: una preoccupazione continua (F. Delange, J. Dunn, D. Glinoer). N.Y.: Plenum Press, 1993, P. 141-146.
4. Gerasimov G.A. Carenza di iodio nei paesi dell'Europa orientale e dell'Asia centrale - lo stato del problema nel 2003. // Tiroidologia clinica, 2003. V. 1. No. 3. P.5-12. 5. Gerasimov G.A. La sicurezza dello iodato di potassio e dello iodato // Tiroidologia clinica, 2004. V. 2. No. 3. P.10-14.
6. Larsen PR. Ontogenesi della funzione tiroidea, sviluppo dell'ormone tiroideo e del cervello, diagnosi e trattamento dell'ipotiroidismo congenito. In: DeGroot LJ, Larsen PR, Henneman G, eds. La tiroide e le sue malattie. 6a ed. New York: Churchill Livingstone, 1996; 541–67.
7. Georgopoulos NA.et al. I noduli tiroidei autonomamente funzionanti in una precedente area iodiodeficiosa presentano comunemente mutazioni di guadagno nella via di segnalazione della tireotropina. Eur J Endocrinol 2003; 149: 287–292.
8. Kalebiro D., Perzani L., Back-Pekos P. Manifestazioni cliniche delle mutazioni del recettore del TSH: patologia del recettore del TSH. Tradotto da MD Fadeeva V.V., Thyroid International, 3, 2005)
9. Hampel R., Kulberg T., Klein K. et al. L'incidenza del gozzo in Germania è maggiore di quanto si sospettasse in precedenza. Med Klin 1995; 90: 324–329.
10. Fadeev V.V., Melnichenko G.A. Ipotiroidismo Una guida per i medici. Mosca 2002. Casa editrice "RCI Sovero Press"
11. Kahali G / Aspetti cardiovascolari e aterogenici dell'ipotiroidismo subclinico // Tiroide / 2000. Vol. 10. N. 8. p665–679.
12. Hak A.E / et al. L'ipotiroidismo subclinico è un indicatore di rischio indipendente per l'aterosclerosi e l'infarto del miocardio nelle donne anziane. Lo studio di Rotterdam // Ann Intem. Med. 2000. Vol. 132. p. 25-37.
13. Toft A. Terapia ormonale tiroidea, come e quando? // Thyroid International, 2001. No. 4. p.16-18.

Attualmente, il problema di trattare una condizione chiamata.