Vitamina D, 25-idrossi (calciferolo)

Il 25-idrossicalciferolo è un prodotto intermedio della conversione della vitamina D, dal cui livello nel sangue è possibile giudicare la saturazione del corpo con calciferolo e identificare una carenza o un eccesso di vitamina D.

Vitamina D, 25-idrossivitamina D, 25-idrossicalciferolo.

Vitamina D, 25-idrossi, 25-idrossicalciferolo, 25-OH-D, metabolita del colecalciferolo, metabolita della vitamina D3, calcidiolo (25-idrossi-vitamina D), calcifidiolo (25-idrossi-vitamina D), 25 (OH) D.

Saggio immunologico elettrochemiluminescente (ECLIA).

  • 3,0-167 ng / ml (analizzatore Access 2, Beckman Coulter);
  • 4,4-210 ng / ml (analizzatore UniCel DxI 800, Beckman Coulter).

Ng / ml (nanogrammi per millilitro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi allo studio?

  1. Non mangiare per 2-3 ore prima del test, puoi bere acqua liscia pulita.
  2. Non fumare per 30 minuti prima dello studio..

Panoramica dello studio

La vitamina D è una sostanza liposolubile necessaria per mantenere i livelli ematici di calcio, fosforo e magnesio. Nella sua azione, è un ormone e un fattore anti-rachitico. Esistono diverse forme di vitamina D rilevabili nel sangue: 25-idrossivitamina D [25 (OH) D] e 1,25-diidrossivitamina D [1,25 (OH) (2) D]. La 25-idrossivitamina D è la principale forma inattiva dell'ormone nel sangue, un precursore dell'ormone attivo 1,25-diidrossivitamina D. La 25-idrossivitamina D viene solitamente utilizzata per determinare la quantità di vitamina D a causa della sua alta concentrazione e lunga emivita.

Esistono due tipi di vitamina D per origine: endogena (colecalciferolo), che si forma nella pelle sotto l'influenza della luce solare, ed esogena (ergocalciferolo), che entra nel corpo con il cibo. Fonti alimentari di vitamina D: pesce azzurro (ad es. Salmone, sgombro), olio di pesce. Fondamentalmente, la vitamina D è il prodotto della conversione del 7-deidrocholesterol, che si forma nella pelle sotto l'influenza delle radiazioni ultraviolette con una lunghezza d'onda di 290-315 nm. La sintesi di vitamina D dipende dalla durata dell'esposizione e dall'intensità delle radiazioni. Non si verifica un eccesso di calciferolo, poiché esistono meccanismi di difesa fotosensibili che metabolizzano l'eccesso di vitamina D in tachisterolo e lumisterolo. Nel fegato, la vitamina D viene convertita in 25-idrossicalciferolo, che è il principale indicatore di laboratorio del livello di vitamina D nel corpo. Nel sangue, questa forma di vitamina viene trasportata in combinazione con proteine. Nei reni, il 25-OH-D viene convertito nella forma biologicamente attiva della vitamina D - 1,25-diidrossicalciferiferolo (1,25-OH (2) -D), che stimola l'assorbimento del calcio nell'intestino e il riassorbimento del calcio e del fosforo nei reni.

Con una carenza di vitamina D, il livello di calcio è compensato dalla sua mobilizzazione dal tessuto osseo, che può portare a osteomalacia, rachitismo nei bambini e osteoporosi negli adulti. Secondo alcuni studi, la carenza di vitamina D è anche associata a malattie autoimmuni, carcinoma prostatico, carcinoma mammario, tumore del colon, ipertensione, malattie cardiache, sclerosi multipla, diabete di tipo 1. Il rischio di sviluppare carenza di vitamina D è elevato nelle persone con malassorbimento di nutrienti nell'intestino (ad esempio, con morbo di Crohn, insufficienza pancreatica esocrina, fibrosi cistica, celiachia, condizioni dopo resezione dello stomaco e dell'intestino), malattie del fegato e sindrome nefrosica. Anche le persone anziane, le persone alle latitudini settentrionali e le persone che evitano la luce solare soffrono di carenza di vitamina D. Pertanto, ai bambini e agli adulti a rischio di carenza di vitamina D vengono spesso prescritti farmaci con ergo- o colecalciferolo.

Tuttavia, l'abuso di farmaci con vitamina D ha effetti negativi. Il suo eccesso è tossico, può causare nausea, vomito, crescita e sviluppo stentati, danni ai reni, alterazione del metabolismo del calcio e funzionamento del sistema immunitario. A questo proposito, è importante controllare il livello di vitamina D nel sangue, una diagnosi tempestiva della sua carenza o eccesso.

A cosa serve lo studio??

  • Per la diagnosi di carenza o eccesso di vitamina D..
  • Per identificare le cause del metabolismo del calcio alterato, patologia ossea.
  • Per monitorare l'efficacia del trattamento con vitamina D e l'aggiustamento della dose.

Quando è programmato uno studio?

  • Per sintomi di carenza di vitamina D, come flessione ossea nei bambini (rachitismo) e debolezza, rammollimento e ossa fragili negli adulti (osteomalacia).
  • Nella complessa diagnosi del metabolismo del calcio.
  • Con un basso livello di calcio nel sangue e un cambiamento nel livello dell'ormone paratiroideo.
  • Prima di iniziare il trattamento per l'osteoporosi (alcuni moderni farmaci per l'osteoporosi contengono la dose raccomandata di vitamina D).
  • Con sindrome da malassorbimento (sullo sfondo di fibrosi cistica, morbo di Crohn, celiachia).
  • Durante il trattamento con preparati contenenti vitamina D.

Cosa significano i risultati??

Valori di riferimento: 30 - 100 ng / ml.

Ragioni per il livello ridotto di 25-idrossivitamina D:

  • mancanza di luce solare;
  • assunzione insufficiente di vitamina D con il cibo;
  • malassorbimento di vitamina D dall'intestino con sindrome da malassorbimento;
  • sindrome nefrosica (a causa della maggiore perdita di liquidi e proteine);
  • malattia del fegato (una violazione di una delle fasi del metabolismo della vitamina D);
  • assunzione di alcuni farmaci (ad es. fenitoina, che influenza la capacità del fegato di produrre 25-idrossivitamina D).

Livelli elevati di 25-idrossivitamina D:

  • uso eccessivo di preparati contenenti vitamina D.

Cosa può influenzare il risultato?

  • Farmaci che abbassano i livelli ematici di 25-idrossicalciferolo: fenitoina, fenobarbital, rifampicina, anticoagulanti orali.
  • Gravidanza.
  • Alte concentrazioni di vitamina D e calcio possono causare calcificazione e danni agli organi, in particolare ai reni e ai vasi sanguigni.
  • I livelli di vitamina D, calcio, fosforo e ormone paratiroideo sono strettamente correlati. Quindi, con un eccesso di vitamina D e calcio, la sintesi dell'ormone paratiroideo diminuisce.
  • Durante la gravidanza, il metabolismo della vitamina D è controllato dalla prolattina e dall'ormone della crescita..

Chi prescrive lo studio?

Pediatra, terapista, ortopedico, traumatologo, reumatologo, endocrinologo.

Test della vitamina D: a cosa serve e come superarlo?

La vitamina D, come viene chiamato un intero gruppo di sostanze con lo stesso effetto, è composti biologicamente attivi che svolgono funzioni vicine all'ormone nel corpo. La vitamina è coinvolta nello scambio di calcio, fosforo e magnesio, regola il livello di calcio nel sangue e svolge un ruolo importante nella formazione del tessuto osseo..

Entra nel corpo in due forme: ergocalciferolo (vitamina D2) e colecalciferolo (vitamina D3) Diverse forme di vitamina D entrano nel corpo da varie fonti. Il colecalciferolo si forma nella pelle umana quando viene esposto ai raggi del sole ed entra nel corpo con il cibo. L'ergocalciferolo può essere somministrato solo con il cibo. La vitamina D è ricca di latticini grassi, fegato di manzo, tuorli d'uovo, pesce, olio di pesce.

Un esame del sangue per la vitamina D è raccomandato anche per le persone che sono costrette a rimanere in casa al chiuso e senza esposizione al sole..

Dopo che la vitamina è entrata nel corpo nel fegato, si unisce il gruppo OH alla 25a posizione, si forma un metabolita attivo di 25-OH. Quindi, nei reni, il secondo gruppo OH in 1a posizione si unisce alla formazione di calcitriolo (1,25-diidrossicalferolo), che assicura l'ingresso di calcio nel sangue.

Nel corso di un esame del sangue, viene solitamente determinata la concentrazione non della stessa vitamina D, ma del suo metabolita, 25-OH di vitamina D. È questo indicatore che riflette lo stato della vitamina D nel corpo.

A chi e in quali casi è necessario fare un test per la vitamina D

Tipicamente, un test di vitamina D è prescritto da un medico, endocrinologo o ortopedico. Le indicazioni per lui possono essere:

  • disturbi della crescita;
  • malattie associate a ipocalcemia e ipofosfatemia (rachitismo, osteoporosi, osteopenia);
  • deformazione ossea;
  • osteomalacia;
  • osteite fibrocistica;
  • ossalgia (dolore osseo);
  • rifrazione (frattura ossea ripetuta);
  • rilevazione di calcio normale o ridotto contemporaneamente ad un aumento del livello dell'ormone paratiroideo;
  • malattie e condizioni associate alla sindrome da malassorbimento (enterite da radiazioni, grave insufficienza epatica, enteropatia celiaca, morbo di Crohn, morbo di Whipple, celiachia);
  • pancreatite cronica con insufficienza secretoria;
  • gastrite cronica con acloridria;
  • artrite;
  • diatesi emorragica;
  • lupus eritematoso con lesioni cutanee predominanti;
  • tubercolosi osteoarticolare;
  • osteodistrofia renale;
  • tetania causata da disfunzione delle ghiandole paratiroidi;
  • pianificazione congiunta di endoprotesi;
  • impianto dentale.

Inoltre, durante il trattamento con farmaci contenenti vitamina D e calcio viene prescritta un'analisi della vitamina D al fine di valutare la correttezza del trattamento nel tempo e regolare il dosaggio.

Con carenza di vitamina D, aumenta il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari e oncologiche.

Un esame del sangue per la vitamina D è anche raccomandato per le persone che sono costrette a rimanere costantemente in ambienti chiusi e prive di esposizione alla luce solare sulla pelle - ad esempio, pazienti costretti a letto, pazienti con fotodermite.

Come donare sangue per analisi

Il metodo principale per lo studio del contenuto di vitamina D nel corpo è determinare il livello di 25 (OH) D, che consente di determinare entrambe le principali forme di vitamina D in uno studio.

Il sangue per la ricerca viene prelevato da una vena attraverso un sistema di vuoto. Non è necessaria una preparazione speciale, è sufficiente aderire alle regole generalmente accettate per fare i test: prendere il sangue al mattino a stomaco vuoto, il tempo ottimale tra dare il sangue e l'ultimo pasto è di 8-14 ore, non puoi bere caffè o tè prima di dare il sangue, puoi bere acqua.

Se si sospetta una carenza di vitamina D, l'esame dovrebbe includere altri metodi di laboratorio: determinazione del calcio e del fosforo nel sangue (con una carenza pronunciata, l'analisi mostrerà una diminuzione di questi indicatori), ormone paratiroideo, studi sul livello di urea, creatinina, magnesio.

Decifrare i risultati dello studio

Valore di livello di vitamina D:

  • inferiore a 10 ng / ml - grave carenza;
  • da 10 a 20 ng / ml - deficit moderato;
  • da 20 a 30 ng / ml - fallimento;
  • da 30 a 100 ng / ml - normale;
  • oltre 150 ng / ml - ipervitaminosi, è possibile un effetto tossico.

Gli standard possono variare in base al laboratorio e all'unità..

Un aumento dei livelli di vitamina si nota con ipervitaminosi, disodio etidronato o eccessiva esposizione alla luce solare.

La carenza di vitamina può indicare disturbi digestivi e di assorbimento, malattie infiammatorie intestinali, steatorea, malattie del fegato, insufficienza pancreatica, rachitismo, celiachia, morbo di Alzheimer, insufficienza renale cronica, patologie paratiroidee e tiroidee.

Il metodo principale per lo studio del contenuto di vitamina D nel corpo è determinare il livello di 25 (OH) D, che consente di determinare entrambe le principali forme di vitamina D in uno studio.

Solo il medico può decifrare correttamente l'analisi per la vitamina D, nonché fare una diagnosi tenendo conto di questo e di altri test di laboratorio, dei dati della diagnostica strumentale e del quadro clinico.

Ragioni per deviazioni dalla norma

Il motivo della carenza di vitamina D può essere il suo contenuto insufficiente negli alimenti, la mancanza di insolazione, la patologia del tratto digestivo e le malattie genetiche. Spesso bassi livelli di vitamina D indicano malassorbimento, ad esempio con malattia intestinale. Altre possibili cause:

  • violazione della formazione di una forma attiva di vitamina nei reni in insufficienza renale cronica e compromissione della funzionalità renale;
  • un cambiamento nel livello dell'ormone paratiroideo, che stimola la formazione di una forma attiva di vitamina D;
  • una grande perdita di proteina D associata a proteine ​​nelle urine con sindrome nefrosica;
  • l'uso di farmaci che riducono l'assorbimento del colesterolo;
  • patologie epatiche accompagnate da una diminuzione della formazione di 25 (OH) D da precursori;
  • ridotta formazione di vitamina D nella pelle;
  • forme ereditarie di resistenza alla vitamina D..

Le funzioni della vitamina D nel corpo

Le principali funzioni della vitamina sono di assicurare la crescita e lo sviluppo del tessuto osseo, la regolazione del metabolismo minerale e la prevenzione della demineralizzazione ossea. La vitamina D stimola l'assorbimento dei composti del calcio, contribuisce alla deposizione di calcio nel tessuto osseo e nella dentina.

Grazie alla sua partecipazione al metabolismo minerale, la vitamina D ha i seguenti effetti nel corpo:

  • aumenta l'immunità, partecipa alla regolazione del sistema immunitario, riduce la suscettibilità alle infezioni;
  • riduce la concentrazione di colesterolo nel sangue;
  • inibisce la crescita del cancro e delle cellule, riduce il rischio di sviluppare tumore del colon e dello stomaco, leucemia, tumore al seno, ovaie, cervello, ghiandola prostatica;
  • rallenta lo sviluppo di disturbi legati all'età;
  • regola la pressione sanguigna e il battito cardiaco;
  • riduce il rischio di tumori paratiroidi.

Se si sospetta una carenza di vitamina D, l'esame dovrebbe includere altri metodi di laboratorio: determinazione del calcio e del fosforo nel sangue (con una carenza pronunciata, l'analisi mostrerà una diminuzione di questi indicatori), ormone paratiroideo, studi sul livello di urea, creatinina, magnesio.

Un basso livello di vitamina D crea i prerequisiti per lo sviluppo di molte malattie, in particolare quelle basate sulla componente autoimmune: diabete mellito, tiroidite autoimmune, sclerosi multipla multipla, morbo di Crohn, artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico. Inoltre, aumenta il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari e oncologiche..

25-OH Vitamina D, totale, calciferolo, D3 + D2

Il ruolo principale della vitamina D nel corpo umano è di regolare i livelli di calcio. Riduce anche il rischio di diabete, cancro, malattie del sistema cardiovascolare, sclerosi multipla e tubercolosi..

Un aumento del suo contenuto nel sangue è possibile solo in relazione all'eccessiva esposizione alle radiazioni solari. Una diminuzione della sua concentrazione porta a tireotossicosi, rachitismo, cirrosi, osteite, malassorbimento, iperparatiroidismo, celiachia, processi infiammatori a livello intestinale e morbo di Alzheimer.

Come sottoporsi al test per la vitamina D?

Le principali indicazioni per questo esame sono l'osteoporosi, chiari segni di disturbo del metabolismo del calcio e la necessità di determinare la carenza di vitamina D.

Quando si prepara un esame del sangue mediante spettrometria di massa o IHLA, è necessario:

  • alla vigilia per escludere una cena abbondante con molti piatti grassi - le verdure sono una priorità;
  • Non esporre il corpo allo stress, sia fisico che emotivo;
  • non bere alcolici e non fumare;
  • evitare l'esame radiografico e la fisioterapia.

La nostra clinica offre le condizioni più confortevoli e sicure per la consegna di materiale biologico, nonché prezzi vantaggiosi. I risultati di un'analisi riassuntiva della vitamina D 25-OH vengono inviati ai clienti via e-mail per comodità di.

REGOLE GENERALI PER LA PREPARAZIONE DELL'ANALISI DEL SANGUE

Per la maggior parte degli studi, si consiglia di donare il sangue al mattino a stomaco vuoto, questo è particolarmente importante se viene eseguito il monitoraggio dinamico di un determinato indicatore. Mangiare può influenzare direttamente sia la concentrazione dei parametri studiati sia le proprietà fisiche del campione (aumento della torbidità - lipemia - dopo aver mangiato cibi grassi). Se necessario, puoi donare il sangue durante il giorno dopo 2-4 ore di digiuno. Si consiglia di bere 1-2 bicchieri di acqua naturale poco prima di prendere il sangue, questo aiuterà a raccogliere la quantità di sangue necessaria per lo studio, ridurre la viscosità del sangue e ridurre la probabilità di formazione di coaguli nella provetta. È necessario escludere la tensione fisica ed emotiva, fumando 30 minuti prima dello studio. Il sangue per la ricerca viene prelevato da una vena.

Test della vitamina D: quanto sole nel sangue?

Un test di vitamina D non è uno studio ordinario secondo cui a tutti viene prescritto di diagnosticare una condizione di salute. Tuttavia, per alcuni gruppi di pazienti, è necessario eseguirlo, poiché solo valutando il livello di vitamina D nel corpo, il medico può prescrivere o regolare il trattamento. Considera cosa possono testimoniare i risultati di questo esame e a chi è assegnato.

Qual è il nome del test della vitamina D??

Un'analisi scientifica della vitamina D è chiamata test 25 (OH) D. Puoi anche soddisfare la designazione di 25-OH vitamina D, 25-idrossicolecalciferolo, calcifediolo, calcidiolo. Tutti nascondono la stessa sostanza..

Cos'è questa sostanza e quali sono le sue funzioni nel corpo? La formulazione colloquiale di "vitamina D" in realtà significa un certo numero di sostanze correlate, ma leggermente diverse per formula chimica e proprietà. Con il cibo e la luce solare diretta, in realtà non otteniamo vitamina, ma provitamina D in due forme:

  • ergocalciferolo o D2-una forma che è presente solo nelle piante, principalmente nei funghi;
  • colecalciferolo o D3-forma presente negli alimenti di origine animale ed è anche sintetizzata dalle radiazioni UV sulla pelle.

La Provitamina D subisce una serie di trasformazioni nel fegato e nei reni prima di trasformarsi in vitamina D attiva, che molti scienziati tendono a chiamare ormone anziché vitamina. La questione della quantità di un particolare metabolita della vitamina D dovrebbe essere valutata sulla reale fornitura di calciferolo da parte dell'organismo rimane controversa nella comunità scientifica..

In pratica, l'analisi più accurata per la vitamina D è determinare la concentrazione di 25 (OH) D nel siero. Il 25-idrossicolecalciferolo è un metabolita intermedio formato nel fegato da ergo- e colecalciferolo. Successivamente, nei reni, viene convertito in 1,25 (OH)2D3, o l'ormone secosteroide calcitriolo, che è responsabile del metabolismo del calcio-fosforo e di numerosi altri processi vitali. Tuttavia, l'analisi per calcitriolo è considerata meno istruttiva rispetto a calcidiolo (25 (OH) D).

Il metodo di analisi è l'immunoelettrochemiluminescenza (IECL) o la cromatografia liquida ad alta prestazione (HPLC).

Sangue normale, alto e basso 25 (OH) D

Il limite inferiore della normale concentrazione di 25-idrossicolecalciferolo nel siero del sangue è di 20 ng / ml o 50 nmol / L. Mantenere una quantità di vitamina D non inferiore a questo livello garantisce la normale salute del sistema scheletrico. Lo studio della domanda se ulteriori effetti positivi sulla salute supereranno il limite di 30 ng / ml, non ha fornito una conferma affidabile durante gli studi clinici. Tuttavia, un certo numero di scienziati è propenso a credere che l'indicatore ottimale sia 25 (OH) D, pari a 30-60 ng / ml, per litro di sangue è 75-150 nmol / l. 100 ng / ml (250 nmol / L) è considerato il limite superiore della norma..

Per dare l'allarme e ricostituire urgentemente il livello di calciferolo nel corpo, se l'analisi della vitamina D ha rivelato una concentrazione di 25-idrossicolecalciferolo inferiore a 10 ng / ml o 25 nmol / l, che indica una marcata carenza di vitamina solare.

È necessario parlare di un pericoloso eccesso di vitamina D se i risultati dello studio hanno superato il limite di 250 nmol / L. L'ipervitaminosi D è irta di gravi effetti tossici, particolarmente pericolosi nella prima infanzia. Ipercalcemia, calcificazioni (depositi di sali di calcio negli organi e nei tessuti molli), nausea, vomito, disturbi del tratto gastrointestinale, anoressia, disturbi dello sviluppo possono essere il risultato di un sovradosaggio di vitamina D.

Come viene testata la vitamina D.?

Con un rinvio per analisi dal medico curante - un endocrinologo, un chirurgo, un ortopedico, un pediatra o altri - devi andare in un laboratorio specializzato, solitamente endocrinologico. L'analisi viene pagata, il suo prezzo varia a seconda della regione da 2 mila e più.

A causa del fatto che dopo il pasto precedente, idealmente dovrebbero trascorrere 12 ore (almeno 8), il momento migliore per effettuare l'analisi è al mattino. Anche il caffè del mattino, il tè o il succo possono distorcere gli indicatori reali. L'unica cosa che puoi permetterti è di bere acqua ferma e non zuccherata.

Il sangue viene prelevato da una vena utilizzando un sistema di aspirazione, che rende la procedura indolore e sicura. Non dovrai aspettare a lungo per i risultati: solo un giorno o due - e il laboratorio te li fornirà personalmente o ti invierà via e-mail. Dovranno nuovamente rivolgersi allo specialista che ha ordinato l'esame..

Chi è invitato a fare un'analisi di 25 (OH) D?

Le indicazioni per i test di laboratorio sui livelli sierici di vitamina D sono:

  • carenza di vitamina e ipovitaminosi D;
  • ipocalcemia;
  • ipofosfatemia;
  • osteodistrofia di origine renale;
  • osteomalacia con ipo o iperparatiroidismo;
  • osteoporosi della menopausa e senile, osteopenia;
  • osteopenia o osteoporosi con terapia corticosteroidea;
  • fratture ossee patologiche e ripetute;
  • dolore osseo
  • una diminuzione della crescita di diversi cm e deformazione ossea;
  • pancreatite in un contesto di insufficienza secretoria;
  • enterite causata dall'esposizione alle radiazioni;
  • gastrite con acloridria;
  • Morbo di Crohn e Whipple;
  • lesioni cutanee causate dal lupus eritematoso.

Come aumentare il livello di vitamina D nel corpo?

Il livello di vitamina D nel sangue sarà inevitabilmente influenzato dall'età, dalla stagione e dalla nutrizione, nonché dallo stato di gravidanza nelle donne. Nelle persone anziane e nelle donne in gravidanza, si osserva una diminuzione del calciferolo e quindi la prevenzione dell'ipovitaminosi D dovrebbe essere pianificata per loro. Lo stesso vale per i bambini, in particolare quelli nati in autunno, e le persone di colore che vivono in aree con bassi livelli di insolazione.

Le patologie sopra elencate sono indicazioni dirette per l'assunzione di vitamina D aggiuntiva sotto forma di agenti farmacologici, soprattutto se un'analisi della vitamina D ne ha rivelato la mancanza.

Uno strumento innovativo Osteo-Vit D3 aiuta ad aumentare il livello di calciferolo nel corpo. Combina immediatamente due forme di colecalciferolo sintetizzato con vitamina solare (300 UI per 1 compressa) e vitamina D naturale (95 UI per 1 compressa) come parte dell'omogenato del drone.

L'omogenato di covata di droni, comunemente noto come latte di drone, è un potente biostimolante. Per le ossa, è importante non solo come la fonte naturale più ricca di calciferolo (in anticipo rispetto all'olio di pesce in questo parametro). Studi moderni hanno rivelato i suoi effetti gonadotropici (stimolando la produzione di ormoni sessuali) e anabolici (promuovendo la nascita di nuove cellule, la crescita del tessuto connettivo). Questo prodotto biologico è particolarmente utile per la salute del sistema muscolo-scheletrico (vedi qui per maggiori dettagli). È efficace e, a differenza della terapia ormonale sostitutiva, senza effetti collaterali dannosi aiuta:

  • ripristinare e mantenere la normale osteogenesi, cioè la formazione ossea, che svolge un ruolo decisivo nel trattamento delle malattie ossee (osteopenia, osteoporosi, ecc.);
  • stabilire un metabolismo minerale disturbato, previene l'insorgenza di calcio nel corpo.

Il terzo componente di Osteo-Vita D3 è la vitamina B6 (piridossina). Il suo ruolo nel metabolismo fosforo-calcio è dovuto all'interazione con il magnesio ed è quello di garantire il trasporto del calcio nel tessuto osseo e mantenerlo lì. Partecipa anche alla sintesi del collagene, un elemento essenziale dei tessuti connettivi, che comprende ossa e cartilagine. La piridossina contenuta in Osteno-Vita rimborsa il 60% del fabbisogno giornaliero di una persona per questa vitamina.

Se un'analisi della vitamina D ti ha mostrato una diminuzione del calciferolo nel sangue, Osteo-Vit verrà in soccorso. Questo è un farmaco affidabile per la correzione dello squilibrio minerale, dei disturbi dei processi riparativi nell'osso e della cartilagine, nonché il più forte immunostimolante.

Un esame del sangue e delle urine per la vitamina D: la norma, perché passano

Tutto il contenuto di iLive è controllato da esperti medici per garantire la migliore accuratezza e coerenza possibile con i fatti..

Abbiamo regole rigorose per la scelta delle fonti di informazione e ci riferiamo solo a siti affidabili, istituti di ricerca accademica e, se possibile, comprovata ricerca medica. Si noti che i numeri tra parentesi ([1], [2], ecc.) Sono collegamenti interattivi a tali studi..

Se ritieni che uno qualsiasi dei nostri materiali sia impreciso, obsoleto o comunque discutibile, selezionalo e premi Ctrl + Invio.

La vitamina D è una vitamina che appartiene al gruppo di sostanze biologicamente attive, la cui sintesi viene effettuata nella pelle sotto l'influenza dei raggi ultravioletti. Questa è la principale via di penetrazione della vitamina D nel corpo e il suo ingresso nel corpo con alimenti e complessi vitaminici è considerato ausiliario. A volte la quantità di vitamina può essere molto più alta o più bassa del normale, il che comporta una serie di malattie e conseguenze negative. Il livello di vitamina D nel corpo può essere controllato. Per prima cosa devi conoscere la sua esatta quantità nel corpo. Per questo, si intende un'analisi della vitamina D. È raccomandato solo come indicato da un medico, se necessario.

Letture dei test sulla vitamina D.

L'analisi viene eseguita sia per bambini che per adulti. Prima di tutto, viene eseguito se c'è il sospetto di una mancanza di questa vitamina nel corpo. Di solito, l'ipovitaminosi D è accompagnata da una diminuzione dell'appetito, dell'irritabilità e di uno stato lacrimoso. Insonnia, sonno intermittente, ansioso può essere osservato. L'efficienza diminuisce drasticamente e aumenta la fatica.

L'ipercontenuto di vitamina D può anche essere influenzato negativamente, in cui si osservano poliuria, diarrea e nausea. Il tessuto muscolare si indebolisce in seguito, si sviluppano emicrania e vertigini, che indicano intossicazione del corpo..

Assegnare nel caso in cui una persona abbia distrofia, anoressia o una forte perdita di peso che non può essere controllata. L'analisi viene eseguita con pancreatite, con enterite da radiazioni, morbo di Crohn, Whipple, con gastrite varia. Viene anche effettuato per vari tipi di disturbi metabolici, tra cui enteropatia celiaca, ipofosfatemia, ipocalcemia, carenza vitaminica, ipovitaminosi e ipervitaminosi D, in caso di disturbi del metabolismo del calcio. Se una persona usa farmaci corticosteroidi, è necessario un costante monitoraggio del livello di vitamina D. L'osteoporosi, i disturbi del sistema osseo di diversa natura e il lupus eritematoso servono come base diretta per l'analisi.

Spesso, viene prescritta un'analisi per garantire un monitoraggio regolare durante il trattamento con vitamine e complessi minerali, che consente di controllare i cambiamenti nelle dinamiche, regolare il dosaggio.

Se nel quadro clinico di qualsiasi malattia ci sono segni che indicano una mancanza di vitamina D, è necessario condurre immediatamente uno studio. Spesso questo è indicato da rachitismo nei bambini, un basso livello di mineralizzazione ossea. L'analisi può essere istruttiva in odontoiatria: è prescritta per carie, malattie parodontali, deformità dei denti, sanguinamento delle gengive. Deformità posturale, debolezza, tremore, chinarsi, condizioni convulsive e spasmodiche possono indicare una carenza..

A cosa serve l'analisi della vitamina D??

Prima di tutto, per il rilevamento tempestivo della patologia, adottare le misure necessarie. A volte è utile per la prevenzione della carenza o dell'eccesso di vitamina D. Lo scambio di vitamina D e calcio è strettamente interconnesso, pertanto consente il rilevamento tempestivo dei disturbi del metabolismo del calcio. In alcuni casi, i valori di vitamina D devono essere controllati in dinamica, ad esempio nel trattamento di corticosteroidi, vitamine, nel trattamento del rachitismo e di altre malattie. È anche importante per la prevenzione tempestiva dell'ipovitaminosi, poiché altrimenti potrebbe svilupparsi l'osteoporosi, il rischio di fratture aumenta.

Dove sottoporsi al test per la vitamina D?

Di solito può essere assunto in qualsiasi laboratorio, il cui elenco di servizi include analisi per la vitamina D o nel centro di endocrinologia.

Formazione

Non viene eseguita alcuna formazione speciale pre-pianificata. L'unica cosa da considerare è l'analisi eseguita a stomaco vuoto. Puoi mangiare la sera, ma in modo che tra la procedura e l'analisi siano trascorse almeno 8-12 ore. Non bere alcolici almeno una settimana prima del prelievo di sangue. Puoi fare scorta di cioccolato in anticipo e mangiarlo immediatamente dopo la procedura. Ciò migliorerà la condizione. Puoi bere tè dolce con zucchero dopo la procedura.

Chi contattare?

Tecnica di analisi della vitamina D.

Dopo la consegna al laboratorio del materiale, condurre uno studio. Il materiale biologico viene trasferito in una centrifuga, i fattori di coagulazione vengono rimossi, ottenendo così siero puro. Quindi condurre un ulteriore studio del siero ottenuto. La ricerca può essere condotta con vari metodi. Molto spesso usano la cromatografia liquida o il metodo di analisi immunochemiluminescent. Molto spesso, è la seconda opzione che viene utilizzata, poiché è più conveniente da usare, è molto più semplice e veloce. Da un punto di vista economico, è anche più redditizio..

Il principio del metodo è il legame del 25-idrossicalciferolo con particelle paramagnetiche che sono rivestite con anticorpi. Successivamente, le particelle vengono depositate con un magnete e vengono lavate. Si forma una sospensione in cui vengono aggiunti anticorpi policlonali e vari reagenti. Di conseguenza, si formano complessi che possiedono proprietà luminescenti. Utilizzando attrezzature speciali, è possibile stimare l'intensità della luminescenza. Sulla base di questi dati, viene calcolata la concentrazione di vitamina D..

Esame del sangue per vitamina D

La procedura inizia con il prelievo di sangue da una vena. In conformità con tutte le regole dell'asepsi, viene eseguita la venipuntura, viene prelevata la quantità richiesta di sangue. La tecnica può variare leggermente, a seconda del metodo utilizzato. Nella maggior parte dei casi, il sangue viene inizialmente prelevato in una provetta contenente EDTA. Questo è un gel che previene la coagulazione del sangue e i cambiamenti nelle sue proprietà. Al termine della procedura, il sito di puntura viene premuto con un batuffolo di cotone, il braccio viene piegato sul gomito e viene chiesto di trattenerlo in questa posizione fino a quando l'emorragia non si arresta completamente.

Il sangue può essere conservato per un po 'di tempo in una scatola speciale in un tubo sigillato. In questa forma, di solito viene trasportato in laboratorio. Il congelamento del sangue non viene eseguito.

Analisi delle urine per la vitamina D

La vitamina D viene spesso testata utilizzando un test delle urine. Per la determinazione, viene utilizzato un test di Sulkovich. Permette di identificare il contenuto di calcio nel sangue, sulla base del quale vengono tratte ulteriori conclusioni sul contenuto di vitamina D..

I risultati dell'analisi sono qualitativi, determinati come segue: “-” indica una mancanza di vitamina D, “+” o “++” indica una norma, “+++” indica un contenuto eccessivo.

Test di calcio e vitamina D.

Ti permette di determinare la presenza di calcio nelle urine. Sulla base di questi dati, è possibile valutare le caratteristiche dello scambio di vitamina D. Lo studio è stato chiamato test di Sulkovich o un'analisi delle urine completa con il metodo Sulkovich. Fornisce informazioni solo sulla presenza di calcio nelle urine. Quanto si distingue è impossibile da determinare.

L'analisi è particolarmente importante per i bambini, poiché hanno un alto rischio di sviluppo improprio, il verificarsi di rachitismo con una mancanza di vitamina D e una violazione del metabolismo del calcio. Se il bambino è nato in inverno o in autunno, questo rischio aumenta a causa della mancanza di luce solare. Se viene rilevata una carenza, la vitamina deve essere aggiunta artificialmente al corpo, mentre è importante controllare il dosaggio. Mancanza di danno osseo, riduzione della forza. Molto spesso, questi sono i primi segni di rachitismo. Successivamente, il rachitismo si manifesta sotto forma di gambe storte, una testa sproporzionatamente grande, un addome curvo in avanti. Le misure devono essere prese con urgenza, altrimenti lo scheletro sarà ossificato e la persona rimarrà con tali patologie per la vita.

Anche l'eccesso di calcio è pericoloso. La sindrome convulsiva si sviluppa, l'aspetto estetico viene violato. L'eccesso di calcio e vitamina si depositano nelle ossa, a seguito delle quali la loro crescita viene notevolmente rallentata.

Test della vitamina D.3

Più precisamente, il contenuto di vitamina D può essere determinato dalla quantità di vitamina D3 (25-idrossivitamina D3). Di solito viene effettuato uno studio completo, durante il quale viene determinato questo parametro. Il fatto è che un'analisi completa di "25 OH D3" implica lo studio dei due componenti di questa vitamina - D2 e ​​D3. Il cibo è la fonte di vitamina D2, mentre i raggi ultravioletti fungono anche da fonte di vitamina D3. Siero soggetto a studio.

Test di assimilazione della vitamina D.

Il quadro più accurato che descrive la natura dell'assorbimento della vitamina D nel corpo può essere ottenuto conducendo un esame del sangue completo. L'analisi delle urine è sufficiente per i bambini.

Test della vitamina D per il bambino

I bambini al fine di determinare la vitamina D conducono un test delle urine. Il metodo è semplice; non è richiesta alcuna preparazione preliminare. È solo necessario raccogliere l'urina del mattino e portarla allo studio. L'urina viene raccolta al mattino, immediatamente dopo che il bambino si è svegliato dopo un sonno prolungato. Questo viene fatto prima che il bambino inizi a bere o mangiare. Per i bambini piccoli vengono utilizzati gli orinatoi, che fungono da serbatoio per l'urina. Orinatoi usa e getta.

Anche la tecnica di ricerca non è difficile. In laboratorio, l'urina viene miscelata con il reagente di Sulkovich, che è una miscela di sali di calcio e acido ossalico. Di conseguenza, si verifica un annebbiamento, in base alla gravità della quale giudicano la presenza o l'assenza di calcio nelle urine. Se questo risultato non chiarisce completamente il quadro clinico della patologia o se è insufficiente per la diagnosi, la prognosi, viene esaminata l'urina giornaliera.

Test della vitamina D per adulti

Gli adulti determinano il contenuto vitaminico nel sangue venoso. Con l'aiuto di semplici apparecchiature di laboratorio, viene rilevata la concentrazione di vitamina nel siero del sangue. Negli adulti, il metabolismo del calcio alterato è irto di numerosi disturbi gravi. La violazione principale è l'osteoporosi. Nel corpo di un adulto, la vitamina D partecipa non solo al metabolismo del calcio, ma anche al metabolismo del fosforo. Come risultato della carenza, si sviluppano debolezza muscolare e tremore. Il lavoro di tutti gli organi interni, compresi i reni, i muscoli, è interrotto. Violazione della regolazione della pressione arteriosa, normale attività cardiaca.

Una quantità normale di vitamina D è necessaria per il pieno funzionamento della ghiandola tiroidea. Lo stato del sistema immunitario aumenta, la coagulazione del sangue si normalizza. Lo scambio di altre vitamine e minerali dipende dal normale contenuto di vitamina D. Con un contenuto di vitamina basso o eccessivo, il funzionamento dei reni, del fegato.

Una delle proprietà importanti è garantire la normale riproduzione delle cellule, in cui non si verifica la loro divisione incontrollata. Il blocco della moltiplicazione incontrollata delle cellule è la chiave per il successo del trattamento e la prevenzione del cancro. Anche l'attività del sistema immunitario è migliorata, a seguito della quale si verifica la soppressione delle malattie autoimmuni. Questa proprietà fornisce una vita prolungata in immunodeficienza e AIDS..

Test della vitamina D per la pianificazione della gravidanza

L'analisi deve essere prescritta alle donne in gravidanza, è prevista. Ciò è dovuto al fatto che questa vitamina è molto importante sia per la madre che per il nascituro. Promuove il normale scambio di calcio e fosforo, regola la riproduzione e la divisione delle cellule, la loro differenziazione. Partecipa alla sintesi degli ormoni. Forma principalmente lo scheletro del nascituro. Previene lo sviluppo delle vene varicose nella madre, preserva la bellezza e la salute di capelli, unghie, denti. Con una mancanza di vitamina D nel corpo di una donna incinta, può svilupparsi un bambino che avrà la tendenza al rachitismo. Di solito, alle donne in gravidanza, e anche durante la pianificazione della gravidanza, alle donne viene prescritta la vitamina D. La sua concentrazione esatta può essere determinata solo mediante analisi. Inoltre, è necessaria un'analisi per controllare questi indicatori in dinamica, poiché la quantità di vitamina deve essere regolata al fine di prevenire qualsiasi carenza o sovradosaggio.

Quanta analisi di vitamina D viene eseguita?

L'analisi viene eseguita abbastanza rapidamente. Di solito ci vuole 1 giorno lavorativo, meno spesso due. In molte cliniche, la prontezza dei risultati viene immediatamente segnalata per telefono o e-mail..

Esame del sangue per vitamina D

7 minuti, pubblicato da Lyubov Dobretsova 1091

La vitamina D ha cinque varietà. I principali rappresentanti del gruppo sono ergocalciferol (D2) e colecalciferolo (D3), sintetizzato nel corpo sotto l'influenza delle radiazioni ultraviolette o ottenuto dal cibo. Con un eccesso o una carenza di vitamina D, il lavoro di vari organi e sistemi viene interrotto, il che porta allo sviluppo di patologie croniche. È possibile determinare il livello di una sostanza nel corpo attraverso uno speciale esame del sangue per la vitamina D..

Caratteristiche funzionali della vitamina D

Le sostanze liposolubili ergocalciferolo e colecalciferolo sono provitamine. Dall'intestino e dalla pelle, entrano nel fegato, dove vengono metabolizzati in calcidiolo 25 OH (vitamina D25 idrossicalciferolo). Inoltre, la biotrasformazione viene trasferita all'apparato renale e il calcidolo viene convertito dal calcitriolo (1,25 (OH) 2) nella forma attiva. Gli alimenti grassi forniscono una completa digeribilità della vitamina..

La vitamina D è principalmente responsabile del riassorbimento (assorbimento) e dell'assorbimento di calcio, minerali di fosforo. La crescita del tessuto osseo, la salute di capelli, denti e unghie dipende dalla quantità normale e dal corretto assorbimento della vitamina D. Il calcidiolo è un partecipante indispensabile in numerosi processi biochimici che assicurano il pieno funzionamento del corpo..

Le sue responsabilità includono:

  • inibizione dell'attività dei radicali liberi e dei processi oncologici;
  • miglioramento della coagulazione (coagulazione del sangue);
  • rafforzare l'immunità;
  • assicurare il pieno funzionamento dell'apparato muscolo-scheletrico e muscolare;
  • nei processi metabolici e nella sintesi degli ormoni paratiroidi;
  • mantenimento della pressione sanguigna normale (pressione sanguigna).

Vitamina D3 riduce il rischio di patologie ereditarie.

Indicazioni per la ricerca

Un esame del sangue per la vitamina D è prescritto per i reclami sintomatici del paziente, indicando una mancanza o un eccesso della sostanza. Questi includono:

  • polifagia e anoressia (appetito aumentato e nettamente ridotto);
  • fratture ossee regolari;
  • CFS (sindrome da affaticamento cronico) in combinazione con irritabilità irragionevole, aumento della fatica e disaniasi (disturbo del sonno);
  • pollakiuria (minzione frequente);
  • nausea e vomito senza causa;
  • frequenti raffreddori e SARS;
  • muscoli sistemici e dolori articolari.

L'analisi è indicata per i pazienti con malattie diagnosticate:

  • violazione del metabolismo minerale e formazione ossea (rachitismo);
  • ipertonicità muscolare (mialgia);
  • dolore osseo non infiammatorio (artralgia);
  • distruzione ossea progressiva (osteoporosi);
  • Morbo di Crohn;
  • lesioni scheletriche associate a insufficienza renale cronica (osteodistrofia renale);
  • perdita di nutrienti a causa dell'insufficiente assorbimento nell'intestino tenue (malassorbimento);
  • mancanza di fosfati (ipofosfatemia);
  • compromissione della funzionalità epatica (insufficienza epatica, cirrosi, ittero ostruttivo);
  • infertilità nelle donne;
  • malattia del tratto urinario sindrome di Fanconi;
  • maggiore sensibilità della pelle alla luce solare (fotodermite).

Si raccomanda di completare lo studio in caso di risultati insoddisfacenti della biochimica del sangue. In particolare, livelli ridotti di fosforo e calcio nel corpo.

Metodologia e preparazione per l'analisi

Il sangue per la concentrazione di vitamina D viene esaminato con il metodo IHLA (analisi immunochemiluminescent), basato sullo studio della risposta immunitaria antigene-anticorpo. Il biofluido analizzato è il siero del sangue del paziente isolato in condizioni di laboratorio dalla forza centrifuga (centrifugazione).

La tecnica della microscopia immunochemiluminescent è simile al saggio di immunoassorbimento enzimatico (ELISA), ma ha una maggiore sensibilità agli agenti secreti e non richiede lunghe spese.

Per ottenere dati oggettivi, il paziente richiede una semplice preparazione preliminare. Un paio di giorni prima dello studio dalla dieta dovrebbero eliminare cibi grassi, cibi fritti, prodotti preparati fumando, escludere l'alcool. La mattina prima della procedura, è necessario rinunciare alla nicotina, bere caffè, bevande gassate ed energetiche.

Si consiglia di donare il sangue a stomaco vuoto. Si raccomanda a Grudnichkov di nutrirsi 2-3 ore prima della donazione di sangue e immediatamente dopo la procedura. Se il paziente riceve la terapia vitaminica, una settimana prima dell'analisi dovrebbe interrompere l'assunzione dei farmaci. Ciò fornirà un contenuto informativo più elevato del risultato. Il sangue venoso è necessario per IHLA. La recinzione è fatta al mattino. Un'interpretazione dei risultati viene fornita al paziente tra le sue braccia o inviata via e-mail.

Valori di riferimento

I risultati della microscopia di laboratorio non sono classificati per genere ed età del paziente. La valutazione di indicatori di 25-OH è effettuata tra 1-2 giorni. Il valore di misurazione è in nanogrammi per millilitro (ng / ml). In alcuni laboratori, la misura accettata è la nanomole per millilitro (nmol / ml). 1 ng / ml = 3,4722 nmol / L.

La norma del contenuto di vitamina D nello studio del siero di sangue va da 30 a 50 ng / ml (circa 104-173 nmol / ml). Diagnosi di ipovitaminosi (carenza vitaminica) o ipervitaminosi (eccesso) confrontando i risultati della microscopia con una tabella di laboratorio.

L'apparente difetto di 25-OHDeficit di assunzione e sintesiIndicatore normativoEccesso
10-15 ng / ml15-30 ng / ml30-50 ng / ml⩾ 100 ng / ml

I risultati riflettono la quantità totale D2 e D3. Nelle persone di età superiore ai 60 anni, le tariffe possono essere leggermente ridotte. Le deviazioni sono associate a caratteristiche legate all'età dell'assorbimento di fosforo e calcio, al deterioramento del corpo, nelle donne - con il periodo della menopausa.

I risultati un po 'sopravvalutati (fino a 70 ng / ml) sono registrati nelle donne nel periodo perinatale. Ciò è spiegato dalla necessità di garantire l'attività vitale di due organismi e non si applica alle patologie. Puoi controllare il contenuto di 25-OH nel sangue nei centri diagnostici Helix e Invitro situati a Mosca e in altre grandi città.

Inoltre

Per mantenere un equilibrio vitaminico stabile, i medici specialisti hanno sviluppato standard per l'assunzione giornaliera di vitamina D:

  • un bambino di età inferiore a 3 anni è sufficiente per 10 microgrammi (mcg o µg);
  • i bambini e gli adolescenti di età inferiore ai 14 anni necessitano di 15 mcg;
  • le donne nel periodo perinatale sono raccomandate da 15 a 20 mcg;
  • uomini e donne in età riproduttiva 15 mcg;
  • persone di età superiore ai 60 anni - fino a 25 mcg.

Analisi al di sotto del normale

Svantaggio D2 e D3 nella pratica di laboratorio si osserva più spesso dell'ipervitaminosi. Fattori che influenzano lo sviluppo dell'ipovitaminosi D:

  • Disturbi dell'intestino e del sistema epatobiliare. Le sostanze benefiche sono scarsamente assorbite dalle pareti intestinali e vengono assorbite nella circolazione sistemica. Gli epatociti (cellule epatiche) non possono far fronte al trattamento delle provitamine. È necessario controllare il livello degli enzimi epatici, fare un'ecografia della cavità addominale.
  • Dieta malsana. Quantità insufficiente di alimenti contenenti ergocalciferolo e colecalciferolo nel menu e grassi per il pieno assorbimento di queste sostanze.
  • Abuso di alcool. Nell'intossicazione cronica da alcol, il corpo è carente di tutte le vitamine..
  • Carenza di radiazioni ultraviolette naturali (prendere il sole).

Un basso livello di 25-OH può segnalare lo sviluppo di malattie:

  • osteoporosi, artrite, artrosi;
  • tubercolosi
  • malattie del sistema endocrino associate a disturbi metabolici (diabete, obesità, malfunzionamento della tiroide).
  • oncopatologie (maligne e benigne).

D ridotto2 e D3 riparato nelle malattie autoimmuni croniche (diabete di tipo 1, artrite reumatoide, sclerosi multipla).

Correzione di potenza per ripristinare l'equilibrio

L'ergocalciferolo e il colecalciferolo ridotti possono essere riportati alla normalità attraverso cambiamenti nel comportamento alimentare e nella dieta. Per soddisfare pienamente il bisogno del corpo di queste vitamine, è necessario inserire nel menu i prodotti saturi di vitamina D..

Prodotti animaliProdotti vegetali
fegato di merluzzo; pesce con un contenuto di grassi superiore all'8% (sgombro, salmone, tonno, carpa; uova di quaglia e pollo; latticini (panna acida, latte al forno, panna, burro, latte al forno fermentato, formaggi); fegato di vitello e manzofunghi; olio vegetale non raffinato

Gli alimenti grassi non devono essere abusati, questo può portare a fegato, disfunzione cardiaca. Provoca obesità e aterosclerosi. Previo accordo con il medico, sono ammessi integratori alimentari e preparati vitaminici in un dosaggio adeguato all'età del paziente. L'elenco di strumenti popolari include:

  • Ergocalciferolo. Gocce d'olio e confetti, produzione di LLC Polysynthesis (Belgorod);
  • Alpha D3 Teva. Capsule di gelatina di Teva Pharmaceutical Industries Ltd. (Israele).
  • Etalfa. Gocce, capsule e forma di fiala, Leo Pharma A / S (Danimarca)
  • Oksidevit. Soluzione di olio, Echo NPK ZAO (Russia).

I farmaci sono dispensati senza prescrizione medica. Durante l'utilizzo, seguire le istruzioni.

Prestazioni eccessive

Un'alta concentrazione di vitamina, prima di tutto, mostra che il paziente assume erroneamente complessi vitaminico-minerali e abusa di additivi bioattivi. Un aumento dei valori di riferimento nelle analisi si verifica nelle donne durante la gravidanza, nel periodo premenopausale e durante la menopausa. Credendo erroneamente che le vitamine non possano essere dannose, le donne iniziano a prenderle in modo incontrollabile.

Gli effetti collaterali indesiderati possono manifestarsi con bruciore di stomaco, nausea, feci alterate, vertigini, sonnolenza, aumento della frequenza cardiaca (tachicardia). La situazione di sovradosaggio di calcidiolo è osservata con un corso latente di processi maligni. Nella maggior parte dei casi, la presenza di un tumore viene rilevata nel tessuto osseo..

Sommario

Un esame del sangue per la vitamina D non è incluso nell'elenco degli studi diagnostici fondamentali. È prescritto secondo le indicazioni:

  • con lamentele caratteristiche del paziente, che indicano sintomi di mancanza di sostanza;
  • nelle patologie croniche associate a disturbi metabolici, malattie oncologiche, malattie del sistema muscolo-scheletrico.

Lo studio è condotto con il metodo IHLA (analisi immunochemiluminescent). L'indicatore di risultato è designato come 25-OH - il contenuto totale di D3 e D2. Il valore standard per adulti e bambini è di 30-50 ng / ml. Una ridotta quantità di vitamina D nel corpo costituisce un grave rischio per la salute del sistema scheletrico, poiché la sostanza garantisce il pieno assorbimento e l'assimilazione di calcio e fosforo.

Svantaggio D2 e D3 provoca lo sviluppo di osteoporosi, artrosi, disordini metabolici, ridotta immunità e attività anormale delle cellule tumorali. Nei bambini, il rachitismo e l'ammorbidimento osseo (osteomalacia) progrediscono. La correzione della dieta, l'esposizione razionale al sole, l'assunzione di speciali complessi farmacologici aiuta a ripristinare l'equilibrio vitaminico.

Vitamina D totale (25-OH Vitamina D2 e ​​25-OH Vitamina D3, risultato complessivo)

25-OH vitamina D totale (25-OH vitamina D2 e ​​25-OH vitamina D3, risultato complessivo)

25-O summa di vitamina D

25-OH totale di vitamina D.

Informazioni sullo studio

Una persona riceve la vitamina D in due modi: dal cibo e quando la radiazione ultravioletta entra nella pelle. La vitamina D è necessaria per un buon stato delle ossa e dei muscoli: aiuta il calcio e il fosforo, il "materiale da costruzione" del nostro corpo, ad essere assorbiti nell'intestino tenue.

Inoltre, la vitamina D viene utilizzata dai globuli bianchi, i globuli bianchi che combattono le minacce interne ed esterne: cellule tumorali, virus e batteri. Anche una minima diminuzione del suo livello porta al fatto che la difesa immunitaria si indebolisce.

Controlla i livelli di vitamina D e scopri se il tuo corpo ha abbastanza risorse per proteggere dalle epidemie stagionali, mantenere la vitalità e mantenere le ossa sane..

La vitamina D, o calciferolo, è il nome collettivo di un gruppo di sostanze liposolubili con attività biologica. Nel corpo, la vitamina D è presente principalmente in due forme: D2 (ergocalciferolo) e D3 (colecalciferolo). L'ergocalciferolo viene ingerito solo con il cibo e il colecalciferolo si forma nella pelle dalle radiazioni ultraviolette..

La funzione principale della vitamina D è la regolazione del metabolismo del calcio e del fosforo, da cui dipendono i processi di mineralizzazione ossea, la trasmissione neuromuscolare e le reazioni metaboliche. Si ritiene che una moderata carenza di vitamina D sia la causa della ridotta efficacia dell'assorbimento del calcio attraverso la dieta. La carenza di vitamina D nei bambini porta all'osteomalacia, nota anche come rachitismo. Negli adulti, le manifestazioni di carenza di vitamina D sono simili all'iperparatiroidismo, che può svilupparsi una seconda volta. Nelle persone anziane, la carenza di vitamina D, specialmente in combinazione con livelli elevati di ormone paratiroideo (PTH), può portare a osteomalacia, rimodellamento osseo, riduzione della massa ossea e aumento del rischio di fratture.

Il calciferolo svolge un ruolo importante non solo nei processi di formazione ossea. Gli studi degli ultimi due decenni hanno dimostrato chiaramente che i livelli di vitamina D sono associati all'attività immunitaria e all'incidenza del raffreddore. Ciò è dovuto alla partecipazione del calciferolo all'attivazione delle cellule immunitarie. La vitamina D è anche necessaria affinché il corpo mantenga i livelli normali di alcuni neurotrasmettitori nel cervello, incluso l'ormone della felicità serotonina. La vitamina D influenza l'espressione di oltre 200 geni diversi. Studi recenti mostrano che una quantità sufficiente di vitamina D riduce il rischio di sviluppare una serie di malattie oncologiche e cardiovascolari, diabete, sclerosi multipla e tubercolosi..

L'eccesso di vitamina D è possibile con un consumo anormale di farmaci contenenti D2 o D3. Può portare a effetti tossici (spesso osservati nei bambini), che si manifestano con ipercalcemia, iperfosfatemia, calcificazione dei tessuti molli, nausea, vomito, costipazione, anoressia, ritardo della crescita e sviluppo. Alte concentrazioni di vitamina D e calcio possono causare calcificazione e danni agli organi, in particolare ai reni e ai vasi sanguigni.

I livelli di vitamina D possono variare a seconda dell'età (gli anziani hanno livelli più bassi), della stagione (più alta a fine estate, più bassa in inverno), della natura dell'assunzione di cibo, della popolazione etnica e geografica. C'è una diminuzione dei livelli ematici di vitamina D durante la gravidanza.

Indicazioni ai fini dello studio

  • Vivere in regioni a ridotta insolazione (corsia centrale e regioni settentrionali della Russia)
  • Infanzia
  • Età anziana
  • Gravidanza
  • Menopausa
  • Malattie del sistema cardiovascolare
  • Malattie ossee e articolari
  • Malattie autoimmuni
  • Malattie oncologiche
  • Monitoraggio della terapia contenente vitamina D.

Lo studio può essere integrato determinando il livello di calcio e fosforo nel sangue (con una carenza pronunciata, si prevede una diminuzione di questi indicatori), nonché urea, creatinina e magnesio per escludere condizioni associate a patologia renale e carenza di magnesio.

Preparazione allo studio

È preferibile resistere almeno 4 ore dopo l'ultimo pasto, non ci sono requisiti obbligatori. 12 ore prima dello studio, è necessario escludere alcol e cibi grassi. 1-2 ore prima della donazione di sangue, astenersi dal fumare, non bere succo di frutta, tè, caffè (si può bere ancora acqua). 15 minuti prima della donazione di sangue, si consiglia di rilassarsi, calmarsi.

Con questo studio, affitto

  • 1.37. Calcio totale
  • 1.4. La creatinina
  • 1.43. Magnesio
  • 1.5. Urea
  • 2.24. Ormone paratiroideo
  • 1.44. Fosforo inorganico
  • 28,153. MINERALI SANITARI

Risultati della ricerca

  • 150 - effetto tossico possibile

Fattori che influenzano i risultati della ricerca

  1. Farmaci che abbassano i livelli ematici di 25-idrossicalciferolo: fenitoina, fenobarbital, rifampicina, anticoagulanti orali.
  2. Gravidanza.

Interpretazione del risultato

  • Eccessiva vitamina D.
  • Mancanza di luce solare
  • Assunzione insufficiente di vitamina D dal cibo
  • Malassorbimento intestinale di vitamina D nella sindrome da malassorbimento
  • Sindrome nefrosica (a causa della maggiore perdita di liquidi e proteine)
  • Malattie del fegato (violazione di una delle fasi del metabolismo della vitamina D)
  • Assunzione di alcuni farmaci (come la fenitoina, che influenza la capacità del fegato di produrre 25-idrossivitamina D)