PsyAndNeuro.ru

L'ipotalamo è la ghiandola endocrina che controlla il lavoro di tutte le altre ghiandole, ad es. in realtà, è il regolatore dei processi di base nel corpo. Integra i sistemi nervoso ed endocrino autonomi. Situato nella parte anteriore delle gambe del cervello, l'ipotalamo è coinvolto nella formazione della parete del terzo ventricolo e, quindi, si riferisce al diencefalo.

Gli ormoni ipotalamici hanno una struttura peptidica. Sono divisi in tre gruppi in base al principio del meccanismo d'azione e all'ulteriore percorso di attuazione. Il primo gruppo include fattori di rilascio o liberine: corticoliberina, somatoliberina, tiroliberina, prolattoliberina, gonadoliberina e melanoliberina. Il loro effetto è un effetto positivo sulle cellule trofiche ipofisarie con il successivo rilascio dell'ormone o tropina corrispondente. Il secondo gruppo comprende statine: somatostatina, prolattostatina e melanostatina. Contrariamente agli ormoni del primo gruppo, hanno un effetto inibitorio sulle cellule pituitarie che producono ormoni, portando a una riduzione della loro sintesi dei corrispondenti principi attivi. Rilasciando ormoni e statine entrano nei lobi anteriore e medio della ghiandola pituitaria, che sono spesso combinati e chiamati adenoipofisi.

Nel terzo gruppo sono i cosiddetti ormoni dell'ipofisi posteriore, vasopressina e ossitocina. Sintetizzandosi nell'ipotalamo, entrano lungo gli assoni nella ghiandola pituitaria posteriore e da lì si distinguono per realizzare il loro effetto biologico. La durata della vita degli ormoni dell'ipotalamo è breve, pochi minuti, il che è di grande importanza nella precisa regolazione dei processi endocrini, rendendo il segnale accurato e rapidamente correggibile.

La corticoliberina o l'ormone di rilascio della corticotropina (KRH) è sintetizzata nei nuclei preottici, stimola la secrezione e la sintesi dell'ormone adrenocorticotropo nelle adrenocorticotrope. Contiene 41 residui di aminoacidi (leggi di più nell'articolo Asse GGN e depressione: ormone di rilascio di corticotropina).

La somatoliberina o l'ormone di rilascio della somatotropina (SRH) è sintetizzata nei nuclei arcuati. Nella ghiandola pituitaria, colpisce i somatotrofi, stimolando la sintesi e il rilascio dell'ormone della crescita. Contiene 44 residui di aminoacidi (leggi di più Somatotropina e Somatostatina)

La somatostatina o l'ormone inibitore della somatotropina viene sintetizzato non solo nelle cellule dell'ipotalamo, ma anche in molti altri organi. Oltre a inibire la sintesi dell'ormone della crescita, può fungere da neurotrasmettitore, un regolatore della digestione e della motilità intestinale, della crescita cellulare e della sua apoptosi (leggi di più Somatotropina e Somatostatina).

La tiroliberina o l'ormone di rilascio della tireotropina (TRH) è sintetizzata nei neuroni delle sezioni mediali dei nuclei paraventricolari. Per struttura, è un tripeptide. Nella ghiandola pituitaria, colpisce i tirotrofi, portando ad un aumento del contenuto dell'ormone stimolante la tiroide (TSH). Viene rilasciato ciclicamente, con un intervallo di circa 30-40 minuti (leggi di più Ormoni tiroidei e cervello)

La prolattoliberina o l'ormone stimolante la prolattina (PrH) o il fattore di rilascio della prolattina agiscono sui lattotrofi, portando ad una maggiore sintesi e rilascio di prolattina (leggi di più Prolattina e iperprolattinemia).

La dopamina, che è un ormone che inibisce la prolattina, entra nella ghiandola pituitaria, inibisce la sintesi della prolattina nei prolattotrofi. È composto da 56 residui di aminoacidi.

L'ormone di rilascio di gonadotropina (GRH) è sintetizzato nei nuclei preottici dell'ipotalamo. L'ingresso nella ghiandola pituitaria stimola le gonadotropie, il che porta ad un aumento della produzione di ormoni luteinizzanti (LH) e follicolo-stimolanti (FSH). Viene rilasciato ciclicamente, con un periodo di circa 40-60 minuti, rispettivamente, con la stessa frequenza, vengono rilasciati LH e FSH. È composto da 10 residui di aminoacidi. Può essere sintetizzato in altre aree del sistema nervoso centrale e agire come neurotrasmettitore, partecipando alla regolazione del comportamento emotivo e sessuale.

La melanoliberina o l'ormone di rilascio della melanotropina (MtGH) e la melanostatina regolano la produzione dell'ormone melanocitostimolante. Sintetizzato nella parte centrale dell'ipotalamo. Influisce sul metabolismo della proopiomelanocortina (POMK) e quindi sulla formazione di lipotropine, endorfine, ecc..

La vasopressina è sintetizzata nei nuclei paraventricolare e sopraottico dell'ipotalamo. Per assoni, entra nella ghiandola pituitaria posteriore, da dove viene secreta nella circolazione sistemica. È composto da 10 residui di aminoacidi. Gli effetti principali della vasopressina sono associati alla regolazione del metabolismo del sale d'acqua. Inoltre, può agire da neuromodulatore e neurotrasmettitore, partecipando alla formazione di processi comportamentali. È dimostrato il ruolo della vasopressina nella formazione della memoria, nella regolazione dei ritmi circadiani, nel comportamento locomotore, nella valutazione degli odori e nel comportamento sociale. Ha un effetto neurotrofico e in alcune cellule il sistema nervoso centrale può inibire l'apoptosi.

L'ossitocina è sintetizzata nel nucleo paraventricolare dell'ipotalamo, come la vasopressina, entra nell'ipofisi posteriore e da essa nella circolazione sistemica. La funzione dell'ormone è stata la prima a essere scoperta per migliorare l'attività contrattile del miometrio, che ha portato alla stimolazione del processo di nascita e delle cellule mioepiteliali delle ghiandole mammarie, con conseguente aumento della produzione di latte durante l'allattamento. Stimola il rilascio di prolattina, ACTH e gonadotropine. L'ossitocina regola l'attività comportamentale associata alla gravidanza e all'allattamento, svolge la formazione di comportamenti sociali associati a questi processi, cura della prole, aggressività di maschi e femmine in allattamento, comportamento sessuale, ricerca di un partner, ecc. L'ossitocina può indebolire la memoria sociale, compromettere l'apprendimento. Tuttavia, l'effetto sulla funzione cognitiva dipende dalla dose somministrata e dal tipo di allenamento con rinforzo positivo o negativo. L'ossitocina è coinvolta nell'analgesia indotta da stress, riducendo la sensibilità al dolore in situazioni critiche.

Il funzionamento alterato dell'ipotalamo è spesso associato a processi tumorali o disturbi circolatori, nonché a malattie genetiche. Le manifestazioni cliniche associate ad un aumento della pressione intracranica - mal di testa, vertigini, riduzione della vista fino alla sua perdita, ecc., Ma possono anche essere asintomatiche. Una diminuzione dell'attività ormonale della ghiandola è caratteristica, il che porta nell'infanzia al sottosviluppo dei sistemi di organi e negli adulti alla loro insufficienza. Ai fini del trattamento, viene eseguita la radioterapia, meno spesso l'intervento chirurgico. La terapia sostitutiva ormonale è indicata per normalizzare il sistema endocrino. Se la sintesi di uno dei fattori di rilascio è disturbata, l'attività della ghiandola corrispondente diminuisce. L'iperfunzione si verifica con un tumore che produce ormoni. In questo caso, c'è un aumento del funzionamento della ghiandola endocrina periferica. Raramente, un tumore è costituito da diversi tipi di cellule trofiche, che porta alla disregolazione di diverse ghiandole endocrine.

Disegno dell'autore - S. Zhukova.

Preparato da: Zhukova S.O..

fonti:

1 - Biochimica: libro di testo per scuole superiori / Ed. Severina E.S., 2003, 779p., Pp. 556-568.

2 - Favorevole Y.V., Shlyakhto E.V., Babenko A.Yu. Endocrinologia: un libro di testo per università mediche / 3a edizione, rev. e aggiungi. - SpecialLit. 2012.-- 421.: ill. Pagina 20-28.

3 - Grigoryeva M.E., Golubeva M.G. Ossitocina: struttura, sintesi, recettori ed effetti principali / J. Neurochemistry. Volume 27. No.2. 2010 Pagina 93-101.

4 - Sapin M.R. Anatomia e topografia del sistema nervoso: libro di testo. assegno / M.R. Sapin, D.B. Nikityuk, S.V. Klochkova. - M.: GEOTAR-Media, 2016. - 192 p. Pagina 48-49.

5 - Tsikunov S.G., Belokoskova S.G. Il ruolo della vasopressina nella regolazione delle funzioni del sistema nervoso centrale / Medical Academic Journal / V.10. Numero 4 2010 Pagina 218-228.

Ghiandola pituitaria e ghiandola pineale

In un precedente articolo, abbiamo discusso dell'ipotalamo e della ghiandola pituitaria, che sono strettamente correlati tra loro. L'ipotalamo secerne liberine e statine che regolano la ghiandola pituitaria. Ora esamineremo più da vicino la struttura della ghiandola pituitaria e gli ormoni che secernono.

pituitario

La ghiandola pituitaria (appendice cerebrale inferiore, la ghiandola pituitaria) è una ghiandola endocrina situata alla base del cranio. Si compone di tre lobi: anteriore, intermedio (medio) e posteriore. La ghiandola pituitaria è chiamata il "conduttore" delle ghiandole endocrine, poiché i suoi ormoni influenzano la loro funzione..

Nella parte anteriore della ghiandola pituitaria (adenoipofisi), vengono prodotti e secreti nel sangue gli ormoni tropicali (dal tropos greco - orientamento):

  • Ormone tiroideo stimolante (TSH) - stimola la secrezione di ormoni da parte della ghiandola tiroidea (lat. Glandula tiroide - ghiandola tiroidea)
  • Adrenocorticotropico (ACTH) - stimola la corteccia surrenale (dal lat. Adrenalis - surrenale e lat. Corteccia - corteccia)
  • Gonadotropico (THG) - influenza la secrezione di ormoni sessuali da parte delle ghiandole sessuali e la maturazione di ovuli / spermatozoi nelle ghiandole sessuali (lat. Gonas - ghiandola sessuale)
  • Somatotropico (STH) - ormone della crescita, influenza la crescita e lo sviluppo di tutte le cellule del corpo (soma greco - corpo)
  • Prolattina: stimola lo sviluppo delle ghiandole mammarie e la formazione di latte nelle madri che allattano

Prestiamo particolare attenzione all'ormone della crescita - STH. La violazione della sua secrezione porta a gravi malattie, poiché influenza la crescita e lo sviluppo del corpo. La secrezione di STH può essere aumentata, in questo caso parlano di iperfunzione dell'adenoipofisi (iper-sopra greco), o diminuita, in questo caso parlano di ipofunzione dell'adenoipofisi (ipo greco - sotto). Nell'infanzia e nell'età adulta, gli effetti di ipo e iperfunzione sono diversi.

Con l'iperfunzione dell'adenoipofisi (aumento della STH) nell'infanzia, si verifica un'eccessiva crescita ossea e si sviluppa il gigantismo, mentre le proporzioni del corpo vengono preservate. Con il gigantismo, l'altezza di una persona può raggiungere 2 o più metri. Con questa patologia, le ghiandole sessuali e le articolazioni sono più soggette a malattie, la psiche è spesso disturbata.

Nell'età adulta, l'iperfunzione dell'adenoipofisi non è accompagnata da un aumento della crescita, poiché la crescita della maggior parte delle ossa è completata. Tuttavia, quelle ossa in cui è presente uno strato cartilagineo iniziano a crescere eccessivamente: falangi delle dita, mascella inferiore. Labbra e naso si addensano, gli organi interni aumentano. Questa condizione in età adulta si chiama acromegalia (akron greco - arto e mega - grande).

Con l'ipofunzione dell'adenoipofisi (diminuzione della secrezione di STH) durante l'infanzia, si sviluppa il nanismo - ritardo della crescita. Con il nanismo, il corpo ha le proporzioni corrette, la crescita di non più di 1 metro, la psiche è normale. Questa condizione può essere corretta dal medico, in tempo (durante l'infanzia!) Prescrivendo l'ormone della crescita sotto forma di un medicinale.

Con l'ipofunzione dell'adenoipofisi in età adulta, si sviluppa un cambiamento nel metabolismo, che può portare sia all'esaurimento che all'obesità..

Il lobo intermedio della ghiandola pituitaria sintetizza e secerne il melanotropico (ormone melanocitostimolante). Sai già che i melanociti si trovano nello strato basale dell'epidermide, il loro pigmento - la melanina, dona alla pelle un colore scuro. L'ormone melanotropico stimola l'attività dei melanociti: sintetizzano la melanina, migliora la pigmentazione della pelle.

La ghiandola pituitaria posteriore - la neuroipofisi - non sintetizza (!), Ma rilascia solo due ormoni nel sangue: vasopressina (ormone antidiuretico - ADH) e ossitocina. Questi ormoni sono sintetizzati dai neuroni ipotalamici e lungo i processi dei neuroni scendono nella neurofipofisi, dove entrano nel sangue.

La vasopressina migliora il riassorbimento (assorbimento) dell'acqua nei tubuli del nefrone, riducendo così la sua escrezione nelle urine. In caso di violazione della secrezione di ADH, il volume di urina può aumentare fino a 20 litri al giorno! Questa condizione si chiama diabete insipido, perché come il diabete è caratterizzata da un aumento della produzione di urina (volume di urina) e una forte sete.

L'ossitocina svolge un ruolo importante durante il parto: stimola le contrazioni uterine, contribuendo all'avanzamento del feto attraverso il canale del parto. Nelle madri che allattano, l'ossitocina promuove l'allattamento (secrezione di latte) nelle ghiandole mammarie durante l'alimentazione.

Epifisi

La ghiandola pineale (ghiandola pineale) è la ghiandola endocrina della secrezione interna, anatomicamente correlata al diencefalo. A seconda dell'illuminazione, i neuroni della ghiandola pineale sintetizzano e secernono l'ormone melatonina, che è coinvolto nella regolazione dei ritmi giornalieri e stagionali del corpo. La luce inibisce la produzione di melatonina.

© Bellevich Yuri Sergeevich 2018-2020

Questo articolo è stato scritto da Bellevich Yuri Sergeyevich ed è la sua proprietà intellettuale. La copia, la distribuzione (inclusa la copia su altri siti e risorse su Internet) o qualsiasi altro uso di informazioni e oggetti senza il previo consenso del titolare del copyright è punibile dalla legge. Per i materiali dell'articolo e il permesso di usarli, si prega di contattare Bellevich Yuri.

Iperfunzione della ghiandola pituitaria. Acromegalia e gigantismo ipofisario (ipersecrezione dell'ormone della crescita). iperprolattinemia

L'ipofisi è una piccola ghiandola endocrina a forma di pisello. La ghiandola pituitaria si trova in uno speciale solco osseo nella cavità ossea della base del cranio, sopra il mesencefalo.

Molte funzioni biologiche del corpo umano sono regolate dalla ghiandola pituitaria. Secerne una serie di ormoni coinvolti nel metabolismo, nella crescita ossea e muscolare, nella regolazione della pressione sanguigna, nella pubertà e in altri importanti processi. La ghiandola pituitaria è collegata all'ipotalamo da una rete di vasi sanguigni. Se necessario, il cervello attiva la ghiandola pituitaria per aumentare o ridurre la produzione di alcuni ormoni.

La struttura e le funzioni della ghiandola pituitaria. Ormoni secreti dalla ghiandola pituitaria. Iperfunzione ipofisaria

A volte la ghiandola pituitaria è chiamata il "padrone delle ghiandole", perché in realtà controlla il lavoro di altre ghiandole del corpo. Fisiologicamente è composto da tre parti: anteriore, centrale e posteriore. Il lobo anteriore occupa circa l'80% del volume totale della ghiandola e produce tali ormoni:

  • ormone adrenocorticotropo (ACTH), che attiva le ghiandole surrenali per la produzione di ormoni steroidei, in particolare il cortisolo;
  • ormone della crescita (GH), che regola la crescita, il metabolismo e il peso corporeo;
  • ormone tiroideo (TSH o ormone stimolante la tiroide);
  • ormone luteinizzante gonadotropina (LH) e ormone follicolo-stimolante (FSH) - la capacità delle ovaie nelle donne e dei testicoli negli uomini di produrre ormoni sessuali dipende da loro;
  • prolattina (stimola la produzione di latte nelle donne che hanno partorito);

La ghiandola pituitaria media produce solo un ormone:

  • ormone melanocitico che influenza la pigmentazione della pelle.

La parte posteriore della ghiandola pituitaria produce due ormoni:

  • ormone antidiuretico (ADH), che regola l'equilibrio idrico e gli elettroliti;
  • ossitocina, che controlla le contrazioni uterine durante il parto e la produzione di latte materno.

Quando la ghiandola pituitaria diventa iperattiva, cioè produce in modo incontrollato vari tipi di ormoni, ciò comporta conseguenze negative per il corpo. L'eccessiva attività ipofisaria si chiama iperfunzione. La causa più comune di iperfunzione è la presenza di un tumore maligno o benigno sulla superficie della ghiandola pituitaria o direttamente nelle vicinanze. L'iperfunzione della ghiandola pituitaria provoca una serie di gravi malattie nell'uomo che non possono andare via senza trattamento ed eliminazione della causa principale.

Acromegalia e gigantismo ipofisario (ipersecrezione dell'ormone della crescita)

Gigantismo e acromegalia sono sintomi peculiari di eccessiva secrezione dell'ormone della crescita. La causa principale di questi due disturbi è l'adenoma ipofisario.

L'ipersecrezione dell'ormone della crescita (GH) è un processo che porta direttamente all'acromegalia e al gigantismo. È possibile stabilire se il paziente ha un livello normale di GR analizzando il livello di fattore 1 di crescita insulino-simile (IGF-1). Se le sue prestazioni sono normali, è possibile escludere l'ipersecrezione.

Il gigantismo ipofisario si verifica se l'ormone della crescita inizia a prodursi in eccesso durante l'infanzia e continua fino alla chiusura dell'epifisi della ghiandola pineale. Ciò significa che le ossa crescono rapidamente, allungandosi, ma praticamente senza cambiare forma. Con un tale disturbo, sono spesso presenti ritardo dello sviluppo e pubertà, si sviluppa l'eunuchoidismo.

I sintomi del gigantismo sono arti inferiori sproporzionatamente grandi, braccia lunghe, testa sproporzionatamente piccola, piedi di grandi dimensioni, mani grandi e dita lunghe. Alcuni pazienti con gigantismo raggiungono una crescita di oltre 2 metri. L'aspettativa di vita delle persone con gigantismo è di solito di breve durata. Oltre ai sintomi manifestati in una crescita aumentata, tali persone hanno un'immunità debole, disturbi neurologici.

acromegalia

Con l'acromegalia, l'ipersecrezione di GR di solito inizia nel periodo da 20 a 40 anni, dopo la chiusura delle aperture epifisarie. Segni caratteristici: ingrossamento dei lineamenti del viso, aumento delle dimensioni del naso, orecchie. I tessuti molli delle braccia e delle gambe diventano più grossolani. Nel corso degli anni, le persone con acromegalia non solo crescono il naso e le orecchie, ma anche le mani e i piedi. Queste persone richiedono un numero di scarpe più grande nel tempo, oltre a un anello e guanti più grandi. Negli adulti con acromegalia, i capelli sul corpo sono ingrossati, le ghiandole sebacee e sudoripare si allargano, quindi i pazienti lamentano spesso un odore sgradevole dal corpo. L'eccessiva crescita della mascella inferiore porta a una sporgenza della mascella (prognatismo) e un cambiamento nel morso dei denti. La crescita cartilaginea della laringe provoca la comparsa di una voce profonda e rauca. La lingua è spesso allargata. Di particolare importanza durante il decorso della malattia sono le fotografie dei pazienti, con le quali è possibile tenere traccia delle dinamiche dell'acromegalia.

Iperprolattinemia (alto livello di prolattina): sintomi e trattamento

L'iperprolattinemia è un livello eccessivamente alto dell'ormone prolattina nel sangue. Questo ormone è anche prodotto dalla ghiandola pituitaria. La funzione principale della prolattina è quella di stimolare la produzione di latte materno dopo il parto. Alti livelli di prolattina sono normali durante la gravidanza e durante l'allattamento. Nelle donne in gravidanza, sono noti casi di aumento della produzione di prolattina, ad esempio con malattie o assunzione di farmaci. Spesso la causa dell'iperprolattinemia è un tumore pituitario chiamato prolattinoma.

Questo tumore è quasi sempre benigno, può formarsi anche negli uomini. Occasionalmente, il prolattinoma può verificarsi sia nei bambini che negli adolescenti. Altri tumori cerebrali possono anche influenzare la ghiandola pituitaria e, di conseguenza, la prolattina inizia a essere prodotta in eccesso.

La prolattina riduce il livello di ormoni sessuali (estrogeni e testosterone) negli uomini e nelle donne. Troppa prolattina provoca un calo dei livelli di estrogeni e testosterone, causando disfunzione sessuale e irregolarità mestruali.

Sintomi di iperprolattinemia

Le conseguenze dell'iperprolattinemia sono piuttosto gravi. Tra questi ci sono infertilità, diminuzione o mancanza di desiderio sessuale, perdita ossea.

Le donne con iperprolattinemia soffrono di mestruazioni irregolari o amenorrea. Vagina secca, dolore durante il rapporto. Il seno può emettere latte, anche se la donna non si nutre e non è incinta.

Negli uomini, l'iperprolattinemia è espressa come segue:

  • disfunzione erettile;
  • una diminuzione della quantità di peli sul corpo e una diminuzione della massa muscolare;
  • i ragazzi hanno ritardato la pubertà e il basso livello di testosterone.

Negli uomini adulti possono comparire anche mal di testa sistematici e problemi di vista. Ciò è dovuto al fatto che il nervo ottico si trova vicino alla ghiandola pituitaria e può essere spremuto da un tumore ipofisario..

Trattamento di iperprolattinemia

Con un alto livello di prolattina, a volte i sintomi sono lievi o per niente. Se il paziente soffre di sintomi, il compito del medico è determinare la causa dei sintomi. Diverse possibili ragioni:

  1. Prolattinoma. Il primo passo nel trattamento di questo tumore è quello di assumere un farmaco che riduca la produzione di prolattina e riduca le dimensioni del tumore. Il farmaco più comunemente usato è la cabergolina, un'altra opzione è la bromocriptina. Il farmaco viene assunto a lungo, circa 2 anni. Successivamente, la dose del farmaco viene ridotta per i pazienti o viene completamente rimossa dal regime di trattamento.
  2. Rimozione del tumore A volte è l'unico trattamento, soprattutto se il corpo non risponde al trattamento.
  3. Irradiazione. In rari casi in cui la rimozione del tumore non è possibile, utilizzare basse dosi di radiazioni per ridurre le dimensioni del tumore o arrestarne la crescita.

Iperprolattinemia idiopatica. A volte i medici non riescono a trovare la causa dell'iperprolattinemia. Questo tipo di malattia si chiama iperprolattinemia idiopatica. In alcuni pazienti con IG, alti livelli di prolattina tornano alla normalità spontaneamente, senza l'intervento di un medico. Se la remissione non si verifica entro pochi mesi dalla data della diagnosi, ai pazienti viene prescritta la bromocriptina o la cabergolina.

In alcune donne, il prolattinoma si forma durante la gravidanza. Queste donne richiedono un monitoraggio e un trattamento speciali, di solito non vengono prescritti potenti farmaci durante la gravidanza. Se il prolattinoma nella donna incinta non cresce (questo può essere monitorato dalla qualità della vista, nonostante il fatto che peggiori o rimanga lo stesso), le radiazioni non vengono eseguite, come la diagnosi con la risonanza magnetica.

Secondo i materiali:
Clinica Cleveland © 1995-2014
© 2015 Merck Sharp & Dohme Corp., una consociata di Merck & Co.,
Inc., Kenilworth, New Jersey, Stati Uniti
© 2015 Copyright Endocrine Society

Disturbi dell'ipofisi e dell'ipotalamo

Descrizione

Prima di parlare di malattie del sistema ipotalamo-ipofisario, vale la pena scoprire cosa sono esattamente la ghiandola pituitaria e l'ipotalamo. La ghiandola pituitaria è un componente integrale del cervello, che si trova sulla sua superficie inferiore.

Il suo compito principale è quello di produrre ormoni speciali che assicurino la crescita del corpo, la funzione riproduttiva e il metabolismo. Ma l'ipotalamo è una sezione del diencefalo che controlla il sistema digestivo, nervoso, cardiovascolare, ma soprattutto il sistema endocrino. Di conseguenza, la necessità di queste strutture non può essere sopravvalutata..

Tuttavia, nella moderna pratica medica, i medici incontrano abbastanza spesso disturbi nel funzionamento del sistema ipotalamo-ipofisario, che comporta gravi conseguenze per la salute.

La diagnosi più comune in cui si osserva la disfunzione ipofisaria è un adenoma, rappresentato da una neoplasia benigna della ghiandola pituitaria. Un caratteristico processo patologico è accompagnato dalla secrezione eccessiva di alcuni ormoni, ma le crescite stesse progrediscono in modo estremamente lento. Tuttavia, gli adenomi più attivi comportano gravi disturbi endocrino-metabolici come complicanze, che portano a uno squilibrio interno.

Tuttavia, vale la pena notare che il danno alla ghiandola pituitaria può anche essere rappresentato da neoplasie maligne, tuttavia, tali quadri clinici sono estremamente rari nella medicina moderna, ma sono causati da una ridotta formazione di ormoni ipofisari.

È molto difficile determinare le cause delle formazioni benigne e maligne, tuttavia, tra i fattori patogeni, i medici distinguono patologie della gravidanza e del parto, la presenza di lesioni cerebrali traumatiche, processi infettivi nel sistema nervoso e l'uso regolare di contraccettivi orali. Adenomi ipofisari noti come corticotropinoma, somatotropinoma, prolattinoma, tireotropinoma, ognuno dei quali ha le sue caratteristiche specifiche.

Ma un sorprendente rappresentante del disturbo ipotolamo è la diagnosi di iperprolattinemia, in cui il corso del processo patologico è accompagnato da una maggiore produzione dell'ormone prolattina. Di norma, un disturbo caratteristico spesso progredisce precisamente negli organismi femminili, influenzando negativamente la stabilità del ciclo mestruale.

Le complicazioni possono essere le più inaspettate, a partire da un forte deterioramento della vista e terminando con gravi lesioni del sistema cardiaco. Inoltre, la progressione di malattie come l'osteoporosi e la malignità delle neoplasie benigne presenti non è esclusa..

Ecco perché è così importante conoscere tutte le caratteristiche di queste diagnosi, nonché il loro possibile comportamento nel corpo interessato..

Sintomi

Al fine di riconoscere tempestivamente il corso del processo patologico, è necessario familiarizzare con i quadri clinici prevalenti. Ad esempio, un adenoma, o meglio il suo sviluppo, comporta una violazione del funzionamento dei nervi ottici. Di conseguenza, i sintomi disturbanti sono acuità visiva, spazio visivo limitato, gonfiore dei capezzoli del nervo ottico, sordità e forti mal di testa. Di norma, l'intensità di tali segni è diversa e dipende, prima di tutto, dallo stadio del processo patologico.

Se parliamo dei sintomi dell'iperprolattinemia, vengono presentati come segue:

  1. mancanza di mestruazioni per un lungo periodo di tempo;
  2. segni di galattorrea;
  3. secchezza vaginale;
  4. rapporto doloroso;
  5. deficit visivo;
  6. sviluppo sessuale ritardato;
  7. funzionalità surrenalica compromessa.

Se compaiono tali sintomi, è necessario consultare urgentemente un medico, altrimenti sono possibili gravi complicazioni di salute. È qui che sono necessari ulteriori strumenti diagnostici per determinare la natura e lo stadio della malattia attuale.

Diagnostica

Prima di procedere con il trattamento, il medico deve capire qual è la causa del processo patologico presente. A tal fine, sono necessari numerosi esami di laboratorio e clinici che utilizzano moderne attrezzature mediche..

  1. prelievo di sangue per rilevare un indicatore di un ormone nel sangue;
  2. test con metoclopromide e tiroliberina (antagonisti della dopamina);
  3. definizioni di ormoni tiroidei;
  4. craniogram;
  5. esame dettagliato del fondo oculare;
  6. RM e TC secondo necessità.

Solo dopo aver ricevuto tutte queste informazioni un medico può procedere al trattamento in base alle informazioni ottenute con il metodo clinico e di laboratorio.

Prevenzione

Non esistono misure preventive in quanto tali, poiché è molto problematico prevenire il decorso di tali malattie. E, tuttavia, i medici raccomandano vivamente di seguire tutte le raccomandazioni di uno specialista, che mirano a rafforzare il benessere generale e l'immunità. Ciò è particolarmente vero per quelle categorie di pazienti che rientrano nel cosiddetto "gruppo a rischio".

Dovrebbero essere previsti limiti in termini di corretta alimentazione, qualità e stile di vita, nonché scelta individuale di contraccezione affidabile. Tuttavia, di norma, i pazienti raramente aderiscono a tali raccomandazioni ed è quasi impossibile prevedere la specificità della malattia.

Separatamente, vale la pena notare che la contraccezione orale deve essere selezionata insieme al medico curante, mentre è importante che sia adatto per il particolare paziente.

Se ciò non accade, quindi insieme ai disturbi nel funzionamento di importanti strutture cerebrali, predominano altre anomalie, che riducono notevolmente la qualità della vita, in particolare l'obesità, il metabolismo alterato, il malfunzionamento del miocardio, il sistema nervoso centrale.

Trattamento

Se predomina l'adenoma ipofisario, i medici distinguono tre metodi di terapia intensiva: neurochirurgica, radioterapia e terapia, ognuno dei quali presenta vantaggi e svantaggi.

Il metodo conservativo è particolarmente popolare, che prevede la somministrazione di agonisti della dopamina, analoghi della somatostatina, bloccanti del recettore della somatotropina e tutti i loro derivati. Tuttavia, tutti i medicinali devono essere discussi individualmente e la loro scelta dipende dallo stadio e dalla forma della neoplasia benigna.

Va notato che il risultato clinico è lungi dall'essere sempre favorevole e dipende molto dall'alfabetizzazione dello specialista. Il fatto è che prima del trattamento è importante la diagnosi corretta, che determina il livello di ormoni, le riserve protettive del corpo e lo stadio del processo patologico.

In caso di danno all'ipotalamo, il trattamento può essere chirurgico e conservativo, tuttavia, la sua scelta viene nuovamente eseguita individualmente.

Se la terapia farmacologica richiede molto tempo per ripristinare la salute precedente, un'operazione di successo fornisce un effetto terapeutico duraturo. Tuttavia, l'ultimo quadro clinico richiede anche un periodo di riabilitazione, che include l'assunzione di farmaci per determinati gruppi farmacologici.

In generale, l'esito clinico dipende dal regime di terapia intensiva che è stato selezionato per un particolare paziente con una particolare malattia del sistema ipotalamo-ipofisario.

Tutto sugli ormoni ipofisari: significato, norme e patologia

La ghiandola pituitaria è un importante centro regolatorio che coordina l'interazione dei sistemi endocrino e nervoso del corpo umano. Questo organo è chiamato "ghiandola principale" perché i suoi ormoni controllano l'attività di altre ghiandole endocrine, comprese le ghiandole surrenali, la ghiandola tiroidea e le ghiandole riproduttive (ovaie e testicoli) e in alcuni casi hanno un effetto regolatorio diretto nei tessuti sottostanti. L'interruzione della ghiandola pituitaria influisce sul lavoro di tutti gli organi e sistemi del corpo e provoca molte patologie o deviazioni nello sviluppo umano.

COSTO DI ALCUNI SERVIZI DELL'ENDOCRINOLOGO NELLA NOSTRA CLINICA A SAN PIETROBURGO

"data-medium-file =" https://i2.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2018/03/gormonyi-gipofiza.jpg?fit=450%2C300&ssl=1? v = 1572898572 "data-large-file =" https://i2.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2018/03/gormonyi-gipofiza.jpg?fit=827%2C550&ssl = 1? V = 1572898572 "src =" https://i1.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2018/03/gormonyi-gipofiza-827x550.jpg?resize=500% 2C420 "alt =" ormoni ipofisari "larghezza =" 500 "altezza =" 420 "srcset =" https://i2.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2018/03/gormonyi -gipofiza.jpg? zoom = 2 & ridimensiona = 500% 2C420 & ssl = 1 1000w, https://i2.wp.com/medcentr-diana-spb.ru/wp-content/uploads/2018/03/gormonyi-gipofiza.jpg? zoom = 3 & ridimensiona = 500% 2C420 & ssl = 1 1500w "size =" (larghezza massima: 500px) 100vw, 500px "data-recalc-dims =" 1 "/>

Chiama gratis: 8-800-707-1560

* La clinica è autorizzata a fornire questi servizi

Qual è la ghiandola pituitaria?

La ghiandola pituitaria è un minuscolo organo endocrino situato alla base del cervello in una formazione ossea, la cosiddetta "sella turca". È di forma ovale e ha le dimensioni di un pisello: circa 10 mm di lunghezza e 12 mm di larghezza. Normalmente, in una persona sana, il peso della ghiandola pituitaria è solo di 0,5-0,9 g Nelle donne, è più sviluppato in relazione alla sintesi dell'ormone prolattina, che è responsabile della manifestazione dell'istinto materno. La straordinaria capacità della ghiandola pituitaria è il suo aumento durante la gravidanza e dopo il parto, le dimensioni precedenti non si riprendono.

La ghiandola pituitaria è in gran parte controllata dall'ipotalamo, che si trova sopra e leggermente dietro la ghiandola. Queste due strutture sono collegate dall'ipofisi, o gambo a forma di imbuto. L'ipotalamo è in grado di inviare ormoni ipofisari o inibitori (inibitori) alla ghiandola pituitaria, regolando così il suo effetto su altre ghiandole endocrine e sul corpo nel suo insieme.

Il "Direttore dell'Orchestra Endocrina" è costituito dal lobo anteriore, dalla zona intermedia e dal lobo posteriore. Il lobo anteriore è il più grande (occupa l'80%), produce un gran numero di ormoni e li rilascia. Il lobo posteriore non produce ormoni di per sé - viene effettuato dalle cellule nervose nell'ipotalamo, ma le rilascia nella circolazione sanguigna. La zona intermedia produce e secerne l'ormone melanocitostimolante.

La ghiandola pituitaria è coinvolta in diverse funzioni del corpo, tra cui:

  • regolazione dell'attività di altri organi del sistema endocrino (ghiandole surrenali, tiroide e gonadi);
  • controllo della crescita e dello sviluppo di organi e tessuti;
  • monitorare il lavoro degli organi interni - reni, ghiandole mammarie, utero nelle donne.

Ormoni dell'ipofisi anteriore

Questa parte della ghiandola pituitaria è chiamata adenoipofisi. La sua attività è coordinata dall'ipotalamo. La ghiandola pituitaria anteriore regola la ghiandola surrenale, il fegato, la tiroide e le ghiandole genitali, il tessuto osseo e muscolare. Ogni ormone adenoipofisi svolge un ruolo vitale nella funzione endocrina:

Il prezzo di un esame completo per gli ormoni (12 indicatori)da 6490 sfregamenti.
La nomina dell'endocrinologo1000 sfregamenti.
Ultrasuoni della ghiandola tiroidea1000 sfregamenti.
OrmoneOrgani bersaglioFunzione principale
Ormone della crescita (ormone della crescita)Tessuto muscoloscheletricoPromuove la crescita del tessuto corporeo
La prolattinaGhiandole del lattePromuove la produzione di latte
Ormone stimolante la tiroideTiroideStimola la produzione di ormoni tiroidei (triiodotironina e tiroxina), che hanno un effetto importante sui processi metabolici
Ormone adrenocorticotropoCorteccia surrenaleStimola la produzione di ormoni del cortisolo surrenalico, che hanno effetti antinfiammatori e immunosoppressori ed è coinvolto nel metabolismo
Ormone che stimola i follicoliOvaie e testicoli (testicoli)Stimola la maturazione dei follicoli nell'ovaio e la spermatogenesi nei testicoli, lo sviluppo di caratteristiche sessuali secondarie
Ormone luteinizzanteOvaie e testicoli (testicoli)Ovulazione, produzione di testosterone, sviluppo di caratteristiche sessuali secondarie.

Consideriamo più in dettaglio ogni ormone della ghiandola pituitaria anteriore.

Ormone della crescita (ormone della crescita)

Il sistema endocrino regola la crescita del corpo umano, la sintesi proteica e la replicazione cellulare. L'ormone principale coinvolto in questo processo è l'ormone della crescita, chiamato anche somatotropina, un ormone proteico prodotto e secreto dalla ghiandola pituitaria anteriore. La sua funzione principale è anabolica: accelera direttamente il tasso di sintesi proteica nei muscoli scheletrici e nelle ossa. Il fattore di crescita simile all'insulina è attivato dall'ormone della crescita e supporta indirettamente la formazione di nuove proteine ​​nelle cellule muscolari e nelle ossa. Dopo 20 anni, ogni 10 anni successivi, il livello dell'ormone della crescita nell'uomo è ridotto del 15%.

La somatotropina ha l'effetto di un immunostimolante: è in grado di influenzare il metabolismo dei carboidrati, aumentare la glicemia, ridurre il rischio di depositi di grasso e aumentare la massa muscolare. Un effetto che riduce i livelli di glucosio si verifica quando l'ormone della crescita stimola la lipolisi o la rottura del tessuto adiposo, rilasciando acidi grassi nel sangue. Di conseguenza, molti tessuti passano dal glucosio agli acidi grassi come principale fonte di energia, il che significa che meno glucosio viene dal sangue.

L'ormone della crescita inizia anche un effetto diabetico, in cui stimola il fegato a scomporre il glicogeno in glucosio, che precipita nel sangue. Il nome "diabetogenico" deriva dalla somiglianza di elevati livelli di glucosio nel sangue osservati tra le persone con diabete non trattato e le persone che soffrono di un eccesso di ormone della crescita. I livelli di glucosio nel sangue aumentano a causa di una combinazione di effetti di risparmio di glucosio e diabetici.

La quantità di ormone della crescita nel corpo umano cambia durante il giorno. Il massimo è raggiunto dopo 2 ore di sonno notturno e ogni 3-5 ore nel pomeriggio. Il livello di picco dell'ormone si osserva nel bambino durante il periodo di sviluppo intrauterino di 4-6 mesi - 100 volte più che in un adulto. Puoi aumentare il livello dell'ormone della crescita con l'aiuto di sport, sonno, uso di alcuni aminoacidi. Se il sangue contiene grandi quantità di acidi grassi, somatostatina, glucocorticoidi ed estradioli, il livello dell'ormone della crescita diminuisce.

La disfunzione del controllo del sistema endocrino di crescita può portare a diversi disturbi. Ad esempio, il gigantismo è un disturbo nei bambini causato dalla secrezione di quantità anormalmente elevate di ormone della crescita, che porta a una crescita eccessiva.

Una complicazione simile negli adulti è l'acromegalia, un disturbo che porta alla crescita delle ossa del viso, delle braccia e delle gambe in risposta a livelli eccessivi di ormone della crescita. In condizioni generali, questo si riflette nella debolezza muscolare, pizzicamento dei nervi. Livelli anormalmente bassi dell'ormone nei bambini possono causare compromissione della crescita - un disturbo chiamato carlismo ipofisario (noto anche come deficit dell'ormone della crescita), sviluppo sessuale e mentale (ciò influisce notevolmente sul sottosviluppo della ghiandola pituitaria).

Ormone stimolante la tiroide (TSH)

L'ormone tireotropico è progettato per regolare le funzioni della ghiandola tiroidea e regola la sintesi delle sostanze T3 (tiroxina) e T4 (triiodotironina) associate ai processi metabolici, al sistema digestivo e nervoso, nonché al lavoro del cuore. Con un livello elevato di TSH, la quantità di sostanze T3 e T4 diminuisce e viceversa. Il tasso di ormone stimolante la tiroide varia a seconda dell'ora del giorno, dell'età e del sesso. Durante la gravidanza nel primo trimestre, il livello di TSH è significativamente ridotto, ma nel terzo trimestre può persino superare la norma.

Una carenza di ormone stimolante la tiroide può essere osservata a causa di:

  • lesioni e infiammazione nel cervello;
  • processi infiammatori, tumori e malattie oncologiche della ghiandola tiroidea;
  • terapia ormonale selezionata in modo improprio;
  • stress e stress nervoso.
  • Una produzione eccessiva di TSH può verificarsi a causa di:
  • malattia della tiroide;
  • adenomi ipofisari;
  • produzione di tireotropina instabile;
  • preeclampsia (durante la gravidanza);
  • disturbi nervosi, depressione.

Il controllo del livello di TSH mediante test di laboratorio dovrebbe avvenire contemporaneamente al controllo di T3 e T4, altrimenti il ​​risultato dell'analisi non consentirà di stabilire il risultato esatto. Con una diminuzione simultanea di TSH, T3 e T4 immediatamente, il medico può diagnosticare l'ipopituitarismo e con una quantità eccessiva di questi componenti - tireotossicosi (ipertiroidismo). Un aumento di tutti gli ormoni in questo gruppo può indicare ipotiroidismo primario e vari livelli di T3 e T4 sono un possibile segno di tireotropinoma.

Ormone adrenocorticotropo (ACTH)

L'ormone adrenocorticotropo influenza l'attività della corteccia surrenale, producendo cortisolo, cortisone e adrenocorticosteroidi e ha anche un piccolo effetto sugli ormoni sessuali che controllano lo sviluppo sessuale e la funzione riproduttiva del corpo. Il cortisolo è vitale per i processi che includono funzione immunitaria, metabolismo, gestione dello stress, regolazione della glicemia, controllo della pressione arteriosa e reazioni antinfiammatorie.

Inoltre, ACTH promuove l'ossidazione dei grassi, attiva la sintesi di insulina e colesterolo e aumenta la pigmentazione. La ridondanza patologica di ACTH può provocare lo sviluppo della malattia di Itenko-Cushing, accompagnata da ipertensione, depositi di grasso e immunità indebolita. La carenza di ormoni è un processo metabolico pericoloso e una diminuzione dell'adattabilità.

Il livello di ormone adrenocorticotropo nel sangue varia a seconda dell'ora del giorno.

La maggior quantità di ACTH è contenuta al mattino e alla sera. La produzione di questo ormone è stimolata da situazioni stressanti come freddo, dolore, stress emotivo e fisico, nonché da una diminuzione dei livelli di glucosio nel sangue. L'influenza del meccanismo di feedback inibirà la sintesi di ACTH.

Una maggiore quantità di ACTH può essere osservata a causa di:

  • Morbo di Addison (malattia del bronzo) - insufficienza cronica della corteccia surrenale;
  • La malattia di Itsenko-Cushing, manifestata da obesità, ipertensione, diabete mellito, osteoporosi, ridotta funzione gonadica, ecc.;
  • la presenza di tumori nella ghiandola pituitaria;
  • insufficienza surrenalica congenita;
  • Sindrome di Nelson - una malattia caratterizzata da insufficienza renale cronica, iperpigmentazione della pelle e delle mucose, presenza di tumore ipofisario;
  • sindrome da produzione ectopica di ACTH, un sintomo del quale è un rapido aumento della debolezza muscolare e una sorta di iperpigmentazione;
  • prendendo alcuni farmaci;
  • periodo postoperatorio.

I motivi per abbassare ACTH possono essere:

  • disfunzione della ghiandola pituitaria e / o della corteccia surrenale;
  • la presenza di un tumore surrenale.

La prolattina

La prolattina, o ormone proteico luteotropico, influisce sullo sviluppo sessuale nelle donne - prende parte alla formazione di caratteristiche sessuali secondarie, stimola la crescita delle ghiandole mammarie, regola il processo di allattamento (inclusa la prevenzione dell'inizio delle mestruazioni e la nuova concezione del feto in questo periodo), è responsabile della manifestazione della materna istinto, promuove il mantenimento del progesterone. Negli uomini, la prolattina regola la sintesi del testosterone e la funzione sessuale, in particolare la spermatogenesi, influenza anche la crescita della prostata. I suoi indicatori nelle donne aumentano durante l'allattamento. Indubbiamente è la sua partecipazione al metabolismo dell'acqua, del sale e dei grassi, alla differenziazione dei tessuti.

L'eccessiva prolattina nelle donne può causare una mancanza di mestruazioni e secrezione di latte nelle donne che non allattano. La carenza di ormoni può causare problemi di fertilità nelle donne e disfunzioni sessuali negli uomini.

È importante notare che alcuni giorni prima di fare il test della prolattina è assolutamente impossibile fare sesso, visitare bagni e saune, bere alcolici, sottoporsi a stress e stress nervoso. Altrimenti, il risultato dell'analisi sarà distorto e mostrerà un aumento del livello di prolattina.

Livelli elevati di prolattina nel sangue possono essere causati da:

  • prolattinoma - un tumore benigno ormonalmente attivo della ghiandola pituitaria anteriore;
  • anoressia;
  • ipotiroidismo - bassa produzione di ormoni tiroidei;
  • ovaio policistico - numerose formazioni cistiche nelle gonadi.

La causa del deficit dell'ormone prolattina può essere:

  • tumore ipofisario o tubercolosi;
  • trauma cranico che deprime la ghiandola pituitaria.

Ormone follicolo-stimolante e ormone luteinizzante

Le ghiandole endocrine secernono un numero di ormoni che controllano lo sviluppo e la regolazione del sistema riproduttivo. Le gonadotropine includono due ormoni glicoproteici:

  • Ormone follicolo-stimolante (FSH): stimola la produzione e la maturazione delle cellule germinali o dei gameti, incluso l'uovo nelle donne e lo sperma negli uomini. L'FSH contribuisce anche alla crescita dei follicoli, che rilasciano estrogeni nelle ovaie femminili. Nel corpo maschile, l'FSH svolge una funzione importante: stimola la crescita dei tubuli seminiferi e la produzione di testosterone, che è essenziale per la spermatogenesi;
  • L'ormone luteinizzante (LH) provoca l'ovulazione nelle donne, così come la produzione di estrogeni e progesterone nelle ovaie. LH stimola la produzione di testosterone negli uomini. L'ormone influisce sulla permeabilità del tessuto testicolare, consentendo in tal modo più testosterone di entrare nel flusso sanguigno. Mantenere un livello normale di LH crea condizioni favorevoli per la spermatogenesi.

Un eccesso significativo della norma del livello degli ormoni può essere causato da:

  • digiuno;
  • condizione stressante;
  • sindrome testicolare policistica;
  • tumore ipofisario;
  • alcolismo;
  • funzione insufficiente delle gonadi;
  • sindrome da esaurimento ovarico;
  • eccessiva esposizione ai raggi X;
  • endometriosi;
  • intenso sforzo fisico;
  • insufficienza renale.

Durante la menopausa, tale risultato di analisi è considerato normale..

Un ridotto livello di ormoni può anche essere una norma fisiologica e può essere causato da:

  • deficit di fase luteale;
  • fumo
  • mancanza di mestruazioni;
  • ovaio policistico;
  • Malattia di Simmonds - una perdita totale di funzione della ghiandola pituitaria anteriore;
  • crescita stentata (nanismo);
  • Obesità
  • l'uso sistematico di potenti droghe;
  • Sindrome di Sheehan - infarto post-partum (necrosi) della ghiandola pituitaria;
  • attività compromessa dell'ipotalamo e / o della ghiandola pituitaria;
  • Sindrome di Danny-Morphan;
  • aumento della concentrazione di prolattina nel sangue;
  • gravidanza
  • cessazione delle mestruazioni dopo l'istituzione del ciclo.

Un eccesso di FSH e LH porta alla pubertà prematura e la mancanza di ormoni può causare infertilità e ipofunzione secondaria delle gonadi.

Ormoni dell'ipofisi posteriore

La ghiandola pituitaria posteriore, nota anche come neuroipofisi, funziona come un semplice serbatoio di ormoni secreti dall'ipotalamo, che include l'ormone antidiuretico e l'ossitocina.

Inoltre, la ghiandola pituitaria posteriore ha un numero di altri ormoni con proprietà simili: mesotocina, isotocina, vasotocina, valitocina, glumocina, asparotocina.

Ossitocina

L'ossitocina è un ormone che svolge un ruolo vitale nel travaglio. Stimola la contrazione dell'utero, che contribuisce alla nascita di un bambino. Può essere usato in forma sintetizzata, come farmaco che aiuta ad accelerare le contrazioni. L'ormone è anche responsabile della manifestazione dell'istinto materno e prende parte all'allattamento - stimola il rilascio del latte materno durante l'alimentazione del neonato, come risposta all'aspetto, ai suoni del bambino, ai pensieri su di lui, pieno di amore. L'ossitocina è prodotta sotto l'influenza degli estrogeni. Il meccanismo dell'effetto dell'ormone sul corpo maschile - aumento della potenza.

L'ossitocina è anche conosciuta come "l'ormone dell'amore" perché entra nel flusso sanguigno durante gli orgasmi negli uomini e nelle donne. L'ossitocina influenza significativamente il comportamento di una persona, il suo stato mentale, l'eccitazione sessuale e può essere associata a emozioni migliorate, come fiducia, empatia e diminuzione dell'ansia e dello stress. L'ormone ossitocina è un neurotrasmettitore: è in grado di dare una sensazione di felicità e tranquillità. Esistono casi noti di aiuto dell'ormone nel funzionamento sociale delle persone con autismo.

L'ossitocina può essere aumentata solo con attività che migliorano l'umore, come trattamenti rilassanti, passeggiate, fare l'amore, ecc..

Ormone antidiuretico (vasopressina)

La funzione principale dell'ormone antidiuretico, noto anche come vasopresina, è di mantenere l'equilibrio idrico. Aumenta la quantità di liquido nel corpo, stimolando l'assorbimento di acqua nei canali dei reni. Questo ormone viene rilasciato dall'ipotalamo quando rileva una carenza di acqua nel sangue..

Una volta rilasciato l'ormone, i reni reagiscono assorbendo più acqua e producendo urine più concentrate (urine meno diluite). Pertanto, aiuta a stabilizzare il livello di acqua nel sangue. L'ormone è anche responsabile dell'aumento della pressione sanguigna a causa del restringimento delle arteriole, che è estremamente importante per la perdita di sangue da shock come meccanismo di adattamento..

La crescita attiva della vasopressina è favorita dall'abbassamento della pressione, dalla disidratazione e dalla grande perdita di sangue. L'ormone può liberare sodio dal sangue, saturare i tessuti del corpo con liquidi e, in combinazione con l'ossitocina, migliorare l'attività cerebrale.

Bassi livelli di vasopressina nel sangue contribuiscono allo sviluppo del diabete insipido, una malattia caratterizzata da poliuria (escrezione di 6-15 litri di urina al giorno) e polidipsia (sete). L'eccessiva produzione di questo ormone è piuttosto rara. Conduce alla comparsa della sindrome di Parkhon, in cui vi è una ridotta densità sanguigna e un alto contenuto di sodio. Inoltre, una serie di sintomi "spiacevoli" perseguiranno tali pazienti: aumento di peso rapido, mal di testa, nausea, perdita di appetito, debolezza generale.

Ghiandola pituitaria

Questa è la quota più piccola e la sua funzione è quella di produrre e secernere diversi ormoni:

  • ormone melanocitostimolante - influenza la pigmentazione della pelle, l'attaccatura dei capelli e lo scolorimento della retina;
  • ormone gamma-lipotropico - stimola il metabolismo dei grassi;
  • beta-endorfina: riduce il dolore e lo stress; gamma-
  • met-enkephalin - regola il comportamento e il dolore umani.

La conseguenza di una mancanza dell'ormone melanocitostimolante è l'albinismo. Questa è una malattia congenita caratterizzata dall'assenza del pigmento melanina, che macchia la pelle, i capelli e la retina. L'eccesso di lipotropina minaccia di essere impoverito, deficit - obesità.

Quando hai bisogno di un test dell'ormone ipofisario

La violazione della ghiandola pituitaria porta ad un aumento o una diminuzione del livello degli ormoni nel sangue, che porta a varie malattie e deviazioni. Pertanto, è importante condurre una diagnosi tempestiva della "ghiandola principale" del sistema endocrino e correggere i livelli ormonali. Per la prevenzione, si consiglia di eseguire i test 1-2 volte l'anno. Ciò contribuirà a ridurre al minimo i potenziali effetti negativi sul corpo..

Si raccomanda di esaminare la ghiandola pituitaria e il cervello nel suo insieme nei seguenti casi:

  • pubertà troppo precoce o ritardata;
  • crescita eccessiva o insufficiente;
  • deficit visivo;
  • aumento sproporzionato in alcune parti del corpo;
  • ingrossamento del seno e allattamento negli uomini;
  • l'incapacità di concepire un bambino;
  • mal di testa;
  • una grande quantità di urina con aumento della sete;
  • obesità;
  • insonnia di notte e sonnolenza durante il giorno;
  • depressione prolungata, non suscettibile al trattamento con metodi medici e psicoterapici;
  • una sensazione di debolezza, nausea, vomito (se non ci sono problemi con il tratto gastrointestinale);
  • stanchezza senza causa;
  • diarrea prolungata.

Lo studio della ghiandola pituitaria è possibile mediante diagnostica strumentale e di laboratorio.

Patologie ipofisarie

Un disturbo pituitario comune è la formazione di tumori in esso. Tuttavia, tali tumori non sono maligni. Possono essere di due tipi;

  • secretoria: produce troppi ormoni;
  • non secretoria: impedisce alla ghiandola pituitaria di funzionare in modo ottimale.

La ghiandola pituitaria può aumentare o diminuire non solo a causa della gravidanza o di cambiamenti legati all'età, ma anche a causa degli effetti di fattori dannosi:

  • uso prolungato di contraccettivi orali;
  • processo infiammatorio;
  • trauma cranico;
  • neurochirurgia;
  • emorragia;
  • formazioni cistiche e tumorali;
  • esposizione alle radiazioni.

Le malattie ipofisarie nelle donne causano irregolarità mestruali e infertilità, negli uomini portano a disfunzione erettile e processi metabolici.

Il trattamento delle malattie ipofisarie, a seconda dei sintomi della patologia, può essere effettuato con vari metodi:

  • farmaco;
  • chirurgico;
  • radioterapia.

La lotta contro la compromissione dell'attività della ghiandola pituitaria può richiedere un periodo di tempo considerevole e nella maggior parte dei casi il paziente deve assumere farmaci e anche per tutta la vita.

Il tasso di ormoni ipofisari

OrmoneTasso normale
Ormone stimolante la tiroide0,6 - 3,8 μIU / ml (metodo RIA)
0,24 - 2,9 μIU / ml (metodo IF)
T3 - tiroxina2,6 - 5,7 pmol / L
T4 - Triiodotironina9 - 220 pmol / L
Ormone adrenocorticotropo0-50 pg / ml
Ormone luteinizzante2.12 - 4 miele / ml (uomini)
18,2 - 52,9 UI / ml (nelle donne durante l'ovulazione),
3.3 - 4.66 mU / ml (nelle donne nella fase follicolare),
1,54 - 2,57 mU / ml (nelle donne nella fase luteale),
29,7 - 43,9 UI / ml (per donne in menopausa)
Ormone che stimola i follicoli1,9 - 2,4 mU / ml (uomini),
2,7 - 6,7 mU / ml (nelle donne durante l'ovulazione),
2,1 - 4,1 mU / ml (nelle donne nella fase luteale),
29,6 - 54,9 UI / ml (per donne in menopausa)
La prolattina100 - 265 mcg / l (negli uomini),
130-140 mcg / l (nelle donne in età fertile),
107-290 mcg / l (nelle donne in menopausa)
La somatropina0 - 10 ng / ml

Se trovi un errore, seleziona un pezzo di testo e premi Ctrl + Invio