Prescrizione di cloridrato di adrenalina

Gli agonisti adrenergici includono farmaci che eccitano i recettori adrenergici. Secondo l'effetto stimolante predominante su un certo tipo di recettori adrenergici, gli adrenomimetici possono essere suddivisi in 3 gruppi:

1) stimolare principalmente i recettori alfa-adrenergici (agonisti alfa-adrenergici);

2) stimolare principalmente i recettori beta-adrenergici (agonisti beta-adrenergici);

3) stimolare i recettori alfa e beta adrenergici (agonisti alfa, beta adrenergici).

Gli adrenomimetici hanno le seguenti indicazioni per l'uso.

1) Insufficienza vascolare acuta con grave ipotensione arteriosa (collasso, origine infettiva o tossica, shock, compresi interventi traumatici, chirurgici, ecc.). In questi casi vengono utilizzate soluzioni di noradrenalina, mesatone, efedrina. La noradrenalina e il mesatone vengono somministrati per via endovenosa, flebo. Mesatone ed efedrina - per via intramuscolare ad intervalli di 40-60 minuti tra le amministrazioni. In caso di shock cardiogeno con grave ipotensione, l'uso di agonisti a-adrenergici richiede molta cautela: la loro somministrazione, causando uno spasmo di arteriole, aggrava ulteriormente la violazione dell'afflusso di sangue ai tessuti.

2) arresto cardiaco. È necessario introdurre 0,5 ml di una soluzione allo 0,1% di adrenalina nella cavità del ventricolo sinistro, nonché il massaggio cardiaco e la ventilazione meccanica.

3) Asma bronchiale. Per eliminare l'attacco, viene eseguita l'inalazione di soluzioni di isadrina, novodrin, euspiran, alupente (orciprenalina solfato, astmopent), adrenalina, salbutamolo o somministrazione intramuscolare di adrenalina, efedrina e somministrazione orale di salbutamolo, isadrina (sublinguale). Nel periodo tra gli attacchi, vengono prescritte efedrina, teofedrina, ecc..

4) Malattie infiammatorie delle mucose del naso (rinite) e degli occhi (congiuntivite). Applicato localmente sotto forma di gocce (per ridurre i fenomeni staccabili e infiammatori) soluzioni di efedrina, naftitina, mesatone, galazolina, ecc..

5) Anestesia locale. Alle soluzioni di anestetici locali aggiungere la soluzione allo 0,1% di adrenalina o la soluzione all'1% di mesatone per prolungare la loro azione.

6) Una semplice forma ad angolo aperto di glaucoma. Applicare 1-2% di soluzione di adrenalina (insieme alla pilocarpina) per causare un effetto vasocostrittore, ridurre la secrezione di umor acqueo, che porta a una diminuzione della pressione intraoculare.

7) Coma ipoglicemico. Per migliorare la glicogenolisi e aumentare la glicemia, iniettare per via intramuscolare 1 ml di soluzione di adrenalina allo 0,1% o 1 ml di soluzione di adrenalina allo 0,1% in 10 ml di soluzione di glucosio al 40%.

Effetti collaterali degli agonisti adrenergici:

- un forte effetto vasocostrittore, che può provocare crisi ipertensive, ictus, debolezza cardiaca acuta con lo sviluppo di edema polmonare (tipico per gli adrenomimetici - noradrenalina, mesatone, ecc.);

- complicanze neurotossiche - agitazione, insonnia, tremore, mal di testa (tipico per alfa, beta-adrenergici agonisti - efedrina, epinefrina; beta-adrenergici agonisti - isadrina, ecc.);

- effetto aritmogeno, che porta a vari disturbi del ritmo cardiaco (caratteristici di adrenalina, efedrina, isadrina).

Controindicazioni: per agonisti alfa-adrenergici e agonisti alfa, beta-adrenergici - ipertensione, arteriosclerosi cerebrale e coronarica, ipertiroidismo, diabete mellito; per gli agonisti beta-adrenergici: insufficienza cardiaca cronica, aterosclerosi grave.

Mezzi che stimolano principalmente i recettori alfa-adrenorecettori (agonisti alfa-adrenergici)

Il gruppo di agonisti alfa-adrenergici comprende la noradrenalina, il principale mediatore delle sinapsi adrenergiche, secreto in piccole quantità (10-15%) dal midollo surrenale. La noradrenalina ha un effetto stimolante predominante sui recettori alfa-adrenergici, stimola la beta e, in misura minore, la beta 2 -recettori adrenergici. L'effetto della noradrenalina sul sistema cardiovascolare si manifesta in un pronunciato aumento a breve termine della pressione arteriosa in connessione con l'eccitazione dei recettori alfa-adrenergici vascolari. Contrariamente all'adrenalina, non vi è alcuna reazione ipotensiva dopo l'azione del pressore a causa del debole effetto della noradrenalina sui beta2-adrenorecettori dei vasi sanguigni. In risposta all'aumento della pressione, si verifica la bradicardia riflessa, eliminata dall'atropina. L'effetto riflesso sul cuore attraverso il nervo vago elimina l'effetto stimolante della noradrenalina sul cuore, il volume dell'ictus aumenta, ma il volume della gittata cardiaca rimane praticamente invariato o diminuisce. La noradrenalina agisce su altri organi e sistemi come farmaci che eccitano il sistema nervoso simpatico. Il modo più razionale di introdurre la noradrenalina nel corpo è il gocciolamento endovenoso, che consente una risposta affidabile del pressore. Nel tratto gastrointestinale, la noradrenalina viene distrutta, con la somministrazione sottocutanea può causare necrosi tissutale.

IDROTARTRATO DI NORADRENALINA. Forma di rilascio di noradrenalina idrotartrato: fiale da 1 ml di soluzione allo 0,2%.

Un esempio di una ricetta di idrotartrato di noradrenalina latina:

Rp.: Sol. Noradrenalini hydrotartratis 0,2% 1 ml

D. t. d. N. 10 in ampull.

S. Per somministrazione endovenosa a goccia; diluire 1-2 ml in 500 ml di soluzione di glucosio al 5%.

MESATON - agisce principalmente sui recettori a-adrenergici. Il mesatone provoca un restringimento dei vasi periferici e un aumento della pressione sanguigna, ma agisce più debole della noradrenalina. Il mesatone può anche causare bradicardia riflessa. Il mesatone ha un leggero effetto stimolante sul sistema nervoso centrale. Il mesatone è più resistente della noradrenalina ed è efficace quando somministrato per via orale, endovenosa, sottocutanea e locale. Le indicazioni per l'uso del mesatone, gli effetti collaterali e le controindicazioni per l'uso sono indicate nella parte generale di questa sezione. Forma di rilascio di mesatone: polvere; fiale da 1 ml di soluzione all'1%. Elenco B.

Esempio di ricetta del mesatone latino:

Rp.: Mesatoni 0,01 Sacchari 0,3 M. f. pulv.

S. 1 polvere 2-3 volte al giorno.

Rp.: Sol. Mesatoni 1% 1 ml

D. t. d. N. 10 in ampull.

S. Sciogliere il contenuto della fiala in 40 ml di una soluzione di glucosio al 40%. Entra per via endovenosa, lentamente (con shock).

Rp.: Sol. Mesatoni 1% 1 ml

D. t. d. N. 10 in ampull.

S. Entra sotto la pelle o per via intramuscolare 0,5-1 ml.

Rp.: Sol. Mesatoni 1% 5 ml

D. S. Collirio. 1-2 gocce al giorno in entrambi gli occhi.

Rp.: Sol. Mesatoni 0,25% 10 ml

D. S. Gocce nasali.

FETANOLO - nella struttura chimica è vicino al mesatone, essendo un derivato dei fedilalchilamidi. Rispetto al mesatone, il fetanolo aumenta la pressione sanguigna per un periodo di tempo più lungo, altrimenti ha proprietà inerenti al mesatone. Forma di rilascio di fetanolo: polvere; compresse da 0,005 g - fiale da 1 ml di soluzione all'1%. Elenco B.

Un esempio di una ricetta fetanol in latino:

Rp.: Tab. Phethanoli 0.005 N. 20

D. S. 1 compressa 2 volte al giorno.

Rp.: Sol. Phethanoli 1% 1 ml

D. t. d. N. 10 in ampull. S. 1 ml per via sottocutanea.

NAFTIZIN (analoghi farmacologici: naphazoline, sanorin) - usati per trattare la rinite acuta, la sinusite, la congiuntivite allergica, le malattie della cavità nasale e della gola. La naftitina ha un effetto antinfiammatorio. L'effetto vasocostrittore della naftizina è più lungo di quello della noradrenalina e del mesatone. Forma di rilascio di naftitina: flaconcini da 10 ml di soluzioni allo 0,05% e 0,1%; Emulsione allo 0,1%.

Esempio di ricetta della naftitina latina:

Rp.: Sol. Naphthyzini 0,1% 10 ml

D. S. 1-2 gocce nella cavità nasale 2-3 volte al giorno.

GALAZOLIN - vicino in azione alla naftizina. La galazolina è usata per rinite, sinusite, malattie allergiche della cavità nasale e della gola. Forma di rilascio di galazolina: flaconcini da 10 ml di soluzione allo 0,1%. Elenco B.

Esempio di ricetta di Galazolin latino:

Rp.: Sol. Halazolini 0,1% 10 ml

D. S. 1-2 gocce nella cavità nasale 1-3 volte al giorno.

MEZZI PER STIMOLARE I RECETTORI BETA-ADRENORE (BETA-ADRENOMIMETICS)

IZADRINE (analoghi farmacologici: isoprenalina cloridrato, novodrin, euspiran) è un tipico agonista beta-adrenergico che stimola i recettori beta1 e beta2-adrenergici. Sotto l'influenza dell'isadrina, si verifica una forte espansione del lume dei bronchi a causa dell'eccitazione della beta 2 -adrenorecettori. Stimolando i recettori beta-adrenergici del cuore, l'isadrina aiuta a rafforzare il suo lavoro, aumenta la forza e la frequenza cardiaca. Isadrine agisce sui recettori beta-adrenergici dei vasi sanguigni, causando la loro espansione e una diminuzione della pressione sanguigna. Isadrin è anche attivo in relazione al sistema di conduzione del cuore: facilita la conduzione atrioventricolare (atrioventricolare), aumenta l'automatismo del cuore e Izadrin ha un effetto eccitante sul sistema nervoso centrale. Isadrine agisce come adrenalina sul metabolismo. Isadrine è usato per alleviare gli spasmi dei tubi bronchiali di eziologia etzale, nonché con il blocco atrioventricolare. Isadrine viene prescritta una soluzione allo 0,5-1% sotto forma di inalazione o sublingualmente 1 / 2 - 1 compressa contenente 0,005 g di farmaco. Modulo di rilascio di Isadrine: compresse da 0,005 g; novodrin - flaconi da 100 ml di soluzione all'1%, aerosol da 25 g, fiale da 1 ml di soluzione allo 0 5%; euspiran - fiale da 25 ml di soluzione allo 0,5%. Elenco B.

Esempio di ricetta isadrina latina:

Rp.: Tab. Isadrini 0.005 N. 20

D. S. 1 compressa (tenere in bocca fino a completo riassorbimento).

Rp.: Sol. Novodrini 1% 100 ml

D. S. 0,5-1 ml per inalazione.

Rp.: Sol. Euspirani 0,5% 25 ml

D. S. 0,5 ml per inalazione.

DOBUTAMINA - stimola selettivamente i recettori beta-adrenergici del cuore, ha un forte effetto inotropico sul muscolo cardiaco, aumenta il flusso sanguigno coronarico, migliora la circolazione sanguigna. Effetti collaterali quando si usa la dobutamina: tachicardia, aritmia, aumento della pressione sanguigna, dolore al cuore. La dobutamina è controindicata nella stenosi subaortica. Forma di rilascio di dobutamina: flaconcini da 20 ml con 0,25 g di farmaco.

Un esempio di una ricetta di dobutamina in latino:

Rp.: Dobutamini 0,25

S. Il contenuto della fiala viene diluito in 10-20 ml di acqua per preparazioni iniettabili, quindi diluito con soluzione isotonica di cloruro di sodio. Immettere ad una velocità di 10 μg / kg di peso corporeo al minuto.

DOBUTREX è un preparato combinato contenente 250 mg di dobutamina e 250 mg di mannitolo (in un flacone). L'aggiunta di mannitolo - un diuretico risparmiatore di potassio - elimina tali effetti collaterali della dobutamina come un aumento della pressione sanguigna, migliora le condizioni generali dei pazienti. Il farmaco dobutrex è usato negli adulti per un aumento a breve termine della contrazione del miocardio durante la scompenso dell'attività cardiaca (per malattie cardiache organiche, interventi chirurgici, ecc.). Dobutrex viene somministrato per via endovenosa, ad una certa velocità (calcolato secondo una formula speciale per ciascun paziente). Gli effetti collaterali e le controindicazioni per l'uso sono gli stessi della dobutamina. Forma di rilascio di Dobutrex: flaconcini con 0,25 g di farmaco (con solvente).

SALBUTAMOLO (analoghi farmacologici: ventolina, ecc.) - stimola i recettori beta2-adrenergici localizzati nei bronchi, dà un pronunciato effetto broncodilatatore. Il salbutamolo viene prescritto per via orale e inalato per l'asma bronchiale e altre malattie respiratorie, accompagnato da uno stato spastico dei muscoli dei bronchi. Forma di rilascio di salbutamolo: aerosol inalatori e compresse da 0,002 g.

Esempio di prescrizione di Salbutamolo latino:

Rp.: Tab. Salbutamoli sulfatis 0,002 N. 30

D. S. 1 compressa 2 volte al giorno per l'asma bronchiale.

SALMETIROLO (analoghi farmacologici: Serevent) - beta stimolante 2 -recettori adrenergici ad azione prolungata. Il salmetirolo ha un effetto broncodilatatore e tonico sul sistema cardiovascolare. Salmetirol è usato per eliminare il broncospasmo nell'asma bronchiale e altre malattie con sindrome broncospastica. Il salmetirolo viene somministrato per inalazione sotto forma di aerosol 2 volte al giorno. Gli effetti collaterali di salmeterolo e controindicazioni sono gli stessi di altri farmaci in questo gruppo. Forma di rilascio con almethirol: bombolette spray con un distributore (120 dosi).

SOLFATO DI ORCIPRENALINA (analoghi farmacologici: alupente, astmopent, ecc.) - agonista beta-adrenergico. Stimolante beta 2 -recettori adrenergici dei bronchi, l'orciprenalina solfato ha un effetto broncodilatatore. La tachicardia pronunciata e l'abbassamento della pressione sanguigna non causano. Il solfato di orciprenalina è usato per trattare l'asma bronchiale, l'enfisema e altre malattie con sindrome broncospastica. L'orciprenalina solfato è anche prescritto per i disturbi della conduzione ventricolare atriale. Il farmaco viene somministrato per via sottocutanea, intramuscolare (1-2 ml di una soluzione allo 0,05%), inalato sotto forma di aerosol (in una singola dose di 0,75 mg) e assunto anche per via orale da '/ 2 - 1 compressa 3-4 volte al giorno. Con la somministrazione endovenosa di orciprenalina solfato, è possibile una riduzione della pressione sanguigna. Forma di rilascio di orciprenalina solfato: compresse da 0,02 g; fiale da 1 ml di una soluzione allo 0,05%; Flaconcini da 20 ml di una soluzione al 2% per aerosol (alupent); Flaconcini da 20 ml di una soluzione all'1,5% di aerosol (astmopent). Elenco B.

Un esempio di una ricetta per l'orciprenalina solfato in latino:

Rp.: Sol. Alupenti 0,05% 1 ml

D. t. d. N. 6 in ampull.

S. 0,5-1 ml per via endovenosa con blocco ventricolare atriale.

Rp.: Sol. Astmopenti 1,5% 20 ml

D. S. Per inalazione: 1-2 inalazioni al momento di un attacco di asma bronchiale.

ESOPRENALINA (analoghi farmacologici: ipradolo, esoprenalina solfato) - rispetto all'orciprenalina solfato, ha un effetto più selettivo e più forte sulla beta 2 -recettori adrenergici dei bronchi. L'esoprenalina praticamente non dà un effetto cardiovascolare alle dosi terapeutiche. L'esoprenalina è prescritta per indebolire e prevenire il broncospasmo negli adulti e nei bambini con patologie croniche ostruttive delle vie respiratorie. Il farmaco esoprenalina viene somministrato per inalazione usando un contagocce con un aerosol (1 dose - 0,2 mg); per via endovenosa (2 ml contenenti 5 μg di esoprenalina) o somministrati per via orale (1-2 compresse 3 volte al giorno per un adulto). Per i bambini, la dose è ridotta in base all'età. Le controindicazioni all'uso dell'esoprenalina sono caratteristiche dei farmaci di questo gruppo. Forma di rilascio di esoprenalina: aerosol con un distributore (in una bottiglia di 93 mg del farmaco - circa 400 dosi); Fiale da 2 ml (5 μg del farmaco); Compresse da 0,5 mg. Elenco B.

TRONTOQUINOL HYDROCHLORIDE (analoghi farmacologici: inolin) - vedere la sezione "Broncodilatatori".

FENOTEROLO IDROBROMI D (analoghi farmacologici: berotek, partusisten) - stimola la beta 2 -recettori adrenergici. Ha un pronunciato effetto broncodilatatore, in relazione al quale viene utilizzato per l'asma bronchiale, la bronchite asmatica e altre malattie respiratorie con una componente broncospastica. L'idrobromuro di fenoterolo ha proprietà tocolitiche (stimola la beta 2 - Iadreno - recettori uterini), chiamato "partusisten" è usato per rilassare i muscoli dell'utero (vedere la sezione "Farmaci uterini"). Per eliminare il broncospasmo, viene utilizzata l'inalazione di Berotek - 1-2 dosi di aerosol (un ulteriore uso è possibile solo dopo 3 ore); a scopo profilattico, viene prescritta 1 dose 3 volte al giorno (per adulti), la dose è ridotta per i bambini, a seconda dell'età. Controindicazioni per l'uso del fenoterolo bromidrato: gravidanza. Forma di rilascio di idrobromuro di fenoterolo: bombolette spray da 15 ml (300 dosi).

BERODUAL - una preparazione combinata composta da 0,05 mg di berotek (fenoterolo bromidrato) e 0,02 mg di ipratropio bromuro (atrovente). Berodual ha un pronunciato effetto broncodilatatore dovuto al diverso meccanismo d'azione dei componenti in arrivo. Berodual è usato per l'asma bronchiale e altre malattie broncopolmonari, accompagnato da uno stato spastico dei muscoli dei bronchi (vedere la sezione "Mezzi che influenzano la funzione della respirazione"). Forma di rilascio di b-erodual: aerosol 15 ml (300 dosi).

Clenbuterolo cloridrato (analoghi farmacologici: clenbuterolo, contraspasmina, spiropent) - beta tipico 2 -adrenomimetic. Il clenbuterolo cloridrato provoca il rilassamento dei muscoli bronchiali. Il clenbuterolo cloridrato è usato per trattare l'asma bronchiale, la bronchite asmatica, l'enfisema e altri effetti collaterali quando si usa il clenbuterolo cloridrato: a volte può esserci un lieve tremore delle dita, che richiede una riduzione della dose. Controindicazioni all'uso di clenbuterolo cloridrato: non raccomandato per l'uso nei primi 3 mesi di gravidanza. Il clenbuterolo cloridrato viene prescritto 15 ml 2-3 volte al giorno, i bambini riducono la dose in base all'età. Forma di rilascio di clenbuterolo cloridrato: fiale da 100 ml di sciroppo allo 0,1%.

SOLFATO DI TERBUTALINA (analoghi farmacologici: brikanil, arubenzene, brikaril) - stimola la beta 2 -recettori adrenergici della trachea e dei bronchi. Il solfato di terbutalina ha un effetto broncodilatatore. La terbutalina solfato è usata per l'asma, la bronchite, l'enfisema polmonare e altri, mentre la terbutalina solfato è prescritta per via orale per 1-2 compresse 2-3 volte al giorno. La terbutalina solfato può essere somministrata per via sottocutanea o endovenosa a 0,5-1 ml (massimo 2 ml) al giorno. Le dosi sono ridotte per i bambini in base all'età. Effetti collaterali: potrebbe esserci un tremore che scompare da solo. Forma di rilascio di terbutalina solfato: compresse da 2,5 mg e fiale da 1 ml (0,5 mg).

Adrenalina cloridrato - istruzioni per l'uso

Numeri di registrazione: LSR-000780 / 08-301216

Marchio: Adrenaline Hydrochloride-Vial

Nome internazionale non proprietario: epinefrina

Forme di dosaggio: iniezione

Composizione per 1 ml:

Ingrediente attivo: epinefrina (adrenalina) - 1 mg.

Eccipienti: sodio disolfito (sodio metabisolfito) - 0,2 mg, sodio cloruro - 9 mg, disodio edetato - 0,25 mg, acido cloridrico - fino a pH da 2,5 a 4,0, acqua per preparazioni iniettabili - q.s. fino a 1 ml.

Descrizione: liquido limpido, incolore o leggermente giallastro

Gruppo di farmacoterapia: agonista alfa e beta adrenergico

Codice ATX: C01CA24

Proprietà farmacologiche

farmacodinamica

Agire simpaticomimetico sui recettori alfa e beta adrenergici. L'azione è dovuta all'attivazione dell'adenilato ciclasi sulla superficie interna della membrana cellulare, un aumento della concentrazione intracellulare di adenosina miofosfato ciclico (cAMP) e ioni calcio.

A dosi molto basse, quando la velocità di somministrazione è inferiore a 0,01 μg / kg / min, può abbassare la pressione sanguigna (BP) a causa dell'espansione dei vasi dei muscoli scheletrici. A una velocità di iniezione di 0,04-0,1 μg / kg / min, aumenta la frequenza e la forza delle contrazioni cardiache, il volume dell'ictus del sangue e il volume minuto del sangue, riduce la resistenza vascolare periferica totale (OPSS); Oltre 0,02 mcg / kg / min, restringe i vasi sanguigni, aumenta la pressione sanguigna (principalmente sistolica) e OPSS. L'effetto del pressore può causare un rallentamento riflesso a breve termine della frequenza cardiaca.

Rilassa i muscoli lisci dei bronchi, essendo un broncodilatatore. Dosi superiori a 0,3 μg / kg / min, riducono il flusso ematico renale, l'afflusso di sangue agli organi interni, il tono e la motilità del tratto gastrointestinale (GIT).

Espande le pupille, aiuta a ridurre la produzione di liquido intraoculare e la pressione intraoculare. Causa iperglicemia (migliora la glicogenolisi e la gluconeogenesi) e aumenta il contenuto plasmatico di acidi grassi liberi. Aumenta la conducibilità, l'eccitabilità e l'automatismo del miocardio. Aumenta la domanda di ossigeno del miocardio.

Inibisce il rilascio di istamina indotto dall'antigene e l'anafilassi della sostanza a reazione lenta, elimina lo spasmo dei bronchioli e previene lo sviluppo dell'edema della loro mucosa. Agendo sui recettori alfa-adrenergici situati nella pelle, nelle mucose e negli organi interni, provoca vasocostrizione, una diminuzione del tasso di assorbimento degli anestetici locali, aumenta la durata e riduce l'effetto tossico dell'anestesia locale.

Stimolazione beta2-i recettori adrenergici sono accompagnati da una maggiore escrezione di ioni di potassio dalla cellula e possono portare a ipopotassiemia.

La somministrazione intracavernosa riduce l'afflusso di sangue ai corpi cavernosi. L'effetto terapeutico si sviluppa quasi istantaneamente con la somministrazione endovenosa (iv) (durata dell'azione - 1-2 minuti), 5-10 minuti dopo la somministrazione sottocutanea (s / c) (effetto massimo - dopo 20 minuti), con intramuscolare (in / m) introduzione - il tempo in cui l'effetto è iniziato è variabile.

farmacocinetica

Se somministrato per via intramuscolare o sottocutanea, è ben assorbito. Assorbito anche dalla somministrazione endotracheale e congiuntivale. Il tempo per raggiungere la massima concentrazione plasmatica (TCmax) con iniezione sottocutanea e intramuscolare è di 3-10 minuti. Penetra attraverso la placenta, nel latte materno, non attraversa la barriera emato-encefalica.

È metabolizzato principalmente da monoamino ossidasi e catecol-O-metiltransferasi alle estremità dei nervi simpatici e di altri tessuti, nonché nel fegato con la formazione di metaboliti inattivi. L'emivita con somministrazione endovenosa è di 1-2 minuti.

Viene escreto dai reni nella forma principale di metaboliti (circa il 90%): acido mentale vanillile, solfati, glucuronidi; così come in una piccola quantità - invariato.

Indicazioni per l'uso

Reazioni allergiche di tipo immediato (tra cui orticaria, angioedema, shock anafilattico, una reazione allergica con una puntura di insetto, ecc.), Asma bronchiale (sollievo di un attacco asmatico), broncospasmo durante l'anestesia; la necessità di allungare l'azione degli anestetici locali.

Controindicazioni

Ipersensibilità all'epinefrina e / o agli eccipienti del farmaco; cardiomiopatia ipertrofica ostruttiva, grave stenosi aortica, tachiaritmia, fibrillazione ventricolare, feocromocitoma, glaucoma ad angolo chiuso, shock (tranne anafilattico), anestesia generale con inalatori: fluorotan, ciclopropane, cloroformio; II stadio del lavoro.

Con l'anestesia pianificata, le iniezioni nelle falangi distali delle dita delle mani e dei piedi, del mento, del padiglione auricolare, nelle aree del naso e dei genitali sono controindicate.

In condizioni potenzialmente letali, le controindicazioni di cui sopra sono relative.

Accuratamente

Acidosi metabolica, ipercapnia, ipossia, fibrillazione atriale, aritmia ventricolare, ipertensione polmonare, ipovolemia, infarto del miocardio, malattia vascolare occlusiva (inclusa anamnesi di embolia arteriosa, aterosclerosi, malattia di Buerger, lesione da freddo e endarrea diabetica) asma bronchiale di lunga durata ed enfisema, aterosclerosi cerebrale, morbo di Parkinson, sindrome convulsiva, ipertrofia prostatica e / o difficoltà a urinare; età avanzata, paresi e paralisi, aumento dei riflessi tendinei nella lesione del midollo spinale, infanzia.

Utilizzare durante la gravidanza e durante l'allattamento

Non sono stati condotti studi rigorosamente controllati sull'uso dell'epinefrina nelle donne in gravidanza. L'epinefrina attraversa la placenta. È stata trovata una relazione statisticamente regolare tra l'insorgenza di malformazioni e l'ernia inguinale nei bambini con adrenalina nelle donne in gravidanza, specialmente nel primo trimestre o durante la gravidanza, è stato riportato un singolo caso di anossia nel feto (con somministrazione endovenosa di epinefrina). L'iniezione di epinefrina può causare tachicardia nel feto, aritmie cardiache, inclusi ictus sistolici aggiuntivi, ecc. L'epinefrina non deve essere utilizzata da donne in gravidanza con pressione sanguigna superiore a 130/80 mm Hg. Esperimenti condotti su animali hanno dimostrato che, quando somministrato a dosi 25 volte superiori alla dose umana raccomandata, l'epinefrina provoca un effetto teratogeno. L'epinefrina deve essere usata durante la gravidanza solo se il potenziale beneficio per la madre supera il potenziale rischio per il feto. L'uso per la correzione dell'ipotensione durante il parto non è raccomandato, poiché può ritardare la seconda fase del travaglio; quando somministrato in dosi elevate per indebolire la contrazione dell'utero può causare prolungata atonia uterina con sanguinamento. L'epinefrina non deve essere utilizzata durante il parto, l'uso è possibile solo se è necessario prescriverlo per motivi di salute.

Se durante l'allattamento è necessario il trattamento con epinefrina, l'allattamento deve essere interrotto..

Dosaggio e amministrazione

Gocciolamento sottocutaneo, intramuscolare, a volte endovenoso.

Shock anafilattico: endovenosamente lentamente 0,1-0,25 mg diluito in 10 ml di soluzione di cloruro di sodio allo 0,9%, se necessario, continuare la flebo endovenosa ad una concentrazione di 1: 10000. Se le condizioni del paziente lo consentono, è preferibile l'iniezione intramuscolare o sottocutanea di 0,3-0,5 mg in forma diluita o non diluita, se necessario, reintroduzione - dopo 10-20 minuti fino a 3 volte.

Asma bronchiale: per via sottocutanea 0,3-0,5 mg in forma diluita o non diluita, se necessario, dosi ripetute possono essere somministrate ogni 20 minuti fino a 3 volte, o per via endovenosa 0,1-0,25 mg in diluito ad una concentrazione di 1: 10000.

Per prolungare l'azione degli anestetici locali: a una concentrazione di 0,005 mg / ml (la dose dipende dal tipo di anestetico utilizzato), per l'anestesia spinale - 0,2-0,4 mg.

Bambini con shock anafilattico: per via sottocutanea o intramuscolare - 10 μg / kg (massimo - fino a 0,3 mg), se necessario, la somministrazione di queste dosi viene ripetuta ogni 15 minuti (fino a 3 volte).

Bambini con broncospasmo: per via sottocutanea 0,01 mg / kg (massimo - fino a 0,3 mg), la dose viene ripetuta, se necessario, ogni 15 minuti fino a 3-4 volte o ogni 4 ore Per la somministrazione endovenosa di flebo, è necessario utilizzare un infusomat per controllare con precisione la velocità di somministrazione. Le infusioni devono essere eseguite in una vena grande (preferibilmente centrale).

Effetto collaterale

È un potente farmaco simpaticomimetico, con la maggior parte degli effetti collaterali dovuti alla stimolazione del sistema nervoso simpatico. Circa un terzo dei pazienti trattati con epinefrina ha avuto effetti collaterali e gli eventi avversi più comuni a carico del cuore e del sistema vascolare.

Dal sistema cardiovascolare: palpitazioni, tachicardia, ipertensione arteriosa acuta, aritmia ventricolare, angina pectoris, aumento o diminuzione della pressione sanguigna, infarto, tachiaritmia, cardiomiopatia, necrosi intestinale, acrocianosi, aritmia, dolore toracico, con alte dosi - aritmie.

Dal sistema nervoso e dalla psiche: mal di testa, tremore; vertigini, ansia, affaticamento, agitazione psicomotoria, nervosismo, emorragie emorragiche nel cervello (con aumento della pressione sanguigna), disorientamento, compromissione della memoria, aumento dell'irritabilità, rabbia, disturbi del sonno, sonnolenza, contrazioni muscolari.

Dal sistema digestivo: nausea, vomito.

Dal sistema respiratorio: dispnea, edema polmonare (con aumento della pressione sanguigna).

Dal sistema urinario: minzione difficile e dolorosa (con iperplasia prostatica).

Reazioni locali: dolore o bruciore nel sito di iniezione, necrosi nel sito di iniezione.

Reazioni allergiche: angioedema, broncospasmo, eruzione cutanea, eritema multiforme.

Metabolismo e disturbi alimentari: acidosi lattica.

Altro: pallore della pelle, ipopotassiemia, inibizione della secrezione di insulina e sviluppo di iperglicemia, lipolisi, chetogenesi, stimolazione della secrezione dell'ormone della crescita, aumento della sudorazione.

Overdose

Sintomi: aumento eccessivo della pressione sanguigna, tachicardia, seguita da bradicardia, disturbi del ritmo (inclusa fibrillazione atriale e ventricolare), raffreddamento e pallore della pelle, vomito, mal di testa, acidosi metabolica, infarto del miocardio, emorragia emorragica (specialmente nei pazienti anziani ), edema polmonare, morte.

Trattamento: interrompere la somministrazione, terapia sintomatica, principalmente nelle condizioni di rianimazione, l'uso di alfa e beta-bloccanti, vasodilatatori.

Interazione con altri farmaci

Gli antagonisti dell'epinefrina sono bloccanti degli adrenorecettori alfa e beta. Indebolisce gli effetti degli analgesici narcotici e dei sonniferi. Se usata contemporaneamente a glicosidi cardiaci, chinidina, antidepressivi triciclici, dopamina, anestetici per inalazione (cloroformio, enflurano, alotano, isoflurano, metossiflurano), la cocaina aumenta il rischio di aritmie (dovrebbe essere usata con molta attenzione o per niente); con altri agenti simpaticomimetici - aumento della gravità degli effetti collaterali dal sistema cardiovascolare; con agenti antiipertensivi (anche con diuretici) - una diminuzione della loro efficacia. L'interazione con beta-bloccanti non selettivi porta allo sviluppo di ipertensione grave e bradicardia. Il propranololo inibisce l'effetto broncodilatatore dell'epinefrina. I medicinali che causano la perdita di potassio (corticosteroidi, diuretici, aminofillina, teofillina) aumentano il rischio di ipopotassiemia. L'epinefrina aumenta il rischio di effetti indesiderati a carico del cuore se assunta contemporaneamente a levodopa. L'uso simultaneo con entocapone può potenziare gli effetti cronotropici e aritmogeni dell'epinefrina.

La somministrazione simultanea con inibitori MAO (incluso furazolidone, procarbazina, selegilina) può causare un forte e marcato aumento della pressione sanguigna, crisi iperrieretica, mal di testa, aritmie e vomito; con nitrati - indebolimento del loro effetto terapeutico; con fenossibenzamina - aumento dell'effetto ipotensivo e tachicardia; con fenitoina: una forte riduzione della pressione sanguigna e della bradicardia (a seconda della dose e della velocità di somministrazione); con preparati di ormoni tiroidei, un rafforzamento reciproco dell'azione; con farmaci che allungano l'intervallo QT (incluso astemizolo, cisapride, terfenadina) - allungando l'intervallo QT; con diatrizoati, acidi yotalamici o yoksaglovoy - aumento degli effetti neurologici; con alcaloidi ergot e ossitocina - aumento dell'effetto vasocostrittore (fino a ischemia grave e sviluppo di cancrena).

Riduce l'effetto dell'insulina e di altri farmaci ipoglicemizzanti. L'uso congiunto con guanidina può portare allo sviluppo di ipertensione arteriosa grave. L'uso concomitante con clorpromazina può portare allo sviluppo di tachicardia e ipotensione.

istruzioni speciali

Durante il periodo di trattamento, si raccomanda di determinare la concentrazione di ioni potassio nel siero del sangue, misurare la pressione sanguigna, la produzione di urina, il volume minuto del flusso sanguigno, l'ECG, la pressione venosa centrale, la pressione arteriosa polmonare e la pressione inceppante nei capillari polmonari.

Dosi eccessive di epinefrina per infarto del miocardio possono migliorare l'ischemia aumentando la domanda di ossigeno del miocardio.

Aumenta il livello di glucosio nel plasma sanguigno e, pertanto, con il diabete mellito sono necessarie dosi più elevate di insulina e derivati ​​della sulfonilurea. L'uso di epinefrina non è consigliabile a lungo (restringimento dei vasi periferici, che porta al possibile sviluppo di necrosi o cancrena).

L'uso per la correzione dell'ipotensione durante il parto non è raccomandato, poiché può ritardare la seconda fase del travaglio; quando somministrato in dosi elevate per indebolire la contrazione dell'utero può causare prolungata atonia uterina con sanguinamento. Al termine del trattamento, la dose deve essere ridotta gradualmente, perché l'improvvisa sospensione della terapia può portare a grave ipotensione.

Facilmente distrutto da alcali e agenti ossidanti. Il metabisolfito di sodio, che fa parte del farmaco, può causare una reazione allergica, inclusi sintomi di anafilassi e broncospasmo, specialmente in pazienti con anamnesi di asma o allergia. L'epinefrina deve essere usata con cautela nei pazienti con tetraplegia a causa della maggiore sensibilità di tali soggetti all'epinefrina..

Non rientrare nelle stesse aree, al fine di evitare lo sviluppo della necrosi tissutale. Si sconsiglia l'introduzione del farmaco nei muscoli glutei..

Non usare il farmaco quando il colore cambia o l'aspetto di un precipitato nella soluzione. La parte inutilizzata della soluzione deve essere eliminata..

Un forte aumento della pressione sanguigna con l'uso di adrenalina può portare allo sviluppo di emorragie emorragiche, specialmente nei pazienti anziani con malattie cardiovascolari.

I pazienti con malattia di Parkinson possono sperimentare agitazione psicomotoria o un temporaneo peggioramento dei sintomi della malattia con l'uso di adrenalina, pertanto è necessario prestare attenzione quando si utilizza l'adrenalina in questa categoria di persone.

Influenza sulla capacità di guidare veicoli, meccanismi

I pazienti dopo la somministrazione di epinefrina non sono raccomandati per guidare veicoli, meccanismi.

Modulo per il rilascio

Iniezione, 1 mg / ml.

1 ml in una fiala di vetro neutro incolore o schermante la luce con un punto di rottura. Un'etichetta viene applicata su ogni fiala o contrassegnata con vernice a presa rapida. Su 5 o 10 ampolle in imballaggio di cella planimetric. Una confezione in blister con le istruzioni per l'uso in una scatola di cartone.

Condizioni di archiviazione

In un luogo buio a una temperatura da 15 a 25 ° C. Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Data di scadenza

3 anni. Non utilizzare dopo la data di scadenza.

Termini festivi

Prescrizione.

Nome e indirizzo della persona giuridica a nome della quale viene rilasciato il certificato di registrazione

VIAL LLC Indirizzo: 109316, Russia, Ostapovsky proezd, 5, bld.1

Produttore:

Shandong Shenglu Pharmaceutical Co., Ltd

A nord di Xihe Road, Xihe Street, Xishui County, provincia di Shandong, Cina Grand Pharmaceuticals (China) Co., Ltd..

Lake Road No. 11 Jinhinhu Ecological Park, DongSiHu District, Wuhan, Provincia di Hubei, Cina

Indirizzo e numero di telefono di un'organizzazione autorizzata (per l'invio di reclami e reclami dei consumatori)

VIAL LLC Indirizzo: 109316, Russia, Ostapovsky proezd, 5, bld.1.

Prescrizione di cloridrato di adrenalina

Aldattone (Aldactone). Sinonimo: spironolattonum.
Con aldosteronismo secondario, quando i mineralcorticoidi sono eccessivamente secreti, si osserva un aumento del riassorbimento del sodio e appare ritenzione di liquidi nel corpo. In questi casi, un buon effetto si ottiene con l'uso dell'aldattone e dei suoi analoghi.

Indicazioni: aldosteronismo secondario, edema idiopatico, obesità e gonfiore in alcune sindromi ipotalamo-ipofisarie, ipotiroidismo, insufficienza cardiovascolare con edema, nefropatia, ipertensione.

L'aldattone può essere utilizzato in preparazione dell'operazione di rimozione con aldoster nell'aldosteronismo primario.
Quando si prescrive aldattone, è necessario monitorare il livello di potassio e sodio nel sangue.

Con insufficienza renale, in alcuni casi, l'uso di aldattone è controindicato.

Ricetta:
Rp. Aldactoni 0,025 g
D. t. d. N. 50 S. Dentro, 1 compressa 2 volte al giorno

Tra i farmaci che sopprimono la funzione della corteccia surrenale, sono stati ottenuti farmaci come l'amfenone e il metopirone. Bloccano la sintesi degli ormoni corticoidi, ma presentano una certa tossicità..

Il ruolo fisiologico dell'adrenalina e della noradrenalina nel corpo umano e animale è ben compreso. Il loro effetto sul sistema nervoso centrale e periferico, sulle fibre simpatiche è stato confermato sperimentalmente.

L'adrenalina aiuta ad aumentare la pressione sanguigna, determina la frequenza cardiaca, la frequenza cardiaca e dilata i vasi coronarici del cuore. Il sistema simpatico-surrenale influisce sulla funzione della ghiandola tiroidea. Sotto l'influenza dell'adrenalina, il ritmo respiratorio si intensifica, i lumi dei bronchi si espandono con spasmi che si verificano con l'asma bronchiale. L'adrenalina aumenta la disgregazione del glicogeno nel fegato, aumenta la glicemia.

Partecipando attivamente alle reazioni allo stress, l'adrenalina stimola la funzione tirotropica e adrenocorticotropica della ghiandola pituitaria.
Il gruppo di catecolamine comprende sostanze noradrenalina e dopamina, che compaiono nel processo di sintesi..

Adrenalina cloridrato (Adrenalinum cloridrato). Indicazioni: insufficienza cardiovascolare acuta, arresto cardiaco, crisi addisopica, stato ipoglicemico, calo della pressione sanguigna, attacchi di asma. Causando un vasospasmo periferico, usato come agente emostatico.

Controindicazioni: diabete mellito, tireotossicosi, tumore del midollo surrenale - feocromocitoma. Grave aterosclerosi, cardiosclerosi, blocco atrio-veptricolare. Gravidanza.

Ricetta:
Rp. Solutio Adrenalini hydrochloric! 0,1% 1,0
D. t. d. N. 6 in ampul. S. 0,5-1 ml 1-2 volte al giorno sotto la pelle

Bitartrato di noradrenalina (Noradrenalinum bitartaricum). Il suo effetto sul sistema vascolare è più pronunciato dell'azione dell'adrenalina, ma in contrasto con esso, rallenta il ritmo delle contrazioni cardiache, aumenta la pressione sistolica e diastolica.

Indicazioni: stati di collasso e insufficienza cardiovascolare.
Profilatticamente nella rimozione chirurgica del feocromocitoma.

Le controindicazioni sono le stesse dell'uso di adrenalina.

Ricetta:
Rp. Sol. Noradrenalini 0,1% 1,0
D. t. d. N. 3 in ampul.
S. 1 ml di soluzione in 300 ml di soluzione di glucosio al 5%, per via endovenosa

Adrenalina

Struttura

Cos'è l'adrenalina e dove viene prodotta l'adrenalina

L'adrenalina è un ormone che si forma nel midollo surrenale, una struttura che è regolata dal sistema nervoso ed è la principale fonte di ormoni catecolaminici per il corpo: dopamina, adrenalina e noradrenalina..

L'adrenalina usata come medicinale è ottenuta dal tessuto della ghiandola surrenale dei bovini da macello o sinteticamente.

Epinephrine - che cos'è?

Il nome internazionale non propizio di adrenalina (INN) è epinefrina.

Per la medicina, il farmaco è prodotto da aziende farmaceutiche sotto forma di adrenalina cloridrato (Adrenalini cloridrato) e sotto forma di adrenalina idrotartrato (Adrenalini hydrotartras).

Il primo è un bianco o bianco con una polvere di colore rosato con una struttura cristallina che ha la capacità di cambiare le sue proprietà sotto l'influenza della luce e dell'ossigeno contenuti nell'aria.

Nel processo di preparazione della soluzione, O, O1 N vengono aggiunti alla polvere. soluzione di acido cloridrico. Il clorobutanolo e il metabisolfito di sodio sono usati per la conservazione. La soluzione finita è chiara e incolore..

L'adrenalina idrotartrato è una polvere cristallina bianca o da bianca a grigiastra con la capacità di cambiare le sue proprietà sotto l'influenza della luce e dell'ossigeno nell'aria.

La polvere è altamente solubile in acqua, ma moderatamente solubile in alcool. A differenza delle soluzioni di epinefrina cloridrato, le soluzioni acquose di epinefrina idrotartrato sono più resistenti, ma nella loro azione sono assolutamente identiche a loro..

A causa della differenza di peso molecolare (per l'idrotartrato è 333,3 e per l'idrocloruro - 219,66), l'idrotartrato viene utilizzato in una dose maggiore.

Modulo per il rilascio

Le aziende farmaceutiche producono medicinali sotto forma di:

  • Soluzione allo 0,1% di epinefrina cloridrato;
  • Soluzione di idrotartrato di adrenalina allo 0,18%.

Nelle farmacie, il farmaco viene fornito in fiale di vetro neutro. La quantità di fondi in una fiala è di 1 ml.

La soluzione per uso locale è venduta in flaconcini di vetro arancione sigillati ermeticamente. La capacità di una bottiglia è di 30 ml.

Anche nelle farmacie, l'adrenalina si trova in compresse. Il farmaco è disponibile sotto forma di granuli omeopatici D3.

effetto farmacologico

Wikipedia indica che l'adrenalina appartiene al gruppo degli ormoni catabolici e colpisce quasi tutti i tipi di metabolismo. Aiuta ad aumentare la glicemia e stimola il metabolismo dei tessuti..

L'adrenalina appartiene contemporaneamente a due gruppi farmacologici:

  • Medicinali che hanno un effetto stimolante sui recettori α e α + β-adrenergici.
  • Farmaci ipertesi.

Il farmaco è caratterizzato dalla capacità di fornire:

  • hyperglycemic;
  • broncodilatatore;
  • ipertensivo;
  • anti allergico;
  • effetti vasocostrittori.

Inoltre, l'ormone adrenalina:

  • ha un effetto inibitorio sulla produzione di glicogeno nei muscoli scheletrici e nel fegato;
  • aiuta a migliorare l'assorbimento e l'utilizzo del glucosio da parte dei tessuti;
  • aumenta l'attività degli enzimi glicolitici;
  • stimola la degradazione e inibisce la sintesi dei grassi (un effetto simile si ottiene a causa della capacità dell'adrenalina di influenzare i recettori β1-adrenergici localizzati nel tessuto adiposo);
  • aumenta l'attività funzionale del tessuto muscolare scheletrico (specialmente con grave affaticamento);
  • stimola il sistema nervoso centrale (generato in situazioni limite (cioè pericolose per la vita umana), l'ormone provoca un aumento del livello di veglia, aumenta l'attività mentale e l'energia mentale e promuove anche la mobilitazione mentale);
  • eccita l'area dell'ipotalamo, che è responsabile della produzione dell'ormone che rilascia corticotropina;
  • attiva il sistema corteccia-ipofisi-ipotalamo surrenalico;
  • stimola la produzione dell'ormone adrenocorticotropo;
  • stimola la funzione del sistema di coagulazione del sangue.

L'adrenalina ha un effetto antiallergico e antinfiammatorio, prevenendo il rilascio di mediatori allergici e infiammatori (leucotrieni, istamina, prostaglandine, ecc.) Dai mastociti, eccitanti recettori β2-adrenergici localizzati in essi e riducendo la sensibilità di vari tessuti a queste sostanze.

Concentrazioni moderate di adrenalina hanno un effetto trofico sul tessuto muscolare scheletrico e sul miocardio, mentre in concentrazioni elevate l'ormone migliora il catabolismo proteico.

Farmacodinamica e farmacocinetica

Formula lorda di adrenalina - C₉H₁₃NO₃.

L'adrenalina e altre sostanze prodotte dalle ghiandole surrenali hanno la capacità di interagire con vari tessuti del corpo e quindi preparare il corpo a una reazione a una situazione stressante (ad esempio, una situazione di stress fisico).

La reazione allo stress grave è spesso descritta dall'espressione "combattere o correre". È stato sviluppato nel processo di evoluzione ed è una sorta di meccanismo protettivo che ti consente di rispondere quasi istantaneamente al pericolo.

Quando una persona si trova in una situazione pericolosa, il suo ipotalamo dà alle ghiandole surrenali, dove si forma l'ormone adrenalina, un segnale sul rilascio di quest'ultima nel sangue. La reazione del corpo a un tale focolaio si sviluppa in pochi secondi: la forza e la velocità di una persona aumentano in modo significativo e la sensibilità al dolore diminuisce drasticamente.

Un tale aumento ormonale si chiama "adrenalina".

Agendo sui recettori β2-adrenergici localizzati nei tessuti e nel fegato, l'ormone stimola la gluconeogenesi (il processo biochimico della formazione del glucosio da precursori inorganici) e il processo della biosintesi del glicogeno dal glucosio (glicogenesi).

L'azione dell'adrenalina alla sua introduzione nel corpo è associata a un effetto sui recettori α- e β-adrenergici ed è per molti versi simile agli effetti che si verificano durante l'eccitazione riflessa delle fibre nervose simpatiche.

Il meccanismo d'azione del farmaco è dovuto all'attivazione dell'enzima adenilato ciclasi responsabile della sintesi dell'AMP ciclico (cAMP).

I recettori sensibili all'adrenalina sono localizzati sulla superficie esterna delle membrane cellulari, ovvero l'ormone non penetra nella cellula. Nella cellula, la sua azione viene trasmessa grazie ai cosiddetti secondi intermediari, il principale dei quali è proprio l'AMP ciclico. Il primo mediatore nel sistema di trasmissione del segnale regolatorio è l'ormone stesso.

I sintomi dell'adrenalina che si precipita nel sangue sono:

  • restringimento dei vasi sanguigni nella pelle, nelle mucose e negli organi della cavità addominale (i vasi nel tessuto muscolare scheletrico sono leggermente più piccoli);
  • espansione dei vasi sanguigni situati nel cervello;
  • aumento della frequenza e aumento delle contrazioni del muscolo cardiaco;
  • rilievo della conduzione antrioventricolare (atrioventricolare);
  • aumento dell'automatismo del muscolo cardiaco;
  • aumento della pressione sanguigna;
  • bradicardia riflessa transitoria;
  • rilassamento dei muscoli lisci dei bronchi e del tratto intestinale;
  • diminuzione della pressione intraoculare;
  • pupille dilatate;
  • riduzione della produzione di liquido intraoculare;
  • iperkaliemia (con prolungata stimolazione dei recettori β2-adrenergici);
  • aumento della concentrazione plasmatica di acidi grassi senza sangue.

Con l'introduzione dell'adrenalina EV o sotto la pelle, il farmaco viene ben assorbito. La massima concentrazione plasmatica dopo la somministrazione sotto la pelle o i muscoli si nota dopo 3-10 minuti.

L'adrenalina è caratterizzata dalla capacità di penetrare nella placenta e nel latte materno, mentre non è quasi in grado di penetrare nel BBB (barriera emato-encefalica).

La sua metabolizzazione viene effettuata con la partecipazione degli enzimi monoaminossidasi (MAO) e catecol-O-metiltransferasi (COMT) nelle terminazioni nervose simpatiche e negli organi interni. I prodotti metabolici risultanti sono inattivi..

T1 / 2 (emivita di eliminazione) dopo somministrazione di adrenalina EV è di circa 1-2 minuti.

I metaboliti vengono escreti principalmente dai reni, una piccola quantità della sostanza viene escreta invariata.

Indicazioni per l'uso

L'adrenalina è indicata per l'uso:

  • con sviluppo immediato di reazioni allergiche, tra cui reazioni a farmaci, prodotti alimentari, trasfusioni di sangue, punture di insetti, ecc. (con shock anafilattico, orticaria, ecc.);
  • con un forte calo della pressione sanguigna e una violazione dell'apporto di sangue agli organi interni vitali (collasso);
  • con un attacco di asma bronchiale;
  • con ipoglicemia causata da un sovradosaggio di insulina;
  • in condizioni caratterizzate da una diminuzione della concentrazione di ioni di potassio nel sangue (ipopotassiemia);
  • con glaucoma ad angolo aperto (aumento della pressione intraoculare);
  • con arresto cardiaco (asistolia dei ventricoli);
  • durante le operazioni chirurgiche sugli occhi per alleviare il gonfiore della congiuntiva;
  • con sanguinamento da vasi superficialmente situati nella pelle e nella mucosa;
  • con blocco atrioventricolare acuto di 3 ° grado;
  • con fibrillazione dei ventricoli del cuore;
  • nell'insufficienza ventricolare sinistra acuta;
  • con priapismo.

L'adrenalina è anche usata come vasocostrittore per una serie di malattie otorinolaringoiatriche e per prolungare l'azione dei farmaci antidolorifici locali..

Con le emorroidi, le candele con adrenalina e trombina possono fermare il sangue e anestetizzare l'area interessata.

L'adrenalina viene utilizzata negli interventi chirurgici e viene anche iniettata attraverso un endoscopio per ridurre la perdita di sangue. Inoltre, la sostanza fa parte di alcune soluzioni utilizzate per l'anestesia locale a lungo termine (specialmente in odontoiatria).

In particolare, per l'anestesia di infiltrazione e conduzione (incluso nello studio dentistico quando si estirpano i denti, si riempiono le cavità, quando si digrignano i denti prima di installare le corone), è indicato il farmaco Septanest con adrenalina.

Le compresse di adrenalina sono usate con successo per trattare l'angina pectoris, l'ipertensione arteriosa. Inoltre, le compresse possono essere prescritte per le sindromi accompagnate da una maggiore ansia, una sensazione di costrizione al petto e una sensazione di una traversa che giace sul petto.

Controindicazioni

Controindicazioni all'uso dell'adrenalina sono:

  • pressione sanguigna persistentemente alta (ipertensione arteriosa);
  • aneurisma;
  • grave malattia vascolare aterosclerotica;
  • gravidanza;
  • allattamento;
  • cardiomiopatia ipertrofica (GOKMP);
  • feocromocitoma;
  • tachiaritmia;
  • tireotossicosi;
  • ipersensibilità all'epinefrina.

A causa dell'elevato rischio di aritmie, è vietato l'uso di adrenalina per i pazienti in anestesia con cloroformio, ciclopropano, fluoro.

Il farmaco viene usato con cautela nel trattamento di pazienti anziani e bambini..

Effetti collaterali

L'adrenalina provoca non solo un aumento significativo della forza fisica, della velocità e della produttività, ma accelera anche la respirazione e affina l'attenzione. Spesso il rilascio di questo ormone è accompagnato da una distorsione nella percezione della realtà e vertigini.

In quei casi in cui si è verificato il rilascio dell'ormone, ma non esiste alcun pericolo reale, una persona avverte irritabilità e ansia. La ragione di ciò è che il rilascio di adrenalina è accompagnato da un aumento della produzione di glucosio e da un aumento della glicemia. Cioè, il corpo umano riceve energia aggiuntiva, che tuttavia non trova una via d'uscita.

In un lontano passato, le situazioni più stressanti sono state risolte attraverso l'attività fisica, nel mondo moderno il numero di stress è aumentato in modo significativo, ma allo stesso tempo, l'attività fisica non è praticamente necessaria per risolverli. Per questo motivo, molte persone soggette a stress sono attivamente coinvolte nello sport al fine di ridurre l'adrenalina..

Nonostante l'adrenalina svolga un ruolo di primo piano nella sopravvivenza del corpo, nel tempo porta a conseguenze negative. Quindi, un aumento prolungato del livello di questo ormone inibisce l'attività del muscolo cardiaco e in alcuni casi può persino provocare insufficienza cardiaca.

Livelli elevati di adrenalina sono anche la causa dell'insonnia e dei frequenti disturbi nervosi (esaurimento nervoso). Sintomi di questo tipo indicano che una persona è in uno stato di stress cronico..

I seguenti effetti collaterali possono essere la reazione del corpo all'introduzione dell'adrenalina:

  • aumento della pressione sanguigna;
  • un aumento della frequenza delle contrazioni del muscolo cardiaco;
  • disturbi del ritmo cardiaco;
  • dolore al petto nel cuore.

In caso di aritmia provocata dalla somministrazione del farmaco, al paziente vengono mostrati farmaci la cui azione farmacologica è volta a bloccare i recettori β-adrenergici (ad esempio Anaprilin o Obzidan).

Istruzioni per l'uso dell'adrenalina

Adrenalina cloridrato, le istruzioni per l'uso raccomandano che i pazienti vengano iniettati per via sottocutanea, meno spesso - nel muscolo o in una vena (gocciolare lentamente). Il farmaco non può entrare nell'arteria, poiché un marcato restringimento dei vasi sanguigni periferici può provocare lo sviluppo di cancrena.

A seconda delle caratteristiche del quadro clinico e dello scopo per cui viene prescritto il farmaco, una singola dose per un paziente adulto varia da 0,2 a 1 ml, per un bambino da 0,1 a 0,5 ml.

In caso di arresto cardiaco acuto, il paziente deve inserire il contenuto di un'ampolla (1 ml) per via intracardiale; con fibrillazione ventricolare, è indicata una dose da 0,5 a 1 ml.

Per fermare un attacco di asma bronchiale, la soluzione viene iniettata sotto la pelle in una dose pari a 0,3-0,5-0,7 ml.

Di norma, le dosi terapeutiche di soluzioni di adrenalina cloridrato e idrotartrato sono:

  • 0,3-0,5-0,75 ml - per pazienti adulti;
  • 0,1-0,5 ml - per bambini (a seconda dell'età del bambino).

Dose massima consentita per somministrazione sottocutanea: per un adulto - 1 ml, per un bambino - 0,5 ml.

Overdose

I sintomi di un sovradosaggio di adrenalina sono:

  • eccessivo aumento della pressione sanguigna;
  • pupille dilatate (midriasi);
  • tachiaritmia alternata a bradicardia;
  • fibrillazione atriale e ventricolare;
  • freddezza e pallore della pelle;
  • vomito
  • paura senza causa;
  • ansia;
  • tremore;
  • mal di testa;
  • acidosi metabolica;
  • infarto miocardico;
  • emorragia cerebrale;
  • edema polmonare;
  • insufficienza renale.

La dose minima letale è considerata una dose pari a 10 ml di una soluzione allo 0,18%.

Il trattamento prevede l'interruzione della somministrazione del farmaco. Per eliminare i sintomi di un sovradosaggio di adrenalina, vengono utilizzati i bloccanti α- e β-adrenergici, nonché i nitrati ad azione rapida.

Nei casi in cui un sovradosaggio è accompagnato da gravi complicazioni, al paziente viene mostrato un trattamento complesso. Con le aritmie associate all'uso del farmaco, viene prescritta la somministrazione parenterale di β-bloccanti.

Interazione

Gli antagonisti dell'adrenalina sono farmaci che bloccano i recettori α e β-adrenergici.

I beta-bloccanti non selettivi hanno un effetto potenziante sull'effetto pressore dell'epinefrina.

L'uso simultaneo del farmaco con glicosidi cardiaci, antidepressivi triciclici, dopamina, chinidina, nonché farmaci per l'anestesia per inalazione e la cocaina non è raccomandato a causa dell'aumentato rischio di aritmia. Le uniche eccezioni sono i casi di emergenza.

Con l'uso simultaneo con altri simpaticomimetici, si nota un aumento significativo della gravità degli effetti collaterali che si verificano dal sistema cardiovascolare.

L'uso simultaneo di farmaci antiipertensivi (compresi i diuretici compresi) determina una riduzione della loro efficacia.

L'uso di adrenalina con alcaloidi dell'ergot (alcaloidi dell'ergot) migliora l'effetto vasocostrittore (in alcuni casi, fino all'insorgenza dei sintomi di ischemia grave e allo sviluppo di cancrena).

I farmaci inibitori delle monoaminossidasi (MAO), la reserpina, l'octadina simpatica, i bloccanti m-colinergici, i colinolitici n, i preparati con ormone tiroideo potenziano l'effetto farmacologico dell'epinefrina.

A sua volta, l'epinefrina riduce l'efficacia dei farmaci ipoglicemizzanti (inclusa l'insulina); antipsicotico, colinomimetico e ipnotico; analgesici non steroidei, rilassanti muscolari.

Con l'uso simultaneo di farmaci che estendono l'intervallo QT (ad esempio, astemizolo o terfenadina), l'effetto di quest'ultimo è significativamente migliorato (la durata dell'intervallo QT aumenta di conseguenza).

Non è consentito mescolare la soluzione di adrenalina in una siringa con soluzioni di acidi, alcali e agenti ossidanti a causa della possibilità di entrare in interazione chimica con epinefrina.

Condizioni di vendita

Il farmaco è destinato all'uso in un ospedale e negli ospedali delle ambulanze. Distribuito attraverso farmacie interospedaliere. Ricetta emessa.

Una prescrizione in latino che indica la dose e il metodo di utilizzo è prescritta da un medico.

Condizioni di archiviazione

Il farmaco è incluso nell'elenco B. Si consiglia di conservarlo in un luogo fresco inaccessibile ai bambini. Il congelamento non è permesso. Il regime di temperatura ottimale è di 12-15 ° С (se possibile, si consiglia di posizionare l'adrenalina in frigorifero).

La soluzione brunita, così come la soluzione contenente il precipitato, sono considerate inadatte all'uso..

Data di scadenza

istruzioni speciali

Come abbassare il livello di adrenalina nel sangue

Un eccesso di adrenalina prodotta dalla ghiandola surrenale della cromaffina si esprime in emozioni quali paura, rabbia, rabbia e risentimento.

L'ormone prepara una persona a una situazione stressante e migliora le capacità funzionali del tessuto muscolare scheletrico, tuttavia se viene prodotto a lungo in grandi dosi, ciò può portare a grave esaurimento e morte..

Per questo motivo, è molto importante essere in grado di controllare il livello di adrenalina. È notevolmente ridotto di:

  • carichi di energia regolari (lezioni in palestra, jogging mattutino, nuoto, ecc.);
  • mantenere uno stile di vita sano;
  • riposo passivo (assistere a un concerto, guardare commedie, ecc.);
  • fitoterapia (i decotti alle erbe con effetto calmante sono molto efficaci: menta, melissa, salvia, ecc.);
  • passatempo;
  • mangiare grandi quantità di frutta e verdura, assumere vitamine, escludendo bevande forti, caffeina, tè verde dalla dieta.

Alcune persone sono interessate alla domanda "Come ottenere l'adrenalina a casa?". Di norma, per ottenere il rilascio di questo ormone, è sufficiente praticare uno sport estremo (ad esempio arrampicarsi), andare in kayak sul fiume, fare escursioni o pattinare.

Recensioni di adrenalina

Trovare su Internet recensioni su Adrenaline è abbastanza difficile, ce ne sono alcune. Tuttavia, quelli che si trovano sono positivi. Per le sue proprietà farmacologiche, il farmaco è apprezzato dai medici. Il suo uso spesso consente non solo di mantenere la salute, ma anche di salvare la vita del paziente.

Prezzo dell'adrenalina

Il prezzo di un'ampolla di adrenalina in Ucraina è compreso tra 19,37 e 31,82 UAH. Puoi acquistare adrenalina in una farmacia in Russia con una media di 60-65 rubli per fiala.

È possibile acquistare l'adrenalina in fiale secondo la prescrizione prescritta dal medico. Un farmaco da banco viene venduto in alcune farmacie online..