Ormone stimolante la tiroide nelle donne, analisi del TSH, norma e deviazioni nella tabella


Un esame del sangue per il contenuto dell'ormone stimolante la tiroide (TSH, TSH) è uno studio di laboratorio che viene prescritto per valutare il funzionamento del sistema neuroendocrino che regola quasi tutto il lavoro del corpo, inclusi crescita, sviluppo, metabolismo, riproduzione, bilancio idrico ed elettrolitico. La deviazione dell'indicatore nella tabella con l'interpretazione dell'analisi in misura maggiore o minore dalla norma dice molto allo specialista. È particolarmente importante determinare il livello di TSH nella composizione del sangue delle donne.

Cos'è l'ormone stimolante la tiroide?

L'ormone tireotropico (tireotropina, tireotropina, TSH, TSH) viene prodotto nella ghiandola pituitaria anteriore - (una piccola ghiandola endocrina situata sotto la corteccia cerebrale) e controlla la ghiandola tiroidea.

La tireotropina stimola i processi di biosintesi e l'attivazione di importanti ormoni - triiodotironina (T3) e tiroxina (T4), che si verificano nei follicoli epiteliali della ghiandola tiroidea.

La triiodotironina e la tiroxina sono ormoni tiroidei contenenti iodio di grande importanza. Nel corpo umano, T3 e T4:

  • responsabile del suo sviluppo e crescita;
  • fornire bilancio energetico;
  • partecipare alla sintesi di proteine ​​e vitamina A;
  • contribuire al normale funzionamento del cuore, dei vasi sanguigni, del sistema nervoso centrale;
  • regolare la funzione motoria intestinale e il ciclo mestruale nelle donne;
  • fornire il sistema immunitario.

In effetti, tutti questi ormoni (TSH, T3, T4) sono strettamente correlati. Il TSH è responsabile della produzione di "tiroide" T3 e T4 e un eccesso della loro concentrazione nel corpo provoca una soppressione della sintesi dell'ormone stimolante la tiroide.

Il rilascio dell'ormone stimolante la tiroide è regolato dal sistema nervoso centrale e dalle cellule neurosecretorie dell'ipotalamo. Se il TSH nel corpo non si forma abbastanza, si verifica la proliferazione - la crescita del tessuto tiroideo. "Tiroide" aumenta di dimensioni, questa condizione si chiama gozzo. Un cambiamento nel contenuto dell'ormone stimolante la tiroide nel corpo indica disturbi ormonali.

Norma dell'ormone TSH nelle donne e negli uomini

L'analisi del contenuto dell'ormone stimolante la tiroide nel siero del sangue è uno studio di laboratorio che viene eseguito per valutare il funzionamento della ghiandola tiroidea, dell'ipotalamo e della ghiandola pituitaria. Gli indicatori di TSH corrispondenti alla norma nel corpo della donna sono il risultato di un'attività coordinata degli organi endocrini, quindi, se il livello di ormone è disturbato, può verificarsi un fallimento dei sistemi riproduttivo, cardiovascolare e di altri corpi.

Il TSH è molto sensibile ed è il primo a rispondere in caso di disfunzione tiroidea. Ciò significa che un cambiamento nell'indicatore dell'ormone stimolante la tiroide nel sangue si verifica prima, quando il contenuto degli ormoni tiroidei T3 e T4 è ancora normale. A questo proposito, si raccomanda un esame del sangue per TSH a scopo preventivo..

Lo studio è indicato per aritmia cardiaca, insonnia sistematica, gozzo, depressione, infertilità, disfunzione sessuale negli uomini, depressione. Questa analisi è prescritta per i bambini con ritardo nello sviluppo fisico, mentale e sessuale..

Analisi della norma TSH per la tabella di età

Il contenuto di ormone stimolante la tiroide nel corpo cambia durante la sua crescita e sviluppo. Con l'età, questo indicatore si stabilizza. Gli standard per donne e uomini di diverse fasce di età sono riportati nella tabella seguente..

Norma TTG per età
Periodo d'età, anniNorm, mIU / l
5-140.4 - 5.0
14 - 600.4 - 4.0
Oltre 600,5 - 8,0

Nel 95% degli adulti sani, il contenuto dell'ormone stimolante la tiroide nel siero del sangue è compreso tra 0,4 e 2,5 mIU / L. Gli indicatori che rientrano nell'intervallo 2,5-4,0 mIU / L dovrebbero essere considerati un avvertimento: ciò significa che una persona ha un rischio maggiore di sviluppare malattie della tiroide nei prossimi 20 anni. Tale paziente dovrebbe ripetere il test TSH dopo sei mesi..

Con l'età, è necessario monitorare attentamente il livello degli ormoni, poiché le donne dopo i 50 anni aumentano la probabilità di disfunzione tiroidea, specialmente con ereditarietà avversa o in presenza di malattie autoimmuni come il diabete mellito o l'artrite reumatoide.

È importante sapere che il contenuto di ormone stimolante la tiroide nel sangue presenta significative fluttuazioni quotidiane.

Per ottenere un quadro clinico accurato, l'analisi del TSH dovrebbe essere presa al mattino a determinate ore a stomaco vuoto. Il giorno prima dovresti smettere di fumare, bere alcolici, mangiare cibo in abbondanza e devi anche evitare il sovraccarico fisico ed emotivo.

Aumento dell'ormone TSH: cosa significa

Solo il medico può decifrare i risultati dell'analisi, condurre ulteriori ricerche e fare una diagnosi accurata. Tuttavia, proviamo a capire cosa possono dire le deviazioni dell'indicatore TSH nell'analisi dalla norma..

Sintomi di tireotropina elevata

Un indicatore aumentato di TSH nel sangue di una persona si manifesta con i seguenti segni e sintomi esterni:

  1. irritabilità;
  2. ansia;
  3. difficoltà a dormire;
  4. abbassamento della temperatura corporea;
  5. stanchezza e debolezza;
  6. pallore della pelle;
  7. diminuzione dell'acuità visiva;
  8. deterioramento delle capacità mentali, concentrazione dell'attenzione;
  9. ingrossamento della ghiandola tiroidea;
  10. tremore.

Cause e conseguenze di TSH elevato nelle donne

Quindi, se i test mostrano che il livello di TSH è elevato, ciò può indicare le seguenti malattie:

  • interruzione del sistema nervoso centrale;
  • disfunzione surrenalica;
  • tumore nella ghiandola pituitaria;
  • tiroidite autoimmune (gozzo di Hashimoto);
  • ipotiroidismo di varie eziologie (mancanza di ormoni tiroidei);
  • sindrome da secrezione di TSH non regolamentata;
  • sindrome da resistenza dell'ormone tiroideo;
  • preeclampsia (tossicosi grave nella tarda gravidanza).

Altre patologie possono essere identificate. È anche possibile che il paziente stia assumendo farmaci che potrebbero influenzare il livello di TSH (in particolare, levodopa, dopamina, ormoni steroidei e tiroidei, aspirina), ha subito uno stress grave o un intenso sforzo fisico.

Una donna che è stata sottoposta a test per TSH potrebbe non aver saputo della sua gravidanza e nelle donne in gravidanza, come sapete, una deviazione nell'indicatore di questo ormone è considerata un evento comune. Inoltre, dopo la colecistectomia (intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea) e dopo l'emodialisi, i livelli di TSH aumentano. In ogni caso, è necessario consultare un endocrinologo qualificato che identificherà le vere cause di un aumento del livello di TSH.

Il TSH nelle donne è ridotto: cosa significa

Un endocrinologo esperto può suggerire una diminuzione del TSH nel paziente se manifesta letargia, sonnolenza, mal di testa, lamentele di uno stato depressivo accompagnato da rotture nervose.

Una persona ha un aumento della temperatura corporea e della pressione sanguigna, un aumento della frequenza cardiaca, inizia una forte sudorazione, specialmente durante il sonno. Sono osservati compromissione della memoria, gonfiore, perdita di peso totale, comparsa di tremori nelle braccia e nelle gambe, per le donne la comparsa di malfunzionamenti nel ciclo mestruale è caratteristica.

Una diminuzione del livello di TSH nel sangue può indicare possibili patologie:

  • neoplasia nella "ghiandola tiroidea";
  • ridotta funzione pituitaria;
  • morte di cellule pituitarie nelle donne dopo il parto;
  • un eccesso di ormoni con assunzione incontrollata di farmaci ormonali;
  • Malattia di Plummer;
  • gozzo tossico;
  • lesione ipofisaria;
  • neoplasia nella ghiandola pituitaria;
  • malattia mentale.

Inoltre, un TSH basso può essere causato da fame o una dieta ipocalorica, stress grave.

Tuttavia, a volte un livello ridotto di TSH o i suoi valori aumentati indicano solo che il paziente non ha seguito tutte le istruzioni del medico in preparazione dell'analisi del sangue.

Preparazione, prelievo di sangue e analisi del TSH

Affinché un esame del sangue per gli ormoni mostri risultati affidabili, è necessario prepararsi correttamente.

La sintesi di TSH dipende dall'ora del giorno. La maggior quantità di ormone stimolante la tiroide viene prodotta di notte - alle 2-4 del mattino e praticamente non cambia fino al mattino. Quindi, durante il giorno, la concentrazione di TSH nel sangue diminuisce e entro la sera alle 17-19 h raggiunge il livello più basso possibile. Questo è il motivo per cui si raccomanda di effettuare un prelievo di sangue per la ricerca al mattino dalle 6 alle 8 ore.

Un campione di sangue viene prelevato a stomaco vuoto per l'analisi. Deve passare almeno 8 e non più di 12 ore dopo l'ultimo pasto. Un digiuno più lungo, qualsiasi bevanda diversa dall'acqua, così come la gomma da masticare può distorcere i risultati dello studio.

Per diversi giorni prima di somministrare il sangue per l'analisi, si dovrebbe evitare di bere alcolici e mangiare troppo. Smetti di fumare il giorno dello studio..

Il livello dell'ormone tiroideo nel siero del sangue dipende direttamente dallo stato psicoemotivo di una persona.

Ecco perché, 1-2 giorni prima della procedura, non dovresti esporti a un intenso sforzo fisico e, se possibile, evitare situazioni stressanti. Per il sesso più equo, lo studio viene condotto indipendentemente dal giorno del ciclo mestruale.

Pochi giorni prima dell'esame, è necessario rifiutare di assumere aspirina, steroidi e ormoni tiroidei. Nel caso in cui una persona assuma costantemente farmaci e il corso del trattamento non possa essere interrotto, è necessario indicarlo nella direzione per la corretta interpretazione dei risultati dell'analisi.

Nei pazienti che assumono regolarmente tiroxina, devono trascorrere almeno 4 ore tra l'assunzione della pillola e l'assunzione di sangue.

Prima di iniziare la procedura, il paziente deve sedersi in silenzio (è meglio sdraiarsi) per mezz'ora e rilassarsi. Il prelievo di sangue può essere eseguito con qualsiasi mano. Il sito di campionamento è spesso la vena ulnare. Il sangue viene raccolto in una provetta da 5 ml e inviato al laboratorio.

I risultati di un esame del sangue vengono emessi su una carta intestata di laboratorio sotto forma di una tabella con il nome degli indicatori, la loro interpretazione, che indica la norma e i valori effettivi ottenuti durante l'analisi.

Quando sono necessari studi ripetuti per tracciare le dinamiche dell'ormone tiroideo, la donazione di sangue deve essere rigorosamente allo stesso tempo e sempre nello stesso laboratorio.

Diversi laboratori possono utilizzare metodi diversi per determinare la concentrazione di tireotropina nel siero del sangue (RIA, ELISA o IHLA) e diversi dispositivi di calibrazione, pertanto i risultati dei loro studi possono presentare alcune differenze.

La corretta preparazione e conduzione dello studio è il garante di ottenere risultati affidabili necessari per la diagnosi della patologia esistente.

Norma durante la gravidanza

Nella fase di pianificazione della gravidanza, il contenuto di ormone stimolante la tiroide nel corpo di una donna, la norma TSH è un fattore molto importante, poiché un aumento dell'ormone stimolante la tiroide superiore a 2,5 mIU / litro minimizza la possibilità di concepimento. Per questo motivo, con infertilità e aborti frequenti, è necessario condurre un'analisi per determinare la concentrazione di TSH.

Per un massimo di 15 settimane, tutto il fabbisogno fetale di ormoni tiroidei è fornito dal corpo della madre. La mancanza di ormoni tiroidei durante questo periodo può influire negativamente sullo sviluppo del futuro bambino. Pertanto, per le donne a rischio per lo stato della ghiandola tiroidea, è molto importante determinare la sua funzione prima della gravidanza o nelle fasi iniziali.

Una ragione naturale per un aumento del TSH nel primo trimestre è un aumento dei livelli di estrogeni nel sangue, che provoca una diminuzione del T4 libero e un aumento compensativo del TSH.

Durante il portamento del feto, nel corpo di una donna viene prodotto un ormone specifico: la gonadotropina corionica (hCG). Spesso si chiama "l'ormone delle donne in gravidanza". La gonadotropina ha un effetto stimolante sulla formazione di tiroxina e triiodotironina, che porta naturalmente a una diminuzione del TSH nel sangue di una donna.

Variazione del TSH nelle donne durante la gravidanza
Trimestri di gravidanzaNorm, mIU / l
1 °0,1 - 2,5
2 °0,3 - 2,8
3 °0.4 - 3.5

Se durante il secondo e terzo trimestre il livello di TSH sale al di sopra della norma (con una diminuzione simultanea del livello di T4 e T3), ciò può indicare lo sviluppo di ipotiroidismo.

Nel periodo postpartum, è anche necessario monitorare la norma TSH, T3 e T4 per escludere la tiroidite postpartum, la cui manifestazione è simile ai sintomi di depressione post-partum, affaticamento e mancanza di sonno.

La tiroidite postpartum è osservata nel 3-5% delle donne ed è il risultato di un malfunzionamento del sistema immunitario e dell'insorgenza di un processo infiammatorio nella "ghiandola tiroidea". Tuttavia, è probabile che entro 10-12 mesi dalla nascita, il lavoro del sistema endocrino e immunitario tornerà alla normalità..

Variazione del TSH nelle donne in menopausa

Dopo 50 anni nel corpo della donna inizia un periodo di adattamento ormonale, che dura da 2 a 3 anni. Lo stato della ghiandola tiroidea cambia in modo significativo durante la menopausa, che colpisce anche il TSH, T4 e T3.

All'inizio dei cambiamenti della menopausa, l'attività della "tiroide" aumenta in modo significativo, aumenta di dimensioni e sintetizza troppi ormoni. In questo caso, c'è una significativa riduzione del TSH. I sintomi che compaiono all'inizio della menopausa e indicano ipertiroidismo sono lacrime, irritabilità, palpitazioni e aumento dell'ansia.

Successivamente, nel periodo postmenopausale, l'attività della ghiandola tiroidea inizia a diminuire. Ciò è accompagnato da una diminuzione delle dimensioni della ghiandola tiroidea, una diminuzione della produzione di tiroxina e triiodotironina, nonché da un aumento del livello di ormone stimolante la tiroide nel sangue. Una donna si lamenta di sonnolenza, debolezza, freddo, è possibile un rapido aumento di peso, la comparsa di evidenti segni dell'invecchiamento.

Ecco perché è importante sin dall'inizio della menopausa monitorare e regolare il livello di ormoni nel sangue di una donna. Per fare questo, è necessario contattare un endocrinologo che può identificare anomalie pericolose, fare una diagnosi accurata e, se necessario, prescrivere prontamente il trattamento.

Alle donne di età superiore ai 50 anni viene consigliato di condurre uno studio una volta all'anno..

Lo squilibrio degli ormoni può provocare molte malattie che possono compromettere seriamente la qualità della vita di una persona di età diverse. Pertanto, è necessario controllare il contenuto dell'ormone stimolante la tiroide nella composizione del sangue non solo quando compaiono sintomi allarmanti, ma anche a scopi profilattici al fine di evitare gravi conseguenze.

L'autore dell'articolo: Sergey Vladimirovich, un sostenitore del biohacking razionale e un oppositore delle diete moderne e della rapida perdita di peso. Ti dirò come un uomo di età superiore ai 50 anni per rimanere alla moda, bello e sano, come sentirsi 30 all'età di cinquant'anni. Maggiori informazioni sull'autore.

Test dell'ormone tiroideo: trascrizione

Il test dell'ormone tiroideo è uno dei test di laboratorio più importanti e spesso prescritti. La ghiandola tiroidea è un organo del sistema endocrino umano. Le sue cellule producono ormoni che prendono parte alla regolazione dei processi di mantenimento dell'ambiente interno del corpo (omeostasi). Secondo l'OMS, circa il 3% della popolazione mondiale soffre di malattie della ghiandola tiroidea e, secondo diversi autori, si notano violazioni delle sue funzioni nel 15-40% delle persone.

Ormoni tiroidei

Uno studio sugli ormoni tiroidei di solito include la determinazione dei seguenti indicatori:

  • tiroxina (T4, tetraiodotironina);
  • triiodotironone (T3);
  • ormone stimolante la tiroide (TSH);
  • anticorpi anti-tio-ossidasi (At-TPO);
  • anticorpi anti-tireoglobulina (At-TG, antiTG);
  • anticorpi del recettore ormonale stimolante la tiroide (At-rTTG).

La calcitonina è un altro ormone tiroideo le cui funzioni non sono ancora state completamente comprese..

I principali ormoni tiroidei sono tiroxina e triiodotironina. Gli indicatori rimanenti non si riferiscono ad essi per essenza fisiologica, ma sono inclusi nell'analisi del sangue per gli ormoni tiroidei, poiché svolgono un ruolo importante nella valutazione delle funzioni e delle condizioni del sistema endocrino.

Gli indicatori determinati durante l'analisi e i loro valori normali

Ormone stimolante la tiroide

L'ormone stimolante la tiroide è secreto dalle cellule della ghiandola pituitaria - una piccola ghiandola situata nello spessore della sostanza cerebrale. La funzione dell'ormone stimolante la tiroide è di regolare l'attività secretoria della ghiandola tiroidea, cioè la produzione di ormoni tiroidei da parte delle sue cellule. I limiti normali di questo ormone dipendono dall'età della paziente, dalle donne in gravidanza e dal trimestre di gravidanza.

Norma TSH a seconda dell'età

Livello TTG, miele / l

Da 6 mesi a 14 anni

Da 14 a 19 anni

Valori limite del livello di TSH nelle donne in gravidanza:

  • I trimestre - da 0,1 a 2,5 mU / L;
  • II trimestre - da 0,2 a 3 mU / l;
  • III trimestre - da 0,3 a 3 mU / l.

Un aumento del livello di TSH nel sangue si osserva nei seguenti casi:

  • ipotiroidismo primario di varia origine (ipoplasia o rimozione chirurgica della ghiandola tiroidea, carenza di iodio, sintesi ereditaria alterata degli ormoni tiroidei, tiroidite autoimmune);
  • alcuni tumori al seno o ai polmoni;
  • adenoma ipofisario;
  • resistenza dei tessuti agli ormoni tiroidei;
  • malattie somatiche difficili nella fase di recupero;
  • cancro alla tiroide.

Le cause di bassi livelli di TSH nel sangue possono essere:

  • ipertiroidismo primario per vari motivi (gozzo tossico diffuso, gozzo nodulare tossico, adenoma tossico);
  • ipertiroidismo transitorio;
  • una dose eccessiva di preparati di tiroxina;
  • ipertiroidismo delle donne in gravidanza;
  • fame;
  • fatica;
  • danno ipofisario e tumore;
  • insufficienza ipotalamo-ipofisaria;
  • Itsenko - Sindrome di Cushing.

Una varietà di fattori ambientali porta a danni alle cellule tiroidee e funzionalità compromessa. I bioregolatori del peptide possono aiutare a riparare le cellule danneggiate. In Russia, la prima marca di bioregolatori del peptide sono le citamine - una linea di 16 farmaci destinati a diversi organi. Per migliorare la funzione tiroidea, è stato sviluppato un bioregolatore del peptide, la tiramina. I componenti della tiramina, ottenuti dalle ghiandole tiroidee dei bovini, sono un complesso di proteine ​​e nucleoproteine ​​che hanno un effetto selettivo sulle cellule tiroidee, che aiuta a ripristinarne la funzione. L'uso della tiramina è raccomandato nei casi di compromissione della funzionalità tiroidea, ipo e iperfunzione e processi tumorali nel tessuto ghiandolare. Come profilassi, Tiramine è consigliabile utilizzare per le persone che vivono in aree endemiche per malattie della tiroide. La tiramina è raccomandata anche agli anziani e alle persone anziane per mantenere la funzione tiroidea..

Nel determinare il T totale3 IT4 tenere conto sia del vincolo che della loro forma libera. Attualmente, viene data preferenza alla determinazione del livello di tiroxina libera e triiodotironina, poiché ha un valore diagnostico significativamente maggiore.

Anticorpi per perossidasi tiroidea

Gli anticorpi anti-troperossidasi sono speciali immunoglobuline che distruggono l'enzima contenuto nelle cellule tiroidee e sono responsabili della transizione delle molecole di iodio nella forma attiva necessaria per la sintesi degli ormoni tiroidei. Sono marcatori specifici di danno autoimmune alla ghiandola tiroidea. Normalmente, il loro contenuto di sangue è compreso tra 0 e 34 UI / ml. Un livello elevato di At-TPO è osservato nei seguenti casi:

  • tiroidite autoimmune (morbo di Hashimoto);
  • cancro alla tiroide;
  • diabete e alcune malattie sistemiche del tessuto connettivo (vasculite sistemica, reumatismi, lupus eritematoso sistemico).

L'identificazione di livelli elevati di At-TPO nelle donne in gravidanza indica un alto rischio di sviluppare ipotiroidismo nel bambino (congenito o sviluppo immediatamente dopo la nascita).

In alcuni casi, più spesso nelle donne di mezza età e di mezza età, si osservano livelli elevati di At-TPO nelle persone che non hanno alcuna malattia..

Tiroxina e triiodotironina

I principali ormoni tiroidei, come menzionato sopra, sono la triiodotironina (T3) e tiroxina (T4) Entrando nel sangue, si legano molto rapidamente alle proteine ​​e passano in una forma inattiva. Dopo che questo complesso raggiunge l'organo bersaglio, si rompe e gli ormoni diventano di nuovo attivi (liberi).

Nel determinare il T totale3 IT4 tenere conto sia del vincolo che della loro forma libera. Attualmente, viene data preferenza alla determinazione del livello di tiroxina libera e triiodotironina, poiché ha un valore diagnostico significativamente maggiore.

Valori normali di T libero4 giacciono nell'intervallo dalle 9 alle 19 pmol / l e T libero3 - 2,62 - 5,69 pmol / L.

Si osserva un aumento del livello di triiodotironina con ipertiroidismo, tireotossicosi, gravidanza, malattie del fegato.

Solo l'endocrinologo può interpretare correttamente i risultati di uno studio di laboratorio sugli ormoni tiroidei.

Cause di bassa T3 possono diventare ipotiroidismo, tiroidite, digiuno prolungato.

Un aumento del livello di tiroxina si verifica in pazienti con tiroidite subacuta. Altre cause di questa condizione possono essere un eccesso di iodio nel corpo, la gravidanza e alcuni tipi di tumori maligni..

Ipotiroidismo e digiuno prolungato portano ad una diminuzione della concentrazione di T4 nel sangue.

Anticorpi anti-tireoglobulina

La tireoglobulina è una proteina speciale che è un precursore degli ormoni tiroidei. Normalmente, non entra nel flusso sanguigno. In alcune malattie della tiroide (morbo di Hashimoto, gozzo tossico diffuso), la tireoglobudina entra nel flusso sanguigno, causando la formazione di anticorpi ad esso. Normalmente, il contenuto di questi anticorpi nel sangue non deve superare 115 UI / ml.

Anticorpi recettori ormonali stimolanti la tiroide

Sulle membrane delle cellule tiroidee (cellule tiroidee) ci sono strutture speciali che possono legarsi all'ormone stimolante la tiroide della ghiandola pituitaria. Si chiamano recettori del TSH. Un aumento del livello di anticorpi nei loro confronti si osserva in pazienti affetti da malattia di Graves (gozzo tossico diffuso), malattia di Hashimoto (tiroidite autoimmune).

Indicazioni per l'analisi degli ormoni tiroidei?

Le principali indicazioni per la prescrizione di un'analisi per gli ormoni tiroidei sono le seguenti malattie e condizioni;

  • significativa perdita di capelli;
  • disturbi del sonno (difficoltà ad addormentarsi, insonnia, frequenti risvegli notturni);
  • ridotta capacità mentale, compromissione della memoria;
  • sospetto tumore ipofisario;
  • perdere peso o ingrassare senza motivo apparente;
  • un aumento delle dimensioni della ghiandola tiroidea e / o del suo dolore alla palpazione;
  • malattie del sistema cardiovascolare (ipertensione arteriosa, aritmia);
  • malattie epatiche non infettive;
  • irregolarità mestruali;
  • potenza ridotta;
  • infertilità maschile e femminile;
  • malattie autoimmuni sistemiche (dermatite, lupus eritematoso, reumatismi);
  • ritardato sviluppo psicomotorio nei bambini.

Secondo l'OMS, circa il 3% della popolazione mondiale soffre di malattie della ghiandola tiroidea e, secondo diversi autori, si notano disfunzioni delle sue funzioni nel 15-40% delle persone.

Inoltre, a volte è necessaria un'analisi degli ormoni tiroidei per valutare l'efficacia della terapia..

Regole per la presentazione di analisi

Affinché i risultati dello studio di laboratorio siano quanto più precisi e corretti possibile, è importante seguire le regole:

  • dare sangue al mattino a stomaco vuoto;
  • 24 ore prima del prelievo di sangue, è necessario smettere di fumare, bere alcolici e uno sforzo fisico significativo;
  • i farmaci ormonali vengono cancellati un mese prima dello studio;
  • 72 ore prima dell'analisi, è necessario interrompere l'assunzione di farmaci contenenti iodio.

Il paziente deve venire in laboratorio 20-30 minuti prima dell'orario stabilito e sedersi in silenzio nella hall. Solo dopo un così breve riposo, l'assistente di laboratorio inizia la procedura di prelievo di sangue dalla vena ulnare per l'analisi.

Decifrare l'analisi per gli ormoni tiroidei

Solo l'endocrinologo può interpretare correttamente i risultati delle ricerche di laboratorio sugli ormoni tiroidei. Allo stesso tempo, tiene conto di tutti gli indicatori, il grado di deviazione dalla norma e i segni clinici di una malattia che un paziente ha.

Cambiamenti di livello T.3, T4 e TSH e la sua relazione con la funzione tiroidea compromessa

Trascrizione di un esame del sangue per TSH, T3, T4

La ghiandola tiroidea influenza direttamente o indirettamente il funzionamento di tutti gli organi e sistemi del corpo. Pertanto, le sue patologie portano molto rapidamente alla comparsa di molte malattie. Un esame del sangue per gli ormoni tiroidei consente al medico di valutare il funzionamento della ghiandola tiroidea umana. Molto spesso, viene prescritto un esame del sangue per TSH, T3, T4.

Esame del sangue di TSH

L'ormone tiroideo stimolante (TSH) è il principale regolatore della funzione tiroidea. È prodotto da una piccola ghiandola (ghiandola pituitaria), che si trova sulla superficie inferiore del cervello. La funzione principale dell'ormone stimolante la tiroide è di mantenere una concentrazione costante di ormoni tiroidei triiodotironina (T3) e tiroxina (T4). Gli ormoni tiroidei sono responsabili della regolazione dei processi di formazione di energia nel corpo. Abbassando i livelli ematici, l'ipotalamo produce un ormone che stimola la sintesi di TSH da parte dell'ipofisi.

Le violazioni della ghiandola pituitaria causano una diminuzione o un aumento del livello dell'ormone stimolante la tiroide nel sangue. Nel caso di un aumento del suo contenuto, T3 e T4 in quantità anormali vengono rilasciati nel sangue, contribuendo allo sviluppo dell'ipertiroidismo. Con un basso contenuto di ormone stimolante la tiroide nel sangue, la produzione di ormoni tiroidei diminuisce, il che porta alla comparsa di ipotiroidismo.

Disturbi della produzione di TSH possono verificarsi a seguito di una malattia ipotalamica, in cui inizia a secernere una quantità ridotta o aumentata di regolatore della secrezione di TSH dalla ghiandola pituitaria (tiroliberina).

Indicazioni per l'analisi

Ci sono indicazioni per la nomina di un esame del sangue per TSH:

  • valutazione della ghiandola tiroidea;
  • diagnosticare l'infertilità femminile, monitorandone la terapia;
  • monitoraggio del trattamento delle patologie tiroidee;
  • diagnosi di disfunzione tiroidea nei neonati;
  • ingrandimento della tiroide;
  • sintomi di ipotiroidismo e ipertiroidismo;

norme

Le norme di TSH negli esami del sangue dipendono dall'età della persona. Diamo i valori di questo indicatore, μme / l:

  • bambini di età inferiore a due settimane - 0,7-11;
  • bambini sotto le dieci settimane - 0,6-10;
  • fino a 2 anni - 0,5–7;
  • 2-5 anni - 0,4-6;
  • bambini di età inferiore a 14 anni - 0,4-5;
  • oltre 14 anni - 0,3–4.

Tariffe aumentate

Secondo la decodifica di un esame del sangue per TSH, si verifica un aumento di questo indicatore con tali malattie e condizioni:

  • ipotiroidismo primario o secondario;
  • Tiroidite di Hashimoto;
  • tumori ipofisari - adenoma basofilo, tireotropinoma;
  • sindrome di produzione non regolamentata di TSH;
  • insufficienza surrenalica;
  • tumori polmonari che secernono la tireotropina;
  • la preeclampsia è una grave forma di nefropatia nelle donne in gravidanza;
  • malattia mentale;
  • avvelenamento da piombo;
  • prendendo alcuni farmaci, ad esempio Atenololo, Fenitoina, Metroprololo, Morfina, Prednisolone, Rifampicina, Metoclopramide.

Prestazioni ridotte

Una diminuzione al di sotto della norma TSH in un esame del sangue indica la possibilità di sviluppare le seguenti malattie:

  • gozzo tossico diffuso;
  • Morbo di Plummer (adenoma tireotossico);
  • Tireotossicosi indipendente dal TSH;
  • tiroidite autoimmune con segni di tireotossicosi;
  • ipertiroidismo delle donne in gravidanza;
  • cachessia - estremo esaurimento del corpo;
  • malattia mentale.

Durante la gravidanza

Durante la gravidanza, un esame del sangue con TSH può mostrare alcune anomalie. Quindi, prima della 12a settimana di gravidanza, la norma TSH è 0,35–2,5 μMU / ml, fino a 42 settimane - 0,35–3 μMU / ml. Una diminuzione del livello di questo indicatore si verifica con una singola gravidanza nel 20-30% delle donne, con una gravidanza multipla - nel 100% delle donne in gravidanza. Lievi deviazioni dalla norma del TSH nel sangue durante la gravidanza non rappresentano una minaccia per la salute di donne e bambini. Ma un aumento o una diminuzione significativa della concentrazione di questo ormone aumenta il rischio di patologie in gravidanza.

Spesso, è impossibile scoprire la causa esatta della disregolazione della tiroide solo determinando il livello di TSH nel sangue. Per questo, il livello degli ormoni triiodotironina (T3) e tiroxina (T4) viene solitamente determinato in aggiunta.

Ormone stimolante la tiroide (TSH)

L'ormone tiroideo stimolante (TSH) è il principale regolatore della funzione tiroidea, sintetizzato dalla ghiandola pituitaria - una piccola ghiandola situata sulla superficie inferiore del cervello. La sua funzione principale è quella di mantenere una concentrazione costante di ormoni tiroidei - ormoni tiroidei, che regolano i processi di formazione di energia nel corpo. Quando il loro contenuto di sangue diminuisce, l'ipotalamo rilascia un ormone che stimola la secrezione di TSH da parte dell'ipofisi..

Ormone stimolante la tiroide, tireotropina, TTU.

Sinonimi inglese

Ormone stimolante la tiroide (THS), tireotropina.

Intervallo di rilevamento: 0,005 - 1000 μMU / ml.

Μme / ml (unità micro-internazionale per millilitro).

Quale biomateriale può essere utilizzato per la ricerca?

Come prepararsi allo studio?

  • Non mangiare per 2-3 ore prima del test (puoi bere acqua naturale pulita).
  • Escludere l'uso di steroidi e ormoni tiroidei 48 ore prima dello studio (come concordato con il medico).
  • Elimina lo stress fisico ed emotivo 24 ore prima dello studio..
  • Non fumare per 3 ore prima dello studio.

Panoramica dello studio

L'ormone stimolante la tiroide (TSH) è prodotto dalla ghiandola pituitaria, una piccola ghiandola situata sulla superficie inferiore del cervello dietro la cavità del seno. Regola la produzione di ormoni tiroidei (tiroxina e triiodotironina) attraverso un "sistema di feedback" che consente di mantenere una concentrazione stabile di questi ormoni nel sangue. Con una diminuzione della concentrazione di ormoni tiroidei, aumenta la secrezione dell'ormone stimolante la tiroide e viene stimolata la loro produzione da parte della ghiandola tiroidea, e viceversa - con un aumento della concentrazione di tiroxina e triiodotironina, la secrezione dell'ormone stimolante la tiroide diminuisce. Gli ormoni tiroidei sono i principali regolatori del dispendio energetico nel corpo e mantenere la loro concentrazione al livello richiesto è estremamente importante per la normale attività di quasi tutti gli organi e sistemi.

La disfunzione ipofisaria può causare un aumento o una diminuzione del livello dell'ormone stimolante la tiroide. Con un aumento della sua concentrazione, gli ormoni tiroidei vengono rilasciati nel sangue in quantità anormali, causando ipertiroidismo. Con una diminuzione della concentrazione dell'ormone stimolante la tiroide, diminuisce anche la produzione di ormoni tiroidei e si sviluppano i sintomi dell'ipotiroidismo.

Le ragioni della violazione della produzione dell'ormone stimolante la tiroide possono essere le malattie dell'ipotalamo, che inizia a produrre quantità aumentate o diminuite di tiroliberina, un regolatore della secrezione di TSH da parte dell'ipofisi. Le malattie della ghiandola tiroidea, accompagnate da una secrezione alterata degli ormoni tiroidei, possono influenzare indirettamente (mediante meccanismo di feedback) la secrezione dell'ormone stimolante la tiroide, causando una diminuzione o un aumento della sua concentrazione nel sangue. Pertanto, lo studio del TSH è uno dei test ormonali più importanti..

A cosa serve lo studio??

  • Per determinare lo stato della ghiandola tiroidea, una valutazione indiretta della produzione di ormoni tiroidei.
  • Per il monitoraggio della terapia della patologia tiroidea.
  • Per la diagnosi della disfunzione tiroidea nei neonati.
  • Per la diagnosi di infertilità femminile e il monitoraggio del suo trattamento.

Quando è programmato uno studio?

  1. Con un aumento della ghiandola tiroidea, nonché con sintomi di iper- e ipotiroidismo.
    • Sintomi di ipertiroidismo:
      • cardiopalmus,
      • ansia aumentata,
      • perdita di peso,
      • insonnia,
      • stringere la mano,
      • debolezza, stanchezza,
      • diarrea,
      • intolleranza alla luce intensa,
      • riduzione dell'acuità visiva,
      • gonfiore intorno agli occhi, secchezza, iperemia, rigonfiamento.
    • Sintomi di ipotiroidismo:
      • pelle secca,
      • stipsi,
      • intolleranza al freddo,
      • rigonfiamento,
      • la perdita di capelli,
      • debolezza, stanchezza,
      • irregolarità mestruali nelle donne.
  • A intervalli regolari, è possibile assegnare un'analisi per monitorare l'efficacia della terapia per la malattia della tiroide. I livelli di TSH sono spesso valutati nei neonati a rischio di patologia tiroidea..

Cosa significano i risultati??

Valori di riferimento (norma TSH):

EtàValori di riferimento
20 anni0,3 - 4,2 μIU / ml

Ragioni per aumentare la concentrazione dell'ormone stimolante la tiroide:

  • ipotiroidismo (primario e secondario),
  • tumore ipofisario (tireotropinoma, adenoma basofilo),
  • tiroidite Hashimoto,
  • Sindrome da secrezione non regolata di TSH,
  • tumori polmonari che secernono la tireotropina,
  • insufficienza surrenalica,
  • preeclampsia,
  • avvelenamento da piombo,
  • malattia mentale.

Ragioni per abbassare la concentrazione dell'ormone stimolante la tiroide:

  • gozzo tossico diffuso,
  • Tireotossicosi indipendente dal TSH,
  • adenoma tireotossico (morbo di Plummer),
  • ipertiroidismo in gravidanza,
  • tiroidite autoimmune con manifestazioni di tireotossicosi,
  • malattia mentale,
  • cachessia.

Un aumento e una diminuzione del livello dell'ormone stimolante la tiroide indica anomalie nella regolazione della funzione tiroidea, tuttavia è spesso impossibile scoprire la causa esatta solo dal livello di TSH. Di solito, per questo, viene determinato anche il livello di tiroxina (T4) e triiodotironina (T3).

  • I seguenti farmaci possono portare a una sovrastima della concentrazione dell'ormone stimolante la tiroide: fenitoina, atenololo, clomifene, motilium, metoprololo, acido valproico, propranololo, amiodarone, calcitonina, prednisolone, derivati ​​della fenotimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimidimide:, difenina, rifampicina.
  • Il livello di ormone stimolante la tiroide riflette la situazione nella ghiandola pituitaria-tiroidea nelle ultime 3-6 settimane, pertanto è consigliabile effettuare una determinazione di controllo della concentrazione di TSH nel sangue 2 mesi dopo aver regolato la dose di farmaci che influenzano il livello dell'ormone.
  • Il livello di ormone stimolante la tiroide può essere influenzato dallo stress fisico ed emotivo, dalle malattie infettive acute.
  • Alcuni studi hanno mostrato un cambiamento nei livelli di TSH durante il giorno. Pertanto, al fine di monitorare la concentrazione di TSH, si consiglia di effettuare un'analisi alla stessa ora del giorno.
  • Il livello di TSH nelle donne in gravidanza nel terzo trimestre può essere aumentato.

Chi prescrive lo studio?

Endocrinologo, terapista, pediatra, ginecologo, neurologo, chirurgo.

Ormoni tiroidei normali

Gli ormoni tiroidei T4 (tiroxina) e T3 (triiodotironina) sono ormoni tiroidei rilevati nel sangue, la sensibilità dei sistemi di test agli ormoni è diversa. Pertanto, in diversi laboratori, le norme di questi indicatori sono diverse. Il metodo più popolare per l'analisi degli ormoni tiroidei è il metodo ELISA. È necessario prestare attenzione quando si ricevono i risultati dell'analisi per gli ormoni tiroidei: la norma ormonale per ciascun laboratorio è diversa e dovrebbe essere indicata nei risultati..
L'ormone stimolante la tiroide attiva la ghiandola tiroidea e aumenta la sintesi dei suoi ormoni "personali" (tiroide): tiroxina o tetraiodotironina (T4) e triiodotironina (T3). La tiroxina (T4), il principale ormone tiroideo, normalmente circola in una quantità di circa 58 - 161 nmol / l (4,5 - 12,5 μg / dl), la maggior parte è in uno stato associato alle proteine ​​di trasporto, principalmente TSH. La norma degli ormoni tiroidei, che dipende in gran parte dall'ora del giorno e dallo stato del corpo, ha un effetto pronunciato sul metabolismo delle proteine ​​nel corpo. A una normale concentrazione di tiroxina e triiodotironina, viene attivata la sintesi di molecole proteiche nel corpo. Il principale ormone tiroideo in circolo tiroxina (T4) è quasi completamente legato al trasporto di proteine. Immediatamente dopo che entra nel flusso sanguigno dalla ghiandola tiroidea, una grande quantità di tiroxina viene convertita in triiodotironina, un ormone attivo. Nelle persone con ipertiroidismo (la produzione di ormoni è superiore al normale), il livello di ormone circolante è in costante aumento.

Il metodo più comune per diagnosticare le malattie della tiroide è un esame del sangue per gli ormoni tiroidei, e questo è particolarmente vero per le donne, poiché la patologia tiroidea si trova principalmente nella metà giusta. Ma poche persone si sono chieste cosa significano gli indicatori, che sono indicati con il nome generale "test per gli ormoni tiroidei".

Norme degli ormoni tiroidei nel sangue:

Ormone stimolante la tiroide (tireotropina, TSH) 0,4 - 4,0 mIU / ml
Senza tiroxina (senza T4) 9.0-19.1 pmol / L
Senza triiodotironina (senza T3) 2,63-5,70 pmol / L
Anticorpi anti-tireoglobulina (AT-TG) norma nmol / l.

Valori di riferimento (adulti), la norma nel sangue del T3 totale:

EtàLivello T3, nmol / l
15-20 anni1.23 - 3.23
20-50 anni1,08 - 3,14
> 50 anni0,62 - 2,79

Aumenta totale T3:

  • thyrotropinoma;
  • gozzo tossico;
  • tossicosi isolata T3;
  • tiroidite;
  • adenoma tiroideo tossico;
  • Ipotiroidismo resistente a T4;
  • sindrome da resistenza dell'ormone tiroideo;
  • Tireotossicosi indipendente dal TTG;
  • disfunzione tiroidea postpartum;
  • coriocarcinoma;
  • mielomi ad alto contenuto di IgG;
  • Sindrome nevrotica;
  • malattia epatica cronica;
  • aumento del peso corporeo;
  • malattie sistemiche;
  • emodialisi;
  • prendendo amiodarone, estrogeni, levotiroxina, metadone, contraccettivi orali.

Diminuzione del livello T3 del generale:

  • sindrome eutiroidea;
  • insufficienza surrenalica primaria non compensata;
  • malattia epatica cronica;
  • grave patologia non tiroidea, inclusa malattia somatica e mentale.
  • periodo di recupero dopo una grave malattia;
  • ipotiroidismo primario, secondario, terziario;
  • tireotossicosi da artefatto dovuta all'auto-somministrazione di T4;
  • dieta povera di proteine;
  • assunzione di farmaci come antitiroidei (propiltiouracile, mercazolil), steroidi anabolizzanti, beta-bloccanti (metoprololo, propranololo, atenololo), glucocorticoidi (desametasone, idrocortisone), farmaci antinfiammatori non steroidei (salicilato, aspirina dicifenidina) agenti ipolipemizzanti (colestipolo, colestiramina), agenti radiopachi, terbutalina.

Senza triiodotironina (senza T3, triioditironina gratuita, FT3)

Ormone tiroideo, stimola lo scambio e l'assorbimento di ossigeno da parte dei tessuti (più attivo di T4).

È prodotto dalle cellule follicolari della ghiandola tiroidea sotto il controllo del TSH (ormone stimolante la tiroide). Nei tessuti periferici, T4 si forma sulla deiodinazione. Il T3 libero è una parte attiva del T3 totale, pari allo 0,2 - 0,5%.

T3 è più attivo di T4, ma ha una concentrazione più bassa nel sangue. Aumenta la produzione di calore e il consumo di ossigeno da parte di tutti i tessuti del corpo, ad eccezione del tessuto cerebrale, della milza e dei testicoli. Stimola la sintesi di vitamina A nel fegato. Riduce la concentrazione di colesterolo e trigliceridi nel sangue, accelera il metabolismo delle proteine. Aumenta l'escrezione urinaria di calcio, attiva il metabolismo osseo, ma in misura maggiore - riassorbimento osseo. Ha un effetto crono e inotropo positivo sul cuore. Stimola la formazione reticolare e i processi corticali nel sistema nervoso centrale.

Entro 11-15 anni, la concentrazione di T3 libero raggiunge il livello degli adulti. Negli uomini e nelle donne di età superiore ai 65 anni, vi è una riduzione della T3 libera nel siero e nel plasma. Durante la gravidanza, la T3 diminuisce da I a III trimestre. Una settimana dopo la nascita, i livelli sierici di T3 sono normalizzati. Le donne hanno concentrazioni più basse di T3 libero rispetto agli uomini in media dal 5 al 10%. Il T3 libero è caratterizzato da fluttuazioni stagionali: il livello massimo di T3 libero cade nel periodo da settembre a febbraio, il minimo - nel periodo estivo.

Unità di misura (standard internazionale): pmol / l.

Unità alternative: pg / ml.

Conversione unità: pg / ml x 1.536 ==> pmol / l.

Valori di riferimento: 2,6 - 5,7 pmol / L.

Sali di livello:

  • thyrotropinoma;
  • gozzo tossico;
  • tossicosi isolata T3;
  • tiroidite;
  • adenoma tireotossico;
  • Ipotiroidismo resistente a T4;
  • sindrome da resistenza dell'ormone tiroideo;
  • Tireotossicosi indipendente dal TSH;
  • disfunzione tiroidea postpartum;
  • coriocarcinoma;
  • diminuzione del livello di globulina legante la tiroxina;
  • mielomi ad alto contenuto di IgG;
  • Sindrome nevrotica;
  • emodialisi;
  • malattia epatica cronica.

Diminuzione di livello:

  • insufficienza surrenalica primaria non compensata;
  • grave patologia non tiroidea, inclusa malattia somatica e mentale;
  • periodo di recupero dopo una grave malattia;
  • ipotiroidismo primario, secondario, terziario;
  • tireotossicosi da artefatto dovuta all'auto-somministrazione di T4;
  • diete povere di proteine ​​e ipocaloriche;
  • intenso sforzo fisico nelle donne;
  • perdita di peso;
  • prendendo amiodarone, grandi dosi di propranololo, agenti di contrasto di iodio a raggi x.

Tiroxina totale (T4 totale, tetraiodotironina totale, Tiroxina totale, TT4)

Ormone tiroideo degli aminoacidi - Stimolatore del consumo crescente di ossigeno e del metabolismo dei tessuti.

La norma del T4 totale: nelle donne è 71-142 nmol / L, negli uomini 59-135 nmol / L. Valori aumentati dell'ormone T4 possono essere osservati con: gozzo tireotossico; gravidanza disfunzione tiroidea postpartum

È prodotto dalle cellule follicolari della ghiandola tiroidea sotto il controllo dell'ormone stimolante la tiroide (TSH). La maggior parte della T4 circolante nel sangue è associata alle proteine ​​di trasporto, la parte libera dell'ormone, che costituisce il 3-5% della concentrazione della T4 totale, ha effetti biologici.

È un precursore dell'ormone più attivo T3, ma ha il suo effetto, sebbene meno pronunciato, rispetto a T3. La concentrazione di T4 nel sangue è superiore alla concentrazione di T3. Aumentando il tasso di metabolismo basale, aumenta la produzione di calore e il consumo di ossigeno da parte di tutti i tessuti del corpo, ad eccezione del tessuto cerebrale, della milza e dei testicoli. Il che aumenta il bisogno di vitamine per il corpo. Stimola la sintesi di vitamina A nel fegato. Riduce la concentrazione di colesterolo e trigliceridi nel sangue, accelera il metabolismo delle proteine. Aumenta l'escrezione urinaria di calcio, attiva il metabolismo osseo, ma in misura maggiore - riassorbimento osseo. Ha un effetto crono e inotropo positivo sul cuore. Stimola la formazione reticolare e i processi corticali nel sistema nervoso centrale. T4 inibisce la secrezione di TSH.

Durante il giorno, la concentrazione massima di tiroxina è determinata da 8 a 12 ore, il minimo - da 23 a 3 ore. Durante l'anno, i valori massimi di T4 sono osservati tra settembre e febbraio, il minimo in estate. Durante la gravidanza, la concentrazione della tiroxina totale aumenta, raggiungendo i valori massimi nell'III trimestre, che è associato ad un aumento del contenuto di globulina legante la tiroxina sotto l'influenza degli estrogeni. Il contenuto di tiroxina libera può diminuire. I livelli ormonali negli uomini e nelle donne rimangono relativamente costanti per tutta la vita. Nello stato eutiroideo, la concentrazione dell'ormone può andare oltre i valori di riferimento quando cambia il legame dell'ormone con le proteine ​​di trasporto.

Unità di misura (standard internazionale): nmol / l.

Unità alternative: mcg / dl

Conversione unità: μg / dl x 12,87 ==> nmol / l

Valori di riferimento (norma della tiroxina T4 libera nel sangue):

EtàLivello T4, nmol / l
fino a 30 giorni39 - 185
da un mese a 12 mesi59 - 210
da un anno a 5 anni71 - 165
da 5 a 10 anni68 - 139
da 10 a 18 anni58 - 133
più di 18 anni55 - 137

Aumento della tiroxina (T4):

  • thyrotropinoma;
  • gozzo tossico, adenoma tossico;
  • ioditi tiroidei;
  • sindrome da resistenza dell'ormone tiroideo;
  • Tireotossicosi indipendente dal TTG;
  • Ipotiroidismo resistente a T4;
  • ipertiroxinemia disalbuminemica familiare;
  • disfunzione tiroidea postpartum;
  • coriocarcinoma;
  • mielomi ad alto contenuto di IgG;
  • ridotta capacità di legame della globulina legante la tiroide;
  • Sindrome nevrotica;
  • malattia epatica cronica;
  • tireotossicosi da artefatto dovuta all'auto-somministrazione di T4;
  • obesità;
  • Infezione da HIV;
  • porfiria;
  • assunzione di farmaci come amiodarone, agenti radiopachi contenenti iodio (acido iopanoico, acido tropanoico), preparazioni di ormoni tiroidei (levotiroxina), tiroliberina, tireotropina, levodopa, estrogeni sintetici (mestranolo, stilbestrolo), oppiacei (metadotron, perontazina, perontazina, perontazina prostaglandine, tamoxifene, propiltiouracile, fluorouracile, insulina.

Riduzione della tiroxina (T4):

  • ipotiroidismo primario (congenito e acquisito: gozzo endemico, tiroidite autoimmune, processi neoplastici nella ghiandola tiroidea);
  • ipotiroidismo secondario (sindrome di Sheehan, processi infiammatori nella ghiandola pituitaria);
  • ipotiroidismo terziario (lesioni cerebrali traumatiche, processi infiammatori nell'ipotalamo);
  • che assumono i seguenti farmaci: farmaci per il trattamento del carcinoma mammario (aminoglutetimide, tamoxifene), triiodotironina, farmaci antitiroidei (metimazolo, propiltiouracile), asparaginasi, corticotropina, glucocorticoidi (cortisone, desametasone), co-trimoxulculosi, anti-trimoxuloculosi, anti-trimoxuloculosi ioduri (131I), farmaci antifungini (intraconazolo, ketoconazolo), agenti ipolipemizzanti (colestiramina, lovastatina, clofibrato), farmaci antinfiammatori non steroidei (diclofenac, fenilbutazone, aspirina), propiltiouracilide, andrimonoidramoniltrammide, idrimonoidramonfloride, andrimonohydramonyltramid, stanozololo), anticonvulsivanti (acido valproico, fenobarbital, primidone, fenitoina, carbamazepina), furosemide (dose elevata), sali di litio.

Senza tiroxina (senza T4, tiroxina libera, FT4)

È prodotto dalle cellule follicolari della ghiandola tiroidea sotto il controllo del TSH (ormone stimolante la tiroide). È il predecessore di T3. Aumentando il tasso di metabolismo basale, aumenta la produzione di calore e il consumo di ossigeno da parte di tutti i tessuti del corpo, ad eccezione del tessuto cerebrale, della milza e dei testicoli. Aumenta il bisogno di vitamine per il corpo. Stimola la sintesi di vitamina A nel fegato. Riduce la concentrazione di colesterolo e trigliceridi nel sangue, accelera il metabolismo delle proteine. Aumenta l'escrezione urinaria di calcio, attiva il metabolismo osseo, ma in misura maggiore - riassorbimento osseo. Ha un effetto crono e inotropo positivo sul cuore. Stimola la formazione reticolare e i processi corticali nel sistema nervoso centrale.

Unità di misura (norma internazionale SI): pmol / l

Unità alternative: ng / dl

Conversione unità: ng / dl x 12,87 ==> pmol / l

Valori di riferimento (T4 libero normale nel sangue):

Età, entrambi i sessiSenza T4, pmol / l
2 giorni - 3 giorni22 - 49
3 giorni - 10 settimane9-21
10 settimane - 14 mesi8 - 17
14 mesi - 5 anni9 - 20
5 anni - 14 anni8 - 17
più di 14 anni9 - 22

Aumento della tiroxina libera (T4):

  • gozzo tossico;
  • tiroidite;
  • adenoma tireotossico;
  • sindrome da resistenza dell'ormone tiroideo;
  • Tireotossicosi indipendente dal TSH;
  • ipotiroidismo tiroideo;
  • ipertiroxinemia disalbuminemica familiare;
  • disfunzione tiroidea postpartum;
  • coriocarcinoma;
  • condizioni in cui il livello o la capacità di legame della globulina legante la tiroxina diminuisce;
  • mielomi ad alto contenuto di IgG;
  • Sindrome nevrotica;
  • malattia epatica cronica;
  • tireotossicosi dovuta all'auto-somministrazione di T4;
  • obesità;
  • prendendo i seguenti farmaci: amiodarone, preparati ormonali tiroidei (levotiroxina), propranololo, propiltiouracile, aspirina, danazolo, furosemide, preparati radiografici, tamoxifene, acido valproico;
  • trattamento con eparina e malattie associate ad un aumento degli acidi grassi liberi.

Diminuzione della tiroxina libera (T4):

  • ipotiroidismo primario non trattato con tiroxina (congenita, acquisita: gozzo endemico, tiroidite autoimmune, neoplasie della ghiandola tiroidea, resezione estesa della ghiandola tiroidea);
  • ipotiroidismo secondario (sindrome di Sheehan, processi infiammatori nella ghiandola pituitaria, tireotropinoma);
  • ipotiroidismo terziario (lesioni cerebrali traumatiche, processi infiammatori nell'ipotalamo);
  • dieta povera di proteine ​​e significativa carenza di iodio;
  • contatto con il piombo;
  • interventi chirurgici;
  • una forte riduzione del peso corporeo nelle donne obese;
  • uso di eroina;
  • prendendo i seguenti farmaci: steroidi anabolizzanti, anticonvulsivanti (fenitoina, carbamazepina), un sovradosaggio di tireostatici, clofibrato, preparati al litio, metadone, octreotide, contraccettivi orali.

Durante il giorno, la concentrazione massima di tiroxina è determinata da 8 a 12 ore, il minimo - da 23 a 3 ore. Durante l'anno, i valori massimi di T4 sono osservati tra settembre e febbraio e il minimo - in estate. Nelle donne, la concentrazione di tiroxina è inferiore rispetto agli uomini. Durante la gravidanza, la concentrazione di tiroxina aumenta, raggiungendo i valori massimi nell'III trimestre. Il livello ormonale negli uomini e nelle donne rimane relativamente costante per tutta la vita, diminuendo solo dopo 40 anni.

La concentrazione di tiroxina libera, di norma, rimane entro i limiti normali per le malattie gravi non associate alla ghiandola tiroidea (la concentrazione di T4 totale può essere ridotta!).

Livelli sierici più elevati di bilirubina contribuiscono a livelli elevati di T4, obesità, applicazione di laccio emostatico durante l'assunzione di sangue.

AT a RTTG (anticorpi per i recettori del TSH, autoanticorpi del recettore del TSH)

Anticorpi autoimmuni ai recettori dell'ormone tiroideo nella ghiandola tiroidea, un marker di gozzo tossico diffuso.

Gli autoanticorpi verso i recettori dell'ormone stimolante la tiroide (At-rTTG) possono simulare gli effetti del TSH sulla ghiandola tiroidea e causare un aumento della concentrazione degli ormoni tiroidei nel sangue (T3 e T4). Sono rilevati in oltre l'85% dei pazienti con malattia di Graves (gozzo tossico diffuso) e sono usati come marker diagnostici e prognostici per questa malattia autoimmune specifica per organo. Il meccanismo di formazione di anticorpi stimolanti la tiroide non è stato completamente chiarito, sebbene esista una predisposizione genetica al verificarsi di gozzo tossico diffuso.

Con questa patologia autoimmune, gli autoanticorpi verso altri antigeni tiroidei, in particolare gli antigeni microsomiali, vengono rilevati nel siero (test AT-TPO per gli anticorpi per la perossidasi microsomiale o gli anticorpi AT-MAG per la frazione microsomiale dei tirociti).

Unità di misura (standard internazionale): Unità / l.

Valori di riferimento (norm):

  • ≤1 U / L - negativo;
  • 1,1 - 1,5 U / L - dubbio;
  • > 1,5 U / L - positivo.

Risultato positivo:

  • Gozzo tossico diffuso (malattia di Graves) nell'85 - 95% dei casi.
  • Altre forme di tiroidite.

Ormone stimolante la tiroide (TSH, tireotropina, ormone stimolante la tiroide, TSH)

Ormone glicoproteico che stimola la formazione e la secrezione di ormoni tiroidei (T3 e T4)

È prodotto dai basofili della ghiandola pituitaria anteriore sotto il controllo del fattore di rilascio ipotalamico tireotropico, nonché dalla somatostatina, dalle ammine biogeniche e dagli ormoni tiroidei. Migliora la vascolarizzazione della ghiandola tiroidea. Aumenta il flusso di iodio dal plasma sanguigno nelle cellule della ghiandola tiroidea, stimola la sintesi di tireoglobulina e l'eliminazione di T3 e T4 da esso, e stimola anche direttamente la sintesi di questi ormoni. Migliora la lipolisi.

Esiste una relazione logaritmica inversa tra le concentrazioni di T4 libero e TSH nel sangue..

Il TSH è caratterizzato da fluttuazioni diurne della secrezione: i valori più alti di TSH nel sangue sono raggiunti alle 2-4, i livelli elevati di sangue vengono rilevati anche alle 6-8, i valori minimi di TSH sono alle 17-18. Il normale ritmo della secrezione è disturbato al risveglio durante la notte. Durante la gravidanza, la concentrazione dell'ormone aumenta. Con l'età, la concentrazione di TSH aumenta leggermente, la quantità di emissioni ormonali durante la notte diminuisce..

Unità di misura (standard internazionale): MED / L.

Unità alternative: μU / ml = miele / l.

Conversione unità: μU / ml = miele / l.

Valori di riferimento (TSH nel sangue):

EtàLivello di TSH,
miele / l
neonati1.1 - 17.0
di 14 anni0.4 - 4.0


Aumento del livello di TSH:

  • thyrotropinoma;
  • adenoma ipofisario basofilo (raro);
  • sindrome da secrezione di TSH non regolamentata;
  • sindrome da resistenza dell'ormone tiroideo;
  • ipotiroidismo primario e secondario;
  • ipotiroidismo giovanile;
  • insufficienza surrenalica primaria non compensata;
  • tiroidite subacuta e tiroidite di Hashimoto;
  • secrezione ectopica nei tumori polmonari;
  • tumore ipofisario;
  • gravi malattie somatiche e mentali;
  • gestosi grave (preeclampsia);
  • colecistectomia;
  • contatto con il piombo;
  • attività fisica eccessiva;
  • emodialisi;
  • trattamento con anticonvulsivanti (acido valproico, fenitoina, benserazide), beta-bloccanti (atenololo, metoprololo, propranololo), assunzione di farmaci come amiodarone (nei pazienti eutiroidei e ipotiroidei), calcitonina, antipsicotici, derivati ​​della fenotil azetina, aminotiotiammina agenti (motilium, metoclopramide), solfato di ferro, furosemide, ioduri, agenti radiopachi, lovastatina, metimazolo (mercazolil), morfina, difenina (fenitoina), prednisone, rifampicina.

Diminuzione del livello di TSH:

  • gozzo tossico;
  • adenoma tireotossico;
  • Tireotossicosi indipendente dal TTG;
  • ipertiroidismo delle donne in gravidanza e necrosi ipofisaria postpartum;
  • Tossicosi T3;
  • tireotossicosi latente;
  • tireotossicosi transitoria con tiroidite autoimmune;
  • tireotossicosi dovuta a T4;
  • lesione ipofisaria;
  • stress psicologico;
  • fame;
  • assunzione di farmaci come steroidi anabolizzanti, corticosteroidi, citostatici, agonisti beta-adrenergici (dobutamina, dopexamina), dopamina, amiodarone (pazienti ipertiroidei), tiroxina, triiodotironina, carbamazepina, somatostatina e octreotridina, iperipiprperina, iperipiprperina, iperidiprenina bromocriptina).