Pituitario

La ghiandola pituitaria del cervello è una delle ghiandole importanti del sistema endocrino. Gli ormoni prodotti da lei regolano il funzionamento della ghiandola tiroidea, delle ghiandole surrenali e di altri organi responsabili della sintesi degli ormoni. Esternamente, la ghiandola pituitaria ha una forma ovoidale che misura 1,5 centimetri di dimensione, situata sotto la corteccia cerebrale nell'approfondimento del fondo del cranio dell'osso sfenoidale (sella turca). Qui, la ghiandola pituitaria è collegata tramite l'imbuto all'ipotalamo.

Funzioni della ghiandola pituitaria

La ghiandola endocrina è generalmente divisa in due lobi. La parte anteriore (adenoipofisi) è il 70% della massa principale e comprende le parti distale, intermedia e tubercolare. Il lobo posteriore (neuroipofisi) è costituito da un imbuto e un nervo.

Compiti dell'ipofisi posteriore

La neuroipofisi monitora il lavoro dei reni usando l'ormone antidiuretico (ADH) secreto nel sangue. Fornisce un segnale ai reni, che a loro volta accumulano liquido. L'assenza di ADH nel sangue innesca il processo inverso: lo scarico del liquido in eccesso. Pertanto, viene mantenuta la norma dell'equilibrio sale-acqua nel corpo..

L'ormone ossitocina prodotta dal lobo posteriore è responsabile della contrazione dell'utero nel periodo prenatale e stimola le ghiandole mammarie a produrre latte dopo il parto. In una donna nel periodo postpartum, il livello dell'ormone aumenta in modo significativo, aumentando l'istinto materno. Questo determina l'attaccamento al bambino..

Per il corpo maschile, l'assenza di ossitocina è un percorso diretto verso la solitudine. È responsabile del desiderio sessuale e della possibilità di contatto con una donna.

Il lavoro della ghiandola pituitaria anteriore

L'adenoipofisi è responsabile dello sfondo ormonale, sintetizzando la parte principale degli ormoni vitale per il normale funzionamento di tutto l'organismo. Questi includono:

  1. L'ormone adrenocorticotropo (ACTH) stimola le ghiandole surrenali a produrre cortisolo, che aumenta la forza muscolare attraverso il flusso sanguigno. La sintesi di ACTH è migliorata al momento dello sfogo emotivo (rabbia, paura) o stress.
  2. La somatotropina (ormone della crescita) migliora la scomposizione di grassi e carboidrati nella cellula, promuove il metabolismo energetico. Viene secreto più volte durante il giorno, ma con l'esercizio fisico o la fame, la sua produzione aumenta. Promuove la crescita ossea e la divisione cellulare. La presenza dell'ormone della crescita nel corpo persiste per tutta la vita, negli anni la sua quantità diminuisce.
  3. Ormone stimolante la tiroide (tireotropina): da esso dipende il pieno funzionamento della ghiandola tiroidea. Promuove la digeribilità dello iodio, aiuta a sintetizzare gli acidi nucleici, influenza il metabolismo delle proteine ​​e aumenta le dimensioni delle cellule epiteliali.
  4. La gonadotropina è responsabile della funzione riproduttiva del corpo, stimolando il lavoro delle ghiandole sessuali. Nelle donne, regola lo sviluppo dei follicoli. Nel corpo maschile migliora la formazione di spermatozoi.
  5. L'ormone lattogenico (prolattina) è responsabile dell'allattamento durante l'alimentazione. Stimola la produzione di progesterone nel corpo luteo dell'ovaio femminile. La prolattina - un ormone di una direzione ristretta - è coinvolta solo nella riproduzione.
  6. La melanocitropina distribuisce la melanina. Il colore dei capelli e della pelle dipende completamente da questo ormone. Pigmentazione durante la gravidanza - un indicatore di un aumento del livello di melanocitotropina.

Una quantità insufficiente o, al contrario, una quantità eccessiva di ormoni prodotti dalla ghiandola pituitaria porta a gravi problemi di salute in generale. Qual è la ghiandola pituitaria? Questo è il componente principale per il corpo. Senza il lavoro di questa ghiandola, la vita sarebbe impossibile.

Patologia dell'ipofisi

Per la quantità di ormone prodotto, che differisce dalla norma, le funzioni dell'ipotesi e dell'ipotalamo possono essere divise in due tipi. Ipofunzione - con una carenza di ormoni e iperfunzione - con il loro eccesso. Queste deviazioni dalla norma portano a una serie di malattie.

ipofunzione

Il principale segno di una mancanza di ormoni nel corpo può essere le seguenti malattie:

  1. L'ipopituitarismo è caratterizzato da una violazione dell'adenoipofisi. La produzione di ormoni è significativamente ridotta o completamente interrotta. Prima di tutto, gli organi che dipendono direttamente dagli ormoni risponderanno a questa patologia. Un segno di carenza sarà la cessazione della crescita, la perdita di capelli nelle donne. Le violazioni della funzione sessuale si manifesteranno come disfunzione erettile negli uomini e amenorrea nelle donne;
  2. Il diabete insipido è provocato dalla mancanza dell'ormone ADH. Allo stesso tempo, la minzione diventa frequente, si avverte una costante sensazione di sete, di conseguenza, si verifica una violazione dell'equilibrio sale-acqua.
  3. Ipotiroidismo La carenza di ormoni porta all'interruzione della ghiandola tiroidea. Quindi c'è una costante sensazione di affaticamento, pelle secca, una diminuzione del livello di capacità intellettuali.

Una delle malattie rare è il nanismo. Una quantità insufficiente di ormone della crescita della ghiandola pituitaria provoca un rallentamento della crescita lineare in tenera età.

iperfunzione

Un livello eccessivo di ormoni prodotti dall'ipofisi è pericoloso per lo sviluppo delle seguenti malattie:

  • La malattia di Itsenko-Cushing, causata da un eccesso di ormone adrenocorticotropo, è una delle patologie ormonali gravi associate alla ghiandola pituitaria. Una persona sviluppa l'osteoporosi, un aumento del tessuto adiposo in faccia e collo, ipertensione arteriosa e diabete mellito;
  • il gigantismo è causato da un aumento del livello dell'ormone della crescita. I problemi di crescita iniziano nell'adolescenza durante la pubertà. La crescita lineare aumenta, una persona diventa molto alta, con una testa piccola, braccia e gambe lunghe. A un'età più avanzata, un eccesso dell'ormone porta ad un ispessimento delle mani, dei piedi e ad un aumento degli organi interni e del viso;
  • iperprolattinemia: questa malattia comporta un aumento del livello di prolattina. Principalmente le donne in età riproduttiva sono colpite, la conseguenza della patologia è l'infertilità. Negli uomini, la deviazione è molto meno comune. Un uomo con diagnosi di iperprolattinemia non può avere figli. I sintomi della malattia sono scarico dalle ghiandole mammarie in entrambi i sessi e l'assenza di desiderio sessuale.

Uno squilibrio ormonale associato alla ghiandola pituitaria del cervello è una conseguenza che ha portato a determinate cause.

Eziologia della disfunzione ipofisaria

Molti fattori, sia meccanici che cronici, possono influenzare la ghiandola pituitaria. Portano alla formazione di un tumore, adenoma o prolattinoma. Le ragioni che hanno provocato lo sviluppo della patologia:

  • intervento chirurgico in cui la ghiandola pituitaria è stata danneggiata;
  • gravi lesioni cerebrali traumatiche quando il ferro è interessato;
  • infezione delle membrane del tessuto cerebrale (tubercolosi, meningite, encefalite);
  • uso prolungato di farmaci ormonali;
  • ipotiroidismo o ipogonadismo;
  • effetto teratogeno intrauterino sullo sviluppo fetale;
  • insufficiente afflusso di sangue o, al contrario, emorragia;
  • radiazione per cancro di organi o sangue.

L'adenoma è caratterizzato da una massa benigna, che raggiunge una dimensione fino a 5 millimetri. È in grado di comprimere la ghiandola, causandone l'aumento, che interferisce con il pieno funzionamento della ghiandola pituitaria. Un'altra caratteristica negativa del tumore: esso stesso è in grado di produrre ormoni..

Sintomatologia

Le manifestazioni cliniche della disfunzione ipofisaria dipendono dalle dimensioni dell'adenoma e dal grado di compressione della ghiandola e dei suoi organi. I sintomi saranno di questa natura:

  • frequenti mal di testa che non rispondono alla terapia;
  • deterioramento della visione diretta e periferica con successive dinamiche;
  • un indicatore incoerente di peso, sia verso una parte più piccola che una più grande;
  • perdita di capelli intensa;
  • nausea ondulata, che spesso si trasforma in vomito.

Se le neoplasie sotto forma di tumore stesse producono ormoni, questo porta a una violazione del background ormonale generale. I segni di un tale fenomeno patologico saranno:

  • Itsenko - Morbo di Cushing con un sintomo della posizione della crescita del tessuto adiposo nella parte posteriore, nell'addome e nel torace;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • atrofia muscolare;
  • faccia a forma di luna e la presenza di una crescita sulla schiena sotto forma di gobba.

Nelle prime fasi, i disturbi dell'ipofisi praticamente non si manifestano, non ci sono sintomi, il tumore potrebbe non aumentare per anni. Ma se c'è dinamica e viene rilevata una patologia durante la diagnosi, viene prescritta una terapia o un intervento chirurgico.

Metodi di trattamento

Il trattamento farmacologico viene utilizzato quando la disfunzione pituitaria è minore. Se l'adenoma non si sviluppa, vengono utilizzati gli agonisti "Lanreotide", "Sandostatin". Per bloccare la produzione di somatropina, vengono prescritti bloccanti dei recettori responsabili del processo. In generale, il trattamento conservativo mira a normalizzare l'ormone sopprimendo o reintegrando la carenza. La scelta del farmaco dipenderà dallo stadio della patologia e dalla progressione.

Per normalizzare il livello di ormone prodotto dalle ghiandole surrenali, vengono prescritti "Ketoconazole" o "Citadren". Gli antagonisti della dopamina usati in terapia comprendono un gruppo di farmaci: "Bromocriptina", "Cabergolina". La terapia condotta interrompe l'adenoma nel 50% dei casi e normalizza il livello ormonale nel 30%. Il trattamento conservativo non è efficace come la chirurgia.

Metodi operativi

Si ricorre ai metodi chirurgici per il trattamento degli adenomi se la terapia farmacologica non ha dato il risultato desiderato. In chirurgia, applicare:

  1. Il metodo transfenoidale viene utilizzato per i microadenomi se le dimensioni del tumore sono piccole (20 mm) e non si sono diffuse agli organi vicini. Un endoscopio a fibra ottica viene inserito attraverso il passaggio nasale alla parete a forma di cuneo per la successiva incisione. Pertanto, l'accesso alla regione della sella turca, rispettivamente, al tumore, che viene tagliato, viene liberato. L'intera procedura chirurgica viene eseguita utilizzando un endoscopio che visualizza il processo su un monitor. L'operazione non appartiene alla categoria di quelli complessi; l'effetto di recupero si osserva nel 90% di tutti i casi.
  2. La chirurgia transcranica viene utilizzata in casi gravi con craniotomia in anestesia generale. La manipolazione è classificata come complessa. Ci ricorrono quando la crescita dell'adenoma ha colpito il tessuto cerebrale e il metodo transfenoide non ha dato risultati.

Anche in chirurgia, viene utilizzato il metodo di radioterapia, con bassa attività che si gonfiano, in combinazione con il trattamento farmacologico. Utilizzando i metodi utilizzati, è possibile correggere la funzione della ghiandola pituitaria, ma il processo di trattamento e il periodo di riabilitazione sono difficili e lunghi..

Ghiandola pituitaria

Ghiandola pituitaria: struttura, lavoro e funzioni

La ghiandola pituitaria fa parte del diencefalo e consiste di tre lobi: il lobo anteriore (ghiandolare), che è chiamato adenoipofisi, il mezzo - il lobo intermedio e posteriore - la neuroipofisi.

La ghiandola pituitaria ha una forma arrotondata e pesa 0,5-0,6 g. Nonostante le sue dimensioni ridotte, la ghiandola pituitaria occupa un posto speciale tra le ghiandole endocrine. Si chiama "ghiandola delle ghiandole", il conduttore della ghiandola, poiché un numero dei suoi ormoni regola l'attività di altre ghiandole (Fig. 1)

Funzioni della ghiandola pituitaria

  • controllo sulla funzione di altre ghiandole endocrine (tiroide, genitali, ghiandole surrenali)
  • controllo della crescita e della maturazione degli organi
  • coordinamento delle funzioni di vari organi (come reni, ghiandole mammarie, utero).

Le ghiandole, la cui attività dipende dalla ghiandola pituitaria, sono chiamate ipofisi-dipendenti. Altre ghiandole endocrine, le cui funzioni non sono soggette all'influenza diretta della ghiandola pituitaria, sono chiamate indipendenti dall'ipofisi (Tabella 1).

Tabella 1. Le ghiandole endocrine

Ipofisi

Pituitaria indipendente

Ghiandola tiroidea (follicoli tiroidei)

Cellule tiroidee secernenti la tireocalcitonina

Apparato isolotto pancreatico

Ghiandola pituitaria anteriore, il suo lavoro

La ghiandola pituitaria anteriore è costituita da cellule ghiandolari che secernono gli ormoni. Tutti gli ormoni del lobo anteriore sono sostanze proteiche..

La somatotropina (ormone della crescita) è una sostanza proteica prodotta nella ghiandola pituitaria che stimola la crescita del corpo ed è attivamente coinvolta nella regolazione del metabolismo di proteine, grassi, carboidrati. La struttura dell'ormone della crescita ha specificità di specie e nel sangue sono presenti diverse isoforme, la principale delle quali contiene 191 aminoacidi.

L'ormone della crescita (STH), o ormone della crescita, è costituito da una catena polipeptidica comprendente 245 residui di aminoacidi. Stimola la sintesi proteica negli organi e nei tessuti e la crescita ossea nell'infanzia. Questo ormone ha una spiccata specificità di specie. I farmaci ottenuti dalla ghiandola pituitaria di un toro e un maiale hanno scarso effetto sulla crescita di una scimmia e una persona.

STH modifica il metabolismo dei carboidrati e dei grassi: inibisce l'ossidazione dei carboidrati nei tessuti; provoca la mobilizzazione e l'utilizzo del grasso dal deposito, che è accompagnato da un aumento della quantità di acidi grassi nel sangue. L'ormone aiuta anche ad aumentare la massa di tutti gli organi e tessuti, poiché attiva la sintesi proteica..

Figura. 1. Il sistema "ipotalamo-ipofisi-organi periferici-bersaglio" Nella ghiandola pituitaria a sinistra è il lobo anteriore, a destra è il lobo posteriore. MK - melanocortine

STH viene rilasciato continuamente per tutta la vita del corpo. La sua secrezione è controllata dall'ipotalamo..

Nei bambini piccoli, i cambiamenti derivanti da una mancanza di ormone della crescita portano allo sviluppo di nanismo ipofisario, ad es. l'uomo rimane un nano. Il fisico di queste persone è relativamente proporzionale, ma mani e piedi sono piccoli, le dita sono sottili, l'ossificazione dello scheletro è in ritardo, i genitali sono sottosviluppati. Negli uomini che soffrono di questa malattia si nota l'impotenza e nelle donne la sterilità. L'intelligenza nel nanismo ipofisario non è disturbata.

Con un'eccessiva secrezione dell'ormone della crescita durante l'infanzia, si sviluppa il gigantismo. L'altezza umana può raggiungere 240-250 cm e il peso corporeo - 150 kg o più. Se la produzione eccessiva di STH si verifica in un adulto, la crescita del corpo nel suo insieme non aumenta, poiché è già stata completata, ma le dimensioni di quelle parti del corpo che conservano ancora il tessuto cartilagineo in grado di crescere vengono aumentate: dita delle mani e dei piedi, mani e piedi, naso, mascella inferiore, lingua. Questa malattia si chiama acromegalia. La causa dell'acromegalia è molto spesso un tumore della ghiandola pituitaria anteriore..

L'ormone tiroideo stimolante (TSH) è costituito da polipeptidi e carboidrati, attiva la ghiandola tiroidea. La sua assenza porta all'atrofia della ghiandola tiroidea. Il meccanismo d'azione del TSH è di stimolare la sintesi dell'i-RNA nelle cellule della ghiandola tiroidea, sulla base della quale vengono costruiti gli enzimi necessari per la formazione, il rilascio dai composti e il rilascio dei suoi ormoni - tiroxina e triiodotironina.

TSH viene rilasciato continuamente in piccole quantità. La produzione di questo ormone è controllata dall'ipotalamo tramite un meccanismo di feedback..

Quando il corpo si raffredda, aumenta la secrezione di TSH e aumenta la formazione di ormoni tiroidei, con conseguente aumento della produzione di calore. Se il corpo è sottoposto a raffreddamento ripetuto, la stimolazione della secrezione di TSH si verifica anche con l'azione di segnali che precedono il raffreddamento a causa del verificarsi di riflessi condizionati. Di conseguenza, la corteccia cerebrale può influenzare la secrezione dell'ormone stimolante la tiroide e, in definitiva, aumentarla allenando la resistenza del corpo al freddo.

L'ormone adrenocorticotropo (ACTH) stimola la corteccia surrenale. È costituito da una catena polipeptidica comprendente 39 residui di aminoacidi. L'introduzione di ACTH nel corpo provoca un forte aumento della corteccia surrenale.

La rimozione della ghiandola pituitaria è accompagnata da atrofia surrenalica e una progressiva riduzione della quantità di ormoni secreti da essa. Da ciò è chiaro che la funzione potenziata o ridotta delle cellule di adenoipofisi che secernono l'ACTH è accompagnata dagli stessi disturbi nel corpo che si osservano con una funzione migliorata e ridotta della corteccia surrenale. La durata dell'ACTH è piccola e le riserve sono sufficienti per 1 ora, il che suggerisce che la sintesi e la secrezione dell'ACTH possono cambiare molto rapidamente..

In situazioni che causano uno stato di stress (stress) nel corpo e richiedono la mobilizzazione della capacità di riserva del corpo, la sintesi e la secrezione di ACTH aumenta molto rapidamente, che è accompagnata dall'attivazione della corteccia surrenale. Il meccanismo d'azione di ACTH è che si accumula nelle cellule della corteccia surrenale, stimola la sintesi di quegli enzimi che forniscono la formazione dei loro ormoni, principalmente glucocorticoidi e, in misura minore, mineralcorticoidi.

Gli ormoni gonadotron (THG) - follicolo-stimolante (FSH) e luteinizzante (LH) - sono prodotti dalle cellule della ghiandola pituitaria anteriore.

L'FSH è costituito da carboidrati e proteine. Nel corpo femminile, regola lo sviluppo e la funzione delle ovaie, stimola la crescita dei follicoli, la formazione delle loro membrane e provoca la secrezione del liquido follicolare. Tuttavia, per la completa maturazione del follicolo, è necessaria la presenza di un ormone luteinizzante. L'FSH negli uomini promuove lo sviluppo del dotto deferente e causa la spermatogenesi.

LH, oltre a FSH, è anche un proteoide. Nel corpo femminile, stimola la crescita del follicolo prima dell'ovulazione e la secrezione degli ormoni sessuali femminili, provoca l'ovulazione e la formazione del corpo luteo. Nel corpo maschile, l'LH agisce sui testicoli e accelera la produzione di ormoni sessuali maschili.

Lo sviluppo di GTG nell'uomo è influenzato dalle esperienze mentali. Quindi, durante la seconda guerra mondiale, la paura causata dalle incursioni dei bombardieri ha drammaticamente interrotto il rilascio di gonadotropine e portato alla cessazione dei cicli mestruali.

La ghiandola pituitaria anteriore produce ormone luteotropico (LTH), o prolattina, che è un polipeptide nella struttura chimica, favorisce la separazione del latte, preserva il corpo luteo e ne stimola la secrezione. La secrezione di prolattina aumenta dopo il parto e questo porta alla lattazione - la separazione del latte.

La stimolazione della secrezione di prolattina viene effettuata in modo riflessivo dai centri dell'ipotalamo. Il riflesso si verifica con irritazione dei recettori dei capezzoli delle ghiandole mammarie (durante la suzione). Ciò porta all'eccitazione dei nuclei dell'ipotalamo, che influenzano la funzione della ghiandola pituitaria in modo umorale. Tuttavia, a differenza della regolazione della secrezione di FSH e LH, l'ipotalamo non stimola, ma inibisce la secrezione di prolattina, secernendo il fattore inibitorio della prolattina (statina della prolattina). La stimolazione riflessa della secrezione di prolattina viene effettuata riducendo la produzione di statina prolattina. Esiste una relazione reciproca tra la secrezione di FSH e LH, da un lato, e la prolattina, dall'altro: l'aumento della secrezione dei primi due ormoni inibisce la secrezione di quest'ultimo, e viceversa.

Ghiandola pituitaria intermedia

La ghiandola pituitaria intermedia secerne l'ormone intermedio, o melanocitostimolante. Promuove la distribuzione del pigmento della melanina nelle cellule. È composto da 22 aminoacidi. Nella molecola di inghermedina c'è una sezione di 13 aminoacidi che coincide completamente con una parte della molecola ACTH. Questo spiega la proprietà generale di questi due ormoni per migliorare la pigmentazione. Si ritiene che con la malattia della ghiandola surrenale accompagnata da un aumento della pigmentazione della pelle (morbo di Addison), un cambiamento di colore sia causato simultaneamente da due ormoni che vengono rilasciati in gran numero. È stato notato un aumento del contenuto di intermediaina nel sangue durante la gravidanza, che provoca una maggiore pigmentazione di alcune parti della superficie della pelle, ad esempio il viso.

La ghiandola pituitaria posteriore, le sue funzioni

La ghiandola pituitaria posteriore (neuroipofisi) è costituita da cellule simili alle cellule glia - la cosiddetta pituitite. Queste cellule sono regolate da fibre nervose che attraversano la ghiandola pituitaria e sono processi dei neuroni ipotalamici. La neuroipofisi degli ormoni non produce. Entrambi gli ormoni della ghiandola pituitaria posteriore - vasopressina (o antidiuretico - ADH) e ossitocina - sono prodotti dalla neurosecrezione nelle cellule dell'ipotalamo anteriore (nuclei sopraottico e paraventricolare) e vengono trasportati lungo gli assoni di queste cellule nel lobo posteriore, da cui vengono secreti nel sangue (Fig. 2).

Figura. 2. Tratto ipotalamo-ipofisario

I sintetizzati nei corpi delle cellule nervose dei nuclei sovraottico (nucleo supraopticus) e paraventricolare (n. Paraventricularis) dell'ipotalamo, l'ossitocina e l'ADH vengono trasportati lungo gli assoni di questi neuroni nella ghiandola pituitaria posteriore, da dove entrano nel sangue

Entrambi gli ormoni nella loro struttura chimica sono polipeptidi costituiti da otto aminoacidi, sei dei quali sono uguali e due diversi. La differenza tra questi aminoacidi provoca l'effetto biologico disuguale della vasopressina e dell'ossitocina.

La vasopressina (ADH) provoca una riduzione della muscolatura liscia e un effetto antidiuretico, che si manifesta in una diminuzione della quantità di urina escreta. Agendo sui muscoli lisci delle arteriole, la vasopressina li fa restringere e quindi aumenta la pressione sanguigna. Aiuta ad aumentare l'intensità dell'assorbimento inverso dell'acqua dai tubuli e la raccolta di tubuli dei reni nel sangue, con conseguente riduzione della diuresi.

Con una diminuzione della quantità di vasopressina nel sangue, la diuresi, al contrario, aumenta a 10-20 litri al giorno. Questa malattia si chiama diabete insipido (diabete insipido). L'effetto antidiuretico della vasopressina è dovuto alla stimolazione della sintesi dell'enzima ialuronidasi. Negli spazi intercellulari dell'epitelio dei tubuli e dei tubuli di raccolta contiene acido ialuronico, che impedisce il passaggio dell'acqua da questi tubuli nel flusso sanguigno. La ialuronidasi rompe l'acido ialuronico, aprendo così la strada per l'acqua e rendendo permeabili le pareti dei tubuli e raccogliendo i condotti. Oltre alla via intercellulare, l'ADH stimola il trasporto transcellulare dell'acqua a causa dell'attivazione e dell'incorporazione delle proteine ​​dell'attivatore del canale idrico - le acquaporine nelle membrane.

L'ossitocina colpisce selettivamente i muscoli lisci dell'utero e stimola il rilascio di latte dalle ghiandole mammarie. La separazione del latte sotto l'influenza dell'ossitocina può essere effettuata solo se la secrezione delle ghiandole mammarie è stata precedentemente stimolata dalla prolattina. Causando forti contrazioni uterine, l'ossitocina è coinvolta nel processo di nascita. Quando si rimuove la ghiandola pituitaria nelle femmine di gravidanza, la nascita è difficile e si allunga.

L'isolamento dell'ADH viene eseguito in modo riflessivo. Con un aumento della pressione arteriosa osmotica (o una diminuzione del volume del fluido), gli osmorecettori (o i recettori del volume) sono irritati, le informazioni da cui entrano nei nuclei dell'ipotalamo, stimolando la secrezione di ADH e il suo rilascio dalla neuroipofisi. Anche il rilascio di ossitocina viene effettuato in modo riflessivo. Gli impulsi efficaci dal capezzolo che si verificano durante l'allattamento al seno o dai genitali esterni con irritazione tattile causano la secrezione di ossitocina da parte delle cellule ipofisarie.