Quali sono i sintomi della tiroidite autoimmune?

In questo articolo imparerai:

Quando si discute dei sintomi della tiroidite autoimmune, di solito si riferiscono ai sintomi tradizionali di una mancanza di ormoni tiroidei: affaticamento, sensibilità al freddo, perdita di capelli, costipazione e altri. L'AIT interrompe la capacità della ghiandola tiroidea di produrre ormoni necessari al corpo per mantenere il normale metabolismo (vale a dire la conversione di ossigeno e calorie in energia), questo continua fino a quando l'infiammazione tiroidea associata provoca ipotiroidismo.

Sintomi comuni

Sebbene la maggior parte delle persone con tiroidite autoimmune nelle prime fasi non abbia sintomi evidenti, alcuni possono sperimentare un lieve edema nella parte anteriore della gola (gozzo) causato dall'infiammazione diretta della ghiandola.

La malattia di solito progredisce lentamente nel corso di molti anni e provoca danni alla ghiandola tiroidea che si traduce in una riduzione della produzione di ormoni..

Potresti notare che i sintomi di queste malattie coincidono. I più comuni sono:

  • Fatica
  • Ipersensibilità al freddo
  • Stipsi
  • Pelle pallida e secca
  • Gonfiore del viso
  • Unghie fragili
  • La perdita di capelli
  • Gonfiore della lingua
  • Aumento di peso inspiegabile nonostante nessun cambiamento nella dieta e nello stile di vita
  • Dolore muscolare (mialgia)
  • Dolori articolari (artralgia)
  • Debolezza muscolare
  • Sanguinamento mestruale pesante
  • Mestruazioni irregolari
  • Depressione
  • Perdite di memoria ("nebbia nella testa")
  • Diminuzione dell'attività sessuale
  • Ritardo della crescita nei bambini

complicazioni

La tiroidite autoimmune può portare a danni irreversibili alla ghiandola tiroidea, poiché per produrre più ormoni, il ferro inizia ad aumentare, il che porta allo sviluppo di gozzo.

Esistono diversi tipi di gozzo:

  1. Diffuso, caratterizzato da un edema liscio;
  2. Nodulare, caratterizzato da un nodulo;
  3. Multinodulare, caratterizzato da un gran numero di grumi;
  4. Zagrudny.

Un disturbo metabolico progressivo, un crescente squilibrio ormonale può colpire altri organi, il che porterà a una serie di complicazioni in futuro..

Infertilità

Bassi livelli di ormoni tiroidei possono influire sul meccanismo ormonale che regola il ciclo mestruale e l'ovulazione. Questo può portare alla sterilità. Secondo uno studio pubblicato sulla rivista internazionale di endocrinologia, questa diagnosi può interessare fino al 50% delle donne con tiroidite autoimmune. Anche con successo nel trattamento dell'ipotiroidismo, non vi è alcuna garanzia che la fertilità sarà completamente ripristinata..

Malattie cardiache

Anche un lieve ipotiroidismo può avere un effetto drammatico sulla salute del tuo cuore. Una compromissione della regolazione ormonale della tiroide provoca un aumento del livello di colesterolo LDL "cattivo" (lipoproteine ​​a bassa densità), che porta alla congestione arteriosa (aterosclerosi) e aumenta il rischio di infarti e ictus.

Una grave fase di ipotiroidismo può portare a tamponamento pericardico, una condizione in cui è più difficile per il cuore pompare il sangue. In alcuni casi, ciò può portare a una riduzione della pressione sanguigna e alla morte..

Complicanze della gravidanza

Poiché l'ormone tiroideo materno è vitale per lo sviluppo fetale, l'ipotiroidismo che non viene trattato durante la gravidanza può portare a complicazioni potenzialmente gravi sia per la madre che per il bambino.

Secondo gli studi, l'ipotiroidismo raddoppia quasi il rischio di parto prematuro e aumenta significativamente il rischio di basso peso alla nascita, rottura prematura della placenta, disturbi del ritmo cardiaco e insufficienza respiratoria fetale.

Encefalopatia di Hashimoto

L'encefalopatia di Hashimoto è una rara complicanza in cui l'edema cerebrale può causare gravi sintomi neurologici. Questa malattia colpisce solo 2 persone su 100.000 all'anno e di solito tra 41 e 44 anni. Le donne si ammalano quattro volte più spesso degli uomini.

La malattia di solito si manifesta in due modi:

  • Un costante declino della funzione cognitiva, che porta a tremori, sonnolenza, nebbia nella testa, allucinazioni, demenza e, in rari casi, coma;
  • Convulsioni o attacchi improvvisi simili a un ictus.

L'encefalopatia di Hashimoto viene generalmente trattata con farmaci corticosteroidi per via endovenosa, come il prednisone, per ridurre rapidamente l'edema cerebrale..

Myxedema

Il mixedema è una grave forma di ipotiroidismo in cui il metabolismo rallenta a tal punto che una persona può cadere in coma. Ciò è dovuto a una malattia che non viene trattata e può essere riconosciuta dai cambiamenti caratteristici della pelle e di altri organi. Possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • Pelle gonfia;
  • Palpebre cadenti;
  • Grave intolleranza al freddo;
  • Calo della temperatura corporea;
  • Respirazione lenta;
  • Estremo esaurimento;
  • Rallentatore;
  • Psicosi.

Il mixedema richiede cure mediche di emergenza.

La tiroidite autoimmune aumenta il rischio non solo di cancro alla tiroide, ma anche di cancro alla gola. In effetti, una disregolazione dell'attività ormonale a causa della malattia porta ad un aumento di 1,68 volte del rischio di tutti i tipi di cancro, secondo uno studio di Taiwan, che ha coinvolto 1.521 persone con questa diagnosi e 6.084 persone senza di essa.

Ecco perché, in caso di diagnosi di AIT, vale la pena rafforzare le misure per la prevenzione del cancro alla tiroide. Vale a dire, apportare modifiche alla dieta, seguire una dieta. E in caso di rischio elevato, la ghiandola dovrebbe essere rimossa prematuramente prima delle conseguenze irreversibili.

Misure diagnostiche

La diagnosi di tiroidite autoimmune si svolge in più fasi.

  1. Raccolta di reclami e anamnesi. Il paziente deve dire al medico quali sintomi e per quanto tempo osserva nel suo ordine in quale ordine sono comparsi. Laddove possibile, vengono identificati i fattori di rischio..
  2. Diagnosi di laboratorio: determina il livello degli ormoni tiroidei. Con la tiroidite autoimmune, il livello di tiroxina sarà ridotto e il TSH aumenterà. Inoltre, vengono determinati gli anticorpi contro la perossidasi tiroidea, la tireoglobulina o gli ormoni tiroidei.
  3. La diagnosi strumentale di tutto comporta un esame ecografico dell'organo. Con AIT, la ghiandola tiroidea verrà ingrandita, la struttura del tessuto viene modificata, l'ecogenicità è ridotta. Sullo sfondo di aree scure, è possibile visualizzare aree più chiare - pseudo-nodi. A differenza dei nodi reali, non sono costituiti da follicoli ghiandolari, ma rappresentano un'area infiammata e saturata dai linfociti dell'organo. In casi poco chiari, per chiarire la struttura della formazione, eseguirne una biopsia.

Di solito questi passaggi sono sufficienti per diagnosticare l'AIT.

Trattamento AIT

La tiroidite autoimmune viene trattata per tutta la vita del paziente. Tali tattiche rallentano significativamente la progressione della malattia e influenzano positivamente la durata e la qualità della vita del paziente..

Sfortunatamente, ad oggi, non esiste un trattamento specifico per la tiroidite autoimmune. L'obiettivo principale rimane il trattamento sintomatico.

  1. Con l'ipertiroidismo, vengono prescritti farmaci che inibiscono la funzione della tiroide: tiamazolo, mercazolil, carbimazolo.
  2. Per il trattamento della tachicardia sono prescritti ipertensione, tremore, beta-bloccanti. Riducono la frequenza cardiaca, abbassano la pressione sanguigna, eliminano i tremori nel corpo.
  3. Per eliminare l'infiammazione e ridurre la produzione di anticorpi, vengono prescritti farmaci antinfiammatori non steroidei: diclofenac, nimesulide, meloxicam.
  4. Se il subacuto è attaccato alla tiroidite autoimmune, vengono prescritti glucocorticoidi: prednisone, desametasone.
  1. Nell'ipotiroidismo, la L-tiroxina, un analogo sintetico degli ormoni tiroidei, viene prescritta come terapia sostitutiva..
  2. Se esiste una forma ipertrofica che comprime gli organi interni, viene indicato un trattamento chirurgico.
  3. Come terapia di mantenimento, sono prescritti immunocorrettori, vitamine, adattogeni.

Il trattamento della crisi tireotossica o del coma viene effettuato nell'unità di terapia intensiva e nell'unità di terapia intensiva e ha lo scopo di eliminare le manifestazioni di tireotossicosi, ripristinare l'equilibrio idroelettrolitico, normalizzare la temperatura corporea, regolare la pressione sanguigna e la frequenza cardiaca. L'uso di tireostatici in questo caso è indesiderabile.

Quando vedere un dottore

Essendo una malattia in gran parte "invisibile" nelle prime fasi, l'AIT viene spesso rilevata solo durante l'esame, quando il livello degli ormoni tiroidei è anormalmente basso.

Poiché la tiroidite autoimmune tende a diffondersi nelle famiglie, dovresti essere sottoposto a screening se qualcuno nella tua famiglia ha una malattia o hai segni classici di ipotiroidismo, tra cui affaticamento persistente, gonfiore del viso, pelle secca, perdita di capelli, periodi anormali e aumento di peso nonostante l'apporto calorico ridotto. La diagnosi e il trattamento precoci danno quasi sempre risultati positivi..

AIT e gravidanza

La ghiandola tiroidea è una ghiandola di secrezione interna e fa parte del sistema endocrino. Sintetizza due ormoni contenenti iodio - tiroxina (T4) e triiodotironina (T3) e l'ormone peptidico - calcitonina.

Gli ormoni tiroidei sono i principali regolatori dell'omeostasi del corpo. Partecipano:

  • nei principali processi metabolici di tessuti e organi;
  • nella formazione di nuove cellule;
  • in differenziale strutturale.

Un'altra importante funzione degli ormoni tiroidei è quella di mantenere una temperatura corporea costante, la produzione di energia. Gli ormoni tiroidei regolano l'ossigeno consumato dai tessuti, l'ossidazione e i processi di produzione di energia e controllano la formazione e la neutralizzazione dei radicali liberi. Per tutta la vita, l'influenza degli ormoni stimolanti la tiroide sullo sviluppo del corpo nel piano fisico, mentale e mentale non si ferma. A causa di una carenza di ormoni durante la gravidanza, è possibile un sottosviluppo cerebrale durante lo sviluppo prenatale, quindi aumenta il rischio di cretinismo del bambino. Gli ormoni tiroidei sono anche responsabili del funzionamento del sistema immunitario..

Malattia della tiroide

Le malattie della tiroide sono le seconde più comuni dopo il diabete. Ogni anno, il numero di malattie della tiroide cresce del 5%.

Le ragioni per lo sviluppo di patologie tiroidee sono:

  • cattiva ecologia;
  • insufficiente iodio nella dieta quotidiana;
  • disturbi genetici.

La patologia tiroidea più comune è la tiroidite autoimmune cronica. Il risultato della malattia è l'ipotiroidismo..

Tiroidite e gravidanza

Durante la gravidanza, deve essere fornita un'ulteriore stimolazione della tiroide. Ma può risultare che la ghiandola tiroidea non adempia alle sue funzioni a causa dei processi autoimmuni in corso. La produttività degli ormoni tiroidei, necessari durante il primo trimestre per garantire il normale sviluppo del feto, è ridotta. Inoltre, l'ipotiroidismo può verificarsi durante la gestazione nell'utero..

Lo sviluppo della ghiandola tiroidea del feto può discostarsi dalla norma se gli anticorpi anti-tireoglobulina penetrano nella placenta. Di conseguenza, può verificarsi insufficienza placentare e, di conseguenza, interruzione della gravidanza prima del previsto. Sfortunatamente, i concetti di AIT e concezione sono incompatibili. Pertanto, quando una donna sta pianificando una gravidanza, è necessario visitare un endocrinologo che determinerà lo stato funzionale della ghiandola principale del corpo.

AIT e infertilità

L'AIT è un fattore molto importante nella questione dell'infertilità femminile. Spesso è attribuito alla causa principale dell'aborto. La ghiandola tiroidea viene distrutta dagli anticorpi, che colpiscono anche le ovaie. E quindi i problemi con il concepimento.

Anche nella medicina moderna, non esiste una medicina efficace per trattare una tale malattia. La tiroidite autoimmune in alcuni casi è più facile sotto l'influenza degli immunomodulatori, ma questo è raro.

Pertanto, prima della pianificazione del concepimento, è necessario vagliare l'entità degli anticorpi contro la perossidasi tiroidea.

Tiroidite autoimmune cronica

Si chiama anche tiroidite e tiroididite linfocitica di Hashimoto. È una malattia tiroidea cronica di origine autoimmune. Ci sono molti più casi di tiroidite autoimmune cronica tra le donne (e più spesso le giovani donne sono malate) che tra gli uomini. Casi spesso noti di AIT sotto forma di forme familiari. I parenti della maggior parte dei pazienti con AIT hanno anticorpi tiroidei circolanti. Ci sono casi frequenti di rilevazione nello stesso paziente a cui è stata diagnosticata l'AIT, o membri della sua famiglia, altre malattie autoimmuni.

Per lungo tempo, la tiroidite autoimmune cronica potrebbe non manifestare alcun sintomo. I suoi primi sintomi sono un aumento delle dimensioni della ghiandola tiroidea, cambiamenti nella struttura: tuberosità, densità. Spesso i pazienti lamentano una sensazione di compressione del collo, un nodo alla gola, difficoltà a deglutire, se la ghiandola è notevolmente ingrandita, il paziente può avere difficoltà a respirare.

Una conseguenza della tiroidite progressiva è un disturbo ormonale. Gli ormoni sono elevati con ipertiroidismo. Il paziente è spesso irritabile, il battito del suo cuore è rapido, sente debolezza generale, febbre, sudorazione, perde peso.

Nella maggior parte dei casi, l'AIT cronico si manifesta con una diminuzione della quantità di ormoni nella ghiandola - ipotiroidismo.

E in questo, e in un altro caso, vengono rivelati casi di sviluppo di infertilità, attenzione indebolita, scarsa memoria. Se i bambini soffrono di AIT cronico, hanno un rallentamento nello sviluppo, in ritardo rispetto ai loro coetanei.

effetti

Durante la gravidanza, lo stato di salute della futura madre è molto importante, poiché la salute e la vita del bambino dipendono da questo. Il corso della gravidanza dipende dallo sfondo ormonale e dalla ghiandola tiroidea. AIT si riferisce a malattie che possono influenzare la gestazione. Il sistema immunitario accetta erroneamente come estranee le cellule della propria ghiandola tiroidea e le sue cellule vengono distrutte dagli anticorpi del proprio organismo. Di conseguenza, la funzione tiroidea perde la sua attività.

La conseguenza più pericolosa di AIT è l'aborto spontaneo. Affinché la malattia non provochi un aborto spontaneo, che è particolarmente pericoloso nel primo trimestre di gravidanza, è necessario controllare attentamente la malattia durante questo periodo. La spiegazione dell'incompatibilità della gravidanza e della AIT: gli anticorpi contro le cellule tiroidee senza ostacoli penetrano nella placenta e, di conseguenza, si verifica un'insufficienza placentare. Le madri più incinta con AIT soffrono di grave tossicosi. Se identifichi e inizi il trattamento di questa malattia in tempo, allora le terribili conseguenze possono essere evitate. Per garantire una gravidanza regolare senza conseguenze spiacevoli, prima di pianificare un bambino, è necessario esaminare il corpo in un complesso, curare e controllare le malattie croniche. AIT non fa eccezione in ogni caso!

Con una diagnosi di tiroidite autoimmune, il concepimento può essere effettuato se la quantità di ormoni tiroidei è normale.

La tiroidite è un'infiammazione nel tessuto ghiandolare. I sintomi di AIT sono spesso minimi, specialmente se la quantità di ormoni nel siero del sangue è adeguata. Durante la gravidanza, l'AIT può essere rilevato accidentalmente esaminando il collo del paziente.

L'ipotiroidismo può influire negativamente sul corso della gravidanza e sullo sviluppo del feto, che può verificarsi se viene diagnosticata una tiroidite autoimmune. L'endocrinologo deve indirizzare il paziente per l'analisi degli ormoni tiroidei e, sulla base dei risultati di TSH e anticorpi anti-TPO, decidere una dose dell'ormone che compensi la carenza.

Circa il 20% delle persone ha una carenza di ormoni tiroidei. La diagnosi di ipotiroidismo è un ostacolo al concepimento. Se la terapia sostitutiva viene scelta correttamente (infiammazione e AIT in questo caso non interferiscono), l'infertilità non minaccia.

Nel caso in cui il paziente riceva una terapia sostitutiva, la dose aumenta durante la gravidanza.

Tali domande devono essere rivolte all'endocrinologo, che selezionerà la dose necessaria del farmaco sostitutivo, valuterà la gravità delle condizioni del paziente.

Tiroidite autoimmune e trattamento dell'infertilità

Tiroidite autoimmune e infertilità

I medici definiscono la tiroidite autoimmune un gruppo eterogeneo di malattie infiammatorie della tiroide di un'eziologia autoimmune. La prevalenza della malattia varia dallo 0,2 all'1,3% nei bambini e fino all'11% nelle donne adulte. Tiroidite subclinica (asintomatica) e anticorpi circolanti si trovano nel 10% delle persone assolutamente sane.

Esistono diversi tipi di tiroidite. Questa è la tiroidite autoimmune cronica più comune, il postpartum pediatrico, la tiroidite indotta da citochinine e la tiroidite subacuta. Esistono forme rare di tiroidite: tiroidite purulenta e fibrosa di Riedel.

La relazione di tiroidite con infertilità

Attualmente, non esiste un unico punto di vista tra gli scienziati riguardo al ruolo degli anticorpi contro il tessuto tiroideo nella genesi di una violazione della funzione riproduttiva femminile. È vero, è dimostrato che la frequenza delle violazioni nelle donne del ciclo mestruale con questa malattia è tre volte superiore rispetto a tutte le donne sane in età riproduttiva. I malfunzionamenti più comuni del ciclo mestruale sono ipermenorrea, oligomenorrea, menorragia e amenorrea persistente.

Va notato che l'infertilità con tiroidite autoimmune si osserva anche con un normale ciclo mestruale. È associato a una carenza della fase luteale. L'ipotiroidismo prolungato non compensato che si è sviluppato sullo sfondo della tiroidite spesso porta all'anovulazione e al sanguinamento uterino disfunzionale, forse anche allo sviluppo dell'amenorrea ipogonadotropica. Se c'è una carenza prolungata di ormoni tiroidei, si sviluppa iperprolattinemia secondaria. È accompagnato da tutti i sintomi (galattorrea, amenorrea) caratteristici dell'ipogonadismo iperprolattinemico acuto. Inoltre, una carenza di triiodotironina interrompe la normale formazione di dopamina, necessaria per il rilascio dell'ormone luteinizzante.

Tiroidite e sindrome dell'ovaio policistico

È stato riscontrato che quasi un terzo (27%) delle donne con insufficienza ovarica prematura soffre di patologia autoimmune della tiroide. Secondo le ultime ricerche, l'ipotiroidismo nell'esito della tiroidite autoimmune è un fattore significativo nello sviluppo dell'infertilità femminile. Molto spesso, l'ipotiroidismo manifesto è direttamente correlato alla disfunzione ovulatoria. Con l'ipotiroidismo subclinico, il processo di ovulazione e fecondazione non è disturbato, ma c'è un alto rischio di aborto spontaneo.

È stato clinicamente dimostrato che nella genesi dell'infertilità il ruolo guida è dato ai processi autoimmuni all'interno delle ovaie. I meccanismi autoimmuni spiegano l'infertilità nell'endometriosi cronica. In questo caso, oltre agli autoanticorpi verso i tessuti delle ovaie stesse, vengono determinati anche i depositi di complessi immunitari sulla superficie dell'endometrio, che porta a un impianto compromesso di un uovo fecondato. Tenendo conto della frequente combinazione di patologia autoimmune della tiroide nelle donne con completa infertilità e dell'insorgenza generale di processi autoimmuni nel corpo, i medici suggeriscono la presenza di una genesi autoimmune della sterilità nei portatori di anticorpi antitiroidei.

Tiroidite autoimmune e FIV

Recentemente, è stata discussa l'importanza della funzione tiroidea per aumentare l'efficacia dei programmi di fecondazione in vitro (trasferimento dell'embrione nell'utero). È stata osservata un'alta percentuale di trasporto di tiroidite autoimmune nelle donne con tentativi falliti di fecondazione in vitro. Quindi, questa diagnosi è stata fatta dal 20% delle donne con infertilità completa che avevano bisogno di fecondazione in vitro per infertilità tubarica-peritoneale e infertilità di origine sconosciuta. Anticorpi anti-ovarici sono stati rilevati nel 12% delle donne. È sorprendente che tutte queste donne non presentassero disfunzione tiroidea al momento dell'esame. Quindi gli stessi anticorpi antitiroidei possono essere un fattore indipendente nell'infertilità..

La stimolazione della superovulazione, che viene effettuata nel programma di fecondazione in vitro al fine di ottenere più ovociti, accompagna un alto livello di estrogeni nel sangue. L'iperestrogenismo porta ad un aumento del livello degli ormoni tiroidei. Ciò contribuisce alla stimolazione della tiroide, costretta a utilizzare tutte le sue capacità di riserva. Nelle donne con tiroidite autoimmune, anche senza una violazione iniziale della funzione tiroidea, esiste un alto rischio di sviluppare ipotiroxinemia dopo un'esposizione alla fecondazione in vitro. Le donne con una gravidanza così stimolata rappresentano un gruppo a rischio per lo sviluppo di gravi complicanze.

natrickl

AIT e infertilità.

Postato da Natrickl il 27 gennaio 2016

Tratto da un altro sito, ma sarà interessante per noi.

Questo post sarà di interesse per coloro che hanno problemi alla tiroide come AIT o ipotiroidismo. Se hai vissuto con questo per molto tempo, e poiché (fino a poco tempo fa) penso di sapere tutto al riguardo, e tutto ciò che devi fare è prendere L-tiroxina / Eutiroks, ti invito costantemente ad unirti a me. Ci saranno molte cose interessanti e a volte inaspettato. Oltre a dove crescono le gambe e come si collega ai problemi di fertilità.

Quindi, inizierò da lontano, con uno sfondo. Probabilmente non avrei saputo da molto tempo che avevo qualche domanda con la ghiandola tiroidea, se non avessi iniziato a prepararmi per la fecondazione in vitro 3 anni fa e facendo test di base. Tra cui c'erano TSH e prolattina. Ho avuto un TSH di 6-8 a quel tempo (ripetuto più volte), anche la prolattina è al di sopra del normale. Qui il riproduttologo mi dice "bene, ovviamente, come vogliamo rimanere incinta con tali indicatori" e prescrivere l-tiroxina alla dose di 50 mcg. Dò gli anticorpi AT-TPO - la prima volta sono al limite superiore della norma (30 con una norma fino a 34), la seconda volta sono già circa 60 (ora 150). Secondo l'ecografia, la struttura della ghiandola tiroidea è eterogenea, la ghiandola tiroidea in volume è inferiore alla norma per età (e inferiore all'ecografia fatta diversi anni prima). Conclusione - "cambiamenti caratteristici di AIT". E così lo abbiamo incontrato, con tiroidite autoimmune con il bellissimo nome Hashimoto.

Google ha rivelato che la medicina non ha ancora trovato le cause esatte, il corpo distruggerà lentamente e metodicamente la propria causa tiroidea per un malfunzionamento incomprensibile nel sistema immunitario, non viene trattato, è ereditario e prima o poi porterà all'ipotiroidismo.

Perché TSH aumentato e T4 St. normale, quindi la mia diagnosi è stata estesa a "ipotiroidismo subclinico", subclinico significa che c'è già ipotiroidismo in termini di livello di TSH, e non ci sono ancora sintomi, sebbene chi li abbia valutati, sono questi i miei sintomi? L'ipotiroidismo in generale è una cosa così interessante, lì metà dei sintomi può essere scambiata per tratti caratteriali, ad esempio "lentezza", "distrazione", "sonnolenza", "apatia", "tendenza alla depressione e esaurimenti nervosi", "dimenticanza", "riluttanza a fare qualsiasi cosa" da fare ”(questa è solo pigrizia!), ecc. e così via.

Vedendo un TSH elevato, il riproduttologo disse pesantemente che per rimanere incinta non doveva essere superiore a 2-2,5, e con questo mantra ho vissuto per 3 anni, prendendo l-tiroxina ogni mattina e prendendo TSH ogni mese per controllarlo e tenere sotto controllo, perché lui, un tale bastardo, non voleva essere stabile e la dose doveva essere aggiustata periodicamente. Tuttavia, sono riuscito a far fronte al compito di mantenerlo entro 2-2,5 e ho sospirato di sollievo, sentendo di aver trovato e sconfitto uno dei motivi dell'assenza di gravidanza.

L'opinione del Dr. Scher, un riproduttologo degli Stati Uniti specializzato in infertilità immunologica, ha scosso questa fiducia. Ha spiegato che, secondo lui, fino al 70% delle donne con AIT ha una disfunzione da impianto immunologico. Coloro. che gli anticorpi antitiroidei interferiscono con l'impianto dell'embrione, e tutto perché causano uno spostamento dell'equilibrio delle citochine verso Th1, mentre durante la gravidanza si sposta normalmente verso Th2 (Th1 sono responsabili della risposta infiammatoria e dell'attivazione del sistema immunitario con tutti gli anticorpi e le cellule - assassini, mentre per consentire all'embrione di essere "mezzo alieno" al corpo della madre, può attaccarsi, la natura prevede una diminuzione dell'immunità e della risposta immunitaria durante la gravidanza). E con Th1, si scopre che le cellule killer e i linfociti T immunotossici sono armati e pericolosi e interferiscono con l'attaccamento dell'embrione. E lì, se anche l'omocisteina è leggermente / non leggermente elevata e si formano dei coaguli di sangue nei microcapillari della placenta in via di sviluppo, allora tutto, scrivete, è sparito. (per una spiegazione dettagliata del saldo Th1 / Th2, vedere i commenti sotto il post).

Un'altra citazione dall'articolo Qual è il pericolo di tiroidite autoimmune in gravidanza? L'esacerbazione delle malattie autoimmuni della tiroide che si verificano durante la gravidanza può causare il suo decorso patologico. Con la tiroidite autoimmune, esiste un alto rischio di aborto spontaneo, basso peso corporeo fetale e malformazioni fetali.

In presenza di tiroidite autoimmune, il rischio di aborto spontaneo è più elevato nel primo trimestre di gravidanza. Secondo le statistiche, un aborto si conclude in quasi il 50% di tutte le gravidanze nelle donne che soffrono di tiroidite autoimmune. Ciò è dovuto al fatto che gli anticorpi autoimmuni penetrano liberamente nella placenta e causano insufficienza placentare. Inoltre, le madri più in attesa di diagnosi di tiroidite autoimmune soffrono di grave tossicosi. (Sto pensando, la plasmaferesi può ancora provare a sbarazzarsi degli anticorpi? Ho letto che con essa una ragazza ha iniziato ad avere una gravidanza indipendente dopo aver pilotato l'eco).

Quest'estate, ho deciso di applicare un approccio olistico al problema dell'assenza di gravidanza (vale a dire, guardare il corpo nel suo insieme, in cui tutto è interconnesso) e analizzare tutti i sintomi di salute che ho e identificare ciò che li unisce. Ho svolto un lavoro titanico, ho compilato un'enorme tabella di sintomi e le condizioni per le quali sono caratteristici e ho iniziato a notare ciò che ho. Un quadro interessante ha cominciato a emergere, quando gli stessi sintomi parlano di problemi diversi e poi ho esaminato quale dei problemi aumenterebbe di peso. Ad esempio, il "difetto di fase luteale" è diventato evidente, anche se nessuno dei ginecologi me lo ha mai detto, ma lo sospettavo da molto tempo con segni indiretti, qui ho visto questi segni, raccolti molto chiaramente. E la più grande rivelazione è stata che l'ipotiroidismo ha ottenuto il punteggio più alto e la presenza dell'80% dei 100 sintomi possibili. In che modo, penso? Bevo regolarmente L-tiroxina, ho avuto un TSH ideale per 3 anni (l'ho tenuto ancora più vicino a 1, sottraendo che era anche meglio di 2-2,5). E poi è iniziata una serie di rivelazioni.

Ho trovato molte fonti in lingua inglese su questo argomento e ho iniziato a fare luce su molte domande. Che sì, il TSH normale può essere considerato solo fino a 2 (nonostante tutti gli standard di laboratorio fino a 4, o anche fino a 6!), E non solo per coloro che pianificano una gravidanza, ma per tutti in generale, tutto ciò che è più elevato è l'ipotiroidismo latente. In presenza di anticorpi AT-TPO, AT-TG, TSH dovrebbero generalmente essere circa 1. Il TSH, essendo un ormone ipofisario, riflette la sufficienza degli ormoni tiroidei solo per la ghiandola pituitaria, ma ciò non significa che le cellule di altri organi di questi ormoni tiroidei siano sufficienti! In altre parole, la ghiandola pituitaria vede T4 sintetico (L-tiroxina / eutirox) e dà il comando di abbassare il TSH. Vediamo numeri meravigliosi nelle analisi e pensiamo che tutto vada bene per noi, e i dottori, a proposito, pensano la stessa cosa. Quando i pazienti iniziano a dire loro che, nonostante la terapia, hanno ancora un sacco di ipotiroidismo, i medici dicono che "non inventarlo, è il tuo nervosismo, vai a vedere uno psicoterapeuta. T4 aiuta tutti e sempre, è necessario regolare la dose. " Tuttavia, milioni di pazienti su portali in lingua inglese e russa continuano a discutere il contrario: il TSH è bello e i sintomi dell'ipotiroidismo non sono scomparsi (appena sotto fornirò un collegamento alla comunità VKontakte, dove ci sono molti pazienti come me che non hanno lavorato per T4). E il punto è che T4 è un ormone tiroideo inattivo che deve essere convertito in T3 attivo nel corpo, che in realtà fa tutto il lavoro. La parola chiave è "DEVE". E "PUO '." Come si è scoperto, non tutti possono. Ad esempio, non può a causa di una mancanza di selenio, ferro (bassa ferritina) - l'ho avuto, e in generale, è un sintomo molto caratteristico dell'ipotiroidismo, una mancanza di zinco (l'ho anche avuto!), Ancora un sintomo caratteristico, una mancanza di vitamina D- a numerosi studi stranieri, è stata trovata una relazione tra mancanza di vit D e malattie della tiroide, nonché mancanza di vit D e problemi di fertilità. Lo stesso vale per lo zinco e il ferro, ne ho scritto prima: la mancanza di ferro riduce le probabilità di rimanere incinta del 60% e l'importanza dello zinco una certa relazione sta già iniziando ad apparire vagamente - l'ipotiroidismo (AIT) è caratterizzato da una mancanza di questi nutrienti e lo stesso inconveniente è implicato in assenza di gravidanza!

Ritorniamo alla conversione di T4 in T3. È stato molto facile per me capire che una tale conversione potrebbe essere difficile, usando un esempio simile della conversione dell'acido folico “inattivo” ordinario (proveniente dal cibo o da preparati come “acido folico”, “angiovit”, “folacina”) nella forma attiva di metiltetraidrofolato, che funziona nel corpo. Nei portatori di mutazioni del gene MTHFR (e di un totale di omozigoti + eterozigoti per quasi il 50% della popolazione) questa conversione è anche "DEVE essere", ma in realtà è difficile, a causa della mancanza dell'enzima metiltetraidrofolato reduttasi. I dottori, a proposito, si comportano esattamente allo stesso modo descritto sopra - prescrivono PIÙ, PIÙ del solito acido folico / angiovite / folacina, dove la dose di folati è di 5000 μg (12 volte superiore a quella raccomandata), invece di rendere la vita più facile per il corpo e darla immediatamente pronta per assimilazione del prodotto - ad es. nel caso del follicolo, metil folato in una dose di 400-800 μg e nel caso della ghiandola tiroidea, preparati ormonali T3. E prima, a proposito, venivano trattati in quel modo, ma più recentemente, sotto l'influenza della lobby farmaceutica, i farmaci T3 iniziarono ad essere espulsi dal mercato. Infatti, l'ipotiroidismo alimenterà medici di ogni genere da endocrinologi, psicoterapisti, cardiologi (con monoterapia T4 a lungo termine, iniziano i problemi cardiaci), ginecologi e riproduttologi (perché il problema dell'ipotiroidismo, che porta, tra le altre cose, a "infertilità", "l'aborto è prematuro parto, distacco di placenta, irregolarità mestruali, non va da nessuna parte) e farmacisti (per tutta la vita devono assumere T4 con un graduale aumento della dose).

In primo luogo, ho trovato il fantastico blog della farmacista americana Isabella Wentz, che ha anche AIT Hashimoto, e che fa una dichiarazione sensazionale che è curabile! Che lei stessa ha attraversato tutto ciò che è stato descritto, tutti i sintomi dell'ipotiroidismo, ma ora è in remissione da 7 anni. E spiega la causa chiave di AIT / ipotiroidismo, come L'AIT è una malattia del sistema immunitario e la casa del sistema immunitario è un tratto digestivo, quindi AIT "nasce" nel tratto digestivo e non nella ghiandola tiroidea! Coloro. l'accumulo di una serie di problemi con il tratto gastrointestinale - intolleranza di alcuni prodotti + basso livello di acido nello stomaco (anche caratteristica dell'ipotiroidismo, interferisce con l'assorbimento dei nutrienti - lo stesso ferro, zinco, B12, con ferritina inferiore a 90-110 pg / ml, la funzione immunologica della ghiandola tiroidea è compromessa) + parassiti / Candida / Helicobacter pillory, portano alla comparsa di malattie autoimmuni, nel nostro caso, AIT. I.Vents non è il primo a scriverne, ma è stata la prima a cui l'ho letto. Quindi molti articoli sono caduti su argomenti simili. Molto importante nello sviluppo di malattie autoimmuni è la "sindrome da permeabilità intestinale" (intestino permeabile, Ing.), O, in un altro modo, la "sindrome dell'intestino permeabile". Per non spiegare con parole mie, citerò una traduzione di un articolo del maestro di endocrinologia straniera Holtorf:

Sai che la tua ghiandola tiroidea è collegata al tuo intestino? Per i pazienti con disturbi autoimmuni, come la tiroidite di Hashimoto, un intestino sano è molto importante, poiché una salute dell'intestino influisce significativamente sull'autoimmunità. In che modo la cattiva salute dell'intestino influisce sulla salute della tiroide? I tessuti intestinali immagazzinano cellule immunitarie che attaccano e producono anticorpi contro sostanze estranee come virus o batteri. L'epitelio intestinale sano consente di filtrare oligoelementi e altre sostanze biologiche che verranno utilizzate dall'organismo. Serve anche da barriera per impedire la diffusione di sostanze nocive all'esterno dell'intestino, inclusi batteri, tossine, lieviti, proteine ​​e grassi non digeriti e altre tossine. Quando l'epitelio intestinale si infiamma e diventa poroso, queste tossine possono passare o "fuoriuscire" "Attraverso la mucosa dell'intestino tenue in un flusso sanguigno sterile. Ciò innesca una risposta immunitaria che crea infiammazione in tutto il corpo e alcuni studi hanno dimostrato che l'intestino permeabile può avere un ruolo nello sviluppo di malattie autoimmuni come la tiroidite di Hashimoto. Quando la salute dell'intestino peggiora, le malattie autoimmuni possono progredire.

Quali sono le cause dell'intestino che perde? Una serie di fattori può portare ad una maggiore permeabilità intestinale, tra cui una cattiva alimentazione, stress cronico, infezioni, disbiosi (squilibrio dei batteri intestinali), parassiti, lieviti, farmaci ed esposizione alle tossine ambientali. Un intestino sano richiede un sano nutrizione. L'alto contenuto di zuccheri e di alimenti trasformati può aumentare il rischio di perdita di intestino, mentre le carenze nutrizionali possono contribuire a una perdita di intestino, in particolare la carenza di vitamina D. Altri importanti nutrienti per la salute intestinale includono lo zinco e la vitamina B-6, che mantengono l'integrità della parete. produzione di intestini e acido cloridrico. La vitamina A aiuta a costruire mucose sane, compresa la mucosa intestinale. E l'amminoacido L-glutammina svolge un ruolo importante nel normale processo di riparazione intestinale: bassi livelli di glutatione possono anche essere un fattore nel verificarsi di un intestino che perde. Il glutatione è spesso chiamato antiossidante. È necessario riparare e proteggere il rivestimento intestinale. Mentre un intestino che perde può causare disturbi autoimmuni come la tiroidite di Hashimoto, i disturbi autoimmuni possono causare un intestino che perde Quali sono i sintomi? Nonostante la sua capacità di causare seri problemi di salute, un intestino che perde può ha sintomi molto vaghi. I pazienti spesso lamentano dolori articolari, gonfiore o artrite e possono manifestare nebbia cerebrale o affaticamento. Anche le allergie alimentari o i seni nasali e la congestione nasale possono essere sintomi, soprattutto se compaiono poco dopo aver mangiato. Altri sintomi possono includere scarsa guarigione (tagli), scarsa memoria e sbalzi d'umore, infiammazione cronica e malattie intestinali come il morbo di Crohn e la celiachia. Come si può ripristinare l'intestino? Una delle cause più comuni di un intestino che perde è il glutine (glutine), una proteina presente nei cereali come grano, orzo e segale. Molti studi hanno collegato la tiroidite di Hashimoto all'intolleranza al glutine. L'eliminazione del glutine dalla dieta può essere molto utile per ridurre l'infiammazione e consentire all'intestino di recuperare e guarire.Integratori alimentari utili che promuovono la guarigione intestinale includono L-glutammina, quercetina, bromelina, curcuma e cardo mariano. Questi integratori possono supportare la guarigione della mucosa intestinale e ridurre l'infiammazione (Nota: quando si scelgono gli integratori, fare attenzione a non avere stearato di magnesio, poiché alcune fonti suggeriscono che aumenta la permeabilità intestinale.) Gli enzimi digestivi possono aiutare la digestione e l'assimilazione degli alimenti. creando un pH sano nell'intestino. Infine, molti pazienti ottengono un miglioramento con una dieta anti-infiammatoria. Mentre queste diete variano, tendono tutte a concentrarsi sui prodotti naturali, con particolare attenzione alla frutta e alle verdure a foglia verde. Alcune diete richiedono l'eliminazione di allergeni alimentari comuni, tra cui latticini, soia, uova e noci, un'importante strategia per la gestione di una malattia autoimmune come la tiroidite di Hashimoto è quella di ripristinare la salute dell'intestino. Se hai sintomi vaghi o problemi digestivi, potrebbe essere il momento di parlare con il tuo medico dell'intestino. (Link alla fonte)

Ora che sai cos'è Leaky Gut, ti darò un diagramma che io stesso ho disegnato per illustrare meglio come ciò si collega alla fertilità..

Tutto quanto descritto nel diagramma è già menzionato sopra. ShchZ influenza la produzione di ormoni sessuali, il loro squilibrio porta spesso alla sterilità. Una mancanza di ciascuno dei nutrienti può causare infertilità / aborto spontaneo, per non dire nulla, quando c'è una mancanza di tutti in una volta, come spesso accade, e com'era, per esempio, ho.

Il mio obiettivo principale ora è eliminare l'intestino che perde. Per fare questo, continuerò a seguire una dieta priva di glutine (fare clic sul collegamento), bere probiotici per il corretto equilibrio della flora (Isabela Wentz consiglia miceti di bullard), bere glutammina per ripristinare la parete intestinale, un complesso di vitamine del gruppo B in forma attiva (acido folico, metilcobalamina-B12, B1, B2, B6), ferro (ha preso una pausa di 2 mesi nell'ammissione e durante questo tempo la ferritina è tornata a 42), zinco, selenio (abbassa AT-TPO, AT-TG, aiuta nella conversione di t4 in t3), magnesio e vitamina D, per mantenere la funzione tiroidea e la fertilità. Anche per la tiroide ordinato tiroide grezza.

Risorse altamente raccomandate per la lettura:

1) un deposito di informazioni, un gruppo in vk - Ipotiroidismo. Gruppo per pazienti e medici (molte informazioni su vari argomenti sono raccolte nelle discussioni)

2) un gruppo su Facebook “Ormoni o morte” (le traduzioni dall'inglese sono caricate da MD Nina Alekseeva)

Tiroidite tiroidea autoimmune (AIT)

La tiroidite autoimmune della tiroide (AIT) è una malattia di forma cronica in cui si verifica una graduale distruzione delle cellule. La ghiandola tiroidea è disturbata, poiché gli autoanticorpi agiscono su di essa. Pertanto, la malattia è definita autoimmune. Le ragioni per lo sviluppo di AIT non sono state completamente comprese, ma gli esperti hanno trovato un modo per rallentare significativamente lo sviluppo della patologia. Diamo un'occhiata più da vicino a che tipo di malattia è, per quale motivo si sviluppa, quali sintomi ha e come trattarlo.

Tiroidite autoimmune tiroidea: che cos'è, sintomi, come trattare

L'AIT è spesso chiamata malattia di Hashimoto. Questo è il nome dello scienziato che per primo è stato in grado di descrivere la patologia e identificare i fattori che ne provocano lo sviluppo. Questa è una malattia in cui il sistema immunitario umano inizia a distruggere la struttura della ghiandola tiroidea, distruggendo le cellule.

Spesso questo porta all'ipotiroidismo - una certa condizione in cui la ghiandola tiroidea cessa di produrre la quantità necessaria di ormoni. Per questo motivo, il sistema cardiovascolare, i processi metabolici possono soffrire..

L'infiammazione dei tessuti assume una forma cronica a seguito di cambiamenti autoimmuni. Non sarà possibile curare completamente l'AIT, ma i medici aiutano a eliminare i sintomi, rimuovere gli effetti di una mancanza di ormoni e proteggere il corpo dai danni.

Classificazione della malattia autoimmune

La tiroidite autoimmune ha diverse forme di flusso, ecco le principali:

  • AIT cronico. Appare a causa dell'aumentata crescita dei linfociti T. Sullo sfondo di questa patologia autoimmune, si sviluppa l'ipotiroidismo. La forma più comune della malattia.
  • Tiroidite postpartum. È anche molto comune, appare a causa di cambiamenti nella struttura del corpo della donna durante la gravidanza e salti di ormoni. È abbastanza facile da recuperare, la funzione della ghiandola è stabilizzata.
  • Forma indolore. Il tipo più imprevedibile, è difficile capire il corso del corso, è difficile notare i disturbi ormonali al primo stadio. Per identificarlo si consiglia di sottoporsi a un esame periodicamente completo.
  • Tiroidite indotta da citochine. Si verifica a causa dell'uso di farmaci farmacologici per danni al fegato, disturbi del sangue. Il processo di trattamento è lungo e complesso..

I moderni metodi diagnostici consentono di determinare con precisione la forma della malattia, il livello di ormoni e lo stato della ghiandola tiroidea. Successivamente, il medico prescrive il trattamento a seconda del modulo. Nella maggior parte dei casi, AIT può essere trattato con successo. È impossibile liberarsene completamente, ma prevenire un ulteriore sviluppo è facile. La cosa principale è contattare tempestivamente gli specialisti per un aiuto.

Sintomi di tiroidite autoimmune

La particolarità della malattia è che i sintomi variano a seconda della quantità di un certo tipo di ormone. La malattia può generalmente scomparire senza alcun sintomo, non causare dolore e disagio. A volte rilevato per caso, durante l'esame o la consegna programmata delle prove. Ma alcuni sintomi sono spesso presenti. I sintomi della tiroidite autoimmune sono i seguenti:

  • c'è letargia, integrata dall'apatia e da uno stato depressivo;
  • il peso può aumentare drammaticamente o, al contrario, diminuire senza causa;
  • i capelli cadono;
  • la pelle diventa secca;
  • un mal di gola si verifica regolarmente;
  • la voce cambia, diventa rauca, grossolana;
  • la memoria peggiora;
  • la ghiandola tiroidea si allarga;
  • ci sono problemi nel lavoro del cuore;
  • le palpitazioni diventano rapide, si sviluppa la tachicardia;
  • appare il tremore degli arti;
  • c'è irritabilità, grave affaticamento, che non può essere eliminato anche dopo un sonno prolungato;
  • l'umore cambia regolarmente.

Se soffri di tali sintomi, dovresti contattare un centro medico e ottenere una diagnosi. Tutto ciò può indicare la presenza di una malattia autoimmune. Prima di prendere misure per ripristinare il sistema ormonale, migliore è il risultato.

Cause di tiroidite autoimmune

Infine, gli esperti non sono in grado di determinare le cause della tiroidite autoimmune. Il sistema ormonale umano non è completamente compreso, quindi le malattie autoimmuni sono trattate abbastanza difficile. Ma i medici identificano i fattori provocatori che contribuiscono allo sviluppo della tiroidite:

  • processi infiammatori nel tessuto tiroideo;
  • la presenza di infezioni croniche in tutto il corpo;
  • assunzione incontrollata di vari farmaci;
  • l'uso di una grande quantità di iodio in qualsiasi forma;
  • stress regolare;
  • irradiazione;
  • SARS, la condizione dell'influenza;
  • gravidanza e parto, in cui la probabilità di sviluppare tiroidite della ghiandola tiroidea aumenta del 20%;
  • fattore genetico.

Sono i cambiamenti genetici e la predisposizione che sono considerati la ragione principale per lo sviluppo di questa malattia. Le opinioni dei medici su questo tema sono diverse. Il problema è che non è possibile determinare nessuno dei motivi che provoca chiaramente disturbi nel tessuto tiroideo. Pertanto, la predisposizione è definita come il fattore principale. Se la famiglia ha parenti affetti da patologie tiroidee, vale la pena prestare particolare attenzione a questo problema..

Diagnosi della malattia

Per eliminare le conseguenze della malattia e prevenirne l'ulteriore sviluppo, è necessario scegliere un corso efficace di promozione della salute per le malattie autoimmuni. È importante condurre un'analisi dettagliata della ghiandola tiroidea. Ciò ti consentirà di determinare con precisione quali ormoni dovrebbero ricevere attenzione e come monitorare le condizioni del paziente..

Di norma, la diagnosi viene effettuata sulla base di manifestazioni cliniche, rilevamento di patologie del tessuto tiroideo e una serie di test. L'analisi consente di determinare la forma di una malattia autoimmune, il grado di sviluppo della patologia. Dopo aver ricevuto i risultati, lo specialista prescrive il trattamento, scegliendo i metodi di esposizione più ottimali.

Quali test sono necessari per determinare l'AIT: uno studio sulla malattia autoimmune

Prima di tutto, viene eseguito un esame del sangue. È questo metodo diagnostico che ti consente di determinare gli ormoni, il loro numero e qualsiasi cambiamento. Oltre agli esami del sangue, ci sono altri modi per determinare l'AIT:

  • immunogramma;
  • esame del sangue per livello di tiroxina, TSH;
  • ecografia della ghiandola tiroidea;
  • biopsia tiroidea dell'ago sottile.

Quando tutti i test sono pronti, il medico può prescrivere un trattamento. Inoltre, lo specialista dovrebbe studiare la storia familiare. Se i parenti hanno problemi con la ghiandola tiroidea, il medico deve esserne consapevole..

Medici che aiutano la tiroidite autoimmune

Se hai sintomi o sospetti tiroidite autoimmune, dovresti consultare immediatamente uno specialista. Prima si scopre che si ferma lo sviluppo della patologia, maggiore è la probabilità di mantenere la salute. Dopotutto, gli ormoni influenzano l'attività di tutto l'organismo. Ma non tutti sanno quale medico tratta AIT.

La ghiandola tiroidea è un organo autoimmune. Un endocrinologo è specializzato in ormoni. Condurrà una serie di studi, aiuterà a determinare quali ormoni non hanno posto nel corpo e quali, al contrario, necessitano di ulteriore stimolazione. Potrebbero essere richiesti i servizi di un immunologo, uno specialista degli ultrasuoni e altri medici. Prendi un appuntamento con un medico nella nostra clinica in un momento conveniente per te.

Trattamento autoimmune della tiroidite

Il trattamento della tiroidite autoimmune è piuttosto lungo. La cosa più spiacevole è che i medici non cureranno la malattia al 100%, non esiste un trattamento speciale per la malattia. Coloro che promettono di eliminare definitivamente questa malattia, per dirla in modo lieve, mentono. Tuttavia, una terapia di successo consente di stabilizzare le condizioni del paziente, per controllare la tiroidite tiroidea. Il trattamento è il seguente:

  • Se la malattia è in uno stato di iperfunzione, viene utilizzato il metodo per eliminare i sintomi della malattia. I medici prevengono le malattie cardiache usando i beta-bloccanti.
  • Con lo sviluppo dell'ipotiroidismo, vengono utilizzati componenti dell'ormone sintetico. Con gli ormoni "artificiali", è possibile controllare la produzione di reale nella ghiandola tiroidea. A poco a poco, la quantità viene ridotta fino a quando l'ipotiroidismo viene superato. Il vaccino viene somministrato regolarmente, il corso ormonale non deve essere interrotto senza il consiglio di uno specialista.
  • Un altro modo per controllare il sistema autoimmune è attraverso l'uso della correzione immunomodulatoria. Vaccinazioni speciali sono utilizzate per rafforzare il sistema immunitario. Assicurarsi che i pazienti con diagnosi di AIT debbano essere regolarmente vaccinati contro l'influenza e altre malattie che rappresentano un pericolo per l'immunità.
  • Vengono utilizzati componenti antinfiammatori non steroidei. Possono essere sotto forma di compresse o il medico viene vaccinato.
  • Se si sviluppa tiroidite subacuta, gli AIT di questa forma vengono trattati con glucocorticoidi.
  • A volte c'è una crescita eccessiva del tessuto tiroideo. Questo può portare allo sviluppo del cancro. In questo caso, i medici raccomandano un'operazione per rimuovere la ghiandola. Questo succede di rado, ma devi ancora fare delle operazioni.

Se vengono rilevati segni di disfunzione tiroidea, è necessario contattare immediatamente uno specialista. Vengono eseguite analisi, viene eseguita la diagnostica, il medico esamina lo stato del sangue e sceglie il percorso per eliminare la malattia. Durante il trattamento, sono possibili cambiamenti nel corpo, poiché il processo è associato agli ormoni. Ma un approccio integrato alla tua salute aiuta a rafforzare il corpo e vivere una lunga vita.

Esistono metodi alternativi di trattamento: in che modo gli omeopati eliminano la malattia

È impossibile far fronte alla malattia con l'aiuto della medicina tradizionale. Tuttavia, gli omeopati offrono un recupero completo, avvertendo che il risultato potrebbe non essere soddisfatto..

In effetti, ci sono farmaci tradizionali che influenzano positivamente la ghiandola tiroidea. Ma non sostituiranno un trattamento completo. Tuttavia, è necessario ottenere vaccini antinfluenzali, applicare farmaci ormonali. La medicina tradizionale ha molte controindicazioni, l'uso di tali prodotti è consentito solo sotto la supervisione di un medico. Non c'è bisogno di scherzare con il sistema autoimmune. Si consiglia di eliminare l'influenza e altri disturbi che provocano AIT.

indicazioni

Le indicazioni per l'attuazione di misure globali per il ripristino del sistema autoimmune sono le seguenti:

  • il ferro aumenta di dimensioni;
  • test ormonali negativi;
  • emocromo scarso;
  • ha confermato la diagnosi di ipotiroidismo;
  • il paziente è stato vaccinato, ma i sintomi non scompaiono.

Il primo segno che indica problemi è un cambiamento di umore, cambiamento di peso e irritabilità. Se non ti riconosci, potrebbe esserci un problema di salute. La nostra clinica è sempre aperta per te.

Controindicazioni

Le controindicazioni per eliminare la patologia autoimmune sono le seguenti:

  • i medici sono stati vaccinati, il che non corrisponde al corso di recupero, è necessario attendere un po ';
  • la crescita del tessuto tiroideo si verifica molto rapidamente, è necessario un intervento chirurgico;
  • durante l'analisi, è diventato chiaro che il corpo non accetta la terapia ormonale o altri metodi di esposizione.

Ci sono anche una serie di restrizioni sull'uso di alimenti e altri componenti. Per il normale funzionamento, la ghiandola non ha bisogno di più di 150 mcg di iodio, vale la pena limitare i prodotti contenenti questo componente. Inoltre, non è consentito eseguire contorni. Più in dettaglio su tutte le restrizioni dirà il medico.

Preparazione al trattamento: quali prezzi, condizioni

La malattia autoimmune deve essere eliminata, non deve svilupparsi. Molti pazienti vogliono sapere in anticipo come sta andando la preparazione per il trattamento, quali prezzi per i servizi.

Sarà necessario donare il sangue, sottoporsi a un'analisi dettagliata del corpo, in modo che il medico studi le condizioni del paziente e possa prescrivere un corso di recupero. I prezzi per il trattamento della tiroidite sono presentati sul sito Web, puoi anche chiamare e scoprire in modo più dettagliato come prepararsi per una visita specialistica.

I benefici del trattamento nella nostra clinica

Proponiamo di ripristinare la ghiandola tiroidea in JSC "Medicine" (clinica dell'accademico Roitberg). Il processo di trattamento nella nostra clinica è efficace, abbiamo medici esperti, utilizziamo attrezzature moderne per identificare i problemi e risolverli. I vantaggi del nostro centro sono i seguenti:

  1. Siamo sempre aperti per te Il centro medico è aperto nei giorni festivi, nei fine settimana. Puoi chiamare in un momento conveniente e fissare un appuntamento.
  2. C'è un'ambulanza. Non devi aspettare a lungo per un'auto se le tue condizioni di salute sono critiche. Chiama la nostra ambulanza, le auto sono dotate di tutte le attrezzature necessarie.
  3. Reparti comodi e convenienti. Ti sentirai quasi a casa, le nostre camere aiutano a recuperare il più presto possibile grazie al comfort e alla tranquillità. La missione del centro è creare un'atmosfera favorevole per il restauro.
  4. Specialisti altamente qualificati. I medici aiuteranno a curare la tiroidite autoimmune, hanno una vasta esperienza in questo campo. Tutti i medici seguono una formazione regolare, consultare i colleghi stranieri.
  5. Lo staff educato. Non devi fare la fila, un assistente ti accompagnerà nei dipartimenti. Il medico è sempre in contatto, ti supervisiona personalmente.

Chiamaci e scopri i costi, nonché altre informazioni sulla fornitura di servizi. I consulenti risponderanno alle tue domande in dettaglio. Scegli la medicina di qualità.