Indice di insulino-resistenza

La sindrome da insulino-resistenza è una patologia che precede lo sviluppo del diabete. Per identificare questa sindrome, viene utilizzato l'indice di resistenza all'insulina (HOMA-IR). La determinazione degli indicatori di questo indice aiuta a determinare la presenza di insensibilità all'azione dell'insulina nelle prime fasi, per valutare i rischi stimati di sviluppare diabete, aterosclerosi, patologie del sistema cardiovascolare.

Resistenza all'insulina - che cos'è?

Per resistenza all'insulina si intende la resistenza (perdita di sensibilità) delle cellule del corpo all'azione dell'insulina. In presenza di questa condizione, il paziente ha sia un aumento dell'insulina che un aumento del glucosio nel sangue. Se questa condizione è combinata con dislipidemia, ridotta tolleranza al glucosio, obesità, questa patologia si chiama sindrome metabolica.

Cause e sintomi della malattia

La resistenza all'insulina si sviluppa nelle seguenti situazioni:

  • sovrappeso;
  • predisposizione ereditaria;
  • disturbi ormonali;
  • l'uso di determinati farmaci;
  • dieta squilibrata, abuso di carboidrati.

Questi non sono tutti i motivi per lo sviluppo dell'insulino-resistenza. Anche chi abusa di alcol ha questa condizione. Inoltre, questa patologia accompagna la malattia della tiroide, l'ovaio policistico, la sindrome di Itsenko-Cushing, il feocromocitoma. A volte si osserva resistenza all'insulina nelle donne durante la gravidanza.

Le persone con resistenza agli ormoni hanno depositi di grasso addominale..

I sintomi clinici iniziano a manifestarsi nelle fasi successive della malattia. Le persone con insulino-resistenza hanno un tipo di obesità addominale (deposito di grasso nell'addome). Inoltre, hanno cambiamenti della pelle: iperpigmentazione sotto le ascelle, il collo e le ghiandole mammarie. Inoltre, in tali pazienti, si osservano aumenti della pressione sanguigna, cambiamenti nel background psicoemotivo, problemi digestivi.

Indice di resistenza all'insulina: calcolo

L'Homeostasis Model Assessment of Insulin Resistance (HOMA-IR), l'indice HOMA, sono tutti sinonimi dell'indice di insulino-resistenza. Per determinare questo indicatore, è necessario un esame del sangue. I valori dell'indice possono essere calcolati utilizzando due formule: l'indice HOMA-IR e l'indice CARO:

  • Formula HOMA: insulina a digiuno (μU / ml) * glicemia a digiuno (mmol / l) / 22,5 - normale non più di 2,7;
  • Formula KARO: glicemia a digiuno (mmol / l) / insulina a digiuno (μU / ml) - la norma non supera 0,33.
Torna al sommario

Analizza e come passare

Inizialmente i pazienti devono sottoporsi a un esame del sangue venoso, quindi eseguire un test di insulino-resistenza. La diagnosi e la determinazione della resistenza all'insulina si verificano in base alle seguenti regole:

30 minuti prima del test, non puoi sperimentare alcuno sforzo fisico.

  • È vietato fumare per mezz'ora prima dello studio;
  • prima dell'analisi, non puoi mangiare per 8-12 ore;
  • il calcolo degli indicatori viene effettuato al mattino a stomaco vuoto;
  • l'attività fisica è vietata per mezz'ora prima del test;
  • il medico curante deve essere informato dei farmaci.
Torna al sommario

Il tasso di indice di insulino-resistenza

Il valore ottimale di HOMA-IR non deve superare 2,7. Il glucosio a digiuno, che viene utilizzato per calcolare l'indice, varia in base all'età della persona:

  • a meno di 14 anni, gli indicatori vanno da 3,3 a 5,6 mmol / l;
  • nelle persone di età superiore ai 14 anni, l'indicatore dovrebbe essere compreso tra 4,1-5,9 mmol / l.
Torna al sommario

Deviazioni dalla norma

Indice HOMA aumentato a valori da 2,7. Un aumento degli indicatori può indicare entrambi la presenza di patologia. Fisiologicamente, l'indice di resistenza all'insulina può aumentare se le condizioni di donazione di sangue non sono soddisfatte per l'analisi. In tale situazione, l'analisi viene rifatta e gli indicatori vengono rivalutati.

Trattamento dell'indice IR HOMA

La dietoterapia è uno dei punti chiave nel trattamento dell'insulino-resistenza.

La terapia di insensibilità all'insulina mira a ridurre il grasso corporeo. Se l'indice NOMA è aumentato, si consiglia vivamente di apportare modifiche alla dieta quotidiana. Assicurati di ridurre la quantità di grassi e carboidrati consumati. Cottura, dolci, cibi fritti, sottaceti, affumicati, piatti con un alto contenuto di spezie sono completamente esclusi. Si consiglia l'uso di verdure, carne magra (pollo, tacchino, coniglio) e pesce. I modi migliori per cucinare i piatti:

È necessario mangiare frazionalmente - 5-6 volte al giorno. Inoltre, si consiglia di bere 1,5-2 litri di acqua pura al giorno. Caffè, tè forte, alcool devono essere completamente esclusi dal consumo. Inoltre, si raccomanda ai pazienti con insulino-resistenza di praticare sport: corsa, yoga, nuoto. Assicurati di fare esercizi mattutini. Lo stile di vita necessario è stabilito dal medico curante individualmente.

Indice HOMA

La definizione dell'indice HOMA (valutazione del modello omeostatico della resistenza all'insulina) è un tipo di analisi del sangue per la resistenza del corpo all'insulina. Durante un'analisi di laboratorio di un campione di sangue, la concentrazione del paziente di insulina a digiuno e glucosio a digiuno è normale. Sulla base dei risultati ottenuti, viene calcolato l'indice NOMA - un marker di insulino-resistenza.

L'indicatore IR NOMA è un marker per lo sviluppo di fallimenti di tolleranza al glucosio nel corpo e, di conseguenza, il diabete compromesso in futuro. Viene anche usato per calcolare i rischi di sviluppare la sindrome metabolica..

Indicazioni per l'analisi NOMA

Questo tipo di analisi del sangue è prescritto per:

  • valutare la possibilità che un paziente sviluppi il diabete mellito e le malattie degli organi del sistema cardiovascolare - ischemia, ipertensione arteriosa e ictus ischemico;
  • diagnosi di insulino-resistenza in pazienti con insufficienza renale cronica, ovaio policistico, epatite B e C;
  • diagnosi aggiuntiva per alcune malattie infettive;
  • valutazione delle condizioni del paziente durante l'assunzione di una serie di farmaci.

Puoi saperne di più sui preparativi per l'analisi e la formula con cui calcoliamo l'indice dal personale del centro. Contattali online o tramite il numero di telefono indicato sul sito. Puoi donare sangue HOMA CARO nel nostro centro al miglior prezzo.

REGOLE GENERALI PER LA PREPARAZIONE DELL'ANALISI DEL SANGUE

Per la maggior parte degli studi, si consiglia di donare il sangue al mattino a stomaco vuoto, questo è particolarmente importante se viene eseguito il monitoraggio dinamico di un determinato indicatore. Mangiare può influenzare direttamente sia la concentrazione dei parametri studiati sia le proprietà fisiche del campione (aumento della torbidità - lipemia - dopo aver mangiato cibi grassi). Se necessario, puoi donare il sangue durante il giorno dopo 2-4 ore di digiuno. Si consiglia di bere 1-2 bicchieri di acqua naturale poco prima di prendere il sangue, questo aiuterà a raccogliere la quantità di sangue necessaria per lo studio, ridurre la viscosità del sangue e ridurre la probabilità di formazione di coaguli nella provetta. È necessario escludere la tensione fisica ed emotiva, fumando 30 minuti prima dello studio. Il sangue per la ricerca viene prelevato da una vena.

Il contenuto informativo dell'indice HOMA nell'identificazione della resistenza all'insulina, preparazione per lo studio, indicazioni, primi segni della malattia e trattamento

L'indice HOMA è un metodo diagnostico per il calcolo della resistenza agli ormoni insulinici, che viene utilizzato per la diagnosi precoce del diabete. Nell'articolo esamineremo cos'è la resistenza all'insulina - come determinare la patologia.

Attenzione! Questo non è l'unico metodo diagnostico. Se sospetti il ​​diabete, consulta uno specialista..

Metodo dell'indice NOMA

Il metodo calcola simultaneamente i livelli misurati di insulina e glucosio, che sono determinati a stomaco vuoto. Da questo, è possibile calcolare la funzione delle cellule beta e la sensibilità all'insulina. Questo approccio è attualmente ben noto nella diagnosi clinica..

Il metodo NOMA si basa su un modello di feedback matematico relativamente semplice dell'interazione tra insulina e glucosio nell'omeostasi del metabolismo dei carboidrati.

Molte persone chiedono: come fare l'analisi? Un esame del sangue per l'insulino-resistenza viene eseguito rigorosamente a stomaco vuoto. Non è necessaria una preparazione speciale, ma non è consigliabile impegnarsi in uno sforzo fisico pesante prima dell'esame, poiché possono ridurre lo zucchero nel sangue. È necessario prepararsi per l'esame secondo le raccomandazioni di uno specialista.

I primi segni di insulino-resistenza

Il primo segno di insulino-resistenza può essere un aumento del peso corporeo causato da un aumento della concentrazione di insulina nel sangue. L'insulina è l'unico ormone che accumula grasso nel corpo (effetto adipogenico). Molti diabetici hanno una predisposizione genetica allo sviluppo di insulino-resistenza. Attualmente, si ritiene che il grasso nell'addome rilasci sostanze ormonalmente attive che promuovono e migliorano ulteriormente l'insulino-resistenza.

La concentrazione di trigliceridi può essere un indicatore della resistenza all'insulina. A livelli di trigliceridi superiori a 2,44 mmol / L, può essere presente resistenza agli ormoni..

Nel pancreas viene prima sintetizzata la molecola precursore dell'insulina proinsulina. L'ormone insulina si forma solo scindendo il cosiddetto peptide C. Con l'insulino-resistenza, viene prodotta molta insulina, che indica anche un alto livello di proinsulina nel sangue.

La resistenza all'insulina è il segno più caratteristico del T2DM. Il motivo è una dieta persistente ricca di carboidrati e un consumo eccessivo costante di zucchero, che porta ad un aumento dei livelli di insulina nel sangue e aumenta il rischio di obesità. Gli esatti meccanismi che portano all'insulino-resistenza vengono studiati intensamente, poiché i costi del diabete sono significativi e stanno crescendo..

Inizialmente, la resistenza non causa sintomi particolari. Per questo motivo, viene spesso diagnosticato solo quando sorgono gravi complicazioni. I sintomi sono simili a quelli del diabete: pelle secca, visione offuscata e guarigione della ferita compromessa. I possibili sintomi concomitanti sono affaticamento, scarsa concentrazione e debolezza muscolare..

Le prestazioni fisiche e mentali diminuiscono, quindi i pazienti spesso soffrono di problemi nella vita di tutti i giorni. La resistenza all'insulina può causare disfunzione muscolare e grave debolezza muscolare. In alcuni casi, si verifica una grave perdita di peso..

A causa dell'elevato livello di zucchero nel sangue, di solito c'è una forte sensazione di sete, seguita da minzione frequente. Altri segni includono colesterolo alto e basso HDL..

Nella fase iniziale, il disturbo non si manifesta con segni esterni visibili. Solo in rari casi possono manifestarsi sintomi tipici della malattia - problemi di peso, pelle pallida e sudorazione. A lungo termine, la resistenza può causare enormi complicazioni. I pazienti sviluppano malattie cardiovascolari e renali, che spesso portano a conseguenze irreversibili..

L'uso costante di zuccheri semplici rende il corpo insensibile all'insulina. Nell'obesità, questo porta ad un aumento del contenuto di acidi grassi liberi, che a sua volta stimola il fegato a produrre più zucchero.

Poiché l'esercizio fisico brucia zuccheri e grassi, la mancanza di esercizio fisico riduce la capacità del corpo di utilizzarlo. L'obesità dovuta all'eccessivo apporto calorico sotto forma di zuccheri semplici in combinazione con l'inattività fisica è la principale causa di insulino-resistenza.

Altre principali cause di insulino-resistenza:

  • Medicinali
  • Gravi malattie infettive;
  • Disturbi metabolici - ipertrigliceridemia;
  • acromegalia;
  • Sindrome delle ovaie policistiche;
  • Malnutrizione persistente;
  • Lipodistrofia, sindrome di Rabson-Mendenhall, sindrome di Lawrence.

La resistenza aumenta a causa di:

  • Ricette anormali all'insulina;
  • Riduzione del numero di recettori con livelli di insulina costantemente elevati;
  • IgG - anticorpi che inibiscono l'attività biologica dell'insulina;
  • Aumenti nella degradazione enzimatica dell'insulina;
  • Diminuzione dell'efficienza del legame dell'insulina ai suoi recettori;
  • Proteine ​​insulino-resistenti come fattore di necrosi tumorale alfa (TNF-alfa) e inibitore dell'attivatore del plasminogeno tipo I (PAI-1).

Indicatori e calcolo HOMA

Calcolo di vari indici HOMA:

  • HOMA Beta: 20 * concentrazioni di insulina a digiuno (mU / l) / (livelli di glucosio a digiuno (mmol / l) - 3,5);
  • HOMA IR: livello di insulina a stomaco vuoto (mU / l) * glucosio a digiuno (mmol / l) / 22,5.

La norma per uomini e donne non è diversa ed è 4,1-5,9 mmol / l. La decifrazione dei risultati deve essere eseguita da un medico qualificato..

Trattamento per la malattia da insulino-resistenza

Innanzitutto, il medico modifica la dieta del paziente. Non è raccomandato l'uso di diete medicinali non verificate. È meglio passare una persona a una dieta completa ma povera di grassi con cereali integrali e verdure.

È importante non solo ridurre più volte gli zuccheri semplici, ma anche i grassi, in particolare gli animali. Il secondo importante componente del trattamento è un aumento dell'attività fisica del paziente. Tutti gli sport di resistenza sono adatti. Le persone in sovrappeso o gravemente obese dovrebbero cercare di ridurre il peso corporeo per qualsiasi tipo di diabete o insulino-resistenza..

La resistenza all'insulina può essere trattata con farmaci. In questo caso, viene utilizzata la metformina, che agisce nel fegato e riduce la formazione di zucchero. La metformina abbassa lo zucchero nel sangue e migliora la funzione pancreatica. Altri farmaci includono i sensibilizzanti all'insulina, che migliorano la sensibilità all'insulina nelle cellule e l'acarbosio, che inibisce l'assorbimento dello zucchero nell'intestino..

La resistenza all'insulina è prevenuta da uno stile di vita sano. Molti sport aiutano a migliorare il metabolismo dello zucchero. La resistenza all'insulina è un precursore del diabete. Il diabete può causare ipertensione, danni ai reni, agli occhi e ai piccoli vasi.

Consigli! Solo un medico può diagnosticare il diabete e prescrivere studi. Lo screening da soli se si sospetta il diabete latente non è raccomandato.

Uno specialista può diagnosticare correttamente, calcolare formule e condurre test per determinare i valori necessari. Il medico prescrive anche un trattamento normale, regola la dieta e la routine quotidiana. L'indice consente di effettuare una valutazione preliminare della condizione, ma non di identificare la malattia. Per determinare con precisione la patologia, saranno necessari altri test..

Durante la gravidanza, un bambino (anche un adolescente) o una persona anziana dovrebbe essere indirizzato a uno specialista se si sospetta il diabete. Il piano di trattamento e l'elenco degli esami da eseguire sono determinati dal medico.

“Valutazione della resistenza all'insulina. Indici Caro e HOMA »

Prezzo: 750 rub.
Materiale: sangue
Tempo di campionamento: 7: 00-12: 00 Sab 7: 00-11: 00 dom. 8: 00-11: 00
Output dei risultati: il giorno della consegna del biomateriale dalle 16:00 alle 19:00, tranne sabato e domenica

Condizioni per la preparazione per l'analisi:

Valutazione della resistenza all'insulina. Indici Caro e HOMA

Sono stati proposti vari indici basati sul rapporto tra insulina plasmatica a digiuno e concentrazioni di glucosio per valutare la resistenza all'insulina..

Indice di caro - il rapporto tra glucosio (in mmol / l) e insulina (in μMU / ml) nel plasma a digiuno.

Un criterio quantitativo ha un valore di 0,33. Valori caro inferiori a 0,33 indicano resistenza all'insulina.

L'indice HOMA viene calcolato utilizzando la formula: glucosio a digiuno (mmol / L) X insulina a digiuno (μMU / ml) / 22,5. Valori HOMA superiori a 2,86 indicano resistenza all'insulina.

Gli indici Caro e HOMA sono utilizzati come test di laboratorio aggiuntivi per la sindrome metabolica. In un gruppo di persone con livelli di glucosio inferiori a 7 mmol / L, sono più informativi del glucosio a digiuno e dell'insulina in sé.

Criteri per l'insulino-resistenza: indice di Caro - meno di 0,33; HOMA - oltre 2,86.

Valutazione dell'insulino-resistenza: glucosio (a stomaco vuoto), insulina (a stomaco vuoto), calcolo dell'indice HOMA-IR

Descrizione

Valutazione dell'insulino-resistenza: glucosio (a stomaco vuoto), insulina (a stomaco vuoto), calcolo dell'indice HOMA-IR - un metodo per valutare l'insulino-resistenza associato alla determinazione del rapporto basale (a digiuno) di glucosio e insulina.

Il profilo include indicatori:

  • glucosio;
  • insulina;
  • Indice di insulino-resistenza calcolato da HOMA-IR.
La resistenza all'insulina è associata ad un aumentato rischio di sviluppare diabete e malattie cardiovascolari e, ovviamente, è una componente dei meccanismi fisiopatologici alla base del legame tra obesità e questi tipi di malattie (inclusa la sindrome metabolica).

Il metodo più semplice per valutare l'insulino-resistenza è l'indice di insulino-resistenza (HOMA-IR).
HOMA-IR (Modello di omeostasi Valutazione dell'insulino-resistenza) = glucosio a digiuno (mmol / l) x insulina a digiuno (μU / ml) / 22,5.

Il rapporto tra il livello basale (a digiuno) di insulina e glucosio, che riflette la loro interazione nel circuito di feedback, è in gran parte correlato alla valutazione della resistenza all'insulina nel classico metodo diretto per valutare gli effetti dell'insulina sul metabolismo del glucosio - metodo del morsetto euglicemico iperinsulinemico.

Con un aumento della glicemia a digiuno o dell'insulina, l'indice HOMA-IR aumenta. Il valore soglia di insulino-resistenza espresso in HOMA-IR è generalmente definito come il 75 ° percentile della sua distribuzione cumulativa della popolazione. La soglia HOMA-IR dipende dal metodo per determinare l'insulina; è difficile standardizzare. La scelta del valore di soglia, inoltre, può dipendere dagli obiettivi dello studio e dal gruppo di riferimento selezionato.

L'indice HOMA-IR non è incluso nei principali criteri diagnostici della sindrome metabolica, ma è utilizzato come ulteriori studi di laboratorio di questo profilo. Nel valutare il rischio di sviluppare il diabete in un gruppo di persone con livelli di glucosio inferiori a 7 mmol / L, l'HOMA-IR è più informativo del glucosio a digiuno o dell'insulina in sé.

L'uso nella pratica clinica a fini diagnostici di modelli matematici per la valutazione della resistenza all'insulina in base alla determinazione dell'insulina plasmatica e del glucosio a digiuno presenta una serie di limitazioni e non è sempre accettabile per decidere la nomina della terapia ipolipemizzante, ma può essere utilizzato per l'osservazione dinamica.

Indice HOMA ed epatite virale C
L'epatite C cronica (genotipo 1) presenta alterazioni della resistenza all'insulina con aumento della frequenza. Un aumento dell'HOMA-IR tra questi pazienti è associato a una risposta peggiore alla terapia rispetto ai pazienti con insulino-resistenza normale, e pertanto la correzione dell'insulino-resistenza è considerata uno dei nuovi obiettivi nel trattamento dell'epatite C. Un aumento della resistenza all'insulina (HOMA-IR) è osservato con steatosi epatica non alcolica.

indicazioni


Al fine di valutare e monitorare la dinamica dell'insulino-resistenza in una serie di test per l'esame di pazienti con obesità, diabete, sindrome metabolica, sindrome dell'ovaio policistico (PCOS), pazienti con epatite cronica C, pazienti con steatosi epatica non alcolica. Nel valutare il rischio di sviluppare diabete e malattie cardiovascolari.

Formazione
Si consiglia di donare il sangue al mattino, dalle 8 alle 12 ore. Il sangue viene prelevato a stomaco vuoto, dopo 6-8 ore di digiuno. È consentito utilizzare acqua senza gas e zucchero. Il sovraccarico di cibo dovrebbe essere evitato alla vigilia dello studio..

Interpretazione dei risultati
Unità: unità convenzionali.

Insulino-resistenza: come determinare mediante analisi e perdere peso!

Resistenza all'insulina come violazione quantitativa del metabolismo dei carboidrati

Il metabolismo dei carboidrati è la parte più sabotata del metabolismo dell'uomo moderno. Questo perché ultimamente lo stiamo sovraccaricando attivamente. La maggior parte dei disturbi del metabolismo dei carboidrati dei nostri contemporanei sono quantitativi. Ciò significa che possono essere corretti attraverso cambiamenti nello stile di vita. Secondo me, non sono affatto malattie. Includerò qui il diabete di tipo 2 e l'insulino-resistenza. Si verificano a causa del banale sovraccarico del metabolismo dei carboidrati. In poche parole, più carboidrati nella dieta, maggiore è il rischio del loro sviluppo.

Sovraccaricando il metabolismo dei carboidrati, inibiamo il grasso. Questo trasforma il corpo in una modalità di accumulo di riserve di grasso. Pertanto, le persone stanno rapidamente ingrassando e quindi lottano erroneamente con i grassi nella loro dieta, pensando che siano loro a essere colpevoli. Diciamo "grazie" per Girofobia e Colesterofobia!

Questo articolo aiuterà coloro che stanno lottando con l'eccesso di peso per lungo tempo e senza risultati. E qualcuno potrebbe essere salvato dal diabete di tipo 2 in futuro.

Insulino-resistenza e diabete: siamo sempre in ritardo

La diagnosi dei disturbi del metabolismo dei carboidrati è sempre stata imperfetta. Non abbiamo compreso appieno questo problema, quindi abbiamo sempre guardato nella direzione sbagliata. E continua ancora a farlo, nonostante esistano viste alternative più efficaci..

E poi inizia un inferno ancora più grande! Stiamo iniziando a trattare il secondo tipo di diabetico con insulina, come se avesse il primo tipo di diabete. E questa tattica danneggia ancora di più il corpo del paziente, perché il suo sangue è già pieno della sua insulina e anche gli endocrinologi amichevoli aggiungono esogeni. È come spegnere un incendio con il gas, come ho notato

Affinché il lettore possa comprendere l'essenza del problema, è necessario parlare della diagnosi e dell'analisi dei disturbi del metabolismo dei carboidrati. A proposito di come si sono evoluti i metodi per rilevare i disordini del metabolismo dei carboidrati e di come la medicina si è "rovinata" con la diagnosi del diabete, dico in questo video:

L'evoluzione dei saggi del metabolismo dei carboidrati

Urina dolce

Il primo modo per rilevare il diabete era determinare il gusto dell'urina del paziente. Sì, il medico ha assaggiato l'urina del paziente e ha confermato il diabete se era dolce. Il problema è che la presenza di zucchero nelle urine indica un grado di diabete di vasta portata. Il corpo inizia a scaricare lo zucchero nelle urine quando il sangue è già pieno. In questa fase, l'intero corpo ha già ricevuto enormi danni da zucchero in eccesso. Pertanto, le prognosi per tali pazienti sono tutt'altro che favorevoli.

Glucosio nel sangue - Sweet Blood

Quindi siamo diventati più intelligenti e abbiamo iniziato a determinare lo zucchero nel sangue dei pazienti. Non so se gli antichi dottori dovevano assaggiare il sangue. Ma stiamo già parlando della determinazione biochimica della glicemia. Questo è stato un progresso significativo, perché ha aiutato a identificare i pazienti con disturbi del metabolismo dei carboidrati prima che lo zucchero iniziasse a fuoriuscire nelle urine..

Glicemia a digiuno | Zucchero nel sangue a digiuno

Poi ci siamo svegliati un po 'di più e abbiamo iniziato a misurare la glicemia a stomaco vuoto. Ciò ha contribuito a valutare la capacità del corpo di metabolizzare il glucosio. E vedi anche quanto sangue il paziente è intasato di zucchero al momento dello studio. Ma non è ancora sufficiente rilevare l'insulino-resistenza precoce prima che diventi diabete.

Test di tolleranza al glucosio orale (GTT)

E ancora una volta siamo diventati un po 'più intelligenti! Ci siamo resi conto che non solo la glicemia è importante, ma anche la sua dinamica. Pertanto, è stato inventato il test di tolleranza al glucosio orale. Nel suo design, è molto crudele perché richiede al paziente di bere 75-100 grammi di zucchero sciolto nello sciroppo. Lo zucchero nel sangue viene misurato prima di assumere questa soluzione e un paio d'ore dopo. I risultati forniscono una valutazione di quanto il corpo tollera il glucosio. Anche questo test è stato un passo avanti, ma non è ancora sufficiente calcolare in tempo il disturbo del metabolismo dei carboidrati..

Questo test presenta degli svantaggi:

  1. Non fisiologici. Il suo design è separato dalla realtà. Non riesco a immaginare una persona che nella vita ordinaria utilizzerà 75-100 grammi di una soluzione estremamente dolce. Per questo motivo, alcuni pazienti non superano i test perché non possono assumere una tale quantità di zucchero alla volta senza un riflesso del vomito. Pertanto, al centro, si tratta di uno stress test..
  2. Molte persone hanno 5-30 + kg. sovrappeso superato con successo questo test! E non rivelano insulino-resistenza. Alcuni anni dopo, hanno anche scoperto il diabete mellito di tipo 2. Tutto il divertimento è che nonostante la normale glicemia, i disturbi del metabolismo dei carboidrati possono già essere. E spesso possono essere assunti proprio da tali individui: non con il più grande sovrappeso, ma "normali" esami del sangue.

Questo test è molto lontano dall'essere perfetto! Nonostante ciò, ora è il metodo principale per determinare i disturbi del metabolismo dei carboidrati. Il grado di inesattezza è scioccante e lo vedremo più avanti nell'articolo. Ancora una volta, non aiuterà a rilevare l'insulino-resistenza precoce..

Insulina a sangue a digiuno

Quando abbiamo imparato come determinare la quantità di insulina nel sangue, possiamo dire che questo è stato il primo passo giusto verso la diagnosi precoce dei problemi del metabolismo dei carboidrati. Ma questo metodo non era ampiamente usato allora, perché si credeva (e si ritiene ancora) che il diabete fosse una malattia della glicemia, non dell'insulina.

Per riferimento, ricordo che l'insulina è un ormone responsabile dell'assorbimento dei carboidrati. Più carboidrati una persona mangia, più insulina è richiesta per il suo assorbimento da parte dei tessuti. Ancora più semplice, l'insulina dice al corpo di assorbire i carboidrati..

Test di tolleranza al glucosio orale con valutazione dell'insulina (GFT secondo Joseph Kraft)

Il medico e patologo Joseph Kraft è stato il primo a pensare di aggiungere una valutazione simultanea dell'insulina nel sangue a una GTT standard. Questo approccio è stato rivoluzionario. Ci ha permesso di esaminare il problema non solo dal lato dello zucchero, ma anche dall'insulina. Quindi, il ricercatore ha visto che nonostante il normale livello di zucchero nel sangue durante il test, l'insulina può comportarsi in modo molto diverso! Sulla base delle sue osservazioni, ha dedotto diversi tipi / modelli di comportamento dell'insulina durante un test di tolleranza al glucosio..

Tipo 1 - Norm. Nonostante l'introduzione di una grande quantità di zucchero, la concentrazione di insulina nel sangue rimane entro limiti normali..
Tipi 2-4 - Iperinsulinemia in varie manifestazioni. Al ricevimento di una grande quantità di zucchero, l'insulina nel sangue aumenta al di sopra del normale. E il tempo prolungato rimane elevato. Ciò suggerisce l'insulino-resistenza..
Tipo 5 - Insufficienza di insulina. Si osserva che quando si riceve una dose di shock di zucchero, l'insulina nel sangue rimane quasi invariata. Ciò suggerisce una disfunzione completa delle cellule pancreatiche che producono insulina..

Che cos'è l'insulino-resistenza e l'iperinsulinemia

In termini semplici, la resistenza all'insulina è la "fatica" del corpo dovuta all'insulina. Il corpo si “stanca” dell'insulina quando è troppo. Pertanto, smette di rispondere correttamente. Lo ignora. Ma l'insulina deve fare il suo lavoro. Consiste nel trasporto di nutrienti dal sangue ai tessuti. Principalmente carboidrati, ovviamente.

Affinché un corpo stanco possa sentire un segnale di insulina e possa trasportare zucchero dal sangue ai tessuti, deve "urlare" più forte. Pertanto, affinché il corpo obbedisca all'ordine dell'insulina, ha sempre più bisogno. Questo è un circolo vizioso. Perché più insulina nel sangue, più il corpo si stanca.

Di conseguenza, sempre più insulina è necessaria per assorbire la stessa quantità di zucchero. Se in precedenza un'unità di insulina poteva metabolizzare 5 grammi di zucchero, ora ne servono 5. E nel tempo, questa cifra sta solo crescendo. Questo è l'insulino-resistenza, è anche "ridotta sensibilità dei tessuti all'insulina".

Iperinsulinemia significa che troppa insulina è presente nel sangue. Questa è una proprietà essenziale dell'insulino-resistenza e del diabete di tipo 2..

Perché Kraft GTT è l'analisi del metabolismo dei carboidrati più preziosa

Il test di Kraft ha rivelato la mostruosa inesattezza diagnostica del test di tolleranza al glucosio standard. Il Dr. Kraft durante la sua carriera ha esaminato oltre 15.000 pazienti, il che gli ha permesso di trarre una conclusione sorprendente..

Il 75-80% delle persone che hanno superato con successo il test standard di tolleranza al glucosio ha già insulino-resistenza ai suoi tempi.

La scoperta del Dr. Kraft afferma che fin dall'inizio dello studio dei disturbi del metabolismo dei carboidrati, stiamo guardando nella direzione sbagliata. Facciamo del nostro meglio per mantenere lo zucchero nel sangue entro limiti normali, ignorando il fatto che è solo una conseguenza, non la causa principale. La causa principale del metabolismo dei carboidrati alterato è l'insulina cronicamente elevata. E solo allora si unisce il problema della glicemia alta. Inizialmente, i recettori e i tessuti diventano sovrasaturi con l'insulina. Pertanto, è sempre più necessario assimilare la stessa quantità di zucchero. Quindi, per prima cosa guadagniamo un'elevata insulina nel sangue. Quindi tutti i depositi di zucchero nel corpo traboccano e inizia a immagazzinarlo nel sangue.

L'80% delle persone non sospetta di avere un metabolismo dei carboidrati disturbato

Ma non tutto è così male, ma molto peggio. Oltre a migliaia di GTT con punteggi di insulina, Joseph Kraft ha eseguito molte autopsie. Ciò gli ha permesso di stabilire che il danno ai vasi sanguigni caratteristico di una violazione del metabolismo dei carboidrati inizia anche prima che lo zucchero nel sangue esca dal range normale..

Conclusione intermedia: non abbiamo capito il metabolismo dei carboidrati

Cercherò di riassumere e semplificare le informazioni per coloro che ancora non comprendono molto bene l'argomento!

Come ho scritto sopra, siamo sempre in ritardo nella diagnosi dei disturbi del metabolismo dei carboidrati. Il lavoro del Dr. Kraft ha confermato che non comprendiamo l'essenza dei disturbi del metabolismo dei carboidrati. Pertanto, per tutto questo tempo, mentre è in vigore il vecchio dogma, i pazienti non solo vengono alla luce nelle ultime fasi con complicazioni, ma ricevono anche un trattamento inadeguato.

  1. Quando un paziente ha una violazione del metabolismo dei carboidrati a causa di una deviazione nell'analisi della glicemia, ha già questa violazione per più di 5 anni o più.
  2. Una persona può avere glicemia normale e superare con successo un test di tolleranza al glucosio. Ma questo non significa che non abbia una violazione del metabolismo dei carboidrati. Fino a quando l'insulina non viene presa in considerazione.
  3. L'insulina ematica cronica rimane all'ombra mentre "facciamo da babysitter" con zucchero nel sangue. Per questo motivo, il corpo del paziente sta già ricevendo danni tangibili quando "apriamo" il problema.
  4. Per ripristinare il metabolismo dei carboidrati, è necessario innanzitutto concentrarsi sul controllo dell'insulina. Quindi la glicemia si "tirerà su" automaticamente alla normalità.
Perché GTT Kraft non è diventato uno standard

Nel suo design originale, il test richiede 5 ore e diversi campioni di sangue. Nel ritmo moderno della vita, questo è un grosso mal di testa per il paziente. D'altra parte, questo test potrebbe salvare decine di anni di vita sana per milioni di persone. Tuttavia, i benefici immediati dell'intera società sono più importanti della qualità della vita di una singola persona. Inoltre, è doloroso esaminare questo test, perché mostra quanto siano profonde le nostre idee sbagliate sul metabolismo dei carboidrati. Se inizi a usarlo ovunque, metterà in discussione non solo l'intera storia precedente della diagnosi, ma anche i metodi accettati per il trattamento dei disturbi del metabolismo dei carboidrati.

Nella scienza e nella medicina mondiale, non è consuetudine scusarsi per gli errori. Possono semplicemente essere silenziosi o nascosti dietro sensazioni regolari. Sulla errata comprensione del metabolismo dei carboidrati, viene costruita un'enorme industria che porta denaro. I farmaci che riducono lo zucchero, l'insulina esogena e tutto questo movimento con il controllo del diabete di tipo 2 sono molto redditizi. Non c'è cospirazione se non l'ignoranza del paziente stesso. E dal punto di vista della medicina, questa è una situazione troppo redditizia per rifiutare.

Per una chiara comprensione del problema della terapia insulinica, raccomando questa dura analisi del caso reale su Instagram: "il trattamento dell'insulina è il percorso verso la disabilità del paziente e l'arricchimento del settore".

Joseph Kraft ha scritto l'eccellente libro Diabetes Epidemic & You, utile non solo per i medici, ma anche per i pazienti. Ti consiglio di familiarizzare con esso, poiché sta perdendo la comprensione dell'essenza del problema.

Tuttavia, torniamo alla diagnosi dei disturbi del metabolismo dei carboidrati.

Indice di insulino-resistenza (HOMA-IR)

Quando abbiamo imparato a misurare il glucosio e l'insulina nel sangue allo stesso tempo, qualcuno ha pensato di esaminare la relazione tra loro. Quindi è apparso un test piuttosto prezioso: HOMA-IR. È l '"indice di continuità dell'insulina", se in russo gratuito. Ancora lontano dall'accuratezza del test del Dr. Kraft, in quanto non valuta la dinamica nel tempo. Tuttavia, consente già di vedere se il paziente ha un'insulina di fondo in eccesso nel sangue molto tempo dopo aver mangiato.

Più avanti nell'articolo condividerò un calcolatore che misurerà l'HOMA-IR.

Emoglobina glicata (HbA1c)

Quindi abbiamo scoperto che lo zucchero nel sangue è in grado di legarsi alle proteine. Inoltre, è irreversibilmente associato ad alcuni, che è chiamato il processo di glicazione. Legandosi all'emoglobina dei globuli rossi, il glucosio la trasforma in emoglobina glicata (HbA1c). In questa forma, è in grado di persistere da 30 a 90 giorni secondo varie fonti. Questo lo trasforma in una cosiddetta proteina della memoria. Determinando la sua concentrazione nel sangue, possiamo assumere il carico di carboidrati del paziente negli ultimi 30-90 giorni.

È ancora tutt'altro che ideale, poiché non tiene conto dell'insulina, ma è meglio del semplice glucosio nel sangue e di un test di tolleranza al glucosio standard. Se lo guardi in modo dinamico, puoi valutare i nostri sforzi per controllare la glicemia. Si può presumere in modo relativamente accurato la concentrazione media di zucchero nel sangue negli ultimi 3 mesi. Per fare ciò, usa la tabella qui sotto.

50 tonalità di diabete emoglobinico glicato

Peptide C.

L'ultimo test di cui voglio parlare oggi. Il peptide C viene rilasciato quando l'insulina entra nel flusso sanguigno. Dopodiché, ciondola a lungo nel sangue senza alcuna funzione speciale. Allo stesso tempo, l'insulina fa il suo lavoro e scompare rapidamente dal sangue. Poiché il peptide C rimane molto più a lungo dell'insulina nel sangue, la sua analisi può essere utilizzata per determinare in modo abbastanza accurato la presenza media di insulina nel sangue per lunghi periodi di tempo. In termini semplici, questo è un test più accurato della concentrazione di insulina. Ed è utile quando è necessario distinguere tra insulino-resistenza e diabete di tipo 1..

Insulino-resistenza e sovrappeso

Il fatto è che maggiore è il livello di insulina nel sangue, maggiore è il peso della persona. L'insulina previene la combustione dei grassi, quindi mentre è alta, il peso scompare molto lentamente. In tali condizioni, sono necessari notevoli sforzi per perdere peso. A causa dell'alta insulina, il processo di perdita di peso è molto difficile, nonostante i tentativi persistenti. Questo ormone è abbastanza forte da rallentare significativamente i risultati, anche con un conteggio delle calorie competente e un allenamento regolare.

Pertanto, al fine di ridurre efficacemente il peso in eccesso, è necessario dimenticarsene a lungo. E le forze e l'attenzione liberate dovrebbero essere dirette a lavorare sul livello di insulina nel corpo. La resistenza all'insulina è fissata a lungo e ciò accade in modo non uniforme. Pertanto, la lotta con il peso si allunga per molti anni. E quelli che perdono peso spesso incontrano lunghi altopiani sul loro cammino, che mettono alla prova la loro pazienza.

Inoltre, l'aumento dell'insulina è associato alla mortalità precoce. Compreso attraverso la circonferenza della vita. Come determinare l'aspettativa di vita della vita

Quando è necessario sottoporsi a test per l'insulino-resistenza e il metabolismo dei carboidrati compromesso

  1. Se si lotta con l'eccesso di peso per molto tempo, ma non se ne va affatto e ritorna costantemente. Nonostante la corretta alimentazione, il conteggio delle calorie e l'esercizio fisico regolare.
  2. Se ha aterosclerosi vascolare, obesità epatica, affaticamento cronico, depressione, problemi della pelle, malattie renali, ipotiroidismo, neoplasie.

Quali test devono essere eseguiti per determinare la resistenza all'insulina

Offro un minimo assolutamente realistico. Senza di essa, non ha senso parlare di una violazione del metabolismo dei carboidrati e della sensibilità all'insulina. Questo elenco di test è rilevante per tutte le persone, indipendentemente dallo stato di salute. Inoltre, non è importante lo stile del cibo di una persona. Questo pannello diagnostico è universale. Per coloro che hanno già problemi con il metabolismo dei carboidrati, questa galassia di test è utile per monitorare la dinamica.

Tutti i test vengono effettuati 12 ore dopo un pasto. Consiglio anche di non bere il caffè un giorno prima della misurazione. Può distorcere i risultati..

Glucosio + insulina = indice di resistenza all'insulina (HOMA-IR)

Ciò implica che il laboratorio misurerà sia lo zucchero che l'insulina nel sangue. E quindi calcolerà l'indice con la formula. Pertanto, questo test include anche glicemia con insulina. Puoi fare diversamente. Se si ordina una misurazione separata di glucosio e insulina, l'indice di resistenza all'insulina può essere calcolato in modo indipendente. Di seguito ho aggiunto un calcolatore che ti consentirà di calcolare l'indice se disponi già di dati su glucosio e insulina.

Emoglobina glicata (HbA1C)

Oltre all'indice di insulino-resistenza, ti darà un'idea di quale sia stato il tuo vero carico di carboidrati negli ultimi 30-90 giorni. Se lo usi in isolamento, puoi catturare stadi di vasta portata solo quando l'insulina e lo zucchero friggono il paziente dall'interno da molto tempo.

Ulteriori analisi del metabolismo dei carboidrati

Il minimo che ho elencato sopra soddisferà le esigenze dell'80% delle persone. In casi più complessi, o anche per curiosità, puoi passare il peptide C. Se sei fortunato a trovare un test di tolleranza al glucosio con valutazione dell'insulina (secondo Kraft), allora andrà bene. Ma non penso che sia rappresentato nella Federazione Russa. Potrebbe anche essere fortunato a trovare un test di tolleranza al glucosio con una definizione di peptide C. Ma, ancora, glucosio, insulina, Homa-IR e HbA1C sono sufficienti per la maggior parte. In altri casi che questo articolo non tratta, è necessario valutare la situazione individualmente.

Con quale frequenza eseguire i test di insulino-resistenza

Se i risultati sono normali, puoi ripeterlo dopo 3-6 mesi, se non sono previsti grandi cambiamenti nella nutrizione. Quando i test sono lontani dalla norma, dovrebbero essere ripetuti più spesso per valutare l'efficacia della tattica scelta. Se decidi di cambiare dieta o dimagrire, devi fare dei test prima che inizino le modifiche.

Con i miei reparti, di solito prendo misure ogni 3 mesi in media.

Inutili test di insulino-resistenza

Non ha senso eseguire test che non tengono conto dell'insulina nel sangue. Pertanto, il test di tolleranza al glucosio nel sangue e al glucosio sono inutili, il kgda è stato superato individualmente. Possono prendere quei casi solo quando una persona ha già ricevuto molti danni da insulino-resistenza.!

Come migliorare la sensibilità dei tessuti all'insulina

Il metodo più efficace è ridurre il carico di carboidrati sul metabolismo. Direi persino che questo è l'unico metodo naturale e fisiologico per il metabolismo. Perché non richiede alcun farmaco o integratore. È gratuito ed efficace. Tutto quello che devi fare è migliorare la tua alimentazione. Leggiamo di più su questo nel mio articolo: Quanti carboidrati mangiare al giorno.?

Inoltre, mi affretto a compiacere un fatto importante! Nelle linee guida ufficiali per il trattamento del diabete di tipo 2, nel 2020 sono stati compiuti progressi significativi. La riduzione dei carboidrati è ora ufficialmente accettata come un modo sicuro ed efficace per curare il diabete di tipo 2. Puoi scoprire tutti i dettagli in questo articolo: una dieta a basso contenuto di carboidrati per il diabete di tipo 2 è efficace e sicura.

Quali altri metodi diagnostici di salute dovrei usare?

Letture addizionali sull'argomento: "Come stabilire una dieta armoniosa per non ammalarsi e non ingrassare"

Come le proteine ​​controllano l'appetito e la fame. Perché un'adeguata proteina è fondamentale.

Condividi il vantaggio

So che il mio articolo aiuterà qualcuno a vivere una vita migliore e più sana! Pertanto, ringrazio anticipatamente coloro che lo condividono con coloro a cui può essere utile. Ti consiglio anche di mostrarlo al tuo medico se hai sofferto di glicemia alta e sovrappeso per lungo tempo!

Se hai bisogno di aiuto per spiegare le analisi e le raccomandazioni per loro, quindi contattami sui contatti sul sito per pianificare una consultazione.

Scienza nell'articolo

Se trovi un errore, seleziona un pezzo di testo e premi Ctrl + Invio.

Indice di resistenza all'insulina HOMA-IR

Indice di resistenza all'insulina HOMA-IR

Informazioni sullo studio

L'indice di resistenza all'insulina HOMA-IR è un metodo diagnostico utilizzato per quantificare la resistenza dei tessuti all'insulina e alla funzione delle cellule beta del pancreas. Il concetto diagnostico HOMA è stato sviluppato da Robert Turner e Rury Holman nel 1976..

La resistenza all'insulina è una ridotta risposta cellulare, in particolare di un organo insulino-dipendente, alla propria insulina o rilasciata esternamente. Il sovrappeso è uno dei principali fattori di rischio per lo sviluppo dell'insulino-resistenza, che si verifica nella sindrome metabolica ed è un indicatore dello sviluppo del diabete non insulino-dipendente.

L'insulina è un ormone polipeptidico che si forma nelle cellule beta del pancreas. La regolazione della concentrazione di zucchero nel sangue viene effettuata con l'aiuto di due ormoni: glucagone e insulina. Il primo aumenta lo zucchero nel sangue, mentre il secondo si abbassa.

La ridotta sensibilità porta ad un aumento compensativo della secrezione di insulina. Un indicatore iniziale di insulino-resistenza può essere un aumento del peso corporeo a seguito di un aumento dei livelli di insulina nel sangue. L'HOMA-IR viene utilizzato per valutare la sensibilità dei tessuti e degli organi periferici all'azione dell'ormone ipoglicemizzante.

Passaggi di analisi

L'indice HOMA-IR è calcolato secondo una formula speciale da un medico. In termini di precisione, l'HOMA-IR è paragonabile al test del morsetto euglicemico iperinsulinemico. Le soglie HOMA-IR per la diagnosi di insulino-resistenza non possono essere facilmente applicate a tutte le popolazioni e variano da razza a razza.

Decrittazione di analisi

HOMA-IR è utile per confrontare il grado di insulino-resistenza tra o all'interno di gruppi in uno studio clinico. L'indice non è molto importante per un singolo paziente a causa di una serie di fattori. Di seguito sono riportati i valori approssimativi dell'indice HOMA, che si trovano nelle persone sane. Una decodifica e un costo delle analisi più completi sono disponibili nel centro diagnostico "Hemotest", che si trova a Mosca.

Valori normali

Il valore normale dell'indice HOMA-IR per una persona sana varia da 0,5 a 2,8.

Aumenta i valori

Un valore più elevato indica una maggiore concentrazione di zucchero nel sangue e, di conseguenza, una maggiore resistenza dei tessuti all'insulina. Possibili ragioni:

più di 25 punti su un indice di massa corporea;

infiammazione virale del fegato;

malattia renale cronica;

disturbi del sistema ipotalamo-ipofisario;

Valori più bassi

L'indice HOMA-IR ridotto indica la mancanza di resistenza all'insulina.

Indicazioni ai fini dello studio

  • Sindrome metabolica.
  • Epatite virale.
  • Sindrome delle ovaie policistiche.
  • Monitoraggio della terapia insulino-resistente.

Preparazione allo studio

  • Dona il sangue al mattino rigorosamente a stomaco vuoto.
  • Non mangiare per 8-12 ore prima dell'analisi.
  • Escludere un sovraccarico fisico o psico-emotivo, assumendo farmaci (come concordato con il medico curante).
  • Smetti di fumare 1–2 ore prima dello studio.
fonti:

Turner RC, Holman RR, Matthews D, Hockaday TD, Peto J (1979). "Carenza di insulina e interazione insulino-resistenza nel diabete: stima del loro contributo relativo mediante analisi di feedback da insulina plasmatica basale e concentrazione di glucosio." Metabolismo.

Hermans MP, Levy JC, Morris RJ, Turner RC (1999). "Confronto dei test di sensibilità all'insulina in un intervallo di tolleranza al glucosio dal normale al diabete." Diabetologia.

Mossmann M, Wainstein MV, Gonçalves SC, Wainstein RV, Gravina GL, Sangalli M, Veadrigo F, Matte R, Reich R, Costa FG, Bertoluci MC HOMA-IR è associato a una significativa malattia coronarica angiografica in pazienti non diabetici, non diabetici individui obesi: uno studio trasversale / DiabetolMetabSyndr. 14 novembre 2015--

Insulino-resistenza

Costo del servizio:875 rub. * Ordine
Periodo di esecuzione:fino a 1 cd.Per ordinareIl periodo indicato non include il giorno di assunzione del biomateriale

Il prelievo di sangue viene effettuato a stomaco vuoto (almeno 8 e non più di 14 ore di digiuno), al mattino dalle 8:00 alle 12:00, è consentito l'uso di acqua naturale. L'assunzione di farmaci alla vigilia e il giorno della raccolta del sangue e altre condizioni aggiuntive per la preparazione allo studio sono determinate dal medico curante.

La resistenza all'insulina è una condizione patologica, che costituisce una violazione della risposta metabolica all'insulina endogena o esogena ed è accompagnata da una diminuzione della sensibilità dei tessuti periferici alla sua azione. Allo stesso tempo, il livello di glucosio e insulina nel sangue aumenta, ma il glucosio non entra nelle cellule nella giusta quantità. La resistenza all'insulina è associata ad un alto rischio di sviluppare diabete mellito, malattie cardiovascolari e vari disturbi metabolici.

Il programma è destinato sia al monitoraggio del trattamento del diabete sia alla diagnosi precoce del prediabete, una condizione in cui i livelli di glicemia a digiuno possono essere ancora normali. Il programma è stato compilato tenendo conto dei criteri internazionali e delle linee guida cliniche per la diagnosi e il trattamento del diabete.

Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che l'interpretazione dei risultati della ricerca, la diagnosi, nonché la nomina del trattamento, in conformità con la legge federale Legge federale n. 323 "Informazioni di base sulla protezione della salute dei cittadini nella Federazione Russa", deve essere effettuata da un medico di specializzazione pertinente.

"[" serv_cost "] => string (3)" 875 "[" cito_price "] => NULL [" parent "] => string (3)" 323 "[10] => string (1)" 1 "[ "limit"] => NULL ["bmats"] => array (2) < [0]=>array (3) < ["cito"]=>string (1) "N" ["own_bmat"] => string (2) "12" ["name"] => string (43) "Frozen whey"> [1] => array (3) < ["cito"]=>string (1) "N" ["own_bmat"] => string (2) "12" ["name"] => string (45) "Sangue con fluoruro di sodio" >>>

Biomateriale e metodi di acquisizione disponibili:
Un tipoNell'ufficio
Siero di latte congelato
Sangue con fluoruro di sodio
Elenco degli studi:
Esami del sangue biochimici
Ricerca ormonale
  • Insulina
Preparazione per lo studio:

Il prelievo di sangue viene effettuato a stomaco vuoto (almeno 8 e non più di 14 ore di digiuno), al mattino dalle 8:00 alle 12:00, è consentito l'uso di acqua naturale. L'assunzione di farmaci alla vigilia e il giorno della raccolta del sangue e altre condizioni aggiuntive per la preparazione allo studio sono determinate dal medico curante.

La resistenza all'insulina è una condizione patologica, che costituisce una violazione della risposta metabolica all'insulina endogena o esogena ed è accompagnata da una diminuzione della sensibilità dei tessuti periferici alla sua azione. Allo stesso tempo, il livello di glucosio e insulina nel sangue aumenta, ma il glucosio non entra nelle cellule nella giusta quantità. La resistenza all'insulina è associata ad un alto rischio di sviluppare diabete mellito, malattie cardiovascolari e vari disturbi metabolici.

Il programma è destinato sia al monitoraggio del trattamento del diabete sia alla diagnosi precoce del prediabete, una condizione in cui i livelli di glicemia a digiuno possono essere ancora normali. Il programma è stato compilato tenendo conto dei criteri internazionali e delle linee guida cliniche per la diagnosi e il trattamento del diabete.

Attiriamo la vostra attenzione sul fatto che l'interpretazione dei risultati della ricerca, la diagnosi, nonché la nomina del trattamento, in conformità con la legge federale Legge federale n. 323 "Informazioni di base sulla protezione della salute dei cittadini nella Federazione Russa", deve essere effettuata da un medico di specializzazione pertinente.

Continuando a utilizzare il nostro sito, acconsenti al trattamento dei cookie e dei dati dell'utente (informazioni sulla posizione; tipo e versione del sistema operativo; tipo e versione del browser; tipo di dispositivo e risoluzione dello schermo; fonte da cui l'utente è venuto al sito; da quale sito o con quale pubblicità; la lingua del sistema operativo e del browser; quali pagine l'utente fa clic e quali pulsanti; l'indirizzo IP) al fine di gestire il sito, condurre il retargeting e condurre ricerche e recensioni statistiche. Se non desideri che i tuoi dati vengano elaborati, lascia il sito.

Copyright FBUN Istituto centrale di ricerca di epidemiologia del Servizio federale per la supervisione della protezione dei diritti dei consumatori e del benessere umano, 1998-2020

Sede: 111123, Russia, Mosca, ul. Novogireevskaya, d.3a, metro "Entusiasti dell'autostrada", "Perovo"
+7 (495) 788-000-1, [email protected]

! Continuando a utilizzare il nostro sito, acconsenti al trattamento dei cookie e dei dati dell'utente (informazioni sulla posizione; tipo e versione del sistema operativo; tipo e versione del browser; tipo di dispositivo e risoluzione dello schermo; fonte da cui l'utente è venuto al sito; da quale sito o con quale pubblicità; la lingua del sistema operativo e del browser; quali pagine l'utente fa clic e quali pulsanti; l'indirizzo IP) al fine di gestire il sito, condurre il retargeting e condurre ricerche e recensioni statistiche. Se non desideri che i tuoi dati vengano elaborati, lascia il sito.