Adenoma ipofisario

L'adenoma ipofisario è un tumore benigno dell'ipofisi anteriore.

La ghiandola pituitaria è una piccola struttura cerebrale che controlla le ghiandole endocrine attraverso la produzione dei propri ormoni. L'adenoma ipofisario può essere ormonalmente attivo e inattivo. I sintomi clinici della malattia dipendono da questo fatto, nonché dalle dimensioni del tumore, dalla direzione e dalla velocità della sua crescita..

Le principali manifestazioni di adenoma ipofisario possono essere problemi alla vista, compromissione della funzionalità della tiroide, ghiandole sessuali, ghiandole surrenali, crescita compromessa e proporzionalità di alcune parti del corpo. A volte la malattia è asintomatica.

Cos'è?

In parole semplici, l'adenoma ipofisario è una neoplasia della ghiandola pituitaria, che può manifestarsi con vari sintomi clinici (disturbi endocrini, oftalmici o neurologici) o può essere asintomatica in alcuni casi. Esiste un gran numero di specie di questo tumore..

Le caratteristiche dell'adenoma appartengono a quale gruppo - manifestazioni patologiche, metodi di diagnosi e trattamento.

Ragioni per lo sviluppo

Le cause esatte della formazione dell'adenoma ipofisario non sono ancora state stabilite in neurologia. Tuttavia, ci sono ipotesi che dimostrano la comparsa di un tumore a causa di fenomeni infettivi nel sistema nervoso, lesioni cerebrali traumatiche e gli effetti negativi di vari fattori sul feto. Le neuroinfezioni più pericolose che possono portare alla formazione di tumori includono neurosifilide, tubercolosi, brucellosi, encefalite, poliomielite, ascesso cerebrale, meningite, malaria cerebrale.

La neurologia è attualmente in fase di ricerca, il cui scopo è stabilire una connessione tra la formazione dell'adenoma ipofisario e l'assunzione di contraccettivi orali da parte delle donne. Gli scienziati stanno inoltre esplorando un'ipotesi che dimostra che un tumore può apparire a causa della maggiore stimolazione ipotalamica della ghiandola pituitaria. Questo meccanismo di insorgenza della neoplasia è spesso osservato in pazienti con ipogonadismo primario o ipotiroidismo..

Classificazione

Gli adenomi ipofisari sono classificati come ormoni attivi (producono ormoni ipofisari) e ormoni inattivi (non producono ormoni).

A seconda dell'ormone prodotto in eccesso, gli adenomi ipofisari ormonali attivi sono suddivisi in:

  • prolattina (prolattinomi) - si sviluppa da prolattotrofi, si manifestano con una maggiore produzione di prolattina;
  • le gonadotropine (gonadotropinomi) - si sviluppano dai gonadotropi, si manifestano con una maggiore produzione di ormoni luteinizzanti e follicolo-stimolanti;
  • ormoni della crescita (ormoni della crescita) - si sviluppano da somatotrofi, si manifestano da una maggiore produzione di ormone della crescita;
  • corticotropici (corticotropinomi) - si sviluppano da corticotrofi, si manifestano con una maggiore produzione di ormone adrenocorticotropo;
  • tireotropici (tireotropinomi) - si sviluppano da tireotrofi, si manifestano con una maggiore produzione di ormone tireotropico.

Se un adenoma ipofisario ormonalmente attivo secerne due o più ormoni, viene classificato come misto..

Gli adenomi ipofisari ormonalmente inattivi sono suddivisi in oncocitomi e adenomi cromofobici.

A seconda delle dimensioni:

  • picoadenoma (diametro inferiore a 3 mm);
  • microadenoma (diametro non superiore a 10 mm);
  • macroadenoma (diametro maggiore di 10 mm);
  • adenoma gigante (40 mm o più).

A seconda della direzione di crescita (rispetto alla sella turca), gli adenomi ipofisari possono essere:

  • endosellare (crescita di un tumore nella cavità della sella turca);
  • Infrasellare (la diffusione della neoplasia è inferiore, il raggiungimento del seno sfenoidale);
  • soprasellare (tumore che si diffonde);
  • retrocellulare (crescita di una neoplasia posteriormente);
  • laterale (neoplasia diffusa ai lati);
  • antesellare (crescita del tumore anteriore).

Quando la neoplasia si diffonde in diverse direzioni, viene chiamata in base alle direzioni in cui si verifica la crescita del tumore.

Sintomi

I segni con cui l'adenoma ipofisario può manifestarsi variano a seconda del tipo di tumore..

Il microadenoma ormonalmente attivo si manifesta con disturbi endocrini e inattivo può esistere per diversi anni fino a quando raggiunge una dimensione significativa o viene rilevato accidentalmente durante l'esame per altre malattie. Il 12% delle persone ha microadenomi asintomatici.

Il macroadenoma si manifesta non solo per endocrino, ma anche per disturbi neurologici causati dalla compressione dei nervi e dei tessuti circostanti.

prolattinoma

Il tumore ipofisario più comune si verifica nel 30-40% di tutti gli adenomi. Di norma, la dimensione dei prolattinomi non supera i 2 - 3 mm. È più comune nelle donne che negli uomini. Si manifesta con segni come:

  • irregolarità mestruali nelle donne: cicli irregolari, allungamento del ciclo di oltre 40 giorni, cicli anovulatori, mancanza di mestruazioni
  • galattorrea - rilascio continuo o periodico di latte materno (colostro) dalle ghiandole mammarie, non associato al periodo postpartum
  • incapacità di rimanere incinta a causa della mancanza di ovulazione
  • negli uomini, il prolattinoma si manifesta con una diminuzione della potenza, un aumento delle ghiandole mammarie, disfunzione erettile, ridotta formazione di spermatozoi, che porta alla sterilità.

Ormone della crescita

Rappresenta il 20-25% del numero totale di adenomi ipofisari. Nei bambini, la frequenza di insorgenza è terza dopo prolattinomi e corticotropinomi. È caratterizzato da livelli elevati di ormone della crescita nel sangue. Segni di ormoni della crescita:

  • nei bambini, manifesta sintomi di gigantismo. Il bambino guadagna rapidamente peso e altezza, a causa della crescita uniforme delle ossa in lunghezza e larghezza, nonché della crescita della cartilagine e dei tessuti molli. Di norma, il gigantismo inizia nel periodo prepuberale, qualche tempo prima dell'inizio della pubertà e può progredire fino alla fine della formazione dello scheletro (fino a circa 25 anni). Il gigantismo è considerato un aumento dell'altezza degli adulti oltre 2 - 2,05 m.
  • se il somatotropinoma si è verificato in età adulta, si manifesta con sintomi di acromegalia - un aumento di spazzole, piedi, orecchie, naso, lingua, cambiamenti e ingrossamento delle caratteristiche facciali, comparsa di aumento della crescita dei capelli, barba e baffi nelle donne, irregolarità mestruali. Un aumento degli organi interni porta a una violazione delle loro funzioni.

Corticotropinoma

Si verifica nel 7-10% degli adenomi ipofisari. È caratterizzato da un'eccessiva produzione di ormoni della corteccia surrenale (glucocorticoidi), questo si chiama morbo di Itsenko-Cushing.

  • Tipo di obesità "cushingoide": esiste una ridistribuzione dello strato di grasso e della deposizione di grasso nella cintura della spalla, sul collo, nelle zone sopraclaveari. Il viso assume una forma rotonda a forma di luna. Le estremità diventano più sottili a causa di processi atrofici nel tessuto e nei muscoli sottocutanei..
  • disturbi della pelle - smagliature rosa-viola (strie) sulla pelle dell'addome, del torace, dei fianchi; maggiore pigmentazione della pelle di gomiti, ginocchia, ascelle; aumento della secchezza e desquamazione della pelle
  • ipertensione arteriosa
  • le donne possono avere irregolarità mestruali e irsutismo: aumento della pelosità della pelle, crescita di barba e baffi
  • negli uomini, si osserva spesso una diminuzione della potenza

Gonadotropinoma

È raro tra gli adenomi ipofisari. Si manifesta con violazioni del ciclo mestruale, più spesso l'assenza di mestruazioni, una diminuzione della funzione riproduttiva negli uomini e nelle donne, sullo sfondo di organi genitali esterni e interni ridotti o assenti.

Thyrotropinoma

È anche molto raro, solo nel 2-3% dell'adenoma ipofisario. Le sue manifestazioni dipendono dal fatto che questo tumore sia primario o secondario.

  • i tiretropinomi primari sono caratterizzati dagli effetti dell'ipertiroidismo: perdita di peso, tremore delle estremità e di tutto il corpo, occhi sporgenti, sonno scarso, aumento dell'appetito, aumento della sudorazione, pressione alta, tachicardia.
  • per il tireotropinoma secondario, che è sorto a causa di una funzione tiroidea ridotta da lungo tempo, l'ipotiroidismo è caratteristico - gonfiore del viso, linguaggio lento, aumento di peso, costipazione, bradicardia, pelle secca, traballante, voce rauca, depressione.

Manifestazioni neurologiche di adenoma ipofisario

  • compromissione della vista - visione doppia, strabismo, riduzione dell'acuità visiva in uno o entrambi gli occhi, campi visivi limitati. Adenomi significativi possono portare a completa atrofia del nervo ottico e alla cecità
  • il mal di testa che non è accompagnato da nausea, non cambia con un cambiamento nella posizione del corpo, spesso non si ferma con gli antidolorifici
  • congestione nasale dovuta alla germinazione nella parte inferiore della sella turca

Sintomi di insufficienza ipofisaria

L'insufficienza ipofisaria può svilupparsi a causa della compressione del normale tessuto ipofisario. Sintomi

  • ipotiroidismo
  • insufficienza surrenalica - aumento dell'affaticamento, bassa pressione sanguigna, svenimento, irritabilità, dolori muscolari - articolari, alterato metabolismo degli elettroliti (sodio e potassio), bassa glicemia
  • una diminuzione del livello degli ormoni sessuali (estrogeni nelle donne e testosterone negli uomini) - infertilità, una diminuzione della libido e dell'impotenza, una diminuzione della crescita dei capelli negli uomini sul viso
  • nei bambini, la mancanza di ormone della crescita porta a crescita e sviluppo stentati

Sintomi psichiatrici

Questi sintomi dell'adenoma ipofisario sono causati da un cambiamento nel background ormonale nel corpo. Si possono osservare irritabilità, instabilità emotiva, pianto, depressione, aggressività, apatia..

Diagnostica

Nonostante una tale varietà di manifestazioni cliniche, si può dire che la diagnosi di adenoma ipofisario è un'impresa piuttosto difficile..

Ciò è dovuto principalmente alla non specificità di molti reclami. Inoltre, i sintomi dell'adenoma ipofisario costringono i pazienti a rivolgersi a vari specialisti (oculista, ginecologo, terapista, pediatra, urologo, terapista sessuale e persino uno psichiatra). E tutt'altro che uno specialista ristretto può sospettare questa malattia. Ecco perché i pazienti con reclami simili non specifici e versatili sono sottoposti all'esame di diversi specialisti. Inoltre, la diagnosi di adenoma ipofisario aiuta gli esami del sangue per gli ormoni. Una diminuzione o un aumento di alcuni di essi in combinazione con i reclami esistenti aiuta il medico a determinare la diagnosi.

Precedentemente ampiamente utilizzato nella diagnosi di adenoma ipofisario era la radiografia della sella turca. Rivelata l'osteoporosi e la distruzione della parte posteriore della sella turca, il contorno del suo fondo serviva e serve ancora come segni affidabili di adenoma. Tuttavia, questi sono già sintomi tardivi dell'adenoma ipofisario, cioè compaiono già con un periodo significativo di esistenza dell'adenoma.

Un metodo moderno, più accurato e precedente di diagnostica strumentale, rispetto alla radiografia, è la risonanza magnetica del cervello. Questo metodo consente di vedere l'adenoma e più potente è il dispositivo, maggiori sono le sue capacità diagnostiche. Alcuni microadenomi ipofisari, a causa delle loro dimensioni ridotte, possono rimanere non riconosciuti anche con la risonanza magnetica. La diagnosi di microadenomi non ormonali a crescita lenta, che potrebbero non manifestarsi affatto, è particolarmente difficile.

Trattamento dell'adenoma ipofisario

Vengono utilizzati vari metodi per trattare l'adenoma, la cui scelta dipende dalle dimensioni della neoplasia e dalla natura dell'attività ormonale. Ad oggi, vengono applicati tali approcci:

  1. Osservazione. Con i tumori ipofisari, che sono piccoli e ormonali inattivi, i medici scelgono una tattica di attesa. Se l'educazione aumenta, viene prescritto un trattamento adeguato. Se l'adenoma non influisce sulle condizioni del paziente, l'osservazione continua.
  2. Terapia farmacologica. La prescrizione di farmaci a un paziente con tumore ipofisario è indicata per eliminare i sintomi della malattia e migliorare la salute. A tal fine, il medico prescrive farmaci fortificanti e complessi vitaminici. Il trattamento conservativo è indicato per piccoli tumori. La selezione dei farmaci dipende anche dal tipo di tumore. Con i somatotropinomi, vengono prescritti agonisti della somatostatina (somatulina e sandostatina), con prolattinomi, agonisti della dopamina e preparati di ergolina, con corticotropinomi, bloccanti della steroidogenesi (nizorale, mammammite, orimetina).
  3. Trattamento radiochirurgico. Questo è un metodo moderno e altamente efficace di radioterapia, basato sulla distruzione del tumore da radiazioni, senza eseguire procedure chirurgiche.
  4. Operazione. La rimozione chirurgica dell'adenoma ipofisario è il metodo terapeutico più efficace, ma allo stesso tempo traumatico. Gli specialisti hanno due opzioni di accesso: attraverso i passaggi nasali e aprendo la cavità cranica. Il primo accesso è preferibile, ma utilizzato solo per piccoli adenomi.

Spesso, per il trattamento dell'adenoma ipofisario, è necessario combinare diverse di queste tecniche per ottenere il risultato desiderato..

Previsioni per la vita

L'adenoma ipofisario si riferisce a neoplasie benigne, tuttavia, con un aumento delle dimensioni, esso, come altri tumori cerebrali, prende un decorso maligno a causa della compressione delle formazioni anatomiche circostanti. La dimensione del tumore determina anche la possibilità della sua completa rimozione. L'adenoma ipofisario con un diametro superiore a 2 cm è associato alla probabilità di recidiva postoperatoria, che può verificarsi entro 5 anni dalla rimozione.

La prognosi dell'adenoma dipende anche dal suo tipo. Quindi, con i microcorticotropinomi nell'85% dei pazienti c'è un completo ripristino della funzione endocrina dopo il trattamento chirurgico. Nei pazienti con somatotropinoma e prolattinoma, questa cifra è significativamente inferiore - 20-25%. Secondo alcuni rapporti, in media, dopo il trattamento chirurgico, si osserva un recupero nel 67% dei pazienti e il numero di recidive è di circa il 12%.

In alcuni casi, con emorragia nell'adenoma, si verifica l'autoguarigione, che viene spesso osservata con i prolattinomi.

Segni e metodi per il trattamento dell'adenoma ipofisario del cervello

Tipo benigno di neoplasia che si verifica in uomini e donne.

Qual è l'adenoma ipofisario del cervello?

L'ipofisi è una piccola ghiandola situata dietro il ponte e il cervelletto. Contribuisce alla comparsa degli ormoni e regola direttamente il loro livello nel corpo. Per alcune ragioni, il lavoro dell'organo interno viene interrotto, causando la comparsa di una forma cistica di adenoma.


La ghiandola pituitaria è responsabile della comparsa di ormoni e regola il loro livello nel corpo.

La neoplasia è benigna, ma può influire sull'equilibrio ormonale. E questo provoca gravi guasti interni. Ad esempio, una specie cromofobica può causare distrofia, pressioni sulle terminazioni nervose. Il basofilo provoca gravi malattie neuroendocrine.

Micro e macroadenomi sono rilevati a seconda delle dimensioni. Nella maggior parte dei casi, gli ispessimenti sono ormonali attivi.

Come rilevare i tumori ipofisari?

Quando compaiono i primi sospetti, è necessario contattare un endocrinologo, che, se necessario, si collegherà alla diagnosi e al trattamento dell'oncologo e del neurochirurgo. Nella fase iniziale, vengono eseguiti i test per i rapporti ormonali nel sangue, dopo di che viene prescritta la diagnostica hardware mediante RM. Questo metodo è il più informativo nella ricerca di elementi tumorali di GM.


È possibile trovare il centro diagnostico più vicino con un tomografo ad alta potenza sul nostro sito Web. I filtri di ricerca per prezzo, valutazione, caratteristiche tecniche dei dispositivi e indirizzi ti aiuteranno a scegliere l'offerta migliore nella tua zona della città. Iscriviti per un sondaggio attraverso il sito e ottenere uno sconto garantito dal servizio.

Le cause

L'adenoma cerebrale è una patologia poco conosciuta. I medici suggeriscono che la malattia è ereditata, ma questo non può essere affermato con precisione. Ci sono fattori di rischio che si pensa aumentino la probabilità di una massa cistica:


Disturbi durante lo sviluppo embrionale.

  • lesioni al cranio (commozione cerebrale, contusioni, ecc.);
  • disturbi durante lo sviluppo embrionale durante la gravidanza;
  • le neuroinfezioni che colpiscono il tessuto cerebrale aumentano il rischio. I più comuni sono la meningite e l'encefalite. Tuttavia, anche la tubercolosi provoca lo sviluppo di un tumore;
  • le donne che assumono contraccettivi orali per lungo tempo sono a rischio, ma ciò non è confermato dagli studi.

Per qualche ragione, le ghiandole periferiche non sono più attive come prima. L'ipotalamo prima risponde a questo cambiamento. Produce composti che provocano un aumento eccessivo del tessuto ipofisario. Ciò provoca lo sviluppo di adenoma.

Descrizione della malattia

Nella pratica clinica, la violazione si riferisce a anomalie sia oncologiche che endocrine della ghiandola pituitaria. Nonostante la prevalenza tra la popolazione (20% del numero totale di adulti), non è possibile identificare in modo affidabile le principali cause dello sviluppo della patologia. Alcuni specialisti tendono a classificare l'oncologia come malattie ereditarie. Alcuni medici affermano che il principale fattore nella sua insorgenza sono le infezioni trasmesse nel sistema nervoso centrale.

Recenti test di ricerca mostrano l'effetto della contraccezione orale sul verificarsi di oggetti benigni e maligni nel cervello. I provocatori possono servire come lesioni congenite e intrauterine subite a qualsiasi età di lesione. La parte principale delle formazioni registrate è innocua, ma una certa percentuale di casi porta a gravi conseguenze. Il pericolo di un micro-tumore è determinato dal suo volume e dalla capacità di produrre secrezione..

Sintomi e segni

I sintomi dell'adenoma ipofisario attivo possono manifestarsi in diversi modi. I segni dipendono dalle sue dimensioni. Nelle fasi iniziali dello sviluppo, di solito sono assenti. Quando il tumore raggiunge diversi cm di diametro, compaiono diversi sintomi principali. Tuttavia, saranno diversi per le foche ormonali attive e inattive..

Sintomi comuni

Man mano che la cartilagine cresce, si verifica una pressione su tutti i tessuti intracranici del cervello. Per questo motivo, si manifesta un complesso di disturbi neurologici:


Mal di testa persistente.

  • il campo visivo cambia. Può restringere. Ciò si manifesta nel fatto che una persona non vede ciò che sta accadendo ai lati degli occhi;
  • mal di testa costante perseguita. Ciò è dovuto alla pressione sul tessuto cerebrale. Allo stesso tempo, la pressione aumenta. Le sensazioni dolorose sono localizzate nella regione del naso, della fronte e degli occhi. A volte si applicano al whisky. La natura del dolore è dolorante;
  • se l'ispessimento continua a crescere, ci sono problemi con la respirazione attraverso il naso. Con la progressione della patologia, i sangue dal naso non sono esclusi.

Sintomi di formazioni ormonali attive

Se il tumore mostra attività ormonale, i sintomi differiranno dai segni generali. Il paziente noterà una o più manifestazioni contemporaneamente:

  • forte perdita di peso o, al contrario, aumento di peso;
  • appariranno sbalzi d'umore, irritazione, pianto;
  • sensazione di calore, vampate di calore, battito cardiaco accelerato;
  • violazione del tratto gastrointestinale (diarrea);
  • aumento costante della temperatura;
  • con adenoma ipofisario eosinofilo appare gigantismo;
  • le orecchie, il naso e le dita aumentano di dimensioni;
  • c'è una sete costante, sudorazione;
  • nelle donne, il ciclo mestruale è violato, la libido diminuisce;
  • aumento della pressione sanguigna, ecc..

Sintomi del microadenoma ipofisario

Nella ghiandola pituitaria, è consuetudine distinguere sia i lobi anteriori che quelli posteriori. Sono responsabili della produzione di varie sostanze ormonali. Pertanto, i sintomi dei microadenomi della ghiandola dipendono direttamente dall'area dell'organo interessata dal processo tumorale. Un altro criterio importante è il sesso del paziente e la sua età.

Le caratteristiche funzionali della neoplasia hanno permesso ai medici di distinguere 2 forme della malattia: un microadenoma inattivo o una variante della patologia che produce ormoni. Nel primo caso, non ci sono conseguenze speciali per le persone: il periodo asintomatico dura a lungo e la rilevazione di un tumore diventa l'apertura di un esame diagnostico del cervello, ad esempio la risonanza magnetica.

Nel frattempo, se le cellule iperplastiche iniziano a intensificare la sintesi degli ormoni, il benessere dei pazienti peggiora rapidamente. Quindi, con la formazione di prolattinoma, si verifica un malfunzionamento nel funzionamento delle ghiandole mammarie e genitali. Per le donne, i segni primari della malattia sono espressi in:

Per gli uomini, i sintomi sono:

  • diminuzione della libido;
  • fallimenti erettili;
  • galattorrea;
  • instabilità psico-emotiva.

Se c'è una crescita eccessiva di cellule pituitarie che producono ormoni tireotropici, si sviluppa di conseguenza un gozzo nodulare, la cui complicazione principale è la tireotossicosi con i sintomi corrispondenti - tachicardia, aritmia, ipoglicemia e disturbi endocrini-metabolici.

Con la sconfitta della ghiandola pituitaria sotto forma di somatotropinomi, una crescita incontrollata aumentata di singole parti del corpo - lo scheletro osseo, gli organi interni. È l'acromegalia che induce i medici a sospettare una disfunzione ipofisaria e conduce un esame. La modifica della figura in base al tipo di malattia di Itsenko-Cushing richiede l'esclusione del microadenoma ipofisario corticotropico. Le sue manifestazioni aggiuntive sono diabete steroideo, ipertensione arteriosa, disturbi mentali.

Adenoma ipofisario nei bambini

Questo tipo di formazione cistica si verifica raramente nei bambini. Nella maggior parte dei casi, l'adenoma ipofisario è associato a disturbi durante lo sviluppo embrionale. È necessario diagnosticare correttamente la patologia, poiché i bambini non possono sempre parlare di ciò che li preoccupa.


Lo sviluppo tardivo e la pubertà ritardata sono un motivo per cercare assistenza medica.

I sintomi principali includono cambiamenti dell'umore. I bambini sono eccessivamente attivi o inibiti. Queste condizioni si alternano spesso. Se si osserva la pubertà ritardata, questa è la ragione per andare dal medico.

Diagnostica

Durante l'esame iniziale, il medico specificherà quali sintomi sono preoccupati per il paziente, quindi prescriverà misure diagnostiche:

  • la risonanza magnetica o la tomografia computerizzata possono identificare la posizione esatta del tumore, stabilirne le dimensioni;
  • al paziente viene prescritto un rinvio per i test per identificare gli squilibri ormonali nel corpo;
  • Assicurati di sottoporsi a un esame con un oculista per determinare se ci sono problemi alla vista;
  • è in corso uno studio sulla sella turca, in cui viene stabilito se è stato aumentato di dimensioni o se ci sono altre violazioni dell'attività.

Una possibile complicazione è la trasformazione della neoplasia in un sigillo maligno. Mentre la capsula preme sul tessuto cerebrale, si verificano processi irreversibili. Il tumore provoca disturbi ormonali, disturbi neurologici. In rari casi, si verifica un'emorragia.

Metodi di trattamento

La scelta del trattamento per l'adenoma ipofisario dipende dal tipo di ispessimento, dalle dimensioni e dalle caratteristiche dello sviluppo. Il medico prescrive terapia farmacologica, chirurgia o radioterapia.

Intervento chirurgico

Esistono 2 modi per rimuovere un ispessimento chirurgicamente. Il primo prevede un intervento chirurgico attraverso la cavità nasale. In genere, questo metodo viene utilizzato se vengono rilevati tumori che non hanno praticamente alcun effetto sui tessuti vicini. La dimensione massima della capsula non è superiore a 10 cm.

In questo caso, il paziente viene inviato in ospedale, dove l'operazione viene successivamente eseguita dopo aver consultato uno specialista. Un endoscopio viene inserito attraverso la cavità nasale in anestesia generale. In futuro, viene sezionata una parete ossea, quindi viene praticata un'incisione nella capsula e viene rimossa insieme al contenuto.

Durante la manipolazione, il chirurgo riceve un'immagine accurata sul monitor, a causa della quale qualsiasi imprecisione durante la procedura viene praticamente eliminata. La rimozione del sigillo richiede da 2 a 3 ore. Se l'operazione è andata senza complicazioni, entro una settimana il paziente sarà dimesso dall'ospedale. Nel 95% dei casi, una persona dimentica per sempre che gli è stata diagnosticata una patologia.

Il secondo metodo di intervento che i medici usano in casi estremi è la chirurgia aprendo il cranio. Nella maggior parte dei casi, questo metodo viene utilizzato solo quando l'adenoma ha raggiunto una dimensione molto grande e non può essere rimosso attraverso la cavità nasale.

La craniotomia implica un alto rischio di lesioni e numerose complicazioni. Pertanto, il tumore viene rimosso in questo modo solo in casi estremi, quando tutti gli altri metodi sono inefficaci..

Terapia farmacologica

Il trattamento con farmaci viene effettuato solo quando il sigillo non ha raggiunto una grande dimensione. Inoltre, l'efficacia dipende dalla presenza dei recettori desiderati nei tessuti delle capsule. In caso contrario, i farmaci saranno inefficaci. I farmaci vengono utilizzati nei casi in cui l'adenoma non influisce ancora sulla funzione visiva. In altre situazioni, è indicata la rimozione chirurgica della capsula..


La base della terapia farmacologica sono i farmaci ormonali.

I più efficaci nel trattamento delle neoplasie sono i farmaci ormonali che stimolano un aumento dei livelli di prolattina. Nella maggior parte dei casi, la terapia farmacologica può fare a meno dell'intervento chirurgico. Le medicine possono stabilizzare lo sfondo ormonale, ridurre il tumore e normalizzare il lavoro di molti organi interni.

A seconda di quali anomalie concomitanti sono state identificate durante le misure diagnostiche, al paziente possono essere prescritti farmaci aggiuntivi. Nella maggior parte dei casi, preparano una persona per un successivo intervento chirurgico o consentono il recupero nel periodo di riabilitazione.

Radioterapia


Raggi di uno spettro diverso sono coinvolti.

Questo metodo è efficace quando si tratta di piccoli tumori. Per sbarazzarsene, usano raggi di uno spettro diverso.

In alcuni casi, l'introduzione nella ghiandola pituitaria di microcapsule con componenti radioattive.

Provocare fattori nello sviluppo della patologia

Ad oggi, le cause esatte della comparsa di neoplasie sono sconosciute alla medicina moderna. In questo caso, si ritiene che i processi patologici possano essere una conseguenza di:

  • predisposizione genetica;
  • trasferimento di lesioni craniocerebrali;
  • varie neuroinfezioni (encefalite, meningite);
  • gravi malattie virali;
  • gravidanza complicata, parto difficile, aborti frequenti;
  • uso incontrollato di contraccettivi ormonali;
  • operazioni neurochirurgiche trasferite.

L'inizio dei processi patologici è possibile nel periodo prenatale, con un effetto negativo sul cervello del nascituro delle cattive abitudini di una donna incinta.

Rimedi popolari

Il trattamento dell'adenoma ipofisario con rimedi popolari non è il metodo più efficace di esposizione alla capsula. Il fatto è che molto spesso i pazienti trascorrono del tempo con metodi inefficaci. Nel caso dell'adenoma ipofisario, i metodi popolari non solo non aiutano, ma addirittura danneggiano.

Se il medico ha diagnosticato, non dovresti perdere tempo con metodi inefficaci. È necessario aderire ai metodi prescritti dal medico curante. Se vuoi usare i rimedi popolari, prima ottieni la sua approvazione. Solo il trattamento giusto aiuterà a contenere la crescita del tumore..

Previsioni e prevenzione

Se un adenoma nella testa viene trattato come prescritto da un medico, nella maggior parte dei casi una persona può condurre uno stile di vita familiare. Tuttavia, è probabile che le cellule benigne si trasformino in cellule cancerose. Dopo l'intervento chirurgico, il rischio di recidiva è ridotto al minimo, a meno che il tumore non sia grande.

La capacità di recupero completo dello sfondo ormonale dipende dal tipo di compattazione. Inoltre, una prognosi favorevole viene data con tempestiva attenzione medica..

Poiché le cause della neoplasia sono poco conosciute, non esistono misure preventive specifiche che possano aiutare a evitare la malattia. Le raccomandazioni generali si riferiscono al trattamento di eventuali lesioni infettive che possono portare a un'attività nervosa compromessa. Cerca anche di evitare dossi, lividi nella zona del cranio..

Un adenoma nella ghiandola pituitaria è considerato un tipo pericoloso di lesioni cistiche. Se lo identifichi e inizi il trattamento, c'è un'alta probabilità di evitare lo sviluppo di complicanze. I grandi ispessimenti, che vengono ignorati, portano a disturbi visivi, altri guasti neurologici.

Cause della comparsa di patologia

Molte persone affrontano un adenoma microscopico nella ghiandola pituitaria, ma i ricercatori non sono riusciti a stabilire le cause esatte del microadenoma nella ghiandola pituitaria..

Tuttavia, vengono identificati i fattori che possono causare vari disturbi nella ghiandola pituitaria e lo sviluppo del microadenoma:

  • predisposizione ereditaria;
  • violazione dell'attività delle ghiandole endocrine;
  • lesioni infettive o traumatiche del sistema nervoso centrale;
  • aborti frequenti;
  • uso a lungo termine di contraccettivi ormonali;
  • aumento del carico sulla ghiandola pituitaria durante la gravidanza, il parto e l'allattamento;
  • malfunzionamenti delle ghiandole periferiche, che porta alla stimolazione ipofisaria.

Il microadenoma ipofisario cerebrale è più comune nelle donne, ma i casi di adenomi ormonali attivi si trovano anche nella metà maschile della popolazione. Molte persone sono interessate a sapere se l'adenoma ipofisario microscopico viene trasmesso da una persona all'altra. No, questa patologia è una malattia di una persona in particolare e non è contagiosa, come altri tumori.

Letture consigliate Come trattare l'igroma sul dito

Adenoma ipofisario: qual è il motivo della diagnosi tardiva? Quali metodi possono curare o rimuovere la formazione?

L'adenoma ipofisario è un tumore (il più delle volte benigno) del tessuto ghiandolare dell'ipofisi che si sviluppa nel lobo anteriore e medio (intermedio) - l'adenoipofisi. È localizzato nella regione della sella turca, situata nell'osso sfenoidale alla base del cranio. Il picco di incidenza si verifica nella fascia di età dai 30 ai 50 anni. A causa del corso asintomatico (il più delle volte) nelle prime fasi, la rilevabilità è estremamente piccola: solo 2 persone per 100 mila persone. Progredendo, si manifesta come disturbi endocrini, neurologici e neurooftalmici. Compone 1/6 di tutti i tumori cerebrali.

Le cause

La ragione spesso rimane indeterminata. Tra i possibili fattori provocatori:

  • ipogonadismo;
  • ipotiroidismo;
  • uso prolungato o incontrollato di contraccettivi orali;
  • intossicazione;
  • neuroinfezione (mielite, tubercolosi, brucellosi, poliomielite, malattie parassitarie del sistema nervoso centrale, meningite, encefalite, botulismo, malaria cerebrale, infezione da HIV, ascesso cerebrale);
  • corso complicato del lavoro;
  • patologie della gravidanza, formate sotto l'influenza di fattori avversi (fumo, alcolismo, cattive condizioni ambientali, aumento del nervosismo);
  • ferita alla testa.

La connessione dell'adenoma ipofisario con una predisposizione ereditaria non è stata dimostrata, tuttavia, tale diagnosi viene spesso fatta a individui nel cui genere sono state regolarmente osservate varie patologie endocrine.

Sintomi

Nelle fasi iniziali, è asintomatico. Con un aumento del tumore, il quadro clinico è un complesso di 3 gruppi di sintomi: neurologico, neurooftalmologico e ormonale.

psicosomatica

Questi sono i sintomi neurologici dell'adenoma ipofisario:

  • mal di testa;
  • danno ai nervi cranici, che si manifestano con disturbi oculomotori;
  • danno al nervo trigemino, che può causare espressioni facciali ostruite, paralisi dei muscoli masticatori, atrofia della cornice facciale (perde i suoi contorni abituali e "galleggianti"), crampi muscolari, crampi e dolore acuto;
  • sindromi alternate (disturbi motori e sensoriali);
  • sindromi diencefaliche: disturbi mentali, distrofia adiposogenitale, cachessia, compromissione della memoria, disturbi del sonno, riduzione delle prestazioni, disorientamento nello spazio;
  • reazioni vegetovascolari: aritmia, vertigini, tachicardia, affaticamento, nausea, flatulenza, problemi di minzione, respiro rapido, dolori articolari, febbre o brividi;
  • sintomi occlusali: attacchi di forte mal di testa dovuti a improvvisi movimenti o tensioni, accompagnati da vomito e bradicardia.

Segni neurooftalmologici

Determinato dai sintomi della sindrome di chiasm:

  • emianopsia bitemporale - cecità parziale;
  • diminuzione dell'acuità visiva;
  • atrofia del fondo;
  • scotomi emianopsici - siti ciechi bilaterali nel campo visivo;
  • atrofia o disco ottico congestizio;
  • amaurosi: cecità assoluta.

Sintomi ormonali

Ipersecrezione dei percorsi

Sintomi di somatotropinomi

  • acromegalia;
  • gigantismo;
  • malattia metabolica;
  • problemi con il sistema respiratorio;
  • insufficienza cardiaca;
  • patologie endocrine;
  • problemi con ODE.

Sintomi di corticotropinomi

  • obesità con arti sottili, faccia a forma di luna;
  • strie, ulcere trofiche, ulcere sulla pelle;
  • eccessiva pelosità corporea (anche nelle donne);
  • infertilità;
  • irregolarità mestruali (nelle donne), impotenza (negli uomini);
  • l'osteoporosi;
  • debolezza muscolare.
  • ipertensione;
  • diabete;
  • urolitiasi, pielonefrite;
  • disturbi del sonno;
  • sbalzi d'umore dall'euforia alla depressione;
  • riduzione dell'immunità.
  • iperpigmentazione progressiva della pelle;
  • insufficienza surrenalica;
  • disturbi oftalmici e neurologici.

Sintomi del prolattinoma

  • disturbi del ciclo ovarico-mestruale: mestruazioni assenti, rare o frequenti, brevi o lunghe, magre o pesanti;
  • infertilità;
  • galattorrea;
  • irsutismo (crescita dei capelli maschili);
  • diminuzione della libido, frigidità;
  • acne
  • il livello di prolattina supera il normale - più di 23 ng / ml.
  • impotenza,
  • diminuzione della libido;
  • infertilità;
  • ginecomastia (ingrossamento del seno);
  • galattorrea;
  • il livello di prolattina supera la norma - più di 21,4 ng / ml.

Tutti i pazienti, indipendentemente dal sesso, hanno anche disturbi metabolici e psicoemotivi.

Sintomi di tireotropinoma

  • Irritabilità, isteria, nervosismo;
  • insonnia;
  • tremore degli arti;
  • iperidrosi;
  • tachicardia;
  • fibrillazione atriale;
  • perdere peso;
  • appetito aumentato;
  • costipazione, diarrea, flatulenza.

ipopituitarismo

  • Debolezza, affaticamento;
  • perdita di peso o viceversa obesità;
  • dolore addominale;
  • ipotensione;
  • la formazione di edema;
  • problemi alle feci
  • compromissione della memoria;
  • anemia;
  • diminuzione del desiderio sessuale;
  • osteoporosi.

La carenza di alcuni ormoni causata dall'adenoma ipofisario può causare coma e persino la morte..

Tutti i suddetti sintomi in parallelo sono complicazioni, che vanno da vertigini innocue e si concludono con un coma o addirittura con la morte. Le conseguenze neurooftalmologiche (cecità) e tutti i tipi di sindromi (Itsenko-Cushing, Nelson, ecc.) Sono particolarmente pericolosi..

Come altri tumori, gli adenomi ipofisari differiscono per direzione di crescita, dimensioni, istologia, attività. Pertanto, ci sono molte classificazioni, sono in continua espansione e integrate da nuovi tipi.

A seconda dei motivi

  • Primario

Un tumore si forma quando la ghiandola pituitaria viene inizialmente danneggiata immediatamente. Né l'ipotalamo né i suoi ormoni liberatori partecipano alla sua formazione..

La sconfitta dell'ipotalamo comporta una violazione delle proprietà funzionali della ghiandola pituitaria. Gli ormoni di rilascio dell'ipotalamo hanno un effetto stimolante su di esso, motivo per cui le cellule ghiandolari iniziano a crescere - ecco come si forma l'adenoma secondario.

A seconda dell'istologia

Questa è la classificazione internazionale dei tumori del SNC data dall'OMS nel 1979:

  • cromofobico: non ha attività ormonale;
  • acidofilo (eosinofilo) - è accompagnato da una maggiore produzione di ormone della crescita, porta allo sviluppo di acromegalia - una patologia caratterizzata da un aumento di spazzole, piedi, parte facciale del cranio;
  • adenoma ipofisario basofilo - produce ormone adrenocorticotropo, porta allo sviluppo dell'ipercorticismo (sindrome di Itsenko-Cushing), a causa della sovrapproduzione di cortisolo, il paziente soffre di obesità grave, ipertensione e depressione;
  • acidobazofilo misto - non è accompagnato da una violazione della sintesi di ormoni;
  • adenocarcinoma - una neoplasia maligna che viola le funzioni di base della ghiandola pituitaria, può portare a coma e morte, ha una crescita abbastanza rapida.

A seconda dell'attività

Classificazione di S. Yu. Kasumova

  • gonadotropinoma - secrezione di FSH / LH (ormone follicolo-stimolante / luteinizzante);
  • corticotropinoma (adenoma ipofisario corticotropico) - secrezione di ACTH (ormone adrenocorticotropo);
  • prolattinoma - secrezione di PRL (prolattina, ormone lattogenico);
  • misto - secernendo immediatamente due o più ormoni;
  • somatotropinoma - secrezione di STG (ormone della crescita);
  • tireotropinoma - secrezione di TSH (ormone stimolante la tiroide).
  • cromofobico - è una crescita eccessiva di cellule cromofobiche (è una neoplasia benigna, aumenta a dimensioni enormi);
  • oncocitoma - un tumore benigno di cellule epiteliali e disfunzionali.

L'adenoma ipofisario inattivo agli ormoni è difficile da diagnosticare, poiché la condizione è spesso asintomatica.

In un gruppo separato, Kasumova ha isolato l'adenoma ipofisario maligno. Diagnosticato estremamente raramente. È caratterizzato dallo sviluppo di ipopituitarismo, disabilità visive e disturbi neurologici..

Classificazione Kovacs e Croats

Progettato nel 1995. Gli scienziati hanno proposto di distinguere tali tipi di adenomi come:

  • corticotrophic;
  • mammosomatotrophic;
  • muto;
  • plurigormonal;
  • somatotropo;
  • tireotropo.

A seconda della direzione di crescita

La specie è determinata dalla direzione della crescita del tumore rispetto alla sella turca.

Nelle prime fasi, viene diagnosticato l'adenoma dell'ipofisi endosellare - che cresce nella cavità della sella turca, senza andare oltre. Non appena si diffonde ulteriormente, gli viene già assegnato lo stato di endo-extrasellare. A sua volta, può essere di diversi tipi:

  • Infrasellare: si estende sotto, raggiungendo il seno sfenoide (principale) e lasciando il rinofaringe;
  • soprasellare: crescendo nella cavità del cranio;
  • retrocellulare: andando all'interno, nella fossa cranica posteriore o sotto la dura madre;
  • laterale (lateosellar) - che si estende ai lati, riempiendo il seno cavernoso, il fondo della fossa cranica centrale, che scorre sotto la dura madre;
  • Antesellare: viene in superficie, nel labirinto trellised, orbita.

Se il tumore cresce in più direzioni contemporaneamente, il nome si forma da sopra. Ad esempio, soprasellare laterale.

Secondo le dimensioni

Poiché le dimensioni dell'istruzione variano, si distinguono i seguenti gruppi:

  • microadenomi: fino a 16 mm, non si osservano cambiamenti morfologici delle dimensioni della sella turca;
  • piccolo - da 16 a 25 mm;
  • medio - da 26 a 35 mm;
  • grande - da 36 a 59 mm;
  • gigante (macroadenomi) - più di 60 mm.

A volte all'interno di un tumore cromofobico si formano delle cavità che sono piene di liquido proteico. In questo caso, viene diagnosticata la forma cistica..

Diagnostica

Vengono utilizzati vari metodi per rilevare l'adenoma ipofisario..

Clinico

  • Consulenza neurologica;
  • consultazione di un neurooftalmologo: valutazione dell'acuità, dell'angolo e del campo visivo, rivelazione di disturbi oculomotori, esame delle condizioni del fondo;
  • consultazione endocrinologo: vengono diagnosticati i disturbi ormonali, viene prescritto un farmaco per eliminarli.

Laboratorio

  • Esami generali del sangue e delle urine, biochimica, determinante della coagulazione del sangue;
  • test ormonali: il grado di concentrazione di tropine (prolattina, somatotropina, corticotropina, tirotropina, somatomedina) e ormoni endocrini (sesso, triiodotironina, tiroxina, cortisolo);
  • esame ecografico delle vene delle gambe;
  • elettrocardiogramma.

I metodi diagnostici di neuroimaging sono ampiamente utilizzati per identificare gli adenomi ipofisari. Ad esempio, la craniografia è una radiografia delle ossa del cranio. L'avvistamento viene effettuato lateralmente, dritto, così come i seni paranasali. Sono determinate le dimensioni della sella turca, i cambiamenti morfologici nella sua struttura e forme. La diagnosi è confermata da trasformazioni come un'entrata allargata, un fondo a doppio contorno, l'osteoporosi dei processi anteriori dell'osso sfenoidale e posteriore, la distruzione delle sezioni superiori della pendenza.

Ma il più efficace di tutti è la diagnostica MRI. La risonanza magnetica è il principale metodo di imaging di un tumore. In genere, viene utilizzato il miglioramento del contrasto (KU) in modo che la sensibilità del dispositivo sia almeno del 90%. Alcuni cambiamenti morfologici sono visibili nelle immagini senza applicare contrasto:

  • cambiamento nelle dimensioni della ghiandola;
  • assottigliamento delle pareti della sella turca;
  • la sua deviazione;
  • spostamento dell'imbuto ipofisario.

Come si presenta in una risonanza magnetica:

  • in modalità T1 (tempo di rilassamento longitudinale) senza KU, il tumore di solito non risalta sullo sfondo della ghiandola pituitaria;
  • in modalità T1 con KU, una regione arrotondata diventa visibile nelle immagini, che si distingue rispetto al resto della ghiandola pituitaria;
  • in modalità T2 (tempo di rilassamento laterale) l'immagine potrebbe essere diversa.
Adenoma ipofisario in un'immagine MRI

Poiché il tumore si sviluppa spesso in modo asintomatico, nella maggior parte dei casi viene rilevato per caso, quando viene prescritta la risonanza magnetica per altri motivi medici. Questo può essere un mal di testa, vari sintomi neurologici o lesioni traumatiche al cervello. Le formazioni volumetriche rilevate nel corso della tomografia nei tessuti della ghiandola sono chiamate incidentaloma della ghiandola pituitaria (IG). Dopo un'autopsia, la diagnosi viene specificata: nel 30% si tratta di microadenomi, nel 60% di macroadenomi, nel 10% di cisti e altre neoplasie.

Trattamento

Il trattamento dell'adenoma ipofisario viene effettuato con diversi metodi. Dipendono dalle sue dimensioni, direzione di crescita e attività. Se è piccolo, ormonale inattivo e non ha alcun effetto significativo sulle condizioni del paziente, viene scelta una tattica di attesa. Il paziente visita regolarmente un endocrinologo, sottopone periodicamente test ed esegue una risonanza magnetica, a causa della quale vengono monitorate le dinamiche della malattia. Fino a quando il tumore cresce e aumenta la sintesi ormonale, l'osservazione continua. Non appena vengono diagnosticati eventuali cambiamenti morfologici, viene presa la decisione su quale corso terapeutico sarà più efficace. In questo caso, vengono prese in considerazione le caratteristiche individuali del paziente e le caratteristiche della neoplasia.

Terapia farmacologica

È usato raramente. L'adenoma ipofisario viene spesso diagnosticato nelle ultime fasi dello sviluppo del tumore, quando solo la chirurgia rimane l'unica via d'uscita e i farmaci sono già inefficaci. Tuttavia, sono prescritti in quei rari casi in cui la forma della malattia non è ancora in esecuzione..

È usato principalmente per prolattinoma e somatropinoma. Sono sensibili ai farmaci che bloccano l'eccessiva sintesi ormonale. Questo normalizza lo sfondo ormonale, grazie al quale viene ripristinata la salute fisica e psicologica. Tuttavia, si deve comprendere che l'adenoma di tale trattamento non si riduce e non si risolve..

Gli antagonisti della dopamina sono prescritti per il prolattinoma:

  • bromocriptina;
  • pergolide;
  • cabergolina;
  • ropinirolo;
  • pramipexolo;
  • apomorfina.

Con il somatotropinoma vengono prescritti gli antagonisti della dopamina sopra elencati, nonché analoghi della somatostatina e agonisti del recettore dell'ormone della crescita:

  • Generalfast;
  • octreotide;
  • Octretex;
  • Octrid;
  • Sandostatina;
  • Seraxtal;
  • Somatulin.

La prescrizione di farmaci per l'adenoma ipofisario può anche mirare ad alleviare i sintomi. Può essere:

  • stimolanti del sistema nervoso per eliminare l'affaticamento e la debolezza costanti (metiluracile, pentossile, levamisolo);
  • diuretici contro il gonfiore;
  • preparati di ferro per il trattamento dell'anemia;
  • Nootropici per la normalizzazione della sfera psicoemotiva (Piracetam, Nootropil, Lutsetam).

In ogni caso, viene prescritto un elenco separato di farmaci a seconda che il tumore sia attivo o meno e quali ormoni produca e tenendo anche conto delle caratteristiche individuali del corpo.

Chirurgia

Poiché il tasso di rilevazione dovuto al comportamento asintomatico è estremamente basso, la diagnosi viene spesso fatta anche con forme avanzate, quando l'unico metodo di trattamento è la chirurgia per rimuovere l'adenoma ipofisario. Nonostante la sua elevata efficacia, è un metodo di terapia molto traumatico..

Viene eseguito in centri di neurochirurgia dotati di una sala operatoria endoneurochirurgica con personale, dove lavora un team di neurochirurghi esperti. Allo stesso tempo, specialisti qualificati nel campo della rianimazione, neurooftalmologia, radiologia, neuroendocrinologia, morfologia, otoneurologia e radiologia sono costantemente in servizio e pronti a fornire tutta l'assistenza possibile. Monitorano le condizioni del paziente sia durante l'operazione che durante il periodo di riabilitazione..

Le caratteristiche dell'intervento chirurgico per questa diagnosi contengono raccomandazioni cliniche sviluppate dall'Associazione dei Neurochirurghi della Russia nel 2014.

interventi

Oggi, ci sono due metodi per la rimozione chirurgica dell'adenoma ipofisario:

  1. Rimozione transnasale endoscopica dell'adenoma attraverso il naso.
  2. Trepanazione del cranio (apertura della sua cavità).

Il primo metodo è preferibile a causa di un trauma minimo..

Metodo di rimozione dell'adenoma ipofisario endoscopico transnasale transnasale

indicazioni

Un'operazione pianificata per rimuovere l'adenoma ipofisario è prescritta in presenza dei seguenti sintomi:

  • crescita attiva del tumore;
  • deficit visivo;
  • difetti neurologici;
  • sindromi endocrine, il cui trattamento farmacologico era inefficace.

Indicazioni per operazioni urgenti e di emergenza:

  • deficit visivo progressivo - cecità a insorgenza rapida;
  • occlusione;
  • estesa emorragia cerebrale;
  • forte crescita del tumore in una donna incinta.

Formazione

Prima dell'operazione, il paziente viene sottoposto a un esame ORL obbligatorio. Otorinolaringoiatra valuta:

  • la presenza di infiammazione in cui la chirurgia transnasale è controindicata;
  • curvatura del setto nasale;
  • ipertrofia (ispessimento) del concha nasale;
  • la presenza di crescite ossee.

Se viene rilevata la presenza di focolai infiammatori, il paziente viene inviato per una radiografia dei seni per confermare la diagnosi.

Se all'esame ORL non sono state rilevate controindicazioni per l'operazione, il paziente viene inviato per la consultazione con un anestesista. Valuta il grado di rischio operativo-anestetico e formula raccomandazioni.

Protocollo di rimozione dell'adenoma transnasale

Stadio I - Nasale:

  1. Lateralizzazione del concha nasale e rimozione di ostruzioni anatomiche per ottenere l'accesso al seno principale.
  2. Visualizzazione (ispezione).
  3. Coagulazione per esporre la parete del seno.

Fase II - sfenoidale:

  1. Resezione del setto nasale posteriore.
  2. Sfenoidotomia da trapano.
  3. Resezione dei setti inter-assiali.

Fase III - extrasellare:

  1. Trepanation dei fondali turchi.
  2. Dura mater dissezione.
  3. Rimozione del tumore.

Stadio IV - chirurgia plastica.

Sigillatura della cavità della sella con adesivi medicali, piastre speciali o tessuti automatici.

Le complicanze postoperatorie comprendono la liquorrea nasale (liquido cerebrospinale proveniente dalla cavità nasale causata da un danno al cranio) e la meningite. Il tasso di mortalità è dell'1,2%. Il rischio di mortalità aumenta con:

  • megaadenoma gigante;
  • disordini mentali;
  • tumore non completamente rimosso;
  • dopo 60 anni.

La rimozione completa dell'adenoma tramite il metodo transnasale si ottiene in media nel 79% dei pazienti. Il restante 21% è prescritto un trattamento radiochirurgico. Questo è il metodo più moderno e molto efficace. Permette di non effettuare manipolazioni chirurgiche. Il tumore viene distrutto dalle radiazioni. Tuttavia, viene raramente utilizzato per due motivi: un rischio troppo elevato di complicazioni dovute all'esposizione alle radiazioni e all'alto costo della procedura.

Casi speciali

Caratteristiche dell'età

Viene più spesso diagnosticato negli adulti dai 30 ai 50 anni. Il gruppo a rischio comprende principalmente persone con comportamenti antisociali, che conducono troppo "attivi", ma con uno stile di vita sbagliato. La partecipazione ai combattimenti porta spesso a lesioni alla testa. Comunicare con i malati che vivono in strada aumenta il rischio di infezioni pericolose. Cattiva alimentazione, condizioni antigieniche: tutti questi fattori causano indirettamente lo sviluppo dell'adenoma ipofisario.

Nei bambini è estremamente raro. Nella maggior parte dei casi, è spiegato dalle patologie della gravidanza, quando la formazione intrauterina del cervello e del sistema nervoso centrale del bambino è stata accompagnata dal fumo di una donna o dall'assunzione di sostanze stupefacenti. Il secondo motivo di questa diagnosi nei neonati è il parto complicato, quando si verifica un danno cerebrale.

Funzionalità di genere

Nelle donne e negli uomini, si verifica con la stessa frequenza.

Recentemente, i medici hanno sempre più associato l'adenoma ipofisario nelle donne con contraccettivi orali su base continuativa. In questo caso, i sintomi più comuni sono i peli del corpo maschile e varie irregolarità mestruali.

Negli uomini, la causa più comune è la lesione cerebrale traumatica. I sintomi includono obesità femminile, gonfiore del seno e impotenza.

Durante la gravidanza

La gravidanza complicata da adenoma è abbastanza pericolosa. Durante questo periodo, la ghiandola pituitaria aumenta già di dimensioni di quasi 2 volte. In presenza di un tumore, questo porta alla compressione delle aree cerebrali situate nelle vicinanze. Le conseguenze sono forti mal di testa e cecità. Se si tratta di un prolattinoma, può causare contrazioni in qualsiasi momento, che provocherà un aborto spontaneo o una nascita prematura.

Domande e risposte

È possibile curare l'adenoma ipofisario senza intervento chirurgico?

Sì, un trattamento radiochirurgico di un adenoma viene eseguito quando viene distrutto dalle radiazioni. Ti permette di fare a meno dell'intervento chirurgico.

Quale medico tratta la malattia?

Per una consultazione iniziale, è necessario consultare un endocrinologo. Inoltre, a seconda delle dimensioni, della direzione di crescita e dell'attività dell'adenoma, può reindirizzare immediatamente a un neurochirurgo per un intervento chirurgico o eseguire una correzione preliminare dello sfondo ormonale.

Posso prendere il sole?

Non ci sono controindicazioni assolute, ma la cosa principale è senza fanatismo.

Posso allattare un bambino al seno??

Con prolattinoma - sicuramente no. Con altri tipi di tumori - a discrezione del medico curante.