Esame del sangue biochimico: norme, valore e interpretazione degli indicatori negli uomini, nelle donne e nei bambini (per età). Metabolismo del ferro: ferro totale, transferrina, ferritina, aptoglobina, ceruloplasmina

Il sito fornisce informazioni di riferimento a solo scopo informativo. La diagnosi e il trattamento delle malattie devono essere effettuati sotto la supervisione di uno specialista. Tutti i farmaci hanno controindicazioni. È richiesta la consultazione di uno specialista!

Durante un esame del sangue biochimico, viene determinato il metabolismo del ferro. In questo articolo, imparerai cosa significano concetti come ferro totale, transferrina, ferritina, aptoglobina, ceruloplasmina e NJSS, per la diagnosi di quali malattie sono richiesti i loro valori e anche cosa significa un aumento o una diminuzione di questi indicatori, calcolati durante un esame del sangue,.

Ferro comune

Il ferro è un elemento che è un componente dell'emoglobina, è coinvolto nel trasporto di ossigeno e fornisce anche il lavoro di molti enzimi. Il ferro entra nel corpo con il cibo e viene assorbito nell'intestino, entrando nel flusso sanguigno. Nel sangue, il ferro è principalmente associato alle proteine: transferrina, ferritina, emosiderina, che immagazzinano e trasportano questo elemento. In forma libera, pochissimo ferro circola nel sangue. L'indicatore "ferro totale" indica la determinazione nel sangue della concentrazione di ferro associata alla transferrina e alla ferritina e non tiene conto del ferro nella composizione dell'emoglobina. Determinare la concentrazione di ferro totale nel sangue rivela anemia, malattie dell'apparato digerente e del fegato, nonché alcune patologie croniche.

Le indicazioni per la determinazione del ferro totale nel sangue sono le seguenti condizioni:

  • Diagnosi di anemia;
  • Diagnosi di eccesso di ferro nel corpo (emocromatosi, emosiderosi, avvelenamento da ferro);
  • Monitoraggio dell'assunzione di preparati di ferro;
  • Gravidanza;
  • Malattie infettive acute e croniche;
  • Processi infiammatori sistemici;
  • Violazioni dell'assorbimento del ferro, ipovitaminosi;
  • Cattiva alimentazione;
  • Disturbi del tratto digestivo.

Normalmente, la concentrazione di ferro totale nel sangue negli uomini adulti è 10 - 31,3 μmol / L, e nelle donne - 9 - 24,3 μmol / L. Nei neonati fino a un mese, il livello di ferro nel sangue è normalmente di 17,9 - 44,8 μmol / L, nei bambini di 1 mese - 1 anno - 7,2 - 17,9 μmol / L, nei bambini 1 - 14 anni - 9, 0 - 21,5 μmol / l, e negli adolescenti di età superiore ai 14 anni - come negli adulti.

Un aumento del livello di ferro totale nel sangue si osserva nelle seguenti condizioni:

  • Anemia da carenza di B12 e carenza folica;
  • Anemia emolitica;
  • Anemia aplastica;
  • Anemia sideroblastica;
  • Talassemia
  • emocromatosi;
  • Malattia del fegato (epatite, ecc.);
  • Assunzione eccessiva di preparati di ferro o uso di grandi quantità di ferro con il cibo;
  • Trasfusioni di sangue ripetute;
  • Giada;
  • Leucemia;
  • Avvelenamento da piombo.

Si osserva una diminuzione del livello di ferro totale nel sangue nelle seguenti condizioni:
  • Anemia da carenza di ferro;
  • Carenza di ferro negli alimenti;
  • Disturbi dell'assorbimento del ferro sullo sfondo di patologie del tratto digestivo (bassa acidità di succo gastrico, diarrea cronica, tumori intestinali, steatorrea, stomaco rimosso o parte di esso);
  • Emorragia cronica (a causa di sanguinamento e nelle donne anche con mestruazioni pesanti);
  • Epatite cronica;
  • Cirrosi epatica;
  • Ittero ostruttivo;
  • Sindrome nevrotica;
  • Fallimento renale cronico;
  • Fibromi uterini;
  • Neoplasie maligne;
  • Infezioni acute e croniche (soprattutto purulente) e processi infiammatori;
  • Periodi di aumento del fabbisogno corporeo di ferro (gravidanza, allattamento, periodo di crescita attiva, alta attività fisica).

Transferrina (siderofilina)

Inoltre, la transferrina è una proteina della fase acuta, cioè la sua concentrazione è un indicatore dei processi infiammatori e infettivi nel corpo. Solo a differenza di altre proteine ​​della fase acuta, la concentrazione di transferrina nel sangue diminuisce con l'infiammazione.

Dopo aver determinato la concentrazione di transferrina nel sangue, se viene effettuata una valutazione completa dello stato del metabolismo del ferro, la saturazione di transferrina con ferro viene calcolata matematicamente dalla formula: ferro totale (in μmol / L) / transferrina (in g / L) * 3.98. Il coefficiente di saturazione del ferro transferrina riflette una carenza di ferro latente.

Le indicazioni per determinare il livello di transferrina nel sangue sono le seguenti condizioni:

  • Determinazione della capacità di trasporto del ferro nel sangue;
  • Identificare e distinguere l'anemia sideropenica e la carenza di ferro latente;
  • Identificazione di emocromatosi;
  • La presenza di tumori;
  • Processi infettivi e infiammatori cronici;
  • Malattie del fegato e dei reni;
  • Gravidanza.

Normalmente, il livello di transferrina nel sangue negli uomini adulti sotto i 60 anni è 2,0 - 3,65 g / l, nelle donne sotto i 60 - 2,5 - 3,8 g / l. Negli anziani di età compresa tra 60 e 90 anni, il livello normale di transferrina nel sangue di entrambi i sessi è 1,9 - 3,75 g / l, di età superiore a 90 anni - 1,86 - 3,47 g / l. Nei bambini, il livello di transferrina nel sangue normale è i seguenti valori, a seconda dell'età:
  • Neonati fino a 4 giorni - 1,3 - 2,75 g / l;
  • Bambini 4 giorni - 3 mesi - 1,3 - 3,32 g / l;
  • Bambini 3 mesi - 16 anni - 2,03 - 3,60 g / l;
  • Ragazzi di età superiore ai 16 anni - come gli adulti.

Il coefficiente di saturazione della transferrina con ferro è normale negli adulti è inferiore al 15%, negli anziani - meno dell'8%, nei bambini - inferiore al 10%.

Un aumento del livello di transferrina nel sangue si osserva nelle seguenti condizioni:

  • Gravidanza (terzo trimestre);
  • Infanzia;
  • Perdita di sangue
  • Carenza di ferro latente;
  • In combinazione con un basso livello di anemia sideropenica totale;
  • Assunzione di ormoni estrogeni.

Una riduzione del livello di transferrina nel sangue è possibile con le seguenti condizioni:
  • Atransferrinemia congenita;
  • Anemia sullo sfondo di malattie croniche;
  • Sindrome nevrotica;
  • Malattia epatica acuta;
  • Dosaggio troppo elevato di preparati di ferro;
  • Processi infiammatori con un decorso prolungato;
  • Lesioni e ustioni;
  • In combinazione con un aumento del ferro totale nel sangue: anemia (emolitica, megaloblastica, ipoplastica), emocromatosi, sindrome da eccesso di ferro;
  • In combinazione con una diminuzione del ferro totale nel sangue - fame di proteine, infezioni acute e croniche, cirrosi epatica, epatite, chirurgia, tumori, malattie dell'intestino tenue.

ferritina

La ferritina è una proteina che può legare una grande quantità di ferro ed è quindi la principale forma di immagazzinamento del ferro nel corpo. La maggior parte della ferritina si trova nel fegato, nella milza e nel midollo osseo, poiché sono questi organi che consumano ferro per costruire altre sostanze. Normalmente, una piccola parte della ferritina circola nel sangue e questa quantità è proporzionale al suo contenuto totale nel corpo. Di conseguenza, la ferritina riflette le riserve di ferro nel corpo..

Il contenuto di ferritina nel sangue diminuisce con carenza di ferro, pertanto la determinazione del livello di questa proteina è un indicatore di carenza di ferro anche prima dello sviluppo dell'anemia.

Inoltre, la ferritina è una proteina della fase acuta, quindi la sua concentrazione nel sangue aumenta non solo con un eccesso di ferro nel corpo, ma anche con processi infiammatori.

Le indicazioni per determinare il livello di ferritina nel sangue sono le seguenti condizioni:

  • Distinguere i diversi tipi di anemia l'uno dall'altro;
  • Diagnosi di carenza di ferro o eccesso (emocromatosi) nel corpo;
  • Valutazione dei depositi di ferro nel corpo;
  • Malattie infettive e infiammatorie croniche;
  • Neoplasie maligne;
  • Valutazione dell'efficacia della terapia con ferro.

Normalmente, il livello di ferritina nel sangue negli uomini adulti è di 20 - 250 ng / ml, nelle donne adulte prima della menopausa - 10 - 120 ng / ml e dopo la menopausa - 30 - 400 ng / ml. Il normale livello di ferritina nel sangue nei bambini di età diverse è il seguente:
  • Neonati fino a 1 mese di età - 200 - 600 ng / ml;
  • Neonati da 2 a 5 mesi - da 50 a 200 ng / ml;
  • Bambini 6 mesi - 15 anni - 7 - 140 ng / ml;
  • Adolescenti di età superiore ai 15 anni - come gli adulti.

Un aumento del livello di transferrina nel sangue si osserva nelle seguenti condizioni:
  • Anemia (megaloblastica, sideroblastica, emolitica, talassemia);
  • Anemia nelle malattie croniche;
  • Burns;
  • Fame;
  • Biopsia epatica;
  • Malattie del fegato (cirrosi, carcinoma, epatite, danno alcolico);
  • Sovraccaricare il corpo con ferro (trasfusioni di sangue, emodialisi, emocromatosi, ecc.);
  • Malattie infettive (osteomielite, infezioni del tratto urinario, ecc.);
  • Malattie infiammatorie acute e croniche (artrite reumatoide, lupus eritematoso sistemico);
  • Ipertiroidismo;
  • Tumori maligni (leucemia, linfoma, neuroblastoma, linfogranulomatosi, carcinoma pancreatico, seno).

Si osserva una diminuzione del livello di ferritina nel sangue nelle seguenti condizioni:
  • Anemia da carenza di ferro;
  • Carenza di ferro nel corpo a causa dell'assunzione insufficiente di cibo o aumento della spesa (periodo di crescita, gravidanza, ecc.);
  • Malattie del tratto digestivo (celiachia, sindrome da malassorbimento, gastrite, ecc.);
  • Perdita di sangue cronica.

Abilità insatura (latente) legante il ferro del siero (NZHSS, LZHSS)

La capacità insatura (latente) di legare il ferro nel siero (NZHSS, LZHSS) è un indicatore che riflette la carenza di ferro nel corpo. Il fatto è che normalmente la transferrina è satura solo del 30% di ferro, ma la quantità aggiuntiva di ferro che questa proteina può attaccare è chiamata capacità insatura di legare ferro del siero. Questo è, in effetti, NJSS è la quantità di ferro che teoricamente può trasferire la transferrina.

In passato, matematicamente, dopo aver determinato il NLSS e il ferro totale, è stata calcolata la capacità di legame totale del ferro nel siero (OLCS), ma ora questo indicatore può essere sostituito determinando la concentrazione di transferrina, poiché l'OLS rifletteva indirettamente il livello di transferrina nel sangue.

Le indicazioni per determinare l'NSSS sono le seguenti condizioni:

  • Valutazione delle scorte di ferro nel corpo e diagnosi della carenza di ferro;
  • Identificazione di emocromatosi;
  • Distinzione di anemia sideropenica da malattie croniche;
  • Malattie sistemiche del tessuto connettivo (lupus eritematoso sistemico, sclerodermia, ecc.);
  • Perdita di sangue;
  • Malattie del tratto gastrointestinale;
  • Valutazione della qualità nutrizionale.

Normalmente, NLSS negli uomini adulti è 12,4 - 43 μmol / L e nelle donne - 12,5 - 55,5 μmol / L.

Un aumento del livello di NSSS è caratteristico delle seguenti condizioni:

  • Anemia da carenza di ferro
  • Carenza di ferro latente nel corpo a causa della mancanza di questo elemento negli alimenti;
  • Perdita di sangue cronica (anche con mestruazioni pesanti);
  • Epatite acuta;
  • Cirrosi epatica;
  • Malattie del tratto digestivo;
  • Vera policitemia (eritremia);
  • Gravidanza avanzata;
  • Periodo di crescita attiva.

aptoglobina

L'aptoglobina è una proteina che lega l'emoglobina e ne previene la rottura e l'escrezione dal corpo. L'aptoglobina è sintetizzata nel fegato e nei polmoni e la sua concentrazione nel sangue aumenta con infiammazione e processi distruttivi. Inoltre, quando l'emoglobina viene rilasciata dai globuli rossi in decomposizione, l'aptoglobina si lega ad esso e forma un complesso che non passa attraverso il filtro renale. Per questo motivo, il ferro viene immagazzinato nel corpo e viene utilizzato per sintetizzare nuove molecole di emoglobina e viene anche prevenuto il danno ai reni da parte dei composti del ferro..

L'aptoglobina è un indicatore del processo infiammatorio acuto e dell'emolisi (decadimento) dei globuli rossi. Pertanto, la determinazione della concentrazione di questa proteina viene effettuata in caso di anemia, sospetta emolisi eritrocitaria e infiammazione acuta.

Le indicazioni per determinare il livello di aptoglobina nel sangue sono le seguenti condizioni:

  • Valutazione della gravità dell'emolisi eritrocitaria durante trasfusione di sangue incompatibile;
  • Sospetto di emolisi eritrocitaria;
  • Anemia (per identificare o escludere la natura emolitica dell'anemia);
  • Esame di persone con valvole cardiache artificiali;
  • Ipertensione in donne in gravidanza;
  • Valutazione completa delle proteine ​​della fase acuta.

Normalmente, la concentrazione di aptoglobina nel sangue degli uomini adulti di età inferiore a 60 anni è di 14 - 258 mg / dl, nelle donne di età inferiore a 60 anni - di 35 - 250 mg / dl. Nelle donne di età superiore ai 60 anni, il livello di aptoglobina nel sangue varia da 60 a 273 mg / dl e negli uomini di età superiore ai 60 anni - 40 - 268 mg / dl. Nei bambini di età diverse, il livello normale di aptoglobina è il seguente:
  • Bambini dalla nascita a 1 anno: ragazzi - 0 - 300 mg / dl, ragazze - 0 - 235 mg / dl;
  • Bambini da 1 a 12 anni: ragazzi - 3 - 270 mg / dl, ragazze - 11 - 220 mg / dl;
  • Adolescenti di età superiore ai 13 anni - come adulti.

Un aumento del livello di aptoglobina nel sangue si osserva nelle seguenti condizioni:
  • Processi infiammatori acuti nel corpo;
  • Lesioni e operazioni;
  • Necrosi tissutale (ustioni, congelamento, compressione, ecc.);
  • Sepsi;
  • Tumori maligni (mieloma, malattia di Hodgkin);
  • Sindrome nevrotica;
  • Restringimento del tratto biliare;
  • Tubercolosi;
  • Collagenosi (lupus eritematoso, vasculite, artrite reumatoide, ecc.);
  • Fame;
  • glucocorticoidi.

Una diminuzione del livello di aptoglobina nel sangue è caratteristica delle seguenti condizioni:
  • Carenza di aptoglobina geneticamente determinata;
  • Anemia emolitica;
  • Malattia emolitica, compresa trasfusione di sangue;
  • Cirrosi e altre gravi malattie del fegato;
  • Carenza di acido folico e vitamina B.12;
  • Emolisi dei globuli rossi nella malaria, valvole cardiache artificiali, endocardite, sport attivi, ecc.;
  • Carenza di glucosio-6-fosfato deidrogenasi;
  • Mononucleosi infettiva;
  • Sindrome da malassorbimento;
  • Il periodo di gravidanza e neonato;
  • Sferocitosi ereditaria;
  • Eritropoiesi inefficace (sintesi eritrocitaria);
  • Assunzione di ormoni estrogeni.

ceruloplasmina

La ceruloplasmina è una proteina enzimatica contenente rame, motivo per cui è un indicatore del contenuto di rame nel corpo umano. La ceruloplasmina è coinvolta nello scambio di rame e ferro nel corpo, nelle reazioni ossidative e antiossidanti del processo infiammatorio. Poiché il rame è importante per il normale funzionamento del fegato e il mantenimento dei livelli di ferro, la determinazione della concentrazione di ceruloplasmina viene utilizzata per diagnosticare malattie del fegato, malattia di Wilson-Konovalov, sindrome di Menkes.

Le indicazioni per determinare la concentrazione di ceruloplasmina nel sangue sono le seguenti condizioni:

  • Malattie del sistema nervoso centrale senza motivo chiaro;
  • Epatite o cirrosi inspiegabili;
  • Diagnosi di malattie genetiche (malattia di Wilson-Konovalov, sindrome di Menkes, aceruloplasminemia);
  • Nutrizione completamente parenterale;
  • Anemia di ferro non trattabile
  • Identificazione del deficit di ceruloplasmina.

Normalmente, il livello di ceruloplasmina nel sangue negli adulti è di 15 - 45 mg / dl. Nelle donne in gravidanza, il livello di questo indicatore aumenta da 2 a 3 volte rispetto alle norme per gli adulti. Il normale contenuto di ceruloplasmina nel sangue nei bambini, a seconda dell'età, è il seguente:
  • Neonati fino a 3 mesi - 5 - 18 mg / dl;
  • Bambini 6-12 mesi - 33-43 mg / dl;
  • Bambini da 1 a 5 anni - 26 a 56 mg / dl;
  • Bambini da 6 a 7 anni - 24 a 48 mg / dl;
  • Bambini da 7 a 18 anni - 20 - 54 mg / dl.

Un aumento del livello di ceruloplasmina nel sangue è caratteristico delle seguenti condizioni:
  • Gravidanza;
  • Processi infiammatori e infettivi acuti nel corpo;
  • Necrosi (morte) di qualsiasi tessuto (ustioni, compressione, attacchi di cuore, ecc.);
  • Tumori maligni (tumore al seno, polmoni, tratto gastrointestinale, ossa);
  • Morbo di Hodgkin;
  • Artrite reumatoide;
  • Lupus eritematoso sistemico;
  • Malattie del fegato accompagnate da ristagno della bile (cirrosi, epatite, ecc.);
  • lesioni
  • Schizofrenia;
  • Assunzione di ormoni estrogeni.

Una diminuzione del livello di ceruloplasmina nel sangue è caratteristica delle seguenti condizioni:
  • Malattia di Wilson-Konovalov;
  • Sindrome di Menkes;
  • Malattie del fegato, accompagnate da una violazione della sintesi proteica;
  • Aceruloplasminemia (assenza completa geneticamente determinata di ceruloplasmina nel sangue);
  • Inadeguata assunzione di rame con il cibo;
  • Sindrome da malassorbimento;
  • Sindrome nevrotica;
  • Nutrizione parenterale a lungo.

transferrina

La transferrina desaccaricata è una proteina che si trova nel sangue ed è responsabile del trasporto di particelle di ferro nel corpo. La sua sintesi avviene nel fegato e dipende direttamente dalle sue condizioni generali. Ecco perché, sulla transferrina, un esame del sangue è indicativo sia per valutare il processo del metabolismo del ferro nel corpo, sia per studiare le capacità funzionali del fegato.

Indicazioni per analisi biochimiche a livello di transferrina nel sangue

L'analisi per l'indicatore della transferrina sierica, la cui norma nel sangue dipende dall'età e dal sesso del paziente, viene utilizzata per:

  • diagnosi di anemia e determinare le cause del suo verificarsi;
  • stime del livello totale di negozi di ferro negli uomini e nelle donne;
  • evidenza di malassorbimento intestinale.

Le principali indicazioni per determinare il coefficiente di saturazione della transferrina nel siero del sangue sono dolore alle articolazioni e all'addome, debolezza, aritmie cardiache.

È possibile determinare la carenza di transferrina e scoprire le sue unità di misura nel nostro centro tramite il numero di telefono indicato sul sito Web.

REGOLE GENERALI PER LA PREPARAZIONE DELL'ANALISI DEL SANGUE

Per la maggior parte degli studi, si consiglia di donare il sangue al mattino a stomaco vuoto, questo è particolarmente importante se viene eseguito il monitoraggio dinamico di un determinato indicatore. Mangiare può influenzare direttamente sia la concentrazione dei parametri studiati sia le proprietà fisiche del campione (aumento della torbidità - lipemia - dopo aver mangiato cibi grassi). Se necessario, puoi donare il sangue durante il giorno dopo 2-4 ore di digiuno. Si consiglia di bere 1-2 bicchieri di acqua naturale poco prima di prendere il sangue, questo aiuterà a raccogliere la quantità di sangue necessaria per lo studio, ridurre la viscosità del sangue e ridurre la probabilità di formazione di coaguli nella provetta. È necessario escludere la tensione fisica ed emotiva, fumando 30 minuti prima dello studio. Il sangue per la ricerca viene prelevato da una vena.

transferrina

La transferrina è una proteina responsabile del legame del ferro assorbito nel sangue e del suo trasporto. La transferrina trasferisce il ferro al fegato o alla milza, dove viene immagazzinato, e lo trasferisce anche alle cellule del midollo osseo, da cui si formano i globuli rossi - globuli rossi.

In dettaglio, la transferrina è un gruppo di proteine ​​glicoproteiche che non contengono eme (una struttura non proteica che lega i metalli, principalmente ferro nei globuli rossi), ma hanno la capacità di legarsi a uno o due ioni ferro Fe 3+. La transferrina, combinata con il ferro, si chiama olotransferrina e il metallo libero si chiama apotransferrina. I transferrins sono costituiti da:

  • transferrina sierica;
  • lattoferrina (trovata per la prima volta nel latte dei mammiferi, poi in lacrime, saliva e neutrofili);
  • ovotransferina - isolata dalle proteine ​​delle uova di uccelli.

Tra queste forme, solo la transferrina sierica ha la capacità di trasportare ferro. Per quanto riguarda le funzioni di lattoferrina e ovotransferina, si presume che il loro scopo sia proteggere uova e latte dai batteri, poiché legano i metalli necessari per la crescita e la riproduzione dei microrganismi.

Nel sangue umano, la transferrina si lega agli ioni ferro e forma un complesso di colore rosa. Questo processo procede in presenza di uno ione carbonato o bicarbonato. In assenza di carbonati, il corpo utilizza altri anioni per aggiungere ferro - ossalati, piruvati, nitrilotriacetati, ecc. Nelle condizioni del corpo umano e di altri mammiferi, il ferro esiste principalmente sotto forma di Fe 3+. Sfortunatamente, i sali di ferro a pH neutro idrolizzano rapidamente e formano un composto scarsamente solubile: l'idrossido di ferro. In questa forma, non viene praticamente assorbito, e questo nonostante il fatto che il fabbisogno giornaliero di ferro, che viene fornito principalmente per la formazione di emoglobina, sia di 10-20 mg! Solo nel complesso ferro-proteina con transferrina il ferro può partecipare alla formazione di emoglobina e altri processi metabolici.

Il ferro entra nell'intestino come ione Fe 2+ e inizia a circolare nel sangue. A questo grado di ossidazione, il ferro non si combina con la transferrina. Per legare il ferro con la transferrina, lo ione Fe 2+ viene prima ossidato a Fe 3+ con l'aiuto della proteina del siero di latte - ceruloplasmina. Oltre agli ioni ferro, la transferrina ha la capacità di legare un numero di altri metalli aventi una valenza da II a IV. Tra questi, lo zinco e l'alluminio sono di particolare interesse, che svolgono un ruolo importante nei processi biochimici umani. Il meccanismo di formazione complessa per questi metalli è lo stesso del ferro.

Nel siero, la transferrina si lega al ferro solo del 30%. Pertanto, ha la capacità di legare il ferro in eccesso e prevenire possibili avvelenamenti. Inoltre, la presenza di capacità latente di legare il ferro della transferrina può essere utile per proteggere dalle infezioni. Pertanto, la transferrina svolge un ruolo centrale nel metabolismo del ferro. Durante tutta la sua esistenza, ripete il ciclo di trasporto del ferro molte volte e questa proteina vive per un tempo relativamente lungo - 8-10 giorni.

La determinazione del contenuto sierico di transferrina è il metodo più affidabile per determinare l'anemia sideropenica. Il normale contenuto di transferrina dipende dall'età e dai cambiamenti durante la gravidanza:

EtàConcentrazione sierica di transferrina
mg / dlg / l
neonati130-2751,3-2,75
adulti200-3202-3,2
Donne incinte3053.05

La maggior parte della transferrina si forma nel fegato. È in grado di legare ioni di altri metalli (zinco, cobalto, ecc.). Della quantità totale di transferrina nel corpo umano, solo il 25-40% contiene ferro.

Il coefficiente di saturazione della transferrina con il ferro è il rapporto tra il contenuto di ferro nel siero del sangue e la transferrina (in percentuale). Normalmente è del 2055%. Può essere calcolato in due modi: dai valori di OZHSS e ferro sierico espressi in micromol / l:

o dai valori di ferro sierico espressi in μmol / l in transferrina in g / l

Una saturazione della transferrina inferiore al 20% è un segno di una ridotta consegna di ferro alle cellule che formano i globuli rossi..

I motivi principali per ridurre la concentrazione di transferrina nel siero possono essere la malattia epatica in cui si forma (ad esempio, epatite cronica o cirrosi), nonché grandi perdite di proteine ​​in varie sindromi o malattie, ad esempio l'intestino tenue.

Il contenuto di transferrina può essere aumentato con anemia sideropenica, nelle donne durante la gravidanza nell'ultimo trimestre e prendendo contraccettivi orali.

Informazioni più preziose possono essere ottenute valutando contemporaneamente il contenuto di transferrina e ferro nel siero del sangue:

  • Un aumento del contenuto di transferrina con una diminuzione della concentrazione di ferro è un segno caratteristico dell'anemia sideropenica. La stessa combinazione di concentrazioni si osserva durante la gravidanza e durante l'infanzia, ma sono meno pronunciate.
  • Durante l'assunzione di contraccettivi orali si osserva un aumento delle concentrazioni di transferrina e un aumento del contenuto di ferro nel siero del sangue.
  • Una diminuzione del contenuto di transferrina e un aumento della quantità di ferro nel siero del sangue si trovano in malattie associate alla soppressione della sintesi proteica, a causa dell'elevato contenuto di ferro, ad esempio, con anemia emolitica o megaloblastica.
  • Una diminuzione della concentrazione di transferrina e una diminuzione del contenuto di ferro nel siero del sangue sono osservate in varie malattie e condizioni: infezioni acute e croniche, fame, cirrosi, interventi chirurgici, tumori, ecc..

Oltre al suo uso nella diagnostica, la transferrina è un farmaco promettente. Ci sono informazioni sul successo del test di questa proteina per il trattamento di una malattia rara - ipotransferninemia, che è caratterizzata da un basso contenuto di transferrina sierica. Studi clinici dimostrano che una persona può somministrare apotransferrina (una che non è complessata con il ferro) a dosi elevate e può ridurre efficacemente la quantità di ferro non legato (libero) tossico nel sangue che viene rilasciato durante la chemioterapia e il trapianto di cellule staminali.

Transferrina (portatore di ferro, siderofilina, Tf, transferrina, siderofilina)

Biomateriale: siero di sangue

Assunzione di biomateriale: 190 rubli.

Tempi di consegna: 1 giorni

L'emoglobina è coinvolta nel trasferimento di ossigeno dai polmoni alle cellule dei tessuti e degli organi. I suoi indicatori normali dipendono da una quantità sufficiente di ferro, che viene trasportato da una speciale proteina - transferrina..

La valutazione del contenuto di transferrina è uno dei criteri di laboratorio per l'identificazione dell'anemia di varie eziologie.

Normalmente, una persona riceve ferro con il cibo. Viene assorbito nell'intestino tenue e le proteine ​​di trasporto (transferrina) si legano contemporaneamente due ioni di ferro e li rilasciano al fegato, al midollo osseo o alla milza. Qui, il ferro viene immagazzinato sotto forma di ferritina (un complesso complesso proteico) e viene utilizzato nella formazione di nuovi globuli rossi. La transferrina è prodotta dalle cellule del fegato e in piccole quantità dalle cellule di altri tessuti..

L'analisi della transferrina viene utilizzata per differenziare l'anemia ferro-dipendente, il cancro, determinare la cirrosi, i processi infiammatori e le carenze proteiche.

Un ruolo importante è giocato dalla percentuale di saturazione della transferrina con il ferro: è definito come il rapporto tra ferro nel siero e quantità di transferrina. Normalmente, questo indicatore è del 20-55%, ma i valori variano a seconda del sesso e dell'età, ad esempio il contenuto di transferrina nelle donne è superiore del 10% rispetto agli uomini. Nel 3 ° trimestre di gravidanza, la concentrazione di transferrina può aumentare del 50%. Diminuzione negli anziani. Con l'infiammazione, la transferrina si manifesta come una proteina di fase acuta negativa (la sua concentrazione diminuisce con una risposta di fase acuta all'infiammazione). Una ridotta concentrazione di transferrina indica una carenza di ferro, che influenza la normale formazione dei globuli rossi.

Prima della donazione di sangue per una settimana, escludere l'assunzione di additivi alimentari contenenti ferro e medicinali contenenti ferro.

Lo studio dopo una trasfusione di sangue viene eseguito in 3-5 giorni.

A stomaco vuoto, in alcuni casi, è consentito il prelievo di sangue non prima di 2-4 ore dopo un pasto.

Transferrina: cos'è, funzioni, definizione e norme nelle analisi, deviazioni

© Autore: Z. Nelli Vladimirovna, Dottore in Diagnostica di laboratorio, Istituto di ricerca di trasfusiologia e biotecnologie mediche, appositamente per VascularInfo.ru (sugli autori)

Transferrin (Tf), siderofilina - una proteina che trasporta ferro nel corpo in un luogo in cui è necessario questo elemento chimico. Tuttavia, il complesso proteico contenente ferro chiamato ferritina e la glicoproteina legante il ferro appartenente a β non deve essere confuso1-frazione di globulina - transferrina.

Il tasso di transferrina nel sangue di uomini e donne non è lo stesso ed è:

  • 2,0 - 3,8 g / l per uomo;
  • 1,85 - 4,05 g / l per le donne, rispettivamente (il limite superiore di questo indicatore tra i rappresentanti dei deboli è più alto). Meno di 2,4 mg / L di proteine ​​che trasportano Fe dovrebbero normalmente essere escrete nelle urine..

Dato che l'analisi richiede attrezzature di laboratorio speciali, che non tutti gli istituti dispongono, la concentrazione delle proteine ​​di trasporto è giudicata da un altro indicatore (OZHSS) - si chiama capacità totale di legame del ferro nel siero del sangue (OZHSS), coefficiente di saturazione della transferrina con ferro o semplicemente transferrina comune. Questo valore di solito oscilla tra il 25-30%, anche se secondo varie fonti, l'intervallo di valori può essere più ampio (10-50%).

Cos'è la transferrina e da dove proviene?

Il ferro, che entra nel tratto gastrointestinale con il cibo, di solito è in forma trivalente (Fe +++), tuttavia, per assorbire completamente nell'intestino, deve recuperare nella forma bivalente (Fe ++), che avviene sotto l'influenza di numerosi fattori (vitamina C, enzimi, microflora intestinale, ecc.). Dopo che il ferro trivalente diventa divalente, nelle cellule della mucosa del duodeno 12 deve tornare nuovamente alla sua forma originale (Fe +++), che gli consente di connettersi con la ferritina e, usando una specifica proteina transferrina, andare a destinazione (verso gli organi e tessuto).

Per saturare la transferrina con ferro nella molecola proteica di trasporto, ci sono aree (spazi) speciali che sono pronte ad accettare ioni Fe. A seconda di ciò, le proteine ​​di trasporto possono essere presenti nel corpo e muoversi in una delle quattro diverse forme, ognuna delle quali assegna il proprio posto per il ferro:

  • apotransferrina;
  • Transferrina mono-ferro A (ferrum occupa esclusivamente spazio A);
  • Transferrina mono-ferro B (la localizzazione del ferro si estende solo allo spazio B;
  • Transferrina dijelacea (entrambi gli spazi sono occupati dal ferro).

2 ioni di ferro possono adattarsi a una molecola proteica di trasporto e quando una transferrina che trasporta questi ioni incontra una cellula con un recettore della transferrina simile a una farfalla sulla sua superficie, certamente la noterà, si legherà, penetrerà nella cellula e le darà ferro separandolo da te stesso. Va notato che la proteina di trasporto, dopo aver consegnato questo elemento chimico, non lo dà a tutti (Fe), ogni spazio legante il ferro conferisce al ferro il suo tessuto specifico: l'eritrone e la placenta usano il ferro nello spazio A, il fegato e altri organi prendono Fe dallo spazio B.

La transferrina è satura di ferro nella regione responsabile dell'assorbimento di questo elemento chimico nel corpo, cioè principalmente nella mucosa del duodeno 12 o nei siti di morte dei globuli rossi durante la digestione da parte dei macrofagi.

Altre capacità di trasporto delle proteine

Trasferrin, che possiede la capacità di combinarsi con gli ioni ferrici, non è solo coinvolto nella consegna di questo metallo agli organi e ai tessuti di riserva (ferritina) o al midollo osseo per partecipare all'eritropoiesi (sintesi di pigmento rosso sangue, emoglobina, in nuovi globuli rossi) :

  1. "Sa come" riconoscere i reticolociti (giovani globuli rossi) che sono coinvolti nella sintesi dell'emoglobina.
  2. Un importante compito della transferrina è selezionare gli ioni ferrici rilasciati dopo il decadimento degli eritrociti (e corrispondentemente l'emoglobina in essi), che in uno stato libero rappresentano un pericolo per il corpo a causa della sua elevata tossicità.
  3. La transferrina, che fa parte della frazione β-globulina, si riferisce alle proteine ​​della fase acuta. È coinvolto nel fornire una risposta immunitaria programmata dalla nascita. Il luogo principale di residenza permanente della transferrina è la mucosa, dove, "alla ricerca" e legando il ferro, priva i patogeni del microrganismo dall'usarlo e crea quindi condizioni inaccettabili per la vita.
  4. La capacità della transferrina di legare i metalli non è molto utile quando il plutonio entra nel corpo, che trasporta legami proteici anziché ferro e lo porta "in riserva" alle ossa.

I principali produttori di transferrina nel corpo sono il fegato e il cervello. Il gene responsabile della produzione del "veicolo" per ferrum si trova sul terzo cromosoma. Una forte carenza (per una completa assenza) di proteine ​​di trasporto è una patologia ereditaria grave, ma fortunatamente rara (via autosomica recessiva), accompagnata da grave anemia ipocromica chiamata atransferrinemia.

Determinazione del ferro trasportatore di proteine

L'analisi della transferrina viene eseguita su un campione di plasma o siero prelevato, come tutte le analisi biochimiche, al mattino a stomaco vuoto. Nel frattempo, i metodi di ricerca sulle proteine ​​di trasporto creano alcune difficoltà, poiché richiedono la partecipazione di attrezzature di laboratorio speciali e kit di prova non sempre disponibili. Tuttavia, la mancanza di attrezzature non implica una negazione dell'analisi Tf; in ogni caso, il paziente non sarà lasciato senza esame.

Un modo alternativo per risolvere questo problema è determinare il coefficiente di saturazione della transferrina con il ferro - un'analisi che è meglio conosciuta come la capacità di legame totale del ferro (OGSS) del siero del sangue (plasma), che indica la concentrazione di transferrina nel sangue. In generale, quanto transferrin legato di ferro, così saturo di esso. In termini percentuali, nelle persone sane, questo valore è almeno del 25-30%. Ciò significa che in condizioni normali, circa il 35% di Tf dovrebbe essere coinvolto nel legame e nel trasferimento del ferro agli organi e ai tessuti..

Molto spesso, nella determinazione della transferrina, è necessaria una diagnosi differenziale di varie condizioni di carenza di ferro, accompagnata da:

  • Diminuzione della concentrazione sierica di ferro;
  • Alto contenuto di proteine ​​di trasporto;
  • Bassa saturazione di transferrina di ferro.

I tassi di proteine ​​di trasporto e il grado di saturazione della transferrina con ferro sono convenientemente mostrati nella tabella che presentiamo di seguito. Nel frattempo, il lettore dovrebbe tenere presente che l'intervallo di valori di riferimento in base al luogo di analisi può essere ristretto o ampliato, pertanto il confronto dei risultati della determinazione di un determinato indicatore dovrebbe essere effettuato in conformità con i dati del laboratorio che conduce lo studio.

EtàIl contenuto di proteine ​​di trasporto, g / l
Bambini sotto i 10 anni2,03-3,60
Da 10 a 60 anni2,00-4,00
Adulti oltre i 60 anni1,80-3,80
EtàSaturazione della transferrina con ferro,%
Bambini e adolescenti di età inferiore ai 14 anni10-50
14-60 anni15-50
Adulti oltre i 60 anni8-50

Le donne hanno una relazione speciale con il ferro e il suo trasporto, motivo per cui hanno circa il 10% in più di proteine ​​che trasportano Fe rispetto ai maschi della stessa età. Durante la gravidanza (III trimestre), ci si può aspettare un aumento di 1,5 volte del livello di transferrina, mentre nella vecchiaia la sua concentrazione, al contrario, viene ridotta e non ha più rapporti sessuali. Nei processi infiammatori, la transferrina agisce come una proteina della fase acuta negativa, il suo livello di infiammazione è ridotto.

Inoltre, la determinazione della transferrina nel sangue può essere eseguita in altre unità - micromol / l, quindi la sua norma per gli adulti sarà nell'intervallo 23-43 micromol / l (nei maschi) e 21-46 micromol / l (in “debole "Metà). La situazione è simile con la transferrina totale (OZHSS) nel sangue, la cui norma, espressa nelle stesse unità di Tf, sarà 26,85 - 41,17 μmol / L. La saturazione della transferrina di ferro nelle donne in gravidanza aumenta in sintonia con una diminuzione del contenuto di ferro nel sangue.

Transferrina in analisi

Un livello elevato di transferrina può essere previsto nei seguenti casi:

  1. Condizioni di carenza di ferro dovute alla mancanza di ferro nei prodotti alimentari consumati o alla perdita cronica di sangue (periodi pesanti, emorroidi, gengive e sangue dal naso);
  2. Gravidanza (la concentrazione di ferro diminuisce, aumenta il contenuto di transferrina nel sangue);
  3. L'uso di estrogeni, l'uso di farmaci ormonali come contraccettivi.

La transferrina ridotta viene rilevata in tali condizioni patologiche:

  • Vari processi infiammatori con un decorso cronico;
  • Neoplasie maligne;
  • Malattie del fegato (cirrosi, epatite), che è abbastanza naturale, perché è questo organo il principale produttore di transferrina;
  • Perdita di proteine ​​da parte dell'organismo (gravi ustioni termiche e chimiche, sindrome nefrosica);
  • L'uso di droghe androgene e glucocorticoidi;
  • Anomalie ereditarie (atranferrinemia);
  • Assunzione eccessiva di ferro nel corpo (massicce trasfusioni di sangue);
  • Malattie che comportano un aumento della pressione oncotica (mieloma multiplo, patologia epatocellulare);
  • Emocromatosi (patologia genetica, il cui risultato è la triade di sindromi causate dall'eccessivo assorbimento di ferro nel tratto gastrointestinale: un colore insolito della pelle, delle mucose e degli organi interni, cirrosi epatica, diabete);
  • Anemia ipercromica;
  • Talassemia.

Definizione OZhSS

Valori aumentati o diminuiti di OZHSS non significano che in questi casi il livello di Tf sarà aumentato o diminuito. La presenza di transferrina non aumenta il suo legame con il ferro o, al contrario, un basso livello di proteine ​​di trasporto non riduce la sua capacità di legame. Il complesso meccanismo che si verifica durante l'assorbimento, la distribuzione e il consumo di ferro è difficile da immaginare in un piccolo articolo, quindi forniremo informazioni che informano sulle condizioni patologiche in cui il livello di OZHSS è aumentato o diminuito.

Aumenta la capacità di associazione complessiva:

  1. IDA (anemia sideropenica);
  2. Pillole ormonali anticoncezionali;
  3. Danno agli epatociti (cellule epatiche) nelle malattie infiammatorie acute (epatite) e cirrosi;
  4. Carico eccessivo del corpo con ferro (dieta, ferroterapia a lungo);
  5. Trasfusioni di sangue frequenti;
  6. emocromatosi;
  7. Gravidanza (nelle fasi successive, più vicino al parto);
  8. Infanzia.

Un indicatore OZHSS ridotto si nota nei casi:

  • Ridotta concentrazione di proteine ​​totali, che è spesso il risultato di diete da fame, neoplasie maligne, sindrome nefrosica;
  • Influenza cronica di una sorta di agente infettivo, costantemente "vivente" nel corpo;
  • Emosiderosi a seguito di numerose trasfusioni di sangue;
  • Condizioni di carenza di ferro.

Il coefficiente di saturazione della transferrina con ferro dipende dalla concentrazione di Fe nel corpo: se c'è un eccesso di ferro, l'indicatore OZHSS sarà aumentato sia in termini numerici che percentuali. Ciò si verifica in condizioni patologiche che comportano un aumento della degradazione degli eritrociti e un aumento dell'emolisi o con avvelenamento da ferro, se il trattamento con preparati di Fe è eccessivamente attivo.

Transferrina nel sangue - la norma e le deviazioni

Panoramica dello studio

Questo test nella pratica medica viene spesso utilizzato per la diagnosi completa dell'anemia sideropenica. Per stabilire una diagnosi accurata e la scelta delle tattiche di trattamento, il medico deve conoscere non solo la concentrazione di trasferrina, ma anche il suo indice di saturazione (normalmente è di circa il 30%). Un esame del sangue per la transferrina determina sia il livello di proteine ​​che la capacità di legare il ferro nel siero del sangue. Indica quanta proteina è in grado di legare al ferro. Sulla base di questo indicatore, viene calcolato il coefficiente di saturazione delle proteine ​​(in assenza di patologie, è 10-50).
La proteina si lega a un oligoelemento che si forma durante la rottura dei globuli rossi e uno che entra nel corpo insieme al cibo. Il ferro è parte integrante dell'emoglobina e delle proteine ​​muscolari. È necessario per il normale funzionamento del corpo. Il contenuto totale di questo oligoelemento nel corpo è di 4-5 grammi. Circa lo 0,1% di tutti gli oligoelementi circola nel flusso sanguigno.

Se il livello di ferro è inferiore al normale, la concentrazione di transferrina aumenta. Per questo motivo, la proteina può contattare l'elemento in traccia, anche se la sua concentrazione nel sangue è molto bassa. Il livello di proteine ​​è anche influenzato dalla dieta, dallo stato del fegato, dal lavoro del tratto digestivo. Con una funzionalità epatica compromessa, perde la sua capacità di produrre una quantità sufficiente di proteine ​​e il suo livello diminuisce. La sua sintesi sarà anche al di sotto del normale se una persona consuma una quantità insufficiente di cibo proteico e in alcuni altri casi.

Indicazioni per lo studio:

  • condizioni anemiche;
  • sintomi di emocromatosi (debolezza, dolore alle articolazioni, compromissione della funzione cardiaca, ecc.);
  • infezioni diagnosticate o lesioni parassitarie;
  • sospetta malattia epatica cronica;
  • identificazione delle deviazioni nell'UCK;
  • presenza di neoplasie nel corpo.

Caratteristiche di preparazione

Il sangue deve essere prelevato a stomaco vuoto dopo 12-14 ore di digiuno. Durante questo periodo, puoi bere solo acqua normale, altre bevande dovrebbero essere escluse. Se il paziente assume farmaci che contengono ferro, la loro assunzione viene interrotta 2 giorni prima dello studio, ma solo previo accordo con il medico. Per mezz'ora prima di donare il sangue non puoi fumare. Immediatamente dopo aver assunto il biomateriale, puoi tornare al tuo solito stile di vita.

Interpretazione dei risultati

La valutazione dei risultati del test viene eseguita da un medico, il loro uso per l'autodiagnosi è inaccettabile. Quando si interpretano i risultati, viene preso in considerazione il fatto che la quantità di proteine ​​è determinata dallo stato del fegato. Con carenza di ferro, i livelli di proteine ​​sono elevati. Nell'interpretare i risultati ottenuti, il genere del paziente è obbligatorio. I valori di riferimento sono più alti per le donne che per gli uomini. Durante la gravidanza, i tassi possono aumentare in modo significativo in assenza di cambiamenti patologici nel corpo. La diminuzione della sintesi proteica epatica con l'età è dovuta a processi fisiologici.

La carenza di proteine ​​può verificarsi nei seguenti casi:

  • in presenza di cirrosi epatica;
  • con frequenti malattie infiammatorie e infettive;
  • in pazienti con emocromatosi;
  • con assunzione incontrollata di contraccettivi ormonali;
  • in pazienti con neoplasie maligne.

Le proteine ​​eccessive possono indicare anemia..

transferrina

Puoi aggiungere altri test all'ordine entro 7 giorni

La transferrina è una delle proteine ​​del sangue la cui funzione principale è quella di legare il ferro e trasportarlo in tutto il corpo. È prodotto nel fegato. Il livello di transferrina nel sangue varia in base alle esigenze del corpo di ferro e depositi di ferro nei tessuti.

La maggior parte del ferro che viene fornito con il cibo viene utilizzato per produrre emoglobina, una proteina presente nei globuli rossi che trasporta ossigeno ai tessuti e alle cellule. Il ferro rimanente viene immagazzinato sotto forma di ferritina e solo una piccola parte di essa è presente nel sangue.

Il contenuto di transferrina nel sangue diminuisce con reazioni infiammatorie. Il grado di saturazione della transferrina con ferro è un indicatore estremamente sensibile nelle condizioni di carenza di ferro e questo parametro fornisce anche una prognosi convincente di controllo del sovraccarico di ferro durante il trattamento dell'anemia, in particolare nei pazienti con malattie epatiche croniche. Una diminuzione del livello di ferro nel sangue e un aumento simultaneo della transferrina indicano anemia sideropenica, mentre un calo dei livelli proteici può essere dovuto a problemi al fegato, ai reni, all'intestino o alla malnutrizione.

Con l'emocromatosi ereditaria, si osserva generalmente sia un aumento del livello generale di ferro che un elevato grado di saturazione della transferrina (oltre il 60%). L'emocromatosi è una malattia genetica in cui la concentrazione di ferro nel corpo supera la norma, indipendentemente dalla dieta e dalla dieta. È pericoloso principalmente a causa dell'accumulo di composti di ferro tossici nei tessuti. In questo caso, i pazienti possono provare dolore all'addome e alle articolazioni, debolezza, affaticamento, anomalie cardiache.

In quali casi viene solitamente prescritto uno studio?

  • se si sospetta emocromatosi ereditaria o sovraccarico di ferro;
  • con sintomi di carenza di ferro;
  • monitorare i pazienti durante il trattamento dell'anemia;
  • con anomalie in termini di analisi del sangue generale.

Cosa è esattamente determinato nel processo di analisi?

La concentrazione di transferrina nel siero del sangue del paziente viene misurata usando il metodo immunoturbidimetrico..

Cosa significano i risultati del test??

La conta ematica della transferrina viene generalmente valutata insieme ad altri indicatori del metabolismo del ferro. Normalmente, il livello di transferrina va da 2 a 3,6 g / l, mentre nelle donne è superiore del 10% e durante la gravidanza, specialmente nell'ultimo trimestre, può aumentare del 50%. L'anemia sideropenica può essere un'altra causa di aumento della transferrina nel sangue, di solito in combinazione con un calo dei livelli di ferro..

Ragioni per livelli inferiori di transferrina:

  • carenza di proteine ​​nel corpo, anche a causa di malnutrizione o malassorbimento;
  • malattie autoimmuni sistemiche;
  • malattie croniche del fegato, dei reni, dell'intestino;
  • emocromatosi ereditaria;
  • talassemia - una malattia genetica in cui cambia la struttura dell'emoglobina;
  • abuso di ferro.

Date del test.

In genere, il giorno dopo un esame del sangue è possibile ottenere un risultato del test..

Come prepararsi per l'analisi?

Dovrebbero essere seguite le regole generali per prepararsi a prelevare il sangue da una vena. Informazioni dettagliate sono disponibili nella sezione corrispondente dell'articolo..

transferrina

Transferrina - una proteina del sangue la cui funzione è il trasporto del ferro.

Trasportatore di ferro, siderofilina.

Sinonimi inglese

Siderofilina, transferrina, TF.

G / l (grammi per litro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi allo studio?

  • Non mangiare per 8 ore prima di dare il sangue, puoi bere acqua liscia pulita.
  • Interrompere l'assunzione di farmaci contenenti ferro 72 ore prima dell'analisi.
  • Elimina lo stress fisico ed emotivo per 30 minuti prima di donare il sangue.
  • Non fumare 30 minuti prima dell'analisi..

Panoramica dello studio

Transferrin - il principale vettore proteico del ferro nel plasma sanguigno. Si forma nel fegato da aminoacidi che vengono assorbiti dal cibo durante la digestione. La transferrina si lega al ferro, che viene fornito con il cibo o nella distruzione dei globuli rossi, e lo trasferisce agli organi e ai tessuti (al fegato, alla milza). Transferrin è in grado di attaccare più ferro di quanto pesa da solo.

Il ferro è un importante oligoelemento nel corpo. Fa parte dell'emoglobina, una proteina che riempie i globuli rossi e consente loro di trasportare ossigeno dai polmoni agli organi e ai tessuti. Anche il ferro fa parte della mioglobina proteica muscolare.

Normalmente, il corpo contiene 4-5 g di ferro, circa 3-4 mg (0,1% del totale) circola nel sangue insieme alla transferrina. Di norma, 1/3 dei centri di legame della transferrina sono riempiti di ferro, i restanti 2/3 rimangono in riserva. Il grado di "occupazione" della transferrina con il ferro si riflette in indicatori quali la capacità totale di legame del siero di ferro, la capacità latente di legame del ferro di siero e la percentuale di saturazione della transferrina.

Con carenza di ferro, i livelli di transferrina aumentano in modo che possa raggiungere anche una piccola quantità di ferro nel siero.

La quantità di transferrina nel sangue dipende anche dallo stato del fegato, dalla nutrizione umana e dalla funzione intestinale. Se la funzionalità epatica è compromessa a causa di un significativo aumento del tessuto cicatriziale (cirrosi), il livello di transferrina diminuisce. Con la mancanza di cibo proteico nella dieta o il malassorbimento di aminoacidi a causa dell'infiammazione dell'intestino, anche la transferrina non si forma in quantità sufficienti.

A cosa serve lo studio??

  • Al fine di valutare in dettaglio il metabolismo del ferro (insieme al test per il siero di ferro e la capacità totale - a volte latente - di legare il ferro del siero - una combinazione di queste analisi consente di calcolare la percentuale di saturazione della transferrina con il ferro, cioè determinare la quantità di ferro che trasporta il sangue). Questo indicatore caratterizza più accuratamente il metabolismo del ferro..
  • Per valutare i depositi di ferro nel corpo.
  • Per determinare se l'anemia è causata da carenza di ferro o altre cause, come una malattia cronica o carenza di vitamina B.12. Con carenza di ferro, il suo livello nel siero diminuisce, ma aumenta il livello di transferrina.
  • Per valutare la funzionalità epatica.

Quando è programmato uno studio?

  • Se ci sono deviazioni nell'analisi del sangue generale, analisi per emoglobina, ematocrito, numero di globuli rossi.
  • Se sospetti carenza di ferro o ferro in eccesso nel corpo.
  • Se si sospetta un sovraccarico di ferro (emocromatosi). Sintomi di emocromatosi: dolore articolare e addominale, debolezza, affaticamento, riduzione del desiderio sessuale, disturbi del ritmo cardiaco.
  • Se sospetti una malattia epatica cronica o un cambiamento nell'assorbimento intestinale.

Cosa significano i risultati??

Valori di riferimento: 2 - 3,6 g / l.

L'interpretazione dei risultati viene generalmente effettuata tenendo conto degli indicatori rimanenti che riflettono il metabolismo del ferro.

Ragioni per l'aumento dei livelli di transferrina

  • Anemia da carenza di ferro. Di solito è causato da perdita di sangue cronica o consumo inadeguato di prodotti a base di carne..
  • Terzo trimestre di gravidanza. Una diminuzione del ferro e un aumento della transferrina in questo caso è normale.

Ragioni per livelli più bassi di transferrina

  • Malattie croniche: lupus eritematoso sistemico, artrite reumatoide, tubercolosi, endocardite batterica, morbo di Crohn, ecc..
  • Carenza di proteine ​​nel corpo associata a malassorbimento nell'intestino, malattia epatica cronica, ustioni.
  • Malattia infiammatoria cronica intestinale.
  • Malnutrizione.
  • Emocromatosi ereditaria. In questa malattia, una maggiore quantità di ferro viene assorbita dal cibo, che si deposita in vari organi, causando loro danni..
  • La talassemia è una malattia ereditaria che porta all'anemia in cui la struttura dell'emoglobina viene modificata.
  • Malattia epatica acuta.
  • Cirrosi epatica.
  • Glomerulonefrite - infiammazione del tessuto renale.
  • Somministrazione inadeguata di preparati di ferro (aumento del dosaggio).
  • Carenza congenita di transferrina.

Cosa può influenzare il risultato?

  • Estrogeni, contraccettivi orali aumentano i livelli di transferrina.
  • ACTH, corticosteroidi, testosterone possono ridurre la transferrina.
  • L'emolisi sierica invalida i risultati.

I livelli di ferritina scendono con una mancanza di ferro, ma rimangono normali se sono accompagnati da infiammazione. Pertanto, per la diagnosi della carenza di ferro in queste situazioni, è possibile utilizzare l'appuntamento combinato di test per ferritina e transferrina..

Chi prescrive lo studio?

Medico generico, medico generico, ematologo, gastroenterologo, reumatologo, nefrologo, chirurgo.