L'importanza degli ormoni ipofisari per l'uomo

1. Che cos'è la ghiandola pituitaria? 2. Funzioni 3. Breve descrizione degli ormoni del lobo anteriore 4. Ormoni prodotti dal lobo posteriore

I sistemi nervoso ed endocrino umano non sono ancora completamente compresi. Cosa hanno in comune? Che significato hanno per il corpo umano e quali funzioni svolgono??

Qual è la ghiandola pituitaria??

La ghiandola pituitaria si trova nella formazione ossea: la sella turca, costituita da neuroni e cellule endocrine, coordina l'interazione di questi due sistemi corporei più importanti. Gli ormoni ipofisari sono prodotti sotto l'influenza del sistema nervoso, sono loro che combinano tutte le ghiandole endocrine in un sistema comune.

Nella sua struttura, la ghiandola pituitaria è costituita da una adenoipofisi e una neuroipofisi. C'è anche la parte centrale della ghiandola pituitaria, ma a causa della struttura e delle funzioni simili, è consuetudine attribuirla all'adenoipofisi. Il rapporto percentuale tra neuroipofisi e adenoipofisi non è lo stesso; la maggior parte della ghiandola è l'adenoipofisi (fino all'80% secondo alcuni dati).

La ghiandola pituitaria è una piccola ghiandola che ricorda la forma dei legumi, si trova nella sella turca (formazione ossea del cranio), il suo peso difficilmente supera 0,5 g. Appartiene alle ghiandole centrali.

Gli ormoni ipofisari differiscono anche:

  • gli ormoni dell'adenoipofisi vengono secreti nella ghiandola e secreti nel sangue;
  • gli ormoni dell'ipofisi posteriore vengono immagazzinati al suo interno e secreti nel sangue solo se necessario;
  • gli ormoni della neuroipofisi vengono prodotti dai nuclei neurosecretori nell'ipotalamo e quindi inviati alla ghiandola pituitaria lungo le fibre nervose, dove vengono immagazzinati fino a quando non vengono reclamati da altre ghiandole;

Ipotalamo: combina le funzioni del sistema endocrino e nervoso. Gli ormoni dell'ipotalamo e della ghiandola pituitaria sono strettamente correlati.

funzioni

Gli ormoni ipofisari contribuiscono alla loro secrezione da parte della ghiandola tiroidea, della corteccia surrenale e delle gonadi.

Gli ormoni dell'adenoipofisi sono sostanze tropicali (ad eccezione di β-endorfina e metencefalina), sostanze biologicamente attive la cui azione è diretta a tessuti e cellule o stimola altre ghiandole endocrine per ottenere il risultato desiderato. Gli ormoni dell'ipofisi anteriore includono:

  1. Ormone stimolante la tiroide (TSH).
  2. Adrenocorticotropico (ACTH).
  3. Follicolo-stimolante (FSH).
  4. Luteinizzante (LH).
  5. Somatotropico (STH).
  6. La prolattina.
  7. Ormoni lipotropici.
  8. Melanocitostimolante (MSH).

Vasopressina e ossitocina sono prodotte nella ghiandola pituitaria posteriore..

È improbabile che l'importanza di queste sostanze biologicamente attive per il corpo possa essere sopravvalutata; sono responsabili della maggior parte delle funzioni vitali.

Breve descrizione degli ormoni del lobo anteriore

tireotropi

L'ormone stimolante la tiroide è una proteina costituita da due strutture, α e β. Solo β ha attività. La funzione principale della tireotropina è quella di stimolare la tiroide a secernere tiroxina, triiodotironina e calcitonina in quantità adeguata. L'ormone stimolante la tiroide oscilla in modo significativo durante il giorno. La massima concentrazione di ormone stimolante la tiroide si osserva alle 2-3 del mattino, il minimo a 17-19 ore. Con l'invecchiamento, la secrezione dell'ormone stimolante la tiroide viene disturbata, diventa meno.

Tuttavia, un eccesso di ormone stimolante la tiroide porta a funzionalità e struttura della ghiandola tiroidea compromesse, il suo tessuto viene gradualmente miscelato con il colloide. Cambiamenti simili si riscontrano nella diagnostica ecografica della ghiandola tiroidea.

adrenocorticotropo

L'ormone adrenocorticotropo è il principale stimolante della corteccia surrenale. Sotto la sua influenza, viene prodotta la maggior parte dei corticosteroidi, colpisce anche la secrezione di mineralcorticoidi, estrogeni e progesterone. Colpisce indirettamente l'organismo umano o animale, influenzando i processi metabolici che regolano i corticosteroidi. Un'altra delle sue funzioni è la partecipazione alla secrezione di pigmenti, spesso questo porta alla formazione di macchie dell'età sulla pelle. L'omone adrenocorticotropo è lo stesso nell'uomo e negli animali.

La somatropina

La somattropina è uno dei fattori di crescita più importanti. La violazione della secrezione del parto o della sensibilità durante l'infanzia porta a conseguenze irreparabili. È responsabile per:

  • crescita dello scheletro, in particolare per la crescita delle ossa tubolari;
  • deposizione di tessuto adiposo e sua distribuzione nel corpo;
  • formazione e metabolismo delle proteine;
  • crescita e forza muscolare.

La sua funzione è che partecipa ai processi metabolici e influenza il metabolismo dell'insulina e delle cellule pancreatiche stesse.

gonadotropine

Gli ormoni ipofisari gonadotropici comprendono gli ormoni follicolo-stimolanti e luteinizzanti. Sono composti da aminoacidi e sono proteine ​​nella loro struttura. La loro funzione principale è quella di garantire la piena funzione riproduttiva negli uomini e nelle donne. FLH è responsabile della maturazione dei follicoli nelle donne e dello sperma negli uomini. L'ormone luteinizzante promuove la rottura dei follicoli, il rilascio dell'uovo, la formazione del corpo luteo nelle donne e stimola la secrezione di androgeni negli uomini.

Il livello di gonadotropine negli uomini e nelle donne in età riproduttiva non è lo stesso. Negli uomini, è approssimativamente costante e, nel gentil sesso, varia in modo significativo a seconda della fase del ciclo mestruale. Nella prima fase del ciclo, l'ormone follicolo-stimolante domina, l'LH in questo periodo è minimo e, al contrario, viene attivato nella seconda. La loro azione è continuamente interconnessa, si completano a vicenda.

La prolattina

La prolattina svolge anche un ruolo enorme nell'attuazione della funzione riproduttiva. È responsabile del successivo sviluppo delle ghiandole mammarie e dell'allattamento, della gravità delle caratteristiche sessuali secondarie, della deposizione di grasso nel corpo, della maturazione del corpo luteo, della crescita e dello sviluppo degli organi interni, delle funzioni delle appendici cutanee.

L'effetto della prolattina è duplice. Da un lato, è lui che è considerato responsabile della formazione dell'istinto materno, del comportamento di una donna incinta e di una giovane madre. D'altra parte, un eccesso di prolattina porta alla sterilità. Durante la gravidanza e l'allattamento, si osserva il massimo effetto dell'ormone lattogenico in combinazione con l'ormone della crescita e il lattogeno placentare. La loro interazione garantisce la piena crescita e sviluppo del feto e la salute della donna incinta.

Melanocytostimulating

L'ormone melanocitostimolante è responsabile della produzione di pigmento nelle cellule della pelle. Credono anche che sia lui a essere responsabile della crescita inadeguata dei melanociti con la loro successiva degenerazione in formazioni maligne.

Ormoni prodotti dal lobo posteriore

Ossitocina e vasopressina

Gli ormoni dell'ipofisi posteriore, l'ossitocina e la vasopressina, sono completamente diversi nelle loro funzioni. La vasopressina è responsabile dell'equilibrio idrico-salino del corpo, la sua azione è diretta alle tube di nefrone renale. Stimola la permeabilità della parete all'acqua, controllando in tal modo la diuresi e il volume del sangue circolante. Con una violazione della secrezione dell'ormone antidiuretico, si sviluppa una malattia formidabile come il diabete insipido.

L'ossitocina è importante per una donna incinta e in allattamento, poiché stimola il travaglio e l'escrezione del latte. Ma il punto di applicazione e l'effetto dell'ossitocina nelle donne che allattano e in gravidanza sono diversi. Nella gravidanza successiva, l'endometrio uterino diventa più sensibile agli effetti dell'ossitocina, la sua secrezione durante questo periodo aumenta in modo significativo e continua a crescere fino alla nascita stessa sotto l'influenza della prolattina. Le contrazioni uterine contribuiscono all'avanzamento del feto verso la cervice, che provoca il travaglio e l'avanzamento del bambino attraverso il canale del parto. Con l'allattamento, l'ossitocina viene prodotta quando un bambino succhia un seno, questo stimola la produzione di latte.

È molto importante per una giovane madre mettere il bambino al seno in anticipo. Più spesso e più il bambino cercherà di allattare, più velocemente l'allattamento nella madre si normalizza.

pituitario

Ghiandola pituitaria (appendice cerebrale) - una ghiandola endocrina, che si trova nella cosiddetta sella turca alla base del cranio.

Pituitaria. Posizione.

Topograficamente, si trova approssimativamente al centro della testa.

Il peso della ghiandola pituitaria è solo di circa 1 grammi e le dimensioni non superano i 14-15 mm.

La ghiandola pituitaria ha una forma ovale e si trova in un letto osseo isolato (sella turca), che ha anche una forma ovale. La ghiandola pituitaria è circondata da formazioni ossee su tre lati: anteriore, posteriore e inferiore. Ai lati della ghiandola pituitaria ci sono seni cavernosi - cavità vuote costituite da foglie della dura madre, all'interno delle quali passano importanti vasi come le arterie carotidi e i nervi, la maggior parte dei quali controlla il movimento dei bulbi oculari. Dall'alto, la cavità della sella turca è anche limitata dal foglio fibroso della dura madre - il diaframma, che ha un foro al centro attraverso il quale l'ipotalamo si collega attraverso una delle parti del cervello attraverso la ghiandola pituitaria. In senso figurato, la ghiandola pituitaria pende su una gamba (stelo) come una ciliegia su un manico.

Di norma, la ghiandola pituitaria occupa l'intero volume della sella turca, tuttavia, ci sono varie opzioni quando ne occupa solo la metà, o viceversa, la ghiandola pituitaria aumenta di dimensioni, anche leggermente estendendosi oltre i bordi superiori della sella turca.

Pituitaria. Struttura.

L'appendice cerebrale è costituita da due lobi: anteriore (adenoipofisi, lobo ghiandolare) e posteriore (neuroipofisi), che hanno origini diverse: il lobo anteriore è formato dalla sporgenza della cavità orale primaria (tasca a cricchetto) e il posteriore dalla sporgenza del fondo del 3o ventricolo del cervello nel tempo di sviluppo embrionale. Inoltre, i lobi anteriore e posteriore della ghiandola pituitaria differiscono per funzione: l'adenoipofisi produce ormoni da sola e la neurofipofisi li accumula e si attiva solo.

L'adenoipofisi è la parte più grande della ghiandola pituitaria e rappresenta circa il 75% della sua massa totale. È costituito da cellule ghiandolari che, come i favi dell'alveare, sono separate da numerosi fili-trabecole.

Le cellule ghiandolari sono divise in 5 tipi principali in base al tipo di sostanze ormonali che producono: somatotrofi, lattotrofi, corticotrofi, tirotrofi, gonadotropi.

I somatotrofi o le cellule che producono l'ormone somatotropico (ormone della crescita, STH) - il principale ormone responsabile della crescita del corpo, costituiscono circa la metà della composizione cellulare totale dell'adenoipofisi e si trovano principalmente sui lati del lobo.

Con lo sviluppo di un tumore da queste cellule, a causa di un aumento della funzione secretoria di queste cellule e di un aumento della produzione di STH, si sviluppa una malattia chiamata acromegalia.

I lattotrofi, o cellule che producono prolattina, l'ormone responsabile della formazione del latte nelle ghiandole mammarie, costituiscono circa 1/5 di tutte le cellule dell'ipofisi anteriore e si trovano nelle sezioni posterolaterali. Durante la gravidanza, il loro numero aumenta quasi 2 volte, che si manifesta con un aumento delle dimensioni dell'appendice cerebrale. Oltre alla gravidanza, il loro aumento può causare una diminuzione della funzione tiroidea - ipotiroidismo, preparazioni ormonali contenenti estrogeni. Con un aumento della funzione dei lattotrofi o lo sviluppo di un tumore da queste cellule, una persona sviluppa iperprolattinemia.

I corticotrofi sono cellule che sintetizzano vari principi attivi biologici, uno dei quali è l'ormone adrenocorticotropo (ACTH) - un ormone che regola la secrezione di un numero di ormoni dalle ghiandole surrenali, uno dei principali è il cortisolo. Insieme alla lattotrofia costituiscono circa il 20% di tutte le cellule dell'adenoipofisi. Con la loro iperplasia o sviluppo del tumore, una persona sviluppa l'ipercorticismo chiamato malattia di Itsenko-Cushing.

I tirotrofi o le cellule che secernono l'ormone stimolante la tiroide (TSH) - un ormone responsabile della crescita della ghiandola tiroidea e della regolazione della sua secrezione di ormoni chiamati T3 e T4. Costituiscono solo il 5% della composizione cellulare dell'adenoipofisi. Si trovano principalmente nelle sezioni anteriori dell'adenoipofisi. Con lo sviluppo dell'ipotiroidismo, aumentano di dimensioni (iperplasi), il loro numero aumenta, il che può portare alla formazione di un tumore - tireotropinomi.

Le gonadotrope, o cellule che secernono ormoni sessuali (gonadotropine), costituiscono circa il 10-15% della composizione cellulare dell'adenoipofisi. Sono localizzati uniformemente lungo la ghiandola pituitaria anteriore, ma principalmente nei dipartimenti laterali. Queste cellule producono due tipi di ormoni: follicolo-stimolante (FSH), responsabile della stimolazione dell'ovulazione nelle donne e della formazione degli spermatozoi negli uomini e ormone luteinizzante (LH), stimolazione dell'ovulazione nelle donne e produzione maschile di testosterone.

Queste cellule possono anche aumentare di dimensioni con l'ipogonadismo..

Oltre alle cellule ormonalmente attive, nella ghiandola pituitaria anteriore ci sono anche cellule che non si colorano con metodi speciali che determinano l'attività secretoria delle cellule. Queste sono le cosiddette cellule zero, che servono come fonte per la formazione di adenomi ipofisari non funzionanti..

La loro attività non è stata completamente studiata, ma si ritiene che possano produrre determinati tipi di ormoni a basse concentrazioni o in forma inattiva..

Nella ghiandola pituitaria anteriore vengono prodotti 6 ormoni, che possono essere divisi in 3 gruppi:
1) ormoni proteici correlati alle somatomammotropine - STH e prolattina;
2) glicoproteine ​​- FSH, LH e TSH;
3) ormoni derivati ​​da POMK - ACTH, lipotropine, ormone melanostimolante (MSH), endorfine e polipeptidi correlati.

La percentuale media della ghiandola pituitaria nell'uomo è praticamente assente e non partecipa alla formazione dell'ormone.

Nel lobo posteriore della ghiandola pituitaria, nell'ipotalamo vengono prodotti due tipi di ormoni: l'ormone antidiuretico (controlla la sete e la quantità di urina escreta dai reni) e l'ossitocina (stimola le contrazioni uterine nelle donne), che entrano attraverso gli assoni dei neuroni situati nei nuclei ipotalamici, dove sintesi di questi ormoni. Oltre alla funzione di deposizione, la neuroipofisi esegue la sua peculiare attivazione, dopo di che gli ormoni nella forma attiva vengono secreti nel sangue.

Ormoni secreti dalla ghiandola pituitaria

La struttura unica del cervello umano, le sue capacità sono di interesse per gli scienziati. Quindi, il minuscolo dipartimento di materia grigia - la ghiandola pituitaria, che pesa mezzo grammo - funge da elemento centrale del sistema endocrino. La produzione di sostanze specifiche chiamate "ormoni ipofisari" regola i processi di crescita, sintesi proteica e funzionamento delle ghiandole endocrine. Le dimensioni di questo organo spaiato aumentano durante la gravidanza nelle donne, senza tornare allo stato iniziale dopo il parto.

La struttura e le funzioni della ghiandola pituitaria

La ghiandola pituitaria è una formazione anatomica (organo) di forma ovale, le cui dimensioni dipendono dalle caratteristiche individuali. La lunghezza media raggiunge 10 mm, larghezza - un paio di mm in più. L'ipofisi si trova nella borsa della sella (sella turca) dell'osso sfenoidale del cranio. Ha un piccolo peso - da 5 a 7 mg e nelle donne è più sviluppato. Gli esperti associano la situazione al meccanismo luteotropico per la produzione di prolattine, che sono responsabili dello sviluppo degli istinti materni, del lavoro delle ghiandole mammarie.

La guaina connettiva bloccante tiene l'organo "nella sella turca". L'interazione di altre parti del cervello, in particolare l'ipotalamo, con la ghiandola pituitaria viene effettuata utilizzando le gambe nell'imbuto del diaframma. Essendo una singola entità, questa ghiandola è divisa in:

  • sezione anteriore, che occupa fino all'80% dell'organo;
  • dipartimento che stimola la produzione di neurosecretori;
  • parte centrale responsabile delle funzioni di combustione dei grassi.

Cosa producono gli ormoni

La ghiandola pituitaria e l'ipotalamo sono parti interconnesse del cervello umano, combinate in un comune sistema ipotalamo-ipofisario, che è responsabile dell'azione dei meccanismi endocrini. La "gerarchia" di quest'ultima è costruita logicamente in modo chiaro: le ghiandole e gli ormoni della ghiandola pituitaria interagiscono sul principio di una relazione inversa: sopprimendo la produzione di determinate sostanze in eccesso, il cervello normalizza l'equilibrio ormonale del corpo. La carenza è compensata dall'iniezione della quantità richiesta nel sangue. Cosa produce la ghiandola pituitaria??

adenohypophysis

La ghiandola pituitaria anteriore ha la capacità di produrre ormoni tropici (regolatori), che consistono in cellule ghiandolari endocrine. Coordinando l'attività delle ghiandole della secrezione periferica - pancreas, tiroide, genitale, l'adenoipofisi "agisce" sotto l'influenza dell'ipotalamo. La crescita, lo sviluppo, la riproduzione, l'allattamento dei mammiferi dipendono dalle funzioni del lobo anteriore.

La sostanza adrenocorticotropica prodotta dalla ghiandola pituitaria stimola gli ormoni surrenali. Indirettamente, l'ACTH agisce come "innesco" per il rilascio di cortisolo, cortisone, estrogeni, progesterone e androgeni nel flusso sanguigno. Il livello normale di questi ormoni fornisce una risposta positiva a situazioni stressanti..

gonadotropine

Queste sostanze hanno le connessioni più strette con le ghiandole sessuali e sono responsabili dei meccanismi delle capacità riproduttive umane. La ghiandola pituitaria produce sostanze gonadotropiche:

  1. Follicolo-stimolante, la maturazione nelle ovaie dei follicoli nelle donne dipende dalla quantità di follicoli. Il corpo maschile sotto la loro influenza aiuta lo sviluppo dello sperma, regola il corretto funzionamento della prostata.
  2. Luteinizzante: estrogeni femminili, con la partecipazione dei quali avvengono i processi di ovulazione e maturazione del corpo luteo e androgeni maschi.

Thyrotropins

Sintetizzati dall'ipofisi anteriore, le sostanze stimolanti la tiroide (TSH) agiscono come coordinatori della funzione tiroidea nella produzione di tiroxina e triiodotironina. Differendo nei cambiamenti giornalieri degli indicatori, questi ormoni influenzano il cuore, i vasi sanguigni e l'attività mentale. I processi metabolici sono impossibili senza la partecipazione degli ormoni tiroidei.

L'ormone della crescita (STH) stimola la formazione di proteine ​​nelle strutture cellulari, a causa delle quali c'è sviluppo, crescita di organi umani. L'adenoipofisi della somatotropina agisce indirettamente sui processi del corpo - attraverso il timo e il fegato. Le funzioni di STH comprendono il controllo della produzione di glucosio, l'adesione al bilancio lipidico.

La prolattina

Risveglio degli istinti materni, normalizzazione dei processi di comparsa del latte nelle donne nel periodo postpartum, protezione dal concepimento durante l'allattamento al seno è un elenco incompleto delle proprietà caratteristiche dell'ormone luteotropico sintetizzato dalla ghiandola pituitaria. La prolattina è uno stimolatore della crescita dei tessuti, coordinatore delle funzioni metaboliche del corpo..

Quota media

Situato separatamente dalla parte anteriore, fuso alla parte posteriore della ghiandola pituitaria, il lobo centrale è la fonte della formazione di due tipi di ormoni polipeptidici. Sono responsabili della pigmentazione della pelle, della sua reazione all'esposizione alle radiazioni ultraviolette. La produzione di sostanze stimolanti i melanociti dipende dall'effetto riflesso della luce sulla retina.

Lobo posteriore

"Prendendo" e accumulando ormoni dell'ipotalamo, la neuroipofisi (sezione posteriore) diventa una fonte di educazione:

  1. Vasopressina. La sostanza più importante che regola l'attività dei sistemi genito-urinario, nervoso e vascolare. Questo ormone antidiuretico agisce sulle funzioni di riassorbimento dei tubuli renali, trattenendo l'acqua. Il risultato di una carenza di vasopressina è la disidratazione iniziale del corpo, simile nei sintomi al diabete.
  2. Ossitocina. È responsabile della riduzione della muscolatura liscia dell'utero durante il parto. Stimola l'eccitazione sessuale.

Quota intermedia

Il tessuto connettivo della ghiandola pituitaria intermedia è rappresentato dagli intermediari alfa e beta, che influenzano la pigmentazione degli strati superficiali dell'epidermide, nonché i peptidi immuni dalla corticotropina responsabili delle funzioni della memoria. Una caratteristica di questo dipartimento è la capacità di produrre cellule basofile che stimolano la combustione dei grassi nel corpo - lipotropi.

Quali test per trasmettere gli ormoni ipofisari

I problemi causati da un funzionamento alterato della ghiandola pituitaria comportano spiacevoli conseguenze di una salute squilibrata. Il verificarsi di singoli sintomi è una buona ragione per consultare un endocrinologo. In base ai risultati di una conversazione personale alla reception, alla discussione di reclami esistenti e all'esame, il medico dovrebbe prescrivere un esame speciale:

  1. In laboratorio:
    • Esame del sangue per gli ormoni. Stimolando la produzione di determinate sostanze, la ghiandola pituitaria di una persona sana produce una tale quantità che aiuta a mantenere livelli ormonali normali.
    • Un test che utilizza un antagonista della dopamina (un "ormone del piacere") è la metoclopramide. Aiuta a identificare la disfunzione ipofisaria dovuta al tumore.
  2. All'optometrista. Un esame del fondo oculare riflette la probabilità di formazione di adenoma ipofisario. Le caratteristiche della posizione dell'organo sono tali che, quando ci sono fattori di pressione, la vista si deteriora bruscamente.
  3. Al neurochirurgo, il neurologo. La presenza di mal di testa è uno dei segni di un disturbo nel funzionamento della ghiandola pituitaria. In tali casi, gli studi dovrebbero essere condotti con una risonanza magnetica o una TAC..

Livelli di ormoni

I risultati degli studi sugli ormoni riflettono i principali cambiamenti nell'equilibrio ormonale, sulla base dei quali l'endocrinologo seleziona individualmente una mappa di trattamento:

  1. Con la mancanza di singoli ormoni, viene prescritta una terapia di sostituzione speciale. Il trattamento prevede l'assunzione di farmaci sintetizzati analoghi di sostanze "carenti".
  2. Un eccesso di ormoni ipofisari è spesso associato al verificarsi di neoplasie. L'assunzione di farmaci è progettata per aiutare a ridurre la pressione del tumore..

Il trattamento conservativo è un metodo popolare, ma non l'unico, per normalizzare l'attività del sistema ipotalamo-ipofisario. Lo sviluppo di un tumore benigno nella maggior parte dei casi avviene a un ritmo molto lento. In caso di progressione dell'adenoma, può essere utilizzato un intervento chirurgico e quando degenera in maligno, viene prescritta la radioterapia.

Ciò che riduce la produzione

Le ragioni del cambiamento nella produzione di ormoni da parte dell'ipofisi sono:

  1. A un livello elevato, il principale fattore di squilibrio dei processi metabolici è un adenoma, un tumore di natura benigna. Ha un alto livello di ormoni secreti dalla ghiandola pituitaria nel sangue. Pericolo di sviluppo progressivo..
  2. La formazione di una carenza di ormoni prodotti dalla ghiandola pituitaria è influenzata da:
    • malattie geniche / congenite;
    • disturbi del flusso sanguigno, emorragie;
    • una storia di meningite (encefalite);
    • Lesioni alla testa.

Le conseguenze dell'aumento e della riduzione della norma

Gli ormoni del cervello ipofisario influenzano direttamente o indirettamente l'attività delle gonadi, il sistema endocrino, la sintesi proteica e la melanina. I cambiamenti nel rapporto ottimale di queste sostanze portano a conseguenze negative, essendo le cause delle malattie:

  1. Ipotiroidismo (o ipertiroidismo) - disfunzione tiroidea.
  2. Acromegalia (gigantismo) o nanismo.
  3. Iperprolattinemia. Provoca impotenza negli uomini, infertilità nelle donne.
  4. Ipopituitarismo - una carenza di ormoni prodotti dalla ghiandola pituitaria. Le conseguenze sono un ritardo dello sviluppo sessuale negli adolescenti.
  5. Diabete insipido. È caratterizzato dall'incapacità dei tubuli di assorbire l'acqua filtrata dai glomeruli renali con un livello costante di glucosio nel sangue.

Video: malattie dell'ipofisi e delle ghiandole surrenali

Lo sviluppo improprio dalla nascita, le mutazioni genetiche, la comparsa di neoplasie nel cervello provocano una diminuzione della (ipo) o un aumento della produzione dell'ormone (iper). Le caratteristiche genetiche / ereditarie delle malattie si manifestano con una crescita migliorata o rallentata delle parti del corpo - gigantismo, nanismo. I malfunzionamenti nella produzione di ormoni ipofisari tropicali causano malattie della ghiandola surrenale, della tiroide e delle gonadi. Scopri come la secrezione interna del corpo dipende dal funzionamento del sistema ipotalamo-ipofisario guardando il video.

pituitario

io

Gipdifisico (ipofisi, ghiandola pituitana. Ipo- + phyō greco, fisico futuro teso cresce; sinonimo: appendice cerebrale, ghiandola pituitaria)

ghiandola endocrina, che influenza direttamente l'attività e regola le funzioni delle ghiandole endocrine periferiche che dipendono da essa. Anatomicamente e funzionalmente, G., che costituisce il collegamento centrale nella regolazione e nel coordinamento delle funzioni vegetative del corpo, è collegato con l'ipotalamo in un singolo complesso neuroendocrino che assicura la costanza dell'ambiente interno del corpo (vedi. Sistema ipotalamo-ipofisario).

La ghiandola pituitaria si trova sulla superficie ventrale del cervello (cervello) alla base del cranio nella parte inferiore della sella turca dell'osso sfenoidale (Fig. 1). Rappresenta la formazione di una forma ovale con una dimensione di 1 × 1,3 × 0,6 cm, peso G. in media 0,5-0,6 g Le dimensioni e il peso G. possono variare a seconda del suo stato funzionale. Nella ghiandola pituitaria, si distinguono 2 lobi principali: anteriore (adenoipofisi) e posteriore (neuroipofisi). L'adenoipofisi è il 70-80% della massa totale della ghiandola. Distingue la parte anteriore, o distale, (pars distalis), situata nella fossa ipofisaria della sella turca; la parte intermedia (pars intermedia), che confina direttamente con la neuroipofisi e la parte tuberosa (pars tuberalis), estendendosi verso l'alto e collegandosi all'imbuto dell'ipotalamo (Fig. 2). La neuroipofisi è composta dalla parte principale (nervosa) (pars nervosa), che si trova nella metà posteriore della fossa ipofisaria della sella turca, la parte infundibolare situata dietro la zona tuberosa dell'adenoipofisi e l'elevazione mediana.

Entrambi i lobi di G. si distinguono per la loro origine, struttura, funzione, hanno un apporto di sangue indipendente e la loro relazione morfofunzionale con l'ipotalamo.

L'adenoipofisi si sviluppa dalla sporgenza epiteliale (tasca di Ratke) del tetto della cavità orale. La sua parte anteriore è formata da densi filamenti ramificati di cellule ghiandolari (trabecole), intrecciate in una rete e formano un parenchima, in cui vi è un gran numero di fibre di reticulina e capillari sinusoidali. Il centro delle trabecole è occupato da cellule cromofobiche (debolmente colorate), che comprendono fino al 50-60% delle cellule del lobo anteriore. Normalmente, non contengono inclusioni secretorie evidenti. Le cellule cromofile (ben colorate) si trovano alla periferia delle trabecole. Acidofili (cellule α) colorati con coloranti acidi e basofili (cellule β) colorati con coloranti basici si distinguono tra loro per la natura della colorazione. Le cellule acidofile costituiscono circa il 40% delle cellule del lobo anteriore. Contengono molti grandi granuli di secrezione con un diametro di 400-800 nm. In base al tipo di produzione ormonale, si distinguono tra loro i somatotrofi (α-acidofili) e i lattotrofi (∑-acidofili). I basofili rappresentano circa il 10% delle cellule di adenoipofisi. Sono più grandi degli acidofili, hanno una forma rotonda o poligonale; i loro granuli di secrezione sono molto più piccoli. In base al tipo di produzione ormonale, i basofili sono suddivisi in tirotrofi, gonadotropi e corticotrofi (Fig. 3). Ognuno di questi tipi di cellule in patologia può avere attività secretoria multi-ormonale, ad esempio secernere somatotropina e prolattina.

La parte intermedia dell'adenoipofisi è formata principalmente da grandi cellule basofile che producono adenocorticotropina (AKTG) e melanotropina (interludi).

I metodi istochimici enzimatici sono spesso utilizzati per valutare lo stato funzionale delle cellule adenoipofisiche, spesso in combinazione con la microscopia elettronica, nonché i metodi immunocitochimici per identificare le cellule ghiandolari G. e gli ormoni secreti da esse..

L'adenoipofisi viene alimentata con sangue dalle arterie ipofisarie superiori attraverso il sistema portale di G. con un flusso sanguigno discendente dall'ipotalamo alla ghiandola pituitaria. Arricchito con neuroormoni ipotalamici, il sangue attraverso le vene portale che scendono lungo il gambo ipofisario entra nei numerosi capillari sinusoidali del parenchima adenoipofisi. Qui è saturo di ormoni adenoipofisici, che attraverso il sistema di vene che scorrono nei seni venosi della dura madre entrano nel flusso sanguigno generale. A causa di questa connessione, viene effettuata la regolazione neuroumorale delle funzioni tropicali dell'adenoipofisi.

La neuroipofisi è un derivato del fondo dell'imbuto del diencefalo. Il suo lobo posteriore è formato da neuroglia di tipo ependimale e piccole cellule di processo - pituiti. Termina con gli assoni delle cellule neurosecretorie dei nuclei sovraottico e paraventricolare dell'ipotalamo, nonché con le fibre nervose dopaminergiche del nucleo arcuato. Sugli assoni da un ipotalamo in un lobo posteriore di G. vasopressina e ossitocina si presentano sotto forma di granuli speciali (vedi. Neurosecrezione). Si accumulano alle estremità degli assoni (terminali) a contatto con i capillari e sotto l'influenza delle informazioni dai volumo e dagli osmorecettori che entrano nella regione anteriore dell'ipotalamo, e quindi nel G., vengono secreti nel flusso sanguigno generale. Entrambi gli ormoni sono specificamente associati alle cosiddette neurofisine secrete dal cervello. La loro concentrazione nel sangue, determinata dal metodo radioimmunologico, può servire da indicatore dello stato funzionale della neurofisi.

Fisiologia. Nell'adenoipofisi, vengono sintetizzati 4 ormoni della ghiandotropina (tireotropina, ACTH, lutropina, follitropina) che regolano le funzioni delle corrispondenti ghiandole endocrine periferiche (tiroide, ghiandole surrenali e gonadi), 3 ormoni (somatotropina, prolattina, effetto lipanropropina), che hanno effetti diretti sulla lipotropina, in possesso di azione lipolitica periferica. Il lobo posteriore di G. assegna vasopressina e ossitocina. La vasopressina normalizza la pressione osmotica del plasma, l'ossitocina stimola la secrezione di latte da parte della ghiandola mammaria in allattamento e la contrazione dei muscoli uterini (vedi ormoni ipofisari).

Strettamente connesso attraverso l'ipotalamo al sistema nervoso, G. combina il sistema endocrino in un unico complesso funzionale che assicura la costanza dell'ambiente interno del corpo (vedi Omeostasi), nonché le fluttuazioni circadiane (giornaliere), mensili e stagionali della concentrazione degli ormoni nel sangue. La secrezione di tripli ormoni è regolata da un sistema di feedback. Quindi, un cambiamento nel livello degli ormoni della ghiandola periferica nel sangue viene catturato dalle corrispondenti zone recettoriali dell'ipotalamo, che, con l'aiuto di ormoni speciali (vedi neuroormoni ipotalamici) secreti da esso in risposta alle informazioni ricevute, stimola o inibisce la secrezione del percorso corrispondente, influenzando direttamente il lobo anteriore di G. ipotalamo - adenoipofisi - la ghiandola periferica è relativamente autonoma. È in grado di svolgere le sue funzioni dopo una parziale e perfino completa disaffezione. A sua volta, l'adenoipofisi è l'organo bersaglio degli ormoni delle ghiandole periferiche, fornendo una connessione specifica tra loro. La secrezione di ormoni durante il giorno è pulsante. La produzione di ormone della crescita e prolattina è influenzata dalla composizione biochimica del sangue, ad esempio il livello di glicemia e la concentrazione di aminoacidi. La secrezione di prolattina è sotto l'effetto dopaminergico inibitorio; la tiroliberina è un ormone rilasciante ipotalamico in grado di stimolarlo. Viene anche effettuata l'autoregolazione della secrezione di prolattina attraverso il sistema limbico e l'ipotalamo e la somatotropina secondo il principio del feedback intra-ipotalamico. Un forte aumento del livello di alcuni ormoni nel sangue viene fornito in modo riflessivo attraverso i dipartimenti superiori dei c.s..

Le funzioni di G. vengono studiate determinando il livello degli ormoni ipofisari, le fluttuazioni diurne nella concentrazione degli ormoni nel sangue, nonché sullo sfondo degli stress test utilizzando stimolanti e inibitori dell'attività funzionale delle cellule corrispondenti.

Patologia. Le violazioni delle funzioni di G. sono seguite da una formazione eccessiva o insufficiente di ormoni. La loro causa può essere l'iperstimolazione rilasciando ormoni, accompagnati da iperfunzione delle cellule corrispondenti e dalla loro successiva iperplasia, che può provocare la formazione di adenoma, nonché tumori primari di G. In violazione della funzione di formazione dell'ormone di G., sorgono varie sindromi. Ad esempio, l'iperproduzione dell'ormone della crescita in presenza di somatotropinomi nella ghiandola pituitaria porta allo sviluppo di acromegalia (acromegalia) o gigantismo nell'infanzia e nell'adolescenza; produzione insufficiente - al nanismo (vedi. Nanismo); l'iperprolattinemia di origine funzionale o tumorale è accompagnata dallo sviluppo di galattorrea - sindrome di amenorrea e ipogonadismo. L'iperprolattinemia può anche essere associata alla cosiddetta sindrome della sella turca vuota, che di solito si sviluppa quando la sua schiena viene distrutta. Di solito si osserva nelle donne obese, spesso affette da ipertensione. In questo caso, si notano mal di testa, vertigini, combinati con un disturbo del ciclo mestruale, a volte visione. La violazione principale della produzione di gonadotropine (lutropina e follitropina) provoca disfunzione sessuale: pubertà precoce nei bambini e con perdita della funzione gonadotropina - ipogonadismo ipogonadotropico. Il fallimento delle funzioni sessuali è anche una violazione della funzione gonadotropica ciclica di G. nelle donne; l'iperfunzione dei corticotropi, associata sia alla loro iperplasia dovuta all'iperstimolazione degli ormoni di rilascio sia al corticotropinoma primario di G., porta allo sviluppo della malattia di Itsenko-Cushing (malattia di Itsenko-Cushing) e la perdita della funzione corticotropica porta all'insufficienza surrenalica (ghiandole surrenali). L'ipoplasia e l'atrofia dell'adenoipofisi, nonché la distruzione del suo parenchima da parte di un processo patologico, causano panipopituitarismo, accompagnato da perdita della funzione della ghiandola endocrina periferica e cachitia ipofisaria (vedi insufficienza ipotalamo-ipofisaria). La distruzione del lobo posteriore, il danno alla gamba di G. o il danno ai nuclei dell'ipotalamo anteriore portano al diabete insipido (diabete insipido).

La disfunzione di G. viene rilevata sulla base di un'analisi del quadro clinico in dinamica e dati da ulteriori metodi di ricerca: radioimmunologici (che determinano il livello degli ormoni nel sangue), radiologici (craniografia, tomografia (tomografia), encefalografia con radionuclidi (encefalografia con radionuclidi)) e neurooftalmologici (valutazione della gravità visione (acuità visiva) e campi visivi (campo visivo), riflessi pupillari, esame del fondo (fondo). La combinazione di sintomi di disturbi endocrini con un complesso di sintomi radiologici, ad esempio un aumento della sella turca, indica un possibile sviluppo del processo tumorale nella ghiandola pituitaria (ad esempio, adenomi, gliomi, meningiomi). Il quadro clinico dei tumori dipende dalla natura, dalla localizzazione, dalla direzione e dal tasso di crescita (vedere Adenoma ipofisario). In una fase precoce della malattia, il tumore cresce nella cavità della sella turca e spesso si manifesta solo nei disturbi endocrini. In futuro, vengono aggiunti disturbi visivi e vari cambiamenti anatomici nella regione di G., rivelati dall'esame a raggi X (cambiamenti nelle dimensioni e nella forma della sella turca, distruzione della sua schiena, spostamento dei serbatoi di chiasma, ecc.); in una fase avanzata compaiono sintomi di danno cerebrale. Con i craniofaringiomi, vengono rilevate inclusioni di sali di calcio sia nel tessuto del tumore stesso che nelle pareti della sua capsula. La differenziazione dei tumori di G. nelle donne è necessaria con la sindrome della sella turca vuota, che è caratterizzata da un aumento della sella turca, ipertensione arteriosa, sindrome chiasmal (compromissione della vista), ma la funzione di G. di solito non è compromessa, sebbene ci sia iperprolattinemia, accompagnata da secrezione dalle ghiandole mammarie.

Bibliografia: fisiologia del sistema endocrino, ed. V.G. Baranova et al., L., 1979; Schreiber B. Patofisiologia delle ghiandole endocrine, trans. dalla Repubblica Ceca, Praga, 1987; Endocrinologia e metabolismo, ed. F. Felig et al., Trans., Dall'inglese, vol.1, p. 273, 467, M., 1985.

Figura. 3 b). Ultrastruttura di cellule funzionali dell'ipofisi anteriore del ratto (normale): tirotropo (1) con un piccolo numero di piccoli granuli secretori (2) e somatotropo (3), × 5000.

Figura. 3a). Ultrastruttura di cellule funzionali dell'ipofisi anteriore del ratto (normale): somatotrofi (1) con reticolo endoplasmatico pronunciato e granuli secretori (2); lattotrofio (3) con granuli di secrezione di grandi dimensioni (2); corticotrofi (4) con piccoli granuli di secrezione, × 8000.

Figura. 1. Topografia dell'ipofisi: 1 - intersezione del nervo ottico; 2 - imbuto ipofisario; 3 - ghiandola pituitaria; 4 - nervo oculomotore; 5 - arteria basilare; 6 - ponte cerebrale; 7 - una gamba di un cervello; 8 - indietro che collega l'arteria; 9 - arteria pituitaria; 10 - tumulo grigio; 11 - arteria carotide interna.

Figura. 2. Rappresentazione schematica della ghiandola pituitaria umana (sezione sagittale): 1 - terzo ventricolo; 2 - tumulo grigio; 3 - elevazione mediana del poggio grigio; 4 - imbuto ipofisario; 5 - una condivisione posteriore; 6 - parte intermedia; 7 - gap ipofisario; 8 - lobo anteriore; 9 - capsula; 10 - parte tuberosa; 11 - croce del nervo ottico.

II

Gipdifisico (ipofisi, ghiandola pituitaria, PNA; ipofisi, BNA, JNA; ipo (Gip-) + greco. phyō, fisico futuro crescere; sinonimo: ghiandola pituitaria, appendice cerebrale, appendice cerebrale)

ghiandola endocrina situata nella sella turca; produce un numero di ormoni peptidici che regolano le funzioni di altre ghiandole endocrine.

Cervello - controllore della ghiandola pituitaria

La ghiandola pituitaria, come processo nel cervello, l'appendice cerebrale inferiore, è una ghiandola importante del sistema endocrino. Produce ormoni che regolano il livello di altri ormoni nel corpo ed è anche responsabile della crescita umana, del metabolismo e della funzione riproduttiva.

Soddisfare:

Qual è la ghiandola pituitaria??

La ghiandola pituitaria fa parte del tuo sistema endocrino. La sua funzione principale è quella di rilasciare gli ormoni nel flusso sanguigno. Questi ormoni possono colpire altri organi e ghiandole del corpo: la tiroide, i genitali, le ghiandole surrenali (ghiandole surrenali).

La ghiandola pituitaria è talvolta chiamata la ghiandola principale, poiché è coinvolta in molti processi vitali nel corpo, controlla la secrezione della maggior parte degli ormoni. Una ghiandola pituitaria normale pesa meno di 1 grammo e ha una dimensione e una forma che assomigliano a un fagiolo.

Anatomia e funzione dell'ipofisi

La ghiandola pituitaria è una ghiandola di forma ovale attaccata alla base del cervello (dietro il naso) in un'area chiamata fossa ipofisaria o Sella turcica.

La funzione della ghiandola pituitaria può essere paragonata alla funzione di un termostato domestico. Il termostato misura costantemente la temperatura della casa e invia segnali al riscaldatore per accenderlo o spegnerlo per mantenere una temperatura stabile e confortevole.

La ghiandola pituitaria nel cervello monitora costantemente le funzioni del corpo e invia segnali a organi e ghiandole distanti per monitorarne il funzionamento e mantenere un ambiente adeguato.

L'installazione ideale di un "termostato" per il corpo dipende da molti fattori, tra cui livello di attività, genere, composizione corporea, ecc..

L'ipofisi coordina la crescita e lo sviluppo, il funzionamento della ghiandola tiroidea e delle ghiandole surrenali, i reni, il torace e l'utero.

È composto da più parti: anteriore e posteriore. Ogni parte contiene cellule uniche e produce vari ormoni che sono responsabili di alcune funzioni di controllo..

La parte anteriore della ghiandola pituitaria è formata dallo stesso tessuto della faringe. La ghiandola pituitaria posteriore è formata da una sporgenza del cervello ed è in realtà una continuazione dell'ipotalamo, l'area del cervello che è associata alla ghiandola pituitaria e ne controlla la funzione. L'ipotalamo e la ghiandola pituitaria formano insieme il sistema neuroendocrino.

La parte anteriore della ghiandola pituitaria ha circa l'80% delle sue dimensioni ed è costituita dal lobo anteriore e dalla zona intermedia. Il lobo anteriore è responsabile della produzione della maggior parte degli ormoni di segnalazione secreti nel flusso sanguigno..

La ghiandola pituitaria posteriore si sviluppa molto presto e da sola non produce ormoni. Tuttavia, contiene le terminazioni nervose delle cellule cerebrali (neuroni) che derivano dall'ipotalamo. Questi neuroni producono gli ormoni vasopressina e ossitocina, che vengono trasportati lungo il gambo dell'ipofisi sul retro della ghiandola pituitaria. Sono conservati per il successivo rilascio nel flusso sanguigno..

L'ipofisi e l'ipotalamo lavorano insieme per regolare le funzioni quotidiane del corpo e svolgono anche un ruolo importante nella crescita, nello sviluppo e nella riproduzione. L'ipotalamo secerne due tipi di ormoni (rilascio di ormoni e ormoni inibitori) che controllano la secrezione di altri ormoni dall'ipofisi anteriore..

La ghiandola pituitaria svolge le sue funzioni chiave secernendo diversi ormoni di segnalazione, che, quindi, controllano l'attività di altri organi. Questi sono ormoni come:

  • Ormone adrenocorticotropo (ACTH): induce le ghiandole surrenali a rilasciare ormoni come cortisolo e aldosterone. Questi ormoni regolano il metabolismo dei carboidrati-proteine ​​e l'equilibrio acqua-sodio nel corpo..
  • L'ormone della crescita (GH) è l'ormone principale che regola il metabolismo e la crescita..
  • Ormone luteinizzante (LH) e ormone follicolo-stimolante (FSH). Questi ormoni controllano la produzione di ormoni sessuali (estrogeni e testosterone) e svolgono un ruolo importante nella regolazione delle mestruazioni nelle donne.
  • Il melanocita è un ormone stimolante (MSH) che regola la produzione di melanina, un pigmento scuro, attraverso i melanociti nella pelle. L'aumento della produzione di melanina provoca pigmentazione o abbronzatura della pelle. Alcune condizioni che causano un'eccessiva produzione di MSH possono causare l'oscuramento della pelle..
  • La prolattina (PRL) è un ormone che stimola la secrezione del latte materno nelle donne che allattano..
  • Ormone tiroideo stimolante (TSH) - stimola la tiroide a rilasciare ormoni tiroidei. Gli ormoni tiroidei controllano il tasso metabolico basale e svolgono un ruolo importante nella crescita e nella maturazione. Gli ormoni tiroidei colpiscono quasi tutti gli organi del corpo.
  • Vasopressina / ormone antidiuretico (AdH): favorisce la ritenzione idrica nel corpo.

Cosa può influenzare le condizioni della ghiandola pituitaria?

Diversi disturbi possono influenzare il funzionamento della ghiandola pituitaria. La maggior parte di essi è causata da un tumore nella ghiandola pituitaria o attorno ad essa. Ciò può influire sul rilascio di ormoni..

Esempi di disturbi ipofisari includono:

  1. Tumori ipofisari Di solito non sono maligni, ma spesso interferiscono con il rilascio di ormoni. Possono anche esercitare pressione su altre parti del cervello, causando problemi alla vista o mal di testa..
  2. Ipopituitarismo: questa è una condizione in cui la ghiandola pituitaria produce molto poco o nessuna. Tale disturbo può influenzare la crescita o la funzione del sistema riproduttivo..
  3. Acromegalia: in questa condizione, spesso associata a un tumore ipofisario, viene prodotto troppo ormone della crescita. Si può osservare una crescita eccessiva, specialmente nelle braccia e nelle gambe..
  4. Diabete insipido (diabete). Può essere causato da un problema di rilascio di vasopressina. In genere, questo disturbo si verifica a causa di un trauma cranico, un intervento chirurgico o un tumore. Di conseguenza, la quantità di liquido escreto nelle urine aumenta, quindi le persone con questa malattia hanno sete costante e sono costrette a bere molta acqua o altri liquidi.
  5. Morbo di Cushing. Quando la ghiandola pituitaria secerne troppo ormone adrenocorticotropo, può portare a lievi lividi, ipertensione, debolezza e aumento di peso. È spesso causato da un tumore vicino o nella ghiandola pituitaria..
  6. iperprolattinemia In questa condizione, il sangue contiene una quantità insolitamente elevata di prolattina, che può portare alla sterilità e alla riduzione del desiderio sessuale..
  7. Danno cerebrale traumatico: un improvviso colpo alla testa può danneggiare la ghiandola pituitaria e causare problemi di memoria, comunicazione o comportamento.

Sintomi di disfunzione ipofisaria

Poiché la tua ghiandola pituitaria è coinvolta in una serie di processi, qualsiasi deviazione nelle sue condizioni può causare una serie di sintomi diversi.

Prendi un appuntamento con il tuo medico se noti regolarmente i seguenti sintomi:

  • mal di testa;
  • debolezza o affaticamento;
  • ipertensione;
  • aumento di peso inspiegabile;
  • difficoltà a dormire;
  • cambiamenti nello stato psicologico, compresi sbalzi d'umore o depressione;
  • perdita di memoria;
  • problemi riproduttivi, tra cui infertilità, disfunzione erettile e mestruazioni irregolari;
  • crescita dei capelli eccessiva o insolita;
  • l'aspetto del latte nelle donne quando non allatta.

La maggior parte delle condizioni che causano questi sintomi sono facili da trattare e gestire non appena il medico determina la causa principale..

Suggerimenti per la salute della ghiandola pituitaria

Segui questi suggerimenti per proteggere la tua ghiandola pituitaria - una ghiandola importante nel cervello. Sebbene queste raccomandazioni potrebbero non prevenire completamente lo sviluppo di disfunzioni della ghiandola pituitaria, contribuiranno alla salute generale..

1. Segui una dieta equilibrata e sana..

Una dieta equilibrata fa bene alla salute e influisce anche sulla produzione di ormoni. Ad esempio, i bambini denutriti potrebbero non produrre abbastanza ormone della crescita e saranno stentati dalla loro fascia di età..

I consigli generali su un'alimentazione sana includono:

  • mangiare cibi ricchi di frutta e verdura, che sono eccellenti fonti di fibre, vitamine e minerali;
  • scegli una dieta che contenga grassi buoni (acidi grassi omega-3 e grassi monoinsaturi);
  • optare per cereali integrali invece di cereali raffinati;
  • ridurre l'assunzione di sale (sodio).
  • evitare lo zucchero raffinato;
  • bere almeno 4-6 tazze di acqua al giorno.

2. Ridurre lo stress.

Lo stress cronico può portare ad un aumento del rilascio di cortisolo. Troppo cortisolo a volte può causare:

  • insonnia
  • aumento di peso;
  • ansia;
  • depresso.

Cerca di mettere da parte almeno 30 minuti al giorno per fare esercizio fisico e rilassare, rilassare le passioni..

Funzioni della ghiandola pituitaria

Tempo di lettura: min.

Nome di ServizioPrezzo
Azione! Consultazione iniziale di un riproduttologo e ultrasuoni0 rub.
Consultazione ripetuta del riproduttologo1 900 rub.
Consultazione iniziale di un riproduttologo, Ph.D. Osina E.A..10 000 sfregamenti.
Ultrasuoni al seno2 200 sfregamenti.
Programma Salute dopo le 40 donne31 770 rub.

La ghiandola pituitaria è la ghiandola endocrina umana, che svolge un ruolo molto importante nella sua vita. Si trova sotto la corteccia cerebrale (nella sua parte temporale) ed è protetto da ossa craniche a forma di sella. L'importanza di questo corpo non può essere sopravvalutata. Quindi, è indispensabile per il normale funzionamento di tutto l'organismo, essendo responsabile di molti processi che si verificano in esso.

L'aspetto e il ruolo della ghiandola pituitaria

L'ipofisi ha una forma arrotondata, simile a un piccolo pisello, il cui peso è di mezzo grammo. È importante capire correttamente quale funzione svolge la ghiandola pituitaria..

L'organo è costituito da due lobi: l'ipofisi anteriore e quella posteriore. Ognuno di essi ha la propria responsabilità per determinate funzioni del corpo. Quindi, il lobo anteriore (adenoipofisi) è più grande del posteriore ed è responsabile della produzione di ormoni proteici come:

  • prolattina, coinvolta nella produzione di ghiandole mammarie durante l'allattamento del latte. Questo è il più famoso degli ormoni;
  • ormone della crescita, partecipando alla crescita del corpo umano. A proposito, la sua sovrabbondanza provoca una crescita eccessiva e la mancanza, ovviamente, lo ritarda;
  • funzione gonadotropica della ghiandola pituitaria. La gonadotropina è coinvolta nella sintesi di ormoni sessuali, sia maschili che femminili;
  • ormone stimolante la tiroide, garantendo il normale funzionamento della ghiandola tiroidea;
  • ormone adrenocorticotropo - stimolante ormone ipofisario, funzione della corteccia surrenale.

La neuroipofisi è il lobo posteriore del corpo, grazie al quale ormoni come:

  • l'ossitocina, che fornisce la contrazione muscolare di organi come l'intestino, le ghiandole mammarie (durante la produzione di latte durante l'allattamento), l'urina e la cistifellea e l'utero (durante il travaglio). Un gran numero di esso viene prodotto nel corpo femminile durante il parto e l'allattamento;
  • vasopressina, che previene la disidratazione del corpo, trattenendo i liquidi in esso e riduce anche il contenuto di sodio nel sangue, rimuovendolo attivamente dai reni.

La tabella mostra tutti gli ormoni ipofisari e le loro funzioni

Ormoni frontali

ACTH è responsabile del grado di attività delle ghiandole surrenali e della loro sintesi di sostanze steroidee e cortisolo. La corticotropina aiuta a far fronte con successo a una situazione stressante, influisce sullo sviluppo sessuale e sulla funzione riproduttiva di una persona.

Il TSH è uno degli ormoni della ghiandola pituitaria anteriore. Dirige l'attività della ghiandola tiroidea e stimola la produzione di triiodotironina (T3) e tiroxina (T4).

Gli ormoni tiroidei e ipofisari sono interconnessi: la disfunzione temporanea di un organo comporta automaticamente un aumento dell'attività di un altro.

L'FSH è responsabile della formazione del follicolo prioritario e, successivamente, della sua rottura ed espulsione dall'uovo.

L'attività della follitropina dipende dalla fase del ciclo mensile.

LH è responsabile dell'insorgenza dell'ovulazione, dello sviluppo del corpo luteo e della sua funzionalità per due settimane. Il test di ovulazione, che è così popolare tra coloro che vogliono concepire un bambino, si basa su un aumento della lutropina il giorno prima del rilascio di un uovo maturo dall'ovaio.

L'ormone della crescita influenza la crescita e lo sviluppo del corpo. La lunghezza delle ossa tubolari delle braccia e delle gambe, la sintesi proteica dipende da questo. Dopo 35 anni, il livello della sostanza inizia a diminuire costantemente. Inoltre, l'ormone della crescita funziona come immunostimolante, corregge la quantità di carboidrati, riduce il grasso corporeo, un po 'noioso desiderio di caramelle.

Insieme al progesterone, la prolattina promuove la crescita e lo sviluppo delle ghiandole mammarie nelle donne e regola anche la quantità di latte durante l'allattamento. Negli uomini, controlla la secrezione di testosterone ed è responsabile della spermatogenesi..

Inoltre, questo ormone pituitario è chiamato stressante. Il suo livello nel sangue aumenta bruscamente con uno sforzo fisico eccessivo e stress emotivo.

Ormoni della schiena:

L'ossitocina è un neurotrasmettitore. Negli uomini aumenta la potenza, nelle donne è responsabile della formazione dell'istinto materno. Il livello della sostanza aumenta di buon umore. Ansia, dolore e stress inibiscono la produzione di ossitocina.

Il livello di vasopressina aumenta bruscamente con una grande perdita di sangue, abbassando la pressione sanguigna, disidratazione. La sostanza rimuove efficacemente il sodio dai tessuti, li nutre con l'umidità e insieme all'ossitocina stimola l'attività cerebrale.

Ormoni del lobo intermedio:

MSH è responsabile della produzione di melanina e della protezione della pelle dai raggi UV.

I medici ritengono che sia la MSH che provoca la crescita attiva dei melanociti e la loro ulteriore degenerazione in un tumore canceroso.

La sostanza stimola la combustione dei carboidrati nel corpo, riduce il grasso corporeo.

La beta-endorfina abbassa la soglia del dolore e dello stress, è responsabile della reazione del corpo in uno stato di shock, attenua l'appetito.

L'afflusso di sangue alla ghiandola pituitaria anteriore e posteriore è caratterizzato da caratteristiche che determinano ampiamente la loro funzione. L'adenoipofisi della fornitura arteriosa diretta non riceve, e il sangue entra in esso dall'elevazione mediana attraverso il sistema portale della ghiandola pituitaria. Questa caratteristica della ghiandola pituitaria svolge un ruolo importante nella regolazione delle funzioni dell'adenoipofisi.

Le ghiandole pituitarie anteriori e posteriori svolgono le loro funzioni in modo indipendente.

L'ipofisi ha una gamba, che funge da elemento di collegamento dell'organo con l'ipotalamo. La gamba è dotata di una griglia delle più piccole arterie e capillari che servono per alimentare il tessuto ghiandolare della ghiandola pituitaria. E l'ipotalamo, a sua volta, è il centro subcorticale del sistema nervoso autonomo, che controlla la formazione di ormoni da parte del corpo. È costituito da neuroni che secernono statine e liberine, che sono responsabili dell'assunzione di alcuni ormoni nel sistema circolatorio..

Tutte le funzioni di un organo così importante come la ghiandola pituitaria non sono completamente comprese nemmeno dalla medicina moderna. Sono note solo le funzioni di base della ghiandola pituitaria: determina la trasformazione delle sostanze nel corpo. Vale a dire, controlla la sintesi di sostanze chimiche. In particolare, la funzione dell'ormone della crescita della ghiandola pituitaria è responsabile della produzione dell'ormone anabolico, che fornisce l'attivazione della sintesi proteica, lipolisi, accumulo di glicogeno e mitosi cellulare. Con una diminuzione della funzione somatotropica della ghiandola pituitaria, si verifica un rallentamento della crescita umana, a seguito del quale si sviluppa il nanismo. Le valutazioni di laboratorio della funzione somatotropica ipofisaria vengono eseguite se una persona ha una crescita eccessiva o il suo rallentamento, sudorazione, perdita di capelli, osteoporosi, sviluppo di porfiria.

Anche quanti ormoni proteici sono prodotti dall'organismo non sono esattamente noti. È solo chiaro che regola l'equilibrio di questi ormoni, di cui il corpo umano ha bisogno. La medicina insiste sul fatto che la ghiandola pituitaria, che svolge correttamente la sua funzione, è un regolatore della vita, un garante della longevità e della buona salute di una persona. L'inibizione della funzione ipofisaria può portare a conseguenze molto gravi per il corpo umano..

Pituitaria

La disfunzione ipofisaria negli ultimi anni è molto più comune di prima. La disfunzione della ghiandola pituitaria nelle donne e negli uomini si riflette nel sistema genito-urinario e influenza il tasso di sessualità. La specificità dei segni è caratteristica di tutte le malattie della ghiandola pituitaria. Le patologie di questo organo causano gravi malattie di natura endocrina. Si presentano a causa di una quantità insufficiente di ormoni prodotti. La ridotta funzione della ghiandola pituitaria è l'ipopituitarismo: considerare le malattie che si sviluppano in entrambi i casi.

Con insufficiente funzione pituitaria, possono formarsi le seguenti malattie:

  • ipotiroidismo;
  • disfunzione tiroidea;
  • violazione della funzione sessuale;
  • nanismo, se la produzione di ormoni è insufficiente durante l'infanzia;
  • ritardo nello sviluppo della funzione sessuale con una mancanza di ormoni durante l'infanzia.

L'eccessiva produzione di ormoni da parte dell'organismo porta anche a una serie di gravi disturbi. Quindi, malattie come:

  • diabete;
  • l'osteoporosi;
  • ipertensione;
  • disturbi mentali di diversa gravità;
  • gigantismo;
  • disfunzione sessuale fino all'impotenza e alla sterilità.

Tutte le suddette patologie sono causate da malfunzionamenti della ghiandola pituitaria, che procede in parallelo con la sindrome endocrina di scambio, che, a sua volta, si sviluppa a causa della comparsa di una formazione patologica sul corpo.

Il ripristino delle funzioni della ghiandola pituitaria dipende dalla reversibilità della patologia stessa, che ha causato la condizione.

Adenoma ipofisario

Per alcune ragioni, un adenoma si sviluppa nella ghiandola pituitaria, vale a dire la sua parte ghiandolare. Questo è un tumore di natura benigna, che col tempo diventa più grande e mette sotto pressione la struttura intracranica di questo tessuto ghiandolare. L'adenoma può verificarsi a causa di trauma cranico o degli effetti negativi della neuroinfezione.

I segni che indicano lo sviluppo di un tumore sono la sindrome endocrino-metabolica, che provoca la comparsa di vari cambiamenti di natura oftalmmoneurologica. Questi sono sintomi come mal di testa, disturbi visivi, manifestati in cambiamenti nei campi visivi, difficoltà nei movimenti oculari..

A seconda di quale sia il decorso e lo sviluppo della malattia, vengono determinate le misure diagnostiche e il trattamento dell'adenoma. In ogni singolo caso ci sono controindicazioni. Cosa fare è deciso esclusivamente da uno specialista. Misure diagnostiche per la presenza di sintomi caratteristici dell'adenoma sono alcuni esami clinici, così come la risonanza magnetica..

Se, dopo la diagnosi, la presenza di adenoma è stata confermata, vengono prescritti metodi intensivi di terapia farmacologica. Inoltre, molto spesso a causa dell'alta efficienza del metodo, viene prescritta la radioterapia (esposizione al fuoco della patologia delle onde radio). Che tipo di farmaci prescrivere, lo specialista decide in base alle caratteristiche dell'adenoma in ogni caso, allo stadio del suo sviluppo. Va detto che le misure di trattamento di cui sopra sono applicate solo a condizione che il tumore sia piccolo.

Se l'adenoma è in fase avanzata (ha raggiunto dimensioni sufficientemente grandi), i farmaci e le radiazioni delle onde radio non aiuteranno. In questo caso, il medico, dopo aver analizzato una serie di possibili controindicazioni, decide la nomina dell'intervento chirurgico. Pertanto, il tumore viene rimosso chirurgicamente.

L'adenoma ipofisario è associato a malattie come:

  • L'amenorrea è una violazione del ciclo mestruale. Un punto importante in questa malattia è come ripristinare la funzione della ghiandola pituitaria in assenza di mestruazioni;
  • Ginecomastia: crescita eccessiva patologica della ghiandola mammaria nei maschi;
  • Ipercorticismo - produzione eccessiva di glucocorticoidi da parte della corteccia surrenale, che, tra le altre cose, può essere provocata dall'adenoma ipofisario;
  • Ipotiroidismo - insufficienza della tiroide;
  • Prolattinoma: la forma più comune di adenoma ipofisario, manifestata nella sovrapproduzione dell'ormone prolattina.