Farmaci efficaci per il trattamento del diabete di tipo 2

Le pillole per il diabete sono selezionate in base al tipo di malattia, che è divisa in 2 tipi: insulino-dipendente e non richiede l'introduzione di insulina. Prima di iniziare il trattamento, studiare la classificazione dei farmaci che riducono lo zucchero, il meccanismo d'azione di ciascun gruppo e le controindicazioni per l'uso.

L'assunzione di pillole è parte integrante della vita di un diabetico.

Panoramica delle pillole ipolipemizzanti

Dal diabete mellito di tipo 2, vengono utilizzati diversi tipi di farmaci che riducono lo zucchero, ognuno dei quali ha un effetto diretto o indiretto a livello glicemico, capacità funzionali del pancreas, processi di formazione, bioregolazione e utilizzo del glucosio.

Classificazione delle specie di compresse:

  • Agenti sensibilizzanti per ridurre la resistenza all'insulina e ripristinare la suscettibilità cellulare all'ormone.
  • Stimolanti endocrini del pancreas - Secretagoghi.
  • Farmaci con effetto diretto sulla riduzione dell'attività enzimatica durante la penetrazione (riassorbimento) del glucosio nel sangue, senza influire sul livello ormonale - inibitori dell'alfa-glucosidasi.
  • Nuovi farmaci per attivare la produzione di insulina con la partecipazione di ormoni del tratto gastrointestinale (GTC) - incretine e farmaci per neutralizzare l'enzima che distrugge questi ormoni - inibitori della dipeptidil peptidasi.

Gli endocrinologi usano il trattamento combinato con diversi farmaci o un tipo di medicina. La decisione sulla scelta delle compresse, il loro dosaggio e la frequenza di somministrazione viene presa solo dall'endocrinologo. L'uso improprio indipendente di farmaci che riducono lo zucchero può mettere in pericolo la vita e la salute..

Insulina per diabete di tipo 2

Cercano di non prescrivere i preparati di insulina fino all'ultimo - all'inizio riescono in forma di compresse. Ma a volte le iniezioni di insulina diventano necessarie anche all'inizio del trattamento.

  1. La prima rilevazione del diabete di tipo 2, quando l'indice di emoglobina glicata è> 9% e sono espressi i sintomi della scompenso.
  2. La mancanza di effetto quando si prescrivono i dosaggi massimi consentiti di forme di compresse di farmaci che riducono lo zucchero.
  3. Presenza di controindicazioni ed effetti collaterali pronunciati dalle compresse.
  4. chetoacidosi.
  5. La traduzione temporanea è possibile quando l'intervento chirurgico è in attesa di una persona o compaiono esacerbazioni di alcune malattie croniche in cui è possibile la scompenso del metabolismo dei carboidrati.
  6. Gravidanza (in molti casi).

sensibilizzanti

Sono inclusi due tipi di farmaci: derivati ​​della guanidina (biguanidi) e tiazolidinedioni (glitazoni).

biguanidesI tiazolidinedioni
Farmacodinamica (meccanismo d'azione e risultato)Non influire direttamente sull'attività endocrina del pancreas. Ridurre lo zucchero e aumentare la capacità sensoriale dei tessuti all'insulina si ottiene inibendo la formazione di glucosio nel fegato e il suo assorbimento nel sangue.
Farmacocinetica (assorbimento, distribuzione, metabolismo, escrezione)L'escrezione di farmaci viene eseguita dai reni, che richiede un monitoraggio sistematico delle funzioni della filtrazione glomerulare dell'apparato renale (analisi delle urine e ultrasuoni).
La capacità di assimilazione (biodisponibilità) è del 50%, l'attività più elevata è dopo 2 ore, il tempo di assorbimento è di 6 ore, il contenuto stabile nel corpo è fino a 1,5 giorniBiodisponibilità - non inferiore al 98%, legame del principio attivo alle proteine ​​- non inferiore al 97%
Principali drogheMetformina, Siofor, GlucofageAvandia, Actos, Rosiglitazone, Pioglitazone
ControindicazioniLivelli elevati di corpi chetonici (chetoacidosi), malattia di tipo 1 insulino-dipendente, malattia epatica cronica in stadio di scompenso, complicanze diabetiche: cancrena, nefropatia, ischemia. Allattamento e periodo perinatale, anemia (anemia), infezioni virali
Effetti collateraliNausea, gas intenso, riduzione dell'appetito, diarrea o costipazione (costipazione)Eczema, aumento di peso extra, osteoporosi progressiva

Inoltre

Siofor ha l'azione di un bloccatore di calorie, che consente di controllare l'appetito, quindi è necessario assumere il farmaco durante i pasti. Glucofage ha un analogo migliorato di Glucophage Long, con un'azione prolungata.


Il farmaco principale in questa categoria è la metformina russa

Farmaci di nuova generazione

Inoltre, ai pazienti vengono prescritti farmaci di nuova generazione. Appartengono alla serie incretin..

Tabella 5. Medicinali di nuova generazione:

MedicamentoCome è lui?
Agonista del recettore del polipeptide simile al glucagone. Il più potente incretin mimetico, che provoca un aumento della secrezione di insulina glucosio-dipendente e ha un diverso effetto ipoglicemico. Questo aiuta a migliorare il controllo glicemico..
Un analogo del peptide-1 simile al glucagone umano. Promuove l'inibizione della secrezione elevata di glucagone dipendente dal glucosio. Senza sopprimere la secrezione di glucagone, è associato a una diminuzione della secrezione di insulina.
Il farmaco blocca la dipeptidil peptidasi-4. Ciò contribuisce ad aumentare la concentrazione del peptide insulinotropico dipendente dal glucosio e del peptide simile al glucagone 1.
Il più potente inibitore selettivo dipeptidil peptidasi-4 competitivo reversibile. Promuove un aumento multiplo del contenuto di GLP-1 e ISU.
Stimolatore di isole pancreatiche. Aumenta il livello di GLP-1 e GUI, migliora la secrezione di insulina glucosio-dipendente.

Il prezzo dei farmaci in questo gruppo varia da 800 a 10,0 mila rubli..

secretagoghi

Nel diabete mellito di tipo 2, vengono utilizzati due tipi di secretagoghi: derivati ​​della solfonilurea e meglitinidi (derivati ​​dell'acido benzoico).

sulfonilureemeglitinidi
farmacodinamicaSono farmacostimolanti della funzione intrasecretoria del pancreas per la produzione di insulina. E il loro compito include anche: rallentare la fermentazione dell'insulina bloccando l'enzima insulinasi, riducendo la resistenza all'insulina delle cellule, inibendo la gluconeogenesi (la formazione di glucosio dagli aminoacidi) e inibendo la lipolisi (disgregazione dei lipidi). Oltre ai componenti attivi, la composizione delle compresse comprende: magnesio, ferro e zinco.
farmacocineticaIl picco di biodisponibilità e attività nel corpo si osserva dopo 4 ore, la comunicazione con le proteine ​​è del 97%, l'escrezione viene effettuata dall'apparato renaleLa massima concentrazione viene raggiunta dopo 30 minuti. Hanno un effetto più forte, ma meno lungo. La biotrasformazione dei metaboliti si verifica nel fegato
Elenco dei farmaciGlycvidone, Glimepiride, Maninil, Diabeton, Amaryl, GlyclazideNovonorm, Starlix, Repaglinide, Nateglinide.
ControindicazioniPatologia cronica dei reni nella fase scompensata, gravidanza e allattamento, diabete di tipo 1
Effetti collateraliPoligaphia (aumento dell'appetito), ipoglicemia, compromissione della microflora intestinale, dispepsia (sensibilità digestiva), dermatite epidermica. • violazione della microflora intestinale.Reazioni allergiche, compromissione della funzionalità epatica e renale

Inoltre

Il trattamento con derivati ​​della sulfonilurea richiede un attento monitoraggio del comportamento alimentare. I farmaci stimolano l'appetito, che porta a una violazione delle regole nutrizionali e all'aumento di peso, che è inaccettabile nel diabete di tipo 2. Il trattamento a lungo termine con secretagoghi può portare alla tafilaxia (una riduzione dell'effetto terapeutico) e alla completa disfunzione pancreatica. In tali casi, ai pazienti viene prescritta la terapia insulinica, come nel diabete di tipo 1.

Importante! Il mancato rispetto delle prescrizioni mediche può provocare ipoglicemia (riduzione forzata della glicemia).

Altri medicinali usati dai diabetici

Come è stato più volte notato, la "guerra" con il diabete di tipo 2 viene condotta in tutte le direzioni, non limitata alla medicina per ridurre lo zucchero.

Al fine di evitare effetti collaterali e per il rafforzamento generale delle capacità funzionali del corpo, i medici usano farmaci per vari scopi:

  1. Lotta ad alta pressione - Antiipertensivi.
  2. Rafforzare i muscoli del cuore e i vasi sanguigni - cardio e vasotonico.
  3. Agenti enzimatici per una funzione equilibrata del tratto gastrointestinale: probiotici - batteri e prebiotici appositamente derivati ​​- "cibo" per i probiotici.
  4. Antidolorifici e anticonvulsivanti. Questi fondi sono necessari per neutralizzare la polineuropatia - complicanze del diabete.
  5. Anticoagulanti: farmaci che bloccano le manifestazioni trombogeniche.
  6. Per ripristinare il metabolismo (processi metabolici), vengono prescritti fibrati e statine.

Importante! Endocrinologi esperti e qualificati, in combinazione con i principali farmaci, prescrivono additivi biologicamente attivi (BAA) e nefroprotettori - prodotti medici che assicurano la conservazione della funzionalità renale.

Combinato

Nelle sezioni dell'articolo, in cui sono stati considerati i principali gruppi di farmaci, è stato sottolineato che a volte l'uso esclusivo (mono) di farmaci dello stesso tipo non dà il risultato desiderato.

Gli scienziati hanno concluso che l'efficacia dei farmaci combinati. Questa decisione ci ha permesso di migliorare l'effetto terapeutico agendo su diversi punti del corpo, oltre a ridurre gli effetti collaterali.

Esempi di una tale combinazione di successo possono essere visti nella tabella:

Nome e composizione della combinazioneCaratteristiche di impatto
Amaryl M: Metformina + GlimepirideTutti i medicinali includono sulfoniluree e metformina. Il primo attiva il rilascio di insulina dalle cellule beta, la metmorfina, a sua volta, aumenta la sensibilità dei tessuti all'insulina e al glucosio formati dal fegato.
Glimecomb: Gliclazide + Metformin.
Glibomet, Gluconorm, Glucovans: Glibenclamide + Metformin.
Janumet: Metformin + Sitagliptin.La combinazione complementare presentata nei due farmaci migliora l'effetto curativo. I bloccanti (inibitori), che è Sitagliptin, si armonizzano con successo con la metformina, che migliora il metabolismo (metabolismo) nel corpo.
Galvus Met: Vildagliptin + Metformin.

Farmaci per i diabetici anziani

Per un trattamento efficace del diabete nei pazienti anziani e anziani, oltre all'effetto farmacologico sulla malattia, è necessario includere due programmi motivazionali concomitanti:

  1. Rifiuto di cibo spazzatura.
  2. L'inclusione nel regime quotidiano di attività fisica fattibile.

Inoltre, i seguenti gruppi di farmaci vengono utilizzati per trattamenti complessi:

  1. Biguanidi: Siofor, Metfogamma, Glucofage, Avandamet, Bagomet.
  2. Derivati ​​della solfonilurea: glicclazide, glimepiride, gliclyvidone, Glypizide GITS.
  3. Glyptins: Sitagliptin, Vildagliptin, Saxagliptin.
  4. Inibitori dell'alfa glucosidasi: Diastabol, Glucobay.
  5. Insulina.

Importante! Quando il livello di zucchero nel sangue raggiunge un livello critico, a una persona anziana viene prescritta insulina, che porta sollievo il secondo giorno dopo l'applicazione.

Farmaci antiipertensivi

I farmaci che abbassano la pressione sanguigna sono la linea più lunga tra tutti i "fratelli" di una grande famiglia di farmaci.

È l'ipertensione arteriosa (AH) che è una patologia concomitante del diabete mellito. Spesso i suoi sintomi si manifestano anche prima del quadro clinico del disturbo di base.

L'elenco dei farmaci con funzioni antiipertensive è piuttosto ampio, ma non tutti possono rivendicare lo status di assistenti nel trattamento del diabete di tipo 2 - tutto ciò è associato ad effetti collaterali.

Gli scienziati distinguono cinque gruppi principali di farmaci antiipertensivi:

  1. diuretici Diuretici dell'ansa e tiazidici: indapamide, ipotiazide, clortalidone, edekrin, lasix. Le medicine in questo gruppo possono solo abbassare la pressione sanguigna, ma non eliminare le relazioni causali.
  2. Bloccanti del recettore dell'angiotensina II: Losartan, Mikardis - in azione sono simili agli ACE-inibitori, ma sono molto meglio tollerati dai pazienti.
  3. Antagonisti del calcio: nifedipina, verapamil, espandendo il lume dei vasi sanguigni, riducono la probabilità di albuminuria - il rilascio di proteine ​​in eccesso nelle urine.
  4. Inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE-inibitore): Enalapril, Captopril - proteggono il cuore e i vasi sanguigni, fornendo un effetto nefroprotettivo.
  5. Beta-bloccanti: Nebilet, Carvedol - hanno un effetto sul tessuto cellulare situato nel cuore e nei reni.

Statine e fibrati

Lo scopo di questo gruppo è difficile da sottovalutare, perché è uno strumento efficace nella lotta contro il danno vascolare aterosclerotico.

Le statine regolano il processo di formazione del colesterolo, resistono alla comparsa di placche sulle pareti interne dei vasi sanguigni.

L'elenco dei farmaci del gruppo di statine:

  • La pitavastatina;
  • simvastatina;
  • lovastatina;
  • pravastatina;
  • Osuvastatin;
  • fluvastatina;
  • atorvastatina.

Importante! Nel corso della ricerca medica, è stata fatta una generalizzazione secondo cui i migliori farmaci del gruppo delle statine sono i farmaci prodotti sulla base di rosuvastatina, pitavastatina, atorvastatina e cerivastatina.

I fibrati si concentrano sull'inibizione della sintesi dei trigliceridi, i grassi neutri nel fegato e la loro rimozione dal sangue.

Questi includono:

Importante! Gli scienziati hanno notato che con un uso prolungato, i fibrati e le statine possono ridurre significativamente la probabilità di attacchi di cuore, specialmente con esito fatale..

Video del Dr. Malysheva:

Inibitori dell'alfa glucosidasi

L'azione dei farmaci ha lo scopo di inibire o bloccare completamente l'attività dell'alfa-glucosidasi (un enzima dell'intestino tenue) nella scomposizione dei carboidrati e nel rilascio di glucosio da essi. Il trattamento con questi farmaci dà buoni risultati, poiché la formazione e la penetrazione del glucosio nel flusso sanguigno avviene a un ritmo lento ed equilibrato. Questo evita aumenti improvvisi di zucchero nel sangue..

Il medicinale non ha un effetto diretto sul pancreas, pertanto non crea un carico aggiuntivo sull'organo indebolito. L'attività di picco del principale principio attivo (acarbosio) viene registrata due volte: 90 minuti dopo la somministrazione e dopo 16-24 ore.

Il diabete può essere curato??

L'escrezione dal corpo viene effettuata dai reni e dall'intestino. Controindicazioni per l'uso sono:

  • Il periodo di gestazione e l'allattamento.
  • Insufficienza renale.
  • Ulcera allo stomaco.
  • Diabete insulino-dipendente.

Poiché l'azione dell'acarbosio è diretta agli enzimi intestinali, durante la terapia farmacologica, si verificano effetti collaterali nel sistema digestivo: formazione di gas intensi, movimenti rapidi dell'intestino (diarrea), attacchi spasmodici nel tratto gastrointestinale. Le medicine principali sono Glucobay e Miglitol.


Glucobay è disponibile in un comodo dosaggio di 50 e 100 mg

Cos'è il diabete

Questo è il nome del gruppo di malattie del sistema endocrino, in cui la produzione dell'ormone insulina non riesce e si osserva una maggiore quantità di glucosio nel sangue. Oggi si distinguono due forme di diabete:

  1. Il primo tipo (DM 1) - questa forma è insulino-dipendente, in cui l'ormone non viene prodotto o sintetizzato in quantità insufficiente a causa della morte delle cellule beta. Questo modulo è indicato nel 5-10% di tutti i diabetici. Questi sono principalmente bambini e giovani.
  2. Il secondo tipo (diabete di tipo 2) è una forma indipendente dall'insulina risultante da una violazione dell'interazione delle cellule del corpo con l'insulina o da una parziale violazione della sua secrezione nelle cellule del pancreas. Le persone di età superiore ai 35 anni ne soffrono, il 90% di loro sono pazienti anziani di età superiore ai 50 anni.

Inibitori della dipeptidil peptidasi (DPP-4) e incretine

Le incretine sono ormoni gastrointestinali, la cui produzione avviene durante la digestione. La loro preziosa capacità è aumentare naturalmente l'insulina e inibire il glucagone (un ormone antagonista dell'insulina che aumenta il glucosio). L'enzima dipeptidil peptidasi-4 (DPP-4) distrugge gli ormoni della incretina importanti nel diabete mellito di tipo 2. I farmaci inibitori inibiscono l'attività del DPP-4, che aumenta la quantità di incretine che stimolano il pancreas ad aumentare la produzione di insulina durante la digestione.

Il trattamento del corso con questo tipo di farmaco dà i seguenti effetti positivi:

  • Glicemia a digiuno.
  • Prevenzione di picchi improvvisi di zucchero.
  • Mantenimento di un livello stabile di emoglobina glicosilata.
  • Migliorare la sintesi qualitativa e quantitativa dell'insulina.

Il contenuto massimo del principio attivo viene fissato nel sangue 2-4 ore dopo l'assunzione delle compresse. Il 79% della sostanza viene escreto nelle urine nella sua forma originale. La biodisponibilità è superiore all'85%. I migliori inibitori del DPP-4 sono Januvia, Galvus, Onglisa, prodotti in Europa e negli Stati Uniti.

JanuviaGalvusOnglisa
ControindicazioniDiabete insulino-dipendente, gravidanza e allattamento, scompenso dell'apparato renaleIdiosincrasia ereditaria del galattosio, deficit di lattasi, gravi patologie cardiacheIl primo tipo di diabete, periodo perinatale e allattamento, deficit di lattasi
Effetti collateraliRinofaringite, artralgia, feci turbateVertiginiSindrome cefalica, sinusite, gastroenterite

Inoltre

Le medicine non influenzano l'IMC, quindi sono raccomandate per i diabetici obesi. Risultati efficaci del trattamento del diabete sono stati osservati con una combinazione di DPP-4 e inibitori della metformina (Siofor). Per comodità di somministrazione, i preparati combinati Yanumet e Galvus si sono incontrati.


I fondi combinati appartengono a una categoria di prezzo più elevata

Gli ultimi farmaci per il diabete (forma instabile - incretine)

I farmaci sono analoghi sintetici degli ormoni del tratto digestivo (incretine GLP-1 e HIP). La farmacodinamica si esprime nella stimolazione della produzione di insulina, nell'inibizione della produzione di glucagone, in una diminuzione del livello di emoglobina glicosilata. Ulteriori vantaggi dell'uso di medicinali sono: perdita di peso e normalizzazione della pressione sanguigna (pressione sanguigna).

Non prescritto per le donne in gravidanza e in allattamento, i pazienti con scompenso del fegato e dei reni. Disponibili sotto forma di penna a siringa, non hanno analoghi preformati. Nell'endocrinologia domestica si praticano Bayetta (exenatide) e Viktoza (liraglutide).

Caratteristiche della prescrizione di farmaci per il diabete

Innanzitutto, viene data preferenza ai farmaci con un rischio minimo di ipoglicemia: biguanidi, gliptine, incretine. Se una persona soffre di obesità e ipertensione, le incretine sono più adatte: ti permettono di ridurre il peso e regolare la pressione.

Schema di prescrizione dei biguanidi: la dose iniziale di metformina è di 500 mg 2-3 volte al giorno dopo i pasti. Il seguente aumento della dose è possibile circa 2 settimane dopo l'inizio della terapia. Il dosaggio giornaliero massimo di questo medicinale non deve superare i 3000 mg. Un aumento graduale è dovuto al fatto che ci sono meno effetti collaterali a carico del tratto gastrointestinale.

Glicine: farmaci per il diabete di ultima generazione, assunti 1 compressa (25 mg) al giorno, indipendentemente dall'assunzione di cibo.

Incretine: i farmaci di questo gruppo sono presentati come soluzioni iniettabili. Introdotto 1 o 2 volte al giorno, a seconda della generazione.

Se la monoterapia dà scarsi risultati, vengono utilizzate le seguenti combinazioni di agenti ipoglicemizzanti:

  1. Metformina + Gliptins.
  2. Incretine + metformina.
  3. Metformina + sulfoniluree.
  4. Glinides + metformina.

Le prime due combinazioni hanno un rischio minimo di ipoglicemia, il loro peso rimane stabile.

Schema di prescrizione di preparati di sulfonilurea: dipende dalla generazione del farmaco. Di solito i farmaci vengono assunti 1 volta al giorno al mattino. Con un aumento del dosaggio, i metodi possono essere suddivisi in mattina e sera.

Schema di prescrizione dei glinidi: una caratteristica dell'uso di questi farmaci è che i farmaci di questo gruppo sono limitati all'assunzione di cibo e vengono presi immediatamente di fronte. Di solito le compresse vengono assunte 3 volte al giorno..

Inibitori dell'alfa glucosidasi: l'efficacia dell'assunzione di farmaci si osserva solo se si assumono compresse immediatamente prima dei pasti. La dose iniziale di 50 mg viene bevuta 3 volte al giorno. La dose giornaliera media è di 300 mg. Il massimo è di 200 mg 3 volte al giorno. Se necessario, aumentare la dose dopo 4-8 settimane.

Tiazolidinedioni: i farmaci vengono assunti 1-2 volte al giorno, a seconda della generazione. Il tempo dei pasti non influisce sulla loro efficacia. Se necessario, aumentare il dosaggio, aumenta dopo 1-2 mesi.

Farmaci per il trattamento di complicanze

Lo sviluppo di complicanze nel diabete mellito, di norma, inizia con il passaggio della malattia allo stadio della sottocompensazione. Come risultato di una concentrazione di glucosio costantemente aumentata, il meccanismo compensativo perde la sua capacità lavorativa, il progresso delle patologie vascolari: microangiopatia (danno ai capillari) e macroangiopatia (danno a grandi navi). Le complicanze più comuni includono:

  • Aterosclerosi: depositi di colesterolo sull'endotelio (superficie interna) delle pareti vascolari.
  • Nefropatia - patologia dei vasi dell'apparato renale.
  • Retinopatia - insufficienza circolatoria della retina oculare.
  • Angiopatia degli arti inferiori e sindrome del piede diabetico.
  • IHD (ischemia cardiaca).
  • Ipertensione.

Man mano che il diabete si sviluppa, compaiono disturbi neuropsicologici. Come terapia di mantenimento, vengono utilizzate compresse dei seguenti gruppi farmacologici:

  • Preparazioni di acido α-lipoico (tioctico).
  • Farmaci diuretici.
  • Alfa e beta-bloccanti per ipertensione e tachicardia (palpitazioni cardiache).
  • Farmaci antinfiammatori antispasmodici e non steroidei.
  • Fluidificanti del sangue.
  • Stimolanti neurometabolici (nootropi).

Importante! L'uso di questi medicinali è consentito solo come indicato da un medico.

Letteratura

  1. Algoritmi per cure mediche specialistiche per pazienti con diabete mellito / A cura di I.I. Dedova, M.V. Shestakova, A.Yu. Mayorova. - 9a edizione. - M.: UP PRINT; 2019.
  2. Balabolkin M.I. diabetologia M.: Medicina, 2000.
  3. Bogdanovich V.L. Terapia intensiva e di emergenza in endocrinologia. - N. Novgorod: Casa editrice della Novosibirsk State Medical Academy, 2000.
  4. Dedov I.I., Shestakova M.V. Nefropatia diabetica. M.: Universum Publishing, 2000.
  5. Efimov A.S., Skorobonskaya S.N., Tkach S.N. Terapia insulinica per pazienti con diabete mellito. Kiev, 2000.

Istruzione medica superiore. 30 anni di esperienza lavorativa in medicina pratica. Maggiori informazioni sull'autore

Tutti gli articoli dell'autore

Integratori e vitamine

Il trattamento del primo e del secondo tipo di diabete include necessariamente la terapia vitaminica e l'uso di additivi biologici contenenti ingredienti naturali. La base dei complessi vitaminico-minerali sono antiossidanti (vitamine A, C, E), gruppi di vitamina B e D, macroelementi (calcio, potassio, magnesio, zolfo), microelementi (ferro, zinco, iodio, manganese), acido lipoico. Il rapporto tra i componenti è progettato per colmare il deficit di nutrienti.

Un breve elenco di vitamine per diabetici comprende:

  • Asset Doppelherz per diabetici.
  • Diabete Complivit.
  • Guida al diabete.
  • Alfabeto del diabete.

Gli integratori sono realizzati sulla base di piante con proprietà ipolipemizzanti e vasodilatanti. Secondo le recensioni dei pazienti, i bioadditivi con piante che contengono inulina si manifestano meglio. È un prebiotico naturale che migliora l'utilizzo del glucosio e stabilizza la glicemia. Esempi di integratori dietetici diabetici con inulina:

  • PIC (concentrato di inulina naturale).
  • Longevità.
  • Sciroppo di topinambur.
  • Santerella.
  • inulina.
  • Fibra alimentare.


Supplementi e vitamine non possono essere assunti in modo incontrollato. Prima dell'uso, è necessario ottenere l'approvazione del proprio medico

Caratteristiche della terapia non farmacologica

Il trattamento non farmacologico del diabete di tipo 2 dovrebbe includere:

  • dieta;
  • passaggio di cure termali;
  • esercizio.

Quali alimenti dovrebbero essere inclusi nella dieta?

Alimenti a basso contenuto di carboidrati consigliati per i diabetici.

Tabella 12. Prodotti consigliati:

ProdottoDescrizione
Consigliato in forma fresca, in umido e al forno. Grandi benefici per il corpo portano insalate di cavolo. La porzione giornaliera ottimale - 150 g.
Si consigliano purea di zucca e zuppe di purè. Puoi mangiare zucca al forno. Norma - 170-200 g.
Puoi mangiare in qualsiasi forma. Si consiglia di stufare il prodotto o utilizzare nella preparazione di zuppe. La norma giornaliera è di 150 g.
Può essere consumato crudo e cotto. La norma giornaliera è di 150-200 g.
Si consiglia di mangiare crudo, utilizzato nella preparazione di insalate e purè di patate. Fabbisogno giornaliero - 170 g.
Puoi mangiare in qualsiasi forma. Assicurati di spruzzare con olio d'oliva. La norma giornaliera è di 70-100 g.

Nota! Il menu per ogni giorno è realizzato individualmente.

trattamento Spa

La base della terapia è l'uso di acque minerali e bagni. I benefici dell'acqua minerale sono descritti nella compressa..

Tabella 13. Vantaggi delle acque minerali:

OrganoQual è il vantaggio
StomacoLa funzione di evacuazione viene stimolata, l'organo viene facilmente pulito dalle tossine. Il processo di digestione è attivato.
FegatoDeflusso biliare stimolato. Il fegato è pulito, il suo lavoro è normalizzato. C'è un aumento della resistenza delle cellule d'organo.
intestinoIl processo di assorbimento è normalizzato, il rischio di sviluppare patologie infiammatorie è ridotto.
PancreasLa circolazione sanguigna è normalizzata, le tossine vengono eliminate. Il sangue è saturo di minerali essenziali.

Esercizio

Gli effetti terapeutici dell'esercizio si basano sul consumo di zucchero all'interno delle cellule. Questo aiuta le cellule a prendere una porzione extra di glucosio dal sangue..

Tabella 14. Esercizio raccomandato:


Sollevamento

Tipo di attività fisicaDescrizione
Quelli con un grande peso corporeo si consiglia di iniziare con semi-squat. Il numero ottimale di squat è 10, il numero di set in 1 giorno è 3.
L'esercizio fisico viene eseguito entro 30 secondi. Si consiglia ai principianti di iniziare con 10-15 secondi..
L'importo ottimale è 20. I principianti dovrebbero iniziare con 5 flessioni e fare 3 serie al giorno.
Puoi correre sia al mattino che alla sera, in modo ottimale - nel pomeriggio, fino alle 15:00. I principianti dovrebbero iniziare con l'intervallo di corsa. Quindi si consiglia di saltare la corda per 5-7 minuti.
Il risultato desiderato è di 5 km al giorno. I principianti dovrebbero iniziare a 500 m / giorno..

Recensioni

Victor: il diabete di tipo 2 è stato diagnosticato tre anni fa. È possibile mantenere i livelli di zucchero nel sangue solo grazie a farmaci che riducono lo zucchero. Oltre alla terapia principale, mi è stato prescritto Glucobay. Prendo prima dei pasti, in questo caso, il medicinale non consente al glucosio degli alimenti consumati di entrare rapidamente nel sangue. Lo zucchero salta dopo aver mangiato interrotto, la salute è migliorata.

Inga: sono stato forzatamente trasferito nella droga Yanumet, poiché le scorte di Galvus erano finite. Per quanto riguarda l'effetto ipoglicemizzante, non ho sentito la differenza tra i farmaci. Entrambi funzionano in modo regolare e stabile. Durante l'assunzione di Yanumet ha notato una diminuzione delle manifestazioni di tachicardia.

Rose: Scegliere il giusto farmaco ipoglicemizzante per me non è stato facile. Ogni nuovo farmaco ha causato effetti collaterali. Alla fine, insieme all'endocrinologo si stabilirono su Siofor. Lo strumento riduce bene lo zucchero e mantiene il suo livello stabile. In parallelo con questo aiuta a perdere peso. Il mio risultato è di 5 kg in due mesi. Degli effetti collaterali, il gas nell'intestino è un po 'preoccupato. Salvato da rimedi popolari.

Nel qual caso vengono prescritte pillole di zucchero nel sangue

I pazienti che soffrono di diabete di tipo 2 possono rimanere a lungo senza farmaci che riducono lo zucchero. Mantengono i livelli di glucosio entro i limiti normali a causa della quantità necessaria di attività fisica e una dieta con un minimo di carboidrati. In molti pazienti, le riserve interne del corpo sono esaurite, quindi è necessario passare all'assunzione di farmaci. Sono prescritti quando, anche con una dieta, lo zucchero continua a crescere per 3 mesi. Le tattiche del trattamento sono determinate in base alle caratteristiche individuali di ciascun paziente, tenendo conto di tutte le analisi.

L'obiettivo della terapia è ripristinare il pancreas, normalizzare i processi metabolici e ridurre l'insufficiente risposta biologica delle cellule del corpo all'insulina. Per la maggior parte dei pazienti, le pillole per il diabete a base di metformina sono le prime ad essere prescritte. Colpisce favorevolmente i livelli di zucchero, contribuisce alla perdita di peso e ha un minimo di effetti collaterali. Diverse fasi del trattamento possono essere distinte man mano che il diabete 2 progredisce:

  • il primo è il cibo dietetico;
  • il secondo è la metformina in combinazione con una dieta;
  • il terzo è la metformina in trattamento complesso con dieta ed esercizio fisico;
  • il quarto è una dieta in combinazione con terapia fisica e trattamento farmacologico complesso.

Prevenzione

Al fine di impedire che il secondo tipo di diabete si sviluppi in diabete insulino-dipendente o per prevenire lo sviluppo della malattia nel suo insieme, vengono utilizzate le seguenti misure preventive:

  • condurre una correzione nutrizionale;
  • aderire a una dieta a basso contenuto di carboidrati, bere vitamine;
  • essere fisicamente attivi;
  • screening ogni anno con una predisposizione alla malattia;
  • smettere di fumare, bere alcolici;
  • mantenere il peso, prevenire l'obesità.

Cause della malattia e quali pazienti sono a rischio?


Secondo le statistiche, molti pazienti con diabete di tipo 2 sono sovrappeso, così come questi sono gli anziani.

Solo l'8% dei pazienti ha un peso corporeo normale.

Di norma, in una persona viene rivelata una combinazione di due o più fattori di rischio per lo sviluppo di un disturbo.

Considera i fattori che aumentano il rischio di debutto di una malattia:

  1. Predisposizione genetica. In presenza di diabete di tipo 2 in uno dei genitori, la probabilità di eredità è del 30% e, se entrambi i genitori sono malati, il rischio aumenta al 60%. Una sensibilità ereditata intensificata a una sostanza che migliora la produzione di insulina, che si chiama enkephalin.
  2. Obesità, sovrappeso, abuso di prodotti nocivi.
  3. Trauma pancreatico.
  4. Pancreatite a danno di cellule beta.
  5. Stress frequente, depressione.
  6. Attività fisica inadeguata, predominanza del tessuto adiposo sul muscolo.
  7. Virus passati (varicella, parotite, rosolia, epatite) - provocano lo sviluppo della malattia nelle persone con una predisposizione ereditaria.
  8. Malattie croniche.
  9. Vecchiaia (oltre 65 anni).
  10. Ipertensione e aumento della concentrazione di trigliceridi nel sangue a causa dell'abuso di cibi grassi.

Breve descrizione dei tipi di malattia

La classificazione del diabete è determinata dalla patogenesi (origine e sviluppo) dei cambiamenti patologici, dall'età del paziente e dalla terapia utilizzata. Il diabete di tipo 1 (giovanile) si forma durante l'infanzia e l'adolescenza sotto l'influenza dell'eredità disfunzionale (predisposizione) o dovuta all'attivazione di processi autoimmuni (disfunzioni del sistema immunitario).

La malattia si basa sulla disfunzione pancreatica endogena (intracecretoria). Il corpo perde la sua capacità di sintetizzare l'ormone insulina, che è responsabile della fornitura di glucosio nei tessuti e nelle cellule, cioè energia e nutrizione. La mancanza di produzione di ormoni naturali è compensata da iniezioni regolari di insulina medica. Lo sviluppo della malattia di tipo 2 si verifica nel periodo di età superiore ai 40 anni. Le ragioni principali sono la malnutrizione, il sovrappeso e l'abuso di alcol.

A differenza del diabete giovanile, il pancreas non smette di produrre insulina, ma il corpo non è in grado di percepirlo a livello cellulare. La mancanza di risposta (sensibilità cellulare) si chiama insulino-resistenza. Il risarcimento per i disordini si ottiene con medicinali in compresse e terapia dietetica. La terapia di tipo 1 e di tipo 2 ha lo scopo di mantenere i livelli di zucchero il più vicino possibile ai valori normali e di inibire l'avanzamento delle complicanze che accompagnano il diabete.

Sommario

Il diabete non può essere curato, ma le compresse moderne possono essere utilizzate per stabilire il controllo della malattia di tipo 2. Le compresse ipolipemizzanti sono divise in 4 gruppi:

  • secretagoghi;
  • sensibilizzanti;
  • inibitori dell'alfa glucosidasi;
  • DPP-4 e inibitori dell'incretina.

Il primo tipo di malattia può essere controllato solo attraverso la terapia insulinica. In entrambi i casi vengono utilizzati integratori, complessi vitaminico-minerali e farmaci per prevenire le complicanze. Tutti i medicinali sono prescritti solo da un endocrinologo. L'automedicazione può portare a effetti collaterali..

Diagnostica

Il diabete mellito giustifica pienamente il suo nome "dolce". Nei tempi antichi, i medici usavano questo fattore come diagnosi: un piattino con urina diabetica attirava vespe e api. La diagnostica moderna si basa sulla stessa definizione del livello di zucchero:

  • un esame del sangue per uno stomaco vuoto mostra il livello di glucosio nel sangue;
  • l'analisi delle urine fornisce un quadro del livello dei corpi chetonici e dello zucchero.

Viene eseguito un ulteriore test di tolleranza al glucosio (GTT) - 3 giorni prima dell'analisi, i prodotti ad alto contenuto di carbonio vengono esclusi dalla dieta, quindi dopo 8 ore di digiuno, vengono bevute una soluzione di 250 g di acqua e 75 g di glucosio anidro speciale. Immediatamente prima e dopo 2 ore, viene eseguito un prelievo di sangue venoso per determinare una violazione del metabolismo dei carboidrati.

Se compaiono sintomi che indicano un possibile sviluppo del diabete mellito, è necessario consultare un endocrinologo e sottoporsi a un esame per confermare o confutare la diagnosi. Lo zucchero nel sangue può essere determinato in diversi modi..

Il modo più semplice è un esame del sangue a digiuno. Un livello di zucchero superiore a 5,5 mmol / L e inferiore a 7,8 indica uno stato prediabetico.

Se gli indicatori rimangono al di sopra del normale per molto tempo, allora possiamo parlare della presenza del diabete in una persona. Un quadro clinico più accurato è dato da un test di tolleranza al glucosio con esercizio fisico.

Mostra una glicemia media negli ultimi 3 mesi..

sulfaniluree

Il meccanismo dell'effetto ipoglicemico del PSM è quello di migliorare la sintesi e la secrezione di insulina da parte delle cellule B del pancreas, ridurre la neoglucogenesi nel fegato, diminuire la produzione di glucosio dal fegato, aumentare la sensibilità all'insulina ai tessuti insulino-dipendenti a seguito dell'esposizione ai recettori.
Attualmente, nella pratica clinica, viene utilizzata la generazione II di PSM, che rispetto ai preparati di sulfonilurea di generazione I (clorpropamide, tolbutamide, carbutamide) con una serie di vantaggi: hanno una maggiore attività ipoglicemizzante, hanno meno effetti collaterali, meno spesso interagiscono con altri farmaci, vengono rilasciati in più vestibilità comoda. Indicazioni e controindicazioni per la loro ricezione sono presentate nella tabella. 9.2.

Tabella 9.2 Indicazioni e controindicazioni per l'assunzione di droghe

La terapia con PSM inizia con una singola dose prima di colazione (30 minuti prima dei pasti) alla dose più bassa, se necessario, aumentandola gradualmente con un intervallo di 5-7 giorni fino ad ottenere la riduzione desiderata della glicemia. Un farmaco ad assorbimento più rapido (glibenclamide micronizzata - 1,75 mg di manina, 3,5 mg di mannina) viene assunto 15 minuti prima dei pasti. Si raccomanda di iniziare il trattamento con TSP con agenti più morbidi, come gliclazide (diabete diabetico), e solo successivamente passare a farmaci più potenti (mannile, amaryl). Il PSM con una breve durata d'azione (glipizide, glicidone) può essere immediatamente prescritto 2-3 volte al giorno (Tabella 10).

Glibenclamide (maninil, betanase, daonil, euglucon) è il farmaco sulfanilurea più comunemente usato. È completamente metabolizzato nel corpo con la formazione di metaboliti attivi e inattivi e ha una doppia via di escrezione (50% attraverso i reni e una parte significativa con la bile). In presenza di insufficienza renale, il suo legame con le proteine ​​diminuisce (con ipoalbuminuria) e aumenta il rischio di sviluppare ipoglicemia.

Tabella 10. Caratterizzazione di dosi e dosi di PSM

Glipizide (glibenesi, ritardo della glibenesi) viene metabolizzato nel fegato per formare metaboliti inattivi, il che riduce il rischio di ipoglicemia. Il vantaggio di glipizide a rilascio prolungato è che il suo principio attivo viene rilasciato continuamente ed è indipendente dall'assunzione di cibo. L'aumento della secrezione di insulina durante il suo utilizzo si verifica principalmente in risposta all'assunzione di cibo, che riduce anche il rischio di ipoglicemia.

- un nuovo farmaco ipolipemizzante, a volte attribuito alla terza generazione. Ha una biodisponibilità del 100% e determina la selezione selettiva di insulina dalle cellule B solo in risposta a un pasto; non blocca una diminuzione della secrezione di insulina durante l'esercizio. Queste caratteristiche dell'azione di glimepiride riducono la probabilità di ipoglicemia. Il farmaco ha una doppia via di escrezione: con urina e bile.

La glicocazide (Diabeton MV) è anche caratterizzata da assoluta biodisponibilità (97%) ed è metabolizzata nel fegato senza la formazione di metaboliti attivi. La forma prolungata di gliclazide - diabeton MB (una nuova forma di rilascio modificato) ha la capacità di legarsi rapidamente in modo reversibile ai recettori per la TSP, il che riduce la probabilità di resistenza secondaria e riduce il rischio di ipoglicemia. A dosi terapeutiche, questo farmaco è in grado di ridurre la gravità dello stress ossidativo. Queste caratteristiche della farmacocinetica del diabete mellito MV ne consentono l'uso in pazienti con malattie del cuore, dei reni e degli anziani.

Tuttavia, in ogni caso, la dose di PSM deve essere selezionata individualmente, tenendo presente l'alto rischio di condizioni ipoglicemiche nelle persone senili.

Il gliccidone si distingue per due caratteristiche più caratteristiche:

azione a breve termine ed escrezione minima attraverso i reni (5%). Il 95% del farmaco viene escreto nella bile. Riduce efficacemente il livello di glucosio a digiuno e dopo aver mangiato, e la breve durata della sua azione semplifica la gestione della glicemia e riduce il rischio di ipoglicemia. Glurenorm è uno dei farmaci più sicuri, derivati ​​della sulfanilurea e il farmaco di scelta nel trattamento di pazienti anziani, pazienti con malattie renali concomitanti e persone con prevalenza di iperglicemia postprandiale.

Date le caratteristiche cliniche del diabete di tipo 2 in età avanzata, vale a dire l'aumento predominante della glicemia postprandiale, che porta ad un'alta mortalità per complicanze cardiovascolari, in generale, la nomina di TSP è particolarmente giustificata nei pazienti anziani.

Sullo sfondo dell'uso di preparati di sulfanilurea, possono verificarsi effetti collaterali. Ciò riguarda principalmente lo sviluppo dell'ipoglicemia. Inoltre, esiste una probabilità di disturbi gastrointestinali (nausea, vomito, dolore epigastrico, meno comunemente ittero, colestasi), una reazione allergica o tossica (prurito cutaneo, orticaria, edema di Quincke, leuco- e trombocitopenia, agranulocitosi, anemia emolitica, vasculite). Esistono prove indirette di possibile cardiotossicità del PSM.

In alcuni casi, nel trattamento con compresse ipolipemizzanti, si può osservare una resistenza ai rappresentanti di questo gruppo. Nel caso in cui si osservi l'assenza dell'effetto atteso di riduzione dello zucchero fin dai primi giorni di trattamento, nonostante il cambiamento di farmaci e un aumento della dose giornaliera al massimo possibile, stiamo parlando di resistenza primaria a TSP. Di norma, la sua insorgenza è dovuta a una diminuzione della secrezione residua della propria insulina, che determina la necessità di trasferire il paziente alla terapia insulinica.

L'uso a lungo termine di TSP (più di 5 anni) può causare una diminuzione della sensibilità nei loro confronti (resistenza secondaria), che è dovuta a una diminuzione del legame di questi farmaci ai recettori sensibili all'insulina. In alcuni di questi pazienti, la terapia insulinica per un breve periodo può ripristinare la sensibilità dei recettori del glucosio e consentire di tornare all'uso del PSM.

La resistenza secondaria ai farmaci ipolipemizzanti in generale e ai preparati di sulfanilurea, in particolare, può verificarsi per una serie di motivi:

L'SD-1 (autoimmune) viene erroneamente diagnosticato come diabete mellito di tipo 2, non vi è alcun uso di trattamenti non farmacologici per CD-2 (terapia dietetica, attività fisica dosata), farmaci con effetto iperglicemico (glucocorticoidi, estrogeni, diuretici tiazidici a dosi elevate, vengono utilizzati tiroxina).

Un'esacerbazione di concomitanti o l'aggiunta di malattie intercorrenti può anche portare a una diminuzione della sensibilità al TSW. Dopo aver interrotto queste condizioni, è possibile ripristinare l'efficacia di PSM. In alcuni casi, con lo sviluppo della vera resistenza al PSM, si ottiene un effetto positivo utilizzando la terapia di combinazione con insulina e TSP o una combinazione di diversi gruppi di farmaci ipolipemizzanti.

Farmaci che aumentano lo zucchero

Spesso i pazienti con diabete hanno patologie concomitanti del sistema cardiovascolare. La terapia delle malattie cardiologiche può essere effettuata con farmaci che aumentano la glicemia nel siero del sangue e riducono la resistenza dei tessuti del corpo all'insulina. Pertanto, prima di iniziare il trattamento, è necessario informare il medico della presenza di diabete mellito al fine di scegliere il farmaco giusto.

Quali droghe e droghe aumentano la glicemia?

  • Anaprilin;
  • bisoprololo;
  • Talinolol;
  • Diuretici: Oxodolin, Ezidrex, Chlortalidone;
  • verapamil;
  • nifedipina;
  • Barbiturici ipnotici;
  • Doxiciclina antibiotica;
  • Farmaci ormonali.

Come posso usare quali farmaci per il diabete che abbassano l'iperglicemia? La prescrizione di farmaci dovrebbe essere il medico. Quando si prescrive la terapia, viene selezionato un set di farmaci e misure che porterà alla normalizzazione della glicemia, consentirà di controllare le condizioni del paziente, ridurre la probabilità di sviluppare complicanze.

Additivi biologicamente attivi (BAA)

Gli integratori diabetici sono utilizzati nel primo e nel secondo tipo di malattia. Le loro proprietà principali:

  • Purificazione da depositi tossici e di colesterolo.
  • Rafforzare le difese del corpo.
  • Regolazione del comportamento alimentare.
  • Normalizzazione della digestione.
  • Prevenzione delle complicanze.

Le migliori recensioni hanno integratori alimentari con l'aggiunta di topinambur (pera di terra). Questa pianta contiene inulina naturale, che contribuisce alla stabilizzazione della glicemia e impedisce la raccolta di chili in più. I rappresentanti sono: longevità, PIC, compresse di inulina, ecc. I complessi vitaminici e gli integratori alimentari hanno controindicazioni. L'auto-somministrazione può essere dannosa per la salute. La terapia deve essere prescritta dall'endocrinologo presente.

Sintomi della malattia

I seguenti sintomi sono caratteristici del diabete di tipo 2:

  • Sete.
  • Bocca asciutta.
  • Minzione frequente e pesante durante il giorno, la notte.
  • Muscolo, debolezza generale, affaticamento eccessivo.
  • Prurito della pelle.
  • Obesità.
  • Guarigione con ferite lunghe.
  • Deficit visivo.
  • Intorpidimento degli arti, formicolio in essi.

Molte persone si chiedono se la disabilità dia il diabete. La decisione di stabilire questa categoria è presa dagli specialisti dell'ufficio di competenza medica e sociale. Per fare ciò, valutano la gravità dei disturbi persistenti delle funzioni del corpo causati da complicanze di questa patologia. Questi ultimi comprendono lesioni dei reni, occhi, fibre nervose, disturbi della circolazione periferica, compresi quelli che coinvolgono lo sviluppo di cancrena, l'amputazione delle estremità.


La cancrena è una delle complicanze del diabete..

dolcificanti

Gli edulcoranti sono usati solo per migliorare l'appetibilità del cibo. Non dovrebbero causare un aumento significativo della glicemia..

Miele del diabete

Alcune persone devono sapere se il miele può essere usato per il diabete. Il prodotto include fruttosio, glucosio, una piccola quantità di saccarosio.

Consentito di consumare miele naturale, ma non prodotti a base di miele. Quest'ultimo è ottenuto mescolando varietà di miele a basso costo con vari sciroppi, aromi, addensanti. È consentito mangiare fino a 2 cucchiaini di miele al giorno dopo i pasti, assorbendo lentamente il prodotto.


Per prevenire la distruzione di sostanze benefiche, il miele non può essere aggiunto all'acqua bollente.

Fruttosio

L'insulina non è necessaria per l'assorbimento di questo carboidrato; il suo contenuto calorico è quasi uguale a quello del glucosio. Il fruttosio è più dolce dello zucchero, 1,5 volte, quindi viene aggiunto in meno quantità.

Il carboidrato viene rilasciato sotto forma di compresse, polvere. La norma giornaliera del suo consumo è fino a 50 g.

Stevia

Questo sostituto dello zucchero del diabete è ottenuto dalle foglie di una pianta perenne con lo stesso nome. Quest'ultimo contiene stevioside - una sostanza che ha un sapore 20 volte più dolce dello zucchero, non ha calorie.

Gli edulcoranti Stevia sono prodotti sotto forma di sciroppo concentrato, polvere ed estratti liquidi. Questo dolcificante viene aggiunto ai piatti pronti, utilizzato nel processo di preparazione..


Non si può consumare più di un cucchiaio di stevioside al giorno.

Esercizio fisico

La prevenzione delle complicanze del diabete comprende l'inclusione di un'attività fisica moderata regolare. Contribuiscono a una riduzione della concentrazione di glucosio nel sangue a causa di un aumento della necessità di tessuto muscolare e della sensibilità delle cellule all'insulina. L'attività fisica porta anche alla perdita di peso, migliora lo stato del sistema cardiovascolare.

Le persone diabetiche sono consigliate per camminare, fare jogging, nuotare, pattinare sul ghiaccio, pallavolo, tennis, badminton, ciclismo.

È consentito eseguire esercizi volti a rafforzare i muscoli, utilizzando manubri leggeri del peso massimo di 2 chilogrammi. Gli sport di potenza, il sollevamento pesi sono controindicati. Non partecipare a competizioni sportive a causa di stress fisico, psico-emotivo elevato.


L'aumento dell'assorbimento muscolare dello zucchero persiste per 2 giorni dopo l'esercizio.

Il prezzo dei farmaci che riducono lo zucchero

Il livello dei prezzi per i farmaci che riducono lo zucchero varia a Mosca, quindi dovresti confrontare il costo dei farmaci nelle farmacie in diverse regioni della capitale e considerare le offerte di consegna:

Farmaci per abbassare la glicemia nel diabete: medicinali per la vecchia e la nuova generazione, pro e contro

Dall'articolo imparerai i medicinali per il diabete di tipo 2 di nuova generazione, i loro vantaggi e svantaggi rispetto ai farmaci di prima generazione, i medicinali per i diabetici anziani, i medicinali per il trattamento di patologie concomitanti, complicanze.

Uso di farmaci per il diabete di tipo 2

Per il trattamento del diabete mellito 2 con insulino-resistenza, i diabetologi moderni offrono quattro opzioni per le tattiche di trattamento:

  • dieta a basso contenuto di carboidrati;
  • dieta + attività fisica;
  • unendo le prime due opzioni per compresse di diabete, stimolando la sensibilità delle cellule all'insulina;
  • le forme trascurate richiedono una terapia insulinica, a volte in combinazione con compresse.

I farmaci per il diabete di tipo 2 sono prescritti a pazienti che soffrono di questa patologia solo se non è possibile normalizzare i livelli di zucchero nel sangue attraverso una combinazione di dieta e attività fisica dosata per tre mesi. Allo stesso tempo, il criterio per valutare il risultato è il monitoraggio regolare del livello di glicemia, poiché nella maggior parte dei pazienti la compensazione completa per il metabolismo dei carboidrati semplicemente non può essere raggiunta e la norma della glicemia al mattino non esclude la scompenso.

La scelta della terapia di iniezione o compressa dipende da una serie di motivi:

  • la gravità della patologia: il livello di iperglicemia, la gravità dei sintomi, il rischio di complicanze;
  • condizioni generali del paziente: presenza di malattie concomitanti;
  • peso del paziente: grado di obesità;
  • età del paziente, sua motivazione;
  • consapevolezza del paziente dei metodi di terapia, preferenza di un metodo particolare, risultato atteso ed effetti collaterali.

L'obiettivo principale della terapia per il diabete non insulino-dipendente è l'eliminazione dei sintomi di iperglicemia e dislipidemia, la prevenzione delle complicanze, l'adattamento psicologico alla vita con patologia cronica.

Oggi, il trattamento del diabete mellito di tipo 2 non garantisce la completa eliminazione della malattia, ma la dieta e la terapia farmacologica possono mantenere un'alta qualità della vita, una longevità attiva per ogni paziente che non è indifferente alla propria salute. È necessaria la coerenza nell'uso dei farmaci, la stretta aderenza alle raccomandazioni del medico. Una transizione indipendente da uno stadio della terapia a un altro, un ritorno all'opzione precedente - porterà a una rapida dipendenza del corpo dal metodo di trattamento scelto, perdita di motivazione interna.

Controindicazioni all'assunzione di compresse ipolipemizzanti

Il diabete mellito 2 è una malattia multifocale che colpisce quasi tutti gli organi e i tessuti interni. Quando si prescrive la terapia, questo deve essere preso in considerazione. Inoltre, le compresse per il diabete di tipo 2, come tutti i farmaci, hanno le loro controindicazioni, non sono raccomandate per:

  • complicanze acute della malattia;
  • gravi violazioni del fegato e dei reni di qualsiasi genesi;
  • gravidanza, periodo postpartum, allattamento al seno;
  • patologia del sistema sanguigno;
  • infiammazione acuta di qualsiasi eziologia;
  • disturbi vascolari del diabete;
  • interventi chirurgici;
  • forte perdita di peso;
  • infezione fumante.

È importante prestare attenzione alla combinazione di agenti ipoglicemizzanti con farmaci di altri gruppi farmacologici.

Gruppi di farmaci ipoglicemizzanti

I medicinali per il diabete di tipo 2 formano un ampio elenco, quindi di solito sono divisi in diversi gruppi principali. Un sintomo unificante è una diminuzione della glicemia. Al punto della loro applicazione, i tablet sono suddivisi in:

  • fondi che lavorano direttamente nel pancreas;
  • il tratto gastrointestinale;
  • tessuti periferici.

Secondo i gruppi farmacologici, la divisione avviene in:

  • derivati ​​della sulfonilurea - motivatori pancreatici;
  • biguanidi: stimolanti dell'assorbimento del glucosio bloccando la gluconeogenesi;
  • tiazolidinedione che riduce la resistenza all'insulina delle cellule;
  • inibitori dell'alfa glucosidasi che riducono l'attività degli enzimi intestinali;
  • glinidi - motivatori della sintesi di insulina;
  • incretine - contribuendo ad aumentare la produzione dell'ormone pancreatico (il nuovo gruppo di farmaci).

sulfamidici

Più della metà dei pazienti con diabete di tipo 2 sono trattati con farmaci ipoglicemizzanti compresse. Per quasi mezzo secolo, la base di tali compresse è la sulfonilurea, che:

  • riduce la concentrazione di glicogeno nel sangue;
  • stimola la produzione di insulina propria;
  • rianima l'attività delle cellule beta di Langerhans.

Qualsiasi sulfanilamide, una volta che entra nel corpo umano, entra in contatto con la proteina sulla membrana delle cellule beta di Langerhans, stimolando la sintesi di insulina, alcune compresse possono aumentare contemporaneamente la sensibilità delle cellule beta al glucosio. Farmaci per il diabete di tipo 2 di questo gruppo: possono aumentare la sensibilità delle cellule adipose, muscolari ed epatiche all'insulina, migliorare il trasporto del glucosio nei muscoli scheletrici. Particolarmente efficace per il diabete di tipo 2 che assume sulfamidici in combinazione con biguanidi. Una caratteristica dei sulfamidici è il rapido assorbimento, anche con l'assunzione di cibo. La durata dell'azione delle compresse non supera le 12 ore, quindi, prendendo due volte.

Le pillole per il diabete del secondo tipo dal gruppo dei sulfamidici hanno i loro pro e contro, effetti collaterali. I vantaggi dei farmaci includono:

  • buon effetto ipoglicemico;
  • minimizzazione della trombosi;
  • protezione del tessuto renale (Gliclazide MB, ad esempio).
  • ipoglicemia mal gestita (clorpropamide, glibenclamide), specialmente nei pazienti renali o nei pazienti anziani;
  • l'emergere della resistenza ai farmaci a breve termine;
  • provocando appetito, eccesso di cibo, obesità.

Agli effetti collaterali:

  • dispepsia, manifestazioni allergiche;
  • un forte calo di zucchero in combinazione con alcol, reserpina, clonidina;
  • perdita di efficacia in presenza di diuretici, ormoni, acido nicotinico, simpaticomimetici;
  • incapacità di prescrivere per le malattie cardiovascolari (influenzare negativamente i canali di potassio).

I principali rappresentanti di questo gruppo (dai farmaci di prima generazione per il trattamento del diabete di tipo 2 ai rappresentanti dell'ultima generazione) sono:

Nome delle drogheCosto in rubli
glibenclamide85
Clorpropamide - un rappresentante della prima generazione56
tolazamide63
Glyclazide Canon126
glimepiride122
Glibomet (combinazione con biguanidi)280
Maninil100
Amaril - un farmaco per il diabete di tipo 2 di nuova generazione308
Movoglechen1600
Minidiab2750
Glurenorm384

biguanides

I derivati ​​della guanidina (un prodotto del metabolismo proteico) stimolano l'utilizzo del glucosio da parte dei muscoli scheletrici, aumentandone l'attività e bloccando l'assorbimento dei carboidrati nell'intestino. Poiché le biguanidi nel trattamento del diabete mellito di tipo 2 stimolano la sintesi del lattato nei muscoli e negli organi della cavità addominale, esiste il rischio di acidosi lattica, specialmente negli anziani e nei pazienti con patologia renale. Tali farmaci sono controindicati in pazienti con alti livelli di creatinina: affetti da alcolismo, insufficienza del sistema biliare del fegato, patologia cardiopolmonare.

Il vantaggio indiscutibile dei tablet è:

  • incapacità di iniziare con forza l'ipersintesi dell'insulina (i suoi volumi aumentati), sullo sfondo di una motivazione naturale per l'utilizzo completo dell'ormone già sintetizzato, che protegge il pancreas dal sovraccarico;
  • efficacia rispetto ai sulfamidici;
  • mancanza di appetito aumentato durante l'assunzione di pillole;
  • normalizzazione del profilo lipidico;
  • rigenerazione della parete vascolare.

Gli svantaggi includono:

  • disfunzione dell'apparato digerente;
  • il rischio di acidosi lattica (sebbene questa affermazione sia discutibile, poiché le biguanidi che provocano acidosi lattica sono oggi sospese).

Nella moderna pratica diabetica, per il trattamento del diabete mellito di tipo 2 nei pazienti obesi, i medici preferiscono utilizzare principalmente la metformina, poiché il farmaco riduce l'appetito, aiuta a perdere peso. Inoltre, a causa della capacità di rigenerare le pareti dei vasi sanguigni, il farmaco controlla la pressione sanguigna, la coagulazione del sangue.

I seguenti membri del gruppo sono usati per trattare il diabete di tipo 2:

Nome delle drogheCosto in rubli
Metformina102
Glyformin230
Glucophage94
Siofor 1000219
Sofamet150
Diaformin150
Dianormet100

Regolatori glicemici: inibitori dell'α-glucosidasi, clinidi

Questo gruppo farmacologico è rappresentato nel trattamento del diabete di tipo 2 da due sottogruppi di farmaci contemporaneamente: inibitori dell'α-glucosidasi, argille.

Lo sviluppo del diabete 2 contribuisce all'assorbimento intensivo nell'intestino di vari carboidrati, che aumentano la concentrazione di zucchero nel sangue. Al fine di rallentare questo processo, vengono utilizzati farmaci: inibitori dell'enzima che controlla l'assorbimento dell'alfa glucosidasi. In tutte le compresse di questo gruppo, un ingrediente attivo è l'acarbosio.

I farmaci per il diabete di tipo 2, come tutti gli altri farmaci, hanno pro e contro in uso. In questo gruppo, i vantaggi dei medicinali possono essere considerati:

  • un livello costante di insulina quando assunto, nessun rischio di ipoglicemia;
  • il principio attivo dei farmaci impedisce l'assorbimento dei carboidrati nell'intestino, cioè aiuta a ridurre l'appetito, a perdere peso;
  • l'acarbosio normalizza il colesterolo nel corpo;
  • durante il trattamento con farmaci, non sono state rilevate complicazioni pericolose, poiché gli inibitori non si integrano nella struttura del sangue.

Gli svantaggi degli inibitori dell'alfa-glucosidasi sono:

  • sviluppo di processi di fermentazione nell'intestino: aumento della formazione di gas, dispepsia;
  • leggero effetto di riduzione dello zucchero;
  • la necessità di iniziare il trattamento con piccole dosi con un graduale aumento del risultato desiderato sotto il controllo della glicemia.

I rappresentanti del primo sottogruppo del gruppo dei regolatori glicemici sono:

Nome delle drogheCosto in rubli
acarbose300
Glucobay429
Miglitol908
Diastabol821

Il secondo sottogruppo di farmaci per il trattamento del diabete mellito di tipo 2 mediante regolazione della glicemia è rappresentato dai glinidi. L'essenza della loro azione è il blocco dei canali del potassio sensibili all'ATP, che sono coinvolti nella sintesi dell'insulina. I mezzi inibiscono l'iperglicemia che si verifica dopo aver mangiato.

I vantaggi dei farmaci sono:

  • poco tempo prima dell'inizio dell'effetto insulinotropico;
  • ripristino della prima fase della secrezione dell'ormone;
  • mantenendo la concentrazione ottimale di insulina tra ogni pasto.

Le compresse di questo gruppo farmacologico che riducono lo zucchero nel sangue presentano alcuni inconvenienti, ma sono significative:

  • aumento di peso indiretto;
  • dipendenza veloce dalla droga;
  • la necessità di combinare con biguanidi per il massimo effetto.
Nome delle drogheCosto in rubli
Diaglinide206
nateglinideIl prezzo del farmaco in Russia è compreso tra 6300 e 10500 rubli per confezione
PrandinLa droga tedesca, che può essere ordinata online al prezzo di 2 936 rubli con consegna dalla Germania
NovoNorm131
Starlix400
repaglinide151

incretine

Le incretine sono ormoni che possono stimolare attivamente la produzione di insulina. Sono le incretine nel corpo umano che sintetizzano oltre il 70% di tutta l'insulina, ma nei pazienti con diabete mellito 2 questa capacità è nettamente ridotta. I preparati del gruppo, che comprende due varietà di assistenti sintetici, sono chiamati ad attivarlo: GLP-1 (agonisti del peptide-1 simile al glucagone), HIP (polipeptide insulinotropico glucosio-dipendente). La particolarità di questi farmaci di nuova generazione per ridurre lo zucchero è solo la forma di iniezione.

Il cibo provoca il rapido rilascio di incretine nell'intestino che, rallentando i movimenti intestinali, controllano la sintesi di insulina, abbassando i livelli di zucchero nel sangue. Nel diabete di secondo tipo, le incretine sono poche e la concentrazione di glucosio è alta. ISU e GLP-1 correggono la situazione.

I benefici dei farmaci sono:

  • minimizzare l'ipoglicemia;
  • effetto di perdita di peso;
  • normalizzazione della pressione sanguigna;
  • proteggere le cellule pancreatiche.
  • solo iniezione;
  • rischio di pancreatite;
  • alto prezzo.

Le controindicazioni includono:

  • grave insufficienza epatica e renale;
  • chetoacidosi;
  • gravidanza, allattamento.
  • dispepsia;
  • nausea
  • mancanza di appetito;
  • mal di testa;
  • iperidrosi.

In Russia, tali farmaci ipolipemizzanti per il diabete di tipo 2 non sono praticamente disponibili, ma esiste un elenco speciale di farmaci di fabbricazione straniera che è approvato dal Ministero della Salute ed è approvato per l'uso in Russia. Non ci sono contraddizioni con la legislazione della Federazione Russa.

Rappresentanti di agonisti del recettore del peptide simile al glucagone (GLP-1):

Nome delle drogheCosto in rubli
Exenatide (Baeta)5029
Liraglutid (Victoza)9440
Lixisenatide (Lixumia)2969
Liraglutide (Saxenda)25000

ISU - farmaci per il diabete di tipo 2:

Nome delle drogheCosto in rubli
Sitagliptin (Januvius)1.443,4
Vildagliptin (Galvus)795
Saxagliptin (Onglisa)1895
Linagliptin (Transito)1665
Albiglutide (Tanzeum)16221

Glyphlosins

Le gliclosine sono una nuova classe di farmaci ipoglicemizzanti orali di ultima generazione per il diabete di tipo 2. Inibitori del trasportatore di glucosio dipendenti dallo ione sodio (SGLT-2). L'essenza dell'azione dei farmaci è la soppressione del riassorbimento renale del glucosio e non dipende dall'insulina. Ci sono poche informazioni sui vantaggi e gli svantaggi di questi fondi, gli effetti collaterali non sono confermati dai risultati a lungo termine. È noto sulla capacità delle gliflosine in determinate circostanze di provocare la necrosi tissutale. Nella Federazione Russa applicare dal 2013.

Nome delle drogheCosto in rubli
Jardins2635
Invokana2377
XigduoPrezzo nelle farmacie online da 155 euro

Combinazione di fondi

Nel trattamento del diabete mellito 2, molto spesso i medici usano combinazioni di farmaci di diversi gruppi farmacologici per ottenere il risultato ottimale. Le combinazioni più popolari sono:

  • Metformina e un rappresentante dei sulfamidici: questa combinazione migliora la riduzione dello zucchero a digiuno, dopo aver mangiato, controlla l'iperinsulinemia, il profilo lipidico, minimizza la tossicità del glucosio. Ma esiste il pericolo di sviluppare insufficienza cardiaca, quindi è necessario combinare tenendo conto degli effetti collaterali di ciascun farmaco. Esiste un farmaco che combina già entrambe le forme: questo è Glibomet.
  • La combinazione di metformina con glibenclamide, il rappresentante di una nuova generazione di sulfamidici, sembra essere la più promettente. Il farmaco si chiama Glucovans ed è in grado di controllare i livelli di zucchero durante i pasti..
  • Inoltre, vengono utilizzate combinazioni di Glimeperid con Metformina (Amaril M), Metformina con Gliciclazide (Glimecomb), Sitaglibtin con Metformina (Yanumet), Vildagliptin con Metformina (Galvus Met).
  • La metformina è combinata con l'insulina: il profilo glicemico migliora, l'effetto ipoglicemizzante è aumentato, il che consente di ridurre la dose dell'ormone, per ottenere una compensazione del diabete senza aumento di peso.

Terapia insulinica

Nel trattamento del diabete non insulino-dipendente del secondo tipo, la terapia insulinica è l'anello più controverso. Da un lato, ciò può essere spiegato dalla mancanza di un singolo concetto di eziologia della patogenesi della malattia, ma dall'altro, dalla mancanza di garanzie dell'efficacia di questo metodo di trattamento. Infatti, se non è chiaro il motivo per cui viene provocato DM 2, dove si trova il luogo principale di fallimento: a livello di sintesi ormonale nel pancreas o alla periferia, come si può rispondere correttamente alla domanda sull'opportunità di trattare i pazienti obesi con glicemia alta con insulina.

Ma ci sono situazioni in cui il problema della terapia insulinica è facilmente risolvibile. Con glicemia superiore a 15,0 mmol / l, viene sempre prescritta l'insulina. È indicata la terapia ormonale a lungo termine, se è impossibile usare farmaci in compresse a causa di controindicazioni al loro uso, resistenza ai farmaci ipolipemizzanti per il diabete di tipo 2, gravi complicazioni nelle fasi avanzate della malattia (retinopatia, polineuropatia, nefropatia, cardiomiopatia, encefalopatia).

L'obiettivo della terapia insulinica è raggiungere un livello normale e stabile di zucchero nel sangue. Gli indicatori sono correlati con l'età del paziente, il rischio di complicanze e la presenza di patologie concomitanti. Deve essere chiaro che, passando alle iniezioni di insulina, non si può tornare alle compresse.

Le indicazioni per la somministrazione temporanea di insulina possono essere operazioni, un concomitante corso di corticosteroidi, febbre alta, infiammazione acuta di un'eziologia indipendente dal diabete mellito: infezioni virali respiratorie acute, allergie, influenza e tonsillite. Lo stress grave può richiedere iniezioni a breve termine dell'ormone.

L'OMS raccomanda l'uso della terapia insulinica solo in caso di trattamento non riuscito del diabete mellito di tipo 2 in tutti i modi possibili utilizzando i preparati in compresse. Inizia con una combinazione di metformina e insulina ad azione prolungata durante la notte. La dose giornaliera media dell'ormone è di solito 0,16 unità per kg di peso corporeo / giorno. Tutti gli ulteriori calcoli sono una prerogativa del medico.

Farmaci per i diabetici anziani

I farmaci per ridurre la glicemia nei pazienti anziani sono efficaci a condizione che il paziente rifiuti alimenti ad alto contenuto calorico e includa l'attività fisica dosata nel regime giornaliero. Applicare:

  • Sulfanilamidi: Glipizide, Glyclazide, Glimepiride, Glycvidone;
  • Biguanidi: Glucophage, Siofor, Metfogamma, Bagomet, Avandamet;
  • Inibitori dell'alfa glucosidasi: Diastabol, Glucobay;
  • Gliptins: Sitagliptin, Vildagliptin, Saxagliptin;
  • Dose appropriata di insulina.

Se il livello di zucchero nel sangue in un paziente anziano è critico, l'insulina viene prescritta immediatamente.

Quali pillole per il diabete sono migliori: prima o ultima generazione

I medici di livello internazionale non raccomandano l'uso di farmaci fondamentalmente nuovi per il trattamento, poiché il criterio principale per l'affidabilità e la sicurezza di un farmaco è la sua prova del tempo. Sono necessari almeno 10 anni di osservazione clinica per valutare tutti i poli e gli svantaggi della medicina proposta..

Oggi, solo la metformina e glibenclamide sono considerate le migliori pillole per il diabete di tipo II. Questi farmaci soddisfano tre principi: efficienza, sicurezza, costo. "Vecchio" significa che, se è possibile raggiungere livelli ottimali di zucchero nel sangue, garantire la prevenzione delle complicanze a livello di macro e microvasi, tutti i loro effetti collaterali sono ben studiati, prevedibili.

I "nuovi" farmaci possono dare reazioni inaspettate, che sono abbastanza problematiche da correggere. Ad esempio, dopo 8 anni di impeccabili studi clinici, il gruppo tiazolidinedione è stato introdotto nella pratica clinica e nel secondo anno del suo uso diffuso è stato identificato un grave inconveniente - l'osteoporosi come complicazione, quindi - c'era il rischio di sviluppare un infarto, un cancro alla vescica.

Tenendo conto della possibilità di tali situazioni, è meglio iniziare il trattamento con agenti comprovati con una reputazione affidabile. I "nuovi" farmaci non hanno avuto il tempo di dimostrare la loro sicurezza con un uso prolungato e l'efficacia della riduzione della glicemia non è migliore rispetto ai "vecchi". Pertanto, nonostante tutta la sua apparentemente evidente efficacia, i nuovi farmaci che riducono lo zucchero per il diabete di tipo 2 possono e devono essere utilizzati solo dopo aver ottenuto una base di prove affidabile che confermi la sicurezza dei farmaci.

Farmaci classici come la metformina - rimangono lo standard internazionale d'oro nel trattamento del diabete 2. Argomenti a loro favore:

  • sicurezza ed efficacia collaudate nel tempo;
  • risultati affidabili a lungo termine;
  • effetto benefico sulla durata e sulla qualità della vita;
  • costo accessibile con alta qualità.

Farmaci per la correzione delle complicanze del diabete e delle malattie correlate

Il trattamento del diabete di secondo tipo viene effettuato in molti modi, per eliminare gli effetti collaterali utilizzando un ampio arsenale di strumenti:

  • antiipertensivi - per stabilizzare la pressione sanguigna (Norvask, Concor, Renitec, Lozartan, Mikardis);
  • cardiotonica (Strofantin, Digoxin, Lantoside, Medilazide, Celanide) e vasotonica (Detralex, Troxevasin, Venarus, Antistax, Troxerutin) - per rafforzare il miocardio e la parete vascolare;
  • enzimi (Mezim, Festal, Microzym) e probiotici (Bifiform, Acipol, Enterol) - per normalizzare il sistema digestivo;
  • antidolorifici (Nurofen, Panadol, Solpadein);
  • anticonvulsivanti (fenitoina, carbamazepina, clonazepam) - per neutralizzare la polineuropatia;
  • anticoagulanti o agenti antipiastrinici - per la prevenzione della trombosi (Cardiomagnyl, Aspirin, Warfarin, Clopidogrel, Heparin);
  • fibrati (Lopid, Atromi, Atromidin, Bezamidin, Miskleron) e statine (Simvastatina, Lovastatina, Pravastatina, Rosuvastatina, Fluvastatina) - per ripristinare i processi metabolici;
  • neuroprotettori - per ripristinare le fibre nervose, la circolazione cerebrale (Fezam, Cerebrolysin, Quercetin, Glycine, Flacumin);
  • acido tioctico - un antiossidante per la normalizzazione del metabolismo (Berlition, Thiogamma, Tiolept, Okolipen).

Endocrinologi-diabetologi esperti utilizzano integratori alimentari e nefroprotettori nel trattamento del diabete mellito di tipo 2 - per preservare la funzione renale.