Stato ormonale femminile (LH, FSH, Prolattina, Testosterone, Estradiolo, DHEA solfato), sangue

Stato ormonale (femmina) - uno studio del livello di ormoni nel sangue, che nelle donne è raccomandato per irregolarità mestruali, infertilità, irsutismo (capelli di tipo maschile), sovrappeso, acne (acne) e contraccettivi orali. I principali indicatori che possono essere utilizzati per giudicare lo stato ormonale di una donna sono l'ormone luteinizzante (LH), l'ormone follicolo-stimolante (FSH), la prolattina, il testosterone, l'estradiolo e il deidroepiandrosterone solfato (DHEA-solfato).

LH (ormone luteinizzante) - un ormone che si forma nella ghiandola pituitaria (ghiandola endocrina situata alla base del cervello).

Nelle donne, l'LH è coinvolto nel processo di ovulazione e nella produzione di ormoni sessuali femminili nelle ovaie. I livelli di LH rimangono bassi fino alla metà del ciclo mestruale (periodo di ovulazione), quando la sua concentrazione aumenta più volte. L'ovulazione avviene entro 24 ore dal raggiungimento della massima concentrazione di LH. Durante la menopausa si osserva anche un aumento significativo dell'LH (2-10 volte rispetto all'età fertile).

L'FSH (ormone follicolo-stimolante) è un ormone prodotto dalla ghiandola pituitaria. Nel corpo femminile, l'FSH partecipa alla maturazione delle cellule germinali nelle ovaie e migliora il rilascio di ormoni sessuali femminili (estrogeni). La massima concentrazione di FSH si osserva a metà del ciclo mestruale, durante l'ovulazione e durante la menopausa. Determinare il livello di FSH nel sangue durante la disfunzione ovarica consente di determinare la causa dell'insufficienza ormonale. Una bassa concentrazione di FSH nel sangue indica una disfunzione dell'ipotalamo o della ghiandola pituitaria. Una maggiore concentrazione di FSH nel sangue indica una patologia delle ovaie.

La prolattina è un ormone prodotto dalla ghiandola pituitaria. Responsabile del normale sviluppo e della funzione delle ghiandole mammarie, fornisce il processo di lattazione. Nel sangue di uomini e donne non in gravidanza, questo ormone è presente in piccole quantità. La sua concentrazione aumenta significativamente durante la gravidanza e nel periodo postpartum fino alla fine dell'allattamento. Un altro motivo per l'aumento della concentrazione di prolattina nel sangue è un tumore ipofisario che produce prolattina - prolattinoma. Questo è più spesso un tumore benigno, che nella maggior parte dei casi si verifica nelle donne. Se non trattata, la prolattina può crescere, causando mal di testa e visione offuscata. Inoltre, un tumore troppo cresciuto influisce sulla produzione di altri ormoni, che può portare alla sterilità..

Il testosterone è il principale ormone sessuale maschile. Responsabile della funzione sessuale e della formazione di caratteristiche sessuali secondarie negli uomini. Nel corpo femminile, questo ormone è prodotto dalle ghiandole surrenali e in piccole quantità dalle ovaie. Normalmente, nelle donne, la concentrazione di questo ormone è molto bassa. Un aumento della concentrazione di testosterone può causare la comparsa di caratteristiche sessuali secondarie nelle donne (irsutismo (capelli di tipo maschile), ingrossamento della voce, ingrossamento del clitoride, acne (acne), aumento della massa muscolare). Inoltre, l'aumento dei livelli di testosterone nelle donne può causare irregolarità mestruali e infertilità. Altre cause di aumento del testosterone nel sangue sono tumori ovarici o surrenali che producono questo ormone, così come la sindrome dell'ovaio policistico (un aumento delle dimensioni dell'ovaio e la formazione di un gran numero di cisti in essi).

L'estradiolo è un ormone sessuale femminile prodotto nelle donne nelle ovaie, nella placenta e nella corteccia surrenale. Prende parte alla corretta formazione e funzionamento del sistema riproduttivo femminile, è responsabile dello sviluppo di tratti riproduttivi femminili secondari ed è coinvolto nella regolazione del ciclo mestruale. Un aumento dell'estradiolo si verifica a metà del ciclo mestruale, durante l'ovulazione (allo stesso tempo, aumenta il contenuto di FSH e LH). Il normale contenuto di estradiolo nel sangue fornisce l'ovulazione, la fecondazione dell'uovo e il corso della gravidanza.

Il deidroepiandrosterone solfato (DEA-SO4, DEA-S, DEA-S, DHEA-S, DHEA-S, DEA-solfato, DHEA-solfato) è un ormone sessuale maschile (androgeno) prodotto dalla corteccia surrenale. È presente nel sangue sia negli uomini che nelle donne. Partecipa allo sviluppo di caratteristiche sessuali maschili secondarie durante la pubertà. È un androgeno debole, ma nel processo di metabolismo (trasformazioni) nel corpo viene convertito in androgeni più forti - testosterone e androstenedione, il cui contenuto eccessivo può causare irsutismo (crescita dei capelli di tipo maschile) e virilizzazione (la comparsa di caratteristiche sessuali maschili secondarie).

La determinazione del deidroepiandrosterone viene utilizzata per identificare la fonte dell'aumento della produzione di androgeni nelle donne. Poiché la produzione di DEA-SO4 non si verifica nelle ovaie, un aumento del livello di questo ormone indica un aumento della produzione di androgeni da parte delle ghiandole surrenali e malattie correlate (tumori delle ghiandole surrenali che producono androgeni, iperplasia surrenalica, ecc.)

L'analisi determina la concentrazione di ormoni LH, FSH, prolattina, testosterone, estradiolo, solfato di DHEA nel sangue.

Metodo

I principali metodi utilizzati per determinare la concentrazione di ormoni nel sangue sono IHLA (analisi immunochemiluminescent) ed ELISA (test immunoenzimatico).

Il metodo IHLA (analisi immunochemiluminescent) è uno dei metodi diagnostici di laboratorio più avanzati. Il metodo si basa su una reazione immunologica in cui, nella fase finale dell'identificazione della sostanza desiderata, vengono aggiunti fosfori - sostanze che brillano nell'ultravioletto. Il livello di luminosità è proporzionale alla quantità di sostanza rilevata e viene misurato su dispositivi speciali: luminometri.

ELISA (dosaggio di immunosorbenti enzimatico) consente di rilevare la sostanza desiderata, aggiungendo un reagente marcato (coniugato) che, specificamente legato solo a questa sostanza, macchia. L'intensità del colore è proporzionale alla quantità di sostanza da determinare..

Valori di riferimento - Normale
(Stato ormonale femminile (LH, FSH, Prolattina, Testosterone, Estradiolo, DHEA solfato), sangue)

Le informazioni relative ai valori di riferimento degli indicatori, nonché la composizione degli indicatori inclusi nell'analisi, possono variare leggermente a seconda del laboratorio.!

Norma:

Fase del cicloValori di riferimento
Periodo pre-riproduttivo0,01 - 6,0 mIU / ml
Mestruale (giorno 1-6)1,9 - 12,5 mIU / ml
Folliculina (proliferativa) (3-14 ° giorno)1,9 - 12,5 mIU / ml
Ovulatoria (13-15 ° giorno)8.7 - 76.3 mIU / ml
Luteale (giorno 15 - l'inizio delle mestruazioni)0,5 - 16,9 mIU / ml
Gravidanza0,01 - 1,5 mIU / ml
Post menopausa15,9 - 54 mIU / ml

Ormone follicolo-stimolante (FSH):

Fase del cicloValori Norm
Mestruale (giorno 1-6)2,5 - 10,2 mIU / ml
Folliculina (proliferativa) (3-14 ° giorno)2,5 - 10,2 mIU / ml
Ovulatoria (13-15 ° giorno)3,4 - 33,4 mIU / ml
Luteale (giorno 15 - l'inizio delle mestruazioni)1,5 - 9,1 mIU / ml
Gravidanza0 - 0,3 mIU / ml
Premenopause23 - 116,3 mIU / ml
Post menopausa23 - 116,3 mIU / ml
Fase del cicloValori Norm
Mestruale (giorno 1-6)59 - 619 μMU / ml
Folliculina (proliferativa) (3-14 ° giorno)59 - 619 μMU / ml
Ovulatoria (13-15 ° giorno)59 - 619 μMU / ml
Luteal (15 ° giorno - l'inizio delle mestruazioni.)59 - 619 μMU / ml
Premenopause59 - 619 μMU / ml
Post menopausa38 - 430 μMU / ml
Gravidanza205,5 - 4420 μMU / ml
EtàValori Norm
Meno di 2 anni0 - 39,8 nmol / L
2-4 anni0 - 1,6 nmol / l
4-6 anni0-2 nmol / l
6-8 anni0 - 0,9 nmol / L
8-10 anni0 - 0,8 nmol / L
10-12 anni0 - 2,4 nmol / l
12-14 anni0 - 2,1 nmol / L
14-16 anni0 - 3 nmol / l
16-18 anni0 - 4,1 nmol / l
18-20 anni0 - 4,1 nmol / l
20-30 anni0 - 2,3 nmol / l
30-40 anni0 - 2,7 nmol / l
40-50 anni0 - 2,5 nmol / l
50-60 anni0 - 2,1 nmol / L
60-70 anni0 - 2,8 nmol / L
Più di 70 anni0 - 1,8 nmol / L
Fase del cicloValori Norm
Mestruale (giorno 1-6)19,5 - 144,2 pg / ml
Folliculina - proliferativa (3-14 ° giorno)19,5 - 144,2 pg / ml
Ovulatoria (13-15 ° giorno)63,9 - 356,7 pg / ml
Luteale (giorno 15 - l'inizio delle mestruazioni)55,8 - 214,2 pg / ml
Post menopausa0 - 32,2 pg / ml

DHEA - solfato: 35 - 430 mcg / dl

indicazioni

  • Irregolarità mestruali
  • Infertilità
  • Screening prima di prescrivere contraccettivi ormonali
  • Sovrappeso nelle donne

Aumenta i valori (positivo)

Un aumento del livello degli ormoni studiati si osserva nelle seguenti malattie e condizioni:

Ormone luteinizzante (LH):

  • Disfunzione ipofisaria
  • Diminuzione della funzione ovarica
  • Amenorrea (mancanza di mestruazioni)
  • Sindrome delle ovaie policistiche
  • Quando si assumono farmaci (clomifene, spironolattone)

Ormone follicolo-stimolante (FSH):

  • Menopausa
  • Diminuzione della funzione genitale
  • Alcuni tumori (in particolare i polmoni)
  • Iperfunzione ipofisaria
  • Endometriosi
  • Quando si assumono farmaci (clomifene, levodopa)
  • tumori ipofisari
  • Irregolarità mestruali, infertilità
  • Insufficienza tiroidea
  • Insufficienza renale
  • Lesione, chirurgia
  • Herpes zoster
  • Ipoglicemia postinsulinica (riduzione della concentrazione di zucchero dopo somministrazione di insulina)
  • Quando si assumono farmaci (fenotiazina, clorpromazina, aloperidolo, estrogeni, contraccettivi orali, alfa metildopa, farmaci istamina, arginina, oppiacei (morfina, eroina), antidepressivi (imizina))
  • Lo stress derivante da traumi, malattie o paura dell'analisi può portare a un leggero aumento dei livelli di prolattina.
  • Sindrome dell'ovaio policistico (degenerazione del tessuto ovarico in più cisti)
  • Luteoma - un tumore ovarico ormonalmente attivo che produce testosterone
  • Tumori della corteccia surrenale
  • Arrenoblastoma (un tumore dell'ovaio femminile, caratterizzato dalla presenza in esso dei componenti strutturali del testicolo maschile)
  • Irsutismo (capelli di tipo maschile)
  • Assunzione di farmaci (barbiturici, clomifene, estrogeni, gonadotropina, contraccettivi orali, bromocryptone)
  • La prima pubertà
  • Tumori delle ovaie o ghiandole surrenali
  • Ipertiroidismo
  • L'uso di farmaci come lucocorticosteroidi, ampicillina, farmaci contenenti estrogeni, fenotiazine, tetracicline
  • Cirrosi epatica
  • Tumore della corteccia surrenale
  • Pubertà prematura
  • Iperplasia surrenalica

Diminuzione (negativa)

Si osserva una diminuzione del livello degli ormoni studiati nelle seguenti malattie e condizioni:

Ormone luteinizzante (LH):

  • Disfunzione ipofisaria.
  • Atrofia dei testicoli negli uomini dopo l'infiammazione dei testicoli a seguito di precedenti infezioni (parotite, gonorrea, brucellosi)
  • Aumento della secrezione di prolattina pituitaria
  • Anoressia nervosa (rifiuto intenzionale del cibo)
  • Ritardo nella crescita e pubertà
  • Durante l'assunzione di droghe (digossina, megestrolo, fenotiazina, progesterone, estrogeni)

Ormone follicolo-stimolante (FSH):

  • Diminuzione della funzione pituitaria
  • Nanismo
  • Emocromatosi (una malattia ereditaria in cui lo scambio di ferro nel corpo è compromesso)
  • Sindrome delle ovaie policistiche
  • Anoressia e fame
  • Quando si assumono farmaci contenenti estrogeni, progesterone
  • Rimozione chirurgica ipofisaria
  • Terapia a raggi x
  • Trattamento con bromocriptina
  • tiroxina
  • Sindrome di Shereshevsky-Turner (una malattia cromosomica caratterizzata da deviazioni di sviluppo fisico, arresto della crescita e immaturità sessuale)
  • Ipopituitarismo (una malattia in cui vi è una diminuzione o completa cessazione della produzione di ormoni da parte dell'ipofisi)
  • Ipogonadismo (riduzione della funzione ovarica a causa del loro sviluppo congenito o danno durante il periodo neonatale)
  • Anoressia nervosa (rifiuto intenzionale del cibo)
  • Sindrome delle ovaie policistiche
  • Post menopausa
  • Ritardo alla pubertà
  • Disfunzione surrenalica
  • ipopituitarismo

Ormone alto 17 progesterone come abbassare

Un persistente aumento del progesterone 17 - evidenza di disturbi ormonali, presenza di patologie. Quando si pianifica una gravidanza, la concentrazione della sostanza è inclusa nell'elenco dei test per determinare lo stato ormonale.

17 oh progesterone è un metabolita (intermedio), che si forma in una catena di reazioni biochimiche per la sintesi di ormoni delle ghiandole surrenali, gonadi. Nelle donne, viene prodotto in piccole quantità, ma l'utilità della funzione riproduttiva dipende da essa..

Le ragioni dell'aumento della concentrazione di 17 oh progesterone

Tutte le ragioni dell'aumento della concentrazione di 17-OH sono divise in patologiche e fisiologiche. Il primo gruppo comprende:

  • iperplasia congenita (eccessiva formazione di tessuto) delle ghiandole surrenali;
  • carenza di enzimi coinvolti nella sintesi di cortisolo, ormoni steroidei aldosterone (21-idrossilasi, 11beta-idrossilasi);
  • tumori delle ovaie e delle ghiandole surrenali.

Un aumento dell'idrossiprogesterone durante la gravidanza è un normale fenomeno fisiologico. La placenta inizia a produrla. Ma, le norme del principio attivo sono determinate in base alla settimana di gravidanza.

Un aumento significativo della sostanza nel primo trimestre, nelle ultime settimane porta all'auto-aborto, al congelamento fetale intrauterino.

Aumento dei livelli di idrossiprogesterone nella fase follicolare del ciclo

Il livello di 17 o progesterone nel sangue dipende dalla fase (giorno) del ciclo mestruale della donna. Il primo è follicolare (FF). Inizia il primo giorno critico e continua fino all'ovulazione. Questo periodo è caratterizzato da bassa temperatura basale (tassi più bassi a riposo) e maturazione follicolare.

Sullo sfondo di un significativo aumento dell'estrogeno e dell'FSH (ormone follicolo-stimolante) durante questo periodo, viene rilasciata una quantità molto piccola di progesterone e 17-OH, ma è sufficiente innescare una secrezione attiva dell'ormone luteinizzante. A sua volta, assicura che l'uovo sia pronto per la fecondazione.

Se il progesterone 17 OH è elevato nella fase follicolare, questo è un indicatore della quantità in eccesso di ormone maschile nel sangue. Con un eccesso simultaneo di concentrazione di testosterone e 17 o progestinici, il medico conclude l'infertilità.

Una singola rilevazione di un'alta concentrazione di 17-OH in FF non è sempre associata a funzionalità riproduttiva compromessa. La causa dell'insufficienza ormonale può essere un grave stress. Dopo un po ', è necessario ripetere un esame del sangue e scoprire il quadro reale.

Sintomi di idrossiprogesterone alto

La reazione al progesterone 17 OH elevato è individuale. I segni di un eccesso di sostanza nel corpo di una donna sono i seguenti:

  • irregolarità mestruali (con un aumento di 5-6 volte, le mestruazioni non si verificano per diversi mesi);
  • ingorgo mammario;
  • aumento di peso;
  • disfunzione intestinale;
  • acne
  • fallimento del bilancio dello zucchero;
  • crescita eccessiva dei capelli;
  • gonfiore delle gambe.

Modi per abbassare il 17 o progestinico

Per i sintomi di 17-OH alto, il medico prescriverà un esame del sangue. Dopo un test di laboratorio, viene determinato il trattamento. I farmaci ormonali sono usati per abbassare il progesterone 17 oh. Più spesso di altri, vengono prescritti desametasone e metilprednisolone. Durante la terapia, le donne notano un aumento di peso. È spiegato dalla capacità di questi farmaci di trattenere una grande quantità di acqua nel corpo..

Quando si trattano problemi di concepimento, infertilità, alte concentrazioni di ormoni non vengono utilizzate. Il medico determina il regime di trattamento tenendo conto dei sintomi della malattia e della fase del ciclo mestruale. I farmaci vengono assunti più volte al giorno, tenendo conto della concentrazione giornaliera consentita del principio attivo.

Se ci sono problemi con il sistema digestivo, i farmaci vengono assunti dopo un pasto. La durata del trattamento è di 3-6 mesi. Per monitorare l'efficacia del trattamento, il medico prescrive periodicamente un esame del sangue di laboratorio.

La terapia per idrossiprogesterone elevato può includere contraccettivi orali combinati: Janine, Yarina, Anteovin e altri. Contengono una combinazione di ormoni sessuali femminili e hanno effetti benefici sullo stato ormonale in generale.

La terapia farmacologica è progettata per eliminare il motivo principale dell'aumento del numero di 17-OH. Con le cisti ovariche, i contraccettivi orali sono efficaci, i corticosteroidi sono prescritti per la disfunzione surrenalica. In alcuni casi, viene utilizzata la chirurgia.

Ad esempio, la resezione ovarica viene eseguita se la cisti non si risolve da sola. La terapia farmacologica post-operatoria è progettata per prevenire l'infiammazione, l'infezione e ripristinare il ciclo uterino..

Il 17 o progesterone elevato viene trattato con rimedi popolari. L'efficacia di tale trattamento dipende dalle caratteristiche individuali del corpo della donna. La medicina tradizionale ha abbastanza ricette. Il monitoraggio della concentrazione dell'ormone aiuterà a trarre una conclusione sull'efficacia del farmaco. Se necessario, puoi provare un'altra ricetta. Le seguenti piante medicinali sono utilizzate per ridurre i livelli di idrossiprogesterone:

  • fiori e frutti di cenere di montagna;
  • fiori e gemme di garofano;
  • semi di carota;
  • gambo uterino.

Per la preparazione di decotti, infusi, è necessario acquistare materie prime adeguate e di alta qualità, seguire rigorosamente le raccomandazioni per la preparazione e la somministrazione del farmaco. Prima di utilizzare qualsiasi medicina popolare, è necessario consultare il proprio medico.

L'alimentazione dietetica dà un risultato positivo solo con un approccio integrato alla terapia. Durante il periodo di trattamento, si raccomanda di ridurre la quantità di alimenti proteici nella dieta e aumentare il contenuto di carboidrati. Il menu comprende patate, carote, barbabietole, prezzemolo, piselli, cipolle. Sono ammessi frutta e frutta secca

Il progesterone alto 17 oh, confermato da numerosi esami del sangue effettuati nella fase follicolare, è un indicatore delle patologie del corpo. Per questo motivo, ci sono problemi con il concepimento e la gravidanza..

Profilo ormonale femminile: disfunzione ovarica, irregolarità mestruali

Descrizione

Una serie di test che aiutano a identificare le cause ormonali della disfunzione del sistema riproduttivo nelle donne (disturbi del ciclo, infertilità).

Formazione

Al mattino a stomaco vuoto. La data dello studio deve essere verificata con il medico curante (di solito il 6-7 ° giorno del ciclo mestruale). Alla vigilia per escludere uno sforzo fisico eccessivo, l'assunzione di alcol, lo stress emotivo.

Soddisfare

Le seguenti analisi sono incluse in questo profilo:

Cortisolo (idrocortisone)

Ormone steroideo della corteccia surrenale; più attivo degli ormoni glucocorticoidi.

Regolatore del metabolismo dei carboidrati, delle proteine ​​e dei grassi. Il cortisolo è prodotto dalla zona del fascio di corteccia surrenale sotto il controllo di ACTH. Nel sangue, il 75% di cortisolo è associato a una globulina legante i corticosteroidi (transcortina), che è sintetizzata dal fegato. Un altro 10% è vagamente legato all'albumina. Il cortisolo viene metabolizzato nel fegato, l'emivita dell'ormone è di 80-110 minuti, viene filtrata nei glomeruli renali e rimossa con l'urina.

Questo ormone svolge un ruolo chiave nelle risposte di difesa dell'organismo allo stress. Ha un effetto catabolico. Aumenta la concentrazione di glucosio nel sangue aumentandone la sintesi e riducendo l'utilizzo sulla periferia (antagonista dell'insulina). Riduce la formazione e aumenta la scomposizione dei grassi, contribuendo all'iperlipidemia e all'ipercolesterolemia. Il cortisolo ha una piccola attività mineralcorticoide, ma con la sua eccessiva formazione, si osservano ritenzione di sodio nel corpo, edema e ipopotassiemia; si forma un bilancio negativo del calcio. Il cortisolo potenzia l'effetto vasocostrittore di altri ormoni, aumenta la diuresi. Il cortisolo ha un effetto antinfiammatorio e riduce l'ipersensibilità del corpo a vari agenti, agendo in modo soppressivo sull'immunità cellulare e umorale. Il cortisolo stabilizza le membrane del lisosoma. Aiuta a ridurre il numero di zosinofili e linfociti nel sangue aumentando i neutrofili, i globuli rossi e le piastrine.

Il ritmo quotidiano della secrezione è caratteristico: un massimo al mattino (6-8 ore), un minimo alla sera (20-21 ore). La secrezione di cortisolo varia poco con l'età. Durante la gravidanza, c'è un progressivo aumento della concentrazione associato ad un aumento del contenuto di transcortina: nelle fasi successive della gravidanza, si nota un aumento di 2-5 volte. Il ritmo giornaliero del rilascio di questo ormone può essere interrotto. Nel caso di un blocco parziale o completo nella sintesi del cortisolo, si verifica un aumento della concentrazione di ACTH e della concentrazione totale di corticoidi.

I limiti di determinazione: 27,6 nmol / l-6599,6 nmol / l.

Ormone stimolante la tiroide (TSH, tireotropina)

Ormone glicoproteico che stimola la formazione e la secrezione degli ormoni tiroidei.

È prodotto dai basofili della ghiandola pituitaria anteriore sotto il controllo del fattore di rilascio ipotalamico tireotropico, nonché dalla somatostatina, dalle ammine biogeniche e dagli ormoni tiroidei. Migliora la vascolarizzazione della ghiandola tiroidea. Aumenta il flusso di iodio dal plasma sanguigno nelle cellule della ghiandola tiroidea, stimola la sintesi di tireoglobulina e l'eliminazione di T3 e T4 da esso, e stimola anche direttamente la sintesi di questi ormoni. Migliora la lipolisi.

Esiste una relazione logaritmica inversa tra le concentrazioni di T4 libero e TSH nel sangue..

Il TSH è caratterizzato da fluttuazioni diurne della secrezione: i valori più alti di TSH nel sangue sono raggiunti alle 2-4, i livelli elevati di sangue vengono rilevati anche alle 6-8, i valori minimi di TSH sono alle 17-18. Il normale ritmo della secrezione è disturbato al risveglio durante la notte. Durante la gravidanza, la concentrazione dell'ormone aumenta. Con l'età, la concentrazione di TSH aumenta leggermente, la quantità di emissioni ormonali durante la notte diminuisce..

Limiti di determinazione: 0,0025 mU / l-100 mU / l.

Ormone follicolo-stimolante (FSH)

Glicoproteina gonadotropina ormone ipofisario. Stimolatore dello sviluppo di tubuli seminiferi e spermatogenesi negli uomini e nei follicoli nelle donne.

È sintetizzato da cellule basofile della ghiandola pituitaria anteriore sotto il controllo di gonadoliberina, ormoni sessuali e inibizione. L'FSH viene rilasciato nel sangue da impulsi ad intervalli da 1 a 4 ore. La concentrazione dell'ormone durante il rilascio è da 1,5 a 2,5 volte superiore al livello medio; il rilascio dura circa 15 minuti. Si osservano fluttuazioni stagionali della concentrazione dell'ormone nel sangue: in estate, il livello di FSH negli uomini è più alto che in altri periodi dell'anno.

Nelle donne, l'FSH stimola la formazione di follicoli. Raggiungere un livello critico di FSH porta all'ovulazione. Negli uomini durante la pubertà, l'FSH innesca la spermatogenesi e quindi partecipa al suo mantenimento. L'FSH è il principale stimolante della crescita dei tubuli eiaculatori. L'FSH aumenta la concentrazione di testosterone nel plasma, garantendo così il processo di maturazione degli spermatozoi.

Il rapporto tra LH / FSH è importante. Normalmente, prima del menarca, è 1; un anno dopo il menarca - da 1 a 1,5; nel periodo da due anni dopo l'inizio del menarca e prima della menopausa - da 1,5 a 2.

Limiti di determinazione: 0,05 mU / ml-750 mU / ml.

A causa della natura pulsante del rilascio di FSH e LH, in condizioni che portano a una diminuzione del livello di questi ormoni, può essere utile studiare tre campioni di sangue consecutivi, dopo 30 minuti ciascuno. In condizioni associate a un aumento del livello di FSH (come, ad esempio, con disfunzioni delle ghiandole genitali durante la menopausa), il prelievo di un campione è adeguato.

Ormone luteinizzante (LH)

Ormone gonadotropinico della glicoproteina. È sintetizzato da cellule basofile della ghiandola pituitaria anteriore sotto l'influenza di fattori di rilascio ipotalamici..

Nelle donne, stimola la sintesi di estrogeni; regola la secrezione di progesterone e la formazione del corpo luteo. Raggiungere un livello critico di LH porta all'ovulazione e stimola la sintesi del progesterone nel corpo luteo. Negli uomini, stimolando la formazione di globulina legante gli ormoni sessuali (SHBG), aumenta la permeabilità dei tubuli seminiferi per il testosterone. Pertanto, aumenta la concentrazione di testosterone nel plasma sanguigno, che contribuisce alla maturazione degli spermatozoi. A sua volta, il testosterone limita il rilascio di LH. Negli uomini, il livello di LH aumenta di 60 - 65 anni.

Il rilascio dell'ormone è di natura pulsante e dipende dalla fase del ciclo di ovulazione nelle donne. Nella pubertà, il livello di LH aumenta, avvicinandosi ai valori caratteristici degli adulti. Nel ciclo mestruale nelle donne, il picco della concentrazione di LH cade sull'ovulazione, dopo di che il livello ormonale scende e mantiene l'intera fase luteale a valori inferiori rispetto alla fase follicolare. Durante la gravidanza, la concentrazione diminuisce. Nel periodo postmenopausale, si verifica un aumento della concentrazione di LH, così come l'FSH (ormone follicolo-stimolante). Nelle donne, la concentrazione di LH nel sangue è massima nel periodo dalle 12 alle 24 ore prima dell'ovulazione e viene mantenuta per tutto il giorno, raggiungendo una concentrazione 10 volte superiore rispetto al periodo di non ovulazione.

Il rapporto tra LH / FSH è importante. Normalmente, prima del menarca, è 1; dopo un anno di menarca - da 1 a 1,5; nel periodo da due anni dopo l'inizio del menarca e prima della menopausa - da 1,5 a 2.

Limiti di determinazione: 0,09 mU / ml-1000 mU / ml.

La prolattina

Un ormone polipeptidico che stimola la proliferazione del seno e la secrezione del latte.

La prolattina è prodotta nella ghiandola pituitaria anteriore, una piccola quantità è sintetizzata dai tessuti periferici. Durante la gravidanza, viene anche prodotto nell'endometrio. Durante la gravidanza, la prolattina supporta la produzione di corpo luteo e progesterone, stimola la crescita e lo sviluppo delle ghiandole mammarie e la formazione del latte. Questo è uno degli ormoni che contribuiscono alla formazione del comportamento sessuale. La prolattina regola il metabolismo del sale d'acqua, ritardando il rilascio di acqua e sodio dai reni, stimola l'assorbimento del calcio. In generale, la prolattina attiva i processi anabolici nel corpo. Altri effetti includono la stimolazione della crescita dei capelli. La prolattina ha anche un effetto modulante sul sistema immunitario..

La secrezione quotidiana di prolattina è di natura pulsante. Durante il sonno, il suo livello aumenta. Dopo essersi svegliati, la concentrazione di prolattina diminuisce drasticamente, raggiungendo un minimo nelle ultime ore del mattino. Nel pomeriggio, il livello ormonale aumenta. In assenza di stress, le fluttuazioni giornaliere del livello rientrano nei valori normali. Durante il ciclo mestruale, il livello di prolattina è più alto nella fase luteale che nella fase follicolare. Dall'ottava settimana di gravidanza, il livello di prolattina aumenta, raggiungendo un picco di 20-25 settimane, quindi diminuisce immediatamente prima del parto e aumenta di nuovo durante l'allattamento.

Il test per la presenza di macroprolattina viene eseguito come studio aggiuntivo per determinare la prolattina quando si rilevano livelli elevati di prolattina (secondo le raccomandazioni pertinenti, per tutti i pazienti con un risultato di prolattina> 700 mU / l). La prolattina può essere presente nel sangue in varie forme molecolari..

La macroprolattina è la prolattina, legata in complessi immunitari con anticorpi, presente nel sangue in quantità variabili. Viene eliminato dal sangue più lentamente della prolattina monomerica e può accumularsi in alta concentrazione. Questa forma di prolattina ha meno bioattività, i pazienti con un alto contenuto di macroprolattina potrebbero non presentare i classici sintomi caratteristici dell'aumento della concentrazione di prolattina.

I risultati di questo studio dovrebbero essere considerati nell'interpretazione dei valori aumentati dell'indice di prolattina, della discrepanza tra i risultati dello studio e il quadro clinico generale, la mancanza di riproducibilità quando si conducono studi in diversi laboratori. Richiamiamo l'attenzione sul fatto che lo studio sulla macroprolattina non aumenta il costo di determinazione della prolattina. L'identificazione della possibile presenza significativa di macroprolattina in campioni di pazienti iperprolattinemici è necessaria per escludere errori diagnostici, la necessità di prescrivere inutili studi biochimici e radiologici, nonché per prevenire una terapia farmacologica inadeguata o un intervento chirurgico.

Limiti di determinazione: 12,6 mU / l-172200 mU / l.

estradiolo

L'ormone steroideo sessuale estrogeno più attivo (femmina).

Nelle donne, viene prodotto nelle ovaie, nella placenta e nell'area netta della corteccia surrenale sotto l'influenza dell'ormone follicolo-stimolante (FSH), dell'ormone luteinizzante (LH) e della prolattina. In piccole quantità, l'estradiolo si forma durante la conversione periferica del testosterone. Negli uomini, l'estradiolo si forma nei testicoli, nella corteccia surrenale, ma la maggior parte si trova nei tessuti periferici a causa della conversione del testosterone.

Nelle donne, l'estradiolo fornisce la formazione del sistema riproduttivo femminile, lo sviluppo di caratteristiche sessuali secondarie femminili nella pubertà, la formazione e la regolazione della funzione mestruale, lo sviluppo dell'uovo, la crescita e lo sviluppo dell'utero durante la gravidanza; responsabile delle caratteristiche psicofisiologiche del comportamento sessuale. Fornisce la formazione di tessuto adiposo sottocutaneo nel tipo femminile. Riducendo la resistenza dei vasi dell'utero, aumenta il flusso sanguigno al suo interno e stimola l'iperplasia endometriale. L'ovulazione si verifica dalle 24 alle 36 ore dopo il verificarsi di un livello di soglia inferiore di estradiolo. Una condizione necessaria per l'attuazione degli effetti dell'estradiolo è il rapporto corretto con il livello di testosterone. L'estradiolo ha un effetto anabolico, migliora il metabolismo osseo e accelera la maturazione delle ossa dello scheletro. Promuove la ritenzione di sodio e acqua nel corpo. Abbassa il colesterolo e aumenta la coagulazione del sangue. L'estradiolo influenza il rilascio di neurotrasmettitori, contribuendo ad aumentare la tensione nervosa, l'irritabilità.

Le fluttuazioni quotidiane della concentrazione sierica di estradiolo sono associate al ritmo della secrezione di LH (ormone luteinizzante): il massimo si verifica tra le 15 e le 18 ore e il minimo tra le 24 e le 2. Negli uomini, i livelli di estradiolo aumentano progressivamente, nei maschi, l'aumento si verifica in misura minore. Nelle donne in età fertile, il livello di estradiolo nel siero e nel plasma sanguigni dipende dalla fase del ciclo mestruale. All'inizio del ciclo, la concentrazione di estradiolo aumenta lentamente. Il livello più alto di estradiolo si osserva nella fase follicolare tardiva. Dopo l'ovulazione, il livello ormonale diminuisce e si verifica un secondo aumento di ampiezza. Poi arriva il declino della concentrazione dell'ormone, continuando fino alla fine della fase luteale. Durante la gravidanza, la concentrazione di estradiolo nel siero e nel plasma aumenta al momento del parto e dopo il parto ritorna normale al 4 ° giorno. Con l'età, le donne sperimentano una diminuzione della concentrazione di estradiolo. Nelle donne in postmenopausa, la concentrazione di estradiolo diminuisce al livello osservato negli uomini.

Limiti di determinazione: 37,0 pmol / l-40370 pmol / l.

Deidroepiandrosterone Sulfate (DEA-S04)

Androgeno dell'ormone surrenale.

È prodotto nella corteccia surrenale. Il livello di questo ormone è un indicatore adeguato dell'attività androgeno-sintetica delle ghiandole surrenali. L'ormone ha solo un debole effetto androgenico, tuttavia, nel processo del suo metabolismo, si formano testosterone e diidrotestosterone nei tessuti periferici. Non rileva fluttuazioni diurne evidenti e ha un basso tasso di gioco.

Durante la gravidanza, è prodotto dalla corteccia surrenale della madre e del feto e funge da precursore per la sintesi di estrogeni della placenta. Il suo livello aumenta durante la pubertà e poi diminuisce gradualmente man mano che una persona lascia l'età riproduttiva. Durante la gravidanza, anche il livello di questo ormone diminuisce..

La definizione di DEA-SO4 sostituisce la definizione di 17-KS nelle urine durante la valutazione della produzione di androgeni surrenali. Nelle ovaie non si verifica la sintesi del solfato di DEA (pertanto, il test viene utilizzato per determinare la fonte di iperandrogenemia nel corpo della donna).

Limiti di determinazione: 0,08-81,42 μmol / L..

Testosterone

Ormone androgeno steroideo che causa lo sviluppo di caratteristiche sessuali secondarie, la pubertà e la normale funzione sessuale.

Negli uomini, la parte principale è sintetizzata nel testicolo; un numero minore - dalle cellule dello strato reticolare della corteccia surrenale e durante la trasformazione da precursori nei tessuti periferici. Nelle donne, il testosterone si forma nel processo di trasformazione periferica, così come nella sintesi nelle cellule del guscio interno del follicolo ovarico e nello strato reticolare della corteccia surrenale.

Il testosterone ha effetti anabolici sul tessuto muscolare, favorisce la maturazione ossea, stimola la formazione di sebo da parte delle ghiandole della pelle, partecipa alla regolazione della sintesi delle lipoproteine ​​da parte del fegato e modula la sintesi di b-endorfine ("ormoni della gioia"), insulina. Negli uomini, fornisce la formazione del sistema riproduttivo maschile, lo sviluppo delle caratteristiche sessuali secondarie maschili nella pubertà, attiva il desiderio sessuale, la spermatogenesi e la potenza ed è responsabile delle caratteristiche psicofisiologiche del comportamento sessuale. Nelle donne, è coinvolto nel meccanismo di regressione del follicolo nelle ovaie e nella regolazione del livello degli ormoni gonadotropici della ghiandola pituitaria.

Negli uomini, i livelli di testosterone aumentano durante la pubertà e rimangono ad un livello elevato, in media, fino a 60 anni. I livelli ormonali plasmatici variano durante il giorno. La concentrazione massima è osservata al mattino, il minimo - alla sera. In autunno, la concentrazione di testosterone aumenta. Nelle donne, la massima concentrazione di testosterone è determinata nella fase luteale e durante l'ovulazione. Nelle donne in gravidanza, la concentrazione di testosterone aumenta entro il terzo trimestre, superando quasi 3 volte la concentrazione nelle donne non in gravidanza. Durante la menopausa, la concentrazione di testosterone diminuisce.

I limiti di determinazione: 0,15 nmol / l-120 nmol / l.

Globulina legante gli ormoni sessuali (SHBG)

Proteine ​​del plasma sanguigno coinvolte nel legame e nel trasporto degli ormoni sessuali.

Esistono diversi sinonimi per il nome di questa proteina: globulina legante gli steroidi sessuali, globulina legante gli androgeni, globulina legante gli steroidi sessuali, globulina legante gli ormoni sessuali. Questa glicoproteina è sintetizzata nel fegato; il suo peso molecolare è di circa 80.000 - 100.000 dalton, la molecola ha 1 sito di legame per gli ormoni steroidei. SHBG lega testosterone e 5-diidrotestosterone con alta affinità ed estradiolo è leggermente più debole.

Il testosterone circola principalmente sotto forma di un legame con SHBG, in misura minore con albumina e globulina legante il cortisolo. Poiché le variazioni del contenuto proteico vettore possono influenzare la concentrazione di testosterone nella circolazione, i livelli di SHBG sono di solito determinati oltre a misurare il testosterone totale. Il livello di sintesi di SHBG nel fegato dipende dagli ormoni sessuali: gli estrogeni aumentano e gli androgeni diminuiscono la sua produzione. Pertanto, il contenuto di SHBG nelle donne è quasi il doppio rispetto agli uomini. Con una diminuzione della produzione di estradiolo, il contenuto totale di ormoni e la concentrazione di ormone libero nel sangue diminuiscono in parallelo.

Con una diminuzione della produzione di androgeni, un aumento della produzione di SHBG provoca il mantenimento di un livello costante di testosterone totale, sebbene la concentrazione dell'ormone libero diminuisca. Pertanto, il livello del testosterone plasmatico totale può essere paradossalmente normale nelle prime fasi delle malattie testicolari. Diminuzione dei livelli di SHBG si riscontra spesso in irsutismo, acne vulgaris e sindrome dell'ovaio policistico. Con irsutismo, una diminuzione di SHBG è descritta in circa il 30% delle donne esaminate.

Il livello di SHBG nelle fasi avanzate della gravidanza o dopo l'introduzione di estrogeni può essere significativamente aumentato. La somministrazione di androgeni è spesso associata a livelli ridotti di SHBG. L'indice androgeno libero (FAI), calcolato come rapporto tra testosterone totale e SHBH in%, è correlato al contenuto di testosterone libero biodisponibile e viene utilizzato come utile indicatore dello stato patologico degli androgeni.

Dopo 60 anni, il contenuto di SHBG aumenta di circa l'1,2% all'anno, quindi con l'età, il livello di testosterone biodisponibile diminuisce in misura maggiore rispetto al livello di testosterone totale.

Progesterone 17-OH (17-OD)

Progesterone 17-OH - un prodotto intermedio della sintesi di cortisolo nelle ghiandole surrenali.

Il 17-OH-progesterone (17-idrossiprogesterone) è uno steroide prodotto nelle ghiandole surrenali, nelle gonadi e nella placenta, un prodotto delle trasformazioni metaboliche del progesterone e del 17-idrossipregnenolone. Nelle ghiandole surrenali, il 17-OH-progesterone (con la partecipazione di 21-idrossilasi e 11-b-idrossilasi) viene ulteriormente convertito in cortisolo. Sia nelle ghiandole surrenali che nelle ovaie, il 17-OH-progesterone può anche essere convertito (sotto l'azione della 17-20-liasi) in androstenedione - un precursore del testosterone e dell'estradiolo.

Il progesterone 17-OH è caratterizzato da fluttuazioni diurne dipendenti dall'ACTH (simile al cortisolo, i valori massimi vengono rilevati al mattino, minimo alla notte). Nelle donne, la formazione di progesterone 17-OH nelle ovaie fluttua durante il ciclo mestruale. Un giorno prima del picco dell'ormone luteinizzante (LH), si osserva un aumento significativo del progesterone 17-OH, seguito da un picco che coincide con il picco dell'LH a metà del ciclo, dopo di che si verifica una diminuzione a breve termine, seguita da un aumento che si correla con i livelli di estradiolo e progesterone. Il contenuto di progesterone 17-OH aumenta durante la gravidanza. I livelli di progesterone 17-OH dipendono dall'età: si osservano valori elevati durante il periodo fetale e immediatamente dopo la nascita (nei neonati prematuri, le concentrazioni di progesterone 17-OH sono relativamente più alte). Durante la prima settimana di vita, i livelli di progesterone 17-OH diminuiscono e rimangono costantemente bassi durante l'infanzia, aumentano progressivamente durante la pubertà, raggiungendo la concentrazione nell'adulto.

Una carenza di enzimi coinvolti nella sintesi di steroidi (nel 90% dei casi è una carenza di 21-idrossilasi), provoca una diminuzione del livello di cortisolo e aldosterone e l'accumulo di prodotti intermedi, tra cui il 17-OH-progesterone. Una diminuzione del livello di cortisolo da parte dei meccanismi di feedback provoca un aumento della produzione di ACTH, che a sua volta provoca un aumento della produzione di molecole di precursori, nonché androstenedione, poiché la sintesi viene spostata ("deviata") nella direzione di questa via metabolica non bloccata. L'androstenedione nei tessuti si trasforma in un androgeno attivo - testosterone. La determinazione del progesterone 17-OH (livelli basali e stimolati con ACTH) viene principalmente utilizzata nella diagnosi di varie forme di deficit di 21-idrossilasi e nel monitoraggio di pazienti con iperplasia surrenalica congenita (sindrome adrenogenitale congenita).

L'iperplasia surrenalica congenita è una malattia autosomica recessiva geneticamente determinata che si sviluppa nella maggior parte dei casi a causa di una carenza di 21-idrossilasi, nonché una carenza di altri enzimi coinvolti nella sintesi di steroidi. La carenza di enzimi può essere di diversi gradi di gravità. Con l'iperplasia surrenalica congenita nel periodo infantile, la virilizzazione si sviluppa a causa dell'aumentata produzione di androgeni da parte delle ghiandole surrenali, la ridotta sintesi di aldosterone può essere parzialmente compensata dall'attivazione di meccanismi regolatori. Nei casi più gravi, la carenza di 21-idrossilasi provoca una grave compromissione della sintesi di steroidi, i livelli di aldosterone sono ridotti e la perdita di sale è potenzialmente pericolosa per la vita. Anche il deficit enzimatico parziale osservato negli adulti può essere ereditario, ma inizialmente è insignificante e non si manifesta clinicamente ("nascosto"). Un difetto nella sintesi degli enzimi può progredire con l'età o sotto l'influenza di fattori patologici e causare cambiamenti funzionali e morfologici nelle ghiandole surrenali, simili alla sindrome congenita. Ciò provoca disturbi nello sviluppo sessuale nel periodo prepuberale e può anche essere la causa di irsutismo, disturbi del ciclo e infertilità nelle donne in postpuberanza.

Intervallo di rilevamento: 0,1 nmol / L-606 nmol / L.

Prolattina e 17-OH

Le ragazze che comprendono l'analisi hanno appena scoperto i risultati, sembrano soddisfatte.
prolattina 359 con standard di laboratorio 67-726

Progesterone 17-OH 1,0 a tassi di 0,1-0,8.
Molto alto, eh? Perché potrebbe essere? Analizzato da filo ST, a 4 DC.

E hai consegnato solo questi ormoni?
Ho 17-è sempre elevato, ma anche il testosterone è elevato.

Ci possono essere diverse ragioni..

Condividere con gli amici

Celebrità in tendenza

Eva.Ru

Il nostro sito Web utilizza i cookie per migliorare le prestazioni e le prestazioni del sito Web. La disabilitazione dei cookie può comportare problemi con il sito. Continuando a utilizzare il sito, accetti il ​​nostro utilizzo dei cookie. chiaro

Prolattina, Progesterone ed Estradiolo

L'equilibrio ormonale svolge un ruolo enorme nella salute delle donne in generale. Gli ormoni sessuali femminili colpiscono la maggior parte degli organi e dei sistemi del corpo. La condizione della pelle e dei capelli, e in effetti il ​​benessere generale di una donna, dipende dalla quantità equilibrata di ormoni tra loro. La frase "ormoni infuriano" è molto spesso usata nei casi in cui il gentil sesso è nervoso e inappropriato.

L'importanza dei livelli ormonali nella pianificazione della gravidanza

Molto spesso, nel mondo moderno, si verifica una situazione in cui una giovane coppia, che prevede di avere un bambino, si trova ad affrontare problemi imprevisti associati al fatto che si verifica una gravidanza, nonostante una buona salute. I medici raccomandano di non farsi prendere dal panico e di contattare gli specialisti per un esame non prima di un anno dopo il desiderio di rimanere incinta. Di norma, dopo l'esame, il medico prescrive uno studio sugli ormoni femminili, che è molto rivelatore e consente di comprendere correttamente i motivi per cui non si verifica una gravidanza.

L'equilibrio ormonale nel corpo femminile è in continua evoluzione. E il fatto del concepimento, il buon esito della gravidanza e la successiva nascita di un bambino sano dipendono da questo. Ecco perché è molto importante sottoporsi a uno studio per determinare il numero di diversi tipi di ormoni femminili, non solo se non si verifica una gravidanza, ma anche quando si pianifica la nascita di un bambino non ancora nato.

Medici - riproduttologi durante la pianificazione della gravidanza raccomandano necessariamente di eseguire test per determinare i seguenti ormoni:

Per capire come gli ormoni di cui sopra influenzano la possibilità del concepimento, è necessario acquisire maggiore familiarità con le loro funzioni nel corpo femminile.

La prolattina

La prolattina è un ormone che colpisce principalmente la possibilità di concepire un bambino. Questa sostanza è prodotta dalla ghiandola pituitaria e l'ovulazione stessa dipende direttamente da essa. Inoltre, una deviazione dalla norma di questa sostanza, sia per il lato più piccolo che per quello maggiore, minaccia l'impossibilità di sviluppare il follicolo e, quindi, l'infertilità. I seguenti valori sono considerati normali:

  • All'inizio del ciclo - 4,5 - 23 ng / ml.
  • Durante l'ovulazione - 5 - 32 ng / ml.
  • Dopo l'ovulazione fino alla fine del ciclo - 4,9 - 30 ng / ml.

Altre importanti funzioni di questo ormone sono di regolare il metabolismo del sale d'acqua e di stimolare l'assorbimento del calcio. Al suo livello normale si notano una buona crescita dei capelli e un corretto funzionamento del sistema immunitario..

Un livello elevato di questo ormone può essere osservato su uno sfondo di forte stress. Ma in questo caso, dopo la normalizzazione della situazione esterna, la quantità di sostanza ritorna nell'intervallo consentito. Ma se la sua produzione aumenta in un contesto di varie malattie gravi, ciò può minacciare l'infertilità. Pertanto, dopo che la diagnosi è stata chiarita sulla base dell'analisi ormonale e di altri studi, il trattamento deve essere prescritto urgentemente. Le principali patologie che portano ad un aumento della produzione di questo ormone sono le seguenti:

  • Prolattinoma - tumore ipofisario benigno.
  • Ipotiroidismo - un malfunzionamento della ghiandola tiroidea.
  • Anoressia, che si riferisce a disturbi mentali, ed è associata al rifiuto di mangiare.
  • Sindrome delle ovaie policistiche.
  • Malattie renali ed epatiche.

Un aumento del livello di questa sostanza nel sangue è sempre accompagnato da sintomi pronunciati che sono difficili da non notare:

  • mestruazioni irregolari e talvolta lo sviluppo di amenorrea in età riproduttiva;
  • galattorrea, che si manifesta con il deflusso di liquido dai capezzoli;
  • aumento del peso corporeo sullo sfondo di una corretta alimentazione;
  • deterioramento dello stato emotivo e sviluppo della depressione senza causa.

Durante la gravidanza, il livello dell'ormone aumenta molte volte, perché è questo ormone che è responsabile della futura lattazione e, nel processo di trasporto del bambino, ricostruisce il corpo della futura madre su questo. A causa del fatto che ogni corpo femminile è individuale, la maggior parte degli esperti medici ritiene che non sia corretto parlare dei valori normativi della prolattina durante la gravidanza. Ecco perché quando trasportano un bambino, alle donne non vengono mai assegnati test per verificare la quantità di questo ormone nel sangue. Ma se c'è il sospetto che una donna stia subendo una gravidanza, allora tali test possono essere prescritti urgentemente. Ciò è dovuto al fatto che abbassare il livello di questa sostanza è un dato di conferma e, dopo i risultati delle analisi, viene presa una decisione appropriata. Dopo la nascita durante l'allattamento, la quantità di questo ormone nel sangue aumenta di nuovo molte volte.

progesterone

Il progesterone nelle donne è prodotto principalmente dalle ovaie. Questo ormone è molto importante perché prepara l'utero a ricevere un uovo fecondato. Se il corpo di una donna è carente di questa sostanza, la donna non può rimanere incinta e molto spesso viene fatta una diagnosi di infertilità. In assenza di gravidanza, un alto livello di questa sostanza indica la presenza di gravi malattie ovariche, inclusi tumori maligni.

Il valore normativo di questo ormone dipende dalla fase del ciclo mestruale. Dal suo inizio, c'è un graduale aumento del livello di una sostanza nel sangue e il valore massimo viene raggiunto durante il periodo di ovulazione: 0,48-9,41 ng / ml. Se l'ovulo non viene fecondato, il livello di questo ormone in una donna in buona salute diminuisce e il valore nell'intervallo 0,32-2,23 ng / ml è considerato la norma.

Un livello ridotto di questo ormone porta al fatto che l'utero si comporta in modo errato quando un uovo fecondato entra in esso. Ciò può causare un aborto spontaneo nel primo trimestre di gravidanza. Le ragioni della diminuzione della quantità di questa sostanza possono essere molto diverse. Tra i fattori familiari spiccano l'obesità, il fumo e la dipendenza da bevande alcoliche. Livelli inadeguati di progesterone possono anche essere associati a un fattore ereditario..

Durante la gravidanza, il livello di questo ormone cambia nella direzione di un aumento multiplo e i suoi limiti normativi sono stabiliti dal trimestre:

  • I - 8,90 - 468,5 nmol / L.
  • II - 71.50 - 303.2 nmol / L.
  • III - 88.70 - 771.50 nmol / L.

Durante la gravidanza, possono essere prescritti test ormonali per determinare la quantità di una sostanza nel sangue. Allo stesso tempo, un livello elevato di questo ormone indica che la gravidanza sta procedendo normalmente e un livello basso è un fattore di avvertimento su un possibile aborto spontaneo. A questo proposito, dopo tali studi ormonali, è possibile attuare misure tempestive che consentano a una donna di mantenere la gravidanza e dare alla luce un bambino sano.

estradiolo

L'estradiolo è un ormone femminile molto importante, sotto l'influenza del quale si forma l'intero sistema riproduttivo del corpo femminile. Questa sostanza è sintetizzata dalle ghiandole surrenali, dalle ovaie e dalla placenta nelle donne in gravidanza. Questo ormone è responsabile dello sviluppo delle caratteristiche sessuali primarie di una donna. Colpisce le condizioni della pelle, il timbro e il tono della voce. È questo ormone che fornisce la formazione del follicolo e prepara la mucosa uterina per la gravidanza. Poiché la produzione di questa sostanza avviene sotto l'influenza di vari ormoni femminili, inclusa la prolattina, qualsiasi deviazione della loro norma porta a uno squilibrio del background ormonale. Di conseguenza, ciò può causare alcune difficoltà durante la pianificazione della gravidanza..

Il livello di questo ormone nel sangue è in continua evoluzione. Gli intervalli approssimativi di valori regolatori di una sostanza sono:

  • Nella fase follicolare - 57 - 227 pmol / l;
  • Nel periodo preovulatorio - 127 - 476 pmol / l;
  • Nella fase luteale - 77-227 pmol / l.

Durante la gravidanza, la quantità di questo ormone aumenta a volte - e questo è considerato la norma. Questo ormone controlla la circolazione sanguigna nei tessuti dell'utero e garantisce che il feto riceva una corretta alimentazione durante l'intero periodo della gravidanza. L'estradiolo è anche responsabile della cessazione tempestiva del sanguinamento dopo il parto. Con un basso livello di questa sostanza, il concepimento è quasi impossibile e, anche se si verifica una gravidanza, il rischio di aborto nelle fasi iniziali è molto alto. Nelle donne in età riproduttiva, si può osservare un livello ridotto di questo ormone con una varietà di malfunzionamenti nel funzionamento degli organi genitali. Le ragioni dell'insufficiente produzione di questa sostanza possono essere patologie genetiche, ipoplasia ovarica, processi infiammatori, ecc..

Modi per normalizzare lo sfondo ormonale

Affinché avvenga il concepimento, è necessario che il corpo della donna abbia uno sfondo ormonale equilibrato. Abbastanza spesso, lo squilibrio tra prolattina e progesterone porta a compromissione della funzione riproduttiva. Con un aumento dei livelli di prolattina, la sintesi di progesterone da parte delle ovaie viene bloccata. Il verificarsi di uno squilibrio tra questi ormoni porta a irregolarità mestruali e all'impossibilità del concepimento. Di norma, la relazione tra questi due ormoni è la seguente: con una diminuzione dei livelli di prolattina, la quantità di progesterone nel sangue aumenta e la gravidanza diventa impossibile.

L'estradiolo e il progesterone sono ormoni antagonisti prodotti dalle ovaie. In una donna in buona salute in età riproduttiva, il livello di estradiolo dovrebbe essere elevato nella prima metà del ciclo mestruale, quindi in questo momento l'uovo viene preparato per la fecondazione. Nella seconda metà del ciclo mestruale, sullo sfondo di un declino dell'estradiolo, si verifica un aumento della quantità di progesterone, che prepara l'utero a sopportare il feto ed è responsabile del successo della gravidanza.

Con un aumento del livello di prolattina, si osserva sempre una diminuzione della quantità di estradiolo nel sangue. Questo squilibrio è spesso la causa dell'infertilità. Con una deviazione significativa della prolattina dalla norma verso l'alto, c'è una completa soppressione della produzione di estradiolo e questo porta allo sviluppo di amenorrea. Inoltre, lo squilibrio ormonale in questo caso porta a disturbi metabolici, contro i quali si sviluppa l'obesità.

Test ormonale

Naturalmente, prima di provare a normalizzare l'insufficienza ormonale, è necessario scoprirne la causa principale. Ciò significa che è necessario visitare un endocrinologo e sottoporsi a un esame completo. L'analisi degli ormoni in questi casi è obbligatoria per fare una diagnosi accurata. Al fine di ottenere risultati affidabili, è assolutamente necessario escludere cibi grassi e alcol dalla dieta tre giorni prima del prelievo di sangue. È anche necessario cercare di evitare situazioni stressanti ed escludere una maggiore attività fisica. A seconda del tipo di ormone, il prelievo di sangue per un esame del sangue per determinare il livello di uno o un altro ormone deve essere effettuato in diversi giorni del ciclo mestruale:

  • L'analisi per la prolattina è di solito prescritta per 3-5 giorni del ciclo mestruale..
  • L'analisi per l'estradiolo può essere presa, sia nella prima fase del ciclo mestruale, sia nella seconda.
  • Un test sul progesterone è indicativo solo se si donano sangue nei giorni 21-22 del ciclo mestruale, cioè circa 7 giorni dopo l'ovulazione prevista.

Dovrebbe essere chiaro che solo uno specialista che può prendere in considerazione tutti i valori nel complesso può effettuare la corretta decodifica delle analisi. Lo sfondo ormonale dipende da molti fattori, quindi anche le deviazioni esistenti di determinati ormoni dagli intervalli normativi non sono sempre considerate critiche.

Le regole di base per normalizzare i livelli ormonali

La sintomatologia dei disturbi ormonali nelle donne è sempre molto brillante. Uno squilibrio degli ormoni è spesso espresso da una maggiore irritabilità e da un significativo deterioramento delle condizioni della pelle e dei capelli. Inoltre, c'è una diminuzione dell'immunità, che è espressa da malattie frequenti. A causa del fatto che molti fattori vitali influenzano il background ormonale, non è sempre necessario sforzarsi di eliminare immediatamente lo squilibrio ormonale con metodi medici.

Il primo passo per normalizzare l'equilibrio degli ormoni dovrebbe essere una revisione della dieta e della dieta. Il cibo consumato dovrebbe essere pieno e il più fortificato possibile. Diversi snack in un fast food dovrebbero essere completamente abbandonati. L'ultimo pasto completo dovrebbe essere entro e non oltre le 19 ore. È importante ricordare che la quantità di cibo consumato deve necessariamente corrispondere all'attività fisica. Per normalizzare il livello di vari tipi di ormoni, è necessario modificare la dieta come segue:

  • L'estradiolo si normalizza quando i cibi a base di uova, pesce magro e carne sono inclusi nella dieta. Anche frutta e verdura di stagione sono molto utili. In questo caso, è necessario ridurre al minimo il consumo di prodotti farinacei, poiché è dimostrato che la fibra aiuta a rimuovere gli estrogeni dal corpo. Inoltre, caffè e birra dovrebbero essere scartati..
  • Il progesterone naturale si trova nei peperoni rossi, nel pesce, noci e semi crudi, lamponi, avocado e olive. Inoltre, per normalizzare questo ormone, gli agrumi dovrebbero sempre essere inclusi nella dieta e bere un decotto di rosa selvatica. Il ribes nero in qualsiasi forma è anche considerato un utile additivo..
  • I livelli di prolattina sono ridotti con successo dai sedativi, ad esempio da coni di lavanda, valeriana, motherwort e luppolo. Le infusioni di erbe dovrebbero essere un supplemento indispensabile alla dieta. Inoltre, è necessario escludere dalla dieta prodotti con conservanti e caffè.

Inoltre, per normalizzare lo sfondo ormonale, è necessario:

  • Rifiuta l'assunzione incontrollata di farmaci ormonali.
  • Trova il tempo per allenarti, soprattutto con uno stile di vita sedentario.
  • Fornire al corpo un buon riposo notturno per 7-8 ore.
  • Smetti di fumare e minimizza l'assunzione di alcol.
  • Atteggiamento positivo verso il mondo, che aiuterà a evitare la depressione.

Naturalmente, se lo squilibrio degli ormoni è causato da eventuali patologie nel corpo di una donna, il trattamento farmacologico non può essere eliminato. Ma in questo caso, l'adattamento dello sfondo ormonale dovrebbe essere effettuato sotto la stretta supervisione di un endocrinologo. Tutti i farmaci ormonali sono selezionati individualmente in base alle caratteristiche del corpo femminile. L'automedicazione è severamente vietata.