Indice di insulino-resistenza

La sindrome da insulino-resistenza è una patologia che precede lo sviluppo del diabete. Per identificare questa sindrome, viene utilizzato l'indice di resistenza all'insulina (HOMA-IR). La determinazione degli indicatori di questo indice aiuta a determinare la presenza di insensibilità all'azione dell'insulina nelle prime fasi, per valutare i rischi stimati di sviluppare diabete, aterosclerosi, patologie del sistema cardiovascolare.

Resistenza all'insulina - che cos'è?

Per resistenza all'insulina si intende la resistenza (perdita di sensibilità) delle cellule del corpo all'azione dell'insulina. In presenza di questa condizione, il paziente ha sia un aumento dell'insulina che un aumento del glucosio nel sangue. Se questa condizione è combinata con dislipidemia, ridotta tolleranza al glucosio, obesità, questa patologia si chiama sindrome metabolica.

Cause e sintomi della malattia

La resistenza all'insulina si sviluppa nelle seguenti situazioni:

  • sovrappeso;
  • predisposizione ereditaria;
  • disturbi ormonali;
  • l'uso di determinati farmaci;
  • dieta squilibrata, abuso di carboidrati.

Questi non sono tutti i motivi per lo sviluppo dell'insulino-resistenza. Anche chi abusa di alcol ha questa condizione. Inoltre, questa patologia accompagna la malattia della tiroide, l'ovaio policistico, la sindrome di Itsenko-Cushing, il feocromocitoma. A volte si osserva resistenza all'insulina nelle donne durante la gravidanza.

Le persone con resistenza agli ormoni hanno depositi di grasso addominale..

I sintomi clinici iniziano a manifestarsi nelle fasi successive della malattia. Le persone con insulino-resistenza hanno un tipo di obesità addominale (deposito di grasso nell'addome). Inoltre, hanno cambiamenti della pelle: iperpigmentazione sotto le ascelle, il collo e le ghiandole mammarie. Inoltre, in tali pazienti, si osservano aumenti della pressione sanguigna, cambiamenti nel background psicoemotivo, problemi digestivi.

Indice di resistenza all'insulina: calcolo

L'Homeostasis Model Assessment of Insulin Resistance (HOMA-IR), l'indice HOMA, sono tutti sinonimi dell'indice di insulino-resistenza. Per determinare questo indicatore, è necessario un esame del sangue. I valori dell'indice possono essere calcolati utilizzando due formule: l'indice HOMA-IR e l'indice CARO:

  • Formula HOMA: insulina a digiuno (μU / ml) * glicemia a digiuno (mmol / l) / 22,5 - normale non più di 2,7;
  • Formula KARO: glicemia a digiuno (mmol / l) / insulina a digiuno (μU / ml) - la norma non supera 0,33.
Torna al sommario

Analizza e come passare

Inizialmente i pazienti devono sottoporsi a un esame del sangue venoso, quindi eseguire un test di insulino-resistenza. La diagnosi e la determinazione della resistenza all'insulina si verificano in base alle seguenti regole:

30 minuti prima del test, non puoi sperimentare alcuno sforzo fisico.

  • È vietato fumare per mezz'ora prima dello studio;
  • prima dell'analisi, non puoi mangiare per 8-12 ore;
  • il calcolo degli indicatori viene effettuato al mattino a stomaco vuoto;
  • l'attività fisica è vietata per mezz'ora prima del test;
  • il medico curante deve essere informato dei farmaci.
Torna al sommario

Il tasso di indice di insulino-resistenza

Il valore ottimale di HOMA-IR non deve superare 2,7. Il glucosio a digiuno, che viene utilizzato per calcolare l'indice, varia in base all'età della persona:

  • a meno di 14 anni, gli indicatori vanno da 3,3 a 5,6 mmol / l;
  • nelle persone di età superiore ai 14 anni, l'indicatore dovrebbe essere compreso tra 4,1-5,9 mmol / l.
Torna al sommario

Deviazioni dalla norma

Indice HOMA aumentato a valori da 2,7. Un aumento degli indicatori può indicare entrambi la presenza di patologia. Fisiologicamente, l'indice di resistenza all'insulina può aumentare se le condizioni di donazione di sangue non sono soddisfatte per l'analisi. In tale situazione, l'analisi viene rifatta e gli indicatori vengono rivalutati.

Trattamento dell'indice IR HOMA

La dietoterapia è uno dei punti chiave nel trattamento dell'insulino-resistenza.

La terapia di insensibilità all'insulina mira a ridurre il grasso corporeo. Se l'indice NOMA è aumentato, si consiglia vivamente di apportare modifiche alla dieta quotidiana. Assicurati di ridurre la quantità di grassi e carboidrati consumati. Cottura, dolci, cibi fritti, sottaceti, affumicati, piatti con un alto contenuto di spezie sono completamente esclusi. Si consiglia l'uso di verdure, carne magra (pollo, tacchino, coniglio) e pesce. I modi migliori per cucinare i piatti:

È necessario mangiare frazionalmente - 5-6 volte al giorno. Inoltre, si consiglia di bere 1,5-2 litri di acqua pura al giorno. Caffè, tè forte, alcool devono essere completamente esclusi dal consumo. Inoltre, si raccomanda ai pazienti con insulino-resistenza di praticare sport: corsa, yoga, nuoto. Assicurati di fare esercizi mattutini. Lo stile di vita necessario è stabilito dal medico curante individualmente.

Insulino-resistenza (glucosio, insulina, indici HOMA e Caro)

La resistenza all'insulina significa non percezione da parte delle cellule e dei tessuti corporei degli effetti dell'insulina e della mancanza di assorbimento del glucosio. Predisposizione genetica, obesità addominale con deposizione di grasso sull'addome e ipertensione arteriosa spesso precedono questa condizione. L'insulina è uno dei principali ormoni che regolano il metabolismo e forniscono energia alle cellule. È prodotto nel pancreas e controlla il livello di glucosio nel sangue. Ha molte funzioni: oltre ai carboidrati, influenza il grasso, il metabolismo delle proteine ​​e lo stato dei vasi sanguigni.

A causa dell'assunzione eccessiva di carboidrati, la produzione di insulina è migliorata come reazione protettiva del corpo per garantire livelli normali di zucchero nel sangue. C'è più insulina, le cellule perdono la loro sensibilità ad essa, il flusso di glucosio nelle cellule è disturbato. Per aiutare la penetrazione del glucosio nei tessuti, il pancreas mantiene un alto livello di insulina, esercita tutti i suoi effetti: blocca la rottura del tessuto adiposo, favorisce la ritenzione idrica, l'ipertensione e l'aterosclerosi. Il circolo vizioso che ne deriva con diagnosi e trattamenti prematuri porta allo sviluppo del diabete di tipo 2. La prevenzione principale è una dieta a basso contenuto di carboidrati ed esercizio aerobico (corsa, sci, nuoto, ciclismo) per almeno 45 minuti al giorno.

La diagnosi di insulino-resistenza è molto importante, perché aiuta a prevenire lo sviluppo di malattie gravi. La determinazione dell'insulina e del glucosio separatamente non è informativa, il livello di glucosio nello stadio del prediabete rimane spesso nell'intervallo normale. Gli indici di resistenza all'insulina HOMA e Caro sono indicatori più affidabili.

Gli indici sono calcolati usando le formule:

Indice HOMA = glucosio a digiuno (mmol / L) x insulina (μMU / ml) / 22,5

Caro Index = glucosio a digiuno (mmol / L) / insulina a digiuno (μMU / ml)

In quali casi è prescritto il complesso "Insulino-resistenza (glucosio, insulina, HOMA e indici di Caro)"?

  • Pazienti con segni di sindrome metabolica: grande circonferenza della vita, ipertensione, cambiamenti nel profilo lipidico del sangue.
  • Nella diagnosi di prediabete e nella diagnosi precoce del diabete di tipo 2.

Cosa significano i risultati del test?

Il risultato dell'indice HOMA di più valori di riferimento e dell'indice Caro di meno valori di riferimento indicano l'insulino-resistenza.

Date del test.

Preparazione all'analisi

Si consiglia di donare il sangue al mattino rigorosamente a stomaco vuoto (10-12 ore di fame), è possibile bere acqua pulita. Alla vigilia di una dieta standard, escludi l'alcol.

Il contenuto informativo dell'indice HOMA nell'identificazione della resistenza all'insulina, preparazione per lo studio, indicazioni, primi segni della malattia e trattamento

L'indice HOMA è un metodo diagnostico per il calcolo della resistenza agli ormoni insulinici, che viene utilizzato per la diagnosi precoce del diabete. Nell'articolo esamineremo cos'è la resistenza all'insulina - come determinare la patologia.

Attenzione! Questo non è l'unico metodo diagnostico. Se sospetti il ​​diabete, consulta uno specialista..

Metodo dell'indice NOMA

Il metodo calcola simultaneamente i livelli misurati di insulina e glucosio, che sono determinati a stomaco vuoto. Da questo, è possibile calcolare la funzione delle cellule beta e la sensibilità all'insulina. Questo approccio è attualmente ben noto nella diagnosi clinica..

Il metodo NOMA si basa su un modello di feedback matematico relativamente semplice dell'interazione tra insulina e glucosio nell'omeostasi del metabolismo dei carboidrati.

Molte persone chiedono: come fare l'analisi? Un esame del sangue per l'insulino-resistenza viene eseguito rigorosamente a stomaco vuoto. Non è necessaria una preparazione speciale, ma non è consigliabile impegnarsi in uno sforzo fisico pesante prima dell'esame, poiché possono ridurre lo zucchero nel sangue. È necessario prepararsi per l'esame secondo le raccomandazioni di uno specialista.

I primi segni di insulino-resistenza

Il primo segno di insulino-resistenza può essere un aumento del peso corporeo causato da un aumento della concentrazione di insulina nel sangue. L'insulina è l'unico ormone che accumula grasso nel corpo (effetto adipogenico). Molti diabetici hanno una predisposizione genetica allo sviluppo di insulino-resistenza. Attualmente, si ritiene che il grasso nell'addome rilasci sostanze ormonalmente attive che promuovono e migliorano ulteriormente l'insulino-resistenza.

La concentrazione di trigliceridi può essere un indicatore della resistenza all'insulina. A livelli di trigliceridi superiori a 2,44 mmol / L, può essere presente resistenza agli ormoni..

Nel pancreas viene prima sintetizzata la molecola precursore dell'insulina proinsulina. L'ormone insulina si forma solo scindendo il cosiddetto peptide C. Con l'insulino-resistenza, viene prodotta molta insulina, che indica anche un alto livello di proinsulina nel sangue.

La resistenza all'insulina è il segno più caratteristico del T2DM. Il motivo è una dieta persistente ricca di carboidrati e un consumo eccessivo costante di zucchero, che porta ad un aumento dei livelli di insulina nel sangue e aumenta il rischio di obesità. Gli esatti meccanismi che portano all'insulino-resistenza vengono studiati intensamente, poiché i costi del diabete sono significativi e stanno crescendo..

Inizialmente, la resistenza non causa sintomi particolari. Per questo motivo, viene spesso diagnosticato solo quando sorgono gravi complicazioni. I sintomi sono simili a quelli del diabete: pelle secca, visione offuscata e guarigione della ferita compromessa. I possibili sintomi concomitanti sono affaticamento, scarsa concentrazione e debolezza muscolare..

Le prestazioni fisiche e mentali diminuiscono, quindi i pazienti spesso soffrono di problemi nella vita di tutti i giorni. La resistenza all'insulina può causare disfunzione muscolare e grave debolezza muscolare. In alcuni casi, si verifica una grave perdita di peso..

A causa dell'elevato livello di zucchero nel sangue, di solito c'è una forte sensazione di sete, seguita da minzione frequente. Altri segni includono colesterolo alto e basso HDL..

Nella fase iniziale, il disturbo non si manifesta con segni esterni visibili. Solo in rari casi possono manifestarsi sintomi tipici della malattia - problemi di peso, pelle pallida e sudorazione. A lungo termine, la resistenza può causare enormi complicazioni. I pazienti sviluppano malattie cardiovascolari e renali, che spesso portano a conseguenze irreversibili..

L'uso costante di zuccheri semplici rende il corpo insensibile all'insulina. Nell'obesità, questo porta ad un aumento del contenuto di acidi grassi liberi, che a sua volta stimola il fegato a produrre più zucchero.

Poiché l'esercizio fisico brucia zuccheri e grassi, la mancanza di esercizio fisico riduce la capacità del corpo di utilizzarlo. L'obesità dovuta all'eccessivo apporto calorico sotto forma di zuccheri semplici in combinazione con l'inattività fisica è la principale causa di insulino-resistenza.

Altre principali cause di insulino-resistenza:

  • Medicinali
  • Gravi malattie infettive;
  • Disturbi metabolici - ipertrigliceridemia;
  • acromegalia;
  • Sindrome delle ovaie policistiche;
  • Malnutrizione persistente;
  • Lipodistrofia, sindrome di Rabson-Mendenhall, sindrome di Lawrence.

La resistenza aumenta a causa di:

  • Ricette anormali all'insulina;
  • Riduzione del numero di recettori con livelli di insulina costantemente elevati;
  • IgG - anticorpi che inibiscono l'attività biologica dell'insulina;
  • Aumenti nella degradazione enzimatica dell'insulina;
  • Diminuzione dell'efficienza del legame dell'insulina ai suoi recettori;
  • Proteine ​​insulino-resistenti come fattore di necrosi tumorale alfa (TNF-alfa) e inibitore dell'attivatore del plasminogeno tipo I (PAI-1).

Indicatori e calcolo HOMA

Calcolo di vari indici HOMA:

  • HOMA Beta: 20 * concentrazioni di insulina a digiuno (mU / l) / (livelli di glucosio a digiuno (mmol / l) - 3,5);
  • HOMA IR: livello di insulina a stomaco vuoto (mU / l) * glucosio a digiuno (mmol / l) / 22,5.

La norma per uomini e donne non è diversa ed è 4,1-5,9 mmol / l. La decifrazione dei risultati deve essere eseguita da un medico qualificato..

Trattamento per la malattia da insulino-resistenza

Innanzitutto, il medico modifica la dieta del paziente. Non è raccomandato l'uso di diete medicinali non verificate. È meglio passare una persona a una dieta completa ma povera di grassi con cereali integrali e verdure.

È importante non solo ridurre più volte gli zuccheri semplici, ma anche i grassi, in particolare gli animali. Il secondo importante componente del trattamento è un aumento dell'attività fisica del paziente. Tutti gli sport di resistenza sono adatti. Le persone in sovrappeso o gravemente obese dovrebbero cercare di ridurre il peso corporeo per qualsiasi tipo di diabete o insulino-resistenza..

La resistenza all'insulina può essere trattata con farmaci. In questo caso, viene utilizzata la metformina, che agisce nel fegato e riduce la formazione di zucchero. La metformina abbassa lo zucchero nel sangue e migliora la funzione pancreatica. Altri farmaci includono i sensibilizzanti all'insulina, che migliorano la sensibilità all'insulina nelle cellule e l'acarbosio, che inibisce l'assorbimento dello zucchero nell'intestino..

La resistenza all'insulina è prevenuta da uno stile di vita sano. Molti sport aiutano a migliorare il metabolismo dello zucchero. La resistenza all'insulina è un precursore del diabete. Il diabete può causare ipertensione, danni ai reni, agli occhi e ai piccoli vasi.

Consigli! Solo un medico può diagnosticare il diabete e prescrivere studi. Lo screening da soli se si sospetta il diabete latente non è raccomandato.

Uno specialista può diagnosticare correttamente, calcolare formule e condurre test per determinare i valori necessari. Il medico prescrive anche un trattamento normale, regola la dieta e la routine quotidiana. L'indice consente di effettuare una valutazione preliminare della condizione, ma non di identificare la malattia. Per determinare con precisione la patologia, saranno necessari altri test..

Durante la gravidanza, un bambino (anche un adolescente) o una persona anziana dovrebbe essere indirizzato a uno specialista se si sospetta il diabete. Il piano di trattamento e l'elenco degli esami da eseguire sono determinati dal medico.

Valutazione dell'insulino-resistenza: glucosio (a stomaco vuoto), insulina (a stomaco vuoto), calcolo dell'indice HOMA-IR

stimato (il profilo include test della glicemia a digiuno e dell'insulina.

Il metodo più comune per valutare la resistenza all'insulina associata alla determinazione del rapporto basale (a digiuno) di glucosio e insulina.

Lo studio viene condotto rigorosamente a stomaco vuoto, dopo un periodo di digiuno notturno di 8-12 ore. Il profilo include indicatori:

  1. glucosio
  2. insulina
  3. Indice di insulino-resistenza calcolato da HOMA-IR.

La resistenza all'insulina è associata ad un aumentato rischio di sviluppare diabete e malattie cardiovascolari e, ovviamente, è una componente dei meccanismi fisiopatologici alla base dell'associazione dell'obesità con questi tipi di malattie (inclusa la sindrome metabolica). Il metodo più semplice per valutare la resistenza all'insulina è l'indice HOMA-IR Insulin Resistance Index, un indicatore derivato da Matthews D.R. et al., 1985, relativo allo sviluppo di un modello matematico omeostatico per la valutazione della resistenza all'insulina (HOMA-IR - Ho meostasis Massdelssessment of Insulin Resistance). Come è stato mostrato, il rapporto tra i livelli basali di insulina e glucosio (a digiuno), riflettendo la loro interazione nel circuito di feedback, è in gran parte correlato alla valutazione della resistenza all'insulina nel classico metodo diretto per valutare gli effetti dell'insulina sul metabolismo del glucosio - il metodo del morsetto euglycemic iperinsulinemico.

L'indice HOMA-IR viene calcolato con la formula: HOMA-IR = glucosio a digiuno (mmol / l) x insulina a digiuno (μU / ml) / 22,5.

Con un aumento della glicemia a digiuno o dell'insulina, l'indice HOMA-IR, rispettivamente, aumenta. Ad esempio, se la glicemia a digiuno è 4,5 mmol / L e l'insulina è 5,0 μU / ml, HOMA-IR = 1,0; se la glicemia a digiuno è 6,0 mmol e l'insulina è 15 μU / ml, HOMA-IR = 4.0.

Il valore soglia di insulino-resistenza espresso in HOMA-IR è generalmente definito come il 75 ° percentile della sua distribuzione cumulativa della popolazione. La soglia HOMA-IR dipende dal metodo per determinare l'insulina; è difficile standardizzare. La scelta del valore di soglia, inoltre, può dipendere dagli obiettivi dello studio e dal gruppo di riferimento selezionato.

L'indice HOMA-IR non è incluso nei principali criteri diagnostici della sindrome metabolica, ma è utilizzato come ulteriori studi di laboratorio di questo profilo. Nel valutare il rischio di sviluppare il diabete in un gruppo di persone con un livello di glucosio inferiore a 7 mmol / L, l'HOMA-IR è più informativo del glucosio a digiuno o dell'insulina in sé. L'uso nella pratica clinica a fini diagnostici di modelli matematici per la valutazione della resistenza all'insulina in base alla determinazione dell'insulina plasmatica e del glucosio a digiuno presenta una serie di limitazioni e non è sempre accettabile per decidere la nomina della terapia ipoglicemizzante, ma può essere utilizzato per l'osservazione dinamica. L'epatite C cronica (genotipo 1) presenta alterazioni della resistenza all'insulina con aumento della frequenza. Un aumento dell'HOMA-IR tra questi pazienti è associato a una risposta peggiore alla terapia rispetto ai pazienti con insulino-resistenza normale, e pertanto la correzione dell'insulino-resistenza è considerata uno dei nuovi obiettivi nel trattamento dell'epatite C. Un aumento della resistenza all'insulina (HOMA-IR) è osservato con steatosi epatica non alcolica.

Letteratura

1. Matthews DR et al. Valutazione del modello di omeostasi: resistenza all'insulina e funzione delle cellule beta dal glucosio plasmatico a digiuno e concentrazione di insulina nell'uomo. Diabetologia, 1985, 28 (7), 412-419.

2. Dolgov VV et al. Diagnosi di laboratorio dei disturbi del metabolismo dei carboidrati. Sindrome metabolica, diabete mellito. M. 2006.

3. Romero-Gomez M. et al. La resistenza all'insulina altera il tasso di risposta prolungata al peginterferone più ribavirina nei pazienti con epatite C cronica. Gastroenterologia, 2006, 128 (3), 636-641.

4. Mayorov Alexander Yuryevich Lo stato dell'insulino-resistenza nell'evoluzione del diabete di tipo 2. Astratto. insultare. d. M.N., 2009

5. O.O. Hafisova, T.S. Polikarpova, N.V. Mazurchik, P.P. Ogurtsov Effetto della metformina sulla formazione di una risposta virologica stabile durante la terapia antivirale combinata di epatite cronica con Peg-IFN-2b e ribavirina in pazienti con resistenza iniziale all'insulina. Bollettino dell'Università RUDN. Ser. Medicina 2011, n. 2.

A stomaco vuoto dopo un periodo di digiuno notturno per almeno 8 e non più di 14 ore. Consultare il proprio medico in merito all'adeguatezza dello studio sullo sfondo dei farmaci utilizzati..

Letteratura

1. Matthews DR et al. Valutazione del modello di omeostasi: resistenza all'insulina e funzione delle cellule beta dal glucosio plasmatico a digiuno e concentrazione di insulina nell'uomo. Diabetologia, 1985, 28 (7), 412-419.

2. Dolgov VV et al. Diagnosi di laboratorio dei disturbi del metabolismo dei carboidrati. Sindrome metabolica, diabete mellito. M. 2006.

3. Romero-Gomez M. et al. La resistenza all'insulina altera il tasso di risposta prolungata al peginterferone più ribavirina nei pazienti con epatite C cronica. Gastroenterologia, 2006, 128 (3), 636-641.

4. Mayorov Alexander Yuryevich Lo stato dell'insulino-resistenza nell'evoluzione del diabete di tipo 2. Astratto. insultare. d. M.N., 2009

5. O.O. Hafisova, T.S. Polikarpova, N.V. Mazurchik, P.P. Ogurtsov Effetto della metformina sulla formazione di una risposta virologica stabile durante la terapia antivirale combinata di epatite cronica con Peg-IFN-2b e ribavirina in pazienti con resistenza iniziale all'insulina. Bollettino dell'Università RUDN. Ser. Medicina 2011, n. 2.

  • Al fine di valutare e monitorare la dinamica dell'insulino-resistenza in una serie di test per l'esame di pazienti con obesità, diabete, sindrome metabolica, sindrome dell'ovaio policistico (PCOS), pazienti con epatite cronica C, pazienti con steatosi epatica non alcolica.
  • Nel valutare il rischio di sviluppare diabete e malattie cardiovascolari.

Letteratura

1. Matthews DR et al. Valutazione del modello di omeostasi: resistenza all'insulina e funzione delle cellule beta dal glucosio plasmatico a digiuno e concentrazione di insulina nell'uomo. Diabetologia, 1985, 28 (7), 412-419.

2. Dolgov VV et al. Diagnosi di laboratorio dei disturbi del metabolismo dei carboidrati. Sindrome metabolica, diabete mellito. M. 2006.

3. Romero-Gomez M. et al. La resistenza all'insulina altera il tasso di risposta prolungata al peginterferone più ribavirina nei pazienti con epatite C cronica. Gastroenterologia, 2006, 128 (3), 636-641.

4. Mayorov Alexander Yuryevich Lo stato dell'insulino-resistenza nell'evoluzione del diabete di tipo 2. Astratto. insultare. d. M.N., 2009

5. O.O. Hafisova, T.S. Polikarpova, N.V. Mazurchik, P.P. Ogurtsov Effetto della metformina sulla formazione di una risposta virologica stabile durante la terapia antivirale combinata di epatite cronica con Peg-IFN-2b e ribavirina in pazienti con resistenza iniziale all'insulina. Bollettino dell'Università RUDN. Ser. Medicina 2011, n. 2.

L'interpretazione dei risultati dello studio contiene informazioni per il medico curante e non costituisce una diagnosi. Le informazioni contenute in questa sezione non possono essere utilizzate per l'autodiagnosi e l'automedicazione. Il medico effettua una diagnosi accurata utilizzando sia i risultati di questo esame sia le informazioni necessarie provenienti da altre fonti: storia, risultati di altri esami, ecc..

Esame del sangue per indice di insulino-resistenza: norma e patologia

Buona giornata! Insieme al progresso medico generale, compaiono nuovi termini e concetti..
Oggi parlerò della sindrome dell'insulino-resistenza o della resistenza di cellule e tessuti all'azione dell'insulina, il calcolo dell'indice homa ir, quali sono le cause, i sintomi e il trattamento.
Questo termine viene utilizzato non solo in endocrinologia, ma anche in altre specialità correlate, ad esempio ginecologia e cardiologia.

Cos'è l'insulino-resistenza (IR)

La parola insulino-resistenza (IR) è composta da due parole: insulina e resistenza, cioè insensibilità all'insulina. Per molte persone, non è chiaro non solo la parola "insulino-resistenza", ma anche cosa significa questo termine, qual è il suo pericolo e cosa bisogna fare per evitarlo. Pertanto, ho deciso di condurre un piccolo programma educativo e parlarvi letteralmente di queste condizioni.

Nel mio articolo "Cause del diabete negli adulti", ho parlato delle cause del diabete e tra queste c'era l'insulino-resistenza. Ti consiglio di leggerlo, descritto in modo molto popolare.

Come probabilmente hai indovinato, l'insulina esercita il suo effetto su quasi tutti i tessuti del corpo, poiché il glucosio come combustibile energetico è necessario in ogni cellula del corpo. Esistono, naturalmente, alcuni tessuti che metabolizzano il glucosio senza la presenza di inulina, come le cellule cerebrali e la lente dell'occhio. Ma fondamentalmente, tutti gli organi hanno bisogno di insulina per assorbire il glucosio..

Il termine insulino-resistenza indica l'incapacità dell'insulina di utilizzare lo zucchero nel sangue, cioè il suo effetto ipolipemizzante è ridotto. Ma l'insulina ha anche altre funzioni che non sono correlate al metabolismo del glucosio, ma che regolano altre reazioni metaboliche. Queste funzioni includono:

  • metabolismo di grassi e proteine
  • regolazione dei processi di crescita e differenziazione dei tessuti
  • partecipazione alla sintesi del DNA e alla trascrizione genica

Ecco perché il moderno concetto di IR non si riduce a parametri caratterizzanti il ​​metabolismo dei carboidrati, ma comprende anche cambiamenti nel metabolismo di proteine, grassi, lavoro delle cellule endoteliali, espressione genica, ecc..

Cos'è la sindrome da insulino-resistenza?

Insieme al concetto di "insulino-resistenza" esiste un concetto di "sindrome da insulino-resistenza". Il secondo nome è sindrome metabolica. Combina una violazione di tutti i tipi di metabolismo, obesità, diabete, ipertensione, aumento della coagulazione, alti rischi di aterosclerosi e malattie cardiache).
E l'insulino-resistenza svolge un ruolo chiave nello sviluppo e nella progressione di questa sindrome. Non mi dilungherò sulla sindrome metabolica, mentre sto preparando un articolo su questo argomento. Pertanto, ti consiglio di iscriverti alle notizie per non perdere.

Cause di resistenza dei tessuti all'insulina

L'insensibilità all'insulina non è sempre una patologia. Ad esempio, durante la gravidanza, di notte, durante la pubertà, nei bambini viene rilevata resistenza fisiologica all'insulina. Le donne nella seconda fase del ciclo mestruale hanno una resistenza all'insulina fisiologica.

Uno stato metabolico patologico si trova più spesso nelle seguenti situazioni:

  • Diabete di tipo 2.
  • Scompenso del diabete di tipo 1.
  • Chetoacidosi diabetica.
  • Tipo di obesità addominale.
  • Grave malnutrizione.
  • Alcolismo.
  • Insulino-resistenza temporanea dopo ipoglicemia.

La resistenza all'insulina può anche svilupparsi nelle persone senza diabete. È anche sorprendente che l'insensibilità all'insulina possa apparire in una persona senza obesità, ciò si verifica nel 25% dei casi. Fondamentalmente, ovviamente, l'obesità è una compagna costante dell'insulino-resistenza..

Oltre al diabete, questa condizione accompagna malattie endocrine come:

  1. tireotossicosi.
  2. Ipotiroidismo.
  3. Sindrome di Itsenko-Cushing.
  4. acromegalia.
  5. Feocromocitoma.
  6. PCOS (sindrome dell'ovaio policistico) e infertilità.
  • Con diabete - nell'83,9% dei casi.
  • Con ridotta tolleranza al glucosio - nel 65,9% dei casi.
  • Con ipertensione - nel 58% dei casi.
  • Con un aumento del colesterolo - nel 53,5% dei casi.
  • Con un aumento dei trigliceridi, nell'84,2% dei casi.
  • Con una diminuzione del livello di lipoproteine ​​ad alta densità (HDL) - nell'88,1% dei casi.
  • Con un aumento dei livelli di acido urico - nel 62,8% dei casi.

Di norma, la resistenza all'insulina rimane non riconosciuta fino all'inizio dei cambiamenti metabolici nel corpo. Perché l'effetto dell'insulina sul corpo è interrotto? Questo processo è ancora allo studio. Ecco cosa è ora noto. Esistono diversi meccanismi di insensibilità che agiscono a diversi livelli di insulina sulle cellule.

  1. Quando c'è insulina anormale, cioè il pancreas stesso secerne insulina già difettosa, che non è in grado di esercitare un effetto normale.
  2. Quando c'è un'anomalia o una diminuzione del numero di recettori dell'insulina nei tessuti stessi.
  3. Quando ci sono alcuni disturbi che si verificano nella cellula stessa dopo la combinazione di insulina e recettore (disturbi postrecettori).

Le anomalie dell'insulina e dei recettori sono piuttosto rare, secondo gli autori, la resistenza all'insulina è principalmente causata da disturbi post-recettori della trasmissione del segnale dell'insulina. Probabilmente ti starai chiedendo cosa può influenzare questo programma, quali fattori lo influenzano..

Di seguito elenchiamo i fattori più importanti che possono causare disturbi post-recettori:

  • Età.
  • fumo.
  • Bassa attività fisica.
  • Assunzione di carboidrati.
  • Obesità, soprattutto di tipo addominale.
  • Trattamento con corticosteroidi, beta-bloccanti, acido nicotinico, ecc..

Sintomi della resistenza all'insulina

Di norma, questa è una persona di mezza età (non importa un uomo o una donna) che è in sovrappeso, ha casi familiari di diabete di tipo 2 o è già malato. Queste possono essere donne che hanno il diabete durante la gravidanza (diabete gestazionale) o hanno la sindrome dell'ovaio policistico (PCOS).

L'obesità in queste persone è principalmente di tipo addominale, cioè la deposizione di grasso si verifica principalmente sull'addome. Come puoi scoprire che tipo di obesità esiste? Prendi un metro da sarto standard e misura la tua vita (OT) e la circonferenza dell'anca (OB). Calcola la metrica OT / V. Per gli uomini, non dovrebbe essere superiore a 1,0 e per le donne - 0,8. Se ottieni grandi valori, allora hai l'obesità addominale e l'intera gamma di rischi ad essa associati.

Perché esattamente l'obesità addominale? - tu chiedi. Perché è il tessuto adiposo dell'addome che ha una maggiore attività metabolica. È da esso che viene rilasciata una grande quantità di acidi grassi liberi, che stimolano la resistenza all'insulina e il rilascio di trigliceridi da parte del fegato, e questi sono fattori per lo sviluppo dell'aterosclerosi.

Un altro segno clinico di insulino-resistenza è considerato un cambiamento cutaneo: l'acantosi nera (acanthosis nigricans). Questi cambiamenti assomigliano ad aree ruvide, rugose, iperpigmentate della pelle sotto le ghiandole mammarie, sul collo, sotto le ascelle. Sembra che la persona non si lavi da molto tempo. Questi sono marcatori tipici della malattia..

Spesso con questa condizione nelle donne, si possono osservare sintomi di iperandrogenismo. Questo di solito è combinato con PCOS..

Perché è la resistenza al diabete di tipo 2

Nuove teorie sullo sviluppo dell'insensibilità all'insulina sono attualmente in fase di sviluppo. Lo staff della Tula State University, guidato da Myakisheva Raushan, ha avanzato una teoria secondo cui la resistenza all'insulina è considerata un meccanismo di adattamento.

In altre parole, il corpo protegge in modo specifico e mirato le cellule dall'insulina in eccesso, riducendo il numero di recettori. Tutto ciò accade perché nel processo di assimilazione del glucosio da parte della cellula con l'aiuto dell'insulina, altre sostanze si precipitano in esso, traboccandolo. Di conseguenza, la cellula si gonfia e scoppia. Il corpo non può permettere la morte cellulare massiccia, e quindi semplicemente non consente all'insulina di fare il suo lavoro.
Pertanto, la prima cosa in tali pazienti è una diminuzione del glucosio dovuta all'alimentazione, all'attività fisica e ai farmaci che eliminano la resistenza. La prescrizione di farmaci con un effetto stimolante e iniezioni di insulina porta solo ad un aggravamento della situazione e allo sviluppo di complicanze dell'iperinsulinismo.
Consiglio di leggere l'articolo "Medicina dimagrante con metformina: come prenderla, recensioni". Qui scoprirai perché la metformina non sempre aiuta a perdere peso e come prenderla correttamente..

Indice di insulino-resistenza: come prendere e contare

La diagnosi e la valutazione della resistenza all'insulina sono determinate da due formule di calcolo. Questi test sono chiamati HOMA IR e CARO. Per fare questo, donare il sangue per l'analisi.

Indice IR (HOMA IR) = IRI (μU / ml) * GPN (mmol / L) / 22.5, in cui l'IRI digiuna insulina immunoreattiva e la GPN digiuna glicemia.
Normalmente, questa cifra è inferiore a 2,7. Se viene aumentato, aumentano i rischi di sviluppare le suddette malattie.
Indice di insulino-resistenza (CARO) = GPN (mmol / L) / IRI (μU / ml), dove l'IRI digiuna insulina immunoreattiva e la GPN digiuna glicemia.
Normalmente, questo indicatore è inferiore a 0,33.

Qual è il pericolo di insensibilità cellulare

L'insensibilità all'insulina porta inevitabilmente ad un aumento della quantità di insulina nel sangue - iperinsulinismo. Questo effetto è attraverso un feedback negativo quando, con una mancanza di effetto dell'insulina, il pancreas inizia a produrre ancora più insulina e aumenta nel sangue. Sebbene ci sia un problema con l'assunzione normale di glucosio con insulino-resistenza, potrebbe non esserci un problema con altri effetti dell'insulina.

Voglio dire che una grande quantità di insulina ha un cattivo effetto sul corpo e provoca l'insorgenza o la progressione di alcune malattie. Ad esempio, NTG o diabete mellito, che colpisce più spesso le donne, leggi questo articolo nell'articolo sui primi sintomi del diabete nelle donne.

Prima di tutto, è stato dimostrato l'effetto negativo dell'eccesso di insulina sul sistema cardiovascolare, o meglio, sulla progressione dell'aterosclerosi. Ciò è dovuto a diversi meccanismi. In primo luogo, l'insulina può avere un effetto diretto sui vasi, causando un ispessimento delle loro pareti e contribuendo alla deposizione di placche aterogene.

In secondo luogo, l'insulina può aumentare il vasospasmo e prevenire il loro rilassamento, che è molto importante per i vasi sanguigni del cuore. In terzo luogo, l'insulina in grandi quantità è in grado di agire sul sistema di coagulazione, accelerando la coagulazione e inibendo il sistema anticoagulante, con conseguente aumento del rischio di trombosi.

Pertanto, l'iperinsulinismo può contribuire alle prime manifestazioni di malattia coronarica, infarto del miocardio, ictus, danni ai vasi degli arti inferiori..

Naturalmente, le persone con insulino-resistenza hanno un rischio molto elevato di sviluppare il diabete. Questa condizione è una sorta di meccanismo compensativo del corpo. Inizialmente il corpo produce più insulina per mantenere normali livelli di glucosio, superando così la resistenza. Ma presto queste forze si stanno esaurendo e il pancreas non può produrre la giusta quantità di insulina per trattenere lo zucchero nel sangue, a seguito del quale il livello di glucosio inizia a salire gradualmente.

All'inizio, questo si manifesta in una violazione della tolleranza al glucosio, di cui ho scritto nel mio articolo "Prediabete: sintomi e trattamento", vi consiglio di leggerlo e quindi evidenti segni di diabete. Ma questo avrebbe potuto essere evitato all'inizio.

La resistenza all'insulina è una delle molte e importanti ragioni per lo sviluppo dell'ipertensione umana. Il fatto è che l'insulina in grandi quantità ha la capacità di stimolare il sistema nervoso simpatico, aumentando così il livello di noradrenalina nel sangue (il mediatore più potente che causa lo spasmo vascolare). A causa dell'aumento di questa sostanza, i vasi sanguigni sono spasmodici e la pressione sanguigna aumenta. Inoltre, l'insulina interrompe il rilassamento dei vasi sanguigni.

Un altro meccanismo per aumentare la pressione è la ritenzione di liquidi e sodio con un eccesso di insulina nel sangue. Ciò aumenta il volume del sangue circolante e seguito dalla pressione sanguigna.

Non dimenticare l'effetto dell'iperinsulinemia sui lipidi del sangue. L'eccesso di insulina provoca un aumento dei trigliceridi, una diminuzione delle lipoproteine ​​ad alta densità (HDL - lipidi antiaterogenici, cioè prevenzione dell'aterosclerosi), un leggero aumento delle lipoproteine ​​a bassa densità (LDL). Tutti questi processi migliorano la progressione dell'aterosclerosi vascolare, che porta a conseguenze disastrose..

Nelle donne, è ormai consuetudine mettere un segno uguale tra la sindrome dell'ovaio policistico e l'insulino-resistenza. Questa malattia provoca una violazione dell'ovulazione, causando infertilità, nonché un aumento degli androgeni deboli, causando sintomi di iperandrogenismo.

Cosa fare?

Se hai letto l'articolo fino alla fine, significa che sei davvero di fronte a questo problema e vuoi imparare a superare questa condizione patologica e ritrovare la salute. Proprio questo numero sarà dedicato al mio seminario online "Insulino-resistenza - una minaccia silenziosa", che si terrà il 28 settembre alle 10:00 ora di Mosca.
Parlerò di metodi di eliminazione e di tecniche segrete che i medici della clinica non conoscono. Riceverai programmi di lavoro di trattamento già pronti, garantiti per portare a un risultato. Inoltre, i REGALI sono stati preparati per te: intensamente "dieta KETO" e il webinar "Strategie dietetiche per le malattie endocrine", che completerà il materiale principale.
Tutti i partecipanti avranno accesso alla registrazione e tutto il materiale aggiuntivo per 30 giorni. Quindi, se non puoi partecipare online, puoi vedere tutto nella registrazione in qualsiasi momento conveniente..
Il costo di partecipazione al webinar + ingresso + manuali di formazione con regimi di trattamento + REGALI totale 2500 r
Fai clic sul pulsante in basso per pagare e prendere il tuo posto nel webinar.
Post scriptum Sono rimasti solo 34 20 15 7 posti

Con calore e cura, l'endocrinologo Lebedeva Dilyara Ilgizovna

Con calore e cura, l'endocrinologo Lebedeva Dilyara Ilgizovna

Che cos'è un test di insulino-resistenza e come eseguirlo

La resistenza all'insulina è la disfunzione dei processi metabolici nel corpo umano, in cui diminuisce la suscettibilità dei tessuti periferici all'insulina endogena ed esogena. Questo fallimento porta ad un aumento del livello di glucosio nel sangue. Questa condizione porta allo sviluppo graduale del diabete di tipo 2 non insulino-dipendente nelle donne e negli uomini di età superiore ai 35 anni..

Test di insulino-resistenza

Qual è l'indice di insulino-resistenza, cosa significa questo concetto e come viene effettuata la diagnosi? Per diagnosticare il diabete in una fase precoce, identificare la sindrome metabolica, un test per determinare il grado di insulino-resistenza del corpo (Homa-ir).

Come eseguire un esame del sangue per verificare la resistenza all'insulina per determinare i disturbi metabolici? Per testare donne e uomini, il sangue viene prelevato da una vena a stomaco vuoto in un ambiente di laboratorio. Prima dello studio, è necessario astenersi dal mangiare per 8-12 ore.

Il calcolo dell'indice (caro o homa-ir) viene eseguito secondo la formula:

Homa-ir = IRI (mkED / ml) × GPN (mmol / l) / 22.5;

Caro = GPN (mmol / L) / IRI (mkED / ml).

L'IRI è un indicatore dell'insulina immunoreattiva in un esame del sangue a stomaco vuoto e la GPN è il glucosio contenuto nel plasma sanguigno a stomaco vuoto. Normalmente, l'indice homa ir (Homa) per donne e uomini non supera 2,7. Se i risultati dello studio superano il valore specificato, viene diagnosticata la resistenza all'insulina (IR). Con un aumento della glicemia a digiuno, aumenta anche l'indice Homa.

Il punteggio del test Caro è normalmente inferiore a 0,33. Per confermare la patologia, l'analisi deve essere eseguita 3 volte.

Qual è il calcolo dell'indice Homa, il che significa che la deviazione del risultato dell'analisi dalla norma negli uomini e nelle donne? Indicazioni Homa-ir non appartiene ai criteri principali per la diagnosi della sindrome metabolica, viene effettuato come studio aggiuntivo. I tassi aumentati possono essere con epatite C cronica, cirrosi epatica, steatosi non alcolica, diabete mellito di tipo 2, prediabete.

Qual è il nome dell'analisi di laboratorio per determinare l'insulino-resistenza, quanto costa lo studio e quante volte deve essere fatto? Test del morsetto per determinare l'indice Homa-ir calcolato. Il costo dell'analisi dipende da quante volte deve essere fatto e dalla politica dei prezzi del laboratorio. In media, un test costa circa 300 rubli, in totale possono essere necessari fino a 3 studi..

Cosa significa un livello aumentato di IR?

Qual è l'indicatore dell'indice Nome, cosa significa se viene elevato al di sopra della norma e cosa occorre fare? Questa condizione può portare a diabete, malattie cardiache e sistema circolatorio..

L'eccesso di insulina nel corpo di donne e uomini influisce negativamente sullo stato dei vasi sanguigni, causando la progressione dell'aterosclerosi. L'ormone può contribuire all'accumulo di placche di colesterolo nelle pareti delle arterie, alla coagulazione del sangue e alla formazione di coaguli di sangue. Ciò aumenta significativamente il rischio di ictus, infarto, ischemia del cuore e di altri organi, cancrena degli arti.

È possibile contrarre il diabete con una violazione dell'IR? Nella fase di insulino-resistenza, il corpo produce una quantità crescente di insulina, cercando di compensare l'eccesso di glucosio nel sangue, superando così l'immunità dei tessuti. Ma col passare del tempo, l'apparato insulare si esaurisce, il pancreas non può più sintetizzare l'ormone in quantità sufficiente. Il livello di glucosio aumenta, si sviluppa il diabete mellito di tipo 2.

L'IR può causare lo sviluppo di ipertensione cronica in donne e uomini.

L'insulina influisce sul funzionamento del sistema nervoso, questo contribuisce ad un aumento del contenuto di noradrenalina, che provoca spasmo vascolare. Di conseguenza, la pressione sanguigna aumenta. L'ormone proteico ritarda l'eliminazione di liquidi e sodio dal corpo, contribuendo anche allo sviluppo dell'ipertensione.

La violazione di IR nelle donne può causare un funzionamento alterato degli organi genitali. Sindrome dell'ovaio policistico, si sviluppa infertilità.

Livelli elevati di insulina portano a uno squilibrio di lipoproteine ​​benefiche e dannose nel sangue. Ciò aumenta la probabilità di sviluppare o esacerbare l'aterosclerosi vascolare esistente..

Trattamento di insulino-resistenza

Cosa si dovrebbe fare con un aumento dell'homa-ir, la resistenza all'insulina può essere completamente curata? È possibile ripristinare i processi metabolici nel corpo usando una regolare attività fisica, seguendo una dieta a basso contenuto di carboidrati, abbandonando le cattive abitudini, osservando la dieta, il sonno e il riposo.

Dolci, patate, pasta, semola, pane bianco sono esclusi dalla dieta. Puoi mangiare verdure fresche, frutta, carni magre, latticini, crusca e pane di segale.

Posso liberarmi della resistenza all'insulina? Con una correzione tempestiva dello stile di vita, è possibile ridurre il rischio di esaurimento del pancreas, normalizzare il metabolismo, aumentare la suscettibilità delle cellule all'ormone.

Un criterio importante per la terapia è la riduzione del sovrappeso, attività fisica. Circa l'80% dei recettori dell'insulina sono contenuti nel tessuto muscolare, pertanto durante l'esercizio l'ormone viene assorbito. La perdita di peso stabilizza la pressione sanguigna.

Se l'attività fisica e la terapia dietetica non danno risultati, è possibile normalizzare il livello di glicemia assumendo farmaci che riducono lo zucchero.

Cos'è l'indice NOMA?

Index Homa - progettato per determinare la resistenza all'insulina nel rapporto tra glucosio e insulina.

Metodo dell'indice NOMA

Con la tendenza del corpo umano a ammalarsi di diabete, viene condotto uno studio sul livello di insulina e sui suoi effetti sui processi biochimici. Uno dei metodi che caratterizzano lo stato del corpo è l'indice della norma Homa, che mostra il rapporto tra insulina e glucosio.

Questo metodo consente di:

  • Rileva i segni del diabete in una fase precoce.
  • Attuare tempestivamente le misure di trattamento necessarie.

Diagnostica

Nel corpo umano si verificano processi biochimici che consentono di ottenere gli elementi e le sostanze necessari per il normale funzionamento di tutti gli organi.

Quando si mangia nel tratto gastrointestinale, si verificano i processi di conversione delle sostanze in arrivo in glucosio, che entra nel flusso sanguigno quando viene esposto all'insulina, penetrando nelle cellule. Se i processi metabolici sono disturbati per qualche motivo, c'è un eccesso di glucosio nel sangue.

C'è una sproporzione nel livello di insulina e glucosio - uno stato di insulino-resistenza. Un aumento del glucosio attiva un aumento della produzione di ormoni, che porterà anche al suo eccesso. Se i processi nel corpo sono disturbati, l'eccesso di glucosio viene convertito in grasso, accumulandolo in depositi, che rallenta ulteriormente i processi metabolici.

Per diagnosticare le condizioni del corpo del paziente, vengono condotti studi, durante i quali viene determinato il risultato e se l'indice Homa è 2,5-2,7, i processi procedono entro limiti normali. Pertanto, la norma dell'indice Homa è: 2,5-2,7

Al ricevimento del risultato, quando l'indice Homa aumenta e supera la norma consentita, può sorgere una situazione difficile che contribuisce al verificarsi delle seguenti malattie:

  • Arteriosclerosi;
  • Diabete mellito;
  • Ipertensione arteriosa

Come prepararsi allo studio?

Se diventa necessario eseguire test per determinare l'indice Homa, è necessario osservare una serie di regole obbligatorie:

  1. La donazione di sangue per analisi deve essere effettuata al mattino nell'intervallo di tempo compreso tra 8 e 11 ore.
  2. Prima di donare il sangue, non devi mangiare cibo per un periodo da 8 a 14 ore. È consentita solo l'acqua.
  3. È necessario ridurre l'assunzione di cibo prima del giorno del test.

Quando è programmato uno studio?

  • Quando ci sono deviazioni nel corpo.
  • Aumento della concentrazione di insulina, contribuendo allo sviluppo della depressione.
  • Appetito aumentato.
  • Fatica.
  • Diabete di tipo 2.
  • L'aterosclerosi deve essere esaminata.

In alcuni casi, il corpo è immune all'insulina inibendo la capacità di assorbire il glucosio.

A un livello normale di assorbimento del glucosio da parte dell'organismo a un livello dell'80% del contenuto totale, le cellule del tessuto muscolare sono attivamente coinvolte. Se il tessuto muscolare perde la sua capacità di assorbire il glucosio, si verifica insulino-resistenza..

Gli indicatori sono una serie di fattori che possono portare a un deterioramento della condizione:

  1. Ipertensione arteriosa.
  2. Obesità addominale.
  3. Colesterolo più basso - colesterolo ipoalfa.
  4. L'inizio dei segni del diabete di tipo 2.
  5. Aumenta i trigliceridi.

I primi segni di insulino-resistenza

La malattia può essere rilevata quando si verificano determinati segni:

  1. Se la sonnolenza si verifica dopo aver mangiato.
  2. Diminuzione della capacità di attenzione.
  3. Il verificarsi di differenze di pressione sanguigna.
  4. Disturbi digestivi.
  5. L'aspetto di uno strato grasso in vita.
  6. L'emergere di sentimenti di depressione.
  7. Fame.

Durante l'analisi del sangue, possono essere rilevate anomalie:

  • Aumento del colesterolo nel sangue;
  • Aumento del glucosio;
  • La presenza di proteine ​​nelle urine;
  • Trigliceridi aumentati.

Indicatori e calcolo dell'indice Homa

Nei pazienti, il sangue viene prelevato da una vena per rilevare disturbi metabolici.

Per il calcolo, viene utilizzata la formula: Homa-Ir = IRI (μED / ml) X GPN (mol / L) /22.5, dove Сaro = GPN (mol / L) / IRI (μED / ml).

Il calcolo dell'indice Homa viene eseguito secondo la formula in cui vengono utilizzati i dati:

  • IRI - il contenuto di insulina immunoreattiva contenuta nel sangue;
  • GPN - glucosio plasmatico.

Un punteggio Homa fino a 2,7 è considerato normale e sopra indica la presenza di insulino-resistenza.

Va anche tenuto presente che quando viene eseguita l'analisi dell'indice Homa, potrebbe esserci un valore maggiore dell'indicatore per la malattia di un paziente:

  • Epatite cronica C.
  • Diabete di tipo 2.
  • Cirrosi.
  • La steatosi.

Un aumento dell'insulina nel corpo può contribuire a:

  • Lo sviluppo dell'aterosclerosi.
  • Blocco vascolare.
  • Riduzione del flusso sanguigno, che può portare alla formazione di un ictus, infarto, varie patologie del cuore e degli arti.

A causa degli effetti dell'insulina, il sistema nervoso viene interrotto, la quantità di noradrenalina che porta al vasospasmo e all'aumento della pressione. L'ormone proteico aiuta a ritardare il ritiro di sodio e acqua dal corpo, che può portare a ipertensione.

Trattamento per la malattia da insulino-resistenza

Spesso ci sono situazioni in cui l'indice Homa è aumentato, cosa fare?

Il ripristino dello stato ottimale del corpo con insulino-resistenza è ottenuto da:

  • Esercizio fisico regolare;
  • Soggetto a una dieta speciale;
  • Diminuzione dell'influenza di fattori dannosi;
  • Stretta aderenza alla dieta, al riposo e al sonno;
  • Farmaco.

È necessario monitorare rigorosamente l'assortimento di prodotti alimentari. Ridurre al minimo l'uso di pane bianco, semola, patate. Nella dieta dovrebbero essere presenti carne magra, verdure fresche, pane di segale, prodotti a base di latte acido.

È necessario monitorare rigorosamente il proprio peso ed effettuare la regolamentazione attraverso lo sport. Esiste una dipendenza diretta, poiché i recettori dell'insulina, fino all'80% dei quali fanno parte del tessuto muscolare, attivano il loro lavoro con un aumento del carico muscolare, contribuendo all'assorbimento dell'ormone. La stabilizzazione della pressione è un fattore che contribuisce alla perdita di peso del paziente..

Di particolare nota è l'eccezione alla dieta:

  • Zucchero (normale);
  • Fast food;
  • Carni affumicate e cibi in scatola;
  • Alimenti contenenti una grande quantità di sale;
  • Acqua frizzante di zucchero.

È necessario aderire alla norma dell'assunzione di liquidi durante il giorno, che dovrebbe essere fino a 2,5 l, tra cui:

  • Succhi di frutta e verdura;
  • Un decotto di rosa canina;
  • Composte di frutta e bevande alla frutta senza zucchero.

Lo zucchero contenuto in molti prodotti è meglio sostituirlo con marmellata e i piatti principali devono essere cotti a vapore o al forno. Se possibile, il burro dovrebbe essere sostituito con olio vegetale.

Medicinali prescritti per il diabete mellito:

  1. Un gruppo di farmaci che aumentano la produzione di insulina (sulfonilurea): maninile, diabete, glycvidok. Farmaci che influenzano attivamente il pancreas: starlix, novonorm.
  2. Preparati che promuovono l'attivazione dei recettori, aumentando la suscettibilità cellulare: actos, siofor, biguanidi.
  3. Farmaci che riducono il tasso di penetrazione dello zucchero nel sangue: glucobai, resulina.
  4. Farmaci che aumentano la produzione di insulina nel tratto digestivo: Januvia.

L'uso dell'indice Homa per diagnosticare le condizioni dei pazienti consente di accelerare la ricezione dei risultati effettivi che ne caratterizzano la condizione e identificare una predisposizione a determinate malattie.